Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

5 giorni a 5 stelle: La terra non si tassa!

  • 18

New Twitter Gallery

renzi_imu_agricola.jpg

"E' stata anche la settimana dell'IMU agricola, la tassa di Renzi che distrugge le imprese contadine. In piazza a Montecitorio tanti lavoratori del comparto agricolo insieme ai nostri portavoce Paolo Parentela e Massimiliano Bernini. Mentre il giorno seguente Gianluca Vacca, Silvia Chimienti e Alessandro Di Battista si sono uniti ai docenti precari accorsi anche loro numerosi in piazza per protestare contro le mancate promesse del governo. La bufera che ha investito il Ministro delle Infrastrutture domina la scena della politica. Il nostro Carlo Sibilia ne chiede le dimissioni in aula, mentre Alessandro Di Battista ripercorre per noi la cronistoria delle intercettazioni fino alle dimissioni di Lupi.
Alla Camera comunque si lavora. Ecco il resoconto della presentazione a Montecitorio del Libro Bianco di Ecofuturo, ascoltiamo il portavoce Mirko Busto che ci parla di ecotecnologie insieme all'ospite Jacopo Fo. Al Senato, invece, si è tenuto un convegno sull'energia organizzato dal nostro Massimo Girotto, insieme ai leader dei movimenti dei consumatori. Il tema: il rischio di aumento dei costi fissi in bolletta che penalizzano chi consuma meno. L'ennesima batosta, insomma. Poi Roberta Lombardi, in studio, ci aggiorna circa l'indagine disposta dall'autorità nazionale anticorruzione sui piani di zona (ce ne sono 114 attivi solo a Roma), a seguito delle denunce del M5S. Per finire Andrea Cioffi, a Palazzo Madama, chiede di votare la legge anticorruzione anche sabato e domenica. Nulla da fare: il PD boccia, e rinvia ancora il voto su un provvedimento decisivo ma ormai fermo da due anni." M5S Parlamento
SCARICA IL PDF PER INFOPOINT E BANCHETTI

21 Mar 2015, 10:50 | Scrivi | Commenti (18) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 18


Tags: 5 giorni a 5 stelle, agricoltura, imu, Lupi, ministro dell'agricoltura, Renzi, Renzie, tassa

Commenti

 

Colossale cantonata, i terreni agricoli pagano già pochissimo di imu, avete provato a fare i calcoli di quanto deve essere grande un terreno per costare qualcosa? Sapete che basta essere iscritti alla coldiretti o alla confagricoltura per esserne esentati dal pagamento del dovuto se é o diventa edificabile e lo vendo come tale, parlo di esenzione perché come agricolo si paga poco-niente ? Questo Anche se il terreno é incolto da anni e grazie al suo essere incolto ha dato accesso anche a fondi europei.Questo anche se l'agricoltore di "secondo" lavoro fa l'immobiliarista. Rischiate di fare un regalo rilevante solo ai ricchi "feudatari" che poi spesso sono poveri per il fisco, e di mettere in imbarazzo gli addetti ai lavori simpatizzanti, che dovrebbero ammettere una vostra scarsa competenza in materia!

francesco bianchi 23.03.15 07:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sarei così categorico sull'agricoltura. Il problema è di trovare un metodo di valutazine dei redditi (non facile) porre le soglie di esenzione e controllare. Da noi ci sono anche i grossi contadini che non sanno come impiegare i denari. Fare tutti uguali in una categorie è un modo di non badare alla perequazione e giustizia fiscale.
Neanche tutti i terreni dichiarati di montagna non sonon di montagna e ci sono vallate di montagna e altre vallate di montagna
Comai Piergiorgio

Piergiorgio Comai, Vervò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.03.15 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Non so se serve a qualcosa mettere questi post, forse sono una cura collettiva contro il malumore di vivere in un paese di ladri.
Ormai lo sanno tutti che gli onesti in Italia non hanno residenza.
Una volta si diceva che la maggior parte degli italiani era brava gente. Oggi forse c'e' qualche persona onesta in un paese di corrotti. Spieghiamo meglio: il dipendente pubblico che non lavora, tutti gli amministratori pubblici che si approfittano della loro carica per vantaggi personali, gli evasori piccoli e grandi, quelli che con la 104 vanno al mare e la lista continua.........ovviamente questi si pensano onesti, le mafie, i politici e gli altri arraffoni sono ormai smascherati tutti e tutti piu' o meno impuniti. Quindi la brava gente e' rara, una vera minoranza e purtroppo senza speranze!

Ezio Veronese 22.03.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento

forse sarebbe meglio se tassassero pesantemente facebook!

belillo 22.03.15 10:16| 
 |
Rispondi al commento

è la prima volta che guardo i 5 giorni a 5 stelle. Ben fatto, preciso e completo. E' la strada giusta, il tempo ci darà ragione, gli italiani purtroppo non lo so. Ma lo spero per i miei figli. Non dobbiamo demoralizzarci ma come più volte detto da Beppe farci portatori sani delle nostre idee senza scendere ai livelli miserandi dei soliti partiti.
Avanti così!!!

nicola feltrinelli 22.03.15 10:09| 
 |
Rispondi al commento

IMU agricola soltanto per i terreni abbandonati su cui pende un offerta di acquisto. Se uno dimostra interesse verso quei terreni viene puntualmente preso al collo da gente che fino al giorno prima neanche sapeva di possederlo.

Giulio D., giulio211271@hotmail.com Commentatore certificato 22.03.15 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Gli stessi che chiedono soldi agli italiani ,continuano a disinteressarsi dei problemi quotidiani del popolo (le cronache lo dimostrano) e pensano a tutelare se stessi ed i loro amici.L'imu sui terreni agricoli e' vergognosa!!!!.A proposito ma gli italiani dove sono?Che spettacolo!!!!!

Stefano 22.03.15 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Tassa sui terreni poi sul mare, poi sull'aria, la fantasia non ha confini pur di fare soldi e mantenere il sistema fastoso, vergognoso, improponibile, che troviamo solo da noi nel Mondo,
diversamente come faremmo ad avere onorevoli che prendono più di Obama. A CASA I CORROTTI, si governerà con quattro ONESTI gatti...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 21.03.15 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Per forza che rinviano l'anticorruzione, chi si metterebbe l'acqua in casa? avranno fatto il ragionamento che scoppierebbe la peste bubbonica alle camere o peggio. Le ultime notizie dimostrano che rimarrebbero quattro gatti su tutta la rosa dei partiti e sono sicuro che le indagini sono solo all'inizio. Un grazie encomiabile va ad alcuni magistrati e sopratutto Carabinieri e compagni che stanno conducendo la battaglia di pulizia nonostante siano vittima di tagli di spesa sciagurati e malessere inverosimili, venire a mancare munizioni e benzina parlano chiaro...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 21.03.15 18:49| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI COSI' 5 STELLE E NON MOLLATE MAI

alvise fossa 21.03.15 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Principio ormai acquisito: Chi prende volontariamente su di se' l'incarico di gestire soldi altrui o di giudicare e condannare gli altri o comunque di occuparsi degli altri deve sapere fin dall'inizio che rinuncia ad una parte della normale privacy e, per gli affari strettamente riguardanti la sua scelta, rinuncia al principio della presunzione di innocenza fino a sentenza irrevocabile. Non solo nessuno lo obbliga ad assumere incarichi che toccano altre persone, ma anche, come disse Pertini, non basta che sia onesto, ma deve anche sembrarlo. Mi riferisco a incarchi (mestieri?) come quelli dei politici, dei magistrati, dei sacerdoti ecc. Un magistrato o un sacerdote che si comportano in maniera non consona (girano ubriachi, usano in pubblico termini scurrili o si indebitano con persone poco raccomandabili, ecc.) non possono, per la natura del loro incarico, invocare la privacy. Una volta si diceva che la moglie di Cesare non deve offrire neppure il sospetto... E questo e' il principio che vige in tutti i paesi civili. Da noi si fa ipocritamente ricorso alla privacy o alla presunzione di innocenza solo per poter continuare in una attivita' riprovevole alla quale nessuno li ha obbligati.

Giuseppe Alu' 21.03.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Il pdf per infopoint e banchetti è fatto abbastanza bene e assomiglia a una testata giornalistica:
qualche info tecnica in più (magari con in fondo agli articoli i riferimenti normativi e link ad approfondimenti) e potrebbe tranquillamente sostituire il ciarpame di giornalazzi in edicola :)
Il blog rimane centrale con post anche a scopo riflessivo e tematiche non solo politiche ma il pdf può davvero competere con le testate esistenti:
forse abbiamo già un vero settimanale a 5 stelle e non ce ne siamo ancora accorti (però evitiamo la trasformazione in quotidiano perchè sarebbe troppo impegnativo, dispersivo e lungo da leggere).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 21.03.15 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 21 mar. (AdnKronos) - "Occorre educare e vigilare", rispetto al "rischio del contagio xenofobo e razzista. Particolare attenzione deve essere data al mondo di internet, che si dimostra il campo privilegiato per predicatori di odio". Lo sottolinea il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Visto? pensavate che stesse dormendo? No, tutto va.... come deve andare! perciò taceva.
Traduciamo dal politichese all'italiano dell'onesto: facciamo arrivare più immigrati perchè sennò qui non ci voterà più nessuno e censuriamo internet altrimenti non saremo liberi ( noi dell'antistato) di fare quello che ci pare.

Ada Leone 21.03.15 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono candidato al comune di Rovato e dico cosa che la nomenclatura locale non vuole che vengano dette per cui cercano di oscurarmi. Da oltre 20gg ho inviato ai cittadini il programma e le serate in cui lo spiego. La data del 27 Marzo è per il centro. Altri gruppi più forti di me hanno "sbagliato" fissando la propria nella stessa serata con il chiaro intento di spostare l'attenzione, e probabilmente ce la faranno. Necessito di un miracolo! Riusciresti a venire anche solo x 10 minuti? Potrei in questo modo cercare di sovvertire un epilogo già scritto. Sono disponibile ad ogni maggiore delucidazione.Grazie

Fulvio Vittorio Baresi 21.03.15 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Ragà comincio a preoccuparmi sul serio, stanno approvando in fretta tante di quelle schifezze nel silenzio più totale (tranne il nostro) ma vedo che, voi scrivete, denunciate, ci provate, noi commentiamo, vi appoggiamo qualcuno và in piazza ma non riusciamo a fermarli. Imu sui campi? Il progetto è chiaro... farci smettere la nostra produzione perchè troppo dispendiosa e far entrare i prodotti stranieri, soprattutto americani con quell'accordo TTL o come cavolo si chiama. Quando ero piccola si scendeva in piazza per un nonnulla e ora dove siamo? Cos'è che ci blocca? Per esempio se è vero che le PMI del nord sono nei guai perchè devono prendere soldi arretrati dallo stato (che comunque gli chiede i balzelli alla scadenza)non scendono in piazza CAZZUTI vanno sotto al comune e fanno casino giorno e notte? Forse basta cominciare chi è vessato ci seguirà, vi prego da qualche parte dobbiamo cominciare e in maniera pacifica sostenendoci e vegliando per non far infiltrare disfattisti e violenti (mandati dal governo) che ci farebbero passare dalla parte del torto...Siamo nel giusto

gabriella c., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 21.03.15 12:51| 
 |
Rispondi al commento

ANDATE IN TV.A SMASCHERARE IL BUGIARDELLO DI RIGNANO,,,,che se la ride senza battere ciglio e pavoneggia se stesso nelle fandonie più aberranti !"

silvana rocca, genova Commentatore certificato 21.03.15 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, l'Imu ha ammazzato l'economia. Con questi costi ogni ripresa è illusoria. E' nelle baracche che per secoli si sono forgiati i talenti artigiani ed industriali. Oggi una baracca è un lusso che pochi si possono permettere. E non è a scuola che si imparano i mestieri ma nelle baracche e nelle officine.

michele stefani 21.03.15 12:27| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori