Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il Paese va a rotoli, il governo a farfalle

  • 16

New Twitter Gallery

segaitalia.jpg

"- Bankitalia: a febbraio il debito pubblico aumenta di altri 3,3 miliardi arrivando al record storico di 2.196,2 miliardi.
- OCSE: l'Italia è l'unico tra i grandi Paesi europei in cui la disoccupazione continua ad aumentare, la disoccupazione giovanile è eccezionalmente alta.
- ISTAT: il Paese resta in deflazione, i profitti delle industrie sono ai minimi da 20 anni.
Ma per il governo la priorità è l'Italicum." Lorenzo M.

15 Apr 2015, 15:44 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 16


Tags: aziende, crisi, debito pubblico, disoccupazione, governo, italicum, m5s, pmi

Commenti

 

Parte III^
1. Infiltrare o assoldare informatori in loco per conoscere come si origina il fenomeno dei migranti, quali siano le cause scatenanti, chi manovra e organizza la logistica dei trasporti e dei punti di concentrazione/smistamento sia intermedi che finali, le fonti di finanziamento e approvvigionamento di armi, le organizzazioni malavitose e governative che occultamente supportano e favoriscono tali spostamenti di massa.
2. Studiare e mettere a punto una strategia di contrasto in loco con l'aiuto di altri paesi e dei relativi servizi di sicurezza, anche organizzando falsi attentati terroristici ai danni dei capi delle organizzazioni ai fini di destabilizzarle. Senza una guida tutti i fenomeni tendono ad esaurirsi.
3. Sbarrare tutti gli accessi delle frontiere terrestri e marittime con filtri impenetrabili per i clandestini, ossia rafforzamento di tutti i controlli su strade, porti, aeroporti, stazioni ferroviarie, ecc. che rappresentino potenziali luoghi di transito obbligatorio.
4. Classificare e individuare l'identità vera di ciascun migrante, mettere in quarantena tutti coloro che sono sprovvisti di documenti e rispedirli immediatamente via mare nei posti da cui sono partiti con la scorta di unità militari e aerei.
5. In base al grado di istruzione, alle professionalità e capacità personali, nonché alle esigenze di forza lavoro in Italia, ammettere un numero contingentato di profughi/migranti che prima di essere accettati nella collettività debbono essere sottoposti ad approfondite visite mediche ed a corsi intensivi della durata di un anno sulla lingua, il costume, le leggi, i comportamenti da tenere, i diritti e i doveri, l'igiene personale, il funzionamento dei servizi pubblici, il rispetto del prossimo, ecc. ecc. Chi non dovesse superare tali corsi, verrà rispedito a casa.
Questo è il minimo che un paese civile avrebbe dovuto fare per tutelare sia noi che i nostri ospiti. Ma noi siamo un paese civile?
Datevi voi la risposta, se la trovate.

Antonio Alei 17.04.15 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Parte II^
Di certo, andando avanti di questo passo, tutte le strutture del paese saranno sottoposte ad uno sforzo superiore alle proprie capacità organizzative, economiche e materiali e finiranno per implodere. Le ulteriori tasse necessarie per far fronte alle emergenze ed ai sovraccarichi del sistema manderanno letteralmente a gambe all'aria la stabilità sociale ed economica sia dei ceti più poveri che di quelli medi e medio-alti, col risultato di ridurre il paese ad una pietosa fotocopia dei paesi africani e asiatici d'origine dei nostri migranti.

Tornando a noi, cosa dovremmo fare? Come ci dovremmo comportare? Ammesso che ne abbiamo sia volontà che capacità.

Innanzi tutto lo sbaglio principale è stato quello di far percepire ai migranti che qui si mangia, si beve e si alloggia gratis, come se fosse il paese di bengodi, fornendo vestiario, scarpe, telefonini, gadget, ecc. ecc. Cosa pensate che facciano queste persone? Si attaccano al telefonino per chiamare casa loro e dire che qui ci sono dei fessi o dei re Mida che ti riempiono letteralmente di ogni ben di Dio senza neanche badare a spese, il tutto senza alcun contraccambio o lavoro da eseguire.
E cosa faranno i loro familiari e conoscenti messi al corrente dei fatti? Correranno al primo gommone disponibile come ossessi per arrivare fin qui il più rapidamente possibile, tanto l'Italia è il loro Paradiso Terrestre!

E così finiamo con l'esaltare il fenomeno, anziché arginarlo.

Oramai credo che sia troppo tardi per tornare indietro, la corda si è allungata troppo e si sta per spezzare in modo irreparabile. Comunque qui espongo quello che a mio modestissimo parere si sarebbe dovuto fare ab illo tempore (sic!).

Antonio Alei 17.04.15 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Parte I^
Riprendo nuovamente il tema dei migranti per capire a che gioco stiamo giocando.

1. Sulle coste del Nord Africa ci sono (almeno così si dice) decine di milioni di diseredati in attesa di migliore sistemazione e di un passaggio verso l'Europa (Italia in primis);
2. Ogni giorno in Italia arrivano via terra e via mare da alcune centinaia ad alcune migliaia di extracomunitari, per lo più migranti (i profughi veri e propri sono una minoranza);
3. Con questi ritmi la popolazione residente in Italia (al netto di nuovi nati e morti) cresce ad un ritmo di almeno 50-100.000 unità/anno, quanto una città di medie dimensioni;
4. I nuovi venuti sono tutti senza impiego e in buona parte non specializzati o sufficientemente istruiti;
5. Per ciascun migrante (profugo o meno) si spendono decine di euro al giorno che gravano sulle già esangui casse dello stato;
6. I servizi di assistenza (alloggio, vitto, sanità, scuola, trasporti, vigilanza, sicurezza, ecc.) sono prossimi al collasso;
7. Con la nuova stagione gli sbarchi e gli arrivi via terra potrebbero intensificarsi fino a cifre dell'ordine di 200-300.000 unità ed oltre in pochi mesi;
8. Ai paesi confinanti ed alle stesse istituzioni europee dei nostri problemi non importa un fico secco; vedasi infatti tutta l'assistenza e la collaborazione fornite fino ad oggi. Anzi paesi come l'Austria riaccompagnano ai nostri ex confini quelli che si infiltrano clandestinamente a casa loro;
9. La Spagna ha eretto muri e reticolati contro le penetrazioni nel proprio territorio e addirittura sono giunti a sparare a vista sui clandestini;
10. La storia ci insegna che all'epoca delle invasioni barbariche nessun alleato o paese confinante dell'impero romano si è sognato di dare una mano per arginare la marea allora dilagante, con gli esiti che ben conosciamo. Anzi spesso, pur di togliersi l'impiccio di avere fra i piedi Goti, Visigoti, Burgundi, Franchi, ecc. ne hanno agevolato il rapido passaggio stendendo loro tappeti rossi.

Antonio Alei 17.04.15 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Per il governo la priorità è la propria poltrona e gli italiani possono anche friggersi:
non vanno a farfalle, si fanno i ca##i loro.

Intanto il 50% degli elettori sceglie di andare a farfalle invece che votare contro questa schifezza di governo unico.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.04.15 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma finchè non ci sarà un ricambio generazionale tra le vecchie leve e le nuove la disoccupazione non calerà mai. Bisognerebbe ripristinare le vecchie norme sui pensionamenti solo cosi ci potrà essere il vero ricambio: le persone anziane o quasi in pensione tranquillamente e per i giovani si aprirebbero le porte al mondo del lavoro, peccato che l'Europa non ce lo permetterebbe mai per questo anche per questo dico di uscire dall'Euro che ci ha rovinato e continua a rovinare il futuro dell'Italia e degli Italiani giovani in primis.

Pietro scarsella, calcata Commentatore certificato 16.04.15 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Qua bisognerebbe cominciare a pensare di chiedere ai Di Battista Di Maio Morra fico oltre le recenti piacevoli sorprese Bonafede Ruocco di mettersi in area di parcheggio alle prossime elezioni nazionali e tenersi pronti per concorrere alle elezioni regionali o di grandi comuni come presidente di regione o sindaci lasciando in Parlamento alla prossima legislatura un gruppo di sherpa cui aggiungere gente nuova proveniente dall'area di iscritti antecedente al 2012.
Perché se passa questo schifo dell'italicum dovremo conquistare le regioni e i comuni per poter controllare il Senato e fare le 4 letture per bypassare gli stop della Corte Costituzionale a tagli di vitalizi pensioni d'oro e revisione dei trattati europei. tutti quelli che abbiamo di sicuri e fedeli Crissolo funzionanti in tv dobbiamo mandarceli subito per farli conoscere

Efstathios Varvarigos Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.04.15 08:38| 
 |
Rispondi al commento

ho postato 3 volte ma non viene.
riprovo

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 15.04.15 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Rifiutare rimborsi per 42 milioni di euro vuole dire metterli nelle casse dello stato a disposizione del governo.
E' questa l'opposizione dei 5 Stelle.

Ivan Italico 15.04.15 23:40| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA E' UNA SOCIETA' PRIVATA DAL 1933. CONFERENZA DEL 7 GIUGNO 1929 A PARIGI E II CONFERENZA DELL'AIA 20 GENNAIO 1930. LE NAZIONI(ALCUNE TRA CUI L'ITALIA) SONO SOCIETA' DI DIRITTO PRIVATO REGISTRATE IL S.E.C. US SECURITEX AND EXCHANG COMMISSION WASHINNGTON DC. www.sec.gov
SUL SITO DEL S.E.C. http://www.sec.gov/search/search.htm, L'ITALIA RISULTA COSI' DENOMINATA: ITALY REPUBBLIC OF. COMPANY REGISTRATION NUMBER 0000052782.
BUSINNESS ADDRESS: MINISTERO ECONOMIA E FINANZE VIA XX SETTEMBRE 97 (ROMA)
MAILING ADDRES: (OVVERO UFFICIO LEGALE) MICHAEL S. IMMORDINO C/O WHITE & CASE LLP 5 OLD BROAD STREET LONDON XO EC2N 1DW UNITED KINGDOM.
IL 19-02-2015 CAMBIATO NUOVAMENTE IN: C/O SASM&F (UK) LLP40 BANK STREET, CANARY WHARFLONDON X0 E14 5DS
LE SOCIETA' DI DIRITTO PRIVATO CHIAMATE "NAZIONI", DAL 1933 IN POI POSSIEDONO IL DIRITTO DI PROPIETA' SULLE PERSONE NATE IN QUELLO STATO.
DI QUALE DEBITO PUBBLICO, SI PARLA NELL'ARTICOLO?
DI SICURO E' UN DEBITO PRIVATO DELLA SOCIETA' DENOMINATA ITALY REPUBBLIC OF.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 15.04.15 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Altro dalla Germania..
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/euro-paraguri-sapete-che-germania-non-ha-mai-abbandonato-marco-44779.htm

jo 15.04.15 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Una Europa unita faceva molta paura agli USA..un concorrente che poteva neutralizzare il dollaro moneta ufficiale di scambio mondiale che non e' legata al valore dell' oro..una manna per gli USA che possono sfornare quanta ricchezza vogliono (Per loro non per il resto del mondo). Quando si son accorti che le basidell,'Europa erano fondate solo sulla moneta hanno tirato un gran sospiro di sollievo..con ,l'aiuto delle loro agenzie di rating e usando il punto debole dello spread hanno sepolto l'Europa. Il punto debole di una Europa Unita e' la Germania che sperando di realizzare il sogno del pangermanesimo ( Germania dominatrice) ha accentrato a se il potere corrompendo o ingannando .


http://it.m.wikipedia.org/wiki/Conferenza_di_Bretton_Woods

http://msgcatania.altervista.org/index.php?option=com_content&view=article&id=190:cosa-sono-le-agenzie-cose-lo-spread-&catid=34:articoli&Itemid=157

http://www.formiche.net/2014/01/18/euro-rinaldi-piano-funk/

jo 15.04.15 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Molte " lucciole " hanno più dignità dei piddini perché per 80 € non si mettono a 90.

vito c., Roma Commentatore certificato 15.04.15 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Grande il governo del faccia di cazzo fiorentino! E grandi tutti i toscani che lo hanno creato! Grazie! Vergognatevi!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 15.04.15 18:56| 
 |
Rispondi al commento

STIAMO ANDANDO ALLA CATASTROFE,MA SENZA NEANCHE TANTO OTTIMISMO,COMUNQUE SAPPIAMO CHI DOBBIAMO RINGRAZIARE: PD,FORZA ITALIA,SEL NUOVOCENTRO DESTRA

alvise fossa 15.04.15 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Eh certo, la priorità è per il sistema dove loro mangiano. Loro e i giornalisti mainstream.
Chissà quando finiranno di dormire gl'italiani.

giorgio peruffo Commentatore certificato 15.04.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

che Palle!!!!
c'è il tesoretto!!!!
va tutto bene
e che axx

psichiatria. 1 15.04.15 15:52| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori