Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Roma, 15 giugno: Assemblea cittadina al Campidoglio #MarinoDimettiti

  • 17

New Twitter Gallery

ignaromarino.jpg

Lunedì 15 giugno ore 17.30 Assemblea cittadina di fronte al Campidoglio per chiedere le dimissioni del sindaco di Roma "Ignaro Marino"

"Il Consiglio Comunale, la Giunta e l'amministrazione comunale sono attraversate da relazioni affaristiche e malavitose che hanno fortemente inquinato la gestione dei servizi sociali della nostra città. In questo intreccio sono fortemente implicati personaggi di primo piano sia dei partiti del centro sinistra che di quelli del centro destra, in una relazione perversa che non bada ad altro che agli affari ed alle posizioni di potere. Per questo ne chiediamo l'immediato scioglimento e l'indizione di nuove elezioni.

VIDEO L'appello di Roberta Lombardi: Roma per bene in piazza il 15 giugno!

Nessuno può affermare che si tratti di episodi marginali o di ambienti di secondo ordine. Il cuore del sistema politico della nostra città è fortemente inquinato da una modalità di gestione del potere di tipo mafioso che non ha neanche bisogno di mostrarsi in forma coercitiva e violenta. Esso infatti non trova ostacoli ma piuttosto una predisposizione alla corruzione da parte di tutti gli apparati, sia politici che amministrativi. Una disponibilità diffusa a ricevere mazzette e a spostare quote di bilancio da un capitolo all'altro.
In occasione della prima tranche di arresti la giunta Marino rivendicò la propria estraneità da Mafia Capitale e sostenne la necessità di continuare nel governo della città per favorire una vera opera di rinnovamento. In realtà nei mesi successivi non solo non abbiamo assistito a nessun vero segnale di inversione di rotta, ma abbiamo anche dovuto subire l'approvazione di un bilancio lacrime e sangue per la parte già sofferente della città: le periferie, i settori popolari e diverse categorie di lavoratori. I forti tagli ai servizi e l'abbandono della cintura periferica sono stati il segno più evidente che la giunta Marino intendeva proseguire speditamente sulla strada della consegna della città nelle mani dei privati, senza nessun serio ravvedimento circa le modalità di gestione dei servizi che hanno favorito l'infiltrazione malavitosa.
Si scopre, con la nuova ondata di arresti, che la macchina del Comune continua ad essere fortemente infiltrata da una fitta rete di soggetti che operano con lo stesso sistema di sempre. Da Veltroni ad Alemanno ed ora a Marino il sistema non cambia, ma si perpetua impunemente. I piccoli ritocchi alla compagine di giunta non hanno prodotto alcun cambiamento sensibile, sono stati una foglia di fico utile a consentire che tutto restasse inalterato.
Il sindaco di fronte a queste evidenze deve dimettersi per evitare di continuare a garantire la continuità di un sistema che è marcio. La Commissione d'Inchiesta nominata dal Prefetto dovrà rendere PUBBLICA, il giorno 15 giugno, la relazione su Mafia Capitale: la città ha diritto di sapere." M5S Roma

13 Giu 2015, 12:35 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 17


Tags: Campidoglio, mafia, mafia capitale, Marino, marinodimettiti, pd, Roma

Commenti

 

..tempo scaduto per le dimissioni..LICENZIATI..con danni da ripagare..destinando al fondo per il reddito di cittadinanza..o altro utile alla popolazione in difficoltà..ringraziamo la mala gestione amministrativa..con l'eccezione della ..messa in opera..delle tanto acclamate lezioni di ..Senso Civico..1 2 3 Stella..

emiliana gambale 15.06.15 04:42| 
 |
Rispondi al commento

...tempo già scaduto per le dimissioni...LICENZIATI..con danni da ripagare..da inserire nei fondi per reddito di cittadinanza..o altro da utilizzare per la popolazione in difficoltà, grazie alla mala amministrazione ovunque..eccetto qualche .."..messa in opera..".. delle tanto acclamate lezioni di ..".. Senso Civico.."..1 2 3..Stella!

undefine 15.06.15 04:23| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapevate che tutti gli eletti consiglieri del Comune di Roma si fanno chiamare “onorevoli”?

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?jp_pagecode=quartogrupp_minor.wp&ahew=jp_pagecode

CAPOGRUPPO
ON. MARCELLO DE VITO (M5S)

MEMBRI
ON. DANIELE FRONGIA (M5S)
ON. VIRGINIA RAGGI (M5S)
ON. ENRICO STEFÀNO” (M5S)

“Onorevole” è anche Mirko Coratti (Ex Forza Italia, ex Udeur, ora PD), ex presidente dell’assemblea capitolina, arrestato pochi giorni fa con l’accusa di essere al libro paga di Mafia Capitale.

Sapevatelo, su RieduCASHonal Channel!

http://youtu.be/tGqMKfgW8kk
http://youtu.be/1vKcTe1eVMs

Lùcìo P., Ieŝi Commentatore certificato 14.06.15 16:42| 
 |
Rispondi al commento

IGNAVIO MARINO TIENE DURO E METTE COME SEMPRE LA TESTA SUTTO LA SABBIA,PER IL MOMENTO COL GAY PRIDE.

renato b., padova Commentatore certificato 14.06.15 14:53| 
 |
Rispondi al commento

MAFIA CAPIATLE E' UNA BELLA GRANA,PER IL SINDACO MARINO CHE PRIMA O POI DOVRA' MOLLARE LA POLTRONA

alvise fossa 14.06.15 14:38| 
 |
Rispondi al commento

La mafia, grazie all'appoggio dei partiti politici i quali andrebbero processati con la pena di ALTO TRADIMENTO in tempo di guerra, si è infiltrata da Trento a Lampedusa, senza zone franche.
Tutta Italia andrebbe "sciolta per mafia"

Adriano Perrone, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.06.15 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando e dico, tutti parlano di crisi ma non fa anno niente, perché tutte le persone che rivestono cariche pubbliche sindaci, consiglieri, presso. Di regione e cosi via, danno il bu

on esempio e si riducono il loro stipendio del 50%. Non lo faranno mai.

gianfranco di Leva 13.06.15 22:52| 
 |
Rispondi al commento

per me ci sono tutti i requisiti per sciogliere il comune per mafia

GIUSEPPE locorotondo, carovigno Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.06.15 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Non é il volantino che abbiamo a Roma ne abbiamo un'altro che oltre il logo del M5S cé anche quello di "carovana delle periferie".

cesare lanzoni 13.06.15 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Insistiamo, non molliamo la presa, mobilitiamo la popolazione romana, pensiamo anche a un rifiuto di pagare le tasse comunali ( se possibile ). Roma merita di meglio della giunta Marino. E' ora di rendere la nostra citta' vivibile al pari delle altre capitali europee e per far questo occorrono provvedimenti drastici e di lungo periodo che solo una nuova dirigenza politica puo' impostare. La parola al popolo!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.06.15 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi, monti, letta e renzi hanno distrutto l'Italia in pochissimi anni, con il grande aiuto di re giorgio I e II. Svegliatevi italiani!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.06.15 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Se qualche romano non sa come mangiare può sempre farsi dare delle lezioni in Campidoglio, loro glielo insegneranno di sicuro.

giorgio peruffo Commentatore certificato 13.06.15 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Marino, riscattati dimettendoti!

Gerardo Di Cola Commentatore certificato 13.06.15 15:56| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma il prefetto che deve decidere se sciogliere o no Roma è lo stesso Gabrielli nominato Commissario per il giubileo?...... mi sa' che se i Romani non assediano (in senso buono) il municipio.... quelli non si spostano di un millimetro.

paolo f. Commentatore certificato 13.06.15 14:15| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE RAGAZZI SIETE IMMENSI!!!

Fiorella G., Parigi Commentatore certificato 13.06.15 13:36| 
 |
Rispondi al commento

non vogliono risolvere il problema dei profughi provenienti da altri paesi verso l'italia perche chi è nelle istituzioni ci lucra sopra, lo fa alla luce del sole fregandosene dei cittadini italiani che non ce la fanno più a tirare avanti. con i soldi spesi e poi mangiati da questi delinquenti nelle istituzioni quante famiglie italiane potevano avere un sostegno per la loro sopravvivenza? purtroppo in italia chi delinque ed e nelle istituzioni non a mai pagato e non pagherà mai complici le leggi che si sono fatte e che noi cittadini gli abbiamo permesso di fare senza mai andare davanti al parlamento quando facevano queste leggi.

bartolini emilio 13.06.15 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma è mai possibile che se un cittadino , sbaglia ad inserire uno scontrino per il rimborso irpef (730) oppure non paga una sola tassa messa da "lor signori" , si vede arrivare cartelle esattoriali ed ingiunzioni di pagamento, sino a vedersi pignorata casa !!!!! Per i cittadini, nella dichiarazione dei redditi tutto deve quadrare 1+1=2 ; al Comune di Roma 1+1 = - 853 MILIONI DI EURO ! E questi possono impunemente "MANGIARSI ROMA" , 850 MILIONI DI EURO DI DISAVANZO "TECNICO" .... UNO SCONCERTO, DOVE SONO ? COSA CI HANNO FATTO ? La Commissione Revisione della Spesa di Roma, ha accertato l'assurda cifra di UN MILONE di euro di sprechi, e continuano ad asserire che non ci sono soldi, #mafiacapitale e la corruzione hanno un "fatturato" di 650 MILIONI di euro ! La Stazione Tiburtina ridotta a campo profughi, per giunta abbandonato, non si vedono istituzioni e soccorsi di alcun tipo, quasi 1000 profughi, donne uomini e bambini completamente allo sbando, tra il cimitero del Verano e una struttura di via Cupa, una situazione esplosiva, dové il Governo ? dové il Sindaco di Roma ? Mentre, fortunatamente la Magistratura continua a proteggere la legalità, vengono arrestati ad uno ad uno e continuano a dire che non sanno nulla o non rispondono ! Si sono "mangiati Roma" e non solo, si stanno divorando il futuro delle prossime generazioni, BASTA, ANDATE VIA, NON SAPETE COSA VUOL DIRE ONESTA' , BASTEREBBE APPLICARE SOLO QUESTO PER RISOLVERE TUTTO, QUINDI ANDATE VIA !

pietro p., roma Commentatore certificato 13.06.15 13:10| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori