Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#RedditoDiCittadinanza: Lega e Ncd se ne fregano

  • 15

New Twitter Gallery

salvini_alfano.jpg

"La legge sul reddito di cittadinanza prosegue il proprio iter in Commissione Lavoro al Senato, ma la maggioranza con Ncd e anche l'opposizione con la Lega, continuano a dimostrare una totale mancanza di interesse su un provvedimento che serve a dare dignità a 9 milioni di cittadini. Oggi sono stati ascoltati l'Associazione BIN Italia e la Rete dei lavoratori autonomi indipendenti e i precari Quinto Stato, che hanno fatto presente che per introdurre una misura come il reddito di cittadinanza è necessario rispettare i criteri stabiliti nelle raccomandazioni europee e nella risoluzione del Parlamento europeo. E' stata ribadita la necessità che il reddito sia erogato individualmente, nonché la congruità dell'offerta del lavoro con il curriculum del beneficiario, e si è fatto presente, inoltre, che una misura come il reddito di cittadinanza, gestita dai Comuni, sarebbe del tutto fallimentare, affermazioni condivise anche dal MoVimento 5 Stelle. Il M5S, così come chiede l'intera società civile da Libera a Bin Italia, Rete della Conoscenza, European Anti Poverty Network, ACTA, a differenza di larga parte della maggioranza e della Lega che si dimostrano totalmente disinteressate ai reali problemi dei cittadini in difficoltà, continuerà ad andare avanti sempre con maggiore determinazione per l'approvazione di una misura che oltre ad essere una vera e propria manovra economica ridà dignità a ai cittadini e contrasta le mafie" Nunzia Catalfo, portavoce M5S Senato

26 Mar 2015, 16:53 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 15


Tags: Europa, lega nord, M5S, MoVimento 5 Stelle, ncd, Nunzia Catalfo, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Salvini= bossi…bossi "sistemo' " il trota .. salvini "sistemo' "la mugliera
.tutto in famiglia, da bravi mafiosi.. A loro non serve il reddito.di cittadinanza...loro se lo fanno in casa.. E i leghisti? Si masturbano ascoltando il loro dio padano..chi si accontenta godeee..

Jo 27.03.15 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Nei primi due mesi del 2015, avrebbe comunicato il ministero del Lavoro, sono stati attivati 303mila contratti a tempo indeterminato, 79mila in più rispetto allo stesso periodo del 2014. Secondo la Fondazione consulenti del lavoro l’80% delle assunzioni legate all’azzeramento dei contributi sono stabilizzazioni di collaborazioni a progetto, contratti a termine e partite Iva.

In pratica dei contratti di lavoro a tempo determinato che mediamente avevano una durata CERTA di ALMENO TRE MESI (rinnovabili) vengono SOSTITUITI con contratti di lavoro con DURATA CERTA GIORNALIERA per i quali LO STATO (con le nostre tasse) SI è IMPEGNATO a corrispondere circa 37 EURO giornaliere direttamente a QUELLO CHE DA datore di lavoro è stato ufficialmente TRASFORMATO EX-LEGE come DONATORE DI LAVORO.
Eppure, NESSUN PENNIVENDOLO DICE la seguente, LAPALISSIANA VERITA': se ci fossero 1.000.000 di questi contratti il costo sarebbe di 814milioni al mese o 10miliardi all'anno. E che con gli stessi soldi si potrebbe quasi interamente finanziare il reddito di cittadinanza per NOVE MILIONI di ITALIANI e le assunzioni ci sarebbero lo stesso.

MA SI SA, AI PADRONI DEL VAPORE ed ai loro PAROLAI gli italiani servono poveri

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.03.15 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Supponiamo 1000 € per 10 Milioni di persone: risultato 120 Miliardi all'anno di spesa pubblica.

Ora mettiamolo a confronto con i quasi 100 Miliardi che spendiamo (ora sono meno) solo di interessi per il debito e altri 60 dalla lotta alla corruzione.

Ci vorrebbe un giubileo economico ==> interessi sul debito annullati da una stampa straordinaria di moneta e utilizzare per il reddito di cittadinanza quello che si paga ogni anno di interessi.

In un paese di persone felici si dovrebbe vivere per lavorare e non lavorare per vivere.

In un paese felice non si deve essere costretti a delinquere per portare a casa il pane.

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.03.15 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo sulla "congruità dell'offerta del lavoro con il curriculum del beneficiario": ti do dei soldi e ti chiedo in cambio di fare un'attività o ti offro un'occupazione; anche se si trattasse di andare a riempire le buche nell'asfalto l'accetti o ti attacchi.
Certo sarebbe da stupidi affidare ad un ingegnere attività come questa se posso valorizzarlo meglio in un'altra, ma se l'alternativa non c'è si prende quello che passa il convento, altrimenti con il suo "curriculum" si vada a cercare un lavoro più adatto senza finanziamento da parte dello stato.

Christian Z. Commentatore certificato 27.03.15 09:07| 
 |
Rispondi al commento

la mia proposta farebbe vincere le elezioni al m5s.
vi prego guardatela, è completamente sostenibile e finanziabile.
Adottatela e si vincono le elezioni: http://www.lulu.com/shop/m-da/il-reddito-minimo-garantito/ebook/product-21858525.html

maurizio d., ao Commentatore certificato 27.03.15 09:05| 
 |
Rispondi al commento

In genere tutti concordano sugli effetti sociali positivi che potrebbe avere il reddito di cittadinanza, i critici (in buona o in mala fede) sostengono però che è troppo costoso, non ci sono le coperture e non ce lo possiamo permettere. questo è semplicemente falso. Anche se non si prendessero soldi dal taglio degli F35, dalla lotta alla corruzione o dalla evasione fiscale ma si prendessero semplicemente facendo spesa a deficit l'effetto sarebbe comunque positivo sul bilancio dello stato.
Esempio:

supponiamo di aumentare di 2% di PIL la spesa dello stato a deficit per pagare il reddito di cittadinanza.

Questo automaticamente si tradurrebbe in un aumento del PIL del 2%.

Le persone che ottengono questo reddito cosa fanno quando hanno in tasca denaro che prima non avevano?

spendono e comprano beni e servizi facendo aumentare la domanda aggregata e quindi il PIL.

In genere questo ulteriore aumento di PIL è pari al 50% delle risorse immesse inizialmente.

Per cui 2% iniziale + 1% dovuto all'aumento della domanda... il PIL cresce del 3%.

Arrivano le tasse, diciamo circa il 50% del PIL, per cui con le tasse si recupera la metà di quel 3% cioè 1,5%

Ma se lo stato spende 2% e recupera 1,5% i conti non vanno bene, aumenta il debito di 0,5% del PIL.

Tuttavia se il PIL è pari a 100 ed il debito è 120, l'anno successivo il PIL arriva a 103 (100+3%) ed il debito passa da 120 a 120,5 (120+0,5).
Se all'inizio avevo Debito/PIL=120/100=120%,
l'anno successivo avrò 120,5/103 = 117%!

cioè aumentando la spesa pubblica si riduce il famigerato parametro con il gli eurocrati vogliono strangolarci.

Questo vuole dimostrare che l'austerità e le sofferenze sono inutili e non necessarie.

Questo vuole dimostrare che l'austerità non serve per ripagare i debiti (si può verificare che riducendo la spesa pubblica peggiora il rapporto debito/PIL), con l'austerità nessun paese ha mai risanato i suoi conti, ma ha il solo scopo di provocare sofferenza.

Francesco Ragazzi, Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.03.15 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima Nunzia come al solito.
Mi raccomando fammi saper di quella cosa.
Non ho più notizie...

Marco Orso Giannini 26.03.15 20:05| 
 |
Rispondi al commento

a questi interessa salvare la loro poltrona il piu possibile ..punto

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 26.03.15 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma Salvini lo sa che il Fronte Nazionale in Francia non ha alcuna intenzione di toccare il reddito minimo? Alfano lo sa che Sarkozy ha riformato ma non cancellato il reddito minimo ?
Esistono istituiti come il reddito minimo garantito che non hanno colore politico ma sono valori fondanti di una nazione civile.
Francia ,Germania , Olanda,Danimarca ecc tutti i Paesi civili hanno un redditi minimo tranne Grecia e Italia che vergogna!

Paolo

pa 26.03.15 19:36| 
 |
Rispondi al commento

La senatrice Nunzia Catalfo farebbe bene a dare una riguardata alla legge sul reddito di cittadinanza..specialmente all'ART 12 comma 3...inclusione degli iscritti alle liste della legge 68...ovvero disabili...l'ho fatto presente le incongruenze economiche che fissano i criteri per l'erogazione del benefit.
Avevo già dato dei suggerimenti in sede di estensione della legge(tra l'altro mi rispose ringraziandomi per i suggerimenti)..se ricorda proposi un articolo bis ossia l'istituzione dell'assegno di mancato collocamento" per i disabili inclusi medio gravi e gravi.
Poi se vi date una svegliata alla 12 commissione affari sociali della camera c'è già una proposta si legge popolare(tanto care a questo movimento) per portare gli assegni dei disabili almeno a 600 euro, contro gli attuali 275,00 mensili.
Se non riuscite a tutelare i disabili ma cosa pretendete di tutelare 9 milioni di persone...750000 iscritti al collocamento legge 68 di cui l'85% disoccupato, in età lavorativa e a carico dei familiari...svegliatevi...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 26.03.15 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per un partito, pardon, movimento che ciarla di esagerata pressione fiscale, di soldi estorti ai sudditi, ecc. passare ad un'iniziativa ('sto reddito di cittadinanza) da finanziare con altre tasse è deprimente. Direte solo una tassa patrimoniale progressiva sui grandi patrimoni; i grandi patrimoni si svalutano della metà subito, dico io, e poi ce le ricordiamo le esenzioni sulle altre dementi tasse come l'ici, divenuta imu, trasformata in tasi sulla prima casa: TUTTI DERUBATI DAI PARASSITI CHE SI TUFFANO NELLA GREPPIA POLITICA. Sproloqui generali su indecenze ed ingiustizie ma poi tutti al buffet.

Doriano M., Verona Commentatore certificato 26.03.15 19:20| 
 |
Rispondi al commento

quel pistola di Salvini va in giro a dire che con il Reddito di Cittadinanza il M5S vuole dare i soldi agli extracomunitari e le solite caxxate del genere.

Il brutto è che molti magari ci credono, iniziano a dire:"e le coperture? i soldi li prendono da noi?"
Ovviamente chi vota Lega sono quelli che non seguono la politica, però è bene puntualizzare SEMPRE che le coperture sono: tassazione Gioco d'azzardo, taglio agli armamenti (F35), tagli costi politica, ecc... e NON assolutamente tasse agli italiani, e NON assolutamente reddito di cittadinanza agli extracomunitari.

Forza M5S.

Alessio S., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 26.03.15 18:12| 
 |
Rispondi al commento

E' BENE CHE SI SVEGLINO NUOVO CENTRO DESTRA E LEGA,PERCHE' IL REDDITO DI CITTADINANZA SERVE E CI DEVE ESSERE

alvise fossa 26.03.15 18:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori