Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Nessuno deve rimanere assetato: l'acqua pubblica è un diritto

  • 73

New Twitter Gallery

acqua_m5s.jpg

"Perché la bolletta dell'acqua è così salata? Avete mai provato a capire perché negli ultimi 10 anni quello che dovrebbe essere un diritto è diventato invece un salasso?
Qualcuno vorrebbe picconare il risultato del referendum del 2011, in cui la stragrande maggioranza degli italiani ha detto no a ogni legge che possa affidare in mani private la gestione dell'acqua pubblica.
In Italia però succedono cose strane: i distacchi indiscriminati e senza preavviso sono all'ordine del giorno, il prezzo dell'acqua è aumentato del 95,8% negli ultimi anni, gli utili delle municipalizzate non vengono più reinvestiti per diminuire gli sprechi ma per massimizzare i profitti. In una sola parola, chi gestisce le risorse idriche risponde oggi più a logiche di profitto che a quelle di servizio. Le bollette servono per arricchire i soci tramite lauti dividendi.
Questa è una privatizzazione camuffata e in spregio del risultato popolare.
Il Movimento 5 Stelle porta al Parlamento europeo una delle sue battaglie storiche: quella della difesa di una delle sue cinque stelle, l'acqua pubblica. La proposta è semplice: NESSUNO DEVE RIMANERE ASSETATO. L'Organizzazione mondiale della Sanità ha fatto i calcoli: per assicurare i bisogni minimi di un individuo servono tra i 50 ai 100 litri di acqua al giorno. Questo fabbisogno deve essere garantito a tutti. Ecco perché il Movimento 5 Stelle propone un servizio idrico minimo garantito per ciascuno.
Non si possono fare affari sull'acqua. Lo dicono i cittadini europei che hanno firmato una petizione chiedendo alle Istituzioni europee di NON privatizzare l'acqua. 1 milione e 800 mila firme per il primo esempio di democrazia diretta europea.
La Commissione ha risposto in modo deludente perché non ha previsto nessuna nuova proposta legislativa. I principi contenuti nella sua Comunicazione sono sacrosanti ma vanno ribaditi con le leggi, non a parole. Inoltre, per quanto riguarda la "temuta" liberalizzazione dell'acqua pubblica, la Commissione sottolinea che è competenza degli Stati membri legiferare. In particolare, ha ribadito che il servizio di fornitura sia responsabilità delle autorità locali all'interno degli Stati membri, così come è loro responsabilità decidere se gestire il servizio direttamente, indirettamente o attraverso fornitori privati.
Adesso spetta al Parlamento europeo mettere una pezza alle risposte lacunose della Commissione. L'obiettivo è quello di rispondere alle legittime richieste dei cittadini europei che temono la privatizzazione dell'acqua pubblica. La Commissione Ambiente esprimerà la sua opinione sul seguito dell'iniziativa "Right2Water" entro maggio. Il portavoce del Movimento 5 Stelle Marco Affronte è relatore per il gruppo dell'EFDD del rapporto
Nel video Marco Affronte spiega come il Movimento 5 Stelle Europa difenderà il risultato dell'Iniziativa dei Cittadini Europei, una "procedura" promossa dal Parlamento europeo e dal Consiglio, all'interno della quale i cittadini dell'Unione hanno la possibilità di inserire delle questioni nell'agenda della Commissione europea, a condizione che abbiano raccolto almeno un milione di firme in almeno sette Paesi europei. La democrazia diretta e l'acqua pubblica vanno difesi." M5S Europa

25 Mar 2015, 10:24 | Scrivi | Commenti (73) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 73


Tags: acqua, acqua pubblica, m5s, m5s europa

Commenti

 

ANCHE PAPA FRANCESCO HA AFFERMATO CHE L'ACQUA E' UN BENE PUBBLICO E NON PRIVATO CITANDO SAN FRANCESCO D'ASSISI. RIFLETTETE GENTE.

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.03.15 00:46| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE PAPA FRANCESCO LO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE. INFORMATEVI ITALIANI

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.03.15 00:44| 
 |
Rispondi al commento

venite a vedere cosa sta succedendo in provincia di Belluno... la regione Veneto sta assegnando a società private create ad hoc anche i torrentelli e i rigagnoli e nessuno si può ribellare
i comuni più attenti rilancano controproposte per assicurarsi almeno un'entrata economica, MA VENGONO PUNTUALMENTE SCARTATE. Uno dei pochi beni della provincia di Belluno è l'abbondanza (ancora per poco) di acqua. Siamo uno dei pochi casi in cui la provincia servirebbe ad arginare questo scempio silenzioso

Nicola Pellegrinon 25.03.15 22:56| 
 |
Rispondi al commento

E non si parla dell'acqua in bottiglia che si spinge a dover comprare con la cattiva gestione della rete idraulica. A quando la privatizzazione dell'aria

Mau 25.03.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa spiegarmi perché nella bolletta dell'acqua vengono addebitati le spese x il fondo eventi sismici 2012? A terni la società dell'acqua e'gestita dalla SII...

Igor moresi 25.03.15 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Un modo semplice semplice per STANARE questa Unione Europea (di Banche e Multinazionali) è proprio quella di costringerli a legiferare per TUTELARE L'ACQUA COME BENE PUBBLICO.

Più o meno sarà come fare vedere l'aglio ai vampiri dato che L'UE delle lobby e dei massoni VUOLE METTERE LE MANI SUL BUSINESS DELL'ACQUA a qualunque costo.

L'UE così come è adesso NON tutela i cittadini europei ma solo le più potenti lobbies di affaristi senza scrupoli.

Da quando esiste l'UE i ricchi sono sempre più ricchi, il ceto medio è scomparso, la disoccupazione è schizzata alle stelle.
Tutto questo NON è frutto di un caso ma è proprio alla base del progetto nascosto nell'Unione Europea di Banche e Multinazionali.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 16:49| 
 |
Rispondi al commento

CHI E' CAUSA DEL SUO MAL .....
Ancora con ste fesserie del referendum disatteso??????? Ma lo volete capire che la forza di questo movimento deve essere quella di dire la verità? Altrimenti siamo come tutti gli altri partiti: pubblicitari da strapazzo!!! I 2 famosi referendum sull'acqua in realtà erano sui servizi pubblici economici (tutti) e sulla remunerazione del capitale per le società idriche (non sul profitto sull'acqua)e se si leggessero le sentenze della Consulta si capirebbe, ad esempio, che l'abrogazione del 23-bis non ha fatto altro che applicare la normativa europea (in mancanza di legge italiana abrogata) che sostanzialmente permette di fare tutto: pubblicizzare, privatizzare o fare le miste .... il tutto nella piena legalità e rispetto dei referendum!!!! Raccontiamo le cose come stanno se no è finita davvero e la gente semplice si chiede: ma se è vero quello che dite (referendum disattesi) perchè non interviene la magistratura, ad esempio? E non ve ne venite con le minkiate delle lobby, centri di potere ..... e stronzate varie perchè di ste menate complottiste ne abbiamo piene le scatole e già bastano e avanzano i vari giulietti chiesa, barnard e compagnia bella!!!!!

Aldo 25.03.15 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1-Il popolo dice una cosa!
2-Il suo Governo ne fa un'altra!

1-i cittadini italiani si sono espressi
hanno detto no all'acqua privata
pur non avendo ottenuto dalla corte costituzionale l'avvallo al quesito fondamentale, che è stato bocciato dalla corte costituzionale di cui sopra.....

-il governo privatizza ulteriormente
vedi prossimo caso Roma........................................................................................................................................................................................

possibile che tutti i cittadini che hanno votato per il referendum acqua pubblica non tengano conto del fatto che l'unico governo credibile per portare a casa il risultato sarebbe quello del Mov. 5 Stelle??????????????????????????

..........che tocca fa!!!!!!!
co glitagliani!!!! ;-)

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In basilicata l'attuale presidente Pittella ha venduto le fonti del Pollino alla San Benedetto, in barba all'esito del referendum.
http://www.ilquotidianodellabasilicata.it/news/potenza/716422/Fonti-del-Pollino---firmato.html

giovanni l., policoro Commentatore certificato 25.03.15 14:58| 
 |
Rispondi al commento

100 litri al giorno?ma srtate scherazndo nevvero?con una suimile media QUanto durerebbero le riserve idriche?che deve rimanere pubblica siam non d'accordo ma di più,ma che un freno agli sprechi vada messo...........

michele 25.03.15 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Lo so di non avere nessun "diritto" di esprimermi riguardo al blog, ma noto una disaffezione al limite del disinteressamento.

Eppure gli spunti in questo post ci sono: come ognuno percepisce un "bene comune, cos'è soggettivamente, quali sono i doveri che uno Stato civile deve assumersi e i comportamenti che deve adottare in merito ed anche in generale nei confronti del popolo ( a me non piace il termine "cittadino").

marina s. 25.03.15 14:35| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI COSI' 5 STELLòE EUROPA,ANCHE L'ACQUA DEVE RIMANERE PUBBLICA

alvise fossa 25.03.15 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Comunque sia,ce sta 'n nuovo post...inquietan...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo giusto il principio che l'acqua sia un bene comune e che come tale debba essere assicurata a tutti a prezzi accessibili, se non gratuitamente.

Tuttavia, il fatto che l'acqua sia pubblica non esclude che il suo prezzo possa aumentare sia perché la rete idrica italiana è in buona parte fatiscente (il che comporta una forte dispersione dell'acqua) sia perché sono stati acclarati dei furti d'acqua anche di notevole entità.

A questo possiamo aggiungere, senza sbagliarci, anche la "lievitazione" dei costi in caso di manutenzione/ristrutturazione della rete ( chi esegue questi lavori? Con quale criterio sono selezionate le ditte?).

Torniamo sempre al nodo cruciale: il bene pubblico è "cosa giusta", ma il modo con cui lo si amministra può diventare " cosa sbagliata".

Torneremo a prendere l'acqua gratis dalle fontanelle come si faceva 50-60 anni fa anche in grandi città come Roma, dove si mandava il maschio adulto più giovane a " prendere" l'acqua subito prima di pranzo o di cena? Un'acqua gratuita e freschissima in un periodo in cui i frigoriferi non c'erano in tutte le case.


marina s. 25.03.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma possiamo fidarci dell'unione europea dopo l'euro/truffa ?! e poi per i doveri siamo in Europa, per i diritti siamo in Italia !

Dolphin 25.03.15 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Acqua pubblica e con un minimo garantito gratuito

Rosa Anna 25.03.15 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Acqua pubblica e gratuita per un minimo indispensabile alla vita
È un diritto inalienabile

Rosa Anna 25.03.15 13:15| 
 |
Rispondi al commento

insomma:
condividere i post:fatto!
seguire le dirette senato e camera:fatto!
essere presenti sui social e poi fare passaparola:fatto!
essere sempre presenti e partecipare sul blog:fatto!
fare da passaparola e informare chiunque si incontra nella vita:fatto!
donare soldi per gli eventi:fatto!
partecipare alle agorà,alle raccolta firme:fatto!
inimicarsi gli idioti:fatto!
dialogare con chiunque voglia ascoltare e anche no:fatto!
essere preparatissimi sui lavori d'aula e sulle nostre proposte M5S:fatto!
aver avuto guai sul lavoro ed aver perso amici:fatto!
aver trovato gente nuova e meravigliosa:fatto!
esser fieri del M5S e diffondere il verbo ovunque:fatto!
ecc ecc.....
ma la domanda resta:non è che sbagliamo qualcosa sulla comunicazione?non è che forse non stiamo facendo di tutto per raggiungere davvero tutti?non è che dovremmo urlare un poco più forte nuovamente il TUTTI A CASA?
...vaffanculo porc miser ladr...ecc ecc....
io,come tutti voi,mi confronto ogni giorno con diverse persone abituate all'info televisiva e basta.ti puoi spaccare la testa ma certe persone restano collegate a quello che si vede in tv.e non possiamo sempre dire che sia colpa loro.io non voglio che rischiamo di scivolare nella supponenza o nella presunzione.usiamo anche noi i media e gridiamo!non sento più la rabbia e le urla.il Paese crepa e non stiamo facendo anche certe cose che fa la casta.attacchiamoli ovunque.facciamoci una piccola autocritica,ascoltiamoci di più tutti.ascoltate maggiormente la base.qui e sul blog,nei gruppi e ovunque.ricordiamoci anche di temi terra a terra come la gente che muore ogni giorno per la disperazione.ricordiamoci che esser arrivati fin qui non basta ancora.abbiuamo persone preparatissime,usiamole maggiormente come forza di sfondamento.facciamoci vedere di più.spingiamo per dio!ma fuori,di nuovo nelle piazze e tra la gente.ma in maniera tale che tutti sappiano!!o il sistema si arrocca e ci nasconde!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

renzi ascolta l'europa solo quando gli ordinano di tassare le famiglie italiane

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 25.03.15 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Commento sul reddito di cittadinanza:

renzi ascolta l'europa solo quando gli ordinano di tassare le famiglie italiane

ACQUA PUBBLICA

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 25.03.15 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Non solo l'acqua dovrebbe essere pubblica
Si dovrebbe garantire anche un minimo gratuito
Un diritto equiparabile al reddito minimo di cittadinanza

Rosa Anna 25.03.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che chi ha il potere per decidere sull’acqua sia un po’ come quell’amministratore condominiale che ho avuto la sfortuna di conoscere anni fa a Palermo. Abitavo in affitto in un condominio apparentemente carino e situato in una zona buona, ma c’erano due piaghe. La prima, appunto, quel signore sempre ubriaco che aveva il compito di ripartire le spese dell’acqua appartamento per appartamento, col risultato che noi, 3 ragazze in affitto avremmo dovuto pagare quanto tutti gli altri inquilini messi insieme. Per contestare le bollette bisognava andare a scovare il tizio in un bar vicino dove stava dalla mattina alla sera incollato al bicchiere. Eppure, di cose da fare nel condominio ce ne sarebbero state, a cominciare dalla piaga numero due, ovvero la presenza di un esercito di blatte di dimensioni XXL che sbucavano da dietro i mobili eleganti o dagli scarichi dei lavandini. Chi ci governa, non solo a livello europeo, ci tratta più o meno nella stessa maniera: siamo buoni solo a pagare cifre assurde e ingiustificate per mantenere una quantità indegna di scarafaggi che scorrazzano ovunque indisturbati.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
andate in tv, se non ci andate siamo estinti,lo so è più bello essere presententi in loco ecc ecc,ma siccome certe zone sono scoperte anche perchè come nella mia,lega e pd sono troppo forti,l'unico modo di entrare nelle case e farci conoscere è la tv,in specie ballarò,di martedì,servizio pubblico e pure la gabbia oltre al resto,salvin i sta facendo strage del m5s,andate in tv

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 13:02| 
 |
Rispondi al commento

A quando il pagamento sull'aria ?

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 25.03.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Requiem per il Blog e ricco vaffanculo a Patti Ghera la megera!


p.s.
tanto pe fa a solita figura

Arj claro y limpio 25.03.15 12:56| 
 |
Rispondi al commento

...Però a Nando vorei dì che, è vero, mò stamo a fà l'attivisti de Tastiera, ma che 'a benemerità attività, armeno ner caso mio, se estrinseca soprattutto nè 'a vita de tutti i ggiorni parlando e raggionando pure cò ggente che de tastiera, conosce solo quella der telefono.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://webtv.camera.it/home

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento

questa è un ulteriore prova inconfutabile del capitalismo criminale avallato dalla politica che specula su beni naturali primari necessari alla vita biologica dell'essere umano.

Se questi principi basilari alla civiltà dell'uomo sanciti anche nella Costituzione Repubblicana non vengono insegnati nelle scuole ne rispettati tanto meno capiti dalla cittadinanza avente diritto al voto elettorale non avremo speranze di migliorare la nostra vita.

Clesippo Geganio 25.03.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Il Paese è diviso da uno spartiacque preciso : da una parte la massa , il novanta per cento della popolazione che lavora e produce ,dall'altra il 10 per cento che si arricchisce non lavorando e sfruttando la massa . Politici d'ogni livello con parenti , amici e amici degli amici seguiti dai funzionari , dirigenti della pubblica amministrazione . Imprenditori , consulenti , alte sfere delle forze di polizia e forze armate completano il quadro dell'apice dei parassiti cui seguono le legioni di impiegati e operatori fasulli , immense schiere di nullafacenti che come lavoro fanno i votanti per i politici che li hanno assunti . Terminiamo l'elenco con le varie mafie , le chiese , i maghi e cartomanti e i ladri e truffatori in generale spesso organizzati in cooperative . A tutta questa gente non si può chiedere sacrifici come si fa per le mandrie dei veri lavoratori che compongono il 90 per cento di cui sopra , che si arrabbiano come cinghiali ! A un politico o a un magistrato a cui si chiede una piccola percentuale di riduzione dello stipendio o pensione saltano le coronarie e sbraitano protestando che i loro sono diritti acquisiti e sarebbe non costituzionale qualsiasi prelievo , anche di un euro ! Sono gli stessi che hanno approvato la legge Fornero -Monti o altre schifezze similari ! L'onore e l'onere di far quadrare i bilanci dello Stato è un privilegio da cui loro sono esclusi , si andrebbe contro la Costituzione ! Quindi se alla casta del 10 per cento non si può chiedere sacrifici ci si rivolge al 90 per cento che , con stipendi da fame e pensioni da morte , deve trovare i soldi per pagare sempre più tasse mascherate , spesso da bollette o multe . Ma il bue italico è testardo e continua a preferire chi lo affama e lo spinge sempre più a fare quei sacrifici che , purtroppo , lui non può fare essendo anticostituzionali ! Il povero bue accetta e ringrazia in trepida attesa della prossima inevitabile stangata .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 25.03.15 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Non solo l'acqua potabile deve essere pubblica
Ma gratuita per un minimo quantitativo
Un diritto simile al reddito di cittadinanza

Rosa Anna 25.03.15 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo di dire, (per nun fà sempre 'a figura der cazzaro) che condivido tutto quanto.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 12:47| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.senato.it/3861

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.03.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Non solo l'acqua potabile deve essere pubblica ma almeno gratuita per un minimo consentito
Un diritto ecquiparabile al diritto di reddito di cittadinanza

Rosa Anna 25.03.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Regà , 4 commenti! Me pare d'obbligo scomodà l'amico Gino.... (senza ironìa, eh....)


https://www.youtube.com/watch?v=HtK5xRIp1Rc


harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La democrazia diretta? Ma non fateci ridere...e ringraziate lo stile di Nando. Io direi ben altro ma non ne ho neppure più voglia. Requiem!!

Arj claro y limpio 25.03.15 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo .. spero che i 5 stelle riescano a difendrre il diritto primario dell'umano vivere !

capacchietti rosanna 25.03.15 12:37| 
 |
Rispondi al commento

DAL BANCHETTO DEL BLOG.

La chiusura del Meetup 878 può far piacere a qualcuno, a qualcuno che non capisce il danno fatto "anche" al M5S.

Quando nessuno si ferma a riflettere su un fatto così serio, significa che non si vogliono capire alcune problematiche che hanno fatto allontanare un sacco di gente da questo meraviglioso progetto.

La gente di cui parlo è soprattutto quella della rete, del Blog.

Vi piace un Blog in queste condizioni?

Il Meet Up del Blog era nato per aggregare quelli che non potevano essere presenti sempre e quelli che il Territorio li "schifava".

Voi cxli di piombo attaccati alla tastiera, come se dalla tastiera non fosse nato tutto questo!

Con la chiusura del MU 878 chiude quella voce di rete che da fastidio, e se è vero che ha scassato il caxxo, è vero che l'ha scassato soprattutto a quelli che poi, guarda caso, sono passati al misto.

Sul Meet Up del Blog trovava casa tanta gente e di tutta Italia, e le ostilità verso l'878 sono state chiare fin da subito, non s'è pensato a come valorizzare questa risorsa, ma a come ostacolarla.

Dopo le elezioni è cambiato qualcosa, voi!

Neanche un faccia a faccia, anche poco stile.

Le cose che scrivo oggi le scrivo da sempre, ma vedere un Blog ridotto così mi fa veramente incaxxare, vedere le rete estromessa da tutto, anche peggio.

Con il MU 878 che chiude, scompare un pezzo di storia del Blog, del M5S e della Rete, quella che è stata messa fuori della porta, e relegata al misero "televoto".

Abbiate rispetto degli Attivisti da Tastiera, sono quelli che v'hanno messo col cxlo al caldo!

LA RETE HA MEMORIA, NON L'HO DETTO IO!

Arrivederci e grazie, graziella e grazie a voi.

Nando da Roma.

Hanno ammazzato il Blog, il Blog è vivo, malconcio, ma vivo!


Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.03.15 12:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non Solo l'Acqua deve rimanere Pubblica ,
ma anche il SOLE ( pannelli fotovoltaici , ecc. ),
ed il VENTO !! ( pale eoliche , ecc. ) .


Purtroppo in ItaGlia regna la Mafia su tutte le risorse naturali !!!

Lino Viotti Commentatore certificato 25.03.15 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Viene quasi da pensare che ci sia una strategia sottile del sistema.
Mi spiego meglio.
Facendo salire i prezzi Dell acqua, gestita pubblicamente, si indurrà l utente ( nei loro piani il termine cittadino non esiste ) a pensare che effettivamente la privatizzazione Dell acqua porti un effetto di decrescita dei prezzi..visto e considerato che l acqua rappresenta una risorsa sempre più importante e redditizia (se pensiamo alle evoluzioni climatiche), in grado di mantenere una domanda rigida e quindi possibilità pazzesche di business..
Se pensate che il pd, sia a livello centrale che locale, non abbia fatto questi ragionamenti elementari (guardatevi le partecipate comune per comune) commettete un errore..ma spero di sbagliarmi..
Ciao a tutto il mov:))
Unica forza credibile.

Mattia 25.03.15 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Non solo l'Acqua dovrebbe essere pubblica e costare poco ,

ma anche il SOLE ( impianti fotovoltaici per l'Energia Elettrica in casa ) ,

opp. il VENTO ( con impianti di pale eoliche che generano Energia Elettrica ) ,

ma provate a fare un impianto autonomo di questi per la V/S. abitazione e vedrete Che Vi succede !!!!!!!

Lino Viotti Commentatore certificato 25.03.15 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sta cercando di occuparsi della situazione di Abbanoa in Sardegna? E' vero che le morosità che stanno segnalando nelle ultime fatture dipendono dal fatto che sono stati ADEGUATI i costi dell'acqua RETROATTIVAMENTE per l'anno 2012 (come a dire "nel 2012 potevo chiederti di più per l'acqua che hai consumato") e che ce li stanno imputando ORA in bolletta? Se nel 2012 avessi saputo che l'acqua mi veniva a costare così, allora NE AVREI USATA MENO! Ma che scuse si stanno inventando??

manuela pasini 25.03.15 11:52| 
 |
Rispondi al commento

La sensazione, con repentini e frequenti cambi di post ed argomento, è quella di Don Chisciotte contro i mulini a vento. La riprova é la caduta continua del numero dei commenti.

Giacomo B. Commentatore certificato 25.03.15 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Privatizzare l'acqua,è una scelta scellerata ma,si stanno svendendo e sono stati svenduti altri servizi pubblici come l'Enel per esempio ma nessuno, ( o mi sono perso qualcosa ) parla e prova a contrastare la privatizzazione delle Poste!E' un servizio pubblico e quindi,di pubblica utilità.La discriminante sta forse nel fatto che,le poste sono ancora la cassaforte degli italiani? Quindi,soldi,soldi,soldi....Spero e auspico che il M5S si faccia sentire e batta più di un colpo affinchè,le poste rimangano pubbliche.

Stefano 25.03.15 11:43| 
 |
Rispondi al commento

De llà, ce deve stà quarcuno che abbusa der libero arbitrio...(ner senso che quannno je gira, cambia er post, magari proprio quanno stavi pè dì quarcosa de pregnante: nun se interompe così n'emozzione....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.03.15 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Popolo è sovrano, dicono. Però i risultati di un Referendum vengono applicati solo se fanno comodo ai Parlamentari altrimenti niente.
I Parlamentari si possono assimilare agli asini: ascoltano solo le bastonate e come gli asini bisogna trattarli che sia "politically correct" o meno. Altrimenti ti tasseranno anche i metri cubi di aria che respiri: o paghi oppure muori soffocato.

giorgio peruffo Commentatore certificato 25.03.15 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Questi devono essere i temi affrontati e risolti per l'Italia e per il Mondo intero. Poteva essere messo a tema nell'EXPO ... penso che sia pertinente con il nutrire il pianeta. Invece solo appalti truccati e speculazione.
Forza Beppe !!! Forza M5S

salvatore t., roma Commentatore certificato 25.03.15 11:20| 
 |
Rispondi al commento

La sensazione è che, repentini cambi di argomento nei post senza nessuna soluzione di continuità, assomiglino alle battaglie di Don Chisciotte contro i mulini a vento. Il numero sempre più basso dei commenti lo dimostra.

Giacomo B. Commentatore certificato 25.03.15 11:15| 
 |
Rispondi al commento

La sensazione è che, passaggi repentini nei post da un argomento all'altro e senza soluzione di continuità, assomiglino alle battaglie di Don Chisciotte contro i mulini a vento. Ed il numero esiguo dei commenti dimostra la perdita di interesse.

Giacomo B. Commentatore certificato 25.03.15 11:13| 
 |
Rispondi al commento

post nuovo?

107 commenti vi parevano troppi????

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.03.15 11:03| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non solo acqua. Tutti i servizi devono essere pubblici; l'importante che ci sia un solo consiglio di amministrazione e non trenta per sistemare i trombati.In una località della penisola sono arrivati a creare una società apposita per la lettura dei contatori del gas; naturalmente con consiglio di amministrazione annessi e connessi per fornire stipendi, doppi tripli incarichi agli amici. Fanno tutto questo perché sono buoni e vogliono farci risparmiare.Questa è corruzione.

re a., barbara Commentatore certificato 25.03.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Se proprio dobbiamo dire la verità in Italia la bolletta media privata è tra le più basse d'Europa (credo solo in Romania sia minore) e il forte aumento (medio) degli ultimi anni è dovuto al fatto che in intere regioni fino a poco fa l'acqua era assolutamente gratuita.

mario giusti 25.03.15 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Se ogni cittadino fa una semplice ricerca digitando "costo acqua a (nome città)" vede le differenze.... e trova le sorprese.... I tariffari sono variegati... troppo variegati e ognuno ha i sui punti delicati, per esempio max consumo a tariffa agevolata, oltre il quale subentra il salasso tariffario. Meditate su queste "municipalizzate"... Viviamo in un periodo di feudalesimo ammantato di presunta democrazia. Grazie Movimento 5* per la vostra presenza e azione politica.

niccolò 25.03.15 10:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori