Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il piano dracma della Grecia è pronto #fuoridalleuro

  • 46

New Twitter Gallery

ritorno_dracma.jpg

"Il governo greco si sta preparando a nazionalizzare le banche del paese e potrebbe creare una sua nuova moneta nazionale per pagare i debiti regressi. Questo a meno che i paesi membri della zona euro non abbandonino le richieste di austerità per il nuovo programma di salvataggio in corso di trattative tra i funzionari delle "istituzioni" e quelli di Atene. Lo riportano varie fonti del governo ellenico riportate da Ambrose Evans-Pritchard sul Telegraph.
Scrive poi l'Independent come il partito al governo Syriza potrebbe anche a breve decidere di non rispettare le pendenze con il Fondo Monetario Internazionale previste per la prossima settimana. Un alto funzionario del governo ha detto al The Daily Telegraph: "Siamo un governo di sinistra. Se dobbiamo scegliere tra un default del FMI o un default del nostro popolo è molto semplice. Potremmo arrivare ad un processo per gli arretrati con il FMI. Ciò causerà un furore nei mercati e significa che l'orologio inizia a spuntare molto più veloce".
Altre fonti al Telegraph hanno aggiunto che Atene sta già lavorando ad un piano emergenziale, se i negoziati con i creditori stanno fallendo. "Chiuderemo le banche e le nazionalizzeremo e poi emetteremo cambiali se dobbiamo. Sappiamo quello che significa tutto questo. Ma ciò che è certo è che non saremo un protettorato dell'Europa". Queste cambiali, prosegue Ambrose Evans-Pritchard, sarebbero potenzialmente una nuova forma di moneta.
Come nota Zero Hedge, un fallimento di pagamento di una pendenza con il Fmi o con la Bce nei prossimi giorni provocherà un default in 30 giorni. A quel punto la nazionalizzazione delle banche e la reintroduzione di una moneta parallela sarebbero inevitabili. Secondo le fonti citate dal Telegraph se al governo di Atene sarà costretto di scegliere tra il pagamento delle pensioni e dei servizi essenziali o i debiti con il Fmi, il processo di ritorno alla dracma subirà una forte accelerazione. La Grecia non ha i fondi necessari per ripagare i 458 milioni di euro con il Fmi per il 9 aprile e coprire le pendenze salariali e di Welfare il 14 aprile. La data delle grandi decisioni per Tsipras si avvicina. Tsipras che la prossima settimana sarà a Mosca." l'antidiplomatico

4 Apr 2015, 11:45 | Scrivi | Commenti (46) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 46


Tags: dracma, euro, Germania, Grecia, lira, Pritchard, Telegraph, The Indipendent, Tsipras, Varoufakis

Commenti

 

Scusate l'ignoranza ma ancora non ho capito
se esiste un MoVimento a-partitico anche in Grecia
e se abbiamo contatti con loro.
Per cortesia, qualcuno mi risponde?

Nicola Agostaro, Andora (SV) Commentatore certificato 08.04.15 09:45| 
 |
Rispondi al commento

siamo in tanti ad essere convinti per uscire dall'euro ma nello stesso tempo si deve fare piazza pulita di tutta sta gentaglia parassita che sta al governo e nelle amministrazioni pubbliche.
non basta tornare alla lira,ma eliminare la corruzione per tornare ad una ITALIA sana.

michele p., torino Commentatore certificato 06.04.15 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Putin aiuterà la Grecia a scrollarsi di dosso i sanguigni u e così anche Spagna e Portogallo. La Grecia c'è la farà e sarà finalmente libera.

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 06.04.15 12:57| 
 |
Rispondi al commento

dopo tornerà alla Grecia dei Colonnelli ... e così ricomincerà tutto di nuovo ! ^_^

e pure noialtri ..lo stesso! ... con uno che griderà
dal balcone di piazza Venezia : "spezzeremo i reni alla Grecia " ...

e la storia si ripeterà ! ...
e tutti vissero fecili e coglionati !

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 05.04.15 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono commenti fatti da coglioni ignoranti!
Erano gli anni 70 quando i comunisti sfegatati ignoranti facevano queste esternazioni da teorici ubriachi da bar.
1) I debiti della Grecia sono soldi presi in prestito con l'emissione di titoli di stato (cambiali che lo stato firma per avere soldi in prestito) i titoli di stato emessi possono essere nelle mani di banche come dei privati.
2)La Grecia non solo ha i debiti , ma spende più di quanto incassa dalle tasse, quindi anche se fuori dall'euro, deve trovare soldi almeno per il pareggio di bilancio = +TASSE. l'austerity è una parola che si sono inventati i coglionazzi ignoranti.
3) soldi dei personaggi che si sono arricchiti in Grecia tra evasione e tangenti sono stati portati in GERMANIA!!!
4) la Grecia vuole altri soldi in prestito per pagare i debiti in scadenza e gli interessi maturati, e chiede altri soldi in prestito in quanto il suo bilancio è negativo (non riesce a far fronte alle spese).
5)Il problema della Grecia non è l'Europa o l'euro, ma il fondo europeo in quanto il fondo europeo è un calderone dive tutti calano la mano e ai speculatori e politici piace, ed è un fondo che ogni anno chiede di essere impinguito con le tasse.
6) la Grecia non doveva sputtanarsi dicendo che non voleva pagare i debiti o altre menate varie.in quanto quelli che gli dovevano prestare i soldi si sono allarmati e vedono già i pericolo i soldi che hanno prestato precedentemente. Oggi per avere altri soldi in prestito deve andare a chiedere ai strozzini, che renderanno le dovute precauzioni.
Posso assicurarvi che se la Grecia fa come dice la Germania si salva! se invece esce dall'euro OGGI!!! nessuno farà da garante per altri soldi prestare ,e LA GRECIA AFFONDERA'!
Prima doveva prender ei soldi in prestito e poi poteva sparare tutte le cazzate che voleva.
Comunque io penso che i debiti li pagherà! e il pareggio di bilancio lo dovrà attuare!

Angelo A., Vieste Commentatore certificato 05.04.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che l'accordo fatto sul "Britannia", sia stato fatto per "uccidere" le economie dei Paesi non virtuosi. Non hanno pensato però ad un ritorno ad una sovranità monetaria. Non tutti sono "ignoranti" come Firenzotti. Paesi con presidenti che tengono al proprio Paese, sono pronti a mandare a quel paese il "quarto reich", questo è bene sicuramente per il Popolo , dei poteri finanziari ,è ora di fregarsene e dui pensare al bene dei Cittadini. Auguri a tutti! Paolo buon.

paolo romanello 05.04.15 11:52| 
 |
Rispondi al commento

avanti tutta!!!!!!!!!! siamo con voi, la civiltà arriva dai nostri avi, dobbiamo riprenderla e spedire in galera tutti gli euro burocrati per truffa continuata ed aggravata dallo stato di inferiorità psicologica (ed intellettuale) dei popoli soggetti ad un volere criminale, ingiusto nonché estorto con la menzogna et inganno. Gogna pubblica per chi continua a sostenere la validità della moneta unica, strumento di potere per il controllo finanziario delle inconsapevoli masse. L'ignoranza dei popoli non giustifica alcuna forma di schiavitù!

tringale andrea 05.04.15 09:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe lo aveva detto già dal febbraio 2012....:

"Il tutto per indebitarsi ancora di più con il FMI. La scelta è default subito o un'agonia prolungata per fallire comunque."
purtroppo è stata scelta l'agonia...

http://www.beppegrillo.it/2012/02/grecia_a_orolog.html

Marina Voudouri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.04.15 05:00| 
 |
Rispondi al commento

Sarà una scelta dura per la Grecia ma sarà la loro salvezza, devo dire che i greci hanno un coraggio enorme e se usciranno dall' euro usciranno dall'oppressione e dalla schiavitu voluta dalla Triade europea e dal demone Josep Rotshild il grande satana. Auguro ai greci un futuro migliore e penso che anche noi arriveremo presto alle loro condizioni attuali e forse seguiremo il loro esempio Forza Grecia!!

gianfranco fichera 05.04.15 04:52| 
 |
Rispondi al commento

In realtà, il governo greco non parla di uscita dall'euro ed eurozona ma di introdurre la dracma come seconda moneta, in parallela all'euro. Una moneta per uso interno, ad es stipendi, pensioni ecc, e una per l'estero, ad es. per il ripagamento del debito.

Ma, come sempre, il governo Tsipras è ambiguo e fa capire una cosa per un'altra.

Il piano di doppia moneta per la Grecia è stata studiata dal Federal Reserve System negli USA già nell'estate 2010. Per appforondire bisogna leggere il libro dell'economista Kazakis "Pompea greca" che però temo sia disponibile solo in greco:

http://www.biblionet.gr/book/174131/%CE%97_%CE%B5%CE%BB%CE%BB%CE%B7%CE%BD%CE%B9%CE%BA%CE%AE_%CE%A0%CE%BF%CE%BC%CF%80%CE%B7%CE%AF%CE%B1

Marina Voudouri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.04.15 04:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E NOI COSA ASPETTIAMO A FARE LO STESSO???

Mario prota 05.04.15 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Germania E' un paese autarchico..e non mi pare che gli vada male...(perche 'e' autarchico? L'euro e' una SUA moneta; rispetta e non rispetta le regole che più' gli aggradano..E fa bene..La colpa della nostra situazione non e' la Germania ma i governi ladri che hanno dissanguato l'Italia..La Germania approfitta della situazione..come una iena..

Jo 04.04.15 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inviterei tutti a leggere l'intero articolo di zero hedge e non gli spezzoni mal tradotti dell'antidiplomatico. Se l'idea di governare l'uscita dall'Euro è quella di creare una economia chiusa ed autarchica allora l'esempio Grecia è sicuramente da seguire, altrimenti sarebbe ora di spiegare veramente cosa si vuol proporre in caso di uscita perché la crescita decantato passa per una decrescita veloce pagata attraverso la nazionalizzazione delle banche e delle attività produttive per "imporre" la moneta locale.

Andrea Fabris 04.04.15 21:59| 
 |
Rispondi al commento

L'ex capo della Commissione europea Jose Manuel Barroso ha avvertito la Grecia che hanno l'obbligo morale di altri stati, che descrive le richieste di più tempo e denaro come "del tutto inaccettabile".
MOOOLTO CATTOLICO..SI BATTE PER ELIMINARE LA POVERTA' NEL MONDO..COSI DICEVA.BELLE PAROLE CHE PERO' DETTE DA UNA FACCIA DI MERDA AMMAPPUCIATA FA SOLO CHE RIDERE..EX MAOISTA PASSATO AI POPOLARI SULLA VIA DI DAMASCO..

Jo 04.04.15 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la grecia esce dall'euro è probabile che l'Euro venga abbandonato molto presto perché gireranno tutti gli euro non convertiti dalla Grecia in mano ai risparmiatori e quelli su banche estero, che a quel punto sono garantiti dai paesi che continueranno ad avere Euro. Germania in testa, senza contare il debito che non verrà mai più restituito. Chi mi spiega cosa succederà? e come faranno gli altri paesi a tenere ancora l'Euro?

Dino ., Bolotana Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.04.15 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Grecia,uscite dall'€,non pagate i debiti perché non li avete fatti voi,ma i vostri predecessori.stampate moneta propria e vivrete tranquilli. Non accettate prestiti,oppure accettateli a fondo perduto...dobbiamo sapere che le mire della commissione europea,è quella di accaparrarsi i nostri beni.
Spero che anche l'Italia esca al più presto.

Giuseppa Marzi, Tolentino Commentatore certificato 04.04.15 19:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe grillo sé fanno al sistema del governo islandese del sistema monetaria protetto dal popolo non alle banche è un modello molto trasparente contro le speculazione ,banche è governo controllato dal popolo sovrano !!! Potrà succedere una cosa del genere ,lo vorrei tanto in Italia per tutelare i nostri figli del futuro !! FRANCO🌠🌠🌠🌠🌠

franco Iannucciello 04.04.15 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera a tutti, vorrei dire un'ultima cosa e poi mi preparo a vedere la partita del grande NAPOLI.
Voglio fare gli Auguri di Pasqua ai nemici fascisti, e chiedere loro scusa per il post precedente dove ho definito renzie un fantoccio fascista.Saluti da Napoli.
Pasqualino

pasquale caiello 04.04.15 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole per definire renzie. Secondo me la storia lo ricorderà come un presidente fallimentare, una comparsa insomma, forse tra i peggiori,(quasi il 95% dalla nascita di questa repubblica delle banane),presidenti del consiglio. Un vero è proprio traditore-voltagabbana,impostore. Con lui segretario, gli inquisiti, galeotti, ladri, nel suo partito sono aumentati esponenzialmente. Una vera e propria MONTAGNA DI MERDA.

pasquale caiello 04.04.15 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras fa il suo dovere, aiutare il suo paese, mentre renzie è il pagliaccio di squinzi,draghi,merkel e delle banche. Ambedue sono inscritti in partiti di sinistra. Solo che uno dei due è un fantoccio fascista.

pasquale caiello 04.04.15 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti, stavo pensando a come potrebbe essere la situazione del nostro paese, fuori da questa maledetta moneta.Abbiamo un debito pubblico elevato, che metterebbe in crisi la lira nei confronti delle borse internazionali, o sto dando i numeri? Ci sarebbe un'ulteriore crisi economica, o sbaglio? E i cinesi? Con l'euro si stanno comprando mezza Italy. Con la lira che faranno? Bisogna che ci pensi meglio o non ci pensi affatto.. Grazie, ottima informazione.

FORZA MOVIMENTO5STELLE

pasquale caiello 04.04.15 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con una carriola piena di banconote fino a 100 miliardi di marchi non si poteva comprare una pagnotta di pane. Il tesoro nazionale era vuoto, e un gran numero di case e fattorie erano state sequestrate dalle banche e speculatori. Le persone vivevano in tuguri e affamati. Niente di simile era mai accaduto prima - la distruzione totale della moneta nazionale, spazzando via i risparmi della gente, le loro attività, e l'economia in generale. A peggiorare le cose, alla fine del decennio la globale grande depressione. La Germania non aveva altra scelta che soccombere alla schiavitù del debito per i creditori internazionali.O almeno così sembrava. Hitler e i nazionalsocialisti, che vennero al potere nel 1933, si opposero al cartello bancario internazionale emettendo il proprio denaro. In questo hanno preso spunto da Abraham Lincoln, che ha finanziato la guerra civile americana il cui governo emise carta moneta chiamata "Greenback". Hitler ha iniziato il suo programma di credito nazionale elaborando un piano di lavori pubblici. Furono previsti finanziamenti per realizzare progetti inclusi il controllo delle inondazioni, riparazione di edifici pubblici e residenze private, e la costruzione di nuovi edifici, strade, ponti, canali e strutture portuali. Il costo previsto dei vari programmi fu fissato a un miliardo della valuta nazionale. Un miliardo di fatture non inflazionistiche di scambio, chiamate Labor CCT, sono state poi rilasciate contro questo costo. Milioni di persone sono state messe a lavorare su questi progetti, e gli operai sono stati pagati con i Certificati del Tesoro. Questo denaro emesso dal governo, non è stato sostenuto dall'oro, ma è stato sostenuto da qualcosa di valore reale. Si trattava essenzialmente di una ricevuta per manodopera e materiali consegnati al governo. Hitler ha detto, "per ogni ricevuta che è stata rilasciata abbiamo richiesto l'equivalente in lavoro svolto o di beni prodotti." I lavoratori quindi spendevano i titoli per altri beni..

lord 04.04.15 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo Tsipras non ha ancora avuto il coraggio di rovesciare il tavolo.
Il coraggio, se uno non ce l'ha, non se lo può dare.

mario genovesi 04.04.15 16:40| 
 |
Rispondi al commento

ALMENO I GRECI SONO DALLA NOSTRA PARTE,SPERIAMO BENE

alvise fossa 04.04.15 16:03| 
 |
Rispondi al commento

io nn credo...ma lo spero...

Stefano Belli 04.04.15 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che sta volta ce ne viene una gamba....

Mattia 04.04.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

A dire il vero nessuno ha ancora parlato ufficialmente di uscita dall'euro (nemmeno l'articolo linkato) ma si può supporre che ci stiano almeno pensando.
p.s. le cambiali non sono moneta (e chi lo dice è un pirla).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.04.15 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Forza Grecia!
Siamo con te, con il tuo popolo, è il momento di riprendersi la sovranità e soprattutto la dignità calpestata dai burocrati della Troika.
Se Tripas avrà il coraggio di mandare aff...ulo gli usurai e ritornare ad una propria moneta sarà un politico stimabile e coraggioso.

Antonio S. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.04.15 14:10| 
 |
Rispondi al commento

http://vocidallestero.it/2015/03/31/zerohedge-svolta-euroasiatica-mosca-si-aspetta-dei-progressi-dalla-visita-di-tsipras/

"Come riporta Zerohedge, una Grecia messa alle corde dai creditori europei potrebbe rivolgersi alla Russia per avere sostegno finanziario. L’operazione sarebbe molto conveniente per Mosca: aumenterebbe la sua influenza in Europa a un prezzo irrisorio, visto che i finanziamenti concessi alla Grecia prenderebbero la strada del FMI e da lì all’Ucraina, altro esempio di stato che “beneficia” delle meraviglie finanziarie UE, e che ha enormi debiti in scadenza con la russa Gazprom. L’incontro previsto la prossima settimana tra Putin e Tsipras potrebbe avere risvolti interessanti."
...

dubito succeda qualcosa nel breve tempo (si parla del 9 aprile come data fatidica), ma le scadenze di luglio agosto sono molto piu' corpose, se qualcosa deve succedere bisogna guardare a quel periodo

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 04.04.15 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Il governo greco al momento del default deve immediatamente arrestare, processare per direttissima e giustiziare per alto tradimento i responsabili che hanno posto le basi e proseguito contro il popolo creando questa catastrofe...e noi altrettanto...

Lo reclama la Giustizia!

In alto i cuori.

Lupo Mannaro 04.04.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori