Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La banda ultralarga deve rimanere in mano pubblica #RaiWay - parte 3/3

  • 64

New Twitter Gallery

accessorete.jpg

Questa è la terza e ultima puntata sulla partita che si gioca sulle antenne della RAI controllate tramite RaiWay. Si parla del futuro della televisione (pubblica e privata) e della banda ultra-larga. Andrea Cioffi, capogruppo M5S al Senato, racconta gli interessi e le parti in gioco. Leggi la prima e la seconda puntata.

"Un restante 5-6% di Telefonica è stato trasformato in un convertendo per il quale non valgono le leggi di comunicazione (segnalare una partecipazione oltre il 2%) alla Consob. In sostanza non si sa chi può rilevarlo o averlo già rilevato. Magari Berlusconi? Perché no? D’altronde Berlusconi ha venduto proprio a Telefonica la sua quota in Digital Plus per 365 milioni e ora l’11% di Mediaset Premium per altri 100 milioni. In quell’occasione Mediaset dichiarò che quello era l’inizio di “un’importante alleanza tra Mediaset e Telefonica per prossime collaborazioni nelle rispettive attività pay in termini di tecnologia, know how e contenuti”. Nel frattempo Mediaset porta avanti con Telecom Italia un altro tavolo di trattativa: quello per far viaggiare Mediaset Premium sulla fibra ottica del gruppo telefonico.
Il convertendo nel luglio 2017 puo essere convertito in azioni Telecom Italia per un controvalore stimato di 750 mil di euro e pari ad una partecipazione azionaria del 6,5%. E se Mediaset avesse utilizzato i 500 milioni ricavati dalla vendita a Telefonica per acquisire una parte del convertendo? Nel 2017 si ritroverebbe azionista di peso di Telecom Italia.
Del resto, oltre a Telecom Italia, chi dovrebbe davvero aver paura di una rete pubblica in fibra se non Mediaset? Se poi Mediaset è già azionista di Telecom può solo avere doppiamente paura.
Come si colloca in tutto ciò il progetto di acquisizione delle torri di Raiway? Potrebbe anche essere una mera azione di disturbo per distogliere l’attenzione dall’altra partita.
Il 5 marzo abbiamo ascoltato in Senato il Presidente di Rayway, Rossotto. Ha detto che l’OPAS fatta da EI Towers (Mediaset) è un operazione anomala in quanto RaiWay non è scalabile. Inoltre RayWay (e quindi lo Stato) a causa dell'OPAS in corso, ha subito il blocco della possibilità di acquisizione. Ciò significa che non ha potuto partecipare alla gara per comprare le torri Wind che sono andate alla spagnola Abertis e che non potrà partecipare (fino al termine dell’OPAS che dovrebbe scadere il 26 giugno) alla gara per l’acquisizione delle torri di Telecom Italia.
Potrebbe questa essere stata un’azione di disturbo da parte di Mediaset per impedire che Ray way diventasse più forte?
Oggi, e di sicuro nel prossimo domani, la TV transiterà sulle reti dati. In fibra per le postazioni fisse (abitazioni) e attraverso le torri dei cellulari per la mobilità.
Avere le torri TV è utile anche per gestire la fase transitoria. Finché I 65enni di oggi non smetteranno di guardare la televisione tradizionale, le TV generaliste continueranno ad avere un peso. In sostanza per prossimi 10-15 anni. Il tempo per far costruire a Telecom la rete in fibra su una cospicua parte della popolazione e passare alla convergenza dei mezzi.
Infine una singolarità. Martedì 3 febbraio Renzi è da Vespa a Porta a Porta. Verso il minuto 62 Vespa chiede a Renzi che ne pensa del fatto che Mediaset potrebbe comprare Telecom Italia. Risposta: sono due aziende private facciano quello che vogliono.
A parte che l’anomalia di una domanda del genere (tecnica e industriale) in una puntata tutta politica… la risposta era sbagliata perché il presidente del consiglio avrebbe dovuto dire che dipende dall’antitrust perché si configurerebbe una concentrazione e quindi una posizione dominante. Non è che per caso era una specie di via libera a Silvio? Fa che il patto del nazzareno era questo in realtà? Ricordiamo Violante nel 1997 quando in aula alla camera disse che non si sarebbero toccate le televisioni?
Insomma in questa partita Mediaset potrebbe ritrovarsi ad essere player unico (o dominante) nel sistema infrastrutturale del futuro. Con il controllo delle antenne (Ti Tower + Rai Way) gestirebbe sia la TV digitale sia la trasmissione dati sulla banda 700 MHz; con l’ingresso in Telecom Italia avrebbe il controllo della rete in fibra ottica.
La partita che si gioca sul sistema infrastrutturale del domani (convergenza tra telefonia, internet e Tv) è in corso. Bisogna spacchettare un possibile monopolio privato prima che si concretizzi. Un monopolio naturale, come quello delle infrastrutture a servizio del sistema delle telecomunicazioni, non può che essere nelle mani dei cittadini.
Partiamo dalla rete per la banda ultralarga (fibra ottica) in mano pubblica. Il MoVimento 5 Stelle c’è! Toc toc… maggioranza ci sei?" Andrea Cioffi, capogruppo M5S Senato

P.S. Si ricorda la data limite per inviare la richiesta di certificazione delle liste civiche il 15 marzo per essere sicuri di poter ricevere la certificazione per tempo. Le indicazioni su questa pagina.
Alle liste ancora in formazione si ricorda che non possono utilizzare il logo fino a certificazione ricevuta, né possono inviare comunicati agli organi di stampa qualificandosi come lista del Movimento 5 Stelle o facendo annunci pubblici di primarie per conto del MoVimento 5 Stelle.
Agli organi della stampa si ricorda che esiste questa pagina dove poter vedere se una lista è certificata

____________________________________________________________________
FIRMA PER L'EURO

Cerca il banchetto più vicino a te per firmare per la legge di iniziativa popolare che consentirà di indire il referendum per decidere sul futuro dell'euro. Clicca sulla mappa:
banchettieuro_d.jpg

Il tuo contributo per consentire ai cittadini di scegliere attraverso un referendum se uscire o meno dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

8 Mar 2015, 09:48 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 64


Tags: Berlusconi, cioffi, Mediaset, rai, raiway, Renzi, Telecom

Commenti

 

grazie grillo,,ti cercavo,,un augurio ai 5 stelle ed ai senatori , a mattarella a grasso...azzolin crollera...ed il pd.. un antica parabola...dice kaliyuga...età del ferro...una grande statua fatta di ferro con i piedi di argilla era sulla terra .. una pietra rotolò dalla montagnia e cade ai piedi della statua ed andò in frantumi...la fine di questa socetà. ora siamo nelletà dellaquario... da molto tempo attesa... saluto ed a vederci presto...

tocco luigi 01.08.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,

una sola cosa in Francia:
http://www.alicebox.fr/

Credo non servano parole.

Giuseppe G., Borgo San Dalmazzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 11.03.15 13:24| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI SILVIO E TUTTA LA SUA BANDA COMPRESO IL PD HANNO RUBATO DA TUTTE LE PARTI (ALITALIA, G8, TERREMOTI , EXPO, MOSE, DEBITO PUBBLICO, ALTISSIMO, CRISI ECONOMICA PROFONDA, DISOCCUPAZIONE ALTISSIMA, INFORMAZIONE CONTROLLATA, MAGISTRATURA MALTRATTATA, IMMORALITA’ DIFFUSA, IMPRENDITORI SUICIDATI, OPERE PUBBLICHE TRUCCATE CON PREZZI GONFIATI, PERDITA DI RISPETTO E DI CONSIDERAZIONE NEL MONDO, ECC.) , HANNO CORROTTO TUTTO E TUTTI, SONO MAFIOSI, TRUFFATORI ED EVASORI FISCALI ED HANNO COSI’ BRUTALMENTE DISTRUTTO IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA!!! E SONO STATI AIUTATI ANCHE DALLA MASSONERIA DEVIATA P2, P3 E DAI SERVIZI SEGRETI DEVIATI!!! INFAMI!!!

ORA DEVONO ASSOLUTAMENTE RESTITUIRE TUTTO IL MALLOPPO CON GLI INTERESSI, POI DEVONO ESSERE BUTTATI NEL CARCERE DURO COME SI MERITANO E SE VOGLIAMO VERAMENTE SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA DOBBIAMO CONDANNARLI TUTTI A MORTE MEDIANTE IMPICCAGIONE!!!

COSI’ DOBBIAMO FARE SUBITO SE VOGLIAMO VERAMENTE SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA!!!


Franco Rinaldin 08.03.15 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Uomo, se anche tu fossi tanto saggio da chiedere perdono
per te per quello che ti precedettero
e per quelli che seguiranno
difendendo una stessa stolida arroganza
il pregiudizio dei pregiudizi
e la presunzione che ti spetti il potere
per esser nato con un cromosoma in meno
se anche ti rendessi conto cosa vuol dire
vivere nel corpo di una donna
soffrire le pene di una donna
aggiungere ai problemi del vivere comune
tutti i problemi imposti a chi si chiama donna

Uomo, se anche tu riuscissi a capire
le discriminazioni famigliari, politiche, religiose, sociali, della consuetudine o del costume
che si aggiungono a tutte le altre difficoltà della storia e del destino
non ti potrei mai perdonare della tua differenza di cuore
della mancanza di empatia
del disinteresse che ti volge a tutte le storie del mondo
ignorando le nostre
di quella cecità sorda e muta per cui ti bei del non essere una donna
come fosse una condanna, una maledizione

Uomo, se pure tu riuscissi..
ma non si riesci
e ti salva soltanto
la nostra infinita sete di amore
che ti ama benché tu non riesca a smettere di essere un uomo,
figlio, fratello, amante, amico, sodale
e sempre agli occhi nostri essere amato
anche se resti solamente un uomo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 13:48| 
 |
Rispondi al commento

A tutte le donne (la poesia sulle donne di Alda Merini)
Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche quando la vita sembra una lotta contro i mulini a vento, eroe è colui che non si arrende, che ogni volta si rimette in piedi e prosegue il suo viaggio, incurante degli ostacoli, incurante della sconfitta. Invincibili sono tutti coloro che hanno eredito l'ostinazione di don Chisciotte. Invincibili sono, per esempio, i migranti, uomini e donne che attraversano il mondo a piedi per raggiungerci e non si fanno fermare da nessun campo di prigionia, da nessuna espulsione, da nessuna legge, da nessun annegamento, perché li muove la disperazione e vanno a piedi.
Erri De Luca

(Eroiche le donne che attraverso i secoli non si arrendono alla prevaricazione e all’arroganza maschile)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sotto il burka
Rita Sorrentino (1999)

Non fanno rumore
i miei passi
sull'erba appena tagliata.
Mi fingo donna afgana
sotto il burka
prigione di stoffa
con grata a fiorellini.
Osservo il silenzio
imposto ai mie piedi,
in nome di Dio
ma quale Dio
può imporre castigo
se non c'è peccato?
Non fanno rumore
i miei passi
ma l'urlo di rabbia
salirà fino
a questo Dio
inventato dagli uomini

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ero uno, anche meno di uno. Però amavo.
Se esiste un'alleanza tra femmina e maschio, io l'ho provata allora.

Essere al mondo, per quello che ho potuto capire, è quando ti è affidata una persona e tu ne sei responsabile e allo stesso tempo tu sei affidato a quella persona ed essa è responsabile per te.

Erri De Luca


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 13:33| 
 |
Rispondi al commento

La fissavo, lo sguardo inceppato su di lei. Fu la prima notizia certa della bellezza femminile. Non sta sopra le copertine dei giornali, delle passerelle, sullo schermo, sta invece all'improvviso accanto. Fa sussultare e svuota. Restai così. "Mi ascolti o mi guardi?" Non so come mi uscì di dire: "posso scegliere?"

Erri De Luca (Enrico De Luca)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

IL CORAGGIO DELLE DONNE
Bruno Esposito

Sono coraggiose le donne,
ci costa caro, ma bisogna ammetterlo.
La fragilità? Solo uno stato culturale,
più che un dato biologico.
Sono forti e coraggiose, le donne.
Quando scelgono la solitudine,
rinunciando a un falso amore,
smascherandone la superficialità.
Sono coraggiose le donne, quando
crescono i figli senza l'aiuto di nessuno,
rivalutando l'ancestrale primato,
quello di essere mamme.
Hanno il coraggio di non chiedere
a uomini che sono anche padri,
la loro presenza, puntualmente assente.
Uomini che rifuggono le proprie responsabilità,
trincerandosi in comodi ruoli o paraventi
infantili di adulti mai cresciuti.
Sono forti e coraggiose, le donne,
quando a discapito di tutto e di tutti
scelgono i propri compagni; costruendo solide storie
spendendo patrimoni sentimentali, contro la morale comune.
Sono forti e coraggiose, le donne, quando sopportano,
violenze di ogni tipo, per salvaguardare quello che resta di famiglie,
che non son più tali
Sono la speranza del mondo, le donne, in qualsiasi
circostanza continuano a far nascere uomini,
che poi le tradiranno.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=miQ-mESDjBw

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 08.03.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutte le donne!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 08.03.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PREMETTO CHE QUANTO SOTTO RIPORTATO SONO SOLO MIE OPINIONI ED IDEE, MA CHE NE PENSATE?

MA HO CAPITO BENE O L'OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO DA PARTE DI SOCIETA' MEDIASET O SIMILI SAREBBE IRRICEVIBILE IN QUANTO SUPEREREBBE IL LIMITE STABILITO DALLA NORMATIVA? SE COSI' FOSSE, NON POTREBBE ESSERE UN MODO PER FAR ABITUARE L'OPINIONE PUBBLICA ALL'IDEA IN MODO CHE QUANDO CAPITERA' UN'OFFERTA A NORMA DI NORMATIVA RICEVIBILE SARA' MENO INSOPPORTABILE PER L'OPINIONE PUBBLICA?
UN MODO PER FAR SOLDI UTILIZZANDO IL PATRIMONIO DEI CITTADINI O ALTRO?
RENZI SECONDO ME NON SI DOVEVA PERMETTERE DI TOGLIERE AI CITTADINI PER LE SUE POLITICHE PERALTRO DAL PUNTO DI VISTA DEI CITTADINI MI PARE EVIDENTEMENTE FALLIMENTARI, UN PATRIMONIO CHE SE NELLE MANI GIUSTE E PUBBLICHE (RAI) POTEVA ESSERE UTILIZZATO PER FAR PROFITTI E RIDURRE IL CANONE MA ANCHE PER DARE UNO SVILUPPO TECNOLOGICO DIFFUSO E CONSEGUENTEMENTE MAGGIORE DIFFUSIONE DI INFORMAZIONI E DI TECNOLOGIE, E QUINDI ANCHE DI RICCHEZZA... SBAGLIO?

Michele Borrielli 08.03.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Ffeature%3Dplayer_detailpage%26v%3DlAMS6q6W9Dc&h=BAQEXAMz3

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 08.03.15 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Ffeature%3Dplayer_detailpage%26v%3DQ7dmBLSHNt8&h=AAQFmP8G3

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 08.03.15 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=JnRPArYm6s8

Pensiamo troppo e Sentiamo poco

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 08.03.15 13:01| 
 |
Rispondi al commento

A CHI E’ IN MANO QUELLA BANDA ULTRA-PREPOTENTE ?

Caso Aldo Moro... ucciso per 500 Lire ?

http://www.losai.eu/ecco-500-lire-che-uccisero-aldo-moro/

Laura Politi, PIsa Commentatore certificato 08.03.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Povia, e il suo https://www.youtube.com/watch?v=K-ecOmENIhM&t=19 … "Chi comanda il mondo.

GRANDE VIDEO, DA VEDERE E DIFFONDERE !!!

virgovd 08.03.15 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma si quello che è pubblico finisce ai privati salvo poi dover tirare fuori soldi pubblici xchè i capitani coraggiosi in Italia fanno come Schettino, prendono l'azienda sana e la conducono sugli scogli e poi chiedono nuovamente l'intervento pubblico o la rivendono guadagnandoci sopra xchè l'hanno ricevuta ripulita dai debiti.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Saluti in particolare a tutte le monelle del blog

(....°°°....)
(...°°°°°...)
(..°°°°°°°..)
(..°°°°°°°..)
(...°°°°°...)
(....°°°....)
(.....".....)
(.....".....)

old dog 08.03.15 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Movimento non dovrebbe dialogare con il PD che ha stravolto le istituzioni e scippato un governo legittimo sostituendolo con gente del suo apparato ! Come si può chiamare questo atto ? Gravissimo vulnus alla democrazia , fatto senza precedenti , neanche sotto il fascismo si è compiuto un tale gesto esecrabile ! Noi non dovremmo riconoscere i falsi governi che si stanno succedendo dal 2011 , sono fuori dalla legge . Nessun dialogo con gente così ma continua denuncia sui massmedia , sopratutto in tv , e richiesta di nuove , vere elezioni supercontrollate per tornare alla legalità istituzionale !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 08.03.15 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Io dico che invece della festa delle donne ci vorrebbe la festa dei cosiddetti 'diversi', c'è ancora così tanta mala informazione in giro. Anche all'interno del movimento invece di fare outing scappano nel gruppo mistolo. In europa è una realtà ormai consolidata la diversità, da noi è sempre tutto gestito dalla chiesa e dalla criminalità, tutto. Io invito i diversi del movimento a candidarsi tranquillamente senza nascondersi dietro la fede, anche tutte queste astensioni del voto penso dipendano da un malessere sociale diffuso che al massimo ti porta dritto in sagrestia. Siamo adulti non siamo bambini, la festa della donna è commercializzata come il sesso neutro della madonna.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 12:10| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

@ sergiomattarella

@mariaelenaboschi

@ ministro della difesa!

@ matteuccionostro

è pc

@ la sua gentile consorte Agnese

vi pregio informarvi di un articolo interessante
pubblicato sul fatto di oggi a firma a. ferrucci. riguardante la festa alla donna....

sono certo che prenderete buona nota...

ps

niente di nuovo sotto il sole,lo so...

pps

è pubblicità, ma pubbicità progresso :)



3pabblo 08.03.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MEDIASET,CIOE' BERLUSCONI HA TROPPI INTERESSI SULLA BANDA LARGA,BISOGNA STARCI MOLTO,MA MOLTO ATTENTI

alvise fossa 08.03.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Mah,comunque,tornando ar post,speramo che co' a banda larga o possa vede' senza interruzzionide sorta...

http://youtu.be/9AXXSa8YEic

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Gap salariale uomini/donne in europa(eurostat) piu' e'alto piu' c'e' discriminazione salariale

http://europa.eu/rapid/exploit/2014/02/IP/IT/i14_190.iti/Pictures/10000201000003D6000002550437F02F.png

Ah ma la germania e' sempre avanti..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 08.03.15 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Cara Viviana, ti hanno già fatto sui telegiornali il servizio impacchettato sulla festa delle donne!!!, c'erano anche tutte le nostre donne ministro!!!?, c'era anche il nostro nuovo presidente che leggeva senza staccare gli occhi dai fogli scritti chissà da chi il discorso di rito della giornata che poi non cambia nulla per tutto l'anno...., bisogna fare qualcosa per le donne e per il popolo italiano tutti i giorno, cmq viva le donne tutto l' anno.

Gerry.Bologna 08.03.15 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sulla banda larga: si per la fibra in ogni casa in modo che la Communita' sia on line in particolare per favorire gli interscambi dei contributi singoli e societa'; la fibra e' per le esigenze di tutti e quindi e' un servizio pubblico ed e' strategica ovvero deve essere un servizio sicuro e pertanto di proprieta' pubblica; no per una ulteriore dorsale in via elettromagnetica che non avrebbe senso essendoci di gia' una rete via fibra e si per trasmittenze wireless locali che coprano le zone dal nodo fibra piu' vicino ed anche queste Pubbliche Comunali: basta con le grandi torri ad alta frequenza che non servono piu' nemmeno per la televisione e per il telefono che sarebbe tutto digitale.

giampaolo gottardo 08.03.15 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Toto A., Milano in realtà è un'avvenente signorina, ogni otto marzo diventa una belva perché non è la festa sua. Toto A. scrivi a DiMaio, io che c'entro non dipende da me.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno al blog e auguri a tutte le donne!

Auguri di vita nuova.

Via dai soprusi sul posto di lavoro, via dalla violenza domestica, via dalle discriminazioni religiose e culturali.
Via!
Da chi ci compra
Da chi ci vende

Da chi ci vuole per consumare prodotti e vuole consumarci come un prodotto.
Via! Da chi ci lapida, ci insulta, ci espone in vetrina e sugli altari.
Da chi ci immagina immagini.
Ci vela, ci spoglia e ci uccide.

Libere!

Mimose e primavera per tutte noi.

Rita L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.03.15 10:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti e auguri alle donne del blog.

Se ci sono trentasei antenne da piazzare io saprei dove metterle.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 08.03.15 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Fare un post sulla festa della donna pareva superfluo a questo staff????
Proprio di noi ve ne fregate!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.03.15 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi si credeva svincolato dal berlusconismo ?
1994 volevasi gestire l'Italia come una azienda
Che , vi siete accorti ?

Rosa Anna 08.03.15 10:11| 
 |
Rispondi al commento

questo non posso leggerlo è più forte di me, mi viene la nausea non ne posso più di televisione.

unicode ascii Commentatore certificato 08.03.15 09:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori