Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I dirigenti senza concorso di #Equitalia

  • 28

New Twitter Gallery

equitalia_dirigenti.jpg

"Le nomine "fasulle" dei funzionari dell’Agenzia delle Entrate, portati al ruolo di dirigenti senza un pubblico concorso, sono nulle. Nulli anche gli atti fiscali da questi firmati e notificati ai contribuenti. Nulle pure le cartelle esattoriali emesse da Equitalia sulla scorta di tali accertamenti. Abbiamo chiesto al Ministro Padoan se la pensasse come il M5S e come mai il governo Renzi continua a prorogare questa situazione vergognosa e anticostituzionale come dichiarato dalla Corte Costituzionale? Padoan risponde che la Consulta intralcia il lavoro di Agenzia delle Entrate. Secondo il Ministro, che ha il ruolo di esecutivo e non le competenze per giudicare una sentenza della Corte Costituzionale ma dovrebbe occuparsi di gestirne le conseguenze, la pronuncia della Corte "non pregiudica la funzionalità dell’agenzia". In sintesi Padoan con le sentenze della Corte Costituzionale ci si pulisce il culo. Un ministro così dovrebbe andarsene solo a casa. E se tu, nel frattempo, hai ricevuto una cartella Equitalia partita da un atto firmato da un dirigente fasullo e sei stato costretto a vendere casa per sanare la situazione? "Arrangiati." Questa è la risposta del governo.
Ora insieme ai cittadini onesti colpiti da provvedimenti ingiusti ci organizzeremo per procedere con contenziosi in massa. Padoan e il Governo Renzi dovranno rispondere:
1. Degli stipendi illegittimi pagati a dirigenti che non avevano diritti per essere nominati tali. A nostro avviso la Corte dei Conti dovrebbe aprire un'indagine in merito.
2. Dell'aver determinato una diminuzione delle garanzie dei cittadini che confidano in una amministrazione competente, imparziale ed efficiente.
3. Dell'ultima proproga di una situazione illegittima attraverso l'articolo 1 del decreto Milleproroghe del 26 febbraio 2015 che porta la firma di Renzi
4. Infine se, come sostiene il Ministro, gli atti firmati dai funzionari illegittimi sono validi perchè utilizzano il principio della "firma per delega" allora: che bisogno c'era di nominare nuovi dirigenti ? State facendo un favore a qualcuno? E, questo "qualcuno", che favore vi ha fatto?" M5S Parlamento

26 Mar 2015, 16:37 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 28


Tags: cartelle fasulle, cartelle illegali, dirigenti Equitalia, Equitalia, nomine fasulle

Commenti

 

mi congratulo con i nostri parlamentari per l'eliminazione di Equitalia e li esorto a battrsi anche per il lungo rinvio degli sfratti visto i8l grave momento di crisi economica.Sarebbe opportuno indacare se la decisione della consulta di abolire gli articoli 6 e 9 della cedolare secca sia stato frutto del salvataggio della sig.ra Armellini proprietaria di oltre mille appartamenti in Roma e dintorni,dati in locazione(secondo quanto riportato da stampa e televisione), senza registrare i contratti.Avrebbe dovuyto pagare ad equitalia oltre un miliardo di euro e invece ha pagato solo 30 milioni di multa.

paolo basile 17.06.15 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è ancora più grave.
Il ministero e l'agenzia hanno espletato n 3 concorsi per dirigenti le cui graduatorie era disponibili per nominare dirigenti i vincitori di concorso.
Quindi le illegittime nomine hanno creato un grave danno all'agenzia che si ritrova adesso senza una congrua classe dirigente e hanno creato un danno anche a persone che come me hanno vinto regolari concorsi e che sono stati prevaricati da atti illegittimi. Non bastasse questo ad alcuni di noi è stato affidato l'incarico dirigenziale e non si comprende perchè non si è proceduto ad assumerci in quanto vincitori di concorsi. Vorrei capire a questo punto chi pagherà per i danni subiti dalla collettività dalla stessa agenzia e per quelli patiti dai vincitori di concorsi.
Ho posto il quesito al Presidente della repubblica, al Presidente del consiglio, al ministro delle finanze e a tutte le sigle sindacali che se non conniventi hanno chiuso gli occhi permettendo questo scempio.
Non bastasse questo già prima noi assunti negli anni 1978 1981 , laureati, dovevamo stante le leggi vigenti accedere alla dirigenza e già allora siamo stati illegittimamente ghettizzati e condannati alla non carriera.
Quindi è la seconda volta che si impedisce la nascita e la crescita di una legittima dirigenza. Perchè adesso si pensa a nuovi concorsi ci sono i vincitori legittimi di concorsi per dirigenti cui è stata cambiata la vita professionale e privata. E'vergognoso in 34 anni ci hanno costretti alla carriera del gambero anzichè andare avanti ci hanno tenuti fermi e addirittura portati indietro. C'è una organizzazione che voglia occuparsi di questo caso tutto italiano mettendo in campo una struttura legale che ci supporti? Non lo so come finirà questa brutta storia che definirei un incubo. Ma siamo in Italia ed ho l'impressione che rimarremo comunque "Figli di un Dio minore". scusate il disturbo

vinenzobadalamenti 04.04.15 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Di dirigenti "fasulli" ce sono stati a bizzeffe nelle regioni (oggi la gran parte di loro si sta godendo una lauta pensione) ai primi anni della loro costituzione. Si procedeva cosi: la Municipalizzata assumeva per chiamata l'ing. Pinco Pallino ed il giorno dopo lo "comandava" presso la Regione. Dopo pochi anni, l'amico politico di turno lo promuoveva dirigente, se non lo aveva già fatto la Municipalizzata il giorno prima. ..OOPLA'

Giovanni Marinelli 28.03.15 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari Onorevoli del movimento , mi congratulo e vi ringrazio di tutto ciò che fate anche a nome mio e di tutti coloro che ancora credono che il presente come il futuro sia determinato dalla volontà di evolversi .L' unica forza reale e' la potenza del pensiero che crea azioni e a sua volta buone abitudini .Noi siamo e diverremo ciò' che pensiamo, quindi auspico che tutti gli italiani tentino di migliorare un po' al giorno .Grazie e continuate a ricordarcelo

Irene Civetti 28.03.15 10:28| 
 |
Rispondi al commento

questi ministri e questi dirigenti vanno fucilati, senza spargimento di sangue non cambia nulla......

aldo delli carri 28.03.15 09:35| 
 |
Rispondi al commento

chiudetela immediatamente.
EQUITALIA E' UN VERO CANCRO SOPRATUTTO PERCHE' SE LA PRENDE CON CHI NON HA POTUTO PAGARE QUALCHE SPICCIOLO PER REALI DIFFICOLTA' ECONOMICHE.MA PER QUELLI DI EQUITALIA DEVI PAGARE E BASTA,NON TI DANNO MAI SPIEGAZIONI E TRUFFALDINAMENTE TENDONO A FAR LIEVITARE UN PICCOLO DEBITO CHE DOPO QUALCHE ANNO DIVENTA UN DEBITO DECUPLICATO.LADRI E USURAI,MA QUESTO STATO DI COSE STA' BENE A RENZI E A TUTTA LA CASTA PER ASSICURARSI A VITA VITALIZI ALTISSIMI.EQUITALIA DEVE CHIUDERE E SUBITO,SOLO COSI' NON CI SARANNO PIU' SUICIDI.MA QUESTO STATO DOVE VUOLE ARRIVARE ?ORAMAI SI E' PASSATO OGNI LIMITE MA SOLO PER I CITTADINI PIU' INERMI NON PER I CORROTTI POLITICI,LA GENTE CHIDE AIUTO A BEPPE E A TUTTO IL MOVIMENTO.BASTA CON QUESTE VESSAZIONI E PIGNORAMENTI DI CASE DI AUTO E QUANTO ALTRO COMPRESO IL C/C.BASTAAAAAAAA,FORZA GRILLO ,DEMAIO,DI BATTISTA ,TAVENAE TUTTI GLI ALTRI CHE DENUNCIANO LE MALEFATTE DI QUESTI CIALTRONI.

fede 28.03.15 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me il lavoro di equitalia va considerato insieme allo scandalo delle multe dei comuni che assetati di denaro colpiscono a random gli automobilisti.
Le multe spesso si fanno con autovelox piazzati su rettilinei in cui è piazzato un limite di velocità molto basso o comunque con telecamere che non tengono conto di numerose variabili. Ricordo che a Roma, al sindaco Marino gli è stato bocciato un bilancio preventivo dalla corte dei conti perché circa 300 milioni di euro di nuovi introiti dalle multe non erano certi. Noi che abitiamo a Roma sappiamo bene quanto il Sindaco sta facendo per incrementare le contravvenzioni senza un progetto di riduzione e adeguata regolamentazione del traffico.
Gli uffici di equitalia, per quanto riguarda le multe sono dei veri e propri strumenti di vessazione legalizzati utilizzati contro cittadini onesti che ogni giorno si affaticano per sopravvivere.
Ricordo per contestare una multa occorre versare un contributo di 47 euro all'ufficio del Giudice di Pace ed essere presenti nel giorno dell'udienza o incaricare un legale. Se uno prende 10 multe l'anno dovrebbe versare 470 euro e se non vuole smettere di lavorare pagare un avvocato per circa almeno 300 euro poi resta la difficoltà di dimostrare le proprie ragioni contro una fredda telecamera che ti condanna o contro l'arroganza di controllori che ti prendono il numero di targa mentre stai fermo per scaricare della merce.
In questi casi è un rappresentante del comune che dovrebbe confrontarsi col cittadino che ha molte cose da dire...

Giampietro Petroselli 28.03.15 07:36| 
 |
Rispondi al commento

...quanto manca ?????

jj 27.03.15 08:20| 
 |
Rispondi al commento

andate avanti con 'sti ministri , che al prossimo giro vi aspetta il 6%

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.03.15 04:59| 
 |
Rispondi al commento

se questo abbastanza losco figuro , crede di potere imporre , angherie indegne, HA SBAGLIATO INDIRIZZO- ne devi mangiare ancora dei panini bello se credi di imporre TU

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.03.15 04:53| 
 |
Rispondi al commento

padoàn deve essere cacciato via - subito -

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.03.15 04:49| 
 |
Rispondi al commento

Questa gente va fucilata alla schiena senza processo.

Carlo fustini 26.03.15 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Per favore, informiamoci (e lo dico anche a chi ha scritto questo post).
Purtroppo solo una piccola percentuale di questi atti potrebbe (con un contenzioso) essere annullata. Ci sono addirittura sentenze di Cassazione che legittimano la firma del "funzionario di fatto" che non é nemmeno stato delegato da nessuno. Negli uffici pubblici (soprattutto quelli più grandi) il dirigente (di ruolo) non puó firmare tutti gli atti amministrativi (anche perché "qualche volta" va anche lui in ferie), pertanto puó delegare la firma a soggetti che non sono dirigenti. La maggioranza degli atti è firmato su delega in tutte la P.A. anche perchè quei dirigenti di ruolo non avrebbero la possibilità di controllarli tutti (dovrebbero farlo giorno e notte). Pertanto se l'atto é firmato da un funzionario delegato da un dirigente (vincitore di concorso), é valido. Se i 767 dirigenti "nominati" hanno firmato "su delega" ci sará poco da fare.
Infine, vorrei dire a quelli che contestano (e che si professano, come me, militanti del "5 stelle"): "se chi ha evaso riceve una cartella corretta, perchè non dovrebbe pagarla?".
Da lavoratore dipendente io pago tutto fino all'ultimo centesimo perchè le imposte le trattiene il datore di lavoro.
C'è evasione ed evasione. Colui che non ce la fa' a pagare per la crisi economica è da rispettare ed aiutare, colui che non fattura o si scarica costi indeducibili o utilizza fatture false è da stangare anche con sanzioni penali, colui che è evasore totale è da mandare in galera.
Ormai, ad Equitalia hanno levato tanti poteri (sulle piccole cifre - vedi tasse locali - è ormai impotente) e il debito si può pagare, mi sembra, fino a 72 rate mensili.
Che poi l'evasione bisognerebbe recuperarla altrove, questo è un altro discorso (chiedetelo alla politica che fa le norme pro evasori), ma chi evade "fraudolentemente" sottrae risorse alla comunità (che purtroppo già le spende male) e non dovrebbe ricorrere a sotterfugi per andare in c... alla comunità.

GIOVANNI G., CAMPI BISENZIO Commentatore certificato 26.03.15 20:04| 
 |
Rispondi al commento

VA CHIUSA IN TEMPI BREVI

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.03.15 19:27| 
 |
Rispondi al commento

CHIUDETELA QUESTA INEQUITALIA

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.03.15 19:25| 
 |
Rispondi al commento

padoan il rifugiato dagli usa, con la corte costituzionale ci si pulisce il culo, infatti per lui, che è stato nominato da un abusivo, non conta...bene, noi il culo ce lo puliamo con la sua bella faccia di mmerdaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

aldo delli carri 26.03.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedevo perché il M5Stelle non parla mai del movimento per l'Indipendenza del Veneto,un referendum informatico di un anno fa' dava oltre 2 milioni di favorevoli ,mi piacerebbe che Grillo e Casaleggio postassero una loro opinione sul blog,sappiamo che il 5 stelle e' per la democrazia e quindi per la liberta' di voto;ma non potete non tener conto di oltre due MILIONI di VENETI che vorrebbero il REFERENDUM per L'INDIPENDENZA del VENETO e le regionali si avvicinano..........INDIPENDENZA VENETA ha presentato un proprio candidato MOROSIN ma se l'Unione fa la forza......basterebbe che il M5S non parlasse di Autonomia ma di INDIPENDENZA ed il gioco potrebbe essere fatto.....meditate,,,

CINEL RENATO 26.03.15 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Come posso sapere se le mie cartelle sono valide oppure no !!

Eliana Ciulli 26.03.15 18:33| 
 |
Rispondi al commento

L'illegalità che imperversa, un Parlamento votato con legge illegittima, ma continua a stare dove sta, a stravolgere la Costituzione, con dubbi di legittimità di tali provvedimenti: non dimentichiamo che la Consulta, che per qualcuno è un intralcio, dopo la sentenza di incostituzionalità del legge porcellum, è dovuta intervenire con una seconda sentenza per sanare gli atti compiuti dalle Camere elette con il porcellum ma solo fino al gennaio 2014, e non per gli atti successivi.
Indagati, condannati sono sempre lì, difesi dal sistema; anzi, alcuni di loro approvano leggi.
Sistema delle grandi opere pubbliche ormai in mano ad affaristi, con seri dubbi nella sua utilità al cittadino, e dubbi sul fatto che siano mstate approvate per la collettività o per altro, che non viene neppure, non dico scardinato, ma bloccato per fare chiarezza.
Cartelle esattoriali che raddoppiano gli importi a favore dello stato: se uno non aveva 100 euro ieri, non si capisce come possa averne 200 oggi. Hanno rovinato una economia, e continuano, ma applicano tasse, more, sanzioni impossibili per chiunque.

L'economia che o scappa, o crolla o è comprata dagli stranieri, che poi portano tutto all'estero.

Non è più uno stato di diritto. Qualcuno lo dica chiaramente.

Gian A Commentatore certificato 26.03.15 18:28| 
 |
Rispondi al commento

finalmente....... diamoci una mossa padoan e compagni a casa ed equitalia con loro

Maria di donato 26.03.15 18:17| 
 |
Rispondi al commento

CHIUDETE EQUITALIA,IL PRIMA POSSIBILE

alvise fossa 26.03.15 18:11| 
 |
Rispondi al commento

mio ex datore di lavoro mi ruba i soldi dalla busta paga e il Tfr? invia false informazioni obbligando l'Agenzia delle Entrate e Equitalia a chiedermi il pagamento di tasse non dovute e non ammette nonostante le mie svariate contestazioni che sono false? bonifica e smaltisce l'amianto in clandestinità nello stabilimento in vicinanza del centro abitato in cui ha cessato l'attività?.. e io gli chiedo conto attraverso il web http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 26.03.15 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta a Beppe Grillo:
http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 26.03.15 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile ai contribuenti italiani investiti di atti fiscali conoscere la lista dei non più dirigenti al fine di istaurare il contenzioso avverso l'atto nullo. Grazie Peppino....ciao

antonio vitale 26.03.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

All'Agenzia Entrate, come alle Regioni, Province, Comuni ecc. ecc. non si fanno più concorsi ma nomine dirette per mettere dentro parenti e amici e continuare a fare le peggiori nefandezze nella sicurezza che chi è stato nominato da loro e pagato lautamente non gli si rivolterà contro a differenza di chi si è meritato il posto con un concorso pubblico senza dover rendere conto a nessuno a meno che, come spesso accade, anche il concorso sia truccato; ma è più semplice la nomina diretta che aggiustare un concorso. SPERIAMO CHE IL MOVIMENTO 5 STELLE RIPORTI LA MERITOCRAZIA E L'ONESTA' IN QUESTO PAESE DI LADRI E CORROTTI.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 26.03.15 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se va avanti così, andrà a finire che pure tutto il popolo italiano si pulirà il .... con le leggi italiane. E questo non deve succedere, perciò insistiamo con questa pretesa. E anche diritti acquisiti, che razza di diritto è un diritto che deriva da una legge che mi sono fatto da solo per soddisfare i miei interessi ? Non voglio più mantenere questa gente che non ha nessun diritto, visto che non sta facendo ne ha mai fatto nessun dovere.

Alessandro L. 26.03.15 17:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori