Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Hanno ucciso la scuola pubblica

  • 59

New Twitter Gallery


intervento di M5S Parlamento

"Hanno ucciso la scuola pubblica italiana. A farlo è stato un governo ignorante e arrogante, che ha dato la mazzata finale a un Paese già in ginocchio trasformando la scuola statale nell'orribile copia di un'azienda, con un preside manager che si sceglie gli insegnanti e si fa la scuola come piace a lui. Un bel colpaccio per il governo PD, che non era riuscito nemmeno al peggior centrodestra berlusconiano!
Mentre la scuola pubblica muore, quella privata è viva e vegeta grazie ai soldi dei contribuenti italiani, specie di quelli più onesti che le tasse le pagano fino all'ultimo centesimo e che questo governo gode a tartassare. Nella riforma, con tutto quello che c'era e bisognava fare, il governo ha pensato bene di infilare le detrazioni fiscali per le famiglie che scelgono le scuole private paritarie: fino a 400 euro annuali a figlio, un regalo che allo Stato costa quasi 70 milioni di euro.
Chi ha scelto la scuola pubblica statale e fino a oggi ha fatto i salti mortali per comprare i libri di testo al proprio figlio, sappia che i suoi soldi serviranno per dare una mano a chi i figli li porta nelle scuole private, e non per assumere insegnanti di sostegno, per avere gli ebook, per eliminare definitivamente le odiose classi pollaio. Per tutto questo e tanto altro le risorse non ci sono: la riforma, basta leggere il maxi emendamento, è piena di formulette come 'senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica'.
Questa non è una riforma, è una porcata, fatta a immagine e somiglianza del governo che l'ha voluta e imposta prima al Parlamento, con l'ennesimo voto di fiducia, e poi a studenti, famiglie, insegnanti e tutti quei precari 'usa e getta', quelli che il governo e il Pd hanno usato e illuso prima delle elezioni e poi buttato un attimo dopo." M5S Parlamento

25 Giu 2015, 17:41 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 59


Tags: ddl scuola, insegnanti precari, istruzione, M5S Parlamento, ministro, scuola, scuola privata, scuola pubblica

Commenti

 

Se si concedesse ad alcuni docenti di andare in pensione anticipatamente, ad esempio due anni prima col 50% di retribuzione o se aiutano i nuovi assunti in aula con la retribuzione che avrebbero due anni dopo? Si potrebbero assumere veramente i precari abilitati come quelli nelle gae!

Nicola Puzzello 20.08.15 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Al comune di marcianise (ce) mi anno rinviato a dopo il 20 agosto per firmare il referendum abbrogativo della "buona scuola" non è normale! Potete fare qualcosa?

carmine isaia nappa 11.08.15 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Francamente ho rinunciato a capirci qualcosa in questo settore.
I governi che si sono succeduti negli anni hanno operato un tale indescrivibile, immane ed osceno bordello nella scuola pubblica che praticamente e' impossibile capirci qualcosa. In verita' credo che in tale settore il nodo piu' problematico ed essenziale siano i criteri per l'assunzione.
Dall'esterno si ha la netta sensazione che per la scuola pubblica vi sia un numero illimitato ed auto- moltiplicatorio di vere o presunte graduatorie tutte per la stessa mansione. Ricordo infatti da decenni la regolare indizione ogni due, tre anni di famigerati "concorsoni" che aggiungevano confusione a confusione,moltiplicando all'infinito la complessita' della matassa. Cosa ti vuoi riformare in un tale babelico casino?Oramai avendo creato un numero spropositato di interessi opposti appena sposti una virgola ovviamente ti saltano addosso come iene. C'e da dire che incredibilmente renzy sembra aver avuto la stupefacente facolta' di scontentare tutti, ma proprio tutti senza eccezione, persino la scuola privata. E ci vuole del genio per riuscire in quest'impresa. Sembra quasi che lo faccia appositamente per durare il meno possibile. O forse e' molto piu' furbo di cio' che penso...perche'sa che tale riforma che nel settore dell'istruzione provoca un odio unanime incontra ( a sorpresa) pero' i favori di coloro che non sono del settore...ossia della maggioranza di italiani. Anch'io ingenuamente ero portato a pensare (da esterno del settore specifico e come avra' pensato anche l'intero m5s) che gli insegnanti avrebbero avuto la solidarieta' popolare. Sembra proprio di no a quanto pare...anzi...il contrario. E questa si che diventa una bella gatta da pelare per l'm5s.Come la mettiamo?

andrea 28.06.15 20:04| 
 |
Rispondi al commento

È venuto il tempo di ridurre di almeno 500.000 unità il numero di insegnanti nella scuola.
È la solita faccenda del canale di Corinto: o si assume un milione di spalatori, oppure si compra un centinaio di Caterpillar e parecchia dinamite.
Prendete una professoressa e suo marito. Immaginate che questo faccia il medico. La professoressa lavora nel 30º secolo avanti Cristo (trovandolo normale), mentre il marito lavora nel 21º dopo. La professoressa lavora in ambito pre galileiano, ma entrambi prendono lo stesso stipendio.
È tutta gente che vive fuori dal mondo, e che fuori dal mondo deve essere mandata.

Non è difficile immaginare una scuola con 500.000 insegnanti in meno. Basta immaginare che la scuola oggi non esista. Come la costruiremmo? Cacciamo via tutti questi impiegati, e la produttività in termini d'apprendimento aumenterà prima di decine, poi di centinaia e forse un giorno di migliaia di volte.

Per chi fosse interessato, ecco una cosa folle che può esistere solo in mezzo a professori che non hanno la più pallida idea di cosa costi tutto l'ambaradan; professori che credono che i soldi crescano sugli alberi.
http://secondalinea.org/perche-seconda-linea/traduzione-costi/


Concordo pienamente con Michelangelo. Sono profondamente deluso dalla posizione assunta nei confronti della riforma della scuola,una riforma sicuramente perfettibile ma che a detta di molti insegnanti "silenziosi"va in una giusta direzione,prendendo peraltro spunto da un modello già in funzione in trentino che sta dando buoni risultati. Mi meravigliodell'atteggiamento aprioristico a difesa di una classe di insegnanti che in molti casi non fanno alcuno sforzo per aggiornarsi e per dare un contributo propositivo nella formazione dei nostri figli. Chiudo con un appunto sulla scuola privata, anche qui mi sembra abbiate preso una posizione veterosindacalista. Ma chi l'ha detto che ujna formazione privata con i dovuti controlli e che tra l'altro costa allo stato molto meno per utente sia per forza sbagliata e nondebba ottenere un aiuto pubblico che giustifichi forme di verifica e controllo statali ?

matteo lamperti trento 27.06.15 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono sinceramente sorpreso di quante chiacchiere e propaganda ci siano in questo post e quanti scarsi riferimenti concreti ai provvedimenti. Evidentemente non si discute di fatti ma si fanno solo discorsi elettorali. Sicuramente questo riguarda comunque tutti i partiti, ma mi aspettavo qualcosa di diverso dal M5S.
Ora, per capire qualcosa, da vecchio simpatizzante radicale, sono andato a leggermi il testo, visto che da nessuna parte sono riuscito a capire qualcosa.
Sinceramente nulla di scandaloso, la cosa più terribile, i presidi che assumono come vogliono, eccolo qua:
"A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti ... il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all'ambito territoriale di riferimento ... anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza etc. etc."
Bene, finalmente qualcuno che decide qualcosa in parziale autonomia e che risponde di quello che fa, visto che verrà valutato sulle sue decisioni.
Esattamente quello che ci vuole in Italia. Perché non va bene? Di questo hanno paura gli insegnanti?
Perché il M5S scende in piazza con loro? Mi sembra esagerato definirli parassiti, ma, insomma, non sono esattamente il massimo della classe produttiva! Tra l'altro i migliori di loro si vedono dequalificati e non incentivati proprio dal mancato riconoscimento del merito.
La scuola pubblica è, semplicemente, un totale disastro, nessuna riforma può peggiorarla perché è impossibile.
Certo il preside è un burocrate, sarebbero meglio dei consigli di amministrazione, che magari lo eleggessero il preside, come si fa in America.
Ma forse è troppo chiedere.
Questa riforma non è una porcata, è troppo timida, doveva andare più decisa nella direzione che aveva preso.
M5S, non svendiamoci per pochi o anche tanti voti!
Non ci sono solo gli insegnanti ma c'è l'Italia che ha bisogno di una scuola nuova. Dovevate spingere ad osare di più e non tentare di fermarla!

michelangelo di stefano 27.06.15 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Non si vedono piu' i voti dei commenti alla prima apertura .
Perche' ?
Chi ha paura che la gente legga i commenti piu' votati e non gli altri ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 26.06.15 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Anche da quello che si legge sul sito, non si spiega bene quali sono le porcate di questa riforma. Per di più sono rimasto a letto per 4 giorni e mi sono nutrito solo di TG, no internet e, ci assicuro che l'unico commento che ho ascoltato da una esponente del 5* è stata la solita frase retorica "abbiamo perso una battaglia ma non la guerra". Ma insomma quando capirete che ci sono persone che non usano la rete per informarsi, vuoi per necessità vuoi per abitudine. Dovete fare più informazione sulle tv pubbliche o addirittura aprirne una, altrimenti non arriveremo mai delle masse più deboli.

Domenico Esposito 26.06.15 18:21| 
 |
Rispondi al commento

il M5S sta commettendo l'errore più grave della sua storia a rincorrere il consenso delle classi parassitarie dell'impiego statale (in special modo gli insegnanti del settore pubblico) che hanno sorretto i partiti del vecchio sistema italia fino ad ora.
Il M5S devrebbe invece e piuttosto essere il baluardo delle nuove classi sociali delle nuove generazioni (senza alcuna tutela sociale) e delle classi produttive: se invece rincorre maestrine, uscieri e babypensionati fa un errore gravissimo! Persino il PD ha capito che deve liberarsi dei parassiti perchè sono ormai un fardello impossibile da gestire: hanno un costo sociale enormemente insostenibile rappresentando un capitolo di spesa che impedisce alla libera impresa e alle nuove classi sociali, gravate da tasse pazzesche, a svilupparsi.
Il M5S rischia così di perdere la rappresentanza delle le nuove classi sociali regalandole a Renzi e avendo in cambio milionate di gente abituata a vivere grazie alle tasse altrui o al debito pubblico e che nessuno ormai più vuole (cfr. Grecia).

romeo c. Commentatore certificato 26.06.15 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Questa casta politica di parassiti, qualsiasi cosa tocca la deteriora, non è più un discorso di singoli argomenti di interesse Nazionale.
Adesso basta, qui bisogna sensibilizzare la gente con maggiore determinazione e bloccare il Paese per settimane finchè questi parassiti non sono costretti ad indire elezioni straordinarie ed immediate.
Il Paese è allo sbando, è notizia di oggi che l'intera Giunta Oliverio (pd) in Calabria è indagata per peculato e falso...mettevano a rimborso caffè, benzina, gratta e vinci, e perfino un biglietto per assistere ad uno spettacolo di lap dance.
Signori miei, in questo Paese deturpato da tutti i diritti fondamentali, la maggior parte di noi vive una vita svuotata di ogni significato, siamo automi senza tempo da dedicare a noi stessi. Ci rabbattiamo tutto il giorno per poche briciole...e quello che troviamo per vivere il più delle volte è scandaloso dal punto di vista dei diritti lavorativi.
Costretti ad accettare tutto pur di intascare quei miseri euro, ma a che prezzo? Dove è finita la nostra serenità?
Abbiamo sempre delegato questa gente ad amministrare le nostre vite, eppure la condizione in cui versa il Paese, i pensionati costretti a sfrugare nei cassonetti adiacenti i mercati, avvengono giornalmente davanti i nostri occhi.
Dobbiamo fermare questa gente ed impedirgli di continuare a sgranocchiarsi il nostro Bel Paese e con esso le nostre ormai misere esistenze.

Peppe Todaro, Trapani Commentatore certificato 26.06.15 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Si tratta di scuolicidio continuato e aggravato perche' in Italia la scuola e' stata sempre usata per indottrinare piuttosto che per istruire. Nel ventennio fascista si insegnava il patriottismo a senso unico e l'obbedienza al duce; nel cinquantennio democristiano Dio, patria e famiglia; nell'era attuale si glorifica il dio denaro e anche la scuola viene subordinata ai valori del capitalismo dominante. La scuola diventa azienda, gli studenti fattori della produzione da integrare ove possibile nel mercato. Il sapere non e' un bene in se stesso ne' uno strumento di elevamento culturale prima che sociale, ma solo funzionale all'apparato produttivo nazionale. Chiaro quindi che la scuola pubblica, come tutto quello che e' pubblico, e' vista di malocchio e si cerca di incentivare le scuole private che per di piu' sono quasi tutte cattoliche. E si sa nel governo e in tutte le istituzioni italiane il cattolicesimo predomina spudoratamente con i suoi valori di sapore medievale e le sue credenze che oggi qualsiasi scienziato potrebbe facilmente confutare. Si sente quasi un revival di medioevo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.06.15 10:29| 
 |
Rispondi al commento

DOPO L'ENNESIMA NOTTE INSONNE PER IL PROSPETTARSI DI UN FUTURO CUPO E PIENO DI DISPERAZIONE, VOGLIO NUOVAMENTE RINGRAZIARE IL BABBEO RENZY E IL "VECCHIO NAPOLETANO" CHE IN UN GIORNO DI PURA FOLLIA LO HA MESSO ALLA GUIDA DEL GOVERNO ITALIANO. E' GIUSTO CHE LA SCUOLA DEVE ESSERE RIFORMATA PERCHE' QUELLA CHE ABBIAMO AVUTO FINORA ERA DECISAMENTE SCADENTE. E' VERO CHE LA SCUOLA DEVE ESSERE FUNZIONALE AGLI STUDENTI, MA SE IL PRESIDE HA IL POTERE DI METTERE CHI VUOLE LUI A PRESCINDERE DALLE GIUSTE COMPETENZE PROFESSIONALI, MI SPIEGATE COME FA UNA ISTITUZIONE A ESSERE FUNZIONALE PER GLI STUDENTI SE GIA' E' MINATA LA BASE SU CUI SI FONDA? E POI COME SI FA A NON DEMORALIZZARSI A 40 ANNI E DOPO ANNI DI SACRIFICI QUANDO IL PROPRIO PRESIDE TI COMUNICA CHE DA SETTEMBRE SARO' DISOCCUPATA PERCHE' LA MIA CATTEDRA DOVRA' ESSERE ASSEGNATA A UN RACCOMANDATO INCOMPETENTE? CHE GLI DICO ALLE MIE BIMBE QUANDO NON POTRO' PIU' DARGLI DA MANGIARE, NON POTRO' COMPRARE LORO I VESTITI, NON POTRO PERMETTERMI DI FARLE STUDIARE? GLI DIRO' DI AVERE FIDUCIA NELLE ISTITUZIONI, DI LAVORARE SODO PERCHE' I LORO SFORZI SARANNO RIPAGATI, GLI DIRO' DI NON DEMORALIZZARSI PERCHE' ANDRA' TUTTO PER IL MEGLIO? COME FACCIO A DIRE DI AVERE FIDUCIA IN UNO STATO IN CUI I SUOI STESSI RAPPRESENTANTI FANNO DI TUTTO PER DESTABILIZZARLO? RAPPRESENTATI NON ELETTI DAL POPOLO E PER IL POPOLO. RAPPRESENTANTI CHE CI VENDONO AL MIGLIOR OFFERENTE COME ANIMALI DA MACELLO.
ANCORA GRAZIE BABBEO RENZY A TE E A CHI TI HA MESSO ALLA GUIDA DI UN GRANDE PAESE ORMAI RIDOTTO AL COLLASSO.

babbeo renzy 26.06.15 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Meno ideologismo sindacalizzato a neurone unico orientato a sinistra gioverebbe al movimento .
La scuola non funziona , pensare di non intervenire era sbagliato , intervenire favorando ulteriormente la deresponsabilizazione ed il privilegio altrettanto sbagliato .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 26.06.15 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei proporre una chiave di lettura della situazione del paese un po irreale ma che potrebbe condurre a delle interessanti riflessioni.

Nel mondo stanno accadendo eventi di destabilizzazione e di rivolta o meglio guerra (vedi Iraq, Afganistan, Siria, Libia, Ucraina ecc) dovuti secondo il mio modesto parere a evitare il crollo del potere americano sul resto del mondo. Tali "strategie" hanno portato morte, distruzione e disperazione che hanno aumentato i flussi migratori di tali popoli con conseguente destabilizzazione degli stati che hanno supportato tali nefandezze (l'Italia tra queste). Inoltre si fomenta, attraverso la propaganda, le manifestazioni pilotate e i servizi segreti esteri, l'odio razziale e religioso che porta alla ribalta i gruppi xenofobi e razzisti (esempio in Ucraina, Macedonia, paesi Baltici ecc) con ulteriore destabilizzazione degli Stati sovrani. L'acuirsi di tali eventi ci porterà sul baratro di qualche scellerata guerra di potere a livello globale.

Pertanto mi chiedo e vi chiedo, se quello che ho appena descritto è realmente attuato e pertanto ci accingiamo a una guerra militare-economica-ideologica, che senso avrebbe continuare a finanziare scuola, sanità, Welfare (stranamente settori dove sono stati attuati tagli) se "nell'immediato" futuro saremo portati alle armi e perciò al macello? I soldi risparmiati serviranno, in tal caso, per alimentare la macchina della guerra (acquisto F35) e per la chiamata alle armi di molti giovani e non che per tale ruolo non necessitano di istruzione (anzi meglio se non istruiti perché più condizionabili e più facilmente manipolabili).

Ales P Commentatore certificato 26.06.15 09:57| 
 |
Rispondi al commento

premetto che sono stato insegnante per 30 anni , pero' facendo la libera professione ho sempre avuto un metro di paragone ed ho sempre potuto guardare il mondo della scuola con occhi distaccati. Cominciamo con il problema dei presidi : un preside manager potrebbe essere una ottima cosa se dovesse rispondere ad un consiglio di amministrazione come negli Usa e fosse una persona qualificata. Purtroppo i presidi italiani sono dei burocrati e nella maggior parte dotati di scarsa intelligenza e nessuna visione di gestione aziendale. Sono arrivati li nel periodo in cui prendevano quasi lo stesso stipendio di un insegnante ma lavorando il doppio , quindi si e' selezionata una classe di gente che valeva poco ed ha scelto quella strada per rivalsa sociale , per frustrazione. Gli insegnanti poi e' gente che sente la scuola come una missione , per cui l'aspetto economico passa in secondo piano , parlano solo di scuola e anche a letto correggono i compiti in classe. E' gente che non ha nessuna relazione con il mondo del lavoro "vero" , insegnano cose inutili rendendole piu' complicate possibili per far vedere quanto sono bravi. Su quelli di lingue poi stendo un velo pietoso , posso solo dire che una insegnante in gita scolastica in UK , dopo essere stata borseggiata , non e' riuscita a farsi capire dalla polizia. Il problema e' che con uno stipendio da fame , un lavoro mediocre ,sedi ballerine con decine di chilometri da fare e nessuna possibilita' di carriera , a questo lavoro ambiscono solo i mediocri

angelo 26.06.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Oltre questa porcata, oggi alla compilazione del 730 ho scoperto un'altra porcate pazzesca : dopo l'8 x 1000, il 5 x 1000, ora, c'è anche il 2 x 1000 (obbligatorio) PER I PARTITI POLITICI!!! E il M5S neanche è nella lista(non so neanche perché? !!??!!).
C H E S C H I F O !!!😠😠😠

Stefano Nieddu 26.06.15 01:36| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che tutto quello che decide questo governo è sbagliato e che crolli quanto prima..della scuola che frequentavo ricordo che la maestra delle elementari usava spesso sbattere la testa dei bambini contro la lavagna come punizione..alle superiori invece il prof di matematica prendeva a calci gli alunni che avevano difficoltà con cattiveria..dopo anni è difficile dimenticare questo tipo di abusi..premesso che queste scuole sono tuttora al centro di Roma,per la precisione il regina Elena e il tasso..per non parlare del tecnico industriale Galileo galilei Manzoni..dove il prof "del Signore" avrebbe dovuto fare il calciatore..spero sempre a distanza di anni di non doverli mai incontrare perché finirei in galera in un'attimo..sperando sempre di trovarli sotto un cipresso..nn è questa la riforma che risolverà il problema,ma qualcosa sicuramente andava cambiata..nn so' cosa

Zipper face 26.06.15 01:21| 
 |
Rispondi al commento

apparte tutte le notizie in questo sito, non blog, ma grillo, cosa dobbiamo fare l'italia e' distrutta, ma ce un guadagno dietro tutto questo? parlo ha lei grillo che non leggera' questo commento come tutti gli altri, hanno appena distrutto la scuola mentre scrivo, che c... ci rimane, lo sappiamo tutti che siamo finiti, e non dite che sono un troll perche sotto il mio nome ci sono simboli delle donazioni che sono fiero di aver fatto, ma adesso oggi tempo cosa facciamo, tutti in facebook rivoluzione, ma e' daol 2011 che vedo scritto cio', ma vi volete dare una svegliata? non si svegliano chi ha giurato sulla costituzione che lavorano, ma difendono loro? bene asfaltiamo pure loro, dobbiamo passare e 5 minuti finisce tutto. se poi sono scemo, ok allora ci troveremo tutti per strada domani e poi ne riparliamo se sono scemo.ho se ero scemo.

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.06.15 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


La Scuola e' una istituzione che SERVE AGLI STUDENTI. I vari “docenti devono essere esclusivamente FUNZIONALI al BENE DEGLI STUDENTI.
Innanzitutto, per quanto riguarda gli studenti credo sarebbe bene che non ci fosse nessuna valutazione e nessuna promozione/bocciatura per tutta la Scuola dell'obbligo. Solo dettagliatissime INDICAZIONI.
Poi, per quanto riguarda i “docenti”, credo abbiano pochissimo da insegnare se pervengono all'insegnamento non appena ultimate le loro scuole. Nessuno dovrebbe poter accedere all'insegnamento senza avere prima compiuto almeno 30 anni ed averne lavorati almeno 10 in lavori produttivi ( non associazioni...) Poi nessun insegnante statale, come anche naturalmente nessuno statale deve poter svolgere altre attivita' al di fuori della sua remunerata statale. Fine delle lezioni private da parte degli insegnanti statali e di ogni altra loro attivita' lavorativa. Poi gli orari dei “docenti”: almeno 30 ore di presenza all'interno dei loro Istituti, anche a disposizione naturalmente per lezioni di integrazione e recupero. E naturalmente ferie parificate agli altri lavoratori: circa 4 settimane annue oltre a Pasqua e Natale. E naturalmente valutazioni ed eventuali avanzamenti o trasferimenti/licenziamenti come deve essere in qualsiasi attivita' statale.

Neto Misonve 25.06.15 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Non dobbiamo abbatterci non dobbiamo demoralizzarci troppo comodo arrendersi.
Rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo affinché anche gli errori altrui possano essere corretti.

antonio gesualdo 25.06.15 22:32| 
 |
Rispondi al commento

La peggior riforma mai varata nella storia della Repubblica !
Il "Pd" che della scuola faceva un vanto ... Sempre ! Ora li a pigiare i bottoni del SI ad una fiducia ad un governo non eletto ! ..... Pur di conservare le poltrone e il vitalizio !
VERGOGNATEVI !
Anzi ... Dimettetevi se vi preoccupa un domani con i vs figli che vi chiedono "perché ?"

undefinedclaudio Ehrlich 25.06.15 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Personaggi meschini senza ritegno, dignità o rettitudine. Venduti e schiavi del potere economico capitalista. Se questa è l'Europa, w il nazionalismo, per detestabile che sia. Mi ritengo un cittadino del mondo e mi perdo nella nullità dell'Europa unita. Che grande schifo, a partire dai vermiciattoli che riformano in modo assurdo: ricordano SUPERCIUCK di Bunkeriana memoria, tolgono ai poveri per donare ai ricchi, degni di tanto onore. I poveri paria che crepino, basta che mangino i più abbienti. L'attuale governo, la sua meschina maggioranza e i presunti ministri ne sono degni rappresentanti. Un appello a tutti i piddini: dopodomani, quando e SE andrete in pensione capirete la stupidità di questo modo di governare, ma sarà tardi anche per voi.

Emilio Risari 25.06.15 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono per una scuola pubblica modello Montessori!
Spero che il M5S quando sarà eletto porterà anche a questo.
Di quel che dice questo video https://www.facebook.com/SenatoCinqueStelle/videos/494564660699918/?pnref=story non sono d'accordo col fatto che gli studenti non possano giudicare gli insegnanti.. sì a un ente terzo, ma è giusto che l'alunno dica la sua e che la sua conti! L'insegnante sta dando un servizio proprio all'alunno, dovrebbe comportarsi bene, il rispetto dev'essere reciproco!

Cosa ne pensate?

Maria Chiara Zangrandi 25.06.15 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Diritto o Rovescio? Gli idonei al concorso 2012, che non hanno conseguito l’abilitazione, vengono assunti mentre gli abilitati Tfa e Pas rimangono fuori. L’art. 13, c.3, del bando di concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012, – ribadito nelle note ministeriali prot. n. 4133 del 28.04.14 e prot. n. 4187 del 29.04.14 – stabilisce che l’abilitazione all’insegnamento viene conseguita solo dai vincitori del concorso all’atto dell’assunzione.

antonio apucam, avellino Commentatore certificato 25.06.15 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Avremo una scuola di insegnanti raccomandati, di bidelli raccomandati, di studenti raccomandati. La strada delle riforme di sinistra mira a bloccare qualsiasi residua libertà a favore di una mega-struttura che guarda e provvede come l'occhio di Dio. Così anche il Senato si riempirà di leccaculo. Amen.

FrancoMas 25.06.15 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo nell'era del secondo ventennio!!
L'ITALIA è UN RUTTO DELL'EUROPA!
Una scorreggia PIDDINA HA INQUINATO TUTTA LA SOCIETA' CIVILE!!
AMMAZZATE IL BOMBA!! politicamente s'intende...
ma..anche no...;)
la terra dei fuochi è dentro il parlamento!!

ANTEO Alessandrini, GABICCE MARE Commentatore certificato 25.06.15 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Loro non la vogliono questa riforma l' hanno votata perchè qualcuno lo ha voluto. Non posso crederci

franco 25.06.15 19:59| 
 |
Rispondi al commento

c'e' gente che sembra venuta al mondo apposta per fare del male.

F E R M A T E R E N Z I

rosanna scarpa 25.06.15 19:55| 
 |
Rispondi al commento

CARO BABBEO RENZY IN QUESTA SEDE COLGO L'OCCASIONE PER RINGRAZIARTI DI AVERMI ROVINATO LA VITA (ANCHE QUELLA DELLA MIA FAMIGLIA). DOPO UNA VITA INTERA FATTA DI ENORMI SACRIFICI, MI RITROVO COME TANTI ITALIANI ONESTI E CIOE' CON UN PUGNO DI MOSCHE. GRAZIE A TE O BABBEO RENZY PER AVER DATO TANTO POTERE AI PRESIDI, INFATTI IL MIO MI HA GIA' COMUNICATO CON MOLTA ENFASI CHE DA SETTEMBRE SARO' DISOCCUPATA. ANCORA GRAZIE PER IL REGALO O BABBEO RENZY.

babbeo renzy 25.06.15 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Andando un po' controcorrente..un po' se la sono anche cercata (gli appartenenti al mondo della scuola pubblica intendo) visto che era nell'ordine delle cose e non lo hanno capito o non lo hanno voluto capire, che sarebbe successo anche a loro e ancora ne succedera', loro che si vantano (e spesso a ragione) di essere l'elite culturale, come sono stati inermi silenziosi ed egoisti - continuando a idolatrare la loro (ex) rappresentanza di governo (cosidetta sinistra) mentre venivano fustigati i loro 'compagni' metalmeccanici pensionati e lavoratori privati..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 25.06.15 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la Buona Scuola è quella che:
- Ti insegna valori ed ideali su cui costruire il senso di appartenenza ad una nazione.
-Ti insegna a rispettare la cultura affinché tu non rimanga senza radici e senza riferimenti.
-Ti insegna a sviluppare l’intuito così da percepire i percorsi opachi e maleodoranti dell’animo umano
-Ti preserva dal cadere negli incantesimi di imbonitori e di illusionisti.
-Ti insegna ad assumerti le tue responsabilità una volta adulto verso chi si sia fidato di te non per i propri interessi di arricchimento personale, ma per procedere insieme in una comunità in cui nessuno sia straniero o emarginato.
-Ti insegna a diffidare di chi voglia concentrare nelle sue mani un potere che nega confronto e dibattito.
-Ti insegna a rispettare l’onestà, la legalità e la correttezza perché solo così si costruisce un futuro di benessere.
La Scuola del Potere, invece,
-induce a deprezzare i valori, sottoponendoli ogni volta al filtro delle proprie convenienze.
-Induce a trattare i principi come merce di scambio per ottenere consenso.
-Considera gli esseri umani come pedine per raggiungere i propri scopi.
-Oscura la bellezza e snatura l’ambiente perché mette i suoi allievi completamente nelle mani dell’avidità, una pulsione che non contempla mai il soddisfacimento.
-Impone la velocità contro la riflessione cosicché non ci sia il tempo di approfondire con il ragionamento le soluzioni proposte da incompetenti fino a evidenziarne la pochezza e l’inconsistenza.
In quel -tutto e subito- il piglio di una caserma

Cinzia C., Verona Commentatore certificato 25.06.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Le vostre menti sono annebbiate da parole e parole ma non da idee.
Da insulti e non da discussioni costruttive.
E da un solo uomo che di professione fa il comico.
Buonaserata a tutti


Mi chiamavano complottista!!!

Oggi hanno iniziato a chiudere il cerchio!
Dalla culla alla tomba!!
Lobotomizzati... ignoranti.... indifferenti!!!

Rosella A., Civitanova Marche Commentatore certificato 25.06.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Una esondazione epocale del tipo glaciazioni preistoriche ha invaso il nostro Paese. Le nostre case, la nostra gente, le nostre anime sono in balia degli eventi, l'italia è diventata il MERDAIO d'Europa.

Giovanni C. Commentatore certificato 25.06.15 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Hanno ucciso la scuola pubblica italiana. Fa parte del medesimo disegno criminoso che prevede la svendita del Paese e dei suoi assets strategici all'investitore straniero che poi porta in patria i frutti, che prevede la cessione di quel po' di sovranità ancora rimasta, che prevede lo smantellamento del welfare, che prevede il progressivo impoverimento di tutto il Paese, salvo I pochissimi che si arricchiscono. Ma chi ca@@o li vota ancora questi traditori? O l'ignorante o il colluso.
Poi ci sono sempre quelli che non vanno più a votare perchè tanto "sono tutti uguali": questi ultimi rientrano nella categoria degli ignoranti, nel senso che ignorano il cetriolone che comunque arriva da tergo!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.06.15 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Il bombolo è fissato col "sindaco" su tutto!
Adesso anche la scuola avrà un sindaco che elegge direttamente gli insegnanti (quelli ch garbano a lui) !!!!
Ma chi ce lo ha mandato costui ? Napolitano?
Adesso coloro che non vanno a votare (dopo questa porcata) ...non credo siano ricchi...ma nonni e genitori.....ANDRANNO A VOTARE M5S ?
SPERIAMO ! (ricordarsi nel tempo)!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 25.06.15 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor Grillo, invece di fare il terrorista e sminuire il lavoro altrui, perchè non da la giusta strada da percorrere.
Nella vita lamentarsi è facile a tutti, ma dare la giusta svolta è privilegio di pochi.


DI PORCATE,QUESTO PD,NON SE NE FA' MAI MANCARE,CHISSA' CGHE UN GIORNO RIUSCIREMO A MANDARLI DEFINITIVAMENTE A CASA

alvise fossa 25.06.15 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori