Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le locuste di #Equitalia non muoiono mai

  • 87

New Twitter Gallery

locuste_equitalia.jpg

Credits vignetta: TheHand

Chiudiamo Equitalia! Con un un precedente post abbiamo chiesto le vostre testimonianze sul rapporto con Equitalia. Oggi pubblichiamo la sesta. Nei commenti inserite la storia delle vostra esperienza con Equitalia, per chi ha avuto la sfortuna di averla. Ricordiamo che le testimonianze saranno raccolte in un libro scaricabile on line gratuitamente.

"Salve, eredito piccola azienda di famiglia nel 1999, ricco di entusiasmo e speranze, gli affari vanno bene tanto che dopo soli 2 anni ci trasformiamo in una s.a.s. metto su famiglia e compro casa; in quel periodo il commercialista per errore non trasferisce le rimanenze alla società, che mi restano su groppone. All'agenzia delle entrate concordo un rateizzo, ma con mia sorpresa mi viene notificata cartelle equitalia. Concordo quindi rateizzo con Equitalia, il debito intanto passa da 10.000.000 vecchie lire a 20.000 euro. Inizia il calvario mi applicano una rata di 600 euro mensili che riesco a pagare solo per sei rate. Dopo sei mesi mi pignorano la casa. La crisi incalza, chiudo l'azienda cercando di vendere l'immobile e ripianare ma nulla; nel frattempo il valore della mia casa scende del 50% e non riesco a pagare più il mutuo... ora la mia casa è all'asta. Intanto il debito con Equitalia è fuori ogni controllo e logica siamo arrivati a cifre intorno alle 60.000 euro. La banca non sente ragioni e non cerca nessun accordo. Posso solo dire che lo Stato e le banche mi hanno distrutto e rischio che dopo l'asta sarò sempre debitore in quanto la vendita all'asta non coprirà mai i debiti. Grazie Italia." Antonio Simeone

Leggi le altre testimonianze:
Dalla moglie si divorzia, da #Equitalia no!
#Equitalia è sempre l'ultima a sapere, e il cittadino il primo a pagare
#Equitalia bussa sempre due volte
Dio perdona, Equitalia no!
#Equitalia tassa anche i morti

23 Mar 2015, 08:55 | Scrivi | Commenti (87) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 87


Tags: agenzia delle entrate, Antonio Simeone, banche, burocrazia, Equitalia, Italia, morti, tasse

Commenti

 

Qualcosa non mi quadra.E' evidente che Antonio ha ricevuto un accertamento e ha fatto acquiescenza o adesione con l'Agenzia Entrate concordando una rateazione. A questo punto NON può essergli arrivata una cartella "a sorpresa", perché la cartella arriva solo dopo una iscrizione a ruolo, il che significa che le rate inizialmente concordate non sono state pagate e di ciò Antonio dovrebbe essere consapevole.. Altre spiegazioni non ce ne sono. Che il debito sia "nel frattempo" passato da 10 milioni di vecchie lire (€ 5.164) a € 20.000 non sta semplicemente né in cielo né in terra.. 'Sto "frattempo" quanto è durato? Anni ?!? Prestando acquiescenza le sanzioni sono sensibilmente ridotte, se non si paga tornano al 100%.. ti puoi trovare una sanzione pari all'imposta ma per vederti quadruplicato l'importo da pagare devi avere omesso di presentare la dichiarazione (e aver omesso di dichiarare molto più di un reddito che genera 10 milioni di lire di imposta...). Gli interessi di mora ? Il tasso negli anni è variato dal 4,55 al 5,2... Né può incidere il compenso di Equitalia, che è pari all'8%, nulla rispetto a quello che avevano i concessionari privati (mediamente il 20%), che hanno avuto la gestione esclusiva della riscossione fino a pochi anni fa, erano inefficienti (non incassavano l'1% - uno!) del carico assegnato e costavano tantissimo, con costi per il personale elevatissimi e debiti (circa 4.000 miliardi di lire l'anno!) puntualmente ripianati dallo Stato (cioè da noi). Iniquo il compenso dell'8% ? Equitalia è di proprietà statale, non ha fini di lucro e il compenso serve a "reggere" la struttura. I concessionari privati il fine di lucro lo avevano (il che spiega i loro aggi quasi tripli). Non sarà che la campagna contro Equitalia è pompata da chi ha interesse a far tornare la riscossione ai privati (per intendersi, società che fanno capo alle banche) ?! La torta della riscossione è ricca e fa gola a molti, soprattutto a quelli che per decenni se ne sono ingozzati...

Angelo Bertoli 29.03.15 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Sono un invalido al 100% prendo circa 440 euro al mese come invalido e non ho altre pensioni , 780 euro a chi non lavora può , con determinate regole anche andar bene , ma secondo voi va anche bene che un invalido al 100% (portatore , anche , di protesi arto inferiore)e ho 60 anni continui a prendere 440 euro al mese ? ho letto male la vostra proposta ? grazie desidererei un chiarimento alla mia email, grazie e saluti

marco rumore 28.03.15 19:19| 
 |
Rispondi al commento

SECONDO ME IL MOVIMENTO M5S PRIMA DI PARLARE MALE DI EQUITALIA E CRITICARLA DOVREBBE RISOLVERE UNA GROSSA INCONGRUENZA: COME MAI IN CAMPANIA SI CANDIDA UNA PERSONA CHE LAVORA PER EQUITALIA????? PERCHE' NON INFORMATE IN MODO CHIARO LA GENTE SU QUESTO FATTO??? PERCHE' NON LO DITE??? ALLORA IL MOVIMENTO E PRO O CONTRO EQUITALIA????

Francesco Rossi 28.03.15 13:07| 
 |
Rispondi al commento

@ Una Delle Proposte Più Votate Sul Sito Del M5S Per Uscire dall’EURO e Ottenere la Sovranità Monetaria il Più Presto Possibile.
Qui Potete Firmare la Proposta Per Salvare Concretamente L’Italia:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/10/immediata-uscita-da-eurozona-moneta-sovrana-applicazione-mmt.html
Diffondete e Fate Firmare!

Roberto D'Agostino 28.03.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento

in sintesi una sola parola elegante per affermare e battersi per abolirlo al 100%... INIQUITALIA

roman mazzola 26.03.15 00:15| 
 |
Rispondi al commento

e' vero , il reddito di cittadinanza non ce l'abbiamo , pero' abbiamo equitalia- e che cazzo- l'hanno inventata --dell'utri FORZA ITALIA (attualmente trattenuto in tutela a carico del contribuente)---e calderoli LEGA NORD (l'amico di salvini) - accontentiamoci - nella vita - non si puo' avere tutto

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 06:10| 
 |
Rispondi al commento

il movimento 5 stelle parla bene razzola male
visto che ha 9 milioni di voti compreso il mio
perche non comincia una campagna con le palle per chidere equitalia a me equitalia mi ha solo fatto un piacere avevo una fabbrica e ora non ce lo piu
pagavo una caterva di tasse contributi stipendi commercialisti e da 25 anni non li pago piu lavoro solo lo stretto necessario per stare in vacanza tutto l'anno aspetto la pesione di invalidita´cosi non lavoro piu definitivamente pensa il danno che hanno fatto per rubarmi cento milioni di impeste evase di fantasia mi hanno rotto talmete i coglioni che da 93 non ho pagato piu un cazzo e pagavo 500 600 milioni tra tasse e contributi grazzie equitalia

gian paolo tabacchi 24.03.15 01:23| 
 |
Rispondi al commento

questi fanno i loro porci comodi per delinquere a NORMA DI LEGGE di loro legge

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 18:54| 
 |
Rispondi al commento

salvaitalia-sbloccaitalia-equitalia- ma quando cazzo la smetteranno sti stronzi di storpiare il nome del nostro paese sti DEMENTI

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 18:52| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBILE EQUITALIA DEVE ESSERE CHIUSA

alvise fossa 23.03.15 18:30| 
 |
Rispondi al commento

non c'e' mai stata tanta gente costretta a lavorare in nero --- ecco questo direi e' gia' un primo risultato - o no ?

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 18:28| 
 |
Rispondi al commento

chi deve tirare a campare lo fa - lo fa in nero -
e manda a cagare tutti

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Prima o poi qualcuno farà........
BUUUUUUUUUM

vaffan.... 23.03.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento

quando sara' noto quali i danni cagionati e di che incommensurabile entita', anche economica, cagionati - capiremo cosa puo' macinare la follia

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 13:58| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=8q3uyEzQmr0

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato 23.03.15 13:54| 
 |
Rispondi al commento

La repubblica di Cialtronia è cosa fatta ! Con 4 sottosegretari indagati , un ministro esautorato a calci , altri ministri come Poletti e la Boschi sotto la lente per atteggiamenti poco chiari come lo stesso presidente del consiglio , il carrozzone va avanti a governare un paese di ignoranti politicamente . Scandali quotidiani , brogli a non finire , acquisti di voti con 80 euro cadacranio nella categoria statali , invasione dei clandestini a cui si destinano 30- 40 euro al giorno ciascuno ma se ne spendono 20 e il resto in tasca agli operatori dell'accoglienza ex detenuti . Di suicidi da equitalia non se ne parla più (ordini dall'alto ? ) ! I marò ? !!!

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 23.03.15 13:53| 
 |
Rispondi al commento


Una eventuale chiusura di Equitalia non comporterebbe comunque l'estinzione dei debiti fiscali e tributari.

Il debito comunque resta, come restano gli interessi di mora; solo l'aggio sarebbe eliminato, ma verrebbe rapidamente sostituito con qualcosa tipo " spese varie+ accessori+ ecc.ecc.". Non cambierebbe molto.

A meno che.... lo Stato non promuova nel 2015 un condono fiscale ( per chi si trova in determinate condizioni sfavorevoli ), una sorta di indulgenza parziale o plenaria in armonia con quella che il Papa accorderà durante l'Anno Santo straordinario che si aprirà, appunto, a dicembre 2015: penitenza, riconciliazione e remissione dei peccati.

:)

PS: il primo condono fiscale della storia fu fatto nel 118, quando l'imperatore Adriano, da pochi mesi al potere e allo scopo di conquistarsi il più rapidamente possibile la simpatia e il consenso di tutti i cittadini dell'Impero, decise un solo e impetuoso atto di generosità contabile: la cancellazione di tutti i debiti erariali dei contribuenti romani accumulatisi nei precedenti 16 anni.

marina s. 23.03.15 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La deputata Pd Silvi Fregolent ha presentato una interrogazione parlamentare sul caso di un contribuente di Torino per un fatto iniziato nel secolo scorso. Nel lontanissimo 1989 gli era stata indebitamente notificata una cartella di pagamento di alcuni milioni di lire chiaramente.

Doctorseo Services Commentatore certificato 23.03.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento

lo scoriranno e gli si aprira' un mondo a "loro"
sconosciuto

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 13:32| 
 |
Rispondi al commento

qualora ci fosse 1 ragionwe -che non c'e' MAI- PERCHE SONO NORME DA BUFFET ALLUCINATORIO schizofrenico - sti figuri devono tornare a scuola a studiare materie umanistiche- finalmente scopriranno che la ragione portata all'eccesso diventa TORTO

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Ogni detenuto in carcere ci costa 150 euro al giorno

Carceri ancora sovraffollate: ci sono troppi detenuti stranieri e persone in custodia cautelare ancora in attesa della pena.

I detenuti costano eccome. E di carcerati, l'Italia ne ha davvero parecchi. Stando ai dati dell'Osservatorio nazionale sulle condizioni di detenzione, pubblicati il 17 marzo dall'associazione Antigone, nelle carceri italiani ci sono 53.982 persone.

Un numero di gran lunga inferiore rispetto a quei 66.897 carcerati "registrati" nel 2012. Ebbene, per tutte queste persone si spendono 150 euro al giorno. Abbastanza, se si pensa che in Polonia (tanto per fare un esempio) lo Stato ne spende 20.

"La diminuzione del numero dei detenuti avvenuto in Italia nell'ultimo anno e mezzo non è dovuto a un aumento delle misure alternative - spiega a ItaliaOggi Gianni Torrente, coordinatore dell'Osservatorio sulle carceri di Antigone - aumentano le misure con un intento meramente deflativo come nel caso degli arresti domiciliari". Negli ultimi anni, in effetti, il numero di carcerati è sceso di quasi 13mila unità. Eppure, stando al report dell'Associazione Antigone, ci sono ancora troppi detenuti stranieri, troppe persone in custodia cautelare in attena di scontare la pena detentiva e, più in generale, troppe persone in carcere per fatti di lieve entità con condanne che sono inferiori all'anno.

Più in generalel'amministrazione penitenziaria usa l'83% del proprio bilancio per far fronte agli stipendi del personale. Tanto che non riesce a far fronte alle spese per ammodernare le strutture. Il risultato? Buona parte delle carceri italiane non hanno gli spazi comuni per le attività che i detenuti dovrebbero fare insieme. Non solo. Solo quattro strutture usano Skype per le comunicazioni, tutti gli altri si affidano ancora al francobollo. E le cartelle cliniche dei detenuti sono ancora raccolte in enormi faldoni: di digitale, per ora, c'è solo l'impronta.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 23.03.15 13:25| 
 |
Rispondi al commento

non e' articolato, e' vero , ma e' verosimile , inoltre il valore del post e' nella denuncia dei soprusi

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Consigliere aggredito fuori campo nomadi

Bignami è stato visto fare foto ed un uomo l'ha prima inseguito in auto, ha tagliato la strada e quando è sceso lo ha colpito.

Il consigliere regionale di Forza Italia, Galeazzo Bignami, è stato aggredito questa mattina nei pressi di un campo nomadi sul fiume Reno, a Casalecchio di Reno (Bologna).

Bignami, che era in compagnia di un'altra persona, è stato visto fare foto ed un uomo l'ha prima inseguito in auto, ha tagliato la strada e quando è sceso lo ha colpito al volto con un pugno. Bignami ha spiegato di essere andato a denunciare l'episodio ai carabinieri per poi farsi medicare per una ferita al labbro.

I carabinieri hanno l'uomo che ha aggredito con un pugno il consigliere regionale. Si tratta di un 38enne, italiano residente nel campo. E' stato denunciato dai carabinieri per lesioni. "La cosa buffa - ha commentato il consigliere - è che stavolta non ero andato a monitorare un campo nomadi, ma alcune baracche contenenti cani lungo il fiume Reno. Avevo visto dei cassonetti per la raccolta differenziata con dentro dei neon e ho scattato una fotografia dall'auto. Quell'uomo mi ha inseguito, tagliato la strada e poi mi ha colpito".

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 23.03.15 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Matteo Salvini, l'idea sulle pensioni: assegno minimo per tutti a mille euro

Il piano del carroccio: mille euro al mese per 14 mensilità indipendentemente dal reddito percepito durante la carriera.

È questo il piano per previdenziale nel programma di Matteo Salvini e del Carroccio. A realizzarla è proprio il teorizzatore della tassazione ad aliquota unica al 15%, Armando Siri, leader del Partito Italia Nuova.

Il versamento medio annuale previsto è di 7.500 euro per un versamento complessivo in 40 anni di 300mila euro. Calcolando 20 anni di erogazione delle pensione in base all’aspettativa di vita media, emerge un valore lordo di 15mila euro l’anno, cioè 14mila euro netti. Per i lavoratori autonomi invece la pensione viene così calcolata: 3.500 euro di versamenti annuo per 35 anni danno diritto a 500 euro al mese; 3.500 euro l’anno per 40 anni sviluppano una pensione di 600 euro; con 5.000 euro l’anno per 40 anni si ha diritto ai fatidici mille euro al mese.

La riforma si applicherebbe a tutti i lavoratori a prescindere dal reddito senza alcun vincolo di età: gli unici parametri sono il numero di anni e l’entità di effettiva contribuzione. Nel nuovo sistema saranno coinvolti tutti i neolavoratori e quelli che hanno fino a 10 anni di anzianità, ai quali, nel caso di versamenti superiori a 5.000 euro l’anno da parte del datore di lavoro, verrà erogata una tantum dall’Inps per recuperare la differenza. I lavoratori che hanno fino a 25 anni di anzianità contributiva potranno invece scegliere il nuovo sistema solo se la loro aspettativa di pensione è superiore ai mille euro al mese e in questo caso otterranno un rimborso una tantum rateizzato in tre anni per recuperare la differenza. A spiegare il progetto è l'economista Siri in persona: "Il principio - sottolinea al Tempo - è lo stesso della Flat Tax. Tutti percepiranno la stessa pensione, indipendentemente dal reddito.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 23.03.15 13:21| 
 |
Rispondi al commento

-Governo, Renzi da Mattarella per decidere il sostituto di Lupi-
http://www.ilgiornale.it/news/politica/governo-renzi-mattarella-decidere-sostituto-lupi-1108227.html

D’accordo che “le valutazioni sui nomi dei ministri si fanno davanti al capo dello Stato”
ma, visto che non ci è consentito sceglierli direttamente nonostante siamo noi a pagarli,
direi che si potrebbero almeno concordare i criteri con cui li scegliete;
tipo la competenza e altri requisiti richiesti dal - Codice di comportamento dei dipendenti pubblici - come integrità, correttezza, buona fede, obiettività, trasparenza, equità, imparzialità, ed indipendenza al fine di evitare situazioni, anche solo apparenti, di conflitto di interessi.

Specie in un momento di illegittimità diffusa, in cui non è neanche chiaro cosa siete delegati a fare e chi vi abbia delegato,
lasciateci almeno decidere se vogliamo o no indagati nelle istituzioni.
Se volete veramente “riaccostare gli italiani alle istituzioni”, far “intendere la politica come servizio al bene comune, patrimonio di ognuno e di tutti” e ricollegare alle istituzioni “quei tanti nostri concittadini che le avvertono lontane ed estranee”
FATECI PARTECIPARE!

Laura Politi, PIsa Commentatore certificato 23.03.15 13:19| 
 |
Rispondi al commento

L'ultima furbata di Equitalia: non paga per colpa del software

Dopo 24 anni un contribuente vince un ricorso ma gli vengono negati gli interessi: manca il programma per calcolarli.

Banche dati integrate, contante abolito, accertamento induttivo molesto, si arriva persino alle dichiarazioni dei redditi che si compilano da sole quando si tratta di incassare.

Penna, carta e calamaio e attese di un quarto di secolo quando si tratta di pagare.

L'amministrazione pubblica, come ha evidenziato la vicenda dei debiti della Pa, a volte si comporta come un cattivo creditore. Recentemente anche il fisco ha dato una prova di inefficienza che a un normale cittadino sarebbe costata carissima.

La deputata Pd Silvi Fregolent ha presentato una interrogazione parlamentare sul caso di un contribuente di Torino per un fatto iniziato nel secolo scorso. Nel lontanissimo 1989 gli era stata indebitamente notificata una cartella di pagamento di alcuni milioni di lire chiaramente.

Dopo un contezioso durato 24 anni (tanto per dare la misura di come poi vengono spesi i soldi delle tasse) il cittadino ha ottenuto il riconoscimento di un rimborso. Ma senza interessi. La parlamentare piemontese, riportando notizie della stampa locale, nell'interrogazione spiegava che il mancato pagamento degli interessi era dovuto, non a una particolare interpretazione della legge da parte degli uffici del fisco. Non si è trattato nemmeno di un errore umano. L'Agenzia delle entrate ha dato la colpa a «una carenza informatica ovvero di un software che consenta di calcolare automaticamente i suddetti interessi».

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 23.03.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Anche..,"Equitalia,
ivi,lo strozzinaggio legalizzato che stritola i cittadini",è "opera"messa in porto dalla politica partitocratica;
di contro,il M5S si oppone e preme perchè questo obbrobrio chiuda i battenti!
Da che parte stai?:"scemo o non scemo"?!..

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La politica è l'arte di guidare una nazione , un popolo , al meglio . Da noi è l'arte di arraffare più soldi possibile senza essere scoperti . Ci si appoggia spesso a confraternite e istituzioni collaudate ( chiese , propagande , mafie e affini ,e si sale , se si è in gamba , se si è furbi e leccatori . Ora non è più necessario evitare di essere beccati in quanto più in alto è il ladro , più è sicuro di evitare noie con la giustizia . Un normale rapinatore sa che ha una percentuale del rischio di essere beccato che si aggira intorno al 20-30 per cento e ciò limita il numero delle rapine , se il rischio fosse del 5 per cento si decuplicherebbero e se fosse sicuro di sfangarla un quarto della popolazione si dedicherebbe con entusiasmo a tale attività . In politica ( italiana ) il rischio di essere scoperti , se si delinque , è basso , diciamo l'uno o il due per cento dei furti e quello di subire condanne è ancora inferiore . C'è il passaggio in parlamento per l'autorizzazione a procedere che viene concesso raramente e solo per i pesci piccoli , che gli squali e le cernie non li tocca nessuno ! Insomma la giustizia , non essendo uguale per tutti , è un incentivo paradossale a uscire fuori dal seminato . Se avessimo tutti giudici veri e imparziali e si mettessero pene triplicate per i politici , che dovrebbero essere d'esempio per tutti , avremmo una classe dirigente pulita e candida come doveroso . Fa tristezza vedere i parlamentari mettersi la mano davanti alla bocca quando conversano tra di loro , cosa hanno da nascondere ?!


I contribuenti che si trovano in una temporanea situazione di difficoltà oggettiva(per carenza temporanea di liquidità finanziaria, stato di crisi aziendale, crisi economiche di settore, riorganizzazione aziendale, ecc.ecc), quindi di difficoltà che non è dovuta a responsabilità propria, possono chiedere una rateizzazione del debito fino a 72 rate (oggi sono 120),semplicemente producendo un'autocertificazione senza dover presentare nessun tipo di documento.

Ora, perché il Sig. Simeone ha chiesto una rateizzazione di quel tipo? Se il debito fosse stato di 20.000 euro, avrebbe potuto estinguerlo con un maggior numero di rate di importo più basso e forse sarebbe riuscito a far fronte ai suoi impegni e non sarebbe decaduto dal beneficio della rateizzazione (quindi niente richiesta di riscossione immediata della parte mancante e nessuna procedura coattiva).

marina s. 23.03.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


LEGGO che abbiamo il più alto numero di processi per banca rotta fraudolenta e truffe ai danni dello Stato d'Europa !!

del resto mister B. , il burattinaio di Arcore , ne é l'esempio , visti i procedimenti a carico che ha avuto e che lo hanno portato ad una condanna definitiva !!

Leggo anche spesso di imprenditori che piangono fame e possiedono ville nel resto del mondo ..

Allora penso che , sia giusto far sparire questo strumento illecito chiamato Equi?taglia e crearne di nuovi e più incisivi che verifichino i resti sopra citati .

antonello c., pescara Commentatore certificato 23.03.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, fuori tema ma sento il bisogno entusiastico di scriverlo: stiamo andando alla grande. Le crepe nelle coscienze degli elettori pd/pdl crescono ogni giorno. Tenete duro.

silvio andreoli 23.03.15 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basta con queste definizioni di comodo : lo Stato mi ha..., il Sistema bancario mi ha.., ma basta: lo Stato non esiste come non esiste il Sistema bancario: personificare è nulla di più che crearsi una scappatoia, un'area dove scaricare tensioni, errori, colpe, senza indicare i veri responsabili o presunti tali e non dover, quindi, rispondere di affermazioni spesso false o quanto meno non corrette.
Se è stato lo Stato, bene, nessuno si sente responsabile e tutto può tranquillamente continuare come prima, tanto è stato lo Stato!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.03.15 11:54| 
 |
Rispondi al commento

L'ultima di Bersani a Radio Montecarlo in una intervista :
.. " Mi sa che un po di quella strana polverina che c'è in giro è finita nel naso della sinistra di governo "

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 23.03.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.laleggepertutti.it/82685_ecco-i-nomi-dei-falsi-dirigenti-dellagenzia-delle-entrate

Ecco i nomi dei falsi dirigenti dell’Agenzia delle Entrate

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 23.03.15 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riportiamo Di Pietro in politica con il Movimento, non abbiate paura di passare in secondo piano, usiamo la sua profonda esperienza per combattere la Casta ladra e corrotta.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra perfettamente inutile scrivere su questo blog, nessuno ti legge, nessuno fa a tempo a risponderti, perché dopo poco l'argomento è cambiato e sei fuori tema
In questo pazzesco e stupido modo di fare capirei se almeno si cambiasse completamente discorso, invece ogni tema viene preso e dopo poco lasciato e dopo un po' ripreso e poi lasciato ancora per cui si finisce col parlare in continuazione di tutto senza approfondire nulla
Sembra che tutto il sistema nasca dalla mente di un folle e tenda a deprimere chi vuole scrivere e magari discutere allontanandolo sempre pià dal blog
davvero una strategia da scriteriati!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 23.03.15 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"""la fine della moneta unica è possibile ma non auspicabile.

È il pensiero espresso da Vincenzo Visco"""

http://www.economiaepolitica.it/europa-e-mondo/fuori-dalleuro/#.VQ_IOY5H5eo

3pabblo 23.03.15 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi trovo nella situazione di affittare 4 ettari di terreno agricolo perfettamente pianeggiante e mi è stata fatta una proposta da un contadino locale per un canone di affitto corrispondente a 1300€ annui. Guardando i dati catastali a fini IMU ci viene richiesta un imposta pari a 673 € annui. Considerando per approssimazione che, sul reddito derivante dall'affitto dei campi e che va a cumularsi al normale reddito percepito, la tassazione sia un ipotetico 30% (per fare un calcolo semplificativo) avremo che il reddito netto sarà pari a 910€. Da qui avremo che i 4 ettari di campi frutteranno all'anno 910 Reddito-673 Imu=273€. Ora ritenendo questa cifra ridicola esercitando il libero arbitrio mi verrebbe da rifiutare il contratto di affitto e lasciare i campi incolti. Se però faccio così mi ritrovo ad avere un esborso negativo di 673€ di Imu che se non riesco a pagare verrà poi notificato ad Equitalia, la quale verrà poi a rivalersi sulla mia proprietà. In pratica quello che stà avvenendo è un ESPROPRIO COATTIVO di tutti quelli che sono i REDDITI delle proprietà private o addirittura delle proprietà stesse se non si è in grado di ricevere reddito da queste proprietà. Equitalia è solo il braccio operativo, ma le teste che concepiscono queste porcate stanno da un'altra parte. Comunque chiamiamo le cose con il loro nome, l'IMU è un IMPOSTA PATRIMONIALE, ossia è slegata dal reddito di un individuo. Una persona può avere un patrimonio (ad esempio dei genitori lasciano una casa in eredità ai figli) ma non avere un reddito (ad esempio i figli stessi possono non avere un lavoro causa crisi economica). Sulle imposte patrimoniali, come la storia ci insegna, i popoli hanno sempre fatto le rivoluzioni civili. Quindi credo che più che #abolirequitalia sia il caso di fare #aboliamoIMUePATRIMONIALIvarie che poi in AUTOMATICO spariscono anche gli strozzini.

Qualcuno sull'abolizione dell'ICI aveva vinto le elezioni, svegliatevi fuori e puntate il mirino sul corretto bersaglio.

Ale S.

Alessandro S. 23.03.15 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' BELLO VINCERE FACILE

Equitalia è solo un altro tassello del sistema paese Italia che si ammala ogni giorno di più.
Le entrate sono quelle che sono e per la disoccupazione dilagante e per l'impressionante mole delle chiusure aziendali e per l'incapacità da parte dello stato di recuperare ciò che è stato drenato dalla corruzione e dall'evasione.
Lo stato è a corto di liquidità e cosa fa?
Penalizza le imprese indebitandole trattenendo i loro crediti e colpisce i più deboli,coloro che tutto sommato sono una risorsa per questo paese dilaniato dalla crisi, indebitandoli con mezzi che somigliano sempre di più ad una Gestapo della riscossione.
Tutto il resto rimane invariato.
Il risparmio della spesa pubblica,la razionalizzazione della PA che è una sorta di bunker intoccabile difeso a vista dalla politica,i privilegi della casta,la corruzione nelle grandi opere.
Tutto inquadrato in una distorsione politica che non ha eguali nel mondo,una miscela non meglio identificata di assenza di rappresentatività e un tentativo maldestro e cialtrone di guidare un paese che è in caduta libera con una democrazia fasulla che protende verso una classe politica e manageriale elitaria ed incapace.
L'Italia persegua la strada del regime totalitario.Le differenze sociali stanno fertilizzando il terreno per un black out totale in una nazione che è imbrigliata dalla viltà degli uomini che la governano terrorizzati dalla perdita della poltrona mentre fuori i palazzi regna il caos dettato dalle loro mancanze.
Se non fosse per la BCE si sarebbe di nuovo accesa la spia d'allarme.
Continuiamo a precipitare nonostante le dismissioni delle nostre principali aziende e dei nostri servizi.
La disoccupazione è ormai cronica e non serviranno le dichiarazioni di un Poletti a ridarci gli organi espiantati.
Nel frattempo il governo è ormai sputtanato ed il formidabile Renzi sarà il prossimo capro espiatorio della valanga in arrivo perchè in Italia è storicamente provato che a volte i consensi ti uccidono.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 23.03.15 10:54| 
 |
Rispondi al commento

ah Boldri'...........certo che i "quadri" della Deledda, te piacciono parecchio, eh?................ahahahahahahah..............all'estero si staranno scompisciando sotto dalle risa, ............Azz, che "cultura" la terza carica dello stato..............

Caciara, er mejo Commentatore certificato 23.03.15 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parliamo...parliamo ...intant EQUITALIA non chiude...nessun partito lo vuol fare!
Solo il m5s e i cittadini continuano a votare PD ecc.... INCREDIBILE, MA VERO !
COSA RIUSCITE A FARE "grillini" ?
Non ne parlate neppure in TV. !!!!!!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 23.03.15 10:45| 
 |
Rispondi al commento

ALFANO COME BUZZI E CARMINATI CON 2 DIFFERENZE:
1)ALFANO E' ATTUALMENTE MINISTRO DELL'INTERNO
2)ALFANO E' SICILIANO.

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la conferma che la politica è servita e serve ai politici senza scrupoli per depredare e svendere la Nazione Italia,la cosa peggiore è che tanti politici si sono serviti del simbolo di Cristo per farsi vedere che vanno a Messa per imbonire,commuovere,illudere il popolino credulone Bue-Pecorone.Il problema vero è che i magistrati seri che credono nello Stato Sovrano e al giuramento:"LA GIUSTIZIA E' UGUALE PER TUTTI",sono ostacolati,denigrati se non trucidati,il peggio che i politici si sono spartiti il CSM e le cariche Istituzionale per controllare la Magistratura.I politici per salvare i Magistrati fedeli hanno modificato il giuramento,quindi giurano su quello che non esiste più,ed per questo motivo che :"La GIUSTIZIA NON E' UGUALE PER TUTTI"!Proprio per questo motivo hanno trionfato i magistrati legati ai politici e sono stati denigrati o eliminati quelli che hanno osato indagare negli affari di famiglia dei politici con la Massoneria-Opus Dei-Vaticano-Mafia-Servizi interni e quelli dei padroni della Colonia Italia e della Globalizzazione.Russia: Danimarca (non solo,tutte le nazioni ostili fino a una distanza di 12.500 Km. dalla Russia) obbiettivo nucleare se aderisce a scudo missilistico!Era ora che la Russia ufficializzasse quello che sapevo fin dal 1996 per avvisare cosa vanno incontro i guerrafondai mascherati da Esportatori di finta Democrazia per dominare e sottomettere nazioni ricche di materie Prime.Adesso i popoli sono avvisati,quindi sanno cosa succederà in caso di una vera guerra,sarà li fine per tutti perché la tecnologia militare che hanno i Russi supera di gran lunga quella Americana.

Agostino Nigretti 23.03.15 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Le Marionette politiche e i loro sostenitori che hanno predicato,sponsorizzato,sostenuto le guerre mascherate in Missioni di Pace sono avvisate.Proprio per questo motivo dicevo che è meglio una vera guerra subito che non al prolungamento dell'agonia che dura da 25 anni,così vengono colpiti anche i cari di chi ha creato la catastrofe mondiale per coprire la Malapolitica.Adesso capite il perché la Russia è un Orso.Un uomo russo non è solo in grado di conquistare il regno dell'orso,ma per non distruggere il suo Regno lo cattura e dopo lo addomestica e son riesce a domarlo in caso estremo distrugge il suo regno.Così hanno fatto contro tutti quelli che hanno cercato di invadere,sottomettere la Grande Russia.Napoleone e Hitler devono essere considerati come dimostrazione di cosa succederà e da non dimenticare se tanti italiani sono sopravvissuti alla grande guerra contro la Russia,lo devono proprio ai Russi,i quali per pietà e rispetto della vita hanno aiutato gli italiani a non morire,altrimenti nemmeno un un decimo sarebbe sopravvissuto alla reazione del potente esercito che senza fermarsi è arrivato a stanare Hitler nel Bundestag.

Agostino Nigretti 23.03.15 10:37| 
 |
Rispondi al commento

DOVE SONO FINITI I SOLDI ALFANO?
RUBANDO ALIMENTI LA RABBIA DEGLI IMMIGRATI CONTRO IL POPOLO CHE PARADOSSALMENTE LI FINANZIA COI SOLDI CHE TU E I TUOI RUBATE SPUDORATAMENTE.
ANCHE IL POPOLO SI ARRABBIA ALFANO,COL MOLTIPLICARSI DEI DISORDINI,EPISODI DI RAZZISMO,E IL PROLIFERARSI DEI TOPI DI FOGNA FASCISTI.
ALFANO VATTENE A FAN CULO IN GALERA.

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(riferito al soggetto) Repubblica.it: Feroce evasore castrato da equitalia, consiglio dei ministri approva riduzione eta pensionabile ai parlamentari a trenta giorni. In discussione un aumento dello stipendio: diciottomila euro al mese (esclusi tuuuuuuuUUuuUUti gli altri rimborsi), sono troppo pochi per un parlamentare che lavora a roma due giorni a settimana. Inchiesta parlamentare sul motivo della assenza di una diaria "mignotte" per i parlamentari maschi. Alle donne: siate virtuose!

Fabrizio Bordacchini 23.03.15 10:31| 
 |
Rispondi al commento

La magistratura sta indagando su dove e come siano stati impegati quei 100.000.000. di euro di soldi pubblici,destinati al centro.
Tra gli indagati,esponenti di spicco dell'ncd siciliano.
ALFANO VATTENE A FAN CULO!!!!

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 10:24| 
 |
Rispondi al commento

DOPO GLI ANNI DEL FASCISMO E DEL NAZISMO, ECCOCI GIUNTI NEGLI ANNI DEL "FINANZISMO".
VEDREMO QUANTA DISPERAZIONE PORTERA' CON SE.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 10:20| 
 |
Rispondi al commento

euro 100,000,000 di soldi pubblici destinati al centro immigrati di mineo(catania)
Si pensi che parte di questi soldi vengono rubati per finanziare le feste patronali dei paesi limitrofi, con mineo in testa.
Gli immigrati invece non hanno nemmeno l'acqua per lavarsi.Alla faccia del santo patrono di mineo e provincia!

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro dell'interno insieme ai suoi ncd siciliani,rubano spudoratamente soldi pubblici,destinati al centro immigrati di mineo (prov di catania).tALI IMMIGRATI OLTRE 3000 VENGONO TRATTATI COME BESTIE.

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,sfiduciamo il governo renzie,troppo dentro alla corruzione.Mandiamoli a casa,nuove elezioni e poi persone oneste al governo.Propongo come premier l'On. Di Maio.W il M5S continuate ad essere rompi...

nati natuzzu, messina Commentatore certificato 23.03.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Quello che mi fa rabbia non è tanto che si debbano pagare le tasse, anche se in Italia sono eccessive e soprattutto difficili da interpretare ed applicare, ma il fatto che i soldi raccolti vadano sprecati (rubati) e finiscono nelle tasche di questi luridi superburocrati ed imprenditori senza scrupoli, a cascata finiscano nelle casse dei partiti e ripartite tra gli stessi.

L'impresa (quella normale) che arranca che fa fatica a pagare i fornitori i dipendenti che è in perenne lotta con le banche , paga con fatica le tasse, soldi che poi vengono bruciati da avidi avvoltoi, che amore si può avere per una classe politica di questo stampo.

Devono andare via tutti, dopo un bel processo ed una interdizione a vita estesa alle successive due generazioni.

BASTA NON SE NE PUO' PIU'.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.03.15 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Questa saltabeccare da un argomento all'altro è snervante e non permette di approfondirne nessuno
In pratica allontana i blogger da questo blog

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 23.03.15 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

«L’Italia è prima per corruzione tra i paesi dell’Ue (non nel mondo). Lo scrive nero su bianco l’ultima classifica della corruzione percepita, il Corruption Perception Index 2014 di Transparency International». A livello mondiale siamo al 69° posto, e con Renzi abbiamo perso 3 posizioni, cioè siamo ancora peggiorati, siamo arrivato allo stesso livello di corruzione della Tunisia (41 punti) e siamo peggio del Ghana, che ci batte di 9 posti. Peggiora anche la Grecia che scende al 94° posto con 36 punti scivolando così di 14 posizioni e attestandosi allo stesso livello della Colombia. Questo a provare come le ricette del Fondo Monetario non solo peggiorino la situazione economica di un Paese ma si accompagnino anche ad un aggravamento del suo livello di corruzione politica.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 23.03.15 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

[..]In altre parole, non avendo più la certezza di un mestiere a vita, si diventa tutti molto più attenti nelle spese. Anzi, non si spende proprio, se non il minimo indispensabile. Quando si guadagna qualcosa, si mette via il più possibile temendo tempi peggiori, cioè il licenziamento e la disoccupazione. Basta vedere cos'è successo con gli 80 euro dati dal governo Renzi: molto benvenuti da chi li ha avuti, ma spesi da nessuno, come provano le statistiche sui consumi.

Così, è evidente, la macchina del capitalismo si inceppa malamente. Senza i consumi, infatti, non funziona.

Del resto, come spiega il sociologo Colin Crouch sull'ultimo numero di "Internazionale", è molto difficile essere allo stesso tempo lavoratori insicuri e consumatori ottimisti. O l'uno o l'altro. Un precario, per antonomasia, non aiuta la ripresa la consumi.[..]

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/03/21/capitalismo-tecnologia-e-welfare-universale/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 23.03.15 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Il commento sintetizza il disastro che hanno creato e tengono in piedi questa maggioranza.

Sanzioni anacronistiche con l'attuale situazione economica; aggio, cioè guadagni, per Equitalia sulle disgrazie della gente; crollo del mercato immobiliare, che era un settore dell'economia (e quindi di tasse) importante; asta immobiliare dei beni pignorati, che è anche qui un settore tutto da scoprire (e andrebbe alzato veramente il coperchio per vederci dentro); case portate vie perchè "lo stato" vuole denaro per alimentare le grandi opere, i grandi truffatori dell'economia, i faccendieri, i partiti, il FMI, la BCE, l'Ue, e così via.

Gian A Commentatore certificato 23.03.15 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Xchè chiamarla Equitalia che di equo non ha nulla come il paese dove viviamo era meglio strozzaItalia rispecchiava il volere della classe politica corrotta e mafiosa

saluti ai monelli del blog

old dog 23.03.15 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Equimafia

arnaldo ., roma Commentatore certificato 23.03.15 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me a distruggerti e' stato il tuo commercialista. E anche il deprezzamento della tua casa del 50% mi sembra un po'esagerato. A meno che tu non l'abbia strapagata inizialmente. Comunque, auguri.

Stefano C. Commentatore certificato 23.03.15 09:18| 
 |
Rispondi al commento

2° e nemmeno il fruttarolo

old dog 23.03.15 09:17| 
 |
Rispondi al commento

1° ma non c'è p abblo

old dog 23.03.15 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori