Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il genocidio dei cinquantenni #redditodicittadinanza

  • 375

New Twitter Gallery

guernica_50.jpg

Lettera ricevuta dalla portavoce M5S alla Camera Laura Castelli

"Buongiorno Cittadina Laura,
innanzitutto perdonami il disturbo e, soprattutto, lo sfogo e l'amarezza.
Come Tu ben sai per lo Stato non siamo abbastanza vecchi per andare in pensione, ma per il mercato del lavoro, nella migliore delle ipotesi, rappresentiamo una risorsa senior troppo qualificata e onerosa. Nel nostro Paese siamo circa un milione, siamo i lavoratori over 40 e over 50 che non riescono a trovare un nuovo impiego.
Come ci si reinventa a 40 o 50 anni, quando il mondo del lavoro ti considera un soggetto da “tagliare”, un rottame che dovrebbe soltanto "togliere il disturbo"?
Alla stima di un milione di interessati andrebbero aggiunti anche gli esodati e le persone in mobilità: il paniere dei senza lavoro arriverebbe così a contare quasi due milioni di cittadini. Ma come è possibile che l’Inps non diffonda dati certi sul numero dei disoccupati (soprattutto over 50), privi di tutele?

Dove sono gli ammortizzatori sociali?

Andrebbe denunciata la carenza di ammortizzatori sociali per chi ha perso il lavoro dopo il 50° anno d’età e non riesce a reinserirsi nel mercato. Andrebbero condannati le partite IVA fasulle e i licenziamenti (i tagli del personale) a pochi anni dalla pensione, senza misure concrete in grado di tamponare la situazione. Ci sono poi sessantenni, rimasti senza lavoro, che non hanno i soldi per la contribuzione volontaria (circa il 33% dell’ultimo stipendio): queste persone sono a rischio povertà. Un tempo esisteva la mobilità lunga, mentre oggi questi cittadini rischiano di finire sul lastrico.
Ma non si è fatto mai nulla per porvi rimedio, nessuna misura concreta. Vengono organizzati corsi di formazione, è vero, ma ai lavoratori spettano 200 euro al mese, a volte per soli sei mesi: è possibile sopravvivere con queste cifre? Le promesse dei governanti, di qualunque colore, appaiono più come buoni propositi, piuttosto che come un impegno reale. Nel 2008 i disoccupati over 55 erano circa 200 mila, oggi sono il doppio. Già dal 2003 al 2005 il problema degli ex lavoratori over 40 era stato più volte definito “grave”.
In realtà il Consiglio Europeo esorta da vent'anni gli Stati membri a mettere in campo tutte le misure possibili per sostenere il reddito anche dei cittadini che hanno perso il lavoro in età avanzata.

La denuncia della UE

Il Parlamento Europeo si è pronunciato esplicitamente a favore del reddito minimo garantito per i lavoratori senza più occupazione. Simili misure sono già attive in tutti i Paesi dell’UE, eccezion fatta per Italia, Grecia e Ungheria.
Solo il 27% dei disoccupati italiani usufruisce di ammortizzatori sociali; e ci sono circa 3 milioni di lavoratori ormai scoraggiati, che un impiego non lo cercano nemmeno più.
"Il Jobs act è lontano anni luce dall'Europa. I disoccupati di Renzi non avranno il pane”.
Ciò che io penso è che Renzi vuole arrivare esattamente a questo: facilitare ed incrementare in modo esponenziale i licenziamenti, specialmente quelli degli over 40 e 50 che hanno una famiglia, in modo da ridurli alla fame, senza alcun tipo di reddito minimo di sussistenza, senza alcuna possibilità di riqualificazione e reinserimento nel mondo del lavoro, senza alcuna possibilità di arrivare alla pensione, non avendo costoro la possibilità economica di versare i contributi volontari per arrivare all'età pensionabile, costringendoli prima alla disperazione e poi al suicidio ed incamerare così tutti i loro contributi in precedenza versati nel corso di anni di lavoro

Genocidio di massa.

La parola d'ordine è precariato, sfruttamento, schiavizzazione, medioevalizzazione del sistema industriale, economico e sociale dell’Italia.
L’obiettivo di Renzi è un genocidio di massa senza "sporcarsi" le mani. Un ben architettato crimine contro il Popolo Italiano.
Ecco perché chiedo cortesemente a Te e alle/ai Ragazze/i del nostro MoVimento di aiutarci, di sostenerci, di esporre il nostro problema, il nostro disagio, la nostra rabbia, il nostro terrore (e quello delle nostre famiglie).
Cordiali saluti ed un forte abbraccio."
Cittadino Cesare Bertolino

8 Mar 2015, 14:00 | Scrivi | Commenti (375) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 375


Tags: 50enni, Cesare Bertolino, crisi, disoccupazione, genocidio, jobsact, Laura Castelli, lavoro

Commenti

 

Ho lanciato la petizione indirizzata "al Presidente del Consiglio, al Parlamento ed a tutte le forze politiche di “buona volontà" dal titolo:
DIAMO LA POSSIBILITÀ, AGLI ULTRA55ENNI CHE LO DESIDERANO, DI RITIRARE I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI VERSATI AD INPS E/O A CASSE PREVIDENZIALI PRIVATE (PROFESSIONISTI E LAV. AUTONOMI) NEL CORSO DELLA PROPRIA VITA LAVORATIVA, RINUNCIANDO ALLA "FUTURA" PENSIONE.

e ho bisogno del "TUO" aiuto per diffonderla.

Puoi prenderti 30 secondi per firmare?

Ecco il link:
http://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-parlamento-ed-a-tutte-le-forze-politiche-di-buona-volont%C3%A0-diamo-la-possibilit%C3%A0-agli-ultra55enni-che-lo-desiderano-di-ritirare-i-contributi-previdenziali-versati-ad-inps-e-o-a-casse-previdenziali-private-professionisti-e-lav-a

Una firma per sensibilizzare “governo”, “parlamento” e “forze politiche” sull'importanza di poter scegliere liberamente del proprio futuro riformando insieme l'Italia … questa è democrazia !!!!

I conti del sistema pensionistico, purtroppo, proprio non tornano ... e più passa il tempo, più la situazione peggiora (la matematica non è un'opinione .. e i numeri sono proprio drammatici) ... proviamo tutti insieme con volontà e determinazione a cambiare qualcosa ... almeno potremo dire di averci provato !!!
Grazie ... e diffondete ... !!!!

MARCO BONOLLO 14.08.15 14:23| 
 |
Rispondi al commento

A mia moglie mancano 6 mesi di lavoro per maturare la pensione......e da piu di un anno che è disoccupata.......

vittorio salvo 17.04.15 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono solidale
Che tristezza questo paese, che grazie al mal governo ci sta affondando
La colpa principale è della politica di Renzi che a mio avviso ha solo peggiorato l'Italia
Ho fiducia solo nel movimento 5 stelle

Marilena Taranto 06.04.15 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento molto coinvolta in questa descrizione. Ho perso il lavoro nel 2011 avevo 54 anni dopo 4 anni di lavoro interinale con contratti rinnovati di settimana in settimana. Ho dato il massimo ma nnon è bastato con la crisi economica mi hanno detto tante grazie e mi hanno lasciato a casa. Non ho più trovato lavoro: sono vecchia per lavorare e giovane per la pensione e non ho abbastanza contributi insomma ne carne né pesce

Maria Rosa Moretti 15.03.15 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,

il DDL sulla Scuola ha dei buchi normativi:
mancano i criteri con i quali si sceglieranno i docenti per l'assunzione a tempo determinato identificabili nel 50% tra gli iscritti nelle GAE e il 50% identificabile nei vincitori concorso 2012; non si capisce che fine faranno i docenti delle due predette categorie nel caso in cui i posti dipsonibili comunicati dai presidi entro il 2 30 maggio 2015 fossero inferirori al numero totale della sommatoria delle due catigorie esaurita anche la ripartiizone sul territorio nazionale; non si capisce che fine faranno i docenti della II e III fascia ovvero se potranno ancora insegnare e se si come. Chiedo a voi parlamentari che dovrete esaminare il testoi di dare risposta a queste domande fondamentali.
Monica Migliaccio

Monica Migliaccio 15.03.15 01:43| 
 |
Rispondi al commento

rivolgiti ad un patronato dove ti costerà meno che da un avvocato.



CARO GRILLO ---


STO MANDANDO UN COMMENTO SUL POST DI DISTRUZIONE DEI 50-ENNI MENO ENFATICO SULLA INGIUSTIZIA -VISTO CHE DI INGIUSTIZIA RELIGIONI SI PASCONO E IL pope dei cattolicchi DICE CHE IL SANGUE RINFORZA I CRISTIANI - CHIAMANDOSI CRISTIANO QUANDO E' CATTOLICO E I CRISTIANI D'EUROPA SONO STATI LE PRIME VITTIME DEI CATTOLICCHI.

IL BLOG DICE " SE VUOI COMMENTI PUBBLICATI IN AUTOMATICO AUTENTICATI "

SE CERCO DI AUTENTICARMI MI DICE CHE "SONO GIA' AUTENTICATO "


POI DICE DI SEGNALARE LA DISFUNZIONE E - FATTO -" NON SUCCEDE NIENTE "

2 O 3 VOLTE IN TUTTO MI E' CAPITATA LA STESSA COSA , SU TEMI DIVERSI , E SEMPRE SU COMMENTI DA PENSARE INDIGESTI AL SUPERCONTROLLORE PCI , MENTRE ERANO DI ESTENSIONE DI COMMENTI DI GRILLO , VISTO CHE CON 9.000.000 DI VOTI NON SI PUO' FARE COME BERLUSCONI CHE DICE CHE RIPRENDERA' LA POLITICA , DOPO AVERE CONSEGNATO FI A RENZI E AL PD-DC-PCI CHE ORA HA 357 VOTI IN PARLAMENTO E QUINDI BERLUSCAVOLO HA LAVORATO PER TRASFERIRE LA MAGGIORANZA A PRIORI, E OTTENUTA CON LE TRATTATIVE FINITE CON QUESTO DISTACCO -- A RISULTATI OTTENUTI .

SE SI PUO' CRITICARE PIERO OSTELLINO SUL DUBBIO CHE SI POSSANO CONSIDERARE I PROTESTANTI COME TERRORISTI E SU CUI LUI HA RISPOSTO BENE ?

PERCHE' NON SI PUO' DIRE CHE UNA PROPOSTA DI SUSSIDI VIA VIA A TUTTI E' LA REALIZZAZIONE DEL REGNO DEI SACERDOTI DELLA ETA' DELLA PIETRA CHE CON LO STESSO SISTEMA ERANO DIVENTATI PROPRIETARI DI TUTTO (DETTA ECONOMIA TEMPLARE ) E L'UMANITA' UNA MASSA DI BISOGNOSI ?

QUINDI RECLAMARE DI DOVERE ASSISTERE GENTE ( ASSISTENZA DEI POVERI DOPO AVER GENERATO LA POVERTA' ) E' LA TECNICA DEI PRETI DI OGGI, A CUI BISOGNA DARE RISPOSTE ARTICOLATE E ANALISI ADEGUATE PERCHE ?

LA NATURA NON ACCETTA CHE SI VIVA DI SUSSIDI , PER OBBLIGARE GLI UOMINI AD ESSERE INDIPENDENTI, E QUEL POCO DI ASSISTENZA CHE SI PUO' FARE VIENE DALL'IMPEGNO DI INDIPENDENZA DAI PRETI CHE E' STATA INDIPENDENZA COI MORTI , CHE CI STANNO FACENDO RIAPPARIRE E NON VALE LA POSSIBILITA' DI LASCIAR

PROF MARCELLO PILI 11.03.15 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma in tutto questo casino dove sono i sindacati? Possibile che non riescono ad organizzare una protesta generale, a bloccare questo schifo di paese?
Forse sono troppo impegnati a difendere i loro privilegi, i loro interessi, i loro amici e parenti e non hanno tempo da dedicare a difendere i diritti dei loro iscritti.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.03.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco l'amarezza nel constatare lo stato disfacelo in cui ci troviamo. Però ad un 50enne che si lamenta ora dello stato delle cose in italia mi viene sempre da chiedergli dov' era quando è stata imboccata la strada dello smantellamento dei diritti dei lavoratori e si applicavano politiche economiche sempre meno trasparenti ed inclini alla corruzione?
Un 50enne potremmo considerarlo politicamente consapevole dai 30 anni in poi, quindi almeno dagli anni '90. Cosa facevate in quegli anni e nei successivi? Vi andava bene che i diritti fossero tolti alle generazioni successive? Non si sono viste molte proteste da parte vostra per l' introduzone dei contratti a progetto e porcate varie.
Mi dispiace ribadirlo ma se la situazione ora fa schifo abbiamo contribuito tutti, anche tu 50enne che ora ti rammarichi dello sfacelo. Non ci siamo mai rammaricati quando negli ultimi 20 anni erano i nostri figli a dover emigrare per avere condizioni di lavoro "decenti".
E' un brutto risveglio questo, ma ricorda che non possiamo dormire per sempre.

Giacomo B. 11.03.15 00:21| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO ---

SONO ADESSO VARIE VOLTE CHE PROVO A RI-INVIARE IL COMMENTO E ORA RITORNA LA RICHIESTA DI CONFERMA --MA CONFERMATO NON VIENE PUBBLICATO ,

MENTRE I MESSAGGI INTERLOCUTORI

VENGONO PUBBLICATI !!!

ALLORA ??? C'E' GIA' IL CONTROLLO DEL PCI SUL BLOG ???

CHE NON SI PUO' DIRE DI MOVIMENTI DI CESSIONE DEL M5S COME TRATTATIVE ?

TUTTO CIO CHE SI DICE E' DI NON FAR USARE LA GENTE CHE STA MALE ( CHE E' STATA PRODOTTA DLL'ANTICAPITALISMO ) CON ASPETTATIVE ( CHE NON SARANNO DATE PER TENERE APPESA LA GENTE ).

IL BISOGNO E' REALE -- E PRODOTTO DALL'ANTICAPITALISMO E DALLE TASSE --

E IL BISOGNO VIENE USATO DAI COMUNISTI COME RICHIESTA DI SOTTOMISSIONE -- PER CUI CHI HA BISOGNO DEVE SAPERE CHE SIAMO IN PRESENZA DI CAROGNE E SI PUO' DIRE DI CHIESA E SANTI PEDOFILI MA NON SI PUO' PARLARE DI COMUNISTI ???
E LORO IMBROGLI ???

GIA' TSIPRAS STA DICENDO CHE CI MANDA I TERRORISTI ?

E' COME DICO IO ? CHE CE L'HANNO CONFEZIONATA QUESTA GUERRA --INVASIONE ?
TUTTO DA ROMA ???

PROF MARCELLO PILI 10.03.15 22:54| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO ---

ADESSO TORNA INDIETRO IL COMMENTO PER LA CONFERMA

MA NON ESCE LO STESSO !!!


ORA IO PENSO CHE ANCHE DA FUORI SI PUO' BLOCCARE

UN INVIO

- TANTO CHE MI BLOCCAVANO UNA STAMPANTE- E HO RISOLTO CON UNA STAMPANTE NON COLLEGATA A INTERNET .

PERO' DEVO DIRE CHE IL GIOCO IN ITALIA SI FA CRIMINALE E SI PUO' DISTRUGGERE L'ITALIA FACENDO MANCARE LE COSE CONTRO SOTTOMISSIONE --CHE E' QUELLO CHE GIA' FANNO I VOTANTI DI SISTEMA - E CHIEDERE SUSSIDI E' INSUFFICIENTE SENZA FARE --

E SI AVVITA IL SISTEMA CRISI ECONOMICA - SUSSIDI COL PASSAGGIO A TUTTI-SUSSIDIATI ALLA FAME

COME IL COMUNISMO --

NON E' TUTTO FACILE !!!- SE NON QUELLO CHE FA LA GENTE --IL SISTEMA E' CRIMINALE
E SE NON SI PRENDE COL FILO( LOGICO ) DI ARIANNA RESTA IL MOSTRO -MINOTAURO = RELIGIONI DI DOMINIO

PROF MARCELLO PILI 10.03.15 21:06| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO ----


HO MANDATO 3 O 4 VOLTE UN COMMENTO CHE NON RITORNA MAI PER LA CONFERMA ???

PUR SE OGNI VOLTA CERCO DI TOGLIER QUELLO CHE SI PUO' SUPPORRE CHE SIA INTESO INAPPROPRIATO , E QUINDI POTETE TOGLIERE QUELLO CHE VOLETE .

DEVO DIRE CHE LA CRISI DEL BILANCIO PUBBLICO E' PARTITA NEGLI ANNI '70 CON LA CRISI PETROLIFERA , A CONSEGUENZA DELLA QUALE SI DISTRUGGEVANO GLI ARANCI CON LE RUSPE E SI ATTIVAVA LA SPESA PUBBLICA , E ORA SIAMO IN FASE AVANZATA .

PROF MARCELLO PILI 10.03.15 20:09| 
 |
Rispondi al commento

parole...evangeliche! Purtroppo il tanto decantato Papa Francesco è anch'esso del sistema, ho pure visto e letto su internet possibili sue "entrate" nella massoneria....che dire di più? Se non ci grattiamo con le ns mani nessuno lo farà per noi, amen!

nick900 10.03.15 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Per chi ha ancora gli occhi bendati e soprattutto la mente, si guardi questo breve video e poi...mediti in particolare nel momento di porre la fatidica...."crocetta" ! Sempre che ce lo permetterranno in futuro...se ci sarà.
http://youtu.be/17giVtwABvg

nick900 10.03.15 12:31| 
 |
Rispondi al commento

italiani.. invece di chiedersi il perché a 50 e + anni non riesci a fare nulla , stanno a chiedere soldi allo stato e a piangersi addosso , tutti uguali..
Per risolvere il problema del lavoro basterebbe che lo stato smettesse di vessare con ogni tipo di tassa possibile e immaginabile e la smettesse rompere i coglioni a chi volesse creare impresa , specie se piccola.
Se ci fossero le condizioni per poter lavorare seriamente e a costo "normale" sai quanti posti verrebbero fuori , anche per i 70enni invece nulla,
Continuate a piangere.. fino agli 80 anni..

finchè la gente fa la coda alle poste o in banca per pagare tasse e balzelli , questi fanno bene a continuare cosi ..e più tasse mettono e più aumenta la coda alle poste..
e vissero felici e contenti

mario x. Commentatore certificato 09.03.15 23:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d 'accordo con te caro 50enne,quello che stanno facendo è una vera spinta al suicidio per i padri di famiglia che si trovano tagliati fuori da qualsiasi possibilità di portare a casa un seppur minimo reddito,il gioco era chiaro da tempo.quando la massa di caproni ignoranti che alle europee ha sostenuto questo stronzo e le sue vallette ha in realtà firmato una cambiale in bianco sul futuro di molte persone.a questa europa di merda non frega un cazzo della giustizia sociale o dei diritti acquisiti che i nostri nonni hanno penato molto per ottenere,quello che mi sconcerta è la totale connivenza di molti giornalisti o persone colte che dovrebbero reagire per dare una scossa alle persone e svegliarle da questo torpore,siamo al medio evo per quanto riguarda la salvaguardia di valori come l'onestà intelettuale,il principio di entrare in politica per il bene degli altri,la salvaguardia della famiglia etc..ma forse è vero che ci meritiamo questo

renato s. Commentatore certificato 09.03.15 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Vitalizi, superstipendi per politici che hanno portato l'Italia sul bordo del baratro, pensioni d'oro, falsi pensionati, baby pensionati, falsi invalidi, sussidi ai giornali, al cinema, canone RAI (per TV spazzatura), impiegati statali che si fanno timbrare il cartellino, che si mettono in falsa malattia, parlamentari con presenze zero in parlamento e che invece di occuparsi dei problemi degli italiani vanno in giro per farsi vedere in talk show e programmi di giocchi. Dobbiamo prima liberarci di questo esercito di fannulloni e poi pensare al redditto di cittadinanza.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 09.03.15 22:25| 
 |
Rispondi al commento

anche io sono rimasto senza lavoro a 57 anni e 35 di contributi qualcuno dice che non si puo andare in pensione perche giovane qualcun altro dice che sono anziano per essere assunto pero ti voglio tranquillizzare perche adesso ci sara il reddito di cittadinanza si risolvera il problema degli esodati si potra andare in pensione a 63 anni e saremo tutti felici perche e di questo che si stanno occupando tutta la nostra classe politica stai tranquilla

giuseppe 09.03.15 19:52| 
 |
Rispondi al commento

buonasera a tutti, una proposta da portare in parlamento perché non mettiamo in cassa integrazione a zero ore i nostri politici? così provano anche loro cosa vuol dire trovarsi senza lavoro e stipendio?

Paolo Barbera, Biella Commentatore certificato 09.03.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento

sempre tutti pronti a scendere in piazza a parole .. ma nei fatti? tutti a casa!

antonino merlo 09.03.15 16:55| 
 |
Rispondi al commento

La mia storia di 'over' è lunga 16 anni. A 41 anni fui licenziato per riduzione del personale, giunto ormai ai vertici di una grossa azienda. Laureato e iperspecializzato non mi impaurii all'inizio (era il '99).16 anni dopo, a 57 anni posso tracciare il bilancio. E' durissima! Ben 42 incarichi a T.D., e tuttora disoccupato da 3 anni. Assenza dello Stato in tutti i sensi (persino l'indennità iniziale di disoccupazione ho dovuto sudarmela. In mezzo a tutto questo grappoli di decreti ingiuntivi, sfratti, cambi di città, persino donazione di cibo dalla Caritas. E il futuro? Non avrò mai una pensione. Moglie e figli? Degli eroi che mi appoggiano. Questo non è e non sarà mai uno Stato normale.

ENZO S., Panormus2512@gmail.com Commentatore certificato 09.03.15 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche mio marito aveva perso il lavoro a 62 anni: troppo presto per andare in pensione e troppo tardi per cercarsi un'altro lavoro...avrebbe preso la disoccupazione per un anno e poi cosa avremmo potuto fare per sopravvivere noi e i nostri figli? Purtroppo nove mesi dopo aver perso il lavoro è morto all'improvviso per un'emorragia cerebrale...un dolore immenso per noi..era ancora così giovane e pieno di vita...Adesso viviamo con la pensione di reversibiltà, io e uno dei miei due figli, mentre l'altro è andato a lavorare a Milano per fortuna visto che prendo veramente una miseria...

Maria R., Carbonia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.03.15 15:52| 
 |
Rispondi al commento

"Caro Beppe,
a 50 anni non puoi non reagire; anch'io a 50 anni ho dovuto reinventarmi,
ma ho trovato delle opportunità che mi hanno permesso di lavorare e
guadagnare anche bene. Il problema per me e per quelli della mia età è
adesso che ho 64 anni e che è veramente difficile se non impossibile
trovare un nuovo lavoro e, nonostante, abbia accantonato 30 anni di
versamenti INPS non posso averli e dovrei aspettare 2 anni per andare in
pensione.
Italia di "ladroni" e "corruttori". Purtroppo dovrò adattarmi anch'io e
andare a rubacchiare qui e la sperando che mi vada bene!!!!! "

Camillo Z., Roma Commentatore certificato 09.03.15 15:10| 
 |
Rispondi al commento

vorrei trovare una risposta alla domanda di Rudolf.

io penso che, purtroppo, non basta esporre, rendere pubblico e compreso(ovviamente se ci si riuscisse) l'operato di questi principi dell'egoismo, connotati da un livello di coscienza scarsamente umano, ma occorrerebbe anche che ognuno di noi abbandonasse un po' di quel proprio piccolo egoismo personale. se ad ogni azione corrisponde una reazione, la somma di 7 miliardi di micro-egoismi produce il reticolo vivente sui cui nodi nevralgici troveremo un "guardiano" dalle caratteristiche che hai ben descritto e in quelli vitali i Capi la cui umanita' e'ormai quasi del tutto persa .

Luca Canessa, Genova Commentatore certificato 09.03.15 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ancora non s'è capito che ci stanno prendendo per il cu..?! Cosa altro ci devono fare per farci svegliare ? Si prendono il governo illegalmente , fanno brogli giganteschi , creano centinaia di migliaia di esodati , mettono l'IMU sulla prima casa per ripianare le ruberie nel Monte dei Paschi , abbuonano 98 miliardi al gioco d'azzardo , abbassano lievemente le tasse statali per aumentare di tanto quelle provinciali e comunali , fanno entrare centinaia di migliaia di clandestini lucrandoci sopra ben sapendo che andranno a aumentare gli altri milioni che imperversano nel Paese con piccoli e grandi furti e violenze , lasciano a morire di vecchiaia i marò in India , rubano a tutto spiano nelle grandi e piccole opere , rifondono le perdite di De Benedetti che paga le tasse in Svizzera ! Mi fermo qui che devo andare a cercare un lavoro .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 09.03.15 14:34| 
 |
Rispondi al commento

il welfare in italia non esiste più,i servizi sociali sanno solo dire che non hanno soldi mentre i soldi ci sono ma vengono spesi male (quando vado dalla mia assistente sociale nel suo lussuoso ufficio i termo sono bollenti ed ha pure una stufetta elettrica.....mentre c'è gente che vive al freddo).credo che sia ora che questa situazione debba finire!o con le buone o con le cattive.oramai sono due anni che vivo un po' ospite di dormitori o di amici;questa non è una vita dignitosa.....sto iniziando a stufarmi non vedo la fine del tunnel.penso che se non verrà dato il reddito di cittadinanza nel paese ci saranno giustamente ribellioni e rivolte.

oskar matzerath 09.03.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Elberino, la pensione deve essere almeno 1,5 dell'assegno sociale, cioè, 670 euri/mese altrimenti, bisogna spettare i 70 anni SALVO ADEGUAMENTO ASPETTATIVA DI VITA.
Legge Fornero art.24 comma 7.


Cara Laura,
mi spiace molto per il sig. Bertolino e lo capisco poichè anch'io con qualche anno più di lui mi sono trovato in condizioni simili, però ho reagito positivamente,ho bussato alle porte e infine ho trovato un lavoro come portiere di notte, sono sempre ricercati, certo bisogna sapere adattarsi senza compiangerci troppo e neanche recriminare fa male al proprio fegato. Il mondo è fatto così e spesso mi ripeto: se quel sindacalista... si prende 360.000 euro all'anno si vede che è più furbo di me....

Silvio Fabretto 09.03.15 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ma é possibile che nessuno abbia colto i "pericoli" della globalizzazione, che avrebbe portato alla precarizzazione? É possibile che quell'idiota di Prodi non sapesse che l'ingresso nell'euro avrebbe dimezzato nell'arco di appena due anni il potere d'acquisto degli italioti? Nessuno ha capito che il Bonanno della CISL era complice di Confindustria e ha svenduto pian piano i lavoratori? Il disegno europeo di precarizzazione e riduzione del potere d'acquisto dei lavoratori e della classe media, non era gia in atto ancora prima della crisi del 2008? E possibile che nessuno sia riuscito a farsi un quadro completo, e lo abbia denunciato? A chi conveniva e conviene questo impoverimento attuato scientificamente e di cui la cavia principale é la Grecia? Se é vero che esiste Bilderberg e il vero potere economico sta nelle mani di una decina di esseri pseudo-umani, dove stanno i loro vantaggi nell'aver seminato la disperazione in europa, cosa si nasconde dietro a questi ultra-ricchi e potenti, la solita anafettivita, l'anoressia sentimentale, il narcisismo patologico, l'egotismo, il sadismo, il cinismo? Tutti danno per scontato che i soldi non procurano felicitá, ma uno studio sul limite massimo di ricchezza e potere che un'umano, puo psicologicamente sostenere, senza dover diventare necessariamente anafettivo, cinico, spudorato, "lupo fra lupi" esiste? É possibile che il pianeta sia nelle mani di dieci casi psichiatrici, che giocano con l'umanita, come ad una partita di Risiko, e veramente non si possa fare assolutamente nulla, prima che i loro lacché alla bimbominchia e psicopedonani, Merkel, Putin, portino, diciamo l'europa al collasso totale, alla miseria piu nera, all'odio razziale, cosa vogliono questi dieci la terza guerra mondiale, per potersi arricchire ancora di piu? Se é vero che questi non sono piu di una decina, insomma il loro disegno non dovrebbe essere cosi incomprensibile, é possibile che nessuno sappia davvero cosa vogliono, ci sará una talpa?

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.15 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pansa: "Nel Cremlino di Matteo Renzi obbedire o tacere"

«Sai che cosa mi ricorda Palazzo Chigi? Il Cremlino» dice un vecchio collega che ha fatto per parecchio tempo il corrispondente dall’Unione sovietica. La sua sicurezza mi sorprende: «Perché il Cremlino?». Lui risponde: «Per molti motivi. Il primo è che nessuno conosce davvero che cosa accada in quel palazzo. Quali sono gli obiettivi di chi ci lavora? Che intendono fare dell’Italia e del potere che hanno raccolto per strada, grazie a un insieme di circostanze oscure e senza essere eletti da nessuno? Ma la ragione più forte è un’altra. Come nel vero Cremlino, la fortezza di molti leader sovietici e oggi di Vladimr Putin, anche quello di largo Chigi è abitato da una persona sola che sta diventando sempre più potente».
La persona sola è Matteo Renzi, il nostro premier. Non esiste ancora un’analisi spassionata del leader fiorentino. Tuttavia qualche elemento del suo identikit lo conosciamo. Ha un alto concetto di sé. L’autostima non ha incertezze. È tutto preso dalla propria volontà e intelligenza. Non assomiglia a nessuno dei leader della Prima Repubblica. Neppure Alcide De Gasperi o Palmiro Togliatti erano come lui. Soltanto Amintore Fanfani, un altro toscano, ma di Arezzo, presentava gli stessi difetti: l’arroganza, il fastidio sprezzante per le lungaggini del Parlamento, la convinzione di essere il meglio del meglio. Era sicuro di vincere sempre. Poi incontrò la disfatta nel referendum contro il divorzio. Matteo rifletta.

Sindaco d'Italia - Renzi si presenta come il sindaco d’Italia. Ma non ha nulla di chi si accolla la difficoltà di lavorare per i cittadini. Lui lavora per se stesso. Matteo è il centro della vita di Matteo. È un logorroico, capace di pronunciare un’infinita quantità di parole. Si sente un gigante tra i nani. È un cinico senza limiti, lo ha dimostrato nella conquista volpina di Palazzo Chigi, attuata con l’assassinio politico di un premier del suo stesso partito. È un campione della promessa.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 09.03.15 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno
mi chiamo Mario,disoccupato,59 anni,concordo
pienamente sul genocidio fisico , morale,materiale
degli over 40-50,d'altronde questo è un paese
moribondo,fermo da 20 anni governato dalle mafie,
se avessi 20 anni di meno me ne andrei via.
Un saluto a tutti

mario cancelli 09.03.15 13:35| 
 |
Rispondi al commento

berluscameno 4

In altre parole, l’economia moderna si basa per l’appunto sulle vendite:
se le vendite aumentano ci sono più posti di lavoro e ci sono maggiori possibilità di avere accesso a prestiti e mutui.
Quando invece togli denaro dall’economia, come avviene con il Quantitative Easing europeo , le vendite non salgono e anzi rimangono stagnanti.
Sicché le prospettive di investire e di conseguire maggiori vendite di beni e servizi si riducono.
Perciò, sebbene i tassi d’interesse si abbassino, i fatturati che sono necessari per poter guidare le possibilità d’investimento non ci sono più e così gli investimenti di fatto si abbassano.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 13:33| 
 |
Rispondi al commento

PEGGIO DEL DUCE, C'E' DA RIMPIANGERE DUE GOVERNI FA


Rai, Renzi si prende la tv pubblica: al vertice di viale Mazzini un Amministratore Delegato scelto dal governo

La decisione del governo di scegliere direttamente chi far salire in groppa al cavallo, non profuma molto di democrazia e pluralismo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 09.03.15 13:32| 
 |
Rispondi al commento

berluscameno 3

che peggiorare le cose.
IL QUANTITATIVE EASING di Draghi è in sostanza UN’ULTERIORE TASSA.
Quindi si può affermare che il Quantitative Easing di Draghi sia una tassa imposta sul settore bancario commerciale?
È imposta sull’intera economia poiché l’intera economia perde introiti da interesse a vantaggio delle banche centrali.
Le banche centrali acquistano titoli di Stato i quali equivalgono a depositi che rendono un interesse e così queste di fatto stanno guadagnando tale interesse, pagato dai governi tra l’altro.
Questi interessi vengono di fatto sottratti al settore privato.
E dunque succede che le entrate per interessi, guadagnati dalle banche centrali, salgono e alla fine le banche centrali – che dovrebbero far ritornare questo denaro ai governi – semplicemente non lo fanno. Perciò esse ricevono denaro che poi non viene però più speso.
Di conseguenza si “riduce la spesa totale sui beni e i servizi nell’economia”, ed per questo che si tratta proprio di una tassa .
Le tasse rimuovono denaro dall’economia parimenti a come il Quantitative Easing europeo porta via denaro all’intera economia.
E così questo denaro non è più spendibile. Pertanto, in ultima analisi, si può concludere che il Quantitative Easing di Draghi funzioni esattamente come una tassa.
GLI EFFETTI DEL QUANTITATIVE EASING SULLE PROSPETTIVE ECONOMICHE.
Allora quale può essere l’effetto del Quantitative Easing “europeo” sull’ accesso al credito, sulla concessione di prestiti e sulla possibilità di ottenere nuovi mutui?
La maggior parte, delle opportunità di ottenere dei prestiti, si basa sulla possibilità:
tu chiedi un prestito perché hai un fatturato in espansione, perché lavori di più, perché hai nuovi prodotti e quindi perché hai più possibilità di fare utili.
Possibilità significa, dunque, la possibilità di vendere qualcosa.
In altre parole, l’economia moderna si basa per l’appunto sulle vendite:
se le vendite aumentano ci sono più posti di lavoro e ci sono maggiori possibilità di ave

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 13:31| 
 |
Rispondi al commento

berluscameno 2

Si ricevono degli interessi ed è possibile riottenere il denaro depositato come fosse un qualsiasi altro processo bancario.
Quando le banche centrali acquistano i Cct prima depositati , e quindi li pagano in euro, succede che il processo appena descritto s’inverte.
Invece di avere un deposito chiamato Cct presso la banca centrale, viene restituito il deposito che era stato originariamente depositato.
Perciò il Quantitative Easing non fa altro che trasferire degli euro da un conto bancario, che si chiama Cct, a un altro conto bancario che si chiama semplicemente conto bancario commerciale.
Non cambia alcunché. Eccezion fatta che il tasso d’interesse sui Cct, o sui Btp, che è di una certa entità, viene perso in quanto non si riceve più.
(Negli USA il Q.E veniva fatto - e viene fatto - stampando nuova moneta ed immettendola nel mercato. Dopo il 2008 alle Banche americane sono andati con i QE 16 mila miliardi di dollari appositamente stampati. Sono stati poi restituiti con gli interessi pattuiti alla FED che poi li ha “sterilizzati “per non creare inflazione non desiderata con l’aumento della massa monetaria prima creata).
Di conseguenza questa politica di “acquisto di titoli” (con il QE all’Europea) toglie solo il reddito da interesse dall’economia.
Non molto, ma un po’ di soldi li rimuove.
In più c’è anche il problema dei pagamenti degli interessi da parte degli Stati: se questi soldi potessero essere spesi altrove allora andrebbe tutto bene.
Ma invece no!
Difatti si richiede che questi soldi vengano usati per abbassare il deficit pubblico e così i pagamenti effetttuati dal settore pubblico verso il settore privato semplicemente si riducono.
Pertanto, il settore privato riceve meno pagamenti a livello di interesse e dunque si possono effettuare meno spese, ci sono meno introiti, meno fatturato e meno posti di lavoro da offrire.
Insomma, con tutti questi fattori che vengono a ridursi, si può concludere che tale politica del QE di Draghi non faccia altro

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Berluscameno 1
3 marzo 2015 alle 17:41

Il pensiero globale economico.
L’EUROZONA COME CAUSA DI RIVOLTE SOCIALI.
La struttura economica e politica dell’ eurozona.
Questo tipo di organizzazione è in grado di aiutarci a superare la crisi attuale oppure no?
Non è in grado. Anzi, si può ritenere che questo tipo di organizzazione peggiori la crisi.
E, man mano che si va avanti, la situazione peggiorerà sempre di più.
Prendiamo come esempio questa politica del Quantitative Easing di Draghi che serve per assicurare sia che gli Stati non dichiarino default e che i tassi d’interesse si mantengano bassi e sia nel contempo che l’ “economia reale rimanga stagnante e la disoccupazione resti elevata”.
In altre parole siamo sull’ orlo di sommosse e rivolte sociali poiché gli europei vengono sospinti sempre di più verso la disperazione!
Così, se in teoria Bruxelles può mostrare di aver ottenuto dei numeri positivi su un bilancio, all’ atto pratico si tratta invece di un "crimine contro l’umanità"!
Ciò che la Governance sta perpetrando è un disastro, una catastrofe. E non si vedono cambiamenti in positivo.
Infatti IL QUANTITATIVE EASING di Draghi PEGGIORERÀ’ solo LA SITUAZIONE.
L’opinione sulle recenti dichiarazioni, rilasciate dal governatore della Banca Centrale Europea Mario Draghi, riguardanti l’avvio di un programma europeo di Quantitative Easing non possono creare nuova occupazione.
Si tratta di un atto sedizioso, sia nel caso in cui Draghi stia deliberatamente cercando di danneggiare l’eurozona, sia qualora egli probabilmente non si renda conto di come davvero funzioni la politica monetaria del QE americano.
Quando una banca centrale come la BCE s’impegna nell’ acquisto di titoli, che siano Btp o Cct, tale acquisto è né più né meno che un deposito in euro presso la BCE.
Quando si acquista un Cct, ad esempio, invece che tenersi degli euro su un conto bancario commerciale si hanno degli euro su un conto presso la banca centrale BCE chiamato Cct.
Si ricevono degli interessi ed è

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 13:29| 
 |
Rispondi al commento

E' UN CASTELLO DI CARTA

Oggi inizia l'operazione "bazooka" da parte della BCE per l'acquisto dei titoli di stato delle nazioni.
Tutti si aspettano un miglioramento dell'economia e stratosferici pil che ci faranno vedere di nuovo vacche grasse ma la tragedia è dietro l'angolo.
Il QE promosso dalla BCE è stato caldeggiato proprio dalla Germania che non molto tempo fa era profondamente contraria ad una espansione monetaria,diciamo,all'Americana. Perchè?
La deflazione si è avvicinata pericolosamente anche all'economia tedesca e questo proprio non possono permetterselo.
Inoltre la Germania è un paese fortemente esportatore e questo è un altro problema perchè i consumi interni sono quasi azzerati.
I suoi importatori sono proprio quei paesi dell'Europa fortemente indebitati e quindi chi compra i suoi prodotti se i popoli non hanno neanche i soldi per pagare i propri debiti?
C'è poi il problema Grecia con parte delle banche tedesche ancora esposte.La Bce e cioè la Germania non comprerà titoli ellenici ricattando la Grecia che è allo stremo delle sue forze fin quando questa non donerà i suoi organi vitali ai compratori che la vogliono fare a pezzi per pagarla quattro dracme.
Dulcis in fundo il meraviglioso modello occupazionale che la Germania vuole esportare in Europa fa acqua da tutte le parti e sta facendo collassare le difese del welfare polverizzando una larga fetta di classe sociale in nome di una crescita che si è ormai arenata e non tornerà a quei ritmi ante crisi.
Insomma ci sono tutti i presupposti per un incendio in larga scala della base popolare Europea dove debiti e differenze sociali aumentano proporzionalmente e dove la finanza sta erodendo le basi per supportare l'economia reale sostituendola a mera carta straccia tra titoli nazionali e derivati ad alto rischio.
Fermiamoci prima che scoppi una guerra vera.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 09.03.15 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena saputo che durante la discussione sulle cosiddette riforme i parlamentari M5S staranno fuori dall'aula. Una protesta inutile perché le discussioni si fanno dentro non fuori! E' per stare DENTRO quell'aula che siete stati votati, non per fare le comiche sul pianerottolo o sul tetto dei palazzi governativi! E' per queste sceneggiate che mi sono dimesso dal Movimento, oltre che per l'eccesso di garantismo mostrato verso alcuni nomi famosi accusati di evasione fiscale (mentre i travet statali a salario bloccato fanno la fame!!!!). Alla fine date ragione a chi vi accusa di falso progressismo, a favore della parte peggiore della borghesia bieca, retriva e classista di questa Nazione. Sta a vedere che in fondo Renzi è meno borghese di voi!!!!!!

Riccardo Capitani 09.03.15 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo. Buona fortuna. Grazie RENZI. TI RICORDEREMO NEGLI ANNALI POLITICI DELLA STORIA . UN COETANEO

Elio maffeis 09.03.15 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Buon di meravigliosa comunità 5 stelle:))))
Forza e coraggio che siamo sulla buona strada, dobbiamo coinvolgere il più possibile i cittadini a informarsi e a partecipare!
Questo e' il vero nettàre del nostro movimento , vedo molte forze fresche in avvicinamento grazie alla crescente popolarità di Di maio e Di Battista.
Ulteriore prova che la decisione di Beppe e' stata ottima!
Un abbraccio a tutti e mi raccomando, non arrabbiatevi con i trollacci, sono sempre più nervosi e disorientati...come li capisco...d altronde chi non ha le palle di firmarsi si presenta già da solo..
In alto i cuori!

Mattia Facchini 09.03.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oui, je suis orbò
Di ilsimplicissimus

https://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2015/03/09/oui-je-suis-orbo/
Già da alcuni giorni gira sul web una notizia clamorosa che tuttavia per i media mainstream è talmente una non notizia da rinunciare a darla se non per le vie traverse dei blog. Lo stesso prestigioso settimanale che ha fatto la rivelazione, vale a dire L’Obs, nuovo nome pop con cui è stato ribattezzato da poco più di tre mesi il Nouvel Observateur non la spara, ma la tiene nella pancia di un lunga articolessa che ricapitola fatti e misteri dell’ attentato al Charlie Hebdò. Per farla breve Said Kouachi, uno dei due fratelli che hanno seminato strage nella redazione del foglio satirico, l’uomo che ha freddato un poliziotto, era in realtà semicieco: una malattia agli occhi gli impediva di vedere a un metro di distanza senza gli occhiali e proprio per questo gli era stata negata la patente di guida o era in difficoltà anche nei più semplici lavori manuali.

Lascio a chi legge il compito di misurare le possibili implicazioni di questo inedito aspetto della vicenda e di capire come mai un uomo che non avrebbe mai potuto essere accusato di aver condotto una simile azione di commando, si premuri di lasciare la carta d’identità sull’auto affinché si risalga a tutti i costi a lui. Come mai organizzazioni terroristiche tentacolari, si affidino a tipi simili per una strage dimostrativa e se invece l’attentato al Charlie Hebdo non sia stato concepito e preparato in un altri contesti, scegliendo vittime sacrificali ad hoc. E via dicendo: le vie dei signori sono infinite.

Ma la cosa più strana è che un settimanale di lunga tradizione e certamente non ingenuo si lasci completamente sfuggire il potenziale esplosivo di una simile notizia: la riporta all’interno di una ricostruzione dei fatti senza dar segno di accorgersi della sua importanza e proseguendo come nulla fosse. Parrebbe quasi una di quelle cose che si dicono per far intendere che non si è così fessi da

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,
la tua campagna contro l'Euro è sbagliata. Molti italiani, tra i quali anch'io, preferiscono la Merkel e l'euro a Renzi e alle caste italiane.
Eliminato l'euro ci rimarrebbe sempre: Renzi le varie mafie, le caste, i vitalizi, le bucocrazie più pagate e più inefficienti del mondo.
Continua la tua campagna contro le caste a cominciare da quella dei politici e quella dei giornalisti.
Te lo dice uno che ha votato sempre per te nelle ultime elezioni.
Saluti da Barcellona, G. Zorzanello

Giancarlo Zorzanello 09.03.15 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Cesare
Hai tutta la mia comprensione , solo una cosa , sei troppo buono quando ti rivolgi al governo dittatore odierno , pieno di bugie , di sfruttamento , e di onerosi stipendi , e di tante altre bestialità che ancora non siamo al corrente .
Ogni giorno se ne ascolta una .
Ieri sera guardando "la gabbia "
Parlavano della philippe morris , dove il nostro parlamento ha grossi inciuci , non so se prima o poi si riuscirà a venire fuori da questo calderone di illegalità , ma gli unici che ci possano riuscire sono quelli del M5S , unico e solo baluardo a difesa di noi poveri contribuenti .

Roberto baglioni 09.03.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Andate in televisione il più possibile , non lasciate il campo libero a chi ci ha distrutto la vita !

elisabetta d., Venezia Commentatore certificato 09.03.15 12:50| 
 |
Rispondi al commento

IL PIANO DRAGHI.

Che bello, la privata BCE crea moneta dal nulla, la da alle banche centrali private che comprano titoli di stato dalle banche private che ne sono gonfie perchè prima avevano imposto alle stesse di comprarli.

Fine del giro, gli Stati si indebitano ancora di più con la BCE che dal nulla crea il suo credito.

Le banche private, ora libere dai titoli di stato, in teoria, dovrebbero "prestare" soldi ai cittadini indebitandoli.

Bel modo per far ripartire l'economia: a debito!

Ammazza che fenomeni, e noi che je damo ancora retta!

Buon lunedì del ciufolo col piccolo ducetto che fa er bulletto.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.03.15 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bla..bla...bla... tante parole e messaggi....
qui ci vuole la RIVOLUZIONEEE!!!!!!

SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

FORZA M5S!!!

Noe Ticus 09.03.15 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il Fatto Quotidiano
1 h ·

Renzi vuole i partiti fuori dalla Rai. Tranne il suo. Ecco come
LEGGI: http://bit.ly/1EuGj9v

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il Fatto Quotidiano
1 h ·

L'UNITA'
Salvato a un passo dal fallimento, presto tornerà in edicola. Ma vediamo nel dettaglio quanto è costato alle casse dello Stato negli ultimi 24 anni
LEGGI: http://bit.ly/194wr9F

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento

In Italia si parla del dramma della disoccupazione giovanile, ma ancora piu drammatica è l'uscita dal mondo del lavoro senza alcuna tutela degli over 45 con famiglia a carico e il piu delle volte monoreddito.Con una crisi del genere dove il lavoro non c'è come si sopravvive? Sono nato in una citta una volta fiore all'occhiello dell'industria ante e post guerra. Nel giro di pochi anni è tutto finito, non c'è piu niente, solo disastri ambientali che pagano i cittadini rimasti con la loro salute.La verità è che lo Stato non esiste,hanno distrutto il tessuto sociale,ci hanno tolto i diritti faticosamente conquistati dai nostri nonni. In Italia è ancora tutelata la P.A., il resto dei cittadini puo' marcire. Non basta neanche andare in piazza: le forze dell'ordine sparano su una folla durante una manifestazione pacifica di studenti per es. ma non torcono un capello a 2000 olandesi che vengono a distruggere roma. Una grande speranza ce la da il M5S che è entrato nelle istituzioni dal parlamento ai comuni.Ma i poteri forti non lasciano neanche le briciole. Abbiamo perso sovranità a tutti i livelli: noi come cittadini, il parlamento come istituzione, lo Stato nei confronti dell'Europa.L'unico strumento che abbiamo sono i referendum popolari, ma riescono a neutralizzare anche questi.Ma la lotta al momento è impari: in parlamento usano strumenti da regime per far passare le loro leggi vergognose. c'è un bombardamento mediatico che tiene i cittadini anestetizzati ed ignoranti volutamente.Che rimane al cittadino?Il voto in teoria ma anche questa è un'enorme truffa.Con la scusa dell'alternanza(falsa ovviamente)l'italia rispetto al mondo ha perso 20 anni, noi abbiamo perso 20 anni insieme a tutti i diritti nostri e dei nostri figli.Pero' da quando c'è il M5S il voto ha di nuovo un valore, un grande valore. E' la prima volta che mi sento rappresentato, ci sono persone straordinarie che si battono tutti i giorni insieme a tutti gli attivisti.Un grazie sincero

Tiziano C. 09.03.15 12:26| 
 |
Rispondi al commento

GOVERNO LADRO E ABUSIVO, STANNO UCCIDENDO IL FUTURO DELLE PERSONE

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 09.03.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento

ANDATE UN TV, SU TUTTE LE RETI "grillini"..CON L?ELENCO PRECONFEZIONATO DEGLI SPRECHI ITALIANI:
INFRASTRUTTURE INUTILI E ABBANDONATE NEI DECENNI,
SOLDI SPRECATI A CARICO DEI CITTADINI:
ELENCO, DATE E NOMINATIVI DEI RESONSABILI DEI
GOVERNI CENTRALI E PERIFERICI:
NOMI E COGNOMI E GALERA !
Rcco come si fà a sputt...re i delinquenti riciclati di tutti i partiti di governo o ex governi! RENZI NON LI SCOVA ?
ALLORA FATELO VOI DEL M5S !
Sarebbe una bel biglietto da visita !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 09.03.15 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@Folchi@@ :D

Guarda cittadino Francesco, risparmi tempo e polpastrelli mettendo in copia

"QUELLO CHE DECIDONO I CAPI E' SEMPRE GIUSTO"

poi lo incolli nel campo testo della cantina del colpevole....et voilà.

Dopodichè ti fai curare, come ti hanno già detto in tanti. :D


Dopo che avranno annullato le competenze di queste classi di lavoratori con che cosa pensano di sostituirli ?
L'imbonitore ed i suoi accoliti dovrebbero trovarsi in una azienda metalmeccanica nell'istante in cui accade che il progetto di un ingegnere che viene attuato si inceppa per
un problemuccio da niente
Vadano a vedere chi lo risolve
Lo sbarba tello pieno di nozioni teoriche
O il vecchio operaio che ha decenni di esperienza ?
Abbiamo dei mentecatti che governano una nazione
Ho visto aziende fallire nella mia regione per inseguire
la riduzione del costo del lavoro e perdere il mercato per la cattiva qualità prodotta dopo tali scelte dei propri dirigenti
Ci sono rubinetterie che acquistano parte dei pezzi prodotti in Cina spacciandoli per prodotti italiani che appena gratti un pochino si stacca la cromatura . Li fanno montare e provare da operai giovani a contratto o assunti attraverso cooperative Dopo aver mandato a casa la mano d'opera esperta. I clienti del Sud America Hanno per qualche tempo accettato il prodotto. In seguito hanno rispedito al produttore i pezzi più difettosi. Poi hanno smesso di acquistarli
Questo è il lato pratico della faccenda

Rosa Anna 09.03.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Cesare, non è detto che dobbiamo morire prima noi. Può succedere di tutto nella vita, anche ai politici.

Ciro Cuciniello, Salerno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.03.15 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna assolutamente fare qualcosa per le persone di questo paese. Non possiamo guardare inermi ciò che un governo truffaldino stà facendo.
Non possiamo non incidere, perchè altrimenti il M5S sarebbe vano.

Dobbiamo con ogni mezzo cercare di incidere sulle decisioni e dobbiamo intervenire in maniera dura su questi temi. Ragazzi è arrivato il tempo di incidere!

Diego Cappuccini, Marino Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.03.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Siete mai andati in un centro per l'impiego?
Avete mai lavorato per un agenzia interinale?
Siete mai state vittima di mobbing e/o bossing?
Il tutto a 30 , 40 o 50 anni?
Da questo post e dai commenti che lo seguono sembra proprio di no.
Beati voi.
Questo vuol dire che non sapete quello che succede nel mondo del lavoro quando non si ha dietro lo “sponsor”.
Beati voi che lo sponsor ce lo avete.
Se non lo aveste tutti questi commenti e queste soluzioni sciocche (come il reddito di cittadinanza) che non risolvono il problema non le scrivereste, già solo per rispetto verso voi stessi.


io voto,sostengo e faccio di tutto per il M5S!!almeno ho la coscienza pulita!punto.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.03.15 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Il Cuore del Mondo

Quando si dice il caso. La scorsa settimana ho comprato « L’Obs », grande settimanale francese, attratto dal titolo di copertina: Rivelazioni, come hanno preparato gli attentati, riferita ovviamente alla strage nella redazione di Charlie Hebdo e al sequestro nel supermercato Cacher.

Bell’articolo, intenso, ricostruisce, attingendo a fonti giudiziarie e di polizia, i 12 giorni che hanno preceduto gli attentati di Parigi. In realtà quasi tutto l’articolo è dedicato a Amedy Coulibaly, mentre i riferimenti ai fratelli Kouachi sono limitati a poche righe, eppure sono, giornalisticamente, le più interessanti.


Un passaggio in particolare. Lo traduco tale quale.

“A Reims le giornate sono lunghe e monotone per Said Kouachi. Il fratello cadetto di Cherif, 34, anni, non lavora. Non sa fare nemmeno i lavoretti di casa. “Non sapeva stringere nemmeno una vite”, testimonia uno dei suoi cognati, che non si ricorda di avere con lui nemmeno una discussione. D’altronde, non gli si conocevano amici. Il futuro killer di Charlie Hebdo si sposta poco. Una malattia degli occhi gli impedisce di superare l’esame di guida: senza occhiali, non vede niente a meno di un metro. Durante la giornata prega, va in moschea, si occupa di suo figlio e di sua moglie, handicappata”.

Mi fermo. Rileggo. Sì, ho letto bene.

L’uomo mascherato che abbiamo visto sparare all’impazzata nelle vie attorno a Charlie Hebdo, urlando “Siamo di Al Qaida e veniamo dallo Yemen”, che ha giustiziato il poliziotto a terra o comunque si è mosso con estrema agilità a supporto del fratello, il terrorista che con straordinaria precisione e freddezza ha ammazzato una dozzina di persone nella redazione, era un uomo sedentario, straordinariamente impacciato, diciamola tutta, un imbranato, e soprattutto era quasi orbo, al punto che le autorità francesi gli negarono la patente anche con l’ausilio degli occhiali.

Non vedeva una mazza, ma ha dimostrato di essere un cecchino infallibile.

Com’è possibile?


Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La denuncia delle leggi Biagi e Fornero, ce la siamo fatta fregare dalla Lega. Denuncia reiterata, forte, arrabbiata, costante, anche nelle TV dove ormai da tempo i nostri Parlamentari bucano lo schermo. L'€uro e la RAI...si certo, ma prima e più intensamente quelle altre: in quanto popolari (non populiste). Sarebbero bastate da sole a tenerci consolidato il 26% ma forse anche ad andare oltre. Tutto ciò ovviamente volendo vincere! Tutto ciò ovviamente deciso dagli iscritti con consultazione in rete.

Voce dal fondo: "seeee, col c****"


LA TRAGEDIA CHE L'ARTICOLO SPIEGA BENE DOVREBBE ALMENO INSEGNARCI A NON ASCOLTARE MAI QUELLO CHE ORDINANO I GOVERNI SIA DI DX CHE DI SX.
PRIMO FRA TUTTI
"NON FARE PIù ASSOLUTAMENTE PIù FIGLI"

PER BENITO ERAVAMO CARNE DA CANNONE PER QUESTI MACELLAI DI BASSA LEGA SIAMO CARNE DA BUTTARE E BASTA.

IL DRAMMA DI OGGI INTERESSA PARTICOLARMENTE I SOGGETTI DEL BOOM DEMOGRAFICO TARGATO ANNI 60, GOVERNI DC AL POTERE, CHIESA PADRONA DELL'ITALIA, GUERRA FREDDA INCORSO, IL RISULTATO è QUESTI 50/60ENNI CHE NON HANNO VISTO MAI GUERRA, MA SANNO BENE COS'è LA MISERIA E IL TOTALITARISMO TARGATO MONTI FORNERO-RENZI (= DC CAMUFFATA).

Renè1 b., padova Commentatore certificato 09.03.15 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Mettiamo anche un tot di over 60 che con la fornero si sono visti aggiungere 7 anni in più per andare in pensione, per gli statali è una rottura di scatole, ma hanno lo stipendio assicurato, ma per i privati, dipendenti e soprattutto autonomi è diventata una vera emergenza sociale...

Eddy B. Commentatore certificato 09.03.15 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Non disturbare il rottamatore.

Lo fanno agire troppo, veramente troppo indisturbato.

Che senso ha dare stipendi ai Parlamentari Italiani se la loro unica preoccupazione è ubbidire al Capo per assicurarsi la propria rielezione?

Il Parlamento dovrebbe rappresentare il cuore di questo Paese.

Poi lo guardi e capisci che invece ne rappresenta soltanto l'apparato digerente.

Ogni suo atto è purtroppo una cagata.

Ma ci vuole un genio a capire che nessuna riforma del lavoro può essere concepita senza gli ammortizzatori?

Il reddito di cittadinanza va proprio in questa direzione, ma non solo.

Da un lato protegge il cittadino dalla dinamiche del mondo del lavoro.

Dall'altro da una forza e una dignità al lavoratore.

Se il lavoratore è più sereno e più forte, più forte sarà l'azienda per cui lavora.

Ma il valore più grande del reddito di cittadinanza è un altro.

E' ridare la possibilità ai cittadini di cominciare a vivere senza paura.

Provate a immaginare per un attimo milioni di cittadini senza paura.

Provate a immaginare per un attimo un Parlamento costituito da cittadini senza paura.

....

E' per questa fondamentale ragione che il reddito di cittadinanza rappresenta la nostra battaglia più grande.

emanuele c., Torino Commentatore certificato 09.03.15 10:28| 
 |
Rispondi al commento

RIDICOLI SBARBATELLI

Il governo pensa di sostituire l'esperienza degli over 40/50 con neolaureati a prezzi di saldo.
E così che crescerà il pil?
Ma santa ignoranza quel know how che quei cinquantenni hanno acquisito nel corso degli anni è fondamentale per la produttività del paese.
Ma davvero questa ciurma di "scienziati" al governo pensa di cambiare il volto alla nazione con una pennellata di sedicenti riforme?
Stolto è chi pensa di guidare la macchina Italia con il precariato dei neoassunti che non faranno in tempo a consolidare le loro conoscenze perchè costretti a passare "flessibilmente" da un lavoro a un altro.
Ancora più imbecille è colui che crede che l'attuale assetto statale infarcito di nomine politiche a discapito del merito possa creare genialità.
Ed è completamente pazzo,invece,il genio che pensa di sostituire la conoscenza lavorativa degli over 40/50 con la propaganda della finta occupazione con la formula:uno formato con 3 "sbarbatelli".
La Germania,che ha intrapreso la stessa strada,è stata costretta ad assumere mano d'opera specializzata da altri paesi,Italia compresa,per pagarli di meno rispetto alla sua che ha preferito emarginare.
Capite quello che sta accadendo?
La mano d'opera specializzata degli over è essenziale per lo sviluppo del paese ma non vogliono pagarla.
Quelle mezze tacche al governo e Parlamento preferiscono distribuirsi i loro stipendi piuttosto che investire nel know how di noi cinquantenni specializzati,unica arma per la crescita e lo sviluppo.
La Germania ha fallito il suo obbiettivo e Renzi ci sta portando allo stesso punto solo per proteggere gli interessi di sempre.
Il fallimento del paese è sempre più vicino.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 09.03.15 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/11001833_245990855571457_4941124840697055560_n.jpg?oh=8d82140719820e914cfef16cb262d8ef&oe=558D8FC0&__gda__=1434763178_139f433ed51d4a5a3b7578ad1ecc02d1

Covelli, perche' che ho fatto? Commentatore certificato 09.03.15 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Detto così, il 50enne ed oltre che resta disoccupato merita attenzione, però il reddito di cittadinanza lo vedo bene in paesi dove tutto funzionava bene, tipo Germania, Svizzera, Austria e similari, dove la gente le tasse le paga e il senso di dovere civico è elevato. In un paese miserando come il nostro, dove al primo posto esiste solo l'evasione fiscale, la scroccheria, la tangente radicalizzata nel settore pubblico e privato, sicuramente questo reddito avrebbe l'effetto di appiattire qualsiasi iniziativa privata volta a creare nuove occupazioni. Se riesco ad ottenere 5 o 600 euro al mese gratis dallo stato, mi trasferisco subito subito in paesi tipo Romania, Ungheria, o in paesi tropicali dall'altra parte del pianeta dove la vita costa pochissimo e mi adagio per sempre a spese della collettività Italiana. Ma poi, carichi di debiti come siamo, dove andiamo a prendere tutti i soldi che servono per questo utopistico reddito se non massacrando di nuove tasse chi già ne paga troppe?

Pippo.1 09.03.15 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo Stato deve garantire il lavoro, la casa e la salute dei propri cittadini. Rilanciamo contro questo PD con Reddito di cittadinanza assunzioni nel pubblico impiego riacquissiziione di grandi colossi pubblici (acqua, telecomnuniczioni, tv, acciaierie, auto) il movimento 5 stelle deve puntare sulla collettivizzazione dei beni di produzione e una nuova visione trozkista/proletaria in salsa del 2000! siamo rimasto l'unico vero partito di sinistra in Italia, rivendichiamolo"

Andrea Paglia 09.03.15 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Pd è il partito maggioritario non certo per i voti degli Italiani ma solo grazie al truffaldino porcellum che ha regalato al Pd ben 148 seggi grazie a una manciata di voti all'estero

e se si pensa che nel voto nazionale il M5S aveva addirittura preso 44.000 voti in più del Pd, l'abnormità del sistema elettorale balza agli occhi come un insulto alla democrazia

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.03.15 09:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido appieno Cersare Bertolino! Gli italiani intelligenti, saggi e onesti, dovrebbero votare tutti M5S... Così potremmo risovere i problemi del nostro Paese. Abbraccio al Grande Beppe!!!

Alberto N. Commentatore certificato 09.03.15 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del blog buongiorno, volevo annunciarvi che questa sera ci sarà un grande concerto dei Nomadi tutto per noi, e per l' occasione Francesco Guccini si riunirà al suo gruppo d'origine per farci godere di una serata che si preannuncia indimenticabile. Prima del concerto ci sarà la Santa Messa celebrata da Guccini, per l'occasione dell'avvicinarsi della santa Pasqua il vescovo ha detto che va bene. Mi raccomando portate anche le vostre fidanzate e consorti, anche lei Fantozzi porti sua moglie, non mancheranno aranciata e pastarelle per tutti. Naturalmente paga tutto la ditta quindi non mancate mi raccomando. Se non venite sapete quello che passerete, non dico altro. Bene, io ho finito quindi adesso potete anche tornare a quello che stavate facendo. Buona giornata.

unicode ascii Commentatore certificato 09.03.15 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Serve anche muoversi autonomamente.
Una buona idea che ho trovato in rete, per esempio: http://www.5020.it/

Maurizia V., Biella Commentatore certificato 09.03.15 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Partito della Nazione contro paesaggio toscano
Di ilsimplicissimus


https://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2015/03/08/partito-della-nazione-contro-paesaggio-toscano/

Speriamo che i resti di Hatra siano di gesso, come si è detto delle statue del museo di Mosul. Speriamo che la notizia della distruzione dell’antica città situata a 100 chilometri a Sud di Mosul, fondata nel III secolo avanti Cristo dalla dinastia dei Seleucidi, sia falsa o frutto di una disperata o insensata propaganda..

Speriamo anche però, che ci venga risparmiata la sdegnata condanna di chi ha contribuito a far rimpiangere la custodia che la cenere del Vesuvio ha esercitato su Pompei, di chi sta svendendo Milano agli arabi ricchi, che invece quelli poveri non hanno diritto nemmeno a un posto in cui pregare, di chi tramite moderna giurisprudenza promuove il sacco del territorio, la sua devastazione, la resa alla speculazione.

In passato avevo invece tratto motivi di conforto per un piano paesaggistico regionale che andava in controtendenza rispetto all’ideologia criminale che ha animato Sblocca Italia, quel caso di scuola per produttori di ecomostri, per faraoni di piramidi, per futuristi di alte velocità, per costruttori di ponti degli ultimi respiri, per scavatori di canali improvvidi, e che attribuisce poteri dello stato, degli enti locali, delle regioni a immobiliaristi e cementificatori privati, anche grazie all’esproprio delle attività di vigilanza ai soggetti di controllo, già impoveriti e defraudati.

Consolava che proprio la regione su cui aveva imperato quel sindaco autore di varianti con piroetta, delle menzogne spudorate sui volumi zero azzerati dai crediti edilizi, della “valorizzazione” delle grandi aree industriali dismesse, delle pavimentazioni scriteriate, delle licenze per terrazze panoramiche con vista, dell’alta velocità locale più inutile e dannosa di quella sovranazionale e della grande abbuffata di deroghe, si sottraesse al destino, che pareva segnato, di apripi

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Cesare, quando tu dici "…... costringendoli prima alla disperazione e poi al suicidio ed incamerare così tutti i loro contributi in precedenza versati nel corso di anni di lavoro" non sei lontano dalla verità visto gli esempi recenti di imprenditori "suicidi" (ma sarebbe meglio dire "che li hanno suicidati"). Sperando sempre ciò non avvenga, dovessero aumentare….chissà che qualcuno fra questi non gli baleni l'idea - all'ultimo istante - di rivolgere la canna della pistola in qualche altra direzione….(in Giappone li chiamavano kamikaze e s'immolavano per il proprio Paese...)

Alberto dAnna, Assago Commentatore certificato 09.03.15 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Per favore non toccate il vecchietto Silvio
Di ilsimplicissimus

https://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2015/03/08/per-favore-non-toccate-il-vecchietto-silvio/
E’ meraviglioso come tuttora venga appassionatamente seguita la vicenda di Berlusconi, analizzata la sua opera di assistenza ad anziani più giovani di lui, reiterata la minaccia di nuovi guai legali per il suo antico puttanesimo militante. Meraviglioso perché questa impalcatura mediatica serve soltanto a dare l’impressione che esista altro oltre il renzismo e a distrarre l’attenzione dal fatto evidente che il progetto dell’ex cavaliere è stato completamente risucchiato e assorbito dal guappo di Rignano, divenendo così superfluo.

Meraviglioso anche perché si accredita la possibilità che da un momento all’altro possa esserci la resurrezione di Lazzaro – Silvio a salvare la destra per metà in confusione totale, per l’altra metà in mano all’altro Matteo ossia Salvini. Al quale si rimprovera di essere troppo radicale, troppo pencolante verso l’ala estrema per poter raccogliere abbastanza consensi tra la maggioranza silenziosa. In realtà fin dall’inizio della sua avventura schiere gigantesche di commentatori e di democratici a vario titolo hanno continuato a dire che Berlusconi era troppo a destra per essere credibile quando invece l’aver cinicamente sdoganato il partito neo fascista e la Lega secessionista, allora antitetici nel loro estremismo, è stata la chiave del suo successo.

Comunque sia dovrebbe essere abbastanza chiaro che l’avventura politica di Silvio si è di fatto conclusa nel 2011 con la sua estromissione dal governo imposta dall’Europa: Berlusconi aveva diviso il Paese per quasi un ventennio e dunque era il personaggio meno adatto ad introdurre senza forti reazioni i diktat della troika o delle “istituzioni” come si dice adesso con termine apparentemente più blando, ma in realtà assai più indicativo e inquietante essendo due di queste sedicenti istituzioni Fmi e Bce, rese ufficialmente preminenti

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Che siano maledetti i capi di Stato che permettono a questo degenerato capitalismo di portare alla morte civile nazioni che avevano raggiunto la civiltà dopo guerre, rivoluzioni e secoli di storia.
Siano maledetti i capitalisti colpevoli della morte di milioni di esseri umani sterminati per fame in tutto il pianeta e solo per coprire d’oro i loro putridi cazzi.
Siano maledette le multinazionali che per guadagni promuovono guerre per svuotare gli arsenali di armi distruttive e riempirli di nuovo.
Siano maledetti gli organi dell’informazione al servizio di questi assassini, invece che informare e aiutare a difendersi le popolazioni.
Siano maledetti i politici che si prestano all’uccisione dei propri fratelli e della nazione per assicurarsi la benevolenza di questi mostri.
Siano maledetti gli economisti idioti che condividono approvando queste politiche assassine.
Siano maledetti i promotori di questa globalizzazione lebbrosa che rende più poveri i poveri e più ricchi i ricchi.
Siano maledetti i manager che distruggono il lavoro per creare schiavi da offrire alla mannaia dei capitalisti.
Siano maledetti coloro che chiamano “modernità” questo feroce ritorno all’età della pietra.
Siano maledetti gli inventori degli OGM che sterilizzano la terra violentando la natura.
Siano maledetti tutti coloro che per interesse vendono la vita dei fratelli a questi moderni boia.
Questo ritorno al passato che questi assassini si ostinano a chiamare “progresso” stanno decretando la fine del pianeta della vita. Quest’orda di mostri che come una ragnatela, sta avvolgendo il nostro pianeta, deve essere fermata.
Quello che stanno prospettando è una realtà allucinante, una violenza fatta di sfruttamento estremo, di paghe da fame, di ricatti, di abusi. Stanno facendo della vita un viaggio allucinante, per davvero una corsa verso la morte.


Istituto Cattaneo: in valori assoluti il Pd in Emilia-Romagna lascia sul campo la metà dei voti ottenuti alle ultime europee e un terzo dei consensi incassato alle regionali del 2010.
In Calabria il Pd ha perso molti consensi rispetto alle europee del 2014 (-82.711), Pari a un terzo in meno dei consensi ricevuti dal partito Renzi lo scorso giugno (-30,9%).

In Emilia-Romagna la perdita di voti da parte del Pd è stata ancora più netta, con 667.283 voti smarriti rispetto alle europee (-55,9%) e 322.504 consensi andati in fumo rispetto alle regionali del 2010 (-37,6%).

Parlare di consenso in queste condizioni è da delirio

e questi dati sconfessano anche platealmente i sondaggi farlocchi commissionati dagli stessi partiti che ne vogliono beneficiare e pagati per dare indici del tutto falsi. Basti pensare che Renzi secondo i sondaggi avrebbe lo stesso consenso che davano prima a Monti e abbiamo visto poi alle elezioni Monti dove è andato a finire

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.03.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Un partito che continua a tirarsi colpi sui piedi è destinato a perderli
A Bologna il PCI aveva 120.000 tesserati
Ora Bologna è sotto la media regionale. In 'tutta' l'Emilia i tesserati sono 60.000, il Pd bolognese arriva a stento al 76% (e la cosa più comica è che si sono eletti un cuperliano, cioè uno che è contro Renzi)
A livello nazionale il Pd ha perso la bellezza di 400.000 tesserati!
Nel 2013 ne aveva 539.354, ora è sceso sotto i 100.000.
Dove sarebbe la tenuta popolare di cui ciancia qualcuno?????
Bersani disse: "Senza tesserati non esiste partito"
Bene, il Pd con Renzi si sta dunque avviando ad una progressiva e solitaria AUTODISTRUZIONE.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.03.15 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo, oltre a essere sottomessi da questi farabutti mafiosi, dovremo subire l'umiliazione d'avanti ai nostri figli, quando saranno adulti, che ci diranno: ma perchè non avete fatto nulla per evitare ciò?

Emiliano Loseto 09.03.15 09:14| 
 |
Rispondi al commento

IO PER IL MOMENTO IL LAVORO FORTUNATAMENTE CE L'HO MA NON SO ANCORA PER QUANTO VISTA LA NOTEVOLE PRECARIETÀ DELL'AZIENDA E DEL MERCATO LAVORATIVO IN GENERALE, ANCHE SE È MESI CHE LO STIPENDIO NON ARRIVA. E FRA L'ALTRO RISPECCHIO IN PIENO L'ETÀ IN CUI VIENI CONSIDERATO VECCHIO PER IL LAVORO MA GIOVANE PER LO STATO!! ANCHE IO PROBABILMENTE TRA BREVE MI RITROVERO' "A PIEDI" E NON RIUSCIRO' A REINSERIMI O, COME VA DI MODA DIRE ORA, "RICICLARMI". NON SI HANNO TUTELE DA PARTE DELLO STATO E VENIAMO LASCIATI SOLI ED IN BALIA DEL NOSTRO DESTINO. SONO VICINO E COMPRENDO BENISSIMO LA SITUAZIONE. E INTANTO LE VARIE CASTE OSTENTANO OTTIMISMO E SAGGEZZA!!! CHE VERGOGNA! SCENDANO DA PIEDISTALLO E VENGANO A LAVORARE!!!

CORRADO

CORRADO PADOVANI, CUORGNE Commentatore certificato 09.03.15 09:14| 
 |
Rispondi al commento

PresaDiretta

Grazie all’articolo 35 dello SBLOCCAITALIA oggi la Sicilia , che non è stata capace di organizzare la raccolta differenziata può inviare i suoi rifiuti in un'altra Regione che magari invece è al top della differenziata, che ha già ridotto cioè drasticamente la quantità di rifiuti eventualmente da incenerire. I critici dicono che così i cattivi amministratori vengono premiati e i buoni amministratori vengono puniti. Un mondo alla rovescia. E tra poco Danilo Proccaccianti ci porterà a Parma, dove fanno una splendida raccolta differenziata a e sono anche, se vi ricordate, molto sensibili al tema dell’ inceneritore. Vi ricordate sicuramente l’epica battaglia contro la sua costruzione fatta dal movimento 5 stelle e dell’attuale sindaco di Parma Federico Pizzarotti che sentiremo ai nostri microfoni. Ma prima però Danilo Procaccianti ci porta dentro un grande inceneritore, quello più moderno d’Italia perchè è stato costruito da pochissimo ed è entrato in funzione a pieno regime solo da un anno. Stiamo parlando del grande termovalorizzatore di Torino. Non è facile entrare dentro uno di questi grandi impianti. Sono immagini preziose quelle che Danilo Procaccianti ha girato e quindi entriamo con lui dentro l’impianto di Torino e subito dopo andremo a Parma

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.15 09:14| 
 |
Rispondi al commento

CHE AMAREZZA!
Leggere tutti questi post e capire che TANTISSIMI sono nella mia condizione: quasi 62 anni con oltre 38 anni di versamenti e senza lavoro, che ho smesso di cercare. Dovrò attendere i 67 anni per la pensione. Potete immaginare dove è finita la mia dignità. Esprimo un solo amaro commento: la legge Fornero che è stata approvata da quasi tutti i partiti alla velocità della luce, permette (dicono) un risparmio di 80 miliardi in 5 anni! Quante vittime in cambio? E i loro privilegi che promettono da anni di eliminare, ancoro sono tutti lì. Solo il M5S ci potrà aiutare, ma dobbiamo scendere in piazza.

LANFRANCO BIASIOLI 09.03.15 09:11| 
 |
Rispondi al commento

@ Cesare Bertolino

Se il M5S invece di parlare d riforma elettorale o d
RAI s'interessasse di leggi Biagi e Fornero,forse
riuscirebbe a risolvere anche la tua situazione(sempre ammesso che ne siano capaci) !!!!

basilio grabotti 09.03.15 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che cesare abbia ragione si sono dimenticati di noi e poi anno buttato le chiavi. Anche io ho perso il lavoro a 49 anni e mi chiedo veramente se e cosa si possa fare per migliorare questa vita eppure per quasi 40 anni siamo serviti......... a Beppe Grillo e al movimento auguro un buon proseguimento di lavoro sono sicuro che con la determinazione,trasparenza, rabbia ci si possa dare ai nostri figli un mondo migliore.

giovanni labartino 09.03.15 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti, anche a quelli che la parte "buon" dell'augurio la potranno verificare(forse) al termine della giornata, vista la precarietà, non solo del lavoro, ma anche della stessa "vita" trascorsa nelle "favolose" giornate di questo "paese".
Sono un cittadino tra i 50 e i 60 anni, quindi uno di quelli "a rischio job-act", l'ultima "invenzione" di un tutelatore di un condannato in via definitiva e colluso con mafia.
Anche se adesso esercito un buon lavoro, per cui mi sento fortunato (e non con diritto acquisito...), non riesco proprio a "godermi" questo stato di grazia, non tanto al pensiero di ciò che potrebbe accadermi, quanto per quanto accade già per molti di noi.
Ultimamente affronto sempre più spesso discussioni con amici, familiari e colleghi sul tema del giorno: la classe politica e le sue risoluzioni per mettersi al servizio di chi li paga (ossia, noi).
Quando metto in primo piano il fatto che non c'è nessun partito, nessuna coalizione che compie ciò, eccetto il M5S, subito il "timore" di affrontare l'"ignoto", cioè un movimento che stravolge lo stallo delle istituzioni provoca commenti su Grillo e su Casaleggio, sulle loro maniere, sui loro interessi.
Invece di affrontare l'"ignoto" che però ci mostra chiaramente cosa c'è di marcio, cosa occorre "tagliare" e cosa occorre fare, si preferisce confermare ciò che sembra essere invece una sicurezza (per chi ancora ce l'ha).
Anche se adesso "sto benino", preferisco affrontare questo "ignoto", dando la fiducia al 5 Stelle, anche se dovrò rinunciare a qualche "beneficio", purché questo vada a favore di quelle persone che la sera, quando tornano a casa, possano guardare in faccia ai loro bambini, con la certezza di offrire loro una vita dignitosa ma soprattutto una certezza per il loro futuro, al pari di quello che è capitato per esempio a me.
L'esempio dato dai Parlamentari del M5S, anche se "non risolve tutti i problemi del mondo", è comunque un gesto da considerare per essere orgogliosi di "essere" M5S!

Tony Di Dietro Commentatore certificato 09.03.15 08:38| 
 |
Rispondi al commento

LA BIBBIA DELLE DISPARITA'

C'è qualcosa di distorto nel sistema del welfare tedesco che Renzi si appresta ad applicare in Italia con le stesse modalità nonostante il fallimento che tale sistema sta provocando.
La propaganda della falsa occupazione tedesca è pari solo alle balle di Renzi sul nostro futuro lavorativo e la dubbia crescita del pil negli anni a venire saranno solo causati dall'allargamento delle forbici sociali tra lavoratori pienamente occupati,"illuminati" dalla politica,e lavoratori precari completamente spogliati dei loro diritti e considerati come pura carne da macello dalle aziende che si arricchiranno arruolando mano d'opera a bassissimo costo.
La Germania ha introdotto la riforma dei minijob molto simile al nostro job act.
In pratica da un lavoro a tempo pieno se ne sono ricavati 3 precari a basso costo e le aziende esportatrici hanno stappato lo champagne.
E' il girone del cosiddetto Hartz IV dal nome del ministro che lo ha introdotto in Germania e paragonarlo ad un girone dantesco dell'inferno non è peccato.
In pratica tutti i precari vanno in questo girone con un salario di 480 euro al mese e spesso in tale girone ci sono 50enni specializzati a cui vengono proposti lavori umilianti che non possono rifiutare minacciati dal taglio al già misero salario.
Ormai siamo in piena guerra sociale.
Da un lato lavoratoti protetti con lauto stipendio ,pensione e benefits ,dall'altro una povertà diffusa mascherata da sterili riforme che sono vere e proprie macellerie sociali.
Renzi è attratto da tale sistema,d'altronde è l'unico metodo per far crescere il nostro pil.
Da noi ci sono lavoratori con stipendio sicuro che hanno avuto anche uno sgravo fiscale di 80 euro mensili e contemporaneamente licenziati completamente abbandonati a se stessi.
Poletti come Hartz ma i più ciechi non vedono che l' Europa sta innescando la miccia della più grande bomba sociale.
E gli stessi ciechi non vedono che il QE è stato fatto per la Germania che fa finta di crescere.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 09.03.15 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' avvilente, uomini che fino a qualche anno fa erano perfettamente autonomi e riuscivano a mantenere con decoro le proprie famiglie, ora dopo che hanno dilapidato i risparmi, sono letteralmente allo stremo, alcuni mie colleghi ultra cinquantenni e sessantenni , perfettamente in grado di lavorare, con un bagaglio di esperienza notevole unito ad una buona professionalità , non sanno dove sbattere la testa, la società ha il dovere di aiutare queste figure professionali, bisogna fare qualche cosa.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.03.15 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Dati ANSA freschi freschi
Gli ultimi dati Istat segnano un 2014 in calo dello 0,4% e un quarto
trimestre dell’anno che, dopo trimestri di contrazione, registra un
andamento piatto. L’economia è rimasta uguale.
Quando Renzi è diventato premier la disoccupazione era al 13%, il livello più alto dal 1977 (anni di piombo). La disoccupazione giovanile
al 42,3% . Ora invece i due parametri sono calati al 12,9% e al 42%. Un cambiamento impercettibile. Certo a dicembre le statistiche Istat hanno
registrato 100.000 nuovi occupati. Ma poi, grazie ai dati diffusi dalle
Finanze sulle nuove partite Iva, si è scoperto che 70.000 erano nuovi
imprenditori: per loro da gennaio sarebbe cambiato il regime del
”minimi”, con un prelievo salito dal 5 al 15%.
La pressione fiscale, che nel 2014 si è fermata al 43,3%, lo stesso
livello dell’anno precedente, quest’anno salirà al 43,4% e poi al 43,6% nel 2016.
Gli 80 euro non hanno spinto i consumi proprio perché i cittadini hanno dovuto fronteggiare la Tasi (a giugno). Certo sono stati confermati anche nel 2015 e per gli anni a venire, ma la volontà di estendere il beneficio anche ai pensionati, agli incapienti e alle partite Iva è rimasta solo una promessa.
Non ci sono stati i tagli della ”spending review” e il commissario Carlo Cottarelli è stato rispedito a casa.
Insomma, al momento i successi di un anno di governo non hanno prodotto grandi effetti.
Il gallo ha cantato ma l’uovo non si è visto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.03.15 08:29| 
 |
Rispondi al commento

SR=senza reddito
FS=funzionario statale

SR:Buongiorno ho perso il lavoro ed ho 55 anni, vorrei entrare nel programma per il reddito di cittadinanza

FS:Guardi c e la fila e per il disbrigo della pratica ci vogliono almeno 2 anni . Cosa faceva lei ?

SR:Ero progettista di quadri elettrici ed esperto CAD/Cam .

FS: Bene, penso che posso mandare avanti la pratica piu celermente , pero , vede ........, la mia villa di cortina ha l impianto fuori norma , nell attesa potrebbe mica...... , un reciproco aiuto , intendo .........,

Cito mi hai ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 09.03.15 08:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"il pubblico non paga tasse sul lavoro, sono importi virtuali che rimangono sulla carta,"
Marco saggio di nome e di fatto ha messo il dito sulla piaga.
QUESTA e´la principale ragione per cui la Grecia si trova in un vicolo chiuso, con il 60% dei lavoratori dipendenti statali, che non solo pagano tasse virtuali, ma il cui stipendio DEVE essere pagato dal 40% di liberi professionisti.
Quando questo reddito non basta, ALLORA lo stato deve fare debiti che si accumulano etc.
Le misure di austerita´sono quelle che dovrebbero permettere alla Grecia di camminare con le proprie gambe, invertendo le percentuali 60% liberi professionisti e 40% (anche meno) dipendenti statali.
Solo cosi´azzerare il debito potrebbe far rinascere la Grecia.( azzerare il debito e´ANCHE tornare alla dracma).
Lo stesso dicasi per l´Italia che per sua fortuna ha si un numero esagerato di politici e dipendenti statali, ma se la mena meglio perche´ANCORA ha chi produce.
Ma questo numero si assottiglia girno dopo giorno per cui il reddito di cittadinanza dovrebbe essere preso diminuendo i redditi esistenti (numero doppio di pensionati, meta´pensione) oppure AUMENTADO le tasse o FACENDO ULTERIORI debiti.
Direi che tutte le soluzioni non sono ottimali, la prima diminuendo il reddito diminuisce i consumi le altre due incentivano chi puo´ad andarsene in lidi meno tassati oppure chi non puo´a chiudere e se possibile lavorare in nero.
Aumentare il debito non e´una buona idea perche´un passo ulteriore verso il default.
Quest´ultima sembra la soluzione scelta dalla Grecia, ma decisione incosciente, presa da gente che pensa al presente e non al futuro.
INSOMMA non esiste soluzione indolore e tamponare aspettando tempi migliori peggiora la situazione.

Patrizia B. 09.03.15 08:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le banche, tutte, hanno un incubo, i loro principali clienti (200.000 i. Italia) sono titolari di investimenti nel privat banking, conti liquidi da1a5 mio €, la banca ha speso o investito questi soldi, ma devono far vedere interessi positivi altrimenti i clienti se ne vanno. Con l'economia in recessione e il lavoro e l'edilizia in crisi che può per ultimo pagare ancora? Lo stato, come? Tassando tassando tassando imprese private e famiglie, il pubblico non paga tasse sul lavoro, sono importi virtuali che rimangono sulla carta, lo stato e le banche sfruttano sempre i soliti che sono sempre di meno

Marco Saggio 09.03.15 07:35| 
 |
Rispondi al commento

...e cosa dire di un 65enne con famiglia a carico di cui un figlio di sette anni che non lavora da 6 anni e mezzo, non ha pensione (perchè 36 anni 1/2 di contributi non sono più sufficienti, ma una volta secondo le regole esistenti lo erano) e che andrà in pensione di vecchiaia a quasi 68 anni?
Quando guadagnava bene da libero professionista ha pagato somme contributive molto alte e si vede cambiare le regole del gioco a partita in corso!

Maurizio Boyer 09.03.15 07:26| 
 |
Rispondi al commento

"Dividi et impera" mi sembra si dica non sono sicuro della grammatica ma del senso si: Non hanno inventato niente di nuovo, se causi problemi di sopravvivenza al popolino questo non avrà certo il tempo per organizzarsi contro chi lo sfrutta. Niente di nuovo sotto il sole a parte il movimento 5 stelle. Sveglia popolo....

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.03.15 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo come Cesare anch'io che ho 49 anni sono a casa da 3 anni fatto domande su domande ma ad ora non ho trovato niente e la disperazione e tanta, vedere giorno per giorno tanta gente della mia eta' che a tanta forza e tanta volonta' spegnersi perche' si sente inutile, spero solo di riuscire a vedere un cambiamento noi non vogliamo la carita' vogliamo tornare a lavorare per avere la possibilita' di mantenerci e tornare ad avere la propria dignita' scusate lo sfogo......

piercarlo nicoli 09.03.15 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Tra cinquant’anni la gente si chiederà come abbiamo fatto noi – ora e qui – a non renderci conto per così tanto tempo di essere nelle mani di pezzi di fanfaroni farabutti nazimafiosi che hanno fatto dell’Italia un campo di concentramento costringendo la gente al suicidio dopo averla presa così palesemente per il kulo e depredata.

corrado lauretta 09.03.15 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Venghino signori venghino
Più gente entra più bestie si "vendono"
Sblocca italia ovvero sbrocca Italia
Articolo 35 sui rifiuti per termovalorizzatori così li chiamano
Io li chiamerei sterminizzatori
Vorrei esserci fra vent'anni
Per vedere chi vincerà la guerra è li manderà falliti
Torino si rassegna ma Parma insegna

Un referendum
Voglio un referendum


Rosa Anna 09.03.15 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera rispecchia la realtà e la condivido pienamente.

luigi. gino falcone, Milano Commentatore certificato 09.03.15 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Bello, come tutto il resto, ed inutile, come tutto il resto.
Voi siete ancora convinti che basti usare la parola per cambiare le cose, nonostante i parti di REnzi e soci, nonostante il fatto che per ogni vostra mossa loro ne fanno 2 CONTRO vanificando qualsiasi intenzione di cambiamento.
Dopo mesi di M5S abbiamo il job act...abbiamo articoli de aiutano i soliti infami ad arricchirsi sfruttando ambiente e risorse, inquinando e massacrando.
NULLA e' cambiato nel succo...stiamo ancora andando verso il baratro, come da programma.
Ci provo ad essereottimista ma dopo DECENNI di politia italiana ho perso ogni speranza nonostante il M5S e tutto l'impegno che proferisce.

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.15 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sono il mio dio.
Siamo qui per disimparare
gli insegnamenti della chiesa
dello stato, e il nostro
sistema educativo.

Siamo qui a bere birra.
Noi siamo qui per uccidere la guerra.
Siamo qui per ridere della probabilità
e vivere le nostre vite così bene che
la morte tremerà a prenderci.
-----------

Charles Bukowski

Arj freccia nera 08.03.15 22:50| 
 |
Rispondi al commento

qui ormai se ci salva, ci salva il papa, che una mattina se sveglia di traverso, apre le finestre e dice che non è poi tanto sicuro che esiste dio, e che si è rotto veramente le pelotas di una vita sprecata senza figa a farsi il segno della croce ogni volta che si gratta le palle. Cari fratelli e sorelle buongiorno, non so come cominciare, dunque; mi sono altamente rotto i coglioni di tutto, e sapete che vi dico? io me ne vado, sono stanco di farmi i cazzi vostri, cioè basta, siete liberi di fare quello che cazzo vi pare a vostro giudizio, per quanto mi riguarda non voglio più avere a che fare con questa banda di criminali assatanati. Adios gringos.

E fu l'alba.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Lettera blg grillo
Salve, do tutto il mio appoggio a tutti i lavoratori dai più giovani a quelli dei 50 in su rimansti disoccupati.
Ho 59 anni ad ottobre 60 mi sono iscritto artigiano nel 1977 avviando l’attività in Sicilia io sono Veneto
Anni duri anche all’ora ma non presa nella morsa di crisi come oggi, la mia delusione è che dopo 40 anni di contributi versati e precissamente 20 da dispendente ed artigiano e 20 da società srl andrò in pensiane con 630 € al mese netti, considerando che all’IMPS ho versato ben oltre 130.000,00 € in tutti questi anni.
Mi chiedo come questo sia possibile, quando un qualsiasi persona che va in pensione di anzianità a 65 anni prende una pensione se non uguale forse anche di più ? ne conosco tante, anche i miei dipendenti
della stessa età sono andati con € 1.200,00. All’IMPS mi dicono che ho due situazioni separate, ma dico se ho versato a voi nello stesso fondo i contributi perché devo essere penalizzato in questo modo ?
In tutti questi anni sono stati duri ma molto duri, il mio fatturato in anni di lavoro non ho fatto altro che contribuire allo stato: IVA, tasse, contributi IMPS INAIL dipendenti e personali, interessi bancari, interessi Equitalia, ecc. ecc. spesso mi dichiaro un condannato a morte dallo stato, ad oggi comunque non è finita perché per riprendermi con la mia attività ho acceso un mutuo di 180.000,00 € da restutuire in 10 anni, tra l’altro ho ipotecato la mia casa, che se ho bisogno di vendere non posso farlo. Domanda come e da chi siamo tutelati noi ? Pensate a quanti si trovano con più debiti e problemi un attimo di smarriemento o di depressione e si arriva anche al suicidio.
Io sono con 5 Stelle ma cosa dobbiamo fare? E’ la forza d’animo che mi fa andare avanti e mi ritengo fortunato perché penso a quei lavoratori disoccupati con famiglia da mantenere, altro che ripresa
un sondaggio di Bruno e Federico Vespa che l’Italiano ha ripreso a prendere il cappuccino e brioche al mattino.


Sfruttamento, schiavizzazione, precariato, disoccupazione, etc. Eppure come si spiega che il consenso per il governo, stando alle indagini di mercato, è talmente elevato?. Come è possibile che la gente si riconosca nel suo operato e lo condivida così numerosa?. Certo saranno i pensionati che sono tanti e pensano di non rischiare nulla o i disoccupati che sperano nel licenziamento di chi ha lavoro per subentrare a 300EURO al mese con grande gioia per il brillante risultato. Non è facile capire la gente o cercare di ragionare con la testa degli altri. Eppure la lotta tra poveri e la disperazione non riescono a scalfire la fiducia degli stessi in chi governa in questa maniera .

francesco 08.03.15 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Avvisata da un uccellino
romanacci chiacchieroni
Che vi lagnate a fare tirate su le maniche e fate in trastevere
o sui colli che vi stanno intorno un po di buon lavoro
per realizzare progetti a 5 stelle simili a quelli se ne siete capaci
Qui da noi muoviamo non solo il dito
Veniteci a vedere vi invitiamo al prossimo evento

Rosa Anna 08.03.15 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Anche il più cretino fra i trollini, capisce che gli argomenti a favore del reddito di cittadinanaza sono schiaccianti e senza dubbio validi, infatti i troll non entrano mai nelle ragioni della sua introduzione, ma si difendono dicendo che non ci sono i soldi. I soldi per il perfetto piddino (uomo della sinistra che come tutti sanno difende la categorie più "deboli") ci sono solamente per i "forti" e soprattutto per comprarsi il consenso! Come già riportato da altri commenti, questa è una battaglia di minoranza, in quanto l'Italia non è un Paese solidale, ma una accozzaglia di milioni di individui dove ognuno "coltiva il proprio orticello" e .....in culo tutti gli altri!

stefanodd 08.03.15 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quali sarebbero poi queste "riforme" di Renzi?
- I consiglieri regionali che si nominano da soli per fare i senatori con l'immunità parlamentare.
- Aumenti delle tasse su: regimi ai minimi, casse di previdenza, fondi pensione, rivalutazione TFR, rendite, gestione INPS...
- Blocco dei salari fino al 2020.
- Aumento dei pedaggi autostradali fino all'1,5%.
- Vendita di tutte le azienda pubbliche.
- Possibilità di licenziare, anche collettivamente, senza giusta causa....
La prima mi pare un favore alla casta, le altre le direttive che la Troika detta e che Renzi esegue.
Di riforme non c'è traccia.

Lorenzo M. Commentatore certificato 08.03.15 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con lo scritto precedente di Massimo Lanfranconi: dietro i movimenti utopistici, ma quando lo capirete sarà sempre tardi, ci sono i sionisti in combutta coi Templari che simulano da anni di appartenere alla resistenza Cecena. Invece appartengono al gruppo Kronembourg....mooolto più potente del Bilderberg, che in ultima analisi vuole indurvi a dubitare di Putin per conquistare l'ultimo bastione della resistenza al mondialismo: come fate anon capire che tutti, TUTTI...comunisti, anarchici, femministe, fascisti, carogne ahahah, liberali, napoleone, cavour, gengiv khan (imperatore dei dentisti), l'impero romano....TUTTI sono stati creati dal complotto giudaico-massonico-marxista-leninista-trotzkista-bordighista-grillista.....uffff....finita l'acquavite!!!!


Lo so fa ridere, è demenziale, la verità è che non sanno che fare, non hanno hanno un piano, o ti metti le scarpette o ti metti le scarpette, punto. Ve l'immaginate un militare o un muratore che cammina con le scarpette della chicco? Questo è quello che hanno in mente.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 22:01| 
 |
Rispondi al commento

A Bologna estesa la tassa sulle pubblicità alle vetrine, anche gli avvisi che per legge devono essere esposte come il menù coi prezzi del ristorante o l'elenco delle farmacie di turno. I commercianti non sono più proprietari delle proprie vetrine. Non sanno come chiedere altri soldi per arricchirsi alle nostre spalle. Come possono pensare ad una ripresa ? Molti Italiani vorrebbero provare a rimettersi in gioco, licenziati e senza possibilità di assunzione. Ma hanno di fronte un muro di burocrazia, tasse, corruzione, adempimenti che scoraggerebbero chiunque. Poi andiamo a vedere come spendono i nostri soldi questi politici e specie coloro che affermando di essere di sinistra, quindi per una solidarietà ed una ridistribuzione del reddito, impoveriscono l'italia con enormi compensi, stipendi, benefit, e magari non pagano le tasse come molta gente dello spettacolo che vive da miliardaria grazie anche agli appoggi politici e sono anche evasori: prendono compensi milionari dalla rai, alle varie manifestazioni partitiche, ed oltretutto evadono o tentano di pagare le tasse all'estero dopo che i soldi li pigliano da noi. Ora il problema si accentuerà in quanto da noi arrivano da tutto il mondo e da tutte le etnie senza una programmazione e senza una politica di sicurezza e di occupazione. Ora va bene aiutare gli altri, ma a noi chi ci aiuta e c'è una programmazione o si lascia tutto al caso perché l'impressione è che sia lasciato tutto al caso, anzi, riempendo le tasche della criminalità organizzata sia per il business dei barconi che per quello della mano d'opera a basso costo o addirittura lo spaccio e la prostituzione. Questi politici ricchi e prepotenti rubano e ci chiedono sacrifici, fanno tanta bella demagogia e poi si riempono le tasche e le riempiono ad amici e parenti ed a noi lasciano miseria e disperazione.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 08.03.15 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Avevano ragione le Brigate Rosse.

Mario Genovesi 08.03.15 21:54| 
 |
Rispondi al commento

L'euro è stato concepito in un'epoca in cui non c'era internet, per una società in cui l'informzione e la conoscenza era limitata da una tecnologia limitata, non se l'aspettavano, per questo cercano di imbavagliare la rete e riportare la società a decenni prima a questo balzo tecnologico che ci ha cambiato la vita. E' come cercare di infilare a un adulto le scarpette di quando andava all'asilo.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Gia anche io faccio parte degli over 40 colpiti da i licienziamenti di massa non e stato applicato nemmeno il famigerato articolo 18 eppure la mia ex ditta si vanta con i giornalisti italiani di essere un esempio di imprenditoria del sud vinvente si ma dietro l' angolo da lavoro ai sub appaltatori e con la promessa ai sindacati che saremmo stati tutti ricollocati ci ha lasciati tutti a casa e i sub appaltatori si fanno il nostro lavoro questa e l Italia delle grandi imprese.

Rosario Sorbello 08.03.15 21:36| 
 |
Rispondi al commento

io quasi quasi mi arruolo con l'isis almeno faccio un po' di apprendistato gratis con la ruspa.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per non aver contribuito a diffondere la propaganda anti-donne dell'8 marzo, questo schifo lasciamo alle Boldrini e affini, le paladine del mondialismo che portano avanti gli interessi dei cartelli bancari.
La giornata internazionale della donna iniziò a Copenaghen da "L'Internazionale Socialista" ufficialmente per promuovere "i diritti delle donne" su iniziativa dell'allora Partito Socialista d'America, in realtà si trattava di uno strumento di propaganda poi diffuso nell'URSS dal governo stesso che aveva come obiettivo la disgregazione della famiglia, il sovvertimento del ruolo di madri e mogli delle donne e ovviamente la degenerazione dell'immagine della donna a oggetto sessuale attraverso il femminismo, un vero e proprio strumento di oppressione e destabilizzazione.
Furono infatti creati dal governo centrale e dal KGB i movimenti del fronte popolare per "i diritti e l'uguaglianza" a cui aderirono gli allocchi idealisti dell'epoca, come del resto in questo modo sono stati creati la maggior parte dei movimenti utopistici e rivoluzionari della storia.

Un esperimento di social engineering ben riuscito per destabilizzare la spina dorsale della società (la famiglia) e fare il lavaggio del cervello alle donne mettendole in competizione e in aperto scontro, economico e sociale, con gli uomini (che sono ovviamente anche mariti, padri, fratelli ecc.)
Quando finalmente si capirà che il comunismo è stato un laboratorio latomistico impiantato e sviluppato dagli occidentali e dai sionisti per distruggere la società, le religioni e accentrare il potere solo nelle mani di pochi, mettendo contro uomini e donne, gli uni contro gli altri per controllarli e schiavizzarli (divide et impera) sarà sempre troppo tardi

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 21:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco io per esempio me ne moro di sapere quante donne oggi poi non vanno mai a votare però guai a chi glié tocca l'8 marzo. allora la festa dopo gliela fa veramente...

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chi ci governa vuole solo mantenersi la poltrona e "fare bella figura"con grandi opere inutili e dannose vedi la TAV gli AEREI F 135 il PASSANTE DI VALICO,SALVARE INDUSTRIE DECOTTE COME QUELLE DELL'ACCIAIO,PERMETTERE LE DELOCALIZZAZIONI ,CANCELLARE IL FALSO IN BILANCIO,NON MONITORARE LE SPESE PAZZE DEGLI ENTI INUTILI,NON ATTUARE UNA SERIA LOTTA ALLE GRANDI EVASIONI FISCALI FACILITARE CONCUSSIONI ED ASSOCIAZIONI A DELINQUERE DI STAMPO MAFIOSO ,NON FAR FUNZIONARE A DOVERE LA CORTE DEI CONTI E NON RISPETTANDONE NEMMENO LE CONDANNE CHE,POCHE INFLIGGE.
PERMETTERE RUBERIE E MALGOVERNO NELLA SANITA CHE GIA DA SOLA CI COSTA IL 60% DEL PIL.
MI FERMO QUI CI VORREBBE DA SCRIVERE UN LIBRO DA 100 000 PAGINE
FIERMATO PIER LUIGI FANFERA FROSINONE IN PENSIONE REGOLARE

fanfera pier luigi 08.03.15 20:54| 
 |
Rispondi al commento

buonasera blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.03.15 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

no invece, perché il venticinque per cento ha votato movimento, un altro venticinque ha votato lper le nigeriane polacche e rumene per tutti e il restante cinquanta per cento si sa che tanto vota la parrocchia...

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 20:51| 
 |
Rispondi al commento

E pure quest'anno l'8 marzo ce lo siamo tolto dalle palle... abbasso la legge Merlin!

Fabio Renka Commentatore certificato 08.03.15 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sciolta Civica esiste sempre?

Nessuno ne parla più. E dire che era il partito fondato da quei cervelloni dei bocconiani!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Professionalità sarà una parola che ben presto rimpiangeremo, chi verrà assunto con i nuovi contratti non avrà nessun interesse a svolgere bene il proprio lavoro in quanto non duraturo. Già oggi molti servizi non funzionano per questo motivo.

marisa t. Commentatore certificato 08.03.15 20:45| 
 |
Rispondi al commento

chi l'ha votata se mezza italia non va neanche più a votare?

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il futuro del mondo del lavoro in Italia si avvicina paurosamente a quello che negli anni 60 -80 era la schiavitù dei lavoratori, ma soprattutto delle lavoratrici, nella prospera economia del Giappone. Ricordo fabbriche con migliaia di ragazze giovanissime che lavoravano ininterrottamente con gli occhi fissi sui microscopi elettronici per produrre i chip. In cambio l'azienda le "ospitava" e le faceva studiare. Il problema era che dopo qualche anno quelle povere ragazze avevano gli occhi bruciati ed erano destinate ad una cecità progressiva. Ma tutto era accettato e giustificato in nome del profitto delle aziende e della grandezza del Paese.

Enzo Plà, Milano Commentatore certificato 08.03.15 20:38| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMO:

https://www.youtube.com/watch?v=K-ecOmENIhM&t=19

NOVECENTO SULL'OCEANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.03.15 20:29| 
 |
Rispondi al commento

il papa di campagna, la campagna polacca, povera, ignorante, parrocchiana e vessata.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, cerco un avvocato per mia madre alla quale hanno sospeso la pensione di invalidità.
Qualcuuno di voi sa come fare per recuperarla ? ciao

Ivano Cipollina 08.03.15 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il popolo è rimasto sempre superstizioso nonostante gli sforzi e la tecnologia limitata, ricorda che è la c h i e s a che ha fatto fallire la società socialista e contadina di parrocchiani, in questo mondo sempre più tecnologico e sempre più libero dall'ignoranza diverrà sempre più antieconomico e da dementi tenere aperte le c h i e s e e alla fine andranno in default. Chi vivrà vedrà.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza ritorno alla sovranita' non servira' a niente, come non sta funzionando in francia spagna e portogallo dove aumentano comunque disoccupazione, debito pubblico e % di poverta' ad un ritmo persino maggiore.
Basta solo ripristinare l'art. 1 cost dove il soggetto 'lavoro' e' stato sostituito con 'pareggio di bilancio'

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Salvatore Tatarella, il finiano anticasta con due vitalizi

Siccome nella Puglia di Vendola raccontano di avere abolito i vitalizi ai consiglieri regionali dal 2012, non si capisce perché alla fine dell’anno scorso sia arrivata una lettera di Salvatore Tatarella, che fu consigliere regionale fra il 1990 e il 1994, che reclamava il vitalizio al Consiglio regionale. I comuni lettori della propaganda naturalmente non capiscono. Tatarella capiva benissimo, tant’è che ha scritto nel dicembre 2014 per avere il suo vitalizio retrodatato ad agosto, e con determinazione dirigenziale del 9 febbraio 2015 la Regione l’ha accontentato. L’assegno mensile non è fra i più alti: 3.286,56 euro lordi, ma Tatarella aveva fatto il consigliere meno di una legislatura, tanto che per essere in regola aveva dovuto versare allora una integrazione contributiva di 12.578,88 euro (circa 4 mensilità del suo attuale vitalizio). L’assegno, anche se deciso a febbraio, è stato corrisposto a uno degli ultimi colonnelli di Gianfranco Fini retrodatato all’agosto 2014, perché fino a quella data Tatarella era ancora eurodeputato e stava terminando solo allora i suoi tre lustri vissuti a Bruxelles.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

T F R in busta paga = Ti Frega Renzie

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

" un ben architettato crimine contro il popolo italiano " MA CHE TI SEI BEVUTO?? tutto il popolo italiano si trova in condizioni peggiori ?? allora quelli che continuano a votà sta gente so tutti scemi !!

paolo b., ancona Commentatore certificato 08.03.15 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Il job act voluto da Renzi mi sembra proprio una presa in giro per i nuovi lavoratori .
Le tutele crescenti non sono per i lavoratori, ma per gli imprenditori. 8.5 mila euro l'anno per tre anni (25 mila euro) di sgravi fiscali (a fondo perduto) che l’imprenditore non pagherà di tasse. Ma queste leggi le scrivono con i piedi questi farabutti? Sono leggi vergognose a favore solo degli imprenditori i quali prima vengono premiati con questi sgravi fiscali ( che poi vengono sempre equiparati da altrettanti prelievi dai soliti tartassati: i lavoratori dipendenti e i pensionati) poi possono licenziare
tranquillamente dopo i tre anni anche senza giusta causa. Sarebbe stato più giusto aggiungere alla legge la postilla che se il datore di lavoro, trascorsi i tre anni previsti, licenziava il lavoratore era costretto a restituire il totale degli sgravi fiscali in una unica tranche da consegnare direttamente al lavoratore licenziato in qualità di indennizzo. O, al limite, che lo stesso datore di lavoro dovesse restituire i suddetti sgravi fiscali allo stato, visto che lo stesso avrebbe disatteso il motivo per cui tali soldi gli erano stati elargiti cioè creare posti di lavoro a tempo indeterminato. Certo un governante serio la legge l'avrebbe fatta in questo modo per garantire lo stato e i suoi cittadini da eventuali furboni che, invece, la useranno per non pagare le tasse, ma siccome questa legge è stata fatta in questo modo vuol dire che il furbone è Renzi che vuole agevolare sempre i suoi amici capitalisti con gravi danni per tutti noi e per chi spera in un lavoro.
Detto questo dobbiamo renderci conto che la responsabilità dello sfacelo del nostro paese è, sì dei nostri governanti, ma in uguale misura di chi permette che questo avvenga continuando a votarli e a sostenerli tappandosi contemporaneamente occhi (per non vedere), bocca (per non dissentire) e naso (per non sentire il tanfo che questi emanano). Sveglia, quindi l’unica alternativa é il movimento 5 stelle.

Luciano. L. 08.03.15 20:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Vero

ilir bicaj 08.03.15 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Dopo una vita a far sacrifici per portare l'azienda per cui lavori, ai massimi livelli, non ha prezzo. Ma se per una sfortuna maledetta l'azienda fallisce, ti ritrovi spaesato e incredulo.
La tua famiglia, i tuoi figli ti obbligano a non mollare, e allora ti rimetti in gioco, con la convinzione che non avrai problemi a trovare lavoro, hai dalla tua parte un esperienza ventennale e puoi contare su una tua professionalità solida.
Ma quando dopo cinque anni di ricerca e invii di curriculum, ti chiedi quando ricevi queste risposte, MA COME CAZZO LI CERCANO QUESTI DIPENDENTI?
RACCOMANDATI forse, e allora ti viene da dire e mandare il tuo Stato AFFANCULO perchè lui invece di sostenerti, ti ammazza con tasse e ritasse.
QUESTA NON E' VITA, MEGLIO MORIRE.
43 anni buttati nel cesso.


Caro Renzi, ecco le aziende che assumono con tutti i tuoi sgravi:

Abbiamo ricevuto il Suo curriculum,

siamo spiacenti di comunicarLe che Le Sue caratteristiche professionali non ci consentono, al momento, di inserirLa adeguatamente nel nostro organico.

La ringraziamo per il Suo interesse rivolto alla Nostra Società, Le facciamo i migliori auguri per il Suo futuro professionale e cogliamo l'occasione per porgerle i più cordiali saluti.
Direzione Risorse Umane

MASSIMO dd (), cava de'tirreni Commentatore certificato 08.03.15 19:54| 
 |
Rispondi al commento

La criminalità esiste perché hanno messo il Grande Faro, il poliziotto numero uno:

R E L I G I O N

Sparite le r e l i g i o n i sparisce la miseria e il delinquere.

Think about it:

la gente a tutt'oggi si lascia ancora convincere seriamente che c'è un omino invisibile lassù nei cieli, che vede tutto quello che fa, e l'omino invisibile dei cieli ha una lista di dieci cose in particolare che il timorato e la timorata non devono fare, e se le fanno sono cazzi amari... però li ama. E' sempre a corto di grana però li ama. Vede tutto, sa tutto, capisce tutto ma mistero, proprio non gli riesce con le spese. La c h i e s a fa miliardi a palate, non paga una lira di tasse neanche se li ammazzi e hanno sempre bisogno di qualcosina in più. Che barzelletta!

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutto giusto, pero' lancio un'idea:

con il riciclo dei rifiuti si guadagna e naturalemnte si fa anche un servizio per il paese.

nessuno impedisce di farsi un proprio centro di riciclo rifiuti.

soprattutto il m5s, essendo anche una forza politica non indifferente, potrebbe farlo, senza tanti intoppi, perche' grande movimento di popolo, grande visibilita' etcetc. quindi:

invece di ridare i soldi che gli competono per le elezioni (svariati milioni di euro), potrebbe con qeusti creare vari centri di smaltimento rifiuti, dando lavoro a motla gente. e creando un circolo virtuoso tra il governo, parlamento, regione, comuni, le associazioni, partiti, movimenti politici etcetc., che, anche solo per non essere da meno, potrebbero cominciare a fare veramente cose pratiche (naturalmente positive) e per la gente.

se certe cose non le fa (almeno per prima) il m5s, chi le puo' fare?

il m5s dovrebbe farle.

carlo 08.03.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'altra sera ho partecipato ad un incontro a Prato organizzato da una consigliera comunale della lista civica Biffoni, Garnier, che Biffoni stesso, sindaco di Prato, ha ora buttato fuori dalla maggioranza per le critiche eccessive,in questi pochi mesi di amministrazione pd, a lui e alla giunta della città'.... Fra le critiche la posizione di Biffoni sull'aereoporto di Peretola, quando in campagna elettorale aveva detto che si sarebbe sdraiato perfino sulla autostrada per non fare realizzare la nuova pista a Peretola ( con gli aerei che passeranno tutti sopra le case di Prato a 300 mt di altezza ogni 10 minuti). Ora invece Biffoni, voluto su Prato da Renzi è strappato al parlamento senza fare neanche le primarie, tentenna e vuole affidarsi agli studi dell'ISS o del CNR per capire se questo Aereoporto ora che lo vuole Carrai e Renzi, fa male davvero ai cittadini di Praro e della Piana... In occasione di questa serata ho incontrato uno dei Presidenti dei imitati no Aereoporto, il sig Ciulli, che mi ha segnalato che i 5 stelle, i parlamentari del M5s, non si sono mossi allivello parlamentare di Roma odi Bruxelles per questo Aereoporto di Peretola, che rappresenta per i praterie i fiorentini, coi suoi 400 milioni dietro di budget, la nostra piccola tav, il nostro Expo... Grandi opere che poi generano appalti e subappalti... Che fanno i parlametari toscani del Movimento 5 stelle? Con le ruspe che partiranno a giugno dietro i primi 50 milioni di euro dello sblocca Italia? Dicono e non fanno? Dove sonoleinterrogazioni al parlamento di Roma e a quello di Bruxelles, che potrebbe bloccare questo nuovo Aereoporto anche perché' le distanze da Aereoporti esistenti sono inferiori agli 80 km previsti per i nuovi Aereoporti dalle normative europee?E non c'è' dubbio che, con una pista di 2000 o 2400 mt orientata in direzione di Prato questo Peretola ' un nuovo Aereoporto?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 08.03.15 19:39| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO COLUI CHE GIORNI ADDIETRO HA PUBBLICATO QUELLA LETTERA DI CATILINA CHE FACEVA NOTARE AI ROMANI ANTICHI CHE MENTRE IL POPOLO MORIVA DI STENTI, COLORO CHE GESTIVANO LA RES-PUBLICA SI
ARRICCHIVANO E VIVEVANO DA RE.
SE BEN RICORDO CATILINA SI RIBELLO'.MA QUANTI DI VOI, CHE VI SOLLAZZATE SOLO NELLO SCRIVERE, HANNO
I C...NI PER ACCOLTELLARE I TIRANNI?
BASTEREBBERO POCHI MA DECISI.

a.d.v. 08.03.15 19:33| 
 |
Rispondi al commento

La colpa è di che preferisce scegliere prodotti economici Made in China, si spende qualche centesimo in meno ma la qualità è pessima. Sono prodotti fatti da persone sfruttate, sottopagate, che lavorano male, in fretta e senza cura perché non hanno nessuna specializzazione, vivo in Cina da sette anni e conosco bene queste realtà. l'Italia e gli italiani vogliono questo, non ci pensano quando vanno a fare la spesa tutti i giorni, per ogni prodotto Made in China che comprano c'è un italiano che perde il lavoro. Forse ho un po' esagerato ma la realtà non è così distante.

Marco Bongiovanni 08.03.15 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’obiettivo di Renzi è un genocidio di massa senza "sporcarsi" le mani. Un ben architettato crimine contro il Popolo Italiano.

...................

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 08.03.15 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La rottamazione dei lavoratori maturi ( over40/50/60) è attiva da sempre, ma solo negli ultimi anni di crisi si è accentuata. Noi denunciamo questo grave lacuna da oltre 10 anni e ci facciamo sempre carico di parlare con tutti nei convegni o nelle sedi istituzionali, con il risultato di non essere assolutamente ascoltati. Pensare ad un reddito di cirttadinanza è un'ottima cosa, purchè ci si protegga da coloro che attraverso tale strumento intendono vivere alle spalle della gente onesta.
La disoccupazione in età matura in termini numerici e non in termini percentuali è almeno il 30% superiore della disoccupazione giovanile. ma si parla solo di questa ultima in modo DEMAGOIGICO, non tenendo conto che se la disoccupazione giovanile (problema grave) rappresenta una limitazione del futuro, la disoccupazione in età matura rappresenta un problema del presente che ha notevoli effetti sulla disoccupazione giovanile e quindi sul loro futuro. Ci sono gli strumenti per combatterla? Ci potrebbero essere, ma sono le aziende che invece devono cambiare atteggiamento nei confronti dei lavoratori maturi. invece dicono sempre che i lavoratori devono cambiare mentalità. C'è molto da meditare e soprattutto da fare.
Giuseppe Zaffarano
Presidente Associazioen Lavoro Over 40

Giuseppe Zaffarano 08.03.15 19:22| 
 |
Rispondi al commento

La questione è una e semplice: una parte dei cittadini deve pagare in qualche modo i piccoli GRANDI lussi dell'altra parte. Quest'ultima lo sa e ciurla nel manico; molti sfortunati della parte immolata, invece, sono consapevoli, altri non lo sono affatto e così la giostra va avanti, come accade nello più spietato meccanismo della catena alimentare che regola il regno animale (dove gli animali sono migliori degli uomini).

A 08.03.15 19:20| 
 |
Rispondi al commento

La differenza tra nord e sud è tutta lì.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 19:19| 
 |
Rispondi al commento

stiamo assistendo ad uno sfacelo dello Stato Sociale; gli ultimi governi ogni riforma che fanno,peggiorano la precedente,di qualunque cosa riformano.
la riforma del lavoro pensata per i giovani(ma gli schiavizzano),non include cittadini come me e tanti che hanno cinquantanni e più.
il governo dopo tante pressioni modificherà la "fornero",e da come hanno anticipato se vuoi andare in pensione prenderemo molto meno di quello che ci spettava.
vi faccio il mio esempio(ma credo che sia la situazione di tanti) : ho 59 anni,39 di contributi(faccio elettricista nei cantieri),lavoratore precoce,primo potevo andare in pensione con i 35 anni,adesso ne devo fare 42 anni e 11 mesi,ma la mia azienda ha chiuso per fallimento perchè operava in appalti pubblici e non riusciva a farsi pagare i lavori per il famoso patto di stabilità( e di conseguenza 90 lavoratori a casa),non riuscirò a trovare lavoro e quindi a versare contributi e di conseguenza devo aspettare i 67 anni.
come si fa ad avere fiducia nelle Stato Italiano,quando schiavizza il futuro dei giovani nel mondo del lavoro e chi è vicino alla pensione agonizza solo a sentire i governi che riformano una volta all'anno le pensioni.
Siamo messi male e se penso che se non c'era il M5S,dove saremmo sprofondati.
non se ne può più.
saluti

michele p., torino Commentatore certificato 08.03.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1629 8-3-2015 DONNE

8 marzo, festa delle donne – Parte il microcredito voluto dal M5S – Reddito minimo di cittadinanza – La Lega cos’è – Gramellini – La truffa

“Donne: una maggioranza discriminata come fosse una minoranza”. (Viviana)
.
Viviana
Oggi stanno distruggendo i diritti dei lavoratori.
Oggi stanno distruggendo i diritti dei cittadini.
Ma i diritti delle donne li distruggono da sempre.
Riconoscerò caratteri civili e onorevoli solo a quel partito, a quello Stato e a quella Chiesa che riconoscerà i miei diritti di lavoratrice, di cittadina e di donna.
.
Rita L

Buongiorno al blog e auguri a tutte le donne!
Auguri di vita nuova.
Via dai soprusi sul posto di lavoro, via dalla violenza domestica, via dalle discriminazioni religiose e culturali.
Via!
Da chi ci compra
Da chi ci vende
Da chi ci vuole per consumare prodotti e vuole consumarci come un prodotto.
Via! Da chi ci lapida, ci insulta, ci espone in vetrina e sugli altari.
Da chi ci immagina immagini.
Ci vela, ci spoglia e ci uccide.
Libere!
Mimose e primavera a tutte noi.


Per leggerlo tutto clicca il mio nome
oppure vai a
http://masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 19:08| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è il lavoro, il problema è disarmare la police.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Se c'era un modo per mettere a tacere il Movimento niente avrebbe potuto essere più efficace della decisione di non presenziare nelle televisioni ! Decisione assurda che non ha spiegazioni a meno di non pensare a forti pressioni a cui non si può dire di no ! Se così fosse , caro Beppe , trova una scusa e chiudiamo baracca e burattini così non perdiamo più tempo e diamo campo libero ad altre forze a cui abbiamo tolto spazio e visibilità .


Il genocidio dei cinquantenni? C'è anche un'altra persona responsabile ed è colei che con la sua bella riforma delle pensioni ha creato miseria e morte.

Chissà come farà a vivere...... quella brutta befana

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amavo ogni cosa nel mondo.
E non avevo che il mio bianco taccuino sotto il sole».
-----------
Sandro Penna

Arj (freccia nera) 08.03.15 18:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Il movimento 5 stelle è l'unico che si avvicina alla vera soluzione dei problemi come il reddito di cittadinanza. Ho 53 anni e da 5 che non lavoro , ho spedito più di 200 C V sempre ricevendo picche. Ora vi chiederet come faccio a campare . Sol operchè avevo ancora igenitori anziani e una compagna che ogni tanto lavora. Cari politici del M5S cominciate in massa a d andare in TV a spiegare le cose perchè la gente purtroppo non viene sul blog ma guarda i messaggi dei pinocchi di Stato . Inoltre e doveroso da parte vostra mandare Paolo Brnard in trasmissioni per spiegare come si esce dalla morsa della grande finanza , PROPONETELO COME FUTURO MINISTRO. Una cosa però la dico : questi politici stanno scherzando con il fuoco perchè state sicuri che la gente si stà incazzando sul serio e tanti di loro invece che suicidarsi preferiranno mandare all'altro mondo questi politici traditori del PD e EX PDl che ci hanno rovinato , inoltre non serve andare a Roma ma qualsiasi amministratore comunale , provinciale , regionale che appoggia questi partiti si deve sentire responsabile di questa situazione. Speriamo che questo non avvenga ma la vedo sempre pià brutta e la pazienza della gente è arrivata al limite

Stefano Peressini 08.03.15 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe fai qualcosa. grazie Beppe.

angelo 08.03.15 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma lo sapete che con internet ci si può creare un lavoro e non solo passare il tempo? Ci sono tante persone da cui prendere esempio, anche ex cassaintegrati o ex disoccupati, che hanno trasformato le loro passioni in fonti di reddito in continua crescita e in maniera automatica. Il walfare sparirà quindi che cosa fate? Il mondo è cambiato e bisogna adattarsi in maniera costruttiva, bisogna cambiare mentalità. Si impara molto anche dai giovani

Sabina M. 08.03.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo scritto del cittadino Cesare Bertolino fa venire i brividi.
L'obiettivo del capitalismo criminale è quello di portare il popolo al cannibalismo.
La vera tragedia è che ci sono milioni di italiani che vivono in un altro pianeta e si lasciano abbindolare dalle chiacchiere dei delinquenti che entrano in politica esclusivamente per mangiare, bere e fottere.
Ma quando gli italiani si sveglieranno dal lungo letargo che dura ormai da centinaia di anni? Ecco perché nel 2015 non siamo ancora uno Stato.
Spagna o Francia purché se magna non esisterà più per il 90% dei cittadini italiani.

saverio battaglia 08.03.15 18:25| 
 |
Rispondi al commento

IO NON VOGLIO ALCUN LAVORO! CHI LAVORA, LO FA ANCHE GRAZIE A ME!

Fin da bambino io ho desiderato vivere decorosamente, senza l'assilo di un lavoro a cui dedicare talmente tanto tempo che potrebbe equivalere ad una una intera vita.
Capii che il denaro era necessario per vivere e che il guadagnarlo comportava una forma di schiavitù, da cui solo il denaro poteva liberarti.

MI guardai attorno e osservai che tutti, ma proprio tutti, affermavano che erano interessati all'acquisizione di denaro, ma poi osservai che la maggioranza mentiva: non erano interessati al denaro, ma a ciò che con il denaro si poteva comperare! Osservai che la maggioranza spendeva la propria vita per acquisire beni, stili di vita da ostentare e per tale pratica consumavano la vita per acquisire quel denaro da spendere per tali usi e consumi. Tale pratica, non solo ti libera dalla schiavitù di acquisire costantemente del denaro, ma addirittura aumenta tale forma di schiavitù.
Queste osservzioni mi permisero di comprendere cosa significa realmente "liberarsi dalla schiavitù di acquisire denaro, tramite il denaro"

L'acquisizione di denaro implica una forma di schiavitù da cui solo il possesso di denaro può liberarti; fantastico!

Capire questo aspetto del vivere e della vita ti permette di osservare il "sistema" con occhi completamente diversi da come lo osserva la massa dei lavoratori o aspiranti lavoratori.

Come?

Ci sono cose che se uno non le capisce, non serve spiegarle.


bellissima e commovente!!!!!!!

Maurizio De Tomasi, Alghero Commentatore certificato 08.03.15 18:20| 
 |
Rispondi al commento

E dire che basterebbe ridurre gli esagerati stipendi dei dirigenti pubblici ed eliminare tutti quegli uffici inutili e mangiasoldi!

Paolo Nardini 08.03.15 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Una vergogna tutta italiana.

Guido Manca 08.03.15 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il 5 gennaio a 62 anni piccola partita iva operatore sanitario dopo 3 anni(con solo 1 mese di preavviso ) causa perdita appalto mi hanno mandato a casa senza naturalmente 1 euro di ammortizzatore sociale.non avendo contributi necessari non posso neanche chiedere pensione.quindi ai poveri pedate nel culo e nei denti !!!se peenso a quelle sanguisughe che percepiscono superpensioni d'oro,sinceramente mi sento un po' irritato

daniele ferrari 08.03.15 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Come mai il M5S non si è pronunciato sulla firma dei decreti attuativi del jobs act da parte del presidente Mattarella?

massimo taurisano 08.03.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna paura
che mi calpestino.
Calpestata, l'erba
diventa un sentiero.

Blaga Dimitrova

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato 08.03.15 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

maria antonietta oliva io al massimo se hai la patente ti posso donare il camperaccio scassato in cui vivo.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 18:10| 
 |
Rispondi al commento

@ Lenin Nicolaj

io son d'accordo con te, ma qui mi dicono che Gandhi non vuole! Che aggia fa??

Arj (freccia nera) 08.03.15 18:08| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA E' UNA GUERRA E ALLA FINE NON CI SARANNO VINCITORI E VINTI....MA SOLO VINCITORI.
AFFAMARE LA BESTIA PERCHE' MOSTRI DI ESSERE
AMMAESTRATA.QUESTO L'OBIETTIVO DEI COMANDANTI.
CINQUANTENNI...? SIETE FOTTUTI....A MENO CHE NON
VI ISCRIVIATE AL PD O CGL...E QUANDO CI ANDATE METTETE UN GILE' ROSSO O UNA FELPA ROSSA....
SILVIO E' STATO UN LUNGO DIVERSIVO UN PONTE PER FAR DIMENTICARE IL MURO DI.... ? IMAGINATE UN PO'?
E' TUTTO SCRITTO: LA PESTE ROSSA DILAGHERA' PER L'EUROPA E CHI SI OPORRA' SARA' GIUSTIZIATO...
CIAO A TUTTI.

cres 08.03.15 17:59| 
 |
Rispondi al commento

io credo che agli esodati invisibili non resta che armarsi ... di fucili, pistole, coltelli e macete ... insomma, qualsiasi cosa che sia un'arma ...

e vendere cara la pelle (come se dice) ...

ps: io sono uno di loro, eh !


A 47 anni anche io mi sono ritrovato senza nulla, una famiglia da sostenere e nessun lavoro, premetto che ho lavorato per 25 anni in un campo altamente specializzato, ho cercato lavoro in Italia per 6 mesi, solo parole e situazioni precarie, allora ho deciso di partire per Londra, al primo colloquio ho ricevuto un'ottima offerta ed ora lavoro in una azienda nel terziario avanzato dove l'eta' media dei colleghi e' al di sotto dei 30, anche io mi sento molto piu' giovane.
Triste pero' vedere quanti ragazzi italiani siano qui, tutti in cerca di un lavoro serio, tutti altamente specializzati, mentre in italia si pensa alla ultra-mega-banda....ma quale banda se poi non c'e' nessuno che la possa sfruttare?

Giuseppe Persiani, Martinsicuro Commentatore certificato 08.03.15 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi ritrovo a scrivere a Voi,non è facile,esprimere l'accaduto tramite questa mia, che spero possa essere attenzionata.Ho bisogno di aiuto,di aiuto vero,prima che possa fare un gesto inconsueto.Mi trovo in situazioni miserrime,non dovute per mia volontà o superficialità,ne che non abbia voglia di lavorare.Sono venti mesi che vivo un'inferno, un vero inferno,quotidiano.Da quando mio marito se ne è andato,volato da un Dio che ha dimenticato che esisto.Sono la seconda moglie, che brutto dire seconda,anche perché conto meno di nulla per la legge italiana,nonostante il mio fosse un matrimonio con rito civile.Vivere accanto ad un malato terminale è difficile.Non ho potuto portare mio marito nella sua città natia,era lui che pensava a me e i soldi che ci avevano prestato per le sue cure erano terminati,così ho contratto un debito per i funerali,dando mille euro di acconto, ed ancora oggi debbo all'agenzia funebre duemila cinquecento euro.La pensione mi è stata erogata a gennaio 2014,sei mesi dopo il suo decesso, senza aver mai avuti gli arretrati.Non sapevo ne immaginavo,l'INPS sapeva,tutti sapevano tranne io,la prima moglie aveva presentato ricorso in Tribunale dicendo che mi ero appropriata della sua pensione.Per farla breve, non avendo trovato un valido legale,vince la causa,la pensione spetta a lei,compresa una parte della liquidazione che ancora oggi non è stata erogata.La signora lavora,ha un fidanzato benestante che la mantiene,ha un conto in banca,un'auto appena uscita nuova dalla concessionaria,altri beni e una casa di sua proprietà e si avvale del foglio ISEE.Loro sono stati sposati quattro anni ma divorziati quando mi conobbe,si sono lasciati per loro volere, mentre noi non ci siamo lasciati perché non andavamo daccordo,un Dio ha pensato bene di farmi trovare in mezzo ad una strada.A questo punto,non avendo nessuno sto pensando di porre fine a questa vita.Tutto questo credo sia ingiusto

MARIA ANTONIETTA Oliva 08.03.15 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le vere riforme che un vero governo (dalla parte di chi lo vota) dovrebbe fare e´LASCIAR LAVORARE chi vuole farlo.
E con lasciar lavorare intendo permettere a chi e´disoccupato di investire un minimo e cercare di crearsi un lavoro.
SENZA OBERARLO di tasse e norme e doveri prima ancora di poter iniziare a far qualcosa.
La societa´attuale e´strutturata in modo da favorire chi un lavoro ce l´ha e non chi deve crearselo.
Il jobs act dovrebbe prevedere un periodo minimo per chi inizia un´impresa di esenzione dalle tasse, un periodo minimo per garantire licenze e permessi.
Perche´mai come oggi e´facile e poco costoso iniziare un´attivita´online, soprattutto per uno di 50 anni con una certa esperienza.
Ma in Italia e´praticamente impossibile

Patrizia B. 08.03.15 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A QUESTO PUNTO I COMMENTI SONO SUPERFLUI. MA DOVE STIAMO ANDANDO, O MEGLIO DOVE CI STANNO PORTANDO??

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 08.03.15 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono un uomo di 55anni attualmente disoccupato e schifato dello Stato Italiano,'assurdo è che ancora nessuno se ne rende conto .ho perso il lavoro a causa di un cancro al rene , per circa un anno ho percepito l'assegno di invalidità ,ho chiesto di andare in pensione ,visto che nel frattempo sono subentrate altre malattie ,una mesenterite sclerosante (malattia rara) ernie discali (non operabili) mono rene ,,pressione alta ,ulcera ,acufene ,menisco rotto, una macchia al polmone da valutare.... eppure per l'inps io sono idoneo al lavoro!!!? Oggi è difficile trovare un lavoro alla mia età, ma ancora peggio con le mie problematiche..forse davvero una ottima soluzione è che il cancro faccia il suo corso....cosa altro dire??? W l'italia...

cesare pellegrino 08.03.15 17:40| 
 |
Rispondi al commento

LI GIOVANI…”LEONI”
Nun bastaveno li vecchi ladroni
a riduce i lavoratori a pelle e ossa,
mo so’ arivati ‘sti giovani… cojoni
a scavaje la fossa!

Sempre li piedi continuen’à scorticà,
d’accordo che ce nascheno li calli,
però, si so’ tumori puro quelli…
sanno che so’ facili a… stroncà!

Adano ‘ncomincià dar capoccione,
perch’è llà ch’er male nasce e cresce
fin’à ‘nfettà tutta la nazzione!
E da ‘sto male nessuno più… guarisce!

Come ’n collante li sordi tutti… unisce:
è troppo bello sedesse sur groppone
de ‘sti fessi, che jabbasta ’n minestrone
e si je levi puro quello… nun reaggisce!

E stamo ancora a sperà ch’à ‘sti banditi,
je rimorda la coscenza e so’… pentiti?
Defatti ...st'ann'à giurà che chi se l’è sfregnati,
so’ stati sempre… li pori salariati!


IL GENOCIDIO DEI CINQUANTENNI.

Ieri defini i "tengofamiglia", oggi fuori da mercato del lavoro, i "morti che camminano".

Il reddito di cittadinanza rappresenterebbe un'ancora di salvezza, è vero, ma non una dignitosa vita.

Noi della terra di mezzo rappresentiamo un peso, ma anche una forza se cambiamo punto di vista.

Bisogna guardarsi come massa produttiva, gente con esperienza e capacità qualificata.

Riusciamo a mettere a frutto queste due cose?

Non trascurate l'aspetto emotivo di sentirsi un peso, meglio sarebbe considerarsi una risorsa.

Qui bisogna inventarselo il lavoro, non aspettare i sussidi, che se mai arriveranno, potranno servire a chi non è riuscito a fare qualcosa.

Perchè non provare con delle Civic Company finanziate da noi stessi?

Possiamo partire con aziende chiuse o in difficoltà economiche che con la spinta di tutti possono ripartire, cosa fare? Un Made in Italy per esempio, un prodotto che il mondo appprezza.

Aziende agricole? Anche.

Utilizzare beni demaniali, perchè no?

Bisogna innescare un circuito virtuoso che produca beni e benessere, collaborare, condividere, "unire le forze".

Mi piacerebbe vedere questi argomenti discussi sul Blog, targati 5 Stelle.

La vera rivoluzione sarebbe quella di creare reddito senza pesare sulle casse dello Stato, senza bussare alle solite porte per elemosinare un tozzo di pane!

Puoi creare un fondo "provvisorio" per il reddito di cittadinanza, ma se non crei risorse poi finisce, dopo erogato il Reddito minimo Garantito, siamo in grado di creare i due/tre lavori da offrire a chi percepisce questo obolo?

Buona domenica.

Nando da Roma, che pensa e vive come una PMI, che il reddito se l'è sempre crato da solo come milioni di altri italiani.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 08.03.15 17:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedetevi le realtà urbane di transizione di Berlino e Londra
Prima o poi anche i lagnosi cinquantenni dovranno rimettersi in gioco costruendo realtà come quelle dell'isola di SAMSO (Danimarca ) visitata dal nostro bravissimo Mirko Busto
Per farlo il reddito di cittadinanza però è indispensabile
Quello che devono fare lo sanno anche i gatti
ditemi ? ............Chi hanno votato questi cinquantenni !


Rosa Anna 08.03.15 17:29| 
 |
Rispondi al commento

volatile che volatile, la v e r g i n e volante?

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 17:28| 
 |
Rispondi al commento

sono una PIVA over 50 , non di quelle fasulle , peggio! sono una libera professionista , non ho alcun ammortizzatore sociale e non arrivero' mai alla pensione , dall'inizio della crisi (2007) non posso piu' versare i contributi ,nel mio campo il lavoro è fermo e io non ho piu' alcuna speranza ! l'unico raggio di sole me lo da la consapevolezza di aver dato il mio voto alle persone giuste!
Grazie Beppe

MANUELA ., ROMA Commentatore certificato 08.03.15 17:24| 
 |
Rispondi al commento

staff@@ la app del movimento da mobile non la usa nessuno perché si finisce la batteria, la sincronizzazione automatica dei commenti mettete come su facebook, il popolo non posta perché vuole tutto live mica perché, avete fatto tutte modifiche ma non funziona più cosa.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido. Ciò di cui si parla nel post è criminalità legalista bella e buona. E' meglio porvi rimedio anzitempo ...

franco p., catanzaro Commentatore certificato 08.03.15 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha ideato certi meccanismi del Jobs Act potrebbe essersi ispirato ad alcune delle più antiche tradizioni dell’umanità, a quanto pare un tempo presenti anche in Italia. Circa cinquemila anni fa si usava ad esempio che il figlio erede un bel giorno accompagnasse suo padre lungo un corridoio costeggiato da una muraglia costruita appositamente, fino all’orlo di un burrone. La muraglia era decorata da dei graffiti e da scritte tipo #vecchiostaisereno. Lì, il giovane offriva delle bevande e dei cibi allucinogeni e avvelenati all’anziano genitore, viveri che procuravano un effetto stordente simile a quello degli ottanta euro. Dopodiché, quando il vecchio non capiva più niente, il giovanotto lo faceva precipitare giù per la scarpata. Dato che per motivi di età Renzie non può ritenersi un padre della Patria, c’è solo da sperare che non auspichi diventarne, in questo senso metaforico, il figlio.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.03.15 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, vedo che tra cagne fetide,boscaioli,sfigati,depressi,ubriaconi e fascisti,noi 50enni siamo l'elite!
Auguri e figli maschi!

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 08.03.15 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vera vittoria per le donne sara´quando non si festeggera´piu´la festa della donna, perche´non avra´piu´senso ne´motivo di esistere.
Quando non si parlera´piu´di diritti delle donne, ma di diritti umani che comprendono indistintamente tutti i sessi, anzi che comprendono solo la "razza umana" allora sara´veramente non dico raggiunta, ma semplicemente presa per scontata la "parita´".
Non bisogna raggiungere la parita´, bisogna semplicemente farla valere.
La schiavitu´dei negri e´finita quando neri e bainchi sono stati considerati cittadini.
Quando non si parla di "nero" o di "bianco", ma di uomo, allora il razzismo e´finito.
Non e´la parita´che bisogna raggiungere, e´la distinzione che bisogna eliminare.

Patrizia B. 08.03.15 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E nessuno si illuda che sia come certe brutte malattie, cioe' che capitino sempre ad altri. Quest'uomo sono io, sei tu. Tutti sull'orlo del baratro, con la speranza di non precipitare.

Virna Garbarini 08.03.15 16:51| 
 |
Rispondi al commento


Egocentrismo di soluzioni finali con arbitri irrimediabili
C'è da sperare nella eterogenesi dei fini o temerla ?

Rosa Anna 08.03.15 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Beh, certo se andiamo a fare le pulci a QUELLI che al posto del cervello hanno l'uccello o a QUELLE che sono o.che, gal.line eccetera....come diceva un amico mio "non si salva neanche il gatto"!!


Vorrei augurare a tutte le pollastrelle del blog, tanti tanti auguri!!!!!

vittorio m., iglesias Commentatore certificato 08.03.15 16:44| 
 |
Rispondi al commento

GENTILE DIREZIONE

QUESTO E' UNO DEI NUMEROSI COMMENTI CHE SCRIVEVA L'IDIOTA TORNATO ULTIMAMENTE NEI MIEI SOTTOCOMMENTI. (POTETE CONTROLLARE NEGLI ARCHIVI). CI FU LA DENUNCIA ALLA POLIZIA POSTALE, SPARI', MA OGNI TANTO RIEMERGE E SI RICONOSCE BENE DALLO "STILE"

@Patty Ghera
Ciao cagna rognosa.
Sono contento che appena entro qui trovo la tua fetida presenza.
Cagna,com'è che invece di lavorare stai sempre qua a latrare in favore della PDL (popolo dei ladri)?
O sei una delle tante parassite che vive del finanziamento pubblico?
Comunque mi fa piacere che stai qui:ho proprio voglia di dare la caccia ad un merda come te oggi.

Solo Pùffin ti darà forza e grinta a volontà 22.02.08 15:55

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 16:44| 
 |
Rispondi al commento

cara cittadina e cittadini over 50, ti scrive un over 70 certamente da rottamare ma non ancora arrugginito. E poiché il numero dei giovani diminuisce per una serie di noti fattori mentre quelli dei rottamandi aumenta credo che fra poco il partito della ruggine avrà una solida maggioranza, come , dati anagrafici alla mano, già ha ben salda in Parlmento. Per vedere di farci ancora apprezzare quando l'esperienza conta sappi che stiamo avviando un motore di ricerca e di collocamento per rottamandi. Si chiama "top back to work" e lo vedrai prossimamente attivo cliccando su: www.topbtw.com Come si dice in inglese "count on experience" ha un suo bel valore. Perché il prezzo del rottame é e sarà in aumento..www.giorgiocomerio.com

giorgio c., milano Commentatore certificato 08.03.15 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Giorno. Io sono uno di quelli descritti nella lettera del Bertolino. Infatti sono over 50. Il lavoro l'ho perso da anni e non lo cerco nemmeno più, almeno non nelle criminali e offensive Agenzie Interinali, e nemmeno nei covi per Impiegati fancazzisti dei "Centri per l'impiego".
Ma se Renzi e la sua banda Bassotti, ovvero gli idioti Piddini, pensano di farmi fuori per mangiarmi i pochi soldi della pensione maturata che forse non mi daranno mai, si sbagliano. Io non cedo alla disperazione e anzi aspetto il momento per vendicarmi di costoro. Può darsi che un giorno mi venga tra le mani un RPG che non esiterei ad usare contro costoro e le loro marce Istituzioni. Lo Stato è il mio nemico numero 1 e i suoi servi sciocchi pure.
Cmq, domani, ore 7, andrò a tagliare legna, in nero naturalmente, e se tutto va bene la pagnotta me la guadagno per qualche giorno, alla faccia del pinguino cretino fiorentino.
Sono anni che tentano di farmi morire, ma io mi oppongo con tutte le mie forze e loro non mi avranno mai. Preghino il loro Dio di non trovarmi mai sulla loro strada, magari armato, in una situazione di guerra, perchè a morire sarebbero loro. Io sono un Guerriero, essi sono solo degli scarafaggi, invece. Saluti.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.15 16:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

8 marzo, Papa Bergoglio:

"Se non avessimo donne
sarebbe mondo sterile"

Anche Bergoglio all'Angelus ricorda la festa della Donne

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un po' di storia... non so quanto affidabile...

http://www.meteoweb.eu/2015/03/giornata-internazionale-della-donna/408162/

ps

@tutteledonne p.e. ministrietsimilia...

che in questi ultimi anni hanno contribuito al progresso della decadenza di questo paese:

andate tutte a f...irenze e salutatemi matteo!

3pabblo 08.03.15 16:27| 
 |
Rispondi al commento

FORSE SI INIZIA A SVEGLIARCI FUORI,COMUNQUE ASSOLUTISSIMAMENTE D'ACCORDO CON IL POST

alvise fossa 08.03.15 16:23| 
 |
Rispondi al commento

coalizziamoci e denunciamo lo stato per induzione al suicidio!

mascolo luigi marcello 08.03.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento

...Eppure, nelle stesse società liberali le cui belligeranti élite ci impongono (con fasci di mimosa ndr) di non dimenticare mai;
del crescente pericolo di un moderno tipo di fascismo non si parla, perché è il loro fascismo.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14740

Ancora voglion macchiare
la mia patria di sangue operaio
quelli che parlan di libertà
ed hanno le mani nere.
Quelli che voglion dividere
la madre dai propri figli
e voglion ricostruire
la croce portata da Cristo.

Voglion nascondere l'infamia
che hanno addosso da secoli,
però il colore di assassini
non lo cancelleranno dalla faccia.
E già son stati a migliaia
quelli che hanno dato il sangue
e in torrenti impetuosi
hanno moltiplicato i pani.

Adesso voglio vivere

insieme a mio figlio e mio fratello
la primavera che tutti
costruiamo giorno per giorno.
Non mi spaventano le minacce,
padroni della miseria:
la stella della speranza
continuerà ad esser nostra.

I venti del popolo mi chiamano,
i venti del popolo mi spingono,
mi strappano il cuore a pezzi,
si avventano alla mia gola.
Così canterà il poeta
quando la morte mi porterà
per i sentieri del popolo
da adesso, e per sempre.

Vento del popolo - Miguel Hernández

http://youtu.be/ONQ0ZHQNQ9M

Laura Politi, PIsa Commentatore certificato 08.03.15 16:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La festa dell'uomo (inteso come maschio) non verrà mai istituita, infatti molti appartenenti a questo genere (per fortuna non tutti) al posto del cervello hanno un volatile...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 15:55| 
 |
Rispondi al commento

la colpa, cari over 40 e over 50 è solo vostra. Avete voluto votare pd, non ci avete votato? E mo ve la pigliate in saccoccia. Non solo, dovete stare zitti, e avere l'umiltà di dire:sono un imbeccile, non ho votato il m5s. Solo cosi vi perdonerei.

Luca C., Milano Commentatore certificato 08.03.15 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Persone che si permettono di dire ai commentatori che fanno schifo, perché non hanno postato commenti a loro graditi. Sinceramente non capisco chi sono questi personaggi e che ruolo hanno nel sito.

Angelo A. 08.03.15 15:49| 
 |
Rispondi al commento

L’iniziativa di celebrare la giornata internazionale della donna fu presa per la prima volta nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti su iniziativa del Partito socialista americano. L'anno seguente, nel 1910, l'iniziativa venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

Durante la Seconda conferenza delle donne comuniste a Mosca (1921), viene confermata come unica data per le celebrazioni l’8 marzo in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo nel 1917.

Falsi storici. In alcuni Paesi si fa invece riferimento a un episodio in cui alcune operaie americane, chiuse in fabbrica dal padrone perché non partecipassero a uno sciopero, persero la vita a causa di un incendio nel 1857. In Italia e altri Paesi si è fatto spesso riferimento a un rogo del 1911 a New York, nel quale persero la vita 134 donne. La leggenda narra che avvenne in una fabbrica di camicie - peraltro inesistente - l'8 marzo. In realtà l'incendio avvenne in febbraio e a seconda dei Paesi cambiano le date, i luoghi e il numero delle vittime.

Non c’è dubbio, le donne bruciate in una fabbrica funzionano come mito fondativo. Ma non è che funzionano troppo? Perché un’origine passiva ha avuto la meglio su una di ostinazione e ribellione (che, in questo caso, era pure la versione vera)? È come se invece di Rosa Parks che rifiuta di sedere “al posto dei negri” sull’autobus ricordassimo la sua estromissione da quell’autobus. Una caduta invece di una rivendicazione lucida e intenzionale.

È difficile immaginare Clara Zetkin e le donne che in quegli anni hanno combattuto in condizioni avverse e molto più ostili di oggi come persone passive, lagnose, remissive: più facile farlo con un numero indefinito di donne senza nome bruciate o morte soffocate chissà dove e quando.
---------------

Giudizio mio sui giorni nostri: vagonate di ipocrisia ovunque, di miserie "do ut des", solito scadimento in "festa" commerciale.

(A) freccia nera (A) 08.03.15 15:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Come ogni anno l’8 marzo si celebra la Giornata Internazionale della Donna, che in Italia molti conoscono come la Festa della donna.

In molti credono che questa ricorrenza nasca in memoria di alcune operaie morte nel rogo del 1908 della Cotton, una fabbrica di New York. Non è vero. La Giornata Internazionale della Donna è infatti nata un anno più tardi, nel 1909 (sempre negli Usa), per merito del Partito Socialista americano che, il 28 febbraio, diede vita a una manifestazione per il diritto di voto delle donne.

Successivamente, tra il novembre 1908 e il febbraio 1909, migliaia di operaie di New York scioperarono per settimane: chiedevano un aumento del salario e un miglioramento delle condizioni di lavoro. E così, nel 1910 l’VIII Congresso dell’Internazionale socialista, decise di istituire una giornata dedicata alle donne.

Ma la data che cambiò il corso di questa storia fu il 25 marzo del 1911 quando nella fabbrica Triangle di New York si sviluppò un incendio e 146 lavoratori (soprattutto donne) morirono.

La data dell’8 marzo entrò per la prima volta nella storia della Festa della Donna qualche anno più tardi, nel 1917: un gruppo di donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra; le delegate della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca scelsero l’8 marzo come data in cui istituire la Giornata Internazionale dell’Operaia.

In Italia si iniziò a festeggiare la Giornata della Donna nel 1922. Il simbolo, come noto, è la mimosa. Perché? Semplice: è uno dei pochi fiori che fiorisce a marzo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna informarsi ,leggere ,e condividere .... non siamo piu' i polli da tenere confusi come negli anni 50 ...bisogna prendere posizione http://www.libreidee.org/2015/03/pilger-obama-il-fascista-bugiardo-che-uccide-sorridendo

marco e., reggio emilia Commentatore certificato 08.03.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento

8 MARZO

La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922, dove si svolge ancora oggi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora che ci si ricordi di essere nell' Unione Europea (!) non solo quando si tratta di aumentare la pressione fiscale. Il ridicolo, per non dire il tragico, è che le persone prive di reddito sono comunque tassate dallo stato per quei pochi beni che consumano.

Francesco C. Commentatore certificato 08.03.15 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Chi perde il lavoro, oggi, non è per la strada, ma ha diritto in genere ad una indennità di disoccupazione (ASPI), già nata con la riforma Fornero e presente anche nel Job Act. Indennità che ammonta a circa il 75% del reddito precedente, viene erogata per un annetto (cambia a seconda dell'età del disoccupato e del periodo di contribuzione) e corrisponde più o meno a quanto avviene anche in altri paesi europei. Ciò che ci distingue invece da tutti gli altri paesi è che in Italia non abbiamo un reddito minimo di sussistenza garantito anche a chi, per varie ragioni (ad esempio perché è disoccupato da molto tempo, o non ha mai lavorato prima, o ha lavorato solo per brevi periodi, ecc.) non ha diritto a una indennità ordinaria. Mentre nel resto d'Europa queste persone sono tutelate da un reddito minimo, in Italia possono tranquillamente suicidarsi. Il reddito di cittadinanza dovrebbe coprire questa lacuna e metterci al passo con i partner europei. Non è tuttavia chiaro (non ho letto tutto il testo del ddl) se andrà a sostituirsi integralmente a qualsiasi altro ammortizzatore, o se sarà piuttosto complementare ad essi. Spero nella seconda ipotesi, perché se uno guadagnava 2500 Euro al mese potrebbe trovare ingiusto ritrovarsi all'improvviso con un reddito di 700 Euro, mentre con l'ASPI resterebbe comunque intorno ai 2000.

Leonardo Bignami Commentatore certificato 08.03.15 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'Na triste realtà...musica??

http://youtu.be/VrTIk0tCDmM

E' uscito a e quattordici precise,come 'n volgare passaparola,de domenica,a festa d'e donne,ma fa gnente...me pareva fossi solo...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e si.....noi cinquant'enni che perdiamo il posto di lavoro siamo INVISIBILI per il cosidetto...Governo! Per noi nel Job act non c'è un CAZZO e il sig. renzi ci lascia morire lentamente. Be, spero vivamente che loro facciano la stessa fine!

Rocco D., Ruvo di Puglia (BARI) Commentatore certificato 08.03.15 15:03| 
 |
Rispondi al commento

pur lavorando nel pubblico, in pochi anni ho assistito ad una traformazione del clima di lavoro a dir poco preoccupante. Mi auguro di arrivare presto all'età della pensione prima che capiti qualcosa di brutto anche a me e al mio lavoro !

pietro u., genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 15:01| 
 |
Rispondi al commento

CARA VIVIANA, DA GAY, IO MI VERGOGNO A DOVER "FESTEGGIARE" UN GIORNO DELL'ANNO, MI AUGURO CHE LE DONNE ILLUMINATE, LA PENSINO ALLO STESSO MODO! LA QUESTIONE DEI DIRITTI SOCIALI A MIO AVVISO MI OCCUPA 365 GIORNI L'ANNO E AL GAY PRIDE NON VADO É NECESSARIO MA INEFFICACE!

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 08.03.15 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse è ora di ascoltare l'istinto di sopravvivenza, prendere il fucile e riprenderci quello che è nostro...tutto il resto a che serve ?

claudio puggioni 08.03.15 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo in pieno, ho 57 anni, disoccupato da 7 anni, ho finito tutti i mii risparmi di una vita per potermi mantenere, ora sono costretto a vivere in una stanza in affitto in condivisione e non riesco più a pagare gli alimenti per la mia ex moglie e figli. E' proprio una vergogna questa classe politica, ho paura quando tutti gli Italiani se ne renderanno conto sarà ormai troppo tardi, l'Italia sarà distrutta.ì!

Giuseppe Glorioso 08.03.15 14:52| 
 |
Rispondi al commento

CI VUOLE SOLO UNA DEMENZA DA ABUSO DI PARMIGIANO ARRICCHITO DA ORMONI E DIOSSINA, PER SCRIVERE DI UNA "MINORANZA", GIA PERCHÉ PER CONTRO LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE, STA BENE AGLI EBETINI A CUI VA BENE LA "SOLIDITA DEL PRIVATO"? A IMBECILLE!

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 08.03.15 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Presente 53 anni da quando la mia precarietà fisica muscolo scheletrica sta cedendo mi vogliono licenziare facendomi mibbing e bossing da ditta pubblica. I vostri vari meetuppari non vogliono fare interventi e tutelare chi ha bisogno di assistenza chiedo di intervenire per fermare lo scempio e scendere in piazza che il numero è alto e facciamo tremare l'italia.

raoul romano Commentatore certificato 08.03.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Tutto fuorché parlare delle donne
Fate proprio schifo!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta lamentarsi rivolta subito,no partita iva io non pago piu un euro di merda di tasse ai mafiosi legalizzati,pittosto formo un associazione a delinquere e mi confronto con le loro,,quarantotenne incazzato nero,,,,,,,dopo 30 anni di cotributi versati.......le piazze vi aspettano,politici cazzivostri

sante mandozzi 08.03.15 14:42| 
 |
Rispondi al commento

ma quei milioni di ebetini che hanno votato renzie
e che hanno tra i 40 e 50 anni
non la pensano come te
sono felici e contenti
e se gli tolgono il lavoro non hanno nessun tipo di patema d anima per cui quello che rappresenti e vero in parte
tu appartieni alla minoranza insoddisfatta
fattene una ragione
se gli italiani stanno bene e riescono a farsi mantenere dalla solidità privata
a te fa gelosia?

roberto v., parma Commentatore certificato 08.03.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRESENTE!

SONO UN'ALTRO CITTADINO 53ENNE DISOCCUPATO

DAL 2008! AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 08.03.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI SILVIO E TUTTA LA SUA BANDA COMPRESO IL PD HANNO RUBATO DA TUTTE LE PARTI (ALITALIA, G8, TERREMOTI , EXPO, MOSE, DEBITO PUBBLICO, ALTISSIMO, CRISI ECONOMICA PROFONDA, DISOCCUPAZIONE ALTISSIMA, INFORMAZIONE CONTROLLATA, MAGISTRATURA MALTRATTATA, IMMORALITA’ DIFFUSA, IMPRENDITORI SUICIDATI, OPERE PUBBLICHE TRUCCATE CON PREZZI GONFIATI, PERDITA DI RISPETTO E DI CONSIDERAZIONE NEL MONDO, ECC.) , HANNO CORROTTO TUTTO E TUTTI, SONO MAFIOSI, TRUFFATORI ED EVASORI FISCALI ED HANNO COSI’ BRUTALMENTE DISTRUTTO IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA!!! E SONO STATI AIUTATI ANCHE DALLA MASSONERIA DEVIATA P2, P3 E DAI SERVIZI SEGRETI DEVIATI!!! INFAMI!!!

ORA DEVONO ASSOLUTAMENTE RESTITUIRE TUTTO IL MALLOPPO CON GLI INTERESSI, POI DEVONO ESSERE BUTTATI NEL CARCERE DURO COME SI MERITANO E SE VOGLIAMO VERAMENTE SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA DOBBIAMO CONDANNARLI TUTTI A MORTE MEDIANTE IMPICCAGIONE!!!

COSI’ DOBBIAMO FARE SUBITO SE VOGLIAMO VERAMENTE SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA!!!


Franco Rinaldin 08.03.15 14:07| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori