Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dove passa Pisapippa non crescono più gli alberi #573

  • 201

New Twitter Gallery


disastroambientale.jpg

intervento di Mattia Calise e Gianroberto Casaleggio

Mattia Calise, consigliere M5S Milano: "L’asse Argonne-Indipendenza è un polmone verde di quasi un chilometro e mezzo all’interno di Milano. Non ci sono altri spazi verdi di questo tipo, i grandi alberi che sono all'interno di questo spazio verde verranno abbattuti, abbattuti per la metro 4. Il MoVimento 5 Stelle è assolutamente a favore della Metro 4, è un’infrastruttura strategica che permetterà di ridurre lo smog e il traffico in città. Quello che non possiamo accettare è che vengano abbattuti quasi la metà degli alberi, sono 573, non per interferenze con le strutture della metro, cosa ovviamente legittima, ma per le esigenze di cantiere. Quindi questi per fare manovra meglio alla betoniera oppure per i gabbiotti degli operai, abbattono un albero di 60/70/80 anni.
Il Comune lo ha permesso e ha sbagliato, la società ovviamente ha fatto la cosa più economica: abbattere alberi e avere più spazio per il proprio cantiere. Questo è assolutamente inaccettabile.
Negli scorsi mesi abbiamo battagliato insieme ai cittadini di Viale Argonne, di Indipendenza, di Lorenteggio, che ringraziamo, per chiedere la modifica di questi progetti e speriamo di ottenerla. La battaglia continua sui social network con l'hashtag #573 e soprattutto fisicamente facendo pressione sulla Giunta.
Lo scempio è assolutamente limitabile, possiamo salvare molti di questi alberi. Come MoVimento 5 Stelle continuiamo questa battaglia e chiediamo lo stop degli abbattimenti fino a quando non verranno consegnati i progetti esecutivi e soprattutto fino a quando non verranno ridiscussi insieme ai cittadini i progetti esecutivi e le sistemazioni di cantiere in ottica di ridurre questo disastro dato che le soluzioni tecniche ci sono.

VIDEO L'appello del M5S ai milanesi

Gianroberto Casaleggio: Il MoVimento 5 Stelle farà di tutto per impedire questo scempio. L'amministrazione dovrebbe salvaguardare il verde a Milano, invece di riempirsi la bocca con progetti che non sono ancora stati approvati. Il MoVimento 5 Stelle sta aspettando da tempo una risposta di Pisapia in Consiglio Comunale, speriamo che la dia nei prossimi giorni e che la dia soprattutto ai Comitati di quartiere che si vedono scippati di una delle poche aree verdi. Faccio un appello a tutti coloro che abitano tra Piazza Risorgimento e Viale Argonne alla fine di Viale Argonne c’è una chiesa di mattoni rossi, purtroppo non è un albero e quindi non possono abbatterla, sennò avrebbero abbattuto anche quella. Quindi chiedo alle persone che abitano in queste zone di mobilitarsi con tutti gli strumenti che hanno e se hanno bisogno di un supporto, di rivolgersi al MoVimento 5 Stelle, in particolare al Consigliere comunale Mattia Calise che vi darà tutti riferimenti e le possibilità per fermare questa distruzione.
Si può dire che dopo Attila è arrivata l’Amministrazione Comunale a Milano!

27 Mag 2015, 17:22 | Scrivi | Commenti (201) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 201


Tags: 573, alberi, EXPO, Gianroberto Casaleggio, M5S, Mattia Calise, Metro M4, Pisapia, Pisapippa

Commenti

 

Questi alberi vanno salvati.
Auspico che il M5S inserisca nel suo programma dei punti precisi sull'Ambiente. Adesso, sia nelle 15 pagine del Programma che nei 20 punti del famoso volantino, non c'è nulla, a parte 4 righe nel capitolo Salute.
Interi centri abitati vivono a rischio Chimico grave (documentato). Nessuno ne parla, così come altre problematiche ambientali.Così non va bene, ed anche i nostri Portavoce latitano (a dir poco).
Spero di poter vedere un giorno a Gianroberto fare un video del genere per le strade di paesi che vivono con la spada di Damocle del Rischio chimico grave.


roberto gioffredi, verolanuova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.06.15 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Quale è il problema?

tv fuerteventura Commentatore certificato 02.06.15 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Una buonanotte a tutti sperando che Maria che scioglie i nodi, ci preservi dai mali di questo brutto periodo.

fuerteventura accuweather Commentatore certificato 02.06.15 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Il Grillo parlante:

Noleggio Autoscale Per Traslochi Commentatore certificato 01.06.15 11:12| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡Hola egregio Blok paziente✰✰✰✰✰!!!

Sofia Chiovelli Commentatore certificato 01.06.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Il Grillo parlante:

Mi farebbe orrore un Movimento 5 Stelle solo di destra, così come proverei lo stesso orrore per un movimento 5 stelle solo di sinistra.

Ma i movimentisti comprenderanno mai ciò che scrissi or ora?

Spero di si, visto che il bacino dei votanti del movimento dovrebbe comprendere tutti gli italiani.

Una buona giornata ...

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.05.15 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Che fine ha fatto il paesaggio italiano? Svenduto per pochi spicci ai palazzinari dai sindaci merdosi provenienti indovinate da quale pseudo partito.
Invito i ragazzi M5S che sono all’interno delle Istituzioni a far luce su questo racket della legna tagliata, tessuto come una lurida ragnatela al fine di far fare cassa alle ditte appaltatrici. Vedrete che se escono nomi e cognomi, ci facciamo tutti qualche risatina quando scattano le manette a questi ladri!!

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.05.15 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Il taglio degli alberi è sempre pretestuoso! Sempre! Ricordatevelo!
Come ben sapete esiste un mercato del combustibile “pellet” (quella appunto per le stufe a pellet) che si alimenta con i residui delle potature. In teoria i residui delle potature, sia quelli provenienti dai giardini, orti, campi pubblici sia quelli privati, come pure gli scarti delle falegnamerie, industrie del legno, etc. invece di essere gettati vengono riutilizzati, essiccandoli e riducendoli in pellet. Il pellet sarebbe perciò un combustibile al limite anche “ecologico”, in quanto il bilancio di CO2 prelevato e re-immesso in atmosfera è zero. Questa la teoria. In pratica, non essendo sufficiente l’ammontare degli scarti di legno a fronte della richiesta di tale combustibile (sempre più persone convertono l’impianto di riscaldamento da gasolio a pellet, immaginando di risparmiare, e fin qui nulla da dire), le ditte che si occupano di potature, cantieri, etc. e che agiscono in ambito di giardini pubblici tagliano alberi con le scuse più disparate. Che sono sempre e solo scuse!! Un albero si abbatte solo se è morto!! Altrimenti se è malato si cura (quando possibile)! Se è pericolante si consolida!! (la causa del dissesto che porta gli alberi ad essere pericolanti nessuna la guarda, vero??!!!?) Un albero di 60 - 80 anni non ricresce in due settimane!!
La ditta abbattitrice avrà in cambio dal Comune/Provincia/Regione/Comune una certa somma per il lavoro di abbattimento, e potrà poi vendere la legna intascando anche i proventi della vendita. Badate bene: legna proveniente da alberi di giardini pubblici!!! Quindi per coerenza i soldi dovrebbero non essere intascati dalla ditta!! Ma questa è l’itaglia, basta un pupazzo-colluso messo al posto giusto che firma le carte giuste, che il solito cartello di scambio di favori mantiene la casta dei magnaccia. A spese nostre ovviamente. A spese del nostro futuro.

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.05.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Alle volte basta copiare buone leggi
Fra tutte le problematiche che ha una nazione come la oggi martoriata Ucraina
Possiede però normative sugli alberi e foreste eccellenti
Non puoi abbattere un solo albero senza ripiantarlo e devi mantenere il bosco in perfetto stato di conservazione
C'è un vero e proprio esercito di forestali che controllano e senza il loro consenso non puoi tagliare nulla

Qui si vuole eliminare il Corpo Forestale

Rosa Anna 28.05.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

ot

ultime dalla campania

deluca 36
caldoro 36
m5s 28

ultime dalla liguria

paita 30

toti 30


ps

qusto post mi sembra tirare in causa anche er fruttarolo :)


pabblo 28.05.15 09:54| 
 |
Rispondi al commento

O.T. La Mafia è ovunque ...

Lo sappiamo ormai tutti che nei Vecchi Partiti (e non solo) c'è la Mafia. Non c'è bisogno di vedere i nomi per iscritto su qualche “pezzo di carta colluso”.

La gente sa benissimo chi va a votare e lo fa di proposito e con la consapevolezza che il suo voto spesso contribuisce ad alimentare un sistema Italia ormai marcio e malato. Ma in realtà, e questa è la cosa triste, siamo tutti (o quasi) impigliati in una rete invisibile che ci trattiene e ci porta a fare delle scelte sbagliate solo (o di comodo, almeno in apparenza) perché ricattati socialmente in qualche modo: “spesso solo per mangiare”.

Ma credo e ne sono convinto, che non c'è bisogno di armarsi di bastoni o di fucili e andare in piazza per fare la rivoluzione, perché come diceva un tale ucciso dalla Mafia: la rivoluzione si fa nelle cabine elettorali. Basta solo avere il coraggio di rischiare e di credere fino in fondo che un altro modo per vivere c'è, di sicuro un modo di vivere “onesto” è a portata di mano, basta volerlo.

L'Italia, ormai ridotta ad uno straccio buono solo per lavare i pavimenti, maltrattata, derubata, stuprata, umiliata, cos'altro dovrà ancora succedere per far si che il suo Popolo apri finalmente gli occhi e decida di tenderle una mano.
Spero che gli Italiani prima o poi si rendano conto che essere dei “codardi” è e sarà per sempre il vero male di questa Nazione.

undisoccupatoitaliano 28.05.15 09:51| 
 |
Rispondi al commento

573 alberi sono 8.595 kg di Co2 in media l'anno in più, cioè un netto peggioramento della respirabilità dell'aria
In una città come Milano ciò è un vero disastro
E lo smog a Milano ha superato di 34 volte i limiti di legge
Secondo l’Europa siamo fuorilegge. Una trasgressione, l’ennesima, che non fa che aggiungersi ai riflettori già puntati negli anni passati sul nostro Paese, che hanno portato anche a procedure d’infrazione, all’obbligo di correre ai ripari con politiche virtuose e al rischio di multe. Anche nelle dieci centraline provinciali, sabato, i limiti medi erano oltre il valore di 65 microgrammi. La delega all’Ambiente oggi è ancora nelle mani del sindaco Giuliano Pisapia. Eh, andiamo bene!
L’aumento dello smog si traduce in un incremento dei casi di asma bronchiale, di bronchioliti del bambino, delle polmoniti, ma anche di carcinomi polmonari. Ad essere più vulnerabili sono i bambini perché hanno polmoni non ancora completamente sviluppati e perché respirando a una frequenza maggiore introducono nell’organismo anche una quantità più elevata di polveri e veleni. Ma lo smog è responsabile anche dell’ictus di tipo ischemico.Alcuni studi – fra cui un’indagine dell’Istituto Nazionale dei tumori di Milano – hanno associato il fatto di abitare vicino ad una strada di grande traffico alla leucemia infantile, indicando come possibile responsabile il benzene. L’aria inquinata accelera anche il declino cognitivo. Secondo uno studio appena pubblicato sulla rivista Neurotoxicology, ozono, biossido di azoto e particolato PM2.5 causano stress ossidativo e infiammazione che portano a disfunzioni e/o morte delle cellule cerebrali. Il particolato fine sarebbe l’inquinante più dannoso, anche per concentrazioni sotto i limiti consentiti dalle leggi.

Le dieci città più verdi del mondo sono:

Reykjavick (Islanda)
San Francisco
Malmo (Svezia)
Vancouver (Canada)
Portland (Oregon)
Curitiba (Brasile)
Copenhagen (Danimarca)
Stoccolma (Svezia)
Amburgo (Germania)
Bogotà (Colombia)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ogni albero tagliato un fiato mancato.

il saggio 28.05.15 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Spero in un miracolo che apra le menti degli Italiani, che il 31 cancellini questa Casta corrotta e ladra.
Non se ne può più, sono BUGIARDI fino alla farsa , non hanno nessuna cognizione di economia o finanza (quella vera, quella che favorisce il bene comune)non esistono veri sentimenti, si mascherano dietro il buonismo per accogliere gli immigrati ma in effetti sono le sovvenzioni che vogliono.

BASTA SONO NAUSEATO

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.05.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera al TG1, è apparso Di Maio per una brevissima ma chiarissima intervista, se Di Maio apparisse la metà di quello che appare Salvini, i cittadini potrebbero avere le idee molto più chiare relativamente alle idee del Movimento 5 * * * * *.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.05.15 09:06| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTI GLI ASINI DEL PRESIDENTE

Il "successo" del partito democratico è indubbiamente legato ad uno schema di appoggio incondizionato alle sparate del premier.
La tattica del partito governativo è una delle più becere e qualunquiste peggio della sudditanza che deputati e senatori del pdl avevano nei confronti di Berlusconi.
Non c'è un dissenso,non c'è una presa di posizione ma ancor più grave non c'è una presa di coscienza.
-Il job act crea lavoro e tutti gli asini a
ripetere.
-Abbiamo abbassato le tasse e tutti i ciucci a sostenerlo.
-De Luca è bravo,De Luca è pulito e tutto il pd gli fa quadrato.
Guardateli nei talk show e nelle interviste dei telegiornali,si arrampicano sugli specchi,imparano la letterina a memoria con la complicità dei media che fanno le domande "giuste".
Il tempo degli asinelli sta scadendo ma non vogliono ammetterlo.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.05.15 08:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

We' ragazzi NON ESAGERIAMO.
Se si possono evitare tagli di alberi è meglio....ma cerchiamo anche di RIFORESTARE...cacchio !!!
La riforestazione....dovrà essere nel programma a 5 stelle.
RIFORESTIAMO GRAZIE

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 28.05.15 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magari Salvini invece di stare fisso in televisione a ripetere in modo catatonico un paio di slogan razzisti, potrebbe spiegarci cosa ha fatto la Lega in 8 anni di Governo per controllare i soldi che venivano inghiottiti dai gestori dei vari centri di accoglienza o dei campi rom e che erano suoi amici, come quel Giovanardi Daniele, fratello del Ministro Giovanardi, suo ex socio di governo, e cosa ha fatto la Lega contro i furti perpetrato dalla Conferenza nazionale delle Misericordie, colosso del volontariato italiano che, oltre alle donazioni, succhiava dallo Stato 75 euro a migrante e si intascava questi soldi, non solo lasciando a secco proprio i migranti, ma lasciando per mesi senza stipendio e contributi i propri dipendenti. Eppure questo colosso ha 250 mila iscritti, 60 mila volontari e due sedi, a Roma e a Firenze. Ma a Modena è stata sull’orlo della chiusura per guai finanziari e un buco di bilancio da brivido. Daniele Giovanardi è presidente, rappresentante e fondatore nel lontano 1996 oltre che diretto dell'ospedale.
Fino al 2012 l’associazione presieduta da lui ha avuto in mano la gestione dei due Centri d’identificazione ed espulsione di Modena e di Bologna. Per un intero decennio si è aggiudicata il controllo delle due strutture, cruciali per centro Italia, con un contratto che prevedeva dai 70 ai 75 euro al giorno per ospite.Poi la Cancellieri ha abbassato la quota a 30 euro.
Solo di arretrati ai dipendenti, del resto si parla di 50 mila euro. Per mesi, fino a 10,i dipendenti della Misericordia non hanno visto né stipendi, né straordinari, né la tredicesima. Per non parlare di maternità o assegni famigliari.
Ma la Lega, sotto due slogan, è il NIENTE.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 08:32| 
 |
Rispondi al commento

SE UCCIDI UN ALBERO UCCIDI UNA VITA

Chi sminuisce l'importanza di questa battaglia che il M5S sta facendo per salvare gli alberi dall'abbattimento non si rende conto che ogni arbusto rappresenta una storia a se ed è parte della vita della collettività.
La politica è questo,battersi sul territorio per migliorare la qualità di vita dei suoi cittadini non è niente di trascendentale.
Fare politica in ogni ambito significa battersi per rappresentare le esigenze di tutti e non solo quelle di alcuni.
Salvare un albero è importante quanto affermare la coerenza di una ideologia che promuove il bene comune ed il verde è bene comune.
Il pensiero del M5S si sta diffondendo in ogni direzione.
La catena dell'uno vale uno non è uno slogan ma è l'unica maniera per responsabilizzarci ed accorciare tutte le filiere burocratiche inventate da questa politica dei quaquaraquà.
L'unico modo per riprenderci le NOSTRE istituzioni è quello di essere rappresentati da noi stessi e se vogliamo pulizia dobbiamo votare il pulito.
Grillo aveva visto lungo:qualsiasi alleanza con i partiti è un patto col diavolo e l'unica maniera per salvare la nazione è mandare tutti questi cialtroni in soffitta.
M5S reset.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.05.15 08:30| 
 |
Rispondi al commento

MASSIMA IPOCRISIA DI SALVINI E COMPAGNI DI MERENDA

Ma ragionate!!
Vi sembra possibile che ogni migrante prenda 35 € al giorno?Se così fosse non ci sarebbe ad ogni angolo un disgraziato che cerca di sopravvivere elemosinando o lavando i vetri o facendo il vu cumprà.
E non ci sarebbe stata mafia-capitale e il traffico di migranti non sarebbe il business che è coinvolgendo mafia,politici corrotti e delinquenza comune
Il fatto è che al migrante nel caso migliore arrivano 3 euro,il resto se lo pappano i mediatori,i CTP,i politici, e quella Lega che sui migranti e sui rom ci guadagna 2 volte: la prima accattando voti con propagande razziste, la secondo con le mani in pasta negli stessi centri di accoglienza o nei campi rom così da papparsi il malloppo.
Salvini vuol sapere quanti soldi pubblici vengono spesi nei Centri d'accoglienza per gli immigrati
Se si informa bene,invece di stazionare fisso in tv e di disertare il suo lavoro al parlamento europeo dove non sta mai,scoprirà che molti centri sono gestiti dalla Confraternita della Misericordia,ingoiando cifre astronomiche di soldi pubblici e realizzando deficit spaventosi.
Soldi che hanno riempito tasche italianissime, tenendo disgraziati in centri di prigionia, contro ogni norma di diritto internazionale.
A decidere le cifre da destinare, a rendicontare e a stilare una relazione di corretto (auto)controllo,in perfetta corrispondenza tra controllore e controllato il caro Daniele Giovanardi,gemello di Carlo Giovanardi, deputato, ministro,sottosegr.,senatore, lo stesso con cui la Lega di Salvini ha governato per 8 anni l'Italia.Ma come mai il suo nome non esce mai nelle arringhe di Salvini?E come mai negli 8 anni in cui la Lega è stata al governo,nessun leghista ha chiesto mai un rendiconto dell'esorbitante giro d'affari che per anni i suoi amici hanno fatto sulla pelle dei profughi? La Lega era troppo occupata a rimpiattare a Cipro o a Panama o in Tanzania i soldi rubati alle casse del partito?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Se la precedente amministrazione di milano avesse reciso solo un fiore i cittadini e le cittadine così detti democratici sarebbero scesi nelle strade a protestare. Forza Mattia, forza Gianroberto.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 28.05.15 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Un albero può assorbire tra i 10 ed i 20 kg CO2 l'anno, dentro un ciclo di accrescimento che (mediamente) raggiunge il suo massimo in un range temporale compreso tra i 20 ed i 40 anni.
Questo tanto per dire quanto sono importanti gli alberi.
La deforestazione è una delle maggiori cause del rilascio di gas serra nell'atmosfera.
La deforestazione deve essere fermata in tutti i Paesi in Via di Sviluppo al più tardi entro il 2020.
Ma il piano di RRRR prevede al contrario una profonda e inutile cementificazione del Paese.
In un condominio o presso un privato l'abbattimento di alberi costituisce un reato che viene punito con una multa, perché è distruzione di un bene comune
Com'è possibile che la stessa distruzione sia perpetrata da un sindaco che evidentemente se ne frega sia delle leggi che della salute dei suoi concittadini?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 08:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo prestato 42 miliardi alla Grecia:
La Grecia, paga fior di interessi, e se li imbottano LORO.
Se poi, la Grecia, non riesce a restituire i capitale, lo prendiamo nel culo NOI.
Et voilà!

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 28.05.15 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, giovedì 28 maggio 2015, su "il Fatto Quotidiano", in prima pagina, titolo :

"Ecco i 31 impresentabili".

Nessuno però ricorda quello che Beppe Grillo aveva già fatto il 12 luglio 2007 :

http://www.beppegrillo.it/2007/07/parlamento_puli_3.html

Parlamento Pulito in Cassazione
Martedì ho depositato alla Cassazione a Roma una richiesta di legge popolare per un Parlamento Pulito insieme ai (meravigliosi) ragazzi del MeetUp di Roma. Dalla Gazzetta Ufficiale:...
BEPPEGRILLO.IT

Vincenzo Matteucci 28.05.15 07:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che a Pisapia non gliene fregasse niente dell'ambiente e dell'aria che respiriamo mi sembra una conseguenza banale della sua appartenenza a Sel, non è stato forse Vendola uno dei più cari amici della Marcegaglia o dei Riva?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 07:51| 
 |
Rispondi al commento

* Spiace che si diffondano dicerie assolutamente false come questa dei 35 euro al giorno dati ai migranti. E' UNA INFORMAZIONE FALSA!
Innanzitutto i 35 euro al giorno non vengono dati in nessuno modo ai richiedenti asilo e ai rifugiati. Sono soldi erogati per la gestione dei centri, che vanno a chi si prende la responsabilità di gestirli. Servono dunque a pagare gli operatori, l’affitto ai privati degli immobili, i fornitori di beni di consumo. Una piccola quota va per gli interventi di riqualificazione professionale, come i tirocini, orientati a permettere ai migranti di vivere in autonomia una volta usciti dal sistema di accoglienza. E solo 3 euro, se va bene, sono dati
ai migranti.
La storia dei 35 euro è stata inventata da Salvini per raccattare voti.
Del resto la Lega ha solo tre voci nel suo programma: diffondere razzismo, tassare le prostitute e attaccare in modo superficiale e generico l'euro.
Se a voi questo sembra un programma serio su cui fondare il futuro di un Paese....!!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 07:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*Eccovi le aberrazioni dell'Ue
Il Fondo europeo di stabilità finanziaria (FESF) è stato appositamente costituito il 9 maggio 2010 in seguito alla crisi,con la scusa di aiutare finanziariamente gli stati membri dell'Eurozona. Dal luglio 2012 è stato sostituito dal Meccanismo europeo di stabilità (MES), sostenuto da impegni di garanzia degli Stati-euro per 780 miliardi con una capacità di prestito di 440 miliardi da integrare con contributi dal Meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria (MESF) per 60 miliardi e dal Fm per 250 miliardi.Dal 27 ottobre 2011 il totale è arrivato a 1000 miliardi!
Così arriviamo a mille miliardi nostri che hanno solo rifocillate le banche con l'assurdo che il Paese penultimo in Europa (l'Italia) debba aiutare con 40 miliardi l'ultimo (la Grecia).
E' come se tra due barboni,si costringesse quello meno cencioso a dare dei soldi a quello più cencioso per ingrassare un banchiere.
Perché in tutti questi obblighi l'unico soggetto che prende solo denaro senza darne è il sistema bancario che ha avuto dai cittadini europei tramite la Bce 16.000 miliardi,li ha presi dalle nostre tasche,li ha dati alle banche private allo 0,15%,le banche private ci comprano il debito attraverso i titoli di Stato al 5 o 7%. Nel frattempo non erogano mutui né sostengono le imprese ma investono questo surplus nella speculazione di Borsa,soprattutto nei derivati, che sono scommesse pazzoidi sugli andamenti futuri,per es. il Tesoro ha perso 42 miliardi scommettendo che i tassi sarebbero saliti mentre Draghi li ha abbassati
In queste scommesse pazzoidi banche e Stati dilapidano i soldi dei cittadini
E quando poi sono nelle peste arrivano i partiti a rifocillarle sempre coi soldi dei cittadini, come ha fatto il Pd col Monte dei Paschi di Siena che,dopo aver truffato e imbrogliato,ha ricevuto dal Pd 10 miliardi.
E poi ci vengono a dire che mancano i soldi per il reddito minimo di cittadinanza!?
Non è abbastanza chiaro che l'Ue è stata costruita solo per derubarci?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 07:39| 
 |
Rispondi al commento

2 Paolo de Gregorio
-Canone pagato alla mano per avere il diritto (oggi riservato ai partiti) di eleggere il presidente della RAI, con tutti i poteri e responsabilità, fra personaggi indipendenti dal potere politico, economico, religioso, da tenere in carica 5 anni e poi ineleggibile dopo due mandati
-Legge elettorale nuova simile a quella che oggi viene utilizzata per eleggere i sindaci, con ballottaggio fra i primi due più votati se non si è raggiunta la maggioranza assoluta
-Divieto durante la legislatura di passare ad un altro partito perché deve affermarsi il principio costituzionale che il popolo è sovrano e non il singolo deputato, e la volontà di chi lo ha votato deve essere prevalente sulla “libertà” di vendersi o riciclarsi dell’eletto
-per avere una governabilità immediata e chiara, vanno vietate le coalizioni e il partito che ottiene più voti ha il governo e la maggioranza del 55% in Parlamento, senza dover trattare al ribasso con nessun altro partito
Per entrare in una democrazia autentica e partecipata, l’accoglimento di queste regole è essenziale e può essere ottenuto solo da un partito che mette questi obiettivi nel suo programma, ottiene la maggioranza relativa, e ha il premio di maggioranza fino al 55%.
L’unico “partito” che ha affrontato questi temi, di autentica democrazia, a partire dai candidati espressi e votati dal territorio e non nominati dalla segreterie di partito, è il M5S, ed è stato etichettato dai gaglioffi di tutti i partiti di destra e sinistra “antipolitica”, mentre è in corso il più difficile e nobile tentativo di rifondare la politica dando qualche strumento in mano ai cittadini al fine di controbilanciare lo strapotere del denaro, del malaffare, della corruzione, delle ruberie, delle P2, delle mafie, del monopolio televisivo, che nulla hanno a che fare con la politica e assomigliano sempre più ad associazioni a delinquere in lotta solo per spartirsi il pubblico denaro.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 07:12| 
 |
Rispondi al commento

1 Paolo de Gregorio
Paolo de Gregorio

Sento raccontare anche da Marco Travaglio (e la cosa mi stupisce) che il risultato elettorale è già scritto a favore di Renzi e Salvini in ragione della loro massiccia presenza in TV e che i 5stelle si sono accorti troppo tardi dell’importanza di quella scatola magica che monopolizza le informazioni o meglio la disinformazione, che riempie i cervelli dei sudditi italioti.

Avrei preferito sentire dal miglior giornalista italiano che i voti dovrebbero essere cercati dai candidati nella carne viva del proprio collegio, nel territorio in cui si abita da tempo, di cui si conoscono a fondo problemi e persone, e dove si è conosciuti per le iniziative politiche e sociali intraprese, senza bisogno di manifesti, soldi o cene elettorali, ma con la semplice e personale distribuzione e spiegazione porta a porta del proprio programma.

La “Rete” è senz’altro uno strumento essenziale per farsi conoscere, iscriversi, partecipare alle votazioni interne sui provvedimenti da adottare in Parlamento (su cui gli iscritti devono sempre e tassativamente essere interpellati e avere l’ultima parola), ma ad essa bisogna affiancare la presenza sul territorio e solo se avanza tempo accettare gli inviti in TV, con il grave rischio, anche subliminale, di essere omologati al sistema partitico, che ha distrutto l’Italia.

Per sostituire la casta dei professionisti a vita della politica, parlo di tutti i partiti e dei sindacati, non bisogna perdere una sola occasione per affermare che questa non è democrazia. Abbiamo visto quali disastri hanno provocato (disoccupazione, tasse stratosferiche, delocalizzazione e vendita all’estero dei migliori marchi dell’industria italiana, corruzione dilagante, monopoli mediatici del pensiero unico), e dunque i cittadini hanno bisogno di nuovi strumenti per incamminarsi verso la democrazia:

-Referendum propositivo, senza quorum, che affidi ai cittadini l’onere di proporre ed approvare una legge

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.05.15 07:11| 
 |
Rispondi al commento

Stesso scempio di Pisapia in viale mc mahon. Alberi di almeno 80 anni verranno abbattuti perché d intralcio alla linea del tram ... Ma si può ? Quali menti visionarie nel 2015 vengono pagate per prendere queste decisioni ?

Giovanni Magliari 28.05.15 05:59| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡Hola egregio Blok paziente✰✰✰✰✰!!!

Riporto il mio commento con doverose correzioni.

Ciò che emerge non è il taglio degli alberi di per sè medesimo
quanto la presa in giro perpetrata a danno della gente,
confezionata da crimini contro la natura a livello mondiale!

A Milano c'è un esempio.
Un esempio uguale a 8000 km di distanza? Eccolo:

"Alcaldía Santiago tala árboles históricos sin autorización
de Medio Ambiente.
Pese a que la comunicación no ha sido respondida,
las brigadas del ayuntamiento llevan más de dos semanas cortando
los árboles del parque Duarte".

http://acento.com.do/2015/ecologia/8229793-alcaldia-santiago-
tala-arboles-historicos-sin-autorizacion-de-medio-ambiente/

Traduzione:
"Il sindaco di Santiago (n.d.r. de los Caballeros) taglia alberi storici senza autorizzazione
della Protezione Ambientale.
Senza una risposta.
le brigate del municipio lavorano da più di due settimane tagliando
gli alberi del parco Duarte".

Il crimine contro la natura è PRESTABILITO a livello mondiale e ci sono le prove!

Altra bella domandona:"Chi ha assassinato i 'campesiños' in Amazzonia?".

LO DEVO GRIDARE: ABBATTERE ALBERI IMPUNEMENTE
É UN CRIMINE IRRISPETTOSO DELLA GENTE E DELLA LORO SALUTE SU TUTTO IL PIANETA!

Saludos.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 28.05.15 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno nuove notizie di corruzione e ruberie pubbliche. Io non capisco che cosa ancora debba succedere per smuovere questo popolo cieco, ottuso, indolente... forse perché colluso.

Gian Paolo Roffi, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.05.15 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Pisapippa non sapeva nemmeno che all'expo fosse morto un operaio cadendo da un ponteggio, figurarsi se sappia degl'alberi, impegnato com'è a presenziare a tutti gli eventi mondani della milano bene radical chic. D'altronde, il finto comunista pisapippa, intriso com'è di spocchia e vanità, l'unica cosa che lo interessava era la carica di sindaco e non fare il sindaco.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.05.15 00:56| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡Hola egregio Blok paziente✰✰✰✰✰!!!

Ciò che emerge non è il taglio degli alberi di per sè medesimo
quanto la presa in giro a danno della gente
confezionata da assassini a livello mondiale!
Un esempio? Eccolo:

"Il sindaco di Santiago (n.d.r. de los Caballeros) taglia alberi storici senza autorizzazione
della Protezione Ambientale
Senza una risposta le brigate del municipio lavorano da più di due settimane tagliando
alberi del parco Duarte".

http://acento.com.do/2015/ecologia/8229793-alcaldia-santiago-
tala-arboles-historicos-sin-autorizacion-de-medio-ambiente/

Traduzione:
"Alcaldía Santiago tala árboles históricos sin autorización
de Medio Ambiente".
"Pese a que la comunicación no ha sido respondida, las brigadas del ayuntamiento llevan más de dos semanas cortando
los árboles del parque Duarte".

Il crimine è prestabilito a livello mondiale e ci sono le prove
Chi ha assassinato i 'campesiños in Amazzonia?.

LO DEVO GRIDARE: É UN CRIMINE A DANNO DELLA GENTE SU TUTTO IL PIANETA! ASSASSINI!

Saludos.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 28.05.15 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BERLUSCONI E TUTTA LA SUA BANDA HANNO RUBATO DAPPERTUTTO, HANNO CORROTTO DAPPERTUTTO, HANNO EVASO LE TASSE DAPPERTUTTO, SONO DEI MAFIOSI!!! ORA DEVONO RESTITUIRE TUTTO IL MALLOPPO CON GLI INTERESSI E POI VANNO BUTTATI TUTTI IN GALERA AL CARCERE DURO E PER TUTTA LA VITA!!!
COSI' DOBBIAMO FARE SUBITO SE VOGLIAMO SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA!!!
IO SONO PRONTO, GRAZIE E CORDIALI SALUTI.
RINALDIN FRANCO

Franco Rinaldin 27.05.15 23:53| 
 |
Rispondi al commento

ora a La Gabbia ne è venuta fuori un'altra...

Che l'Italia (che com'è risaputo è il paese del Bengodi) HA PRESTATO 40 MILIARDI...(leggasi quarantamiliardi DI EURO)ALLA grecia!!

Ma mi chiedo e vi chiedo...CON 40 MILIARDI DI EURO...quanti problemi degli ITALIANI sarebbe stato possibile risolvere???

Queste sono cose da pazzi!!!!!!!

E' come se un padre i cui figli stanno morendo di fame decidesse di dare quei pochi soldi che gli permetterebbero di sfamarli, al vicino di casa nei guai come lui...

Chi non lo porterebbe in manicomio un tipo simile????


Io ho casa a due passi da via Lorenteggio, esattamente dove hanno tagliato gli alberi. Pensavo che avessero tagliato quegli immensi alberi bellissimi che erano lì da prima che nascessi perchè era inevitabile, per fare il tunnel. E ora scopro dal blog che sono stati tagliati per "esigenze di cantiere"!!?? Alberi enormi, meravigliosi, cresciuti in decine e decine di anni, erano già enormi 30 anni fa quando facevo il liceo. E questi avrebbero tagliato gli alberi inutilmente per fare le casettine degli operai, che peraltro potevano stare comodamente in largo Gelsomini dove c'èè un immenso spiazzo??!! Ma non se la possono cavare così facilmente. Bisogna portarli in tribunale, stavolta la devono pagare carissima. Non è sufficiente non tagliare gli alberi rimanenti. Si individuano i responsabili di questo vergognoso scempio già compiuto in pochi giorni e gliela si fa pagare, nei limiti della legge ovviamente, ma stavolta questa incredibile leggerezza la pagano. Sentite qualche avvocato, non è possibile che far fuori quegli alberi di 70 anni alcuni con un tronco di oltre 1 metro di diametro, non costituisca reato. Spero rientri nel codice penale, e spero che il sindaco sia sbattuto davanti a un giudice a rispondere delle sue azioni.

Stefano Damico 27.05.15 23:23| 
 |
Rispondi al commento

a PENSARCI BENE il costo di OGNI immigrato se come dicono è di 35 euro al giorno si va BEN AL DI LA del reddito di cittadinanza...

basta fare due conti:

35 euro X 30 giorni = 1050 EURO/PROCAPITE a immigrato.

Il reddito di cittadinanza dei 5 stelle credo sia invece di 750 euro al mese...

Vedete voi...

E' una nazione seria questa?

Ps...poco fa ho sentito in tv che è nato il PRIMO CAMPO PROFUGHI PER ITALIANI...(NON RICORDO DOVE...CREDO DALLE PARTI DI ROMA)...formato da gente rimasta senza lavoro e senza casa...e che vivono in tenda pur avendo quasi accanto al campo una struttura che sarà utilizzata per ospitarvi immigrati...

No comment....


Qualcuno mi toglie una curiosità?

Perchè i soldi per gli immigrati (che ingrassano sopratutto gente simile a quella di mafia Capitale) si trovano tutti e subito (se si conta vitto alloggio e poketmoney giornaliero gratis OGNI GIORNO per ogni immigrato si arriva quasi a un REDDITO DI CITTADINANZA) E PER GLI ITALIANI DISOCCUPATI, ESODATI, PENSIONATI AL MINIMO ECC i soldi sembrano invece mancare SEMPRE????????


Non si può salvare tutto e dovunque. Che il problema se lo risolvano a Milano. Credo che ogni città abbia i propri problemi.
Le priorità sono altre, gli alberi si possono ripiantare. Se la metro va bene, da quanto capisco, più tempo ci si impiega e più costa.
Se è davvero utile il sacrificio di 600 alberi non mi sembra un gran danno se poi si ripiantano
Sacrilegio? Ne ho visti e ne vedo di peggiori.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.05.15 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA?!?!?!?!?!?!??!?!?!?!?!?!?!?

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.05.15 21:48| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T. (forse):

oh sì Vivi,

continua a strapazzare il Blog di Beppe Grillo
con i tuoi deliri di onnipotenza!

Gracias, te esperamo pronto!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 27.05.15 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie M5S!!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Mattia, grazie Gianroberto. E adesso voglio vedere scendere nelle strade in difesa degli alberi abbattuti inutilmente tutti i cittadini e cittadine che appoggiano e votano questa giunta e che si sono fatti filmare a pulire qualche murie da qualche scritta (non da tutte) qualche settimana orsono e poi forse sono i primi a fare lordare i marciapiedi dai loro cani che fanno i bisogni. E si perché a Milano e' più un problema la pupu' dei cani sui marciapiedi, specialmente nei quartieri signorili, che qualche scritta rivoluzionaria sui muri. In alto i cuori.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 27.05.15 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianroberto.
Perché non organizziamo una manifestazione con bandiere 5 stelle chiedendo a tutti i cittadini di partecipare?
Come mai abbiamo anche paura di incatenarci agli alberi e attuare una disobbedienza civile?

Eric Johnson, Milano Commentatore certificato 27.05.15 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo diventando un giornale ogni cosa è buona per fare polemica

Sebastiano borriello 27.05.15 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera, pur non essendo milanese,non tollero che gli alberi vengano abbattuti. Il sinsaco Pisapippa si è dimostrato proprio una pippa furbetta, ha scoperto la Milano da bere, e si è preso una ciucca colossale.Buttatelo fuori dal comune a calci nel sedere, anzi piantatelo accanto agli alberi, che ha dato il permesso di abbattere. Spero che qualche ramo, in una notte ventosa si rompa, così da cascargli in testa.

pasquale caiello 27.05.15 20:51| 
 |
Rispondi al commento

@ Viviana

che te frega?
viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 20:42

********

Il mio voleva essere un complimento!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una buonanotte a tutti sperando che Maria che scioglie i nodi, ci preservi dai mali di questo brutto periodo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 20:45| 
 |
Rispondi al commento

una buona serata a tutti. Nessuno escluso.

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di cooperazione.

Monsignor Paglia e la Comunità di Sant'Egidio.

Quanto la merda esonda, è difficile nascondere il cattivo odore.

gianfranco chiarello 27.05.15 20:30| 
 |
Rispondi al commento

In un sottocommento Ernesto (detto il CHE)

Agli amici:

Alfredo & Arciere li ho conosciuti quì;
di getto, per loro:

https://www.youtube.com/watch?v=2kmpxn5jhVg

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Milan l'è semper un gran Milan...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.05.15 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inutile sperare che i membri del partito unico possano prendere una decisione in favore del paese perchè il paese li stipendia bene, ma quelli sono soldi sicuri, non temono di perderli, e vanno a caccia solo dei soldi extra, quelli delle lobby, delle mafie e delle logge.

Allora ho avuto un'idea ...

Perchè non facciamo una bella colletta e poi andiamo in parlamento e corrompiamo i parlamentari del partito unico per fargli fare qualcosa di utile per il paese?

Per esempio distribuiamo qualche misero milioncino e li facciamo rinunciare alla TAV, risparmiando miliardi, o rinunciare agli F35, o fare una legge anticorruzione seria, o quella elettorale ... sono sicuro che per le mazzette lo farebbero

Potrebbe essere l'uovo di Colombo

fabrizio castellana Commentatore certificato 27.05.15 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Pseudo giornalisti come Marco Travaglio, hanno costruito tutta la loro carriera, ed hanno riempito i loro portafogli, solo grazie a Silvio Berlusconi.
Peccato che non hanno avuto mai il tempo necessario, da dedicare alla vicenda del MPS, o a tutto quel mondo che girava intorno alle Coop. Rosse.

A parte Milena Gabanelli, ed in buona misura anche Peter Gomez, in Italia non si vedono veri Giornalisti.

gianfranco chiarello 27.05.15 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanto per riprendere la Litizzetto

La Coccodrilla e la sua banda mi sta sulla Jolanda

Il suo compare Mortimer stanno invece sul Walter

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Questo sembra un periodo un po particolare per la salute di molti.
Tralasciando la mia che si è un attimo imbizzarrita, ma nulla di grave comunque.

Il mio pensiero va con affetto sia ad Alfredo di Milano che Argiuna che stanno passando un momento un po particolare.

Li abbraccio fraternamente e auguro loro ciò che più desiderano.

Con affetto, Francesco.

P.S.: appena so qualcosa vi terrò informati se potrò e soprattutto se vorranno.

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Argiuna, un caro saluto.

Ti abbraccio con affetto, Francesco.

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche nella vicenda odierna in Sicilia, la cooperazione era il mezzo per lucrare i soldi degli italiani.
In un Paese dove la cooperazione è la principale attività economica, che speranza abbiamo di salvarci?

gianfranco chiarello 27.05.15 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.:

VIVIANA CHI?????????

Saludos!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 27.05.15 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il capo del governo (non eletto) dice:
NON PRENDIAMO LEZIONI DA NESSUNO! Riguardo gli incandidabili e la legge severino, ecc. ecc,
Il dittatorello non prende LEZIONI....sà giè tutto lui come e cosa fare ! IMPERTINENTE (come minimo).

silvana rocca, genova Commentatore certificato 27.05.15 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Disastro ambientale a Milano ... SOLO????


* * * * *

Il direttore del messaggero veneto, quello che assomiglia a un bimbetto viziato e antipatico, è insopporetabile con i suoi grazialcazzismi ... un rimestolatore di cose cotte e ricotte mille volte ...

http://www.potterpedia.it/?v=Dudley_Dursley

Gli mancano gli occhiali ma l'idea è quella, o meglio, mi ricorda questo tipo di ragazzini qui ...

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 20:05| 
 |
Rispondi al commento

SEGNALAZIONE @ STAFF

In un mio post delle ore 16,13 mi ero dichiarata favorevole alla richiesta di onestà e trasparenza presentata alla Bindi.
Due temi che, insieme alla partecipazione diretta dei cittadini, ritengo dovrebbero costituire lo spirito del Movimento.
Condividendo questo spirito mi ero espressa in favore di una legge che imponga a tutti i partiti, precise regole interne al riguardo.

Inoltre, da cittadina attiva, iscritta al m5s, avevo anche – proposto - un dibattito, simile a quello sperimentato per la legge elettorale, affinchè i cittadini iscritti potessero valutare le eventuali criticità del m5s rispetto ai
parametri richiesti dalla legge ed esprimersi su eventuali adeguamenti.

SEGNALO CHE IL MIO PUNTO DI VISTA, INSIEME ALLA RELATIVA PROPOSTA, SONO FINITI SU NOCENSURA E CHE HO DOVUTO CAMBIARE NICK PER POSTARE.


Marta Testa Commentatore certificato 27.05.15 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANTONIO PADELLARO
Allarme anti-sistema Sarà l’Isis? No, Podemos.
Non è un caso che dopo il successo di Podemos in Spagna, le grandi testate dell’informazione unica lancino il più vivo allarme sui rischi per l’Europa, come se Pablo Iglesias fosse una sorta di al-Baghdadi dal volto umano e come se in Spagna stesse per sorgere un nuovo califfato dopo quello di Cordova nell’anno Mille. Infatti, il Corriere della Sera che denuncia “il contagio del populismo” e Repubblica che segnala la “vasta area anti-sistema” in cui RRRR potrebbe presto impantanarsi, parlano di spagnoli e greci (Syriza) ma in realtà pensano al M5S che, guarda un po’, s’intestardisce a conservare gran parte del consenso raccolto due anni fa.
Colpisce soprattutto la parola “populismo” maneggiata con la stessa circospetta ripugnanza con cui i monatti manzoniani segnalavano le fonti di possibile contagio da peste bubbonica. Mentre, se vogliamo, l’origine inglese del termine (populism) pone il popolo al centro di una vera politica di giustizia sociale e di progresso economico, proprio ciò che tanti cittadini greci, spagnoli e anche italiani riconoscono ai nuovi movimenti. Quanto poi alle forze “anti-sistema”, davvero non si capisce il tono apocalittico dei giornaloni, come se il “sistema” fosse la cornucopia dell’abbondanza e non l’origine dell’impoverimento di interi ceti sociali e dell’arricchimento della finanza e delle banche, grazie soprattutto all’Europa dell’austerità. Contro cui proprio RRRRRR aveva sparato tutte le cartucce della demagogia populista, prima che la Merkel gli spiegasse come va il mondo.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 20:03| 
 |
Rispondi al commento

b
FOTTEMOS
Ci prova anche Luigi Di Maio, Podemos a 5 stelle: “Quello che è successo a Madrid e Barcellona dimostra che chi si schiera con i fatti dalla parte dei cittadini, viene sempre premiato con la loro fiducia. Andiamo avanti!”. Ma, a parte il fatto che l’M5S si dice “né di destra né di sinistra” mentre Podemos è di-sinistra-così (con due pugni alzati, come Mario Brega nel film di Verdone), Di Maio per somigliare a Iglesias dovrebbe almeno spettinarsi un po’, oltre a piantarla con le espulsioni un tanto al chilo. “Ottima notizia la sconfitta dei partiti liberisti, popolari e socialisti e la vittoria della sinistra alternativa: la strada per vincere le prossime Politiche è l’unità dei movimenti sociali”, tripudia Paolo Ferrero, segretario dell’estinta Rifondazione: anche lui, come i 5Stelle, qualche parentela con Iglesias la può rivendicare. Ma dev’essere terribile collezionare fiaschi su fiaschi in patria e vincere sempre e soltanto all’estero per interposto Podemos o Syriza. Però ciascuno si consola come può. Gasparri, inopinatamente, tace: starà mica poco bene? In compenso, per l’angolo del buonumore, esterna Renato Brunetta, capogruppo forzista. Chi stava nel governo B. ai tempi della lettera della Bce, chi si è circondato di pregiudicati e inquisiti, chi ha abolito il falso in bilancio e garantito l’impunità a corrotti e corruttori, chi ha sostenuto il governo Monti, chi ha votato non solo la legge incostituzionale della Fornero ma persino il pareggio di bilancio in Costituzione, dovrebbe avere il buon gusto di tacere dinanzi alla vittoria di un partito di sinistra che fa delle battaglie contro la casta, la corruzione e l’austerità i suoi tre punti di forza. Ma chiedere il silenzio a Brunetta è come pretendere l’astinenza da Rocco Siffredi o l’inappetenza da Giuliano Ferrara. Ecco dunque l’epocale tweet di Renatino, pudicamente firmato Il Mattinale: “Il vento è cambiato. Podemos cacciar via RRRR da Palazzo Chigi. Podemos e lo faremos”. Lo portanos vias.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 20:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Viviana

Stasera sei scatenata. Cosa hai mangiato per cena::))

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

E che palle con questo nome!

Fate come me, al posto del vero nome (che è antipaticissimo come lui) scrivete STRONZIE, vedrete che non ci son filtri che tengano e rende anche meglio l'idea.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Strano Video sul blog....."I migranti sono una salvezza " ..Per chi? Per le coop B/ R certamente...Sig.Grillo facendo passare questi messaggi temo che il MOV avrà'solo da perdere....

Incasnero 27.05.15 20:01| 
 |
Rispondi al commento

---RIFORMA DEI PARTITI. LA PROPOSTA FAREBBE FUORI IL M5S---

Pentastellato Fraccaro: "temono tutti i movimenti anti-casta europei" ed esprimono un "fascismo partitocratico".
ROMA (WSI) - La proposta sulla riforma dei partiti sta scatenando forti polemiche soprattutto all'interno del Movimento 5 Stelle. I pentastellati, infatti, ci rimetterebbero, e non poco. Firmata dal presidente del Pd Matteo Orfini, dal vicesegretario Lorenzo Guerini e da altri diversi esponenti del Partito Democratico, la proposta di legge è stata presentata "per l’attuazione dell’articolo 49 della Costituzione in materia di democrazia interna dei partiti".
Si richiede, come sottolinea Il Fatto Quotidiano, che i partiti si sottopongano ad un riconoscimento formale da parte dello Stato, attraverso un atto costitutivo e dotandosi di uno statuto. In caso contrario, tali partiti non potranno presentare le liste e partecipare di conseguenza ad alcuna elezione.

A perderci sarebbe il Movimento 5 Stelle che è, di fatto, l'unica formazione rappresentata in Parlamento che non è mai diventata partito e non è regolamentata neanche da uno statuto, che viene considerato, invece, condizione sine qua non nella proposta del Pd, per continuare a svolgere attività politica.
Nel testo si pone l'accento infatti sulla "necessaria acquisizione della personalità giuridica per i partiti che intendano prendere parte alle elezioni politiche nazionali e candidarsi alla guida del Paese", collegata "al rispetto di puntuali standard di democrazia interna" come, ad esempio, "la disciplina
delle procedure di ammissione e di espulsione,

CONTINUA QUI:

http://www.wallstreetitalia.com/article/1815308/politica/riforma-partiti-la-proposta-pd-farebbe-fuori-il-m5s.aspx?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+WSI&utm_content=27-5-2015+posts+Riforma+partiti.+La+proposta+PD+farebbe+fuori+il+M5S



2
FALSO IN BILANCIO
Poi il reato deve essere “commesso per trarre un ingiusto profitto”: è un’inutile precisazione, perché è evidente che il falso in bilancio sottende questa finalità. Gli esperti lo chiamano infatti “dolo specifico”: gli errori contabili, come logico, restano fuori dal reato anche senza questa nota. Per evitare qualunque pasticcio, la frase andava tolta.
Nella norma sulle false comunicazioni sociali delle società quotate, anche l’avverbio “consapevolmente” rischia di rendere di difficile applicazione la nuova disciplina: c’è reato se “consapevolmente” si espongono informazioni non corrispondenti al vero. Il giudice potrà dover dimostrare la consapevolezza, cosa molto difficile da verificare. Altra parola da eliminare dal testo.
Per le aziende non quotate si prevedono da 1 a 5 anni di carcere. Questi tempi NON rendono possibili le intercettazioni. Bisognava tornare alla prima versione del testo di riforma, in cui erano previsti da 2 a 6 anni, permettendo le intercettazioni.
Nella norma sulle false comunicazioni sociali delle società quotate, l’avverbio “concretamente” rischia di rendere di difficile applicazione la nuova disciplina. Le informazioni dovranno essere omesse in modo “concretamente idoneo a indurre altri in errore”. Ma è reato solamente quando gli altri effettivamente incappano nell’errore, o anche indipendentemente dal fatto che ciò accada? Ciò rischia di creare molta confusione.
Bisognava anche eliminare questa parola dal testo.
Insomma il falso in bilancio è stato ripristinato come reato ma nei fatti sarà difficile per il giudice dare una giusta sentenza e i soliti furbi la scapoleranno sempre.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:59| 
 |
Rispondi al commento

a
FALSO IN BILANCIO
Ovvero come fare senza fare nulla

TORNA IL FALSO IN BILANCIO

Il nuovo falso in bilancio sarà reato “di pericolo”, non di “danno“. Ci sarà quindi la procedibilità d’ufficio. Se i conti non tornano, sarà possibile riconoscere il falso in bilancio senza attendere che qualcuno denunci.
A differenza di testi precedenti, è prevista la punibilità per tutti, cioè senza soglie.
Il reato è tale per tutti coloro che lo praticano, anche per le holding di controllo e per chi raccoglie risparmio
Per le aziende quotate si prevedono dai 3 agli 8 anni di carcere e sono possibili le intercettazioni.
Per le società non quotate il testo prevede tre possibilità di falso: di “tenue entità”, di “lieve tenuità”, di grave entità. A seconda della formula, cambia il comportamento del giudice, che potrà anche decidere se archiviare il caso o continuare il processo. Ma si dovevano meglio specificare i casi, semplificando le formule. Ora si rischiano scappatoie pericolose, che ripristinano di fatto le soglie. Per il giudice non sarà semplice distinguere.
Il testo prevede due incertezze da chiarire sull’espressione “fatti materiali”, per le società quotate, o “fatti materiali rilevanti”, per le società non quotate. Il concetto di “fatti materiali rilevanti” è una traduzione ridondante dall’inglese “material fact”, ma nel sistema giuridico italiano ciò rischia di essere una formula vuota e inefficace. Meglio sarebbe stato togliere la parola “materiali” per assicurare l’efficacia della norma e la sua applicabilità.
Accanto ai “fatti” vanno perseguite anche le “valutazioni” (previste anche nella legge attuale), cioè quando si trucca il bilancio stimando in più o in meno qualcosa che si possiede, con un valore sballato rispetto a quanto previsto dalla legge e dagli standard internazionali. Non avendo previsto le “valutazioni” nel testo, la legge consegna l’interpretazione al giudice, aumentando i rischi.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:59| 
 |
Rispondi al commento

MARCO TRAVAGLIO

Berlusconi ha detto che è fuori dalla politica ma è sempre stato fuori, nel senso che ha sempre fatto i caxxi sua. Ma la politica non può fare a meno di lui. Il Re... ha dovuto cooptarlo col Patto del Nazareno. Ha introiettato tutto quello che Berlusconi rappresentava come un microchips che nessuno riesce più ad estirpare. Di chi è l’idea che il problema delle giustizia siano i giudici? Chi ha tentato il bavaglio sulle intercettazioni? Tutte idee di Berlusconi che il Re... fatto sue. E la modifica quantità di falso in bilancio? E’ di Berlusconi ma è il Re... che ne fa una legge che applica all’evasione fiscale. E il primato della politica con liste di impresentabili? Tutto di Berlusconi. Berlusconi è sempre presente, sempre più improbabile, pittato, rifatto e trapiantato ma ineliminabile. Si è divorato tutti i leader di csx. Salvini dovrà accordarsi con lui, Alfano e Fitto. Semmai votassimo con l’Italicum, il Re... dovrebbe rifare il Nazareno 2.
La Buonanima anche da defunta continuerà a indirizzare tutto e a condizionare tutto.
..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo ... che se deve da sapè er perchè ...

come mai il nome di matteuccio se pronunciato da alcuni passa tranquillamente, anche in pole position!!
tipo:

""CGIL: “Sull’articolo 18 Ren-zi è riuscito a far peggio di Berlusconi e Sacconi”.""

et invece io son costretto al trattino?

a me la storia dei figli et dei figliastri non è mai piaciuta...

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA RIPRESA DEL GAMBERO

Mentre l’Europa si riprende e sta lentamente tornando ai tempi prima della crisi, noi siamo in controtendenza grazie alle politiche scellerate del Pd, e per tornare a come eravamo prima della crisi, di questo passo, ci vorranno 40 anni e con il Re... la ripresa ce la potremo scordare, tutto intento com’è a centralizzare il potere e a ridurre gli spazi di democrazia e di giustizia. Col Pd il Sud ha ottenuto 500.000 disoccupati in più, mentre in tutta Europa il tasso di disoccupazione scende. Da noi i disoccupati accertati sono 3,2 milioni mentre 3,5 milioni di non occupati non cerca nemmeno più lavoro, in 4,5 milioni di famiglie lavorano solo le donne ed è aumentata del 6% la fuga dei cervelli.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:56| 
 |
Rispondi al commento

@ Arjuna

Ciao guerriero, so da Francesco che stai attraversando un periodaccio, fatti forza e torna presto fra noi. Il blog ti aspetta

Un abbraccio sincero.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Video sul blog....."I migranti sono una salvezza " ..Per chi? Per le coop B/ R certamente...Sig.Grillo facendo passare questi messaggi temo che il MOV avrà'solo da perdere....

Incasnero 27.05.15 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Contro il Re... a parte il M5S, il nulla. Il vetusto trio D’Alema-Letta-Amato lo guarda ormai come Superman la kriptonite.
D’Alema conciona: “La nuova legge elettorale è una roulette russa con due partiti (che all’occorrenza diventano uno), magari al 20% (dunque non certo una maggioranza) che si giocano tutto. E chi vince prende l’en plein.
Letta: “Con queste riforme il Capo dello Stato sarà un semplice taglia nastri” (e la firma di Mattarella alla legge elettorale prova che già lo è). Tutto il potere sarà nelle mani del Premier”.
Amato: “Stiamo andando verso una pericolosa oligarchia (in pratica una dittatura) senza pesi e contrappesi”.
Ma di che parlano tutti e tre? Avendo tutti contribuito, ognuno massimamente per la sua parte, alla distruzione di ogni democrazia senza dare nulla di buono all’Italia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:55| 
 |
Rispondi al commento

SCIAGURATI MEDIA

La libera informazione è tutt’uno con la libertà e la democrazia. Ove non esista quella sono in pericolo anche questi. Si dice che i media dovrebbero essere i cani da guardia del potere. Quanto siamo caduti in basso nella scala della civiltà lo provano proprio i nostri mezzi di informazione servili e sciagurati, giullari disonorevoli di onorevoli solo di nome, in un giro vizioso di nullaggine e cortigianeria.
Il potere in Italia ha stroncato qualunque pretesa critica di una libera stampa con denunce, querele, intimidazioni, legge penali, licenziamenti, minacce di morte, multe e sanzioni varie. 50 giornalisti sono sotto scorta per minacce di morte ricevute dalla mafia. Gli altri si imbavagliano da soli o si dedicano all’arte infima del lecchinaggio ben retribuito. Ormai i delinquenti sono talmente inseriti nel sistema politico che creano loro l’opinione come creano le liste elettorali. Dunque della mafia non si parla più, non ne parla l’indegno Renzi e non certo l’inetto Alfano, e i media hanno una funzione di incensatori del peggio, come in ogni regime. Renzi promette grottesche lotte alla corruzione ma aumenta la multe ai giornalisti incauti così che ci farà scendere ancora più in basso tra i Paesi semiliberi, sotto quel 73° posto che è già abbastanza vergognoso.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:54| 
 |
Rispondi al commento

3
MIGRANTI
Alessandro Robecchi: “Sono un italiano così umano che li ammazzerei tutti”.
Io pure, ma non i migranti, i politici. Se penso a loro mi viene subito in mente l’eutanasia.
Scrive Robecchi: “E’ come se, stritolati dalla crisi, molti scegliessero un nemico facile facile, chiaramente minoritario e indifeso. Se hai una fifa blu del futuro, proietti, scegli di menare chi sta peggio di te, meccanismo elementare con sfondo cattivista, che chiede sacrifici umani perché prendersela con chi non conta niente e soffre di più è facile, comodo, rilassa ed è fortemente incoraggiante perché, finché chiedi la testa dei deboli, i forti brinderanno.”
Proverbio africano: “Quando la memoria va a raccogliere rami secchi, ritorna col fascio di legna che preferisce”.
La nostra memoria ha portato a casa i rami degli Italiani brava gente, ma ha perso quelli di chi cercava un posto al sole in Libia o in Etiopia, magari bombardando con i gas i villaggi di gente inerme. La nostra memoria ha dimenticato l’infamia delle leggi razziste e i milioni di Italiani. I dati Istat del 2013 ci dicono che sono più gli Italiani andati all’estero degli stranieri arrivati in Italia. Ma oggi facciamo presto a dimenticare.
.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:54| 
 |
Rispondi al commento

2
MIGRANTI
Di questi disperati in fuga l’Italia ne accoglie solo il 14%. Ci sono Paesi come la Giordania o il Libano cove la situazione è molto più grave, con pochi milioni di abitanti ospitano più di un milione di profughi, mentre noi l’anno scorso ne abbiamo avuti 170.000.
Milioni di persone scappano perché non vogliono morire. Davanti alla morte si scappa. Ma non ci saranno mai progetti validi per evitare le ondate migratorie finché ci saranno guerre e ci sarà instabilità politica, devastazioni, genocidi, bande di predoni, dittatori assassini. Siamo ormai a una situazione senza speranza:non possiamo accoglierli tutti, non possiamo farli morire in mare di fame e di sete o continuare ad ammucchiare cadaveri sul fondo del Mediterraneo, non possiamo bombardarli a terra prima che partano.
Il sistema capitalista ha creato condizioni di invivibilità che ora lo stesso sistema non sa gestire. Tutto continuerà come prima, peggio di prima: i magnati ad ammucchiare capitali nei paradisi fiscali, le multinazionali a depredare e inquinare i territori, la Bm e il Fm a ricattare i paesi deboli rubando loro ogni risorsa e vincolandoli a debiti infiniti, e i disgraziati a morire di mille morti cercando di riparare proprio dai loro assassini.
.
Vauro: “Renzi vuole recuperare dal fondo il barcone della strage. Così la Mogherini lo può riaffondare”.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:53| 
 |
Rispondi al commento

.
SALVINI E LA MERLIN

In puro stile fascista (non gli bastava la carta ‘forte’ del razzismo a oltranza!), Salvini vuole farci credere che, abolendo la Merlin e tassando la prostituzione, si raccoglierebbero 4 miliardi. Falso in ogni modo! Intanto la Germania che tassa 400.000 prostitute prende solo 500 milioni. In Italia se ne contano 70.000 (che darebbero 87 milioni) ma non si capisce come si potrebbero tassare i clienti o costringerli a chiedere fattura e a scaricarla dalle tasse.
Troppa gente vota Lega, dimenticando che per 20 anni ha contributo alle disgrazie italiane e che per 8 è stata al governo con Berlusconi e che ci sono state vergognose ruberie di Bossi e family. Niente ideologie, niente programma, solo razzismo e qualche fregnaccia in stile fascista. Ma la gente cosa pensa quando vota??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento

b
42 miliardi buttati dal Tesoro
e poi ci chiedono: dove troviamo i soldi?
Noi perdiamo più di tutta l’Eurozona messa insieme. Ma è anche peggio: le perdite potenziali sarebbero 42 miliardi (6 miliardi in più della finanziaria 2015), se Roma volesse chiudere i contratti stipulati con le varie banche d’affari estere.
Ma, quando in aprile i 5stelle hanno chiesto di vedere, in base alla legge 241/1990 sull’accesso agli atti amministrativi, gli allegati che definiscono i valori e le commissioni legate ai derivati, Padoan ha opposto un rifiuto, dicendo che non vedeva il loro interesse concreto, che ciò avrebbe comportato una indagine su tutta l’amministrazione (e magari!) e che farlo avrebbe prodotto delle turbolenze di mercato. In realtà non esiste alcuna legge che consenta al Governo di nascondere i conti. Il problema c’era anche in passato ma il Tesoro continua a rivendicare un diritto assoluto a gestire i soldi come gli pare e senza renderne conto a nessuno.
C’è anche un conflitto di interesse perché il Tesoro da una parte paga miliardi di commissioni alle banche per i derivati, dall’altra cerca di vendere titoli a queste stesse banche per garantire il debito pubblico. Il M5S vorrebbe che tutto fosse messo alla luce del sole, ma è proprio questo che i farabutti vogliono evitare.
Insomma il Tesoro ha giocato in Borsa coi soldi nostri, ha scommesso che i tassi sarebbero saliti e sono scesi. Poteva scommettere che l’Italia, con questi partiti, sarebbe andata sempre peggio, e chissà quanti soldi ci avremmo guadagnato!?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento

a
IL TESORO HA PERSO 42 MILIARDI NEI DERIVATI
Quando qualcuno di fronte alla richiesta di un reddito minimo di cittadinanza chiede: “Ma dove li troviamo i soldi?”, dimostra una ingenuità che sfiora la scemenza o la complicità ai corrotti. Come se la montagna di soldi sottratti al fisco in Italia dai furbi con la protezione dei politici non bastasse, ricordiamo che il Tesoro ha giocato in Borsa sui nostri soldi scommettendo, con i derivati, che i tassi sarebbero saliti e siccome invece sono scesi, ora ci ritroviamo con una perdita di 42,6 miliardi. Ma è lecito che il Tesoro speculi in Borsa con i soldi dei cittadini? E che neghi poi i servizi pubblici con la scusa delle casse vuote? Ed è lecito che operazioni di finanza speculativa siano fatte dagli enti locali?
Dopo anni e anni con molta fatica è arrivata qualche regolamentazione di questo uso disinvolto dei soldi pubblici, ma grazie alla pessima amministrazione di Province e Regioni con contabilizzazioni errate, violazioni normative e contratti fatto coi piedi, il valore dei derivati degli enti territoriali è arrivato a 25 miliardi. Poi ci si chiede come mai il debito italiano sia uno dei più grandi del mondo.
I contratti derivati sottoscritti dal Governo per proteggere il debito pubblico dalle oscillazioni dei tassi di interesse si sono rivelati un bagno di sangue per le nostre tasche. I parlamentari 5stelle chiedono di vedere i contratti, ma il Ministero rifiuta.
L’Italia ha un debito pubblico record, nell’eurozona inferiore solo alla Grecia (132% del Pil). Ma che peso hanno in questo “buco” i contratti derivati sottoscritti dallo Stato italiano per proteggersi da rischi come l’oscillazione delle valute o dei tassi d’interesse? In 3 anni, dal 2011 al 2014, lo Stato italiano ha subito un aumento del debito pubblico di 16,95 miliardi di euro solo a causa dei contratti derivati sottoscritti da Roma per 159 miliardi. Siamo quelli che nell’eurozona hanno perso di più.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:50| 
 |
Rispondi al commento

4 Paradisi fiscali
E questi magnati non tollerano nemmeno quel bruscolino che è la Tobin tax, tassa infinitesimale sulle loro transazioni di Borsa che darebbe un gettito che basterebbe a salvare milioni di persone dalla miseria più atroce. Basti pensare che ci sono speculatori che accumulano ogni giorno l'equivalente di 3600 milioni di miliardi. Li giocano in borsa, operano in dieci minuti, comprano Euro e li rivendono e su questi guadagni non pagano nemmeno lo 0,5% di tasse. La battaglia per l'introduzione della tassa Tobin non fa comodo a nessun governo e non ne vogliono proprio sapere Stati Uniti e Gran Bretagna, ovvero le centrali della finanza (e del riciclaggio) mondiali.
E agli speculatori miliardari poco importa se con una miserabile tassa dello 0,5% si potrebbe creare un fondo che eviti tragedie ai popoli. Per gli speculatori, protetti dai governi, il giro d'affari è di 3 milioni e 600 mila miliardi di lire al giorno, esentasse. Questo è, e continuerà.
.
Paolino bg
I fondi pubblici alla Lega finiscono in Tanzania.
Leghisti milanesi incazzatissimi: "Ciapa' i bot dai negher" è il massimo del disonore

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:49| 
 |
Rispondi al commento

3 Paradisi fiscali
Alle Isole Vergini britanniche sono di moda le scatole cinesi delle holding. Sono isole completamente disabitate dove il soggiorno costa un patrimonio. In quella di proprietà di Richard Branson, il magnate della Virgin records, si pagano 14000$ a notte, accettano solo 20 persone su tutta l'isola e si pagano 25 milioni a notte. Per un cocktail si va sulle 40 mila lire. L'isola è privata e ti raccomandano di non disturbare la privacy degli ospiti. Road Rown, la capitale di Tortola, è la sede di 350 000 società offshore. Ma ci sono solo le targhette di fiduciari, ognuno dei quali fa da prestanome a centinaia di società. Queste società sono solo recapiti postali.

(Ma perché i governi dei vari Stati non fanno leggi punitive serie contro i paradisi fiscali? Perché i famosi G8 fanno solo chiacchiere ma ogni volta che si riuniscono non prendono mai provvedimenti seri e pesanti contro di loro? Perché non dichiarano loro guerra dal momento che potrebbero annientarli in un solo giorno? Perché i Paesi occidentali continuano a piangere miseria e ad applicare l’austerity e non uno di loro attacca i capitali dove sono realmente e le casse dello Stato si rifanno sempre e solo su pensionati e lavoratori?)

Si pensi che il più importante gruppo italiano, Telecom Italia, è controllato da una società con sede in Lussemburgo, la Bell, e tra i soci della Bell figurava una società con sede alle isole Cayman, in un paradiso fiscale.

(Questa è la speculazione finanziaria che distrugge il mondo e che mantiene e sostiene quei politici che mai toglieranno un dollaro ai fondi neri e si rifaranno sempre e solo sui deboli spolpandoli col provvido aiuto del Fm e della Bm, istituzioni di comodo che soverchiano gli Stati nazionali per angariare i popoli e arricchire smisuratamente i depositi segreti dei grandi delinquenti neoliberisti).


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento

2 Paradisi fiscali
Se ho un miliardo di soldi sospetti non denunciati al fisco italiano e voglio nasconderlo e farlo rendere bene, che strade ho? L'avvocato/fiduciario contatta un corrispondente in un paradiso fiscale dove viene aperta una società offshore, intestata al fiduciario. Poi, attraverso una "dichiarazione di trust" il fiduciario dichiara (in via riservata) che la società non è sua ma è del cliente. E così tutti i beni che io voglio intestare a quella società non risulteranno più miei agli occhi del fisco. Il sistema di "triangolazione" può essere ripetuto più volte.
Senza bisogno di ricorrere a tecniche come questa, quasi tutti sanno che vale la pena di portare i propri soldi in Svizzera. Intanto per le tasse minori, poi per il segreto. Purtroppo il segreto bancario in Svizzera non è più quello di una volta (vedi gli Stati uniti che hanno ingaggiato degli hacker per avere le liste dei loro cittadini evasori), ma a Lugano c'è il "trust" che permette di risparmiare sulle imposte di successione e allo stesso tempo copre l'identità dei beneficiari. Uno intesta dei beni al trust, indica chi sono i beneficiari e così se ne spoglia completamente. Poi mette se stesso come beneficiario.
In Lussemburgo creano le "holding". Ce ne sono 11 mila. La holding è una società che detiene partecipazioni, le vende e le compra e su questa attività in Lussemburgo non si pagano imposte. Si pensi che l’Italia è terza in Europa per tasse, 47% ed è impossibile sapere quante sono le aziende italiane che sono andate in Lussemburgo per risparmiare, sono troppe. I Francesi hanno calcolato che la sola perdita fiscale prodotta dal Lussemburgo è di 30 mila miliardi l'anno. 30.000 miliardi!!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento

1 Dove sono i soldi per fare questo o quello?
Report
A Road Town,capitale di Tortola,alle Isole Vergini Britanniche,ci sono 15 mila abitanti e ben 350 mila società offshore,cioè fuori giurisdizione.Non hanno uffici,non hanno dipendenti,non hanno altro che delle targhette fuori dalla porta, e spesso neanche quelle.
Intestare a una di queste i propri beni è facilissimo:bastano 48 ore,la riservatezza è totale e garantita e nel paradiso fiscale la società non paga tasse.Dai tribunali dei paradisi fiscali non filtrano informazioni sull'identità dei veri beneficiari dei conti correnti intestati alle società offshore.Alle Bahamas,su 600 rogatorie, dopo 8 anni ne sono state soddisfatte soltanto la metà e ci sono paesi che garantiscono l'anonimato assoluto,come le Seychelles.
I paradisi fiscali sono più di 100 e sono in continua crescita. Vi si ricorre per evasione fiscale, riciclaggio di denaro, fuga dai creditori, addirittura per scansare i pagamenti al coniuge in caso di separazione. Aprire una di queste società costa poco: a Jersey costa 4 milioni. Alle Isole Vergini 3 milioni e mezzo.
Il Liechtenstein è uno Stato fasullo fatto di avvocati, business man e intermediari finanziari.
Ci sono due società e mezzo per abitante. Con le sue tattiche dilatorie, il Liechtenstein ha provocato una vera e propria crisi diplomatica, rifiutandosi di dare informazioni relative all'inchiesta Imi Sir che coinvolge l'ex ministro della giustizia Cesare Previti.
Altro caso: l'isola di Jersey nel canale della Manica, regno indipendente legato alla corona britannica, qui ci sono circa 30 mila società offshore e oltre 200 filiali degli intermediari finanziari più importanti del mondo.
E per mettere i propri beni in un rifugio fiscale non è necessario andare fino in Liechtenstein o fino all'isola di Jersey: basta andare in banca o dal professionista a 50 metri da casa. Però la crema è tutta a Milano intorno a piazza del Duomo.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ah non avevo omesso la e ecco perchè è passato, c'ho riprovato cor nome messo a posto e me so attaccato alla terza grazia ...

me pareva strano ...


So fijastro ... mejo che coi fiji boni me ce so sempre sentito fori posto ...

Ciao Pabblo ...

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Così l'INNOMINABILE RE ci ha buggerato anche col rientro dei fondi neri dalla Svizzera, ma la legge eviterà proprio che i frodatori in nero ne siano interessati. Intanto l’evasore dovrebbe autodenunciarsi all’Erario, mentre con lo scudo fiscale di Tremonti il rientro era anonimo, poi contro il 5% richiesto da Tremonti ora la tassa sale dal 7 al 50%. C’è poi il rischio che il decreto antimafia faccia scattare il sequestro dei beni anche sui capitali scudati. E’ vero che il decreto fiscale permetterebbe di riscattare solo gli ultimi anni ma è una spia che farebbe scattare indagini sul gap precedente tra quanto denunciato e quanto esportato. In ogni caso quanto prescritto vale solo per Svizzera e Panama. Ma quanti sono i paradisi fiscali nel mondo? Almeno cento.
Chi si batte per una Tobin Tax anche minima sulle transazioni finanziarie dice che se si potesse prelevare anche solo lo 0,5% del gigantesco patrimonio sottratto alle tasse nazionali tanti problemi potrebbero essere finalmente affrontati.
Ma il mercato ormai prevarica la politica e la globalizzazione ha addirittura peggiorato la vita di tanti popoli per l’ingrassamento di poche migliaia di speculatori. L’ideologia neoliberista ha favorito solo le multinazionali e le lobbie finanziarie, corrodendo quando non addirittura annientando stato sociale e diritti costituzionali e democratici.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bibbo Baggiano:
Achille Occhetto difende il vitalizio di 5.860 euro: "Mantengo moglie (lei ha il vitalizio di 3.791 euro) e due figli disoccupati" (ma quanti anni hanno i figli di Occhetto?). Povero Achille, la famiglia dev’essere il suo tallone!
.
Luce so fusa
Da un breve calcolo nella famiglia di Occhetto non ha mai lavorato nessuno.
4 mantenuti a spese nostre.
.
Jerry Scotti ha un vitalizio dal 1992.
.
Pirata 21
Cuffaro è in galera ma prende il vitalizio. La mafia è gente seria.

Da ex deputato, Cuffaro riceve una somma di seimila euro lordi. Per rifarsi una cosca quando uscirà.
.
Batduccio
Non passa emendamento M5S, Fiorito mantiene il vitalizio da consigliere regionale. E viceversa.
.
Trabeoscopio
15 dei 26 deputati che hanno presentato ricorso contro il taglio dei vitalizi sono della Lega, il cuore in Padania e il portafoglio a Roma.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Dove passano i sinistri, si salvi chi può

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.05.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Rnzi e CGIL

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

una domanda che credo rimarrà senza risposta, esaustiva almeno :)

come mai il nome di matteuccio se pronunciato da alcuni passa tranquillamente, anche in pole position!!
tipo:

""CGIL: “Sull’articolo 18 Ren-zi è riuscito a far peggio di Berlusconi e Sacconi”.""

et invece io son costretto al trattino?

a me la storia dei figli et dei figliastri non è mai piaciuta...

ps

astenersi perditempo :)


pabblo 27.05.15 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Mattia e grandissimo Gianroberto!
Sempre con Voi!

Simone Marcello Abbruzzi, Cormano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.05.15 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Chi se ne importa di due alberi di 500 o di 5 miliardi tagliati smembrati. Chi si preoccupa se sono la casa di miliardi di essere viventi dagli uccelli ai vermi
Andate all'expo ed adorate l'albero della vita fatto di ferro
e lucine colorate, c'è anche un po di legno pressato per infinocchiare gli sciocchi
Expo La nuova cattedrale in cui adorare il nulla
Dimenticando il trascendente abbiamo trasceso
i numeri primi sono singolarità letta sulle falsariga di un ente
il mercato è ora il nostro ente dell'olimpo
Raccoglietevi in preghiera

Rosa Anna 27.05.15 19:11| 
 |
Rispondi al commento

BraVo Mattia. Io sono con te. E già da tempo che ne parlo per quanto mi è possibile. Certo che i cittadini e le cittadine dei quartieri interessati dovrebbero scendere nelle strade e bloccare tutto. Se lo fanno anche noi di altri quartieri saremo i primi a sostenerli partecipando alla loro lotta che è comunque una lotta di tutti. Una lotta per non vedere devastato inutilmente il proprio territorio e' sempre una lotta di tutti. Mettiamocelo in testa. Certo che come sempre e come dice Beppe bisogna un minimo mettersi in gioco. Forza Mattia, forza milanesi.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 27.05.15 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Se non risulteranno prevalenti le motivazioni ideologiche, dopo queste elezioni regionali, si dovrebbe stringere un accordo programmatico basato su pochi punti :

1) Fuori dall'Euro e da questa fasulla Comunità Europea;
2) Lotta alla corruzione ed al malaffare, con una Riforma della Giustizia, che riduca al minimo il numero delle Leggi (dalle 150.000 attuali, a meno di 10.000);
3) Radicale Riforma della Costituzione, che preveda Referendum Propositivi, ed elezione diretta del Presidente della Repubblica, o del Premier (Democrazia Diretta);
4) Reddito di Cittadinanza, da riconoscere inizialmente (per i primi 5 anni), solo a chi ha la cittadinanza italiana da almeno 10 anni.

Visto l'irrilevanza alla quale è destinato Berlusconi, e l'inconsistenza di qualsivoglia partito di estrema sinistra, il prossimo futuro vedrà solo tre Partiti/Movimenti a competere con maggiori possibilità di Governo: PD, M5S, Lega.

Bene, se almeno uno degli altri due sarà disposto a condividere almeno tre dei quattro punti sopra riportati, il Movimento avrebbe l'obbligo di valutare un percorso comune.

Quello che però è opportuno che non avvenga, è lasciarsi coinvolgere ideologicamente nella scelta.
Ma ci riusciremo?

gianfranco chiarello 27.05.15 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Terremoto all'Assemblea regionale siciliana".

All'alba di oggi, i finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Palermo hanno arrestato due deputati regionali e un ex parlamentare Ars e altre due persone, tra cui un finanziere. I cinque sono tutti agli arresti domiciliari. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, "di aver promesso o ricevuto denaro o altre utilità in cambio di voti, per sé o per altri, nell'ambito delle elezioni del 2012 per il rinnovo del Consiglio Comunale di Palermo e dell'Assemblea Regionale Siciliana".


Nun ce posso credere, incredibbile, hanno scoperto che esiste er voto de scambio 'n Sicilia: dopo 'a scoperta de l'acqua calda e de quella bollente, mò hanno scoperto puro quella tiepida: se fanno progressi 'mpensabbili........

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.05.15 18:51| 
 |
Rispondi al commento

In Spagna il Sistema ha riconosciuto Podemos come parte di se stesso.
In Italia il Sistema si chiude a riccio contro il M5S riconoscendolo unanimemente come l'anticorpo che può sconfiggerlo.
Questa è la maggiore differenza.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Il Pd sta tentando di estromettere per legge il M5S dal Parlamento. Ci aveva già provato una volta con Zanda e ora ci riprova. Vuole mettere il M5S fuori legge costringendo i partiti ad avere un capo, uno statuto, un patrimonio ecc. in un processo di omologazione creato artificialmente per salvaguardare i partiti esistenti e le loro antidemocratiche strutture di potere così da eliminare qualsiasi creazione nuova che abbia un rapporto diretto col popolo. Il Potere si arrocco attorno al Potere e difende se stesso. Il suo attacco furente è la prova più chiara che solo il M5S costituisce per questo Potere nefasto l’unico attacco che riconosce in grado di combatterlo.

«Se passa questa legge il Movimento 5 stelle non potrà più candidarsi alle elezioni. Non ci sono scappatoie, non ci sono questioni interpretative. E "questa legge" non è una legge qualsiasi, ma un testo presentato ufficialmente da tutta la filiera direttiva del Partito democratico.»

http://www.huffingtonpost.it/2015/05/26/pd-legge-sui-partiti-che-fa-fuori-il-m5s_n_7441746.html

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4
alle lobbye che rovinano il mondo, e attacco anche diretto e personale che Grillo ha sferrato contro i potentati economici nostrani da Parmalat a Telecom a Ferrovie dello Stato, al sistema mediatico supino sotto il potere che ci ha fatto scendere al 73° posto nel mondo.
Capisco che vi dispiaccia che su tutto questo non ci sia il marchio 'comunismo' ma disconoscere l'entità e la vastità delle battaglie condotte dal M5S mi sembra squallido e infantile.
Avete paura che la parola 'sinistra' scompaia e voi con essa?
Non sono gli attaccamenti alle parole a formare gli uomini, sono gli scopi delle loro battaglie. E troppe battaglie perse o sbagliate sono state combattute solo in nome dell'appartenenza, in nome di bandiere che col tempo si sono sbiadite e sono diventate obsolete. Non siate tanto attaccati a una identità fatta solo di parole! Ha ragione Grillo nel dire che non siamo più né di destra né di sinistra, queste due categorie storiche hanno fatto l'Europa. E' ora di lasciarle nei libri di storia. E' ora di unire gli uomini non con le etichette ma con la consapevolezza che l'Occidente è dominato da un mostro che si chiama 'sistema finanziario' e che contro questo mostro stanno degradando le politiche e le economie e gli uomini stanno perdendo tutti i valori e i principi e le tutele per cui per secoli hanno lottato, perché il sistema finanziario è la veste odierna e peggiore del capitalismo. E per il capitalismo non esistono uomini o Costituzioni, ideologie o bandiere. Non esiste la democrazia. E in nome degli interessi capitalisti, Stati che si dicono di destra e Stati che si dicono di sinistra fanno ormai affari insieme e sempre, comunemente, contro l'interesse e il futuro dei popoli.
Chi rifiuta che nel M5S ci sia la fiamma di una passione ideale per il riscatto dei popoli contro il predominio del lucro non ha capito nulla del M5S, ma probabilmente non capisce nulla nemmeno di cosa sia la democrazia e di cosa significhi avere un ideale al posto di una bandiera.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 18:38| 
 |
Rispondi al commento

3 seguito
del rispetto dell'ambiente,di una nuova coscienza civile e di un modo nuovo di intendere la politica e di ridurre i vizi del potere
Dire che il M5S si limita a lottare contro la casta del proprio paese è ridicolo come dire che i no global si limitano a lottare contro i despoti nazionali o rifiutare che questo pensiero sia una nuova ideologia che scalza dalla base proprio le radici del potere totalitario, qualunque sia la sua etichetta,fascista o comunista o falsamente democratico
Dire questo significa non saper nulla del M5S e ignorare tutte le discussioni e gli argomenti e le tesi che sono stati presentati in questi anni e tutti i premi Nobel o gli esperti di finanza e di economia che si sono avvicendati in tutto questo tempo per spiegare e smantellare gli schemi del potere neoliberista.Quello di Grillo e di Casaleggio è stato un attacco puntuale al capitalismo e a tutte le sue efferatezze, quelle che portano a rovina il pianeta, quelle che stanno distruggendo l'Europa, quelle che ormai destra e sinistra non riescono più nemmeno a contestare o a riconoscere, succubi come sono di una omologazione vergognosa che ha reso ridicoli gli stessi nomi di destra e sinistra che un tempo corrispondevano a filoni filosofici diversi e ben chiari e che oggi sono mischiati nella notte collosa degli interessi affaristici personali.
Il M5S non è solo ambientalismo e lotta al Pd-Pdmenoelle, ma pedagogia della democrazia diretta, svelamento dei trucchi e dei vizi del dominio bancario e finanziario,rifiuto del predominio del Fm e della Bce,che altro non sono che organismi a servizio del grande capitale, denuncia delle speculazioni di Borsa,costante attacco alla macchina neoliberista,alle finte guerre di esportazione della democrazia,al potere del petrolio,al cinismo del mercato,allo strafottenza delle banche d'affari e delle società di rating, alla perversa austerity frutto di un gioco macabro a tavolino per distruggere le fondamenta stesse delle democrazie occidentali

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 18:37| 
 |
Rispondi al commento

2 seguito
dell'Occidente (e la nostra è la prova più lampante di come si uccide una democrazia). Oggi la democrazia è morta, abbiamo solo falsi sistemi democratici dove, con la scusa della crisi, i diritti, i poteri e le tutele dei cittadini vengono progressivamente corrosi o aboliti, assieme alla distruzione della loro Costituzione e dell'equilibrio del poteri, per un accentramento totalitario nelle mani di pochi, a loro volta succubi di uno solo e venduti a domini finanziari extranazionali.
Nel mondo moderno la democrazia diretta nasce in Svizzera più di 30 anni fa. Qualcuno pensa di poterla ridurre a un movimento di protesta? Non si rende nemmeno conto della bestemmia che dice.
La democrazia diretta è stata riproposta 30 anni fa in quel movimento mondiale che è il pensiero no global. Il M5S prende dal pensiero no global tutti i punti principali. E non si limita ad essere una protesta contro un casta, è una ideologia, una nuova visione del mondo, della vita umana, del rapporto dell'uomo col pianeta, del rispetto dell'ambiente, di una nuova coscienza civile e di un modo nuovo di intendere la politica e di ridurre i vizi del potere.
Dire che il M5S si limita a lottare contro la casta del proprio paese è ridicolo come dire che i no global si limitano a lottare contro i despoti nazionali o rifiutare che questo pensiero sia una nuova ideologia che scalza dalla base proprio le radici del potere totalitario, qualunque sia la sua etichetta, fascista o comunista o falsamente democratico.
Dire questo significa non saper nulla del M5S e ignorare tutte le discussioni e gli argomenti e le tesi che sono stati presentati in questi anni e tutti i premi Nobel o gli esperti di finanza e di economia che si sono avvicendati in tutto questo tempo per spiegare e smantellare gli schemi del potere neoliberista. Quello di Grillo e di Casaleggio è stato un attacco puntuale al capitalismo e a tutte le sue efferatezze, quelle che portano a rovina il pianeta...


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Mattia Calise e grazie Gianroberto Casaleggio che avete divulgato ciò che sta accadendo a Milano. C'è un gruppo Facebook per chi vuol contribuire con ulteriori segnalazioni: https://www.facebook.com/groups/1062213663793024/

Augusto Bortoluzzi 27.05.15 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Il cantiere e' complesso e la movimentazione mezzi pure , vecchi alberi grandi sono preziosi .
Direi di chiedere ed ottenere il vincolo al ripopolamento .

Ricordo che (qualora il comune avesse richiesto a suo tempo l'apposito decreto ) gli alberi secolari ricadono sotto la tutela della legge 22 gennaio 2004 n. 42 art 136 .

Nella gara d'appalto devono essere indicate le procedure per le tutele ambientali a cui l'esecutore dei lavori e' tenuto , comprese le opere di mitigazione e di ripristino .

Ci sono ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 27.05.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Mattia, grazie Gianroberto e grazie a tutti i cittadini milanesi sensibili alla sostenibilità ambientale, che dopo una giornata di lavoro si stanno dedicando a correggere gli errori/orrori che gli amministratori compiono quotidianamente.

Daniele Cultrera, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.05.15 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Credevo che dopo la Moratti la mia Milano sarebbe migliorata ma mi sbagliavo.....è peggiorata ulteriormente,per fare un esempio tra tanti,piazza Castello è stata deturpata da due orrende costruzioni in metallo messe per Expo dove all'interno vendono oggetti inutili,souvenir,ecc.
Corso Vittorio Emanuele sembra un bivacco di mendicanti,suonatori,cartelloni di Expo in ogni angolo.
Che tristezza!

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.05.15 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLI DEL PD,NON SMETTONO MAI DI FARE DISASTRI,DOPO QUELLI SUL LAVORO E L'EDUCAZIONE,GLI ALBERI A MILANO

alvise fossa 27.05.15 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Salviamoli

Rosa Anna 27.05.15 17:36| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1650 26-5-2015 I SOMMERSI E I SALVATI

Blog di Viviana Vivarelli

Si smetta di chiedere: “Ma dove li troviamo i soldi per il reddito minimo di cittadinanza?” e si pensi a quanti miliardi italiani ci sono nei paradisi fiscali? - E perché il Tesoro ha maturato 42 miliardi di perdite scommettendo coi derivati sul rialzo del tassi?- La demenziale Mogherini vuole bombardare le imbarcazioni dei trafficanti nei porti africani. Vogliamo dichiarare guerra all’Africa? – A corto di idee Salvini rispolvera la tassa alle prostitute – Torna il falso in bilancio- I 5stelle ottengono pene per gli ecoreati – In Irlanda vincono le coppie gay

Il cardinale Parolin, segretario di Stato vaticano: “Le nozze gay sono una sconfitta per l’umanità”. Ma papa Francesco non aveva detto “Chi sono io per giudicare?” E Cristo non è venuto a predicare l’amore nel mondo? E non aveva detto: “Chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli…, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”(Mt 18)? Ma ancora una volta la Chiesa non poteva perdere una buona occasione per tacere.
.
(Foto
Rilke: “Il futuro entra in noi molto prima che accada”.
.
Bellissima questa frase di Don Brown: “Il motore dell’entropia è l’indifferenza”.
Gramsci diceva: “Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità”.
.
CGIL: “Sull’articolo 18 Renzi è riuscito a far peggio di Berlusconi e Sacconi”.
.
Renzi è un uomo di Centro, con la precisazione che il Centro è lui.
.

Per leggere tutto clicca il mio nome oppure vai a
masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.05.15 17:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori