Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Grasso coi soldi degli altri #GrassoPrecario

  • 49

New Twitter Gallery

grasso_precario.jpg

Il Corriere della Sera ha pubblicato una mezza bufala su un'orda di centinaia di "giovani" che hanno osato rifiutare un lavoro da 1.300 euro al mese offerti dall'EXPO. Come si permettono questi choosy? Sono balle, le testimonianze dei giovani contattati raccontano di offerte di lavoro da 500 euro al mese per 6 mesi senza vitto e senza alloggio. Questi ragazzi che non vogliono farsi sfruttare stanno sulle palle ad Aldo Grasso che, riprendendo la bufala del suo stesso giornale, sbotta: "I giovani rinunciano all'Expo. Son rimasto un po' sconcertato. E' una generazione non abituata al lavoro.". Sì, ma nel senso che la disoccupazione giovanile è quasi al 50% per colpa di politiche economiche che i giornalisti impavidi come Grasso non hanno mai denunciato per non scontentare il governante di turno. Grasso e il Corriere difendono l'EXPO e i suoi contratti da fame e attaccano i giovani che non vogliono lavori sottopagati. Giornalismo d'assalto! La Fondazione Corriere della Sera ha ricevuto un "contributo per massima visibilità EXPO" di 160.000 euro, RCS Sport (gruppo Rizzoli Corriere della Sera) per la partecipazione come main sponsor alla "Milano City marathon" ha ricevuto 154.000 euro. Capito ragazzi? Loro soldi pubblici a go-go per raccontare balle, voi stipendio da fame e statevi zitti. Non vi sta bene? Grasso vi fa pure la morale. Grasso forse non sa cosa è Twitter e non ha un suo account, dedicategli un pensiero e un augurio con #GrassoPrecario. I giornali senza fondi pubblici chiuderanno e lui rimarrà senza lavoro. E' questione di tempo: #GrassoPrecario.



23 Apr 2015, 11:53 | Scrivi | Commenti (49) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 49


Tags: Aldo Grasso, disoccupazione, EXPO, expo, giovani, grasso precario

Commenti

 

caro Beppe io ti seguivo dai tempi di no stop in tv da 15 anni vivo in Australia e come tanti ho dovuto lasciare l Italia per dare un futuro ai miei cari penzo che tu dovresti fare un salto qui da noi per poter raccontare quello che i nostri figli fanno con onestà e sacrificio essendo consapevoli che le leggi d Australia sono giuste e che i diritti dei cittadini sono rispettati grazie ad un governo sano quindi fai bene a non credere che i giovani se trattati onestamente non vogliono lavorare lì o visti fare o lavori più umili con tanta dignità ti saluto e ti rispetto siete l ulima spiaggia per l Italia

Achille mellini Australia melbourne 25.04.15 04:52| 
 |
Rispondi al commento

Un augurio da parte mia affinchè grasso rimanga disoccupato e che successivamente gli venga proposto un full time a 500 euro al mese, senza vitto e alloggio.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.04.15 19:29| 
 |
Rispondi al commento

togliamo gli aiuti di Stato a questi giornali, si possono risparmiare centinaia di milioni di euro da utilizzare per il Reddito di Cittadinanza.

Aiuti di Stato che l'UE ha vietato... ma PD FI NCD SEL SC LEGA ecc... fanno finta di non sapere.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.04.15 10:58| 
 |
Rispondi al commento

L'onestà dovrà pur tornar di moda. C'è purtroppo chi per il denaro venderebbe l' anima anche al diavolo!

Flora Testa 24.04.15 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Certo che per i ragazzi che stanno dentro Milano, può essere una forma di AUTO SOSTEGNO, diverso se si vive nei paesi limitrofi, ancora peggio se si vive in regioni vicine.
I ragazzi che ormai sanno farsi i conti in tasca, giustamente hanno rifiutato, (pare che siano comprese nello stipendio sabati e domeniche come lavorativi)

Pietro Mantelli 24.04.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Ricapitolando
Un lauto stipendio mensile di 500 euro al mese per sei mesi fa 3000 euro di guadagno.
Per chi non abita lì vicino, viaggio di arrivo e ritorno, vitto e alloggio per sei mesi fa minimo 5000 euro.
Rimessa certa 2000 euro a carico della famiglia.
Ma questo è “grasso che cola” solo per i nuovi schiavisti.
VERGOGNATEVI SFRUTTATORI E VENDUTI

lorella lisciani 24.04.15 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Ti dovresti vergognare di essere un giornalista, sei un servo di partito, e come tale travisi le notizie. Il giornalista fallo fare a chi ha le palle per raccontare la verità delle cose, qualche tuo collega è morto per questo.. Cambia mestiere!

Claudio Catalano 24.04.15 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho insegnato ai miei figli a NON credere quello che dicono i giornali e la TV e credo di avere fatto bene. W M 5 S SEMPRE !!!!

Carlo A., forli' Commentatore certificato 24.04.15 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grasso, vorrei che almeno l'onore di morire per scelta personale, venga lasciata a noi poveri esseri viventi. Lei è l'elite delle infamita'. Colui che omette le informazioni è paragonabile ad un delinquente che trae dalle bugie, linfa per la propria esistenza, in poche parole "infame". Mi auguro che presto faccia parte insieme a tutta quella parte di disonesti di un barcone da spingere al largo dell'Italia

Giuseppe Varricchione 24.04.15 06:13| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Occuparsi di queste bufale a livello così elevato come mass media, significa proprio aver finito la benzina. Ma questo signore ha un figlio? Ci mandi il suo. Evidentemente questi giovani hanno ancora un briciolo di dignità per dire no allo sfruttamento a tutti i costi, magari a differenza dei figli di certa gente che pur essendo incapaci occupano posti in seguito ai meriti sportivi di papà o mamma. È proprio vero che tanta gente ha la faccia come il culo!

angelo scaccabarozzi 24.04.15 04:51| 
 |
Rispondi al commento

Le menzogne hanno le gambe corte.
Sapete il perché.la DC rispettava le regole democratiche? Perché sapeva che il PCI ere armato.

Savio1 23.04.15 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono i sistemi di questi pennivendoli al servizio di una fu democrazia, gestita come gli pare e piace da una banda di delinquenti certificati. Se non andate casa per casa, davanti alle università, i licei, le fabbriche, le metropolitane, gli stadi ecc... be allora non aspettatevi nient'altro da un popolo di drogati televisivi che ormai non riconoscono nemmeno più il giorno dalla notte. O forse qualcuno nel movimento pensa che non ci sia bisogno....

Sbino D 23.04.15 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Schifoso pennivendolo...avevo letto anch'io la notizia ed ero rimasto perplesso, non ci volevo credere. Poi la Fornero alla domanda precisa di cosa ne pensasse dei giovani che avevano rifiutato il lavoro,ha risposto che non commentava perché non c'erano abbastanza dati per poter valutare questi " ipotetici" rifiuti. Ed ecco svelato l'arcano mistero...la solita BUFALA dei giornalai di regime. Vergognatevi!!!!

filippo a., salsomaggiore terme Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.04.15 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Grasso è lo stesso che un mese ha criticato il programma di Luca Mercalli perché catastrofista per quanto riguarda il cambiamento climatico. Cioè, senza entrare nel merito dei temi della trasmissione, ha sparlato a cazzo del miglior divulgatore italiano nei campi del risparmio energetico e della climatologia - oltre a essere, Luca Mercalli, un valente glaciologo e climatologo! Immagino perché il corriere della sera oltre a prendere i soldi da EXPO li prende anche dai petrolieri!

luigi plos 23.04.15 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Il liberismo con il c***o degli altri: quando mai i "giornalai" lavorano ?? Al massimo, se va bene, scrivono disinformazioni, fanno propaganda o presenziano a demenziali talk show.

Il compianto G. Bocca scriveva in anni non sospetti e di espansione: ""Meglio fare il giornalista che andare in fabbrica a lavorare""

(citazione libera a memoria).

Fabrizio M. Commentatore certificato 23.04.15 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il sistema usato dalla Casta, la notizia è stata data, nella mente di chi la ha letta resta impressa " i giovani non hanno voglia di fare un cazzo"
anche se viene rettificata (non lo farà nessuno) il guaio è fatto, questo in piccolo è il sistema usato in tutti gli argomenti dalla famigerata Casta.

Dovete andare via tutti, avete rovinato l'Italia, fate schifo.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.04.15 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Quanto guadagnano giornalisti e redattori di giornali che stanno in piedi solo col denaro pubblico ? Quanto i nostri politici che spesso senza laurea e senza cultura, senza conoscere la fatica del lavoro, arrivano dove arrivano solo per meriti politici grazie ai quali vengono iscritti in liste elettorali. Mi piacciono poi tutti quei personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura che, guadagnando milioni grazie alla politica che li sostiene, non certo gratuitamente, poi ci vengono a parlare di solidarietà e magari non pagano nemmeno le tasse e guadagnano quanto 100 o forse 1000 operai. Forse è meglio che la parola uguaglianza e solidarietà non venga abusata da chi ha sempre sfruttato ogni occasione per arricchirsi. Erano meglio quegli autentici movimenti popolari di una volta dove gli operai rappresentavano altri operai e non andavano in giro in maserati, con la scorta, con megastipendi e vitalizi. VIVA QUELLA PARTE DEL MOVIMENTO CHE HA SAPUTO BATTERSI PER QUESTE BRUTTURE SPERANDO CHE NON DIVENTI MAI COME LORO.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 23.04.15 17:54| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/ildisonorevole/photos/a.654058187997085.1073741828.646956962040541/886956674707234/?type=1&theater

Rischia di essere, quella di ieri, una giornata infausta per la storia della nostra democrazia. La giornata nella quale un presidente del Consiglio, rifiutando con arroganza ogni invito alla discussione che gli viene da una parte importante del Parlamento […], annuncia che intende procedere per la sua strada. E che intende modificare a suo piacimento la legge elettorale con la quale gli italiani dovranno […] scegliere i propri rappresentanti […].
Si può modificare una legge elettorale a colpi di maggioranza? Teoricamente si può. Nessuna norma lo vieta. Ma la storia ci insegna che le leggi elettorali approvate a maggioranza non sono soltanto il segno di una sofferenza della democrazia, ma aprono una lacerazione profonda nel paese dalla quale nessuna forza politica trae un duraturo vantaggio.
L´abolizione poi del voto di preferenza suona come una rinnovata pretesa di arroganza da parte dei partiti che vogliono nominare essi stessi, nel chiuso delle loro segreterie, i parlamentari […].
La risposta fornita […] alle preoccupazioni […], l´arroganza con la quale rifiuta ogni confronto con l´opposizione, la esplicita pretesa di arrogarsi il diritto di «nominare» […] (senza consentire agli elettori di esprimere le proprie preferenze) è l´anticipazione di un modello di democrazia già disciplinata o meglio dimezzata. La democrazia è fatta anche, forse soprattutto, di contrasti, di polemiche, di contrapposizione di idee, di scelte e soluzioni. E´ un processo che richiede in primo luogo il rispetto dell´avversario politico, la presa in considerazione delle sue idee, delle sue opzioni, perché sono le idee le opzioni le scelte di quella metà del paese che non ha votato per chi ha vinto le elezioni.

"Una battaglia di democrazia", Rassegna Stampa PD, 29/10/2008


GARSSO "VENDUTO" E CHISSA' CHE CHIUDA ANCHE IL SUO GIORNALE

alvise fossa 23.04.15 16:43| 
 |
Rispondi al commento

SignoÈ Grasso perché non lavori te per 500euro al mese?

Gianelli Stefano 23.04.15 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Come si può parlare di economia,quando le Big dello Stato fanno arricchire gli amici con i Manager-Direttori-Dirigenti nominati per spartizioni politica e incriminare i cretini come me che hanno creduto nel lavoro onesto?Infatti loro si arricchiscono con gli aumenti fatti con le fatturazioni e la magistratura incolpa i cretini come me che hanno fatto i contratti in buona fede,così oltre a non aver guadagnato,perso la fiducia del cliente,si deve subire l'umiliazione nel vedere che i soldi guadagnati dalle controllate servono per dare tangenti e pagare a peso doro il clan della famiglia.Questa cinica realtà politica,è la conferma dimostrativa che Dio non esiste e Cristo solo un simbolo usato per imbonire il popolino credulone,così,mentre il popolino si commuove per la inumana tragedia,i politici fanno cassa e si spacciano Maestri umanitari.Nella vita non si deve credere a niente,è tutto gestito dai
grandi Maestri Burattinai che gestiscono il vero Dio gestito dai padroni del mondo "Dio Denaro" con il quale comprano tutto e tutti per poi giostrare i politici come Marionette.Questa tragedia è stata una vera Manna che ha distolto l'attenzione dalla Malapolitica-Roma Mafiosa con trattativa Stato/Mafia-Grandi opere-TAV-ESPO-Ecc.,dove i Manager-Dirigenti-direttori vengono scelti per spartizione pagati a peso Doro.Soprattutto la tragedia ha fatto dimenticare le cause delle catastrofi che sono le guerre mascherate in missioni di Pace e il sostegno al governo imposto in Ucraina da usare contro la Russia.Si è realizzato tutto quanto dettomi sul finire degli anni 80,così chi ha creduto negli ideali e in un Dio immaginario come me si trova nella merda,criminalizzato,denigrato e perseguitato dal sistema,mentre chi si è adeguato al sistema tangentista affarista ed ha saputo seguire il sistema politico delle grandi ammucchiate e dei comunisti venduti,adesso
si gode la vita,percepiscono favolose pensioni,hanno figli sistemati.Importante parlare male della Russia E ANDARE A MESSA.

agostino nigretti 23.04.15 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Non li fate più entrare ci stiamo portando una guerra in casa ns.
si va in Libia e si fanno li i campi se i libici non vogliono si va con le armi.....e ci devono pagare le spese che noi sosteniamo se non hanno soldi carichiamo il petrolio che loro stanno facendo prendere all'Isis, smettiamola di essere buoni e di farci prendere per il c..lo

Enzo 23.04.15 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Perché il Papa non ha condannato iEnrico Franceschini fautori e propagandatoridelle Missioni di Pace,i quali sono gli unici responsabili di queste tragedie e carneficine?Non ha detto una parola sulle Missioni di pace perché erano guerre mascherate e chi le ha sostenute facevano parte della grande ammucchiata politica sostenuta dal Vaticano e benedetta da alti prelati.Nella vita non si deve credere a niente e nessuno può ostacolare i progetti dei Grandi Maestri Burattinai al servizio dei padroni del mondo.Adesso per coprire il fallimento della Globalizzazione realizzata grazie alla Malapolitica,sfruttano le tragedie per coprire gli affari di famiglia,facendo leva sulle vittime e falso pietismo.Questa crudele reealtà ci aiuta a capire che i credo sono solo fantasie per calmare il popolino credulone pecorone e Dio è solo una immagine di un occhio raffigurato dentro un Triangolo.Proprio per questa cinica realtà,i responsabili della cancrena mondiale alimentata con le guerre mascherate in Missioni di Pace,invece di perdere il potere ne escono rafforzati facendo cassa nella banca del vero Dio "UE_FMI_BCE_NATO_ONU"!Povera Russia che cadendo nelle trappole delle sirene politiche,se non si sottomette al volere Ue e ai padroni del mondo è destinata alla catastrofe,perciò Putin deve recarsi all'ESPO e chiedere la protezione come aveva fatto con il Messia quando lo ha salvato dalle ire del Dio delle guerre Bush!

agostino nigretti 23.04.15 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bah, pensa te che manipolazione dell'opinione pubblica.
Milioni di pensionati saranno convinti che grazie all'ottimo lavoro del governo, il lavoro c'è ma sono i giovani che non hanno voglia di lavorare.

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.04.15 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembrava troppo paradossale questa notizia con la crisi di lavoro che c'e'. Smascherateli tutti questi bugiardi per non dire di peggio.

giuseppe manelli 23.04.15 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Bello il titolo

Giusy Romano Commentatore certificato 23.04.15 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Con i 160000 euro beccati RcS si pagherebbero piu' di 50 giovani per l'intero periodo? Bella vergogna. Non sorprende la nota del Corriere. Tutto bene finche' anche le formiche non s'incazzeranno; quel giorno nessuno si scandalizzi. saluti

massimo viviani 23.04.15 15:20| 
 |
Rispondi al commento

E non solo i giovani se la prendono!

Anche tutti quelli cui è rimasto un po' di discernimento per chiedersi,quando leggono certe vaccate: "che diavolo sta dicendo questo imbrattacarte?

Ci vuole
una bella indagine sulle agenzie inter anali!

Gianni F 23.04.15 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Se sei fortunato prendi 500 euro...io so anche che ad alcuni non li pagano neppure..ma che se lo faccia lui lo stage gratis... grazie a dio noi giovani una dignità ce l'abbiamo ancora...

alessandra 23.04.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Della serie "chi striscia non inciampa", ma un verme come Grasso non serve neanche per pescare.

Maurizio Lobbia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 23.04.15 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Grasso è un guardone. E quando finisce il lavoro ci fa anche lo schizzetto sopra.

fran Commentatore certificato 23.04.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento

La morale dobbiamo farla a quelli che stanno in parlamento e fanno il 99% di assenze in aula prendendo 20.000 euro al mese. A noi comuni mortali ci speculano tutti anche attraverso i giornali. Basta è Ora di Finirla!!!!!

Rex Olly 23.04.15 13:44| 
 |
Rispondi al commento

i giovani... li stanno massacrando e non dicono niente.... s'incazzino una volta per tutte e questi giornalai li devono prendere a pedate nel culo

rob malg Commentatore certificato 23.04.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Questo Grasso andrebbe inviato nel califfato come "giornalista".Imparerebbe forse a non perdere la testa.

mario varino 23.04.15 13:12| 
 |
Rispondi al commento

contattatemi sono disposto a trasferirmi voglio solo un lavoro grazie

DISOCCUPATO 23.04.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Problemi anche sui decantati novi posti di lavoro, è tutta una bufala. Trattassi di posti che impiegano cottimisti e altra manovalanza, non sul privato, ma su lavoro collegato a ditte riconducibili ai favori che ricevono dai politici, impiegate su infrastrutture pubbliche che godono di stanziamenti che andranno a peggiorare il valore del debito pubblico. Quindi un giro di lavoro passivo che non produce alcuna crescita, tanto meno del PIL. Ripeto tutto debito pubblico: lavoro inutile il cui costo finirà sopra le spalle degli italiani onesti.
In sostanza non c'è da credere ad una virgola dei dati economici rilasciati da codesto governo.

roberto f., padova Commentatore certificato 23.04.15 13:05| 
 |
Rispondi al commento

TOGLIERE SUBITO IL FINANZIAMENTO ALLA STAMPA.
Vediamo poi se riescono a restare sul mercato......

agrasi giorgio 23.04.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento

#grassoprecario sei un criminale dell'informazione, come tutta la stampa italiana.
COLLABORAZIONISTI

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 23.04.15 12:46| 
 |
Rispondi al commento

A CAUSA DI QUESTI SALE UN'IRREFRENABILE DESIDERIO DI RIESUMARE LA GHIGLIOTTINA!
VIVA LA REVOLUTION FRANCAISE...

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 23.04.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso resta sconcertato perché i ragazzi rifiutano di farsi sfruttare lavorando in un'opera che ha arricchito un'orda di sciacalli già prima di iniziare i lavori? proprio lui che lavora in un giornale che senza fondi pubblici avrebbe problemi di sopravvivenza? giudica proprio lui dall'alto del suo grasso stipendio pagatogli in parte dalla collettività.

Raffaele F., Torino Commentatore certificato 23.04.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Diceva un comico "E' facile fare il ricchione col culo degli altri!"

Vero Grasso?

Mario Bottini, Castellanza (VA) Commentatore certificato 23.04.15 12:08| 
 |
Rispondi al commento

..contributi all insaputa di grasso ?...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.04.15 12:02| 
 |
Rispondi al commento

rinunciando a una tangente e una mazzetta, già si potevano pagare + decentemente 1000 ragazzi

Luigi P. Commentatore certificato 23.04.15 11:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori