Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il JobsAct fa aumentare la #disoccupazione: un popolo di disoccupati

  • 26

New Twitter Gallery

disoccupazione1082007.jpg

Sono appena usciti i dati ISTAT: il tasso di disoccupazione torna a salire e si attesta al 13%, il livello più alto da novembre dello scorso anno. Anche la disoccupazione giovanile cresce di 0,3 punti percentuali da febbraio al 43%. Il JobsAct fa aumentare la disoccupazione.
Se al tempo del Duce i treni arrivavano sempre puntuali, con questo governo avviene con la crescita della disoccupazione, Sempre puntuale!

"Ha eroso e corroso. Sottratto e impoverito. Tra il 2007 e il 2014, la crisi economica ha sbranato il potere d'acquisto dei lavoratori e creato una enorme disoccupazione. Per raccontarne gli effetti attraverso i numeri, basti dire che negli anni del "collasso" la disoccupazione in Italia è aumentata del 108,2 per cento, più del doppio rispetto alla media UE.

clicca sull'immagine per ingrandire il grafico sulla disoccupazione
disoccupadati.jpg

Invece, la Germania spicca per cifre di ben altro tenore (eccezion fatta per il gender pay gap): lì, nel corso degli stessi anni, la disoccupazione è risultata addirittura in calo del 41,18 per cento. Allo stesso tempo in Italia i precari sono aumentati del 3% mentre in Germania il numero è calato di oltre 10%. Per gli under 30 siamo diventati il Paese con la più alta percentuale di giovani fra i 15 e i 24 anni che non lavorano e non studiano (si chiamano Neet) e siamo passati dal 16,2% del 2007 al 22,2% del 2013. Una crescita che ha portato il Bel Paese a non avere eguali in tal senso e a superare pure la Bulgaria che era l'unico - nel 2007 - a fare peggio." fonte

30 Apr 2015, 14:24 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 26


Tags: disoccupazione, disoccupazione giovanile, giovani, jobs act, Poletti

Commenti

 

IL CANTASTORIE DEI CRETINI.
Ma il MEGACIALTRONE continua a dire che il Job's act e' una riforma seria. CHE BUFFONE, incantatore di imbecilli.

King Tut Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.05.15 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Salve, personalmente cerco un'attività Online lavoro da casa che dia un po' di guadagno , però al momento non posso fare pesanti investimenti, perché il mio reddito di orchestrale in pensione non lo permette.
( INVESTIMENTI CHE DIANO UNA RISPOSTA REALE )
-------------------------------------------------- -------------------------------------------
Cordiali saluti - Armando Apollonio /
 info.apollonio@gmail.com / armandodapola@gmail.com
Via Pandolfa 29/47122 Forli - Italia
Tel. 39-0543-774491 / Cell. 39-348-6271291 /
Skype-arrmetis1
LINGUA ITALIANO
-------------------------------------------------- ----------------------------
Il mio conto PayPal - Email - info.apollonio@gmail.com
Carta PostePay Nr : 4023-6006-5882-8837

Armando Apollonio 02.05.15 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E qui al sud la disoccupazione è ai livelli della grecia, se il governo continua a fregarsene prima o poi dal Sud inizia una rivolta sociale che interesserà tutta l'italia.

Vespri Siciliani 2.0

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 01.05.15 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oltretutto ci potrà essere un buco nel bilancio inps per effetto della decontribuzione previdenziale, moltiplicando il numero delle nuove assunzioni per tre anni potrebbero risultare MLD di euro in meno nelle casse dello Stato, oppure il buco sarà ripianato dalle tasche dei cittadini come successo per le rivalutazioni bloccate delle pensioni sotto il governo Monti-Fornero che ammontano a 5 MLD?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.05.15 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi era il somaro che pensava di aumentare i posti di lavoro licenziando liberamente?
Ve lo ricordate il programma del pd?
Sotto "lavoro" parlavano di alleggerire il fisco e ridurre la precarietà!
Invece non fanno altro che burocratizzare e tassare impedendo alle imprese di espandersi ed assumere!!
Il problema non è la crisi ma i politici!
Bugiardi!
E pure ladri a giudicare da quanto emerge nelle vicende giudiziarie.... un sistema di corruzione che è amorevolmente coccolato anche dai politici ritenuti onesti ma che nel voto alla camera approvano norme che favoriscono il crimine:
politicamente complici.

p.s. cosa dovrebbe fare un giovane per lavorare? accettare i 500 euro al mese offerti da expo?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 01.05.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento

credo che sia arrivato il momento di rivedere la riforma fornero faccamoci sentire da i ladroni e disonesti che sono in parlamento che hanno distrutto la nostra vita e quella delle prossime generzioni. hanno rubato anche l aria che respiramo non ne possiamo più.

renato barboni, sansepolcro Commentatore certificato 01.05.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento

L'ultimo anno l'euro si è svalutato del 30% in confronto del dollaro, ma se fosse stata la lira sarebbe stato un guaio.....balle, solo balle...con la lira sovrana (senza emissione di titoli, ma solo denaro contante)....Edison, il grande scienziato disse: " Perchè il Governo può emettere milioni in Titoli di Stato e non può (vuole) emettere milioni in contanti????...perchè i primi (titoli) ingrassano gli usurari, mentre i secondi (denaro contante) farebbe il bene del Popolo tutto".....Ritornando alla Lira Sovrana del dopoguerra (quando anche la Banca d'Italia era Sovrana, ora è una S.P.A. )non ci sarebbero problemi...per il popolino (starebbe molto meglio di adesso)...i problemi li avrebbero gli altri (gli usuarai) che non potrebbero essere così ricchi come lo sono ora....Ricordiamoci che , perchè ci sia un ricco....ci devono essere tanti poveri...., ma, cosa più importante, NON CI SAREBBERO DEBITI.....solo un po' d'inflazione...

giorgio l., verona Commentatore certificato 01.05.15 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo con Mario ed Adolfo.
Troppo recente la legge per influire.
I tempi tecnici di decisione di assunzioni ed investimenti sono definiti in anni per una economia delle dimensioni di quella Italiana .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 01.05.15 08:48| 
 |
Rispondi al commento

e cosa pensavano che aumentasse il lavoro ??

ma, in un paese dove devi lavorare da GENNAIO a SETTEMBRE per pagare tasse e balzelli vari ,dove vuoi andare ??
ma di cosa stiamo parlando?
solo un PAZZO verrebbe ad investire o aprire aziende SERIE ..
altro che Job acts e cazzate simili..(vedi reddito di cittadinanza)

se non DIMEZZI , non ABBASSI , dico DIMEZZI le tasse in generale NON RIPARTE UN BEL NULLA !!!!

non devi fare elemosine alla gente ,

AGLI ONESTI IMPRENDITORI PICCOLI O GRANDI CHE SIANO NON LI DEVI AMMAZZARE DI TASSE E ROMPERGLI I COGLIONI CON LEGGI , LEGGINE , USL , ASL , VVFF , CATASTO , GENIO CIVILE , COMUNE PROVINCIA , REGIONE , ADE, EQUITALIA ,E CHI PIU' NE HA PIU NE METTA

NON ROMPETE I COGLIONI ALLA GENTE CHE VUOLE LAVORARE ED INVESTIRE.
FATELA LAVORARE IN PACE SENZA ASSILLI E GABELLE

VEDRAI COME RIPARTE LAVORO ED ASSUNZIONI ...E TASSE ONESTE..

in questo paese ormai la professionalità sta scomparendo..

LO CAPITE SI' O NO ??
(SICURAMENTE NO)


mario x. Commentatore certificato 01.05.15 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le ragioni che scrive Adolfo Treggiani sono valide secondo me, ma non si guarda un altro aspetto ancora più importante che è la sovranità monetaria che abbiamo ceduto senza spiegazioni esaustive. La crisi stessa è una condizione voluta e necessaria al fine di convincere la popolazione ad accettare ulteriori riduzioni di sovranità (riforme). Il jobs act è una di queste, ma sull'andamento della disoccupazione non incide molto. è un sistema per ridurre ulteriormente i diritti dei lavoratori e finalizzato alla riduzione dei salari. I suoi effetti dannosi si vedranno tra mesi, ora è ancora presto.

Francesco Ragazzi, Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.04.15 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italia e Germania hanno molto in comune. Una societa' costituta da strati sociali similari, una grande industria manifatturiera, una economia capitalistica votata alla trasformazione e all'esportazione, una simile distruzione bellica anche se quella tedesca e' stata di gran lunga peggiore, governi moderati di centrosinistra dal dopoguerra ad oggi. Perche' allora la Germania e' una grande potenza economica e noi siamo nella merda? Sara' perche' loro si sentono parte di una nazione e cittadini di uno stato condiviso e rispettato, perche' loro non rubano o almeno non quanto noi, perche' evadono le tasse molto meno di noi, perche' la criminalita' organizzata che noi abbiamo esportato non ha il potere e il controllo della politica e dell'economia che invece mantiene in tutta Italia.Ma anche perche in Germania i cittadini hanno sempre mandato al governo grandi personalita' politiche che hanno operato per il bene comune mentre l'Italia negli ultimi settanta anni e' stata governata da politici di dubbia reputazione preoccupati soprattutto di conquistare e di mantenere il potere, di arricchirsi e di "sistemare" parenti e amici. E oggi non e' diverso. Sara' il caso di comprare un politico invece di un calciatore tedesco?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.04.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SUBITO APPROVARE REDDITO DI CITTADINANZA LO DICONO ANCHE I DATI DELL'ISTAT.

Rex Olly 30.04.15 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno fermi il venditore di balle! Perché non sarà mai sazio prima di averci demolito fino all'osso!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.04.15 18:30| 
 |
Rispondi al commento

E qui al Sud è ancora peggio, secondo me entro 1 anno scoppia qualche rivolta, tipo Vespri 2.0

GOVERNO FALLIMENTARE E ABUSIVO, DIMETTETEVI TUTTI

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 30.04.15 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Fare un Gobbo, significa guadagnare dei soldi inaspettatamente.
Da qui, Gobs Act.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 30.04.15 16:54| 
 |
Rispondi al commento

JOB DISFACT,DEL LAVORO

alvise fossa 30.04.15 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarà mica per colpa Germania?
La Germania ha 82 milioni di abitanti.
L'Italia ha 60 milioni di abitanti.
In Germania ci sono 691 parlamentari (0,8 ogni 100.000 abitanti)
In Italia ci sono 945 parlamentari (1,6 ogni 100.000 abitanti)
In Germania, un parlamentare prende 12.000 euri/mese
In Italia, un parlamentare, prende 17.000 euri/mese
In Germania ci sono 289 poliziotti ogni 100.000 abitanti.
In Italia ci sono 467 poliziotti ogni 100.000 abitanti.
In Germania, il capo della polizia, guadagna 130.000 euri/anno.
In Italia, il capo della polizia guadagna 621.257 euri/anno.
In Germania ci sono 54.000 auto blu. TUTTE DI MARCA TEDESCA.
In Italia ci sono 600.000 auto blu. TUTTE DI MARCA TEDESCA.
In Germania, con il fotovoltaico, producono 7,6 GW.
In Italia (isto paese du sole) con il fotovoltaico, produciamo 3,5 GW
IN GERMANIA, UNA PENSIONE DA 22.000 EURI/ANNO, NE PAGA 39 DI TASSE.
IN ITAGLIA UNA PENSIONE DA 22.000 EURI/ANNO, NE PAGA 5.500 DI TASSE.
IN GERMANIA, UN OPERAIO GUADAGNA 32.000 EURI/ANNO.
IN ITALIA, UN OPERAIO, GUADAGNA 22.000 EURI/ANNO, LORDI.
E LORO, continuano a darvi da intendere che la colpa è della “ Culona Inchiavabile” etc. etc. etc.,
Invece, gli italiani, sono Chiavabili, altro che se sono Chiavabili.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 30.04.15 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi che fare? Il mondo è già cambiato e bisogna reinventarsi, imparare ad usare le nuove tecnologie in maniera costruttiva e crearsi rendite online crescenti. Questo vale sia per i giovani che per le persone di una certa età. Il vecchio non torna più. Prendere esempio da chi ce l'ha fatta (ex disoccupati ed ex cassaintegrati)

Sabina M. 30.04.15 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Tanto basterà un altro tweet dell'incantatore di turno perché gli italiani si lascino convincere a votare PD.
E' quando l'effetto Renzi svanirà troveranno un altro personaggio, un nuovo pifferaio.
Il problema non è il PD, sono gli italiani.
Sarà tre volte Natale e festa tutti i giorni....
Gli italiani crederanno a qualsiasi cosa gli dica la televisione !

Lavoro, a marzo torna a salire
la disoccupazione: tasso al 13%
Ma per la Bce i dati sono positivi

Certo che i dati sono positivi, il PIL è tornato a crescere, ma questo non significa che è tornata a crescere la ricchezza degli italiani ma solo la ricchezza di chi è già ricco, si è liberato di qualche lavoratore riducendo i costi e razie all'euro debole al Q-easing e al prezzo del petrolio basso ha incrementato il fatturato, ma per chi lavora c'è un calcio il bocca e tanti saluti

Carlo C., Milano Commentatore certificato 30.04.15 15:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori