Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Son tutti gufi

  • 11


gufi_tutti.jpg

"Il malato Italia è ancora in convalescenza ed invece di migliorare si aggrava di nuovo.
Certo non è con l'ottimismo che si possono risolvere le cose ne al grido di "tutti per uno" del fatidico partito della nazione si può creare occupazione. Gli slogan stanno finendo,Italia di qua Italia di la, scuola bella, mo risparmiamo, adesso partiamo, ma dove andiamo. Nonostante l'euforia delle borse e le armi atomiche della BCE l'Italia continua ad arretrare ma noi "gufi" l'avevamo previsto. Hanno fatto prima stendere l'elefante e poi gli hanno offerto il cibo così come ci voleva la Germania, supini. Il paese ha perso migliaia di aziende e milioni di posti di lavoro e il governicchio voleva far ripartire il motore economico con 10 miliardi di ridicoli tagli Irpef ai dipendenti.
Quelli licenziati senza tutela e disoccupati che si fottano. Poi ha pensato bene di alzare la pressione fiscale già insopportabile per aiutare le piccole imprese a chiudere e di continuare a raccontare balle su improbabili tagli alla spesa pubblica che di contro è aumentata. Ma la strada dei consensi non ha mai fine. Si sono inventati di velocizzare le decisioni parlamentari tagliando il Senato e trasformandolo in un poltronificio nominato dalla politica e contemporaneamente di formulare una legge elettorale che escludesse quasi del tutto la volontà popolare. Sicuramente le decisioni sono più rapide,quelle di Mussolini addirittura arrivavano sempre in orario. Ed eccoci qui felici e contenti con una disoccupazione che viaggia verso il 13%,quella giovanile al 50%,ancora in recessione nonostante Renzi faccia scrivere articoli che affermano il contrario,in deflazione,con un debito pubblico in aumento e con il fiscal compact che scalpita. Adesso la BCE sta stampando moneta ma lo sta facendo sempre con nostro debito per quanto riguarda l'Italia. Siamo alla canna del gas:o questi 150 miliardi e rotti vengono impiegati per gli investimenti e in maniera controllata o scoppiamo col Bomba".
Un gufo - bruno p., napoli

15 Mar 2015, 12:30 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 11


Tags: bce, fiscal compact, gufi

Commenti

 

I gufi sono uccelli intelligentissimi che osservano e vedono molto bene con poca luce. Nell'immaginario collettivo portano iella perchè usati come uccelli del mal augurio. Invece erano gli uccelli che usavano le streghe perchè avevano proprio questa percezione amplificata della vista.
Gli avvoltoi sono uccelli schifosi che appena vedono la vittima moribonda aspettano la sua morte e ne mangiano la carcassa.
I porci sono animali che mangiano di tutto senza decoro nè scelta, basta che si riempiano la pancia.
Tanto va la gatta al largo che ci lascia lo zampino. Quanto mi piace il taglio di capelli stile Luigi XIV.

franco ghella 16.03.15 15:11| 
 |
Rispondi al commento

caro proprietatio del blog, perchè mi hai silenziato?
c'era evidenziato quello che chiedi anche tu!
domenico santacroce napoli

domenico santacroce, napoli Commentatore certificato 16.03.15 10:26| 
 |
Rispondi al commento

caro gufo bruno p.,
anche se condivido il testo, devi firmare con nome e cognome.
è anche la terza avvertenza per inserire un commento!
sto conducendo un'isolata battaglia, ma non m'arrendo.
domenico santacroce napoli

domenico santacroce, napoli Commentatore certificato 16.03.15 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma se li danno alle banche per tappare i buchi di bilancio, le sofferenze di centinaia di miliardi di euro e una parte li mettono in grandi opere per lo sblocca Italia e poi affidare queste grandi opere alle grandi aziendeIn sempre, quelle che hanno i lobbisti dentro il parlamento, e che magari sponsorizzano da dx a sx tutta la politica, cosa cambia? Cosa cambia con gli appalti sempre agli stessi, i subappalti uguale e il appalto e il Project financing ai soliti noti????

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 15.03.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

@ Bruno

La classe non è acqua :-)

W IL M5S

un abbraccio


giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 15.03.15 17:50| 
 |
Rispondi al commento

http://lm.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fpaolomenallo.blogspot.it%2F2015%2F03%2Fle-contraddizioni-della-buona-scuola.html&h=uAQFZmdyy&s=1

Spero che analizzate quello che vi sto mandando prima che succeda veramente una catastrofe nella scuola ... Quella di Renzi e l'ultimo passaggi nello smantellamento della scuola

Antonio Mazzaro 15.03.15 16:37| 
 |
Rispondi al commento

IO LA VEDO SEMPRE PIU' BRUTTA,ANDANDO AVANTI DI QUESTO PASSO

alvise fossa 15.03.15 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Trovo il commento del ' il disonorevole ' veramente fantastico.
In modo semplice ed efficace ci spiega come queste merde del PD fregano i loro elettori. Da divulgare un tutti i modi, bravo .

Roberto C., Parma Commentatore certificato 15.03.15 14:48| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/ildisonorevole/photos/a.654058187997085.1073741828.646956962040541/867992943270274/?type=1&theater

PIER & PIPPO: RIBELLI PER CASO.

Bersani ha votato 2.214 volte alla Camera.
Ha votato come il resto del PD 2.209 volte, ovvero per il 99,77% dei casi.
Ha votato diversamente dal resto del PD 5 volte, ovvero per lo 0,23% dei casi.

Nei voti chiave più importanti ha votato così:
- Riforma Senato: favorevole
- Responsabilità civile magistrati: assente
- Milleproroghe 2014: favorevole
- Jobs Act: favorevole
- Sfiducia Alfano: contrario
- Italicum: favorevole
- Proroga missioni militari 1° semestre: favorevole

Bersani ha votato allo stesso modo di Maria Rosaria Carfagna (FI) 1.050 volte su 1.466 votazioni in cui erano entrambi presenti, pari al 71,6% delle volte.
Bersani ha votato allo stesso modo di Alessandro Di Battista (M5S) 372 volte su 1.472 votazioni in cui erano entrambi presenti, pari al 25,3%.

Civati ha votato 5.496 volte alla Camera.
Ha votato come il resto del PD 5.414 volte, ovvero per il 98,51% dei casi.
Ha votato diversamente dal resto del PD 82 volte, ovvero per l'1,49% dei casi.

Nei voti chiave più importanti ha votato così:
- Riforma Senato: assente
- Responsabilità civile magistrati: favorevole
- Milleproroghe 2014: favorevole
- Jobs Act: contrario
- Sfiducia Alfano: favorevole
- Sblocca Italia: contrario
- Proroga missioni militari: assente
- Fiducia decreto lavoro Poletti, Jobs Act: favorevole
- Modifica 416-ter, scambio politico-mafioso: favorevole

Civati ha votato allo stesso modo di Maria Rosaria Carfagna (FI) 2.474 volte su 3.469 votazioni in cui erano entrambi presenti, pari al 71,3%.
Civati ha votato allo stesso modo di Alessandro Di Battista (M5S) 1.034 volte su 3.517 votazioni in cui erano entrambi presenti, pari al 29,4%.

Pippo e Pier vengono considerati esponenti "ribelli" del proprio partito.
Ora andate a casa, appendetevi a testa in giù e forse questa frase vi sembrerà avere un senso logico. Forse.

Il Disonorevole Commentatore certificato 15.03.15 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Straquoto.

Mattia 15.03.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

C'è aggiungere che hanno anche rimesso il bollo per le auto ultra ventennali, così i poveracci che si erano tenuti la macchina per risparmiare sono costretti a rottamarla, e lo stesso per chi ha le auto d'epoca vere, perché diventa impossibile mantenerle, con pesantissime perdite per quanto riguarda i raduni, eccetera... Non ne hanno fatta una di giusta! Poi ormai le tasse per le imprese sono diventate impossibili da pagare. Tanto vale emigrare.

Davide Cavallini 15.03.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori