Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#MafiaCapitale 2: la retata

  • 26

New Twitter Gallery

arresti_pd.jpg

Altre 44 persone sono state arrestate per Mafia Capitale. L'accusa è di aver contribuito a creare un business sui flussi migratori e i campi di accoglienza: Tra gli arresti ci sono diversi esponenti del Partito Democratico e di altre forze politiche, salvo il M5S, che ne esce ancora una volta pulito. Per questo, i nostri cittadini portavoce in Parlamento e al Comune svolgeranno oggi, alle 15:00, una conferenza stampa presso la sala stampa della Camera dei deputati. Saranno presenti Luigi Di Maio, Roberta Lombardi, Paola Taverna e una rappresentanza del gruppo consiliare romano. La diretta streaming sarà trasmessa su La Cosa.

"Diciannove persone in carcere e venticinque agli arresti domiciliari. La seconda retata dell'inchiesta Mafia capitale è partita questa mattina all'alba. Su ordine della dda di Roma, i carabinieri del Ros hanno eseguito quasi cinquanta ordini di cattura che delineano un nuovo quadro dei rapporti tra l'organizzazione di Massimo Carminati e a Salvatore Buzzi ed esponenti politici di destra e sinistra, inseriti, soprattutto, nella Regione Lazio e nel Comune di Roma.
A finire in carcere con l'accusa di associazione mafiosa c'è il consigliere regionale di Forza Italia Luca Gramazio.

VIDEO #MafiaCapitale: Orfini Pd sbugiardato da Di Maio e dai fatti!

Ma molti altri esponenti politici sono accusati di corruzione, aggravata dall'aver favorito un'organizzazione mafiosa: tra questi, oltre a Gramazio, vanno in carcere Massimo Caprari (Centro democratico), Mirko Coratti, Pd, ex presidente del consiglio comunale, Daniele Ozzimo, ex assessore alla casa e consigliere comunale del Pd, Pierpaolo Pedetti, consigliere Pd e presidente della commissione Patrimonio e politiche abitative, oltre a Franco Figurelli ex capo segreteria dell'assemblea capitolina. Ai domiciliari, Giordano Tredicine, vicepresidente del consiglio comunale e vicecoordinatore di Forza Italia per il Lazio, l'ex minisindaco di Ostia Andrea Tassone, ma anche l'ex presidente della Legacoop Lazio Stefano Venditti e il commercialista Stefano Bravo, già protagonista delle polemiche politiche legate alla prima ondata di arresti, perché tra i creatori della fondazione Human di Giovanna Melandri.

VIDEO Correva l’anno 2005 quando Grillo denunciò MafiaCapitale

Il quadro che emerge dall'ordinanza di custodia cautelare è quello di un'organizzazione certa di poter contare su appoggio trasversali alle amministrazioni romane, siano esse di destra o di sinistra. Se Luca Gramazio viene considerato interno all'organizzazione, stando alla ricostruzione dei pm Michele Prestipino, Paolo Ielo, Giuseppe Cascini e Luca Tescaroli, Mirko Coratti riceve un finanziamento fisso, lo stesso, scrivono che prendeva prima “Giordano” Tredicine. E soldi arrivano anche agli altri indagati, a volte per il tramite di associazioni culturali di riferimento o con l'acquisto o l'affitto di case.
Insomma, se con l'ex sindaco Gianni Alemanno i rapporti erano e sembrano essere rimasti stretti, il clima appare ottimo anche con l'amministrazione comunale di centrosinistra. Mirko Coratti, si legge nel capo di imputazione «nella sua qualità di Presidente dell’assemblea del Consiglio Comunale di Roma – in concorso con Franco Figurelli, appartenente alla sua segreteria -» avrebbe, posto «la sua funzione di consigliere comunale e di Presidente dell’assemblea comunale al servizio dei soggetti economici riconducibili al gruppo di Buzzi». In cambio della promessa di 150mila euro e 10mila effettivamente ricevuti. Figurelli, invece, avrebbe ricevuto 1000 euro al mese per facilitare l'organizzazione.

VIDEO Beppe legge le intercettazioni di Buzzi e Carminati su di lui

Daniele Ozzimo, ex assessore alla casa e anche lui consigliere comunale del Pd, avrebbe messo al servizio dell'organizzazione il suo ruolo «nel partecipare alle delibere consiliari relative ai riconoscimenti del debito fuori bilancio dal 2012 e nel 2014» e «nella creazione del consenso politico e istituzionale necessario all’adozione delle delibere per il riconoscimento del debito fuori bilancio» che potessero finanziare gli appalti per le emergenze abitative e di accoglienza affidate alla cooperative di Buzzi e Carminati." fonte

4 Giu 2015, 10:59 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 26


Tags: Buzzi, Carminati, mafia, mafia capitale, mafiacapitale, Marino

Commenti

 

non è questione di pene più severe e leggi più restrittive, il problema è la mancanza di etica e morale nella classe politica e dirigente, il malaffare e l'illegalità sono sistemiche e strutturali nella società a tutti i livelli istituzionali e imprenditoriali.

Roma è solo la punta dell'iceberg!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 05.06.15 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Adeguamento delle pene
Alla fine ci siamo arrivati! Siamo allo sconquasso totale delle istituzioni, fin dentro la trama del tessuto di base, quello delle comunità locali, per intenderci le stesse che concorrono in primo luogo alla coesione sociale dei cittadini. Consapevole di come vanno le cose in questo Paese, vorrei proporre un nuovo metodo di comportamento nei confronti delle persone coinvolte in scandali amministrativi e legali. La forza di queste persone risiede nella loro "firma", grazie alla quale possono cadere nella tentazione di lucrare loro ed eventuali "compagni di merende". Ad esempio, nel caso fosse spiccato un avviso di garanzia nei confronti di un dirigente pubblico, immediatamente dovrebbe essere affiancato da un funzionario della GdF o del ministero delle finanze, che possa vigilare sulla legittimità dei documenti validati.
In caso di rinvio a giudizio e condanna di primo grado, il dirigente in questione dovrebbe essere rimosso dal suo incarico e declassato, con adeguamento di stipendio a impiegato senza incarichi, in modo tale che non perda i mezzi di sostentamento. Queste limitazioni dovrebbero accentuarsi maggiormente passando, in caso di condanna allo stadio successivo di giudizio, alla confisca dei beni personali, ponendoli sotto la tutela di un incaricato del tribunale, simile a un “curatore fallimentare”, lasciando al condannato l'uso dei suoi beni, ma vincolandoli però a regole ben precise circa la vendita o il trasferimento della proprietà. Nel caso poi di condanna definitiva, che riconosca il dolo e la reiterazione del reato, i beni del reo sarebbero incamerati dallo stato, che intraprenderà una verifica fiscale sulla famiglia fino al 4° grado di parentela, confrontandone le finanze prime e in seguito la nomina del condannato. Questo eviterebbe la scoperta di uno "Zio d'America" intestatario di beni e altro. Il colpevole non perderebbe il lavoro, sarebbe declassato al livello più basso con adeguamento di stipendio decurtato del quinto.

Alfio Brunno (bralf), Roma Commentatore certificato 05.06.15 06:21| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo che avanza...........

Paolo A., cesano maderno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.06.15 23:59| 
 |
Rispondi al commento

la cosa che più mi sorprende di questo articolo, è che essendo assuefatti ai ladri, ormai non fa notizia che siano ladri politici e corrotti, ma che ci siano degli onesti ad arrestarli (con m5s a controllare, che sia veramente un cambiamento?). L' onesto trattato come ladro, (nino di Matteo), il paradosso che solo l' ipocrita Italia poteva partorire.

Salvatore.93 Venuto (salvo fuck nwo), Dresano (MI) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 21:29| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi meraviglia un pochino e che la magistratura riesce a fare il suo dovere ogni tanto, un luce di candela nel buio.

Altre volte mi chiedo se invece i capoccioni ordinano retate contro persone scomode al sistema vigente, (alla gang del momento), insomma una resa di conti all`interno dell`organizzazione..

Sono davvero confuso..@lPå$æ*ØPJ><%#/()?=???

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.06.15 18:54| 
 |
Rispondi al commento

VA' SEMPRE PEGGIO PER IL PD,ED ANDRA' MOLTO MEGLIO PER NOI

alvise fossa 04.06.15 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo ! Siamo governati da ladroni cialtroni e senza vergogna e continuiamo a votarli ! O no ?! Ho sempre ipotizzato brogli spaventosi alle elezioni , chi ruba a tutto spiano non ha certo remore nel truccare le votazioni e , se del caso , appropriarsi del governo con veri e propri colpi di stato ! Così non ne usciamo ! Bisogna cambiare registro , allearsi con i partiti meno sporchi per cacciare i tiranni !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.06.15 15:13| 
 |
Rispondi al commento

una cosa che mi d veramente fastidio .è che quando i nostri ragazzi sono ospiti in qualche talk,quasi tutti questi pseudo giornalisti,la prima domanda che fanno è:ma cosa avete fatti sino ad oggi? cosa avete ottenuto? perche non vi alleate con il pd? intanto informatevi e poi fate le domande e poi cambiate disco ormai lo sanno anche i bambini

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 04.06.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito sempre dopo le elezioni queste notizie, a giochi fatti, così da non stravolgere gli equilibri vigenti.

E' chiaro che non è un caso!
Il sistema si protegge anche così, con la complicità dei media, che certe notizie le apprendono sempre prima.

Comunque, questo fatto si ricollega direttamente al caso "impresentabili" di qualche ora prima delle elezioni, prolungandone e fortificandone l'effetto.
Percepisco uno scontro di potere all'interno del partito di governo.
In Campania è sicuro che non ci saranno denuncie che tengano, sarà tutto da rifare.

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 04.06.15 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
so che si scrive in tanti e che quindi è difficile che questo post risalti.
Volevo chiedere, sarebbe possibile fare un elenco riassuntivo schematico di tutti gli arrestati PD dell'ultima legislatura?
Nome, Cognome, data e specifiche del reato commesso, pena prevista etc.

Si potrebbe pensare di fare un vero e proprio articoletto "Previously on PD" o "PD... negli episodi precedenti".

Si giocano sempre la carta di "alcune mele marcie" ma i numeri a questo punto iniziano a diventare veramente importanti, sufficienti a screditare l'intero partito.

Io sinceramente ho perso il conto e faticherei a reperire tutte le info corrette ma, vi fosse un .pdf scaricabile, lo stamperei ed andrei a fare volantinaggio molto volentieri ;)

Matteo A., Cuneo Commentatore certificato 04.06.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


dopo la denuncia della bindi(giustissima) molti hanno lanciato accuse (pd)di una vendetta personale della stessa bindi..perche è uscita solo un paio di giorni prima del voto,in tanto non è lei come persona ma bensi' come pool antimafia deciso all'unanimita'...(figuriamoci se fosse uscita dopo il voto)..e che dire adesso che roma capitale 2.0 sono stati arrestati molti esponenti del pd e solo un paio di giorni dopo le elezioni? tutti zitti?dove sono questi signori del pd-pdl che sostengono le leggi solo quando toccano altri? perche nel m5s non vi è nessuno indagato?perche queste cose non si dicono in tv? e del sig galan pur avendo patteggiato(ammissione di colpa) è agli arresti domiciliari e prende tuttavia lo stipendio?non puo essere solo il nostro movimento a gridare queste verita' bisogna costringere altri partiti a denunciare questa corruzione continua..e sinceramente non trovo nulla di sbagliato o in mala fede avere qualche media dalla nostra parte,non che debbano farci vanterie,ma solo divulgare la verita',la devono smettere di farci le pulci,mentre fanno passare nel silenzio piu totale queste vigliaccate,di chi ci ha ridotto in questo stato

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 04.06.15 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' solo la punta dell'iceberg...non c'è da stupirsi...resta da vedere fin dove riescono a scavare...

FAUSTO BOSCO, pisa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.06.15 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Salvini fa dichiarazioni sdegnate verso i partiti coinvolti in mafia capitale , ma ricordategli che è ALLEATO con questi partiti! E lo è sempre stato .Vanta una verginità che proprio non ha!

elisabetta d., Venezia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma come è possibile? Dai non vendeteci "cazzate"! Non è possibile che per l'ennesima volta "quelli" del m5s non c'entrino ancora nulla! E dai... infilatevi in qualche scandalo, magari piccolo, piccolo... che so tipo "rubare il panino" al collega prima della pausa pranzo! O prendere una mazzetta per un appalto milionario...

E' una VERGOGNA! che certa gente sia ancora lì a decidere per noi...di noi e soprattutto è VERGOGNOSO come la gente e i media li sostenga.

Continuate così ragazzi! Siete la faccia pulita della politica, del paese...DI NOI!

Pino Palumbo, Torino Commentatore certificato 04.06.15 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Quindi dovevamo fare il governo con gargamella???

Andrea B., Perugia Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 13:22| 
 |
Rispondi al commento

e adesso VOGLIO le scuse pubbliche di Orfini al nostro Di Maio e a tutti i cittadini 5 Stelle !!!

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Marino c'è da spostare la Panda! (Rossa e in divieto di sosta).

Luca S., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 12:36| 
 |
Rispondi al commento

MAFIACAPITALE.

ASSOCIAZIONE POLITICA DI STAMPO MAFIOSO.

Questo è un reato che dovrebbe essere inserito nel Codice Penale, un reato che dovrebbe punire in modo esemplare chi, attraverso la propria carica istituzionale, determina spartizioni e illeciti affari.

Chi compie reati nel pieno della sua carica, deve essere condannato a pene doppie e rimosso in modo immediato dalle sue funzioni con congelamento dei beni personali, o a lui riconducibili!

Poche chiacchiere, se questa gente alla fine, non paga mai un caxxo, continuerà indisturbata in questo atteggiamento illecito.

PENE DOPPIE E SEQUESTRO DEI BENI PER CHI HA PRESTATO GIURAMENTO ALLE ISTITUZIONI!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, non so se è un caso....un provvedimento del genere dopo le elezioni........Spero non sia stato congelato per qualche giorno per evitare diverso orientamento dell'elettorato. Se li avessero arrestati una settimana fa le elezioni regionali sarebbero andate in tutt'altro modo.

pasquale mungiguera (paskalos59), roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sotto a chi tocca :-)

Stefano S., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.06.15 11:30| 
 |
Rispondi al commento

40 secondi per SBUGIARDARE il PD:

https://www.facebook.com/SenatoCinqueStelle/videos/484499401706444/

Mirko Zucca, Cagliari Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.06.15 11:10| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori