Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fate la rivoluzione con il carrello della spesa #zucchero

  • 62

New Twitter Gallery

bici_milano_cocacola.jpg

In tema di Sanità di solito ci si concentra sulle cure, sulla guarigione del paziente, in sostanza sugli effetti. Quasi mai sulle cause. Intervenire sulle cause è molto complicato, vuol dire mettere mano all'economia che ci fa ammalare. Alla struttura stessa della società in cui viviamo. L'aria che respiriamo, i cibi che mangiamo sono i veleni che ci fanno ammalare. Il medico può solo curare, spesso è l'ultima spiaggia come nel caso delle neoplasie, il legislatore dovrebbe tutelare i cittadini, prevenire con misure per salvaguardare la salute. Questo vuol dire però scontrarsi con multinazionali assortite, con gli effetti della globalizzazione, con la finanza criminale che non guarda in faccia a nessuno e che l'etica non sa dove stia di casa. E contro questi soggetti il medico può fare ben poco. L'unico vero rimedio è l'informazione. Prevenire grazie all'informazione, grazie al proprio stile di vita. Qualunque diabetologo vi dirà che lo zucchero fa male, ma siamo bombardati, in particolare i bambini che sono i più indifesi, da pubblicità di merendine e di bibite zuccherate. Sanità, cibo e spesa pubblica vanno di pari passo.

VIDEO L'alimentazione dei nostri figli, evitare zuccheri e eccesso di proteine

Da "Pappa Mundi"di Francesco Galietti: "Può sembrare paradossale, ma la soluzione strutturale della crisi della finanza pubblica passa anche attraverso la soluzione della questione cibo. Più in dettaglio, in buona parte dell'Occidente la spesa pubblica assorbita dalla voce "sanità"è assorbita dal trattamento di patologie (diabete, ipertensioni, tumori) legate al consumo smodato di zucchero , grassi, ecc, come confermato dalla consultazione pubblica del primo trimestre 2014 per le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sul consumo di zuccheri. Anche secondo la società di consulenza McKinsey, come argomentato in un ponderoso studio del suo pensatoio - il McKinsey Global Institute -, l'obesità è diventata molto più di un problema culturale o di ignoranza alimentare, e oggi comporta un costo di due triliardi di dollari, pari al 2,8% del prodotto interno globale. E' questa la cifra impressionante ottenuta combinando cali di produttività, costi medico-ospedalieri e investimenti di varia natura per mitigarne l'impatto. Come ordine di grandezza l'obesità è l'equivalente del costo di conflitti armati, guerre e terrorismo."

VIDEO Quanto zucchero contiene una lattina di coca cola?


Il testo poi prosegue:
"Non stupisce quindi dunque né il crescente interesse e il possibile boom dei surrogati naturali dello zucchero (come la stevia) da parte di colossi globali come Coca-Cola e Pepsi, né l'alzata di scudi delle associazioni di produttori di zucchero, poco disposte a vedersi attribuire non solo gli eccessi alimentari dei singoli individui, ma anche le voragini bei conti pubblici degli Stati... Quando più prenderà corpo l'idea che i cibi malsani abbiano esternalità negative anche per le malconce finanze pubbliche, tanto più chi li produce finirà nel mirino degli Stati."
Intanto a Milano durante l'EXPO le biciclette messe a disposizione dal Comune sono state sponsorizzate dalla Coca-Cola... "The Coke Side of Life" "The Pisapippa Side of Milan"
Fate la rivoluzione con il carrello della spesa!

ARTICOLO: Lo zucchero fa male, di Franco Berrino

14 Mag 2015, 10:05 | Scrivi | Commenti (62) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 62


Tags: coca-cola, diabete, Expo, Francesco Galietti, ipertensione, malattie, mckinsey, Milano, neoplasie, obesità, Pappa Mundi, pepsi, stevia, zucchero

Commenti

 

Sto ricercando un doc (video) dove si descriveva che un 5% di consumatori che variano le loro abitudini rispetto ad un prodotto determinano la politica del produttore di quel manufatto.
Non lo trovo ... ma non desisto.

recommended you read Commentatore certificato 19.05.15 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Però il Comune di Milano si è accorto che il MoVimento è felicità....notate le scritte sulla bicicletta! !

Francesco Mininni 15.05.15 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, vi sono grato di parlare di questi problemi, sono determinanti per il prossimo futuro. Uno di questi, secondo me colossale, è quello relativo alla macinazione dei cereali che attualmente è quasi al 100% in mano all'industria. In Italia le leggi in materia sono colpevolmente inesistenti e la grande industria della macinazione si lucida il portafoglio con la nostra salute. Il pane non è piu pane ormai da anni. La pasta, fiore all'occhiello dell'Italia, non è piu pasta ma impasto di prodotti industriali di non definita qualità e provenienza. (Vedasi la normativa delle altre nazioni europee enormemente piu precisa nei parametri qualitativi delle nostre leggi). Spero che nelle vostre agende entri a breve anche la macinazione.

Gianfranco Roveglia 14.05.15 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Max buonasera.

Forse lo sciopero dei consumi che citi molte volte potrebbe trasformarsi in spesa intelligente, considerando che anche quella forma di lotta la trovo interessante.

Potrebbe sortire aspetti insperati.

Sto ricercando un doc (video) dove si descriveva che un 5% di consumatori che variano le loro abitudini rispetto ad un prodotto determinano la politica del produttore di quel manufatto.
Non lo trovo ... ma non desisto.

Pensate ad un movimento come il nostro che organizzandosi effettua un consumo intelligente.

Siamo più del 5% dei consumatori, possiamo realmente influire su questo mercato con le azioni normali di tutti i giorni.
Usasndo le armi del nemico potremmo determinare le sue mosse e rendendolo inseguitore ...
(SIAMO SENZA DUBBIO PIU' AVANTI, NON C'E' CHE DIRE)

Quanto detto è veramente fattibile e basta vedere in parlamento cosa succede.

Sembra incredibile ma i nostri rappresentanti stanno realmente determinando le agende setting su molti argomenti. Stanno aprendo la nostra società come una scatola di tonno altro che (solo il) parlamento.

Daltronde è realmente impossibile rendere la parola " ONESTA' " fuorilegge.
Ci possono provare ma la vedo dura per loro azzardare una cosa come questa, per quanto al male non sembrerebbe esserci fine, anch'esso ha limiti insuperabili.

Infine vi invito ad osservare i carrelli della spesa dei clienti dei supermercati.
Acquistano carrellate di veleno inconsapevolmente, anzi convinti di prelevare merce di prima qualità perchè di marca.

Mi reputo fortunato ad avere il tarlo dell'informazione che mi spinge alle notizie migliori (ovviamente per me e grazie anche a Beppe e al Movimento).

Anche gli articoletti qua a fianco che, come ciliege, ti portano a scoprire mondi nascosti uno dopo l'altro.

Bene, buonasera a tutti.

P.S.: Se qiualcuno ritrovassse o avesse il video citato sopra e volesse postarne il link farebbe cosa buona per tutti.

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Un serio studio del problema della eccessiva obesità di gran parte della popolazione degli Stati Uniti ha stabilito che tale obesità e dovuta alle bevande contenenti molto zucchero ed anidride carbonica, che per primi gli americani hanno consumato in modo eccessivo. Tale studio ha evidenziato anche che i danni provacati dallo zucchero e dalla anidride carbonica contenuta nelle bevande gassose causa danni genetici al punto tale che i nati dalle donne affette da questo tipo di obesità daranno alla luce figli che diventeranno superobesi anche se consumeranno questi prodotti.
Ho letto, in una rivista americana, un lungo articolo su questa materia qualche decina di anni fa. La nocività di queste bevande è stranota da tempo.

King Tut Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.05.15 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Non ci priveranno del futuro con un pugno di farina mendicato
Coltiveremo il nostro grano

Non acquistate il cibo che vi propongono su scaffali
Utilizzate il più possibile materie prime di produzione nostrana
Non è vero che si spende di più. Imparate a cucinare. A fare il pane i biscotti ed i dolci, la farina mai doppio 0 lo zucchero lo pesate. Magari mettendone come faccio io un po meno di quanto è indicato in ricetta Dove indicato 100 ne metto 80 e se potete sostituitelo con miele si riesce a fare ottimi dolcetti per i bimbi con il 50 % di carote e lievito naturale
Non acquistate mai yogurt già preparati ma frutta fresca e sciroppo dolcificante di mele biologico da unire a yogurt naturali
Mille piccoli accorgimenti per risparmiare mangiando sano
Non ci vuole talento

Rosa Anna 14.05.15 17:50| 
 |
Rispondi al commento

AUSPICO CHE UN GIORNO POTREMMO DIVENTARE TUTTI VEGETARIANI E' L'UNICA SOLUZIONE POSSIBILE,PER NON AVVELENARCI CON IL CIBO

alvise fossa 14.05.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento

La stevia non è ancora certo che faccia male alla salute, anzi probabilmente è boicottata e ostacolata dalle multinazionali dell'aspartame e dell'acesulfame k per il suo potenziale enorme in fatto di qualità e di competitività. La stevia è 300 volte più dolcificalnte dello zucchero normale ma senza alcun apporto calorico ed è naturale al 100%

Adriano P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.05.15 17:20| 
 |
Rispondi al commento

??

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 14.05.15 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero, come ho letto in alcuni commenti, che nessuno ci costringe a mangiare zuccheri in eccesso. Al contrario, tanti zuccheri che in alcuni alimenti non ci stanno a fare proprio niente (mi vengono in mente gli insaccati come certi salumi e salsiccia carichi di lattosio per esempio....che è uno zucchero) li assumiamo senza neppure accorgercene, non per libera scelta. Solo una corretta informazione, compreso l'obbligo di indicare in etichetta tutte queste "aggiunte", ci può aiutare ad individuarli, e assumerli con consapevolezza

manuela pasini 14.05.15 14:36| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.camera.it/home

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 14:34| 
 |
Rispondi al commento

UDITE UDITE
Mio padre ha ricevuto il cedolino della pensione di maggio e per la prima volta in dieci anni ha ricevuto anche quello di giugno in anticipo .
Mio padre prende circa 1800 lorde quindi poco più di 1500 nette.
Sapete cosa penso?
Quei furbetti hanno mandato in anticipo il cedolino cosi da non poter fare in tempo di integrare gli arretrati dovuti dopo la sentenza della corte ,cosi il tutto é rimandato al mese prossimo dopo le elezioni regionali ,intanto con questa mossa infame si sono assicurati un mese di più per pianificare i loro sporchi giochetti.
Ebetino vergogna tanto mio padre non ti vota comunque.
Ormai anche lui sa che razza di imbroglione sei...

emiliano 14.05.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Be ! Mi stavo stancando di postarlo
Ripeterlo non fa male
La nostra unica arma , è l'acquisto

Rosa Anna 14.05.15 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Un'azienda ha tutto il diritto di sponsorizzare biciclette utili per smaltire gli zuccheri in eccesso della nota bevanda.

Che l'obesità costi il 2,8% del pil mi sembra una una fesseria sparata col cannone da un oscuro studio che nel sito ufficiale linkato non si riesce a giustificare in alcun modo, bisogna prenderlo in fiducia?
Forse è in parte vero ma una bibliografia chilometrica senza dati (o riferendosi solo a paesi anglosassoni) è carta straccia.

L'eccesso di zucchero fa male ma nessuno costringe a mangiarlo in eccesso:
abbuffarsi davanti al cibo è un istinto naturale da fermare con l'autocontrollo esattamente come un politico dovrebbe fermare il suo istinto naturale alla truffa e al raggiro.
Modificare gli istinti con l'informazione equivale a dire a un fumatore di smettere perché dannoso, a volte funziona e a volte no:
occorre anche aumentare la forza di volontà dell'individuo che comprende l'errore ma non riesce a controllarsi.
Su internet si trovano innumerevoli consigli su come aumentare la volontà anche se ad essere precisi nessuno di tali consigli aumenta la volontà ma razionalizza l'uso della volontà esistente (che è comunque un risultato minimo accettabile).
In mancanza di modifiche interiori la soluzione esteriore (modifica dell'ambiente circostante proposta dal report mgi) può risultare anche più onerosa del problema stesso senza risolverlo.

Insomma è giusto legiferare per migliorare l'informazione e proteggere l'alimentazione dei più piccoli ma per gli adulti che le cose le sanno già il problema non è più di pura informazione alimentare.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo spesso lamentele riguardo l'immigrazione e in parte capisco il disagio delle persone,perchè è una cosa che va risolta,ma da qui a realizzare falsi servizi,vuol dire che siamo arrivati alla frutta.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 14.05.15 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un altro piccolo pensiero o.t. i furti..un mio collega gli hanno rubato la bicicletta alla stazione da dove arriva da un paesino limitrofo..dopo aver fatto regolare denuncia e la classica risatina da parte di un agente,..per forza di cose ne ha comprata un altra usata ,non avendo molti mezzi..dopo qualche tempo ,bicicletta ancora rubata..cosa fare? comprarne un'altra? fare la solita denuncia?nooo,ha pensate di fare come sopra rubare alla stazione anche lui, una bici.. ecco da qui si innesca un meccanismo,furti, ripercussioni economiche,darla vinta ai ladri,sempre meno fiducia nelle forze dell'ordine( e non per colpa loro) e il detto occhio x occhio..questi miei commenti possono far ridere di fronte a problemi enormi come l'immigrazione,(dove dormono di notte nelle stazioni)la poverta' la disoccupazione ecc, ecc,ma tutto nasce dal lasciar correre.mi ricordo un film dove alcuni giovani rubavano un supermercato.la guardia li fermava ,e vi era il solito buonista che diceva lasciali andare"so ragazzi"poi questi ragazzi sono cresciuti hanno fatto furti,rapine,omicidi stupri ecc. non sarebbe meglio fare come quella mamma americana con il proprio figlio? un paio di sani ceffoni e a casa..oppure è sempre e comunque meglio difendere per demagogia tutto e tutti?

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 14.05.15 13:57| 
 |
Rispondi al commento

EEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!

Ma allora ditelo subbbbito!!!
Piccolo spazio pubblicità!

https://www.youtube.com/watch?v=SPA-aGRzRxM

Saludos!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 14.05.15 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 13:51| 
 |
Rispondi al commento

o.t. spesso il blog tratta grandi temi e tutti di prima necessita'.pero mi piacerebbe che molti frequentatori del blog, parlassero anche del quotidiano che poi sono spesso l'inizio dei suddetti grandi temi, e non vorrei parlarne come sessista,razzista,disfattista o retrogrado,ma solo come dati di fatto...oggi come ogni giorno per recarmi al lavoro,passo con l'auto davanti a due scuole ,tra le 13.00 e le 13.30..pur capendo gli studenti che dopo 5/6 ore dentro una scuola hanno tutto il desideri di ritrovarsi al di fuori, noto alcune cose non molto "etiche"appena suona la campanella un orda di a studenti si riversa sulle strade,incurante se passano o meno delle auto,"loro sono gli studenti"e se un automobilista dovesse aspettare che passano tutti starebbe li un paio di ore..se solo uno si azzarda a suonare il clacson..incominciano a guardarti storto,fanno circolo intorno a te e cominciano con le offese..si vedono poi,molti ragazzi accendersi delle "canne",si vedono ragazzini/e in effusioni quasi porno,qualcuno con look veramente insolito (jeans a meta' culo) o creste multicolori..senza contare i grafiti sui muri in luoghi dove dovrebbero insegnare rispetto e cultura..detto tutto questo,non incolpo minimamente i ragazzi ma i genitori( e io tra quelli)cosa trasmettiamo loro? se domandassimo se vanno volentieri a scuola il 99% direbbe no...se domandassimo perche fanno sciopero il 99% direbbe che non lo sa..pertanto come possiamo pensare che la nostra societa' sia migliore di questi nostri ragazzi mal educati in primis dai genitori?

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 14.05.15 13:41| 
 |
Rispondi al commento


ot

anche gomez se ne è accorto... non è tanto sul pezzo comunque, è da un po' che vado dicendo che il piddì crollerà :)

""Sorprendente il dato complessivo, secondo la rilevazione Ipsos per il Corriere della Sera: se alle regionali del maggio del 2014 i dem in Liguria avevano totalizzato il 41,7% delle preferenze, oggi non andrebbero oltre il 27-30%. Anche in Campania la partita è aperta, ma è Vincenzo De Luca a condurre la gara: il candidato del Partito Democratico oscilla tra il 37% e il 40%, contro il 33-36% di Stefano Caldoro""

e il 25 per cento sarà il massimo che il piddi riceverà in una eventuale elezione per il parlamento :)

chissà se l'apina la Mary Hellen & Mary Ann stanno già memorizzando alti lai :)

er piddì? mah... nè carne nè pesce direi...

sarà vegano?
:)


pabblo 14.05.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente l'Italia ha una classe politica degna, dove questi lumi oltre a sfamare i più bisognosi, pensano anche ai mezzi di trasporto. Sempre per i più bisognosi si intende!
Si vergognassero mai della loro ignoranza e di come sperperano il denaro della gente, e di come si arricchiscono sulle spalle dei più poveri.
Grandissima EXPO, hanno promosso il marchio coca cola che pochi conoscevano.

roberto f., padova Commentatore certificato 14.05.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

ot

wow... new record!

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2015/05/14/bankitalia-debito-marzo-sale-a-2.184-miliardi-nuovo-record-_054f15db-39fe-46d3-9e05-7077b67c34f6.html

pabblo 14.05.15 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo,devo abbandona' st'allegro convivio...ma,er professore c'ha raggione...a dopo...

https://youtu.be/dUIb17Ytv3o

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.05.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la rivoluzione si può anche fare evitando di comprare certi prodotti non solo alimentari, se fossimo un popolo unito e coeso potremmo boicottare certe multinazionali criminali evitando di acquistare per una settimana o mese di seguito i loro prodotti per fargli capire chi è che comanda.

Io sto evitando con cura l'acquisto di alcuni prodotti stranieri tedeschi e francesi, presto eviterò anche quelli USA.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.05.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Amici cari , siamo arrivati alla frutta ( marcia ) ! Ieri sulla 7 , alla gabbia , abbiamo visto un giornalista in visita a un capannone occupato da rom assalito e ferito davanti a due carabinieri inerti . Fatto gravissimo ! La nostra forza pubblica non esiste più . Occupanti un capannone di proprietà di un privato che ci paga le tasse e le bollette , gli zingari hanno pure insultato noi italiani chiamandoci ladri .


Ai miei tempi le lavagne a scuola avevano un lato con le righe per farci le aste e insegnare la calligrafia,iero ho visto un ebete che scriveva su una lavagna come quando si insegna ai bambini di prima elementare...siii..... ai bambini.
E poi dicono che gli Italiani sono maturi e sanno quello che vogliono...dopo la sceneggiata,che manco sirvio avrebbe fatto,ho dei grossi dubbi su queste affermazioni.
Clap,clap,clap...per il preside Teo!

oreste- ★★★★★, sp Commentatore certificato 14.05.15 12:31| 
 |
Rispondi al commento

con i soldi a disposizione
e i costi sempre crescenti della spesa alimentare

la vedo moolto dura l'obesità nella mia famiglia..

psichiatria. 1 14.05.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Faremo ,stiamo facendo , cominceremo presto , ci stiamo pensando , il mese prossimo , l'anno venturo , tra due anni , tra tre , sarà in cima all'agenda del governo ! Alla faccia dei gufi , noi andiamo avanti , dove ?

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 14.05.15 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia dei marò ha ampiamente superato ogni limite ! Perchè Monti ha infranto la legge rispedendoli indietro , in India dove rischiano la condanna a morte e nessun giudice lo ha messo sotto inchiesta ?! E' stato un atto grave su cui pesano anche forti sospetti di imbrogli di tangenti di Finmeccanica per una fornitura di elicotteri. Quest'uomo è senatore a vita ma ha combinato solo sfracelli vergognosi impoverendo il Paese e mettendo in pericolo i due marò che sono un piccolo pezzetto dell'Italia ! Li si aiuti promuovendoli generali , sarebbe molto più difficile per gli indiani giocarci a palla !


mi sorge un dubbio, ma la ministra della sanità ha i giusti titoli abilitativi per ricoprire con cognizione e responsabilità tale carica istituzionale?

Clesippo Geganio 14.05.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In qualsiasi società , tribù o nazione ci sono i capi e gli altri . Quest'ultimi sono tanti , i capi pochi . I capi dirigono i tanti e gli dicono cosa fare , come lavorare , come combattere , come vivere . Chi amministra , si sa , amminestra e difficilmente si troverà un capo che non ne approfitti per fare anche un minimo di cresta . Nessun capo che sia intelligente esagererà nell'arraffare facendo patire la fame al suo popolo e mentre lui è grasso e tronfio , gli altri sono magri e depressi . Brutta storia , prima o poi i magri si ribelleranno e lo cacceranno a bastonate se non peggio . Un appello ai grassi capi : noi popolo siamo troppo magri , alcuni scheletrici , abbiate una intelligente pietà per noi e per il vostro futuro .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 14.05.15 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Come le multinazionali governano il mondo

https://www.youtube.com/watch?v=nS5GhgkvLJY

Rachele Belluomini, Napoli Commentatore certificato 14.05.15 11:57| 
 |
Rispondi al commento

In tema di Sanità di solito ci si concentra sulle cure, sulla guarigione del paziente, in sostanza sugli effetti. Quasi mai sulle cause. Intervenire sulle cause è molto complicato, vuol dire mettere mano all'economia che ci fa ammalare. Alla struttura stessa della società in cui viviamo. L'aria che respiriamo, i cibi che mangiamo sono i veleni che ci fanno ammalare. Il medico può solo curare, spesso è l'ultima spiaggia come nel caso delle neoplasie, il legislatore dovrebbe tutelare i cittadini, prevenire con misure per salvaguardare la salute. Questo vuol dire però scontrarsi con multinazionali assortite, con gli effetti della globalizzazione, con la finanza criminale che non guarda in faccia a nessuno e che l'etica non sa dove stia di casa. E contro questi soggetti il medico può fare ben poco. L'unico vero rimedio è l'informazione. Prevenire grazie all'informazione, grazie al proprio stile di vita. Qualunque diabetologo vi dirà che lo zucchero fa male, ma siamo bombardati, in particolare i bambini che sono i più indifesi, da pubblicità di merendine e di bibite zuccherate. Sanità, cibo e spesa pubblica vanno di pari passo.

Manuel Libretti Commentatore certificato 14.05.15 11:34| 
 |
Rispondi al commento

A me lo zucchero piace. Piace alla stessa stregua di come può piacere una canna a chi se la fuma, a chi piace il vino da tracannarsi anche fuori orario e a chi si gioca nelle lotterie la propria sussistenza. Piacciono pure le donne o gli uomini per gl'incalliti amanti, piacciono gli animali da ospitarli tra le linde lenzuola, piacciono gli inchiostri da tappezzarsi la pelle oppure ancora piace, udite udite, anche il pasta e fagioli da mangiare in scodelle abbondanti. Se di tanti piaceri esistono anche eventuali effetti collaterali (non malignate sul pasta e fagioli, mi raccomando) esiste anche la presunzione individuale affinchè ci si aspetti sempre che nella vita nulla venga vietato (anche il suicidio, se vogliamo) ... o per meglio dire, se proprio si è amanti di vietare tutto a tutti, che vietato vengano le cose alle altre persone e mai a noi stessi. A me lo zucchero piace, ripeto. Piace anche la libertà, sia pur conduca spesso a farsi del male. E' come andare in bici e cadere rovinosamente per una buca lasciata lì in agguato mortale. Piuttosto, lo sapete che oggi c'è chi ammazza e stupra come se si prendesse un autobus (o un taxi, per fare altro esempio) senza obliterare il biglietto? Tanto ci sono le galere e il vitto e alloggio garantito a vita; ovviamente, con tanto di zolletta di zucchero da servire con il caffè di fine pasto. Per concludere il mio ragionamento, si spera che il problema non siano i diabetici e gli alti costi dell'ospedale. Del resto, un autobus non ha pure questo degli alti costi da gestire? E lo zucchero è aumentato di prezzo al supermercato rionale.

piero pepi 14.05.15 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Hanno rovinato gli States, rovineranno anche l'Europa !

giggetto calamandrei 14.05.15 11:22| 
 |
Rispondi al commento

bisarca trasporto auto Commentatore certificato 14.05.15 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Sempre sostenuto che tra le poche armi che ho a disposizione ci sono il voto e i consumi... e sopratutto la consapevolezza.

Luca S., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Torno,popo mo',dar dentista...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.05.15 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


ot

che giove mantenga in buona salute piero... :)

""“Un giorno lei si segga su questa sedia e vediamo se poi sarà capace di fare tutto quello che oggi ha auspicato di poter fare”. Così il sindaco di Torino, Piero Fassino (Pd), fa un’altra profezia sul M5s, durante il consiglio comunale, rispondendo piccato alle critiche di Chiara Appendino, consigliera grillina eletta quattro anni fa.""

quindi se tanto mi da tanto...dopo l'exploit di:

""grillo fondi un partito e vediamo...""

fra quattro anni a torino ci potrebbe essere un sindaco del m5s... :)

piero esse un barbis in profezie, ëd bele vòlte ci prende :)

pabblo 14.05.15 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Non ho ancora eliminato del tutto lo zucchero dalla mia dieta. Ma l'ho più che dimezzato (non solo usando stevia al posto del dolcificante, non mangiando quasi più dolci, e stando attenta alle etichette alla ricerca di zuccheri occulti nei vari prodotti). E pur non avendolo ancora del tutto eliminato, i risultati si vedono eccome. Persa una taglia in sei mesi, eliminati gonfiori. Pelle visibilmente più bella. Ma soprattutto esami del sangue a posto (è calato persino il colesterolo).

Maurizia V., Biella Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.05.15 10:52| 
 |
Rispondi al commento

la stevia e' un ottimo dolcificante a 0 calorie. la sto usando per il caffe'. ci aggiunge giusto un lieve sapore di liquerizia che non disturba affatto. e si percepisce subito che, pur mantenendo le prerogative del caffe', e' molto piu' leggero.

carlo 14.05.15 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Go Vegan

angelo ., roma Commentatore certificato 14.05.15 10:10| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Italicum, Sartori: “E’ uno schifo, legge fatta da gente che non sa nulla dell’argomento” ""

eppure matteo s'è messo alla lavagna a fare una lezioncina ... millantava esperienze non certificabil?

:)

pabblo 14.05.15 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori