Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Come ti smonto tutti i luoghi comuni sulla Grecia

  • 283

New Twitter Gallery

luoghicomunigrecia.jpg

>>>Oggi Beppe Grillo e alcuni portavoce M5S si trovano ad Atene per manifestare solidarietà al popolo greco nel giorno del referendum che potrebbe cambiare le sorti dell'Europa. Aggiornamenti in tempo reale a partire dalle 16 sulle pagine Facebook di Beppe Grillo e del M5S<<<

Una rassegna delle balle (confutate) dei media sulla Grecia. (grafici da goofynomics e infodata)

1) In Grecia si va in pensione troppo presto FALSO

1_.jpg

Il grafico mostra in blu l'età pensionabile media a lungo termine (2060) prima delle riforme delle pensioni, e in rosso dopo le riforme.
La Grecia pre-austerità (indicata con la sigla EL) aveva un'età media delle pensioni fissata a 61,9 anni per i maschi, sostanzialmente in pari con il resto d'Europa. Dopo le riforme i greci andranno in pensione gradualmente più tardi degli italiani e di tutti gli altri europei, esclusi ciprioti, danesi e olandesi.
Se ci sono alcuni settori marginali privilegiati con baby-pensioni questo vale per tutti i Paesi occidentali, e non certo per la sola Grecia.

2) In Grecia ci sono troppi dipendenti pubblici FALSO

2_.jpg

Il Grafico mostra il rapporto tra dipendenti pubblici e occupati totali nell'economia in media tra 1999 e 2007. In Grecia i dipendenti pubblici rappresentano meno dell'8% della forza lavoro occupata. In Germania l'8%!! La Grecia è in media con l'eurozona (barra a sinistra di quella greca: EZ). Per non dire della Francia, che sfiora il 10%.
Non solo. Con l'austerità nessun Paese europeo ha diminuito il numero di dipendenti pubblici come la Grecia. Nel 2009 i dipendenti pubblici greci erano 907.351 unità. Nel 2014 erano 651.717. Vale a dire 255.634 in meno, che equivalgono al 25%! La Grecia post-austerità si trova quindi all'estrema destra del grafico sopra.

3) La spesa pubblica greca è troppo alta FALSO

4_.jpg

Nel grafico si vede una media della spesa pubblica rispetto al Pil fra 1999 e 2007. L'Italia, in media con l'eurozona avanzata, è in rosso. La Grecia è sotto la media dell'eurozona avanzata ed è molto distante dal 50% della spesa pubblica rispetto al Pil. Il dato è peraltro sceso dal 47% del 2000 al 43% del 2006.

4) La Grecia non ha fatto le riforme strutturali FALSO
Come visto, i tagli al settore pubblico e al sistema pensionistico sono stati drammatici. Si aggiunga che durante l'austerità la contrattazione collettiva è stata eliminata (Tsipras vorrebbe ripristinarla). Ma non basta. La Grecia nel 2010 si trovava al 109° posto nella classifica dei Paesi dove è più conveniente aprire un'impresa e fare affari. Nella stessa classifica del 2015 la Grecia è al 61° posto, e ha scalato decine di posizioni avvicinandosi all'Italia e agli Paesi avanzati. Ammesso che flessibilizzare selvaggiamente il mercato del lavoro sia la soluzione (e per il M5S non lo è, perché bisognerebbe rifiutare la competizione globale al ribasso su salari e diritti e riprendersi la sovranità economia e una politica industriale) la Grecia in questo senso ha fatto più passi avanti di chiunque altro.

5_.jpg

Questo è il grafico che mostra la posizione della Grecia (61°), ormai vicinissima all'Italia.

5) I greci lavorano poco FALSO

6_.jpg

Non c'è nessuno, nel mondo occidentale, che lavora più dei greci durante la settimana. La Germania, come è ovvio, essendo un Paese più sviluppato e quindi meno dipendente dal lavoro umano, vede i suoi lavoratori impegnarsi in media per 35 ore a settimana, sette in meno del greco medio.

6) La Grecia è in crisi per il suo debito pubblico troppo elevato dovuto alla corruzione FALSO

7_.jpg

Nel grafico la dinamica del debito pubblico e di quello privato in Grecia dal 1993 allo scoppio della crisi mondiale. Il debito pubblico greco rimane costante durante l'intero periodo (intorno al 115%), più basso di quello italiano. A esplodere è il debito privato a partire dal cambio fisso e poi dall'entrata nell'euro. Questo perché la Grecia diventa appetibile per i creditori esteri (banche soprattutto francesi e tedesche) in quanto i tassi di interesse con l'euro si abbassano e la Grecia non può più svalutare la sua moneta (dracma) per equilibrare la bilancia commerciale. Non bastando le esportazioni, deve quindi finanziare le importazioni con crediti allo Stato e ai privati provenienti dall'estero. Allo scoppiare della crisi americana nel 2008 si interrompe il flusso di crediti esteri all'improvviso, e la Grecia è costretta all'austerità per ripagare i suoi debiti. È una crisi da debito privato (favorita dall'euro) e non da debito pubblico. Se esplode anche il rapporto debito pubblico/Pil (dal 125% del 2010 al 180% di oggi) è perché l'austerità fa esplodere la disoccupazione (dal 7% al 25%) e fa calare le entrate fiscali dello Stato, insieme al Pil (-25%).

7) La Grecia merita l'austerità perché non restituisce i debiti che ha contratto FALSO
Come detto, c'è un problema di indebitamento privato con le banche estere, soprattutto tedesche e francesi. Queste inondano di credito famiglie, imprese e banche greche dall'entrata nell'euro della Grecia al 2007, perché la Grecia non può più svalutare la moneta (e insieme ad essa i suoi debiti) e vede i suoi tassi di interesse diminuire a causa dell'euro (e quindi le risulta più conveniente chiedere prestiti all'estero). Con la crisi americana del 2008, che contagia l'Europa, le banche tedesche e francesi stoppano all'improvviso i finanziamenti ai greci e pretendono indietro i loro crediti. L'austerità e i "salvataggi" attraverso i fondi Salva-Stati servono a far rientrare queste banche dai loro crediti, non ad aiutare il popolo greco a rialzarsi. Ecco la dimostrazione:

8_.jpg

I prestiti dei fondi Salva-Stati alla Grecia finiscono per il 90% alle banche tedesche e francesi, salvandole. In parallelo aumentano i debiti pubblici dei Paesi che hanno partecipato al finto "salvataggio" greco (l'Italia con 40 miliardi) e il debito pubblico greco (240 miliardi di "salvataggi"). Ma è un debito illegittimo, scaricato sulle spalle dei cittadini greci ed europei per salvare le banche private che grazie all'euro hanno potuto prestare senza alcuna attenzione ai fondamentali delle economie finanziate.
Ecco un'altra conferma:

9_.jpg

Dal 2010 l'esposizione della banche francesi, tedesche e olandesi verso la Grecia crollano. Le banche sono state salvate. Ora la Grecia potrebbe anche uscire dall'euro, ma la Troika tema l'effetto emulazione degli altri Paesi massacrati dall'austerità.

8) La Grecia ha truccato i conti pubblici VERO, ma...
...con l'aiuto di Goldman Sachs e la supervisione della UE, e attraverso governi amici della Troika (a guida Neo Demokratia e Pasok). Questo perché la Grecia dentro l'euro era utile all'Europa tedesca per abbassare il valore dell'euro rispetto al marco. Tutti gli analisti sapevano dei trucchi contabili greci/Goldman Sachs.
Una cosa simile è stata fatta con l'Italia, che non rispettava il parametro del debito/Pil dettato da Maastricht (60%) ma è stata comunque accolta nell'euro perché fuori dall'euro, con la sua moneta sovrana e svalutabile, avrebbe fatto una tremenda concorrenza al mercantilismo tedesco.

Da notare che le stesse Germania e Francia hanno sforato il parametro del 3% deficit/Pil nei primi anni 2000, ma non sono state sanzionate.

Conclusione: i media sono asserviti ai poteri finanziari, non è una novità, ma adesso la situazione è diventata asfissiante.
OXI- OXI- OXI

5 Lug 2015, 16:01 | Scrivi | Commenti (283) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 283


Tags: banche, crisi, debito, dipendenti pubblici, euro, flessibilità, Grecia, grexit, lavoro, luoghi comuni grecia, Merkel, pensioni, Tsipras

Commenti

 

Ciao a tutti! Ho una domanda: perché conviene chiedere prestiti a creditori esteri quando diminuiscono i propri tassi di interesse? Mi riferisco a questo pezzo : "Queste inondano di credito famiglie, imprese e banche greche dall'entrata nell'euro della Grecia al 2007, perché la Grecia non può più svalutare la moneta (e insieme ad essa i suoi debiti) e vede i suoi tassi di interesse diminuire a causa dell'euro (e quindi le risulta più conveniente chiedere prestiti all'estero)". Non sono esperto della materia. Grazie in anticipo!

Hori Aracena Commentatore certificato 08.09.15 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Perché con la riduzione dei tassi di interesse, causata dall'euro, conviene chiedere prestiti all'estero? Non sono esperto della materia. Grazie in anticipo.

Hori Aracena 05.09.15 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Siete alla ricerca di presttito?
Io sono un individuo che fornisce presstiti che vanno da 2.000 a 5.000.000 a chiunque in grado di rispettare le scadenze. Il tasso di interesse

varia tra il 3% a seconda della quantità richiesta. Per ulteriori informazioni contattarmi via mail: santina.giuseppina@outlook.it

santina.giuseppina 15.07.15 09:58| 
 |
Rispondi al commento

PRESTITO OFFERTA TRA INDIVIDUO 48H RAPID

Niente più preoccupazioni per voi, perché io sono qui per te aider.Savez che molte persone in tutto il mondo vogliono raggiungere grande progetto che potrebbe creare migliaia di posti di lavoro? ma

non hanno i mezzi finanziari per avviare il loro progetto. Penso che aiutare con un finanziamento rapido ed fiable.Je ha capitali da utilizzare per concedere prestiti a breve e lungo termine di speciale

2000-5 000 000 € a qualsiasi persona seria volere di questo prestito. 3% di interessi l'anno in base alla somma prestata perché essendo particolare non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare più di 1 a 30 anni

secondo prêté.c'est importo massimo fino a voi per i pagamenti mensili. Chiedo solo certificato debito riconoscimento della scrittura e anche alcune parti in dotazione

Contattateci esclusivamente per posta: fernandafereirachlo@hotmail.com

Fernanda Fereira, Roma Commentatore certificato 14.07.15 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Grillo tu tifavi per la Grexit, io tifavo per i greci anche se irresponsabili per il no! Tu tifavi per lo sfascio ed il fallimento, io tifavo per un ritorno dei greci ad una vita normale. Tu dici che le condizioni sono dure, ma possiamo noi europei continuare a pagare i privilegi di Atene? Pensioni baby, esenzioni tasse per armatori, isole ecc... Tu che sei ligure non presteresti neanche un euro a chi sperpera i soldi prestati andando in Mercedes, mentre tu ha un'utilitaria! È questo è' il terzo salvataggio greco! Un pozzo senza fine! Bene a non fidarsi più, prima dei soldi le riforme che non hanno mai fatto! Siamo equi e realistici per favore! Cordiali saluti Pietro

Pietro D'Amato 13.07.15 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona notte.

spiare cellulare gratis Commentatore certificato 13.07.15 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Detto molto sinceramente a me Tsipras, referendum a parte, non ha mai convinto, calerà le mutande alla prima occasione perché in mano non ha nulla, se avesse almeno un accordo con Putin potrebbe giocarsela e prendere in giro la Troika, facendosi buttare fuori, ma ho il sospetto che il suo sia tutto un bluff

sms spain mobile Commentatore certificato 13.07.15 11:28| 
 |
Rispondi al commento

All animals are equal, but some animals are more equal than others

Giancarlo G., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.07.15 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Pure D'Alema l'ha capito...

Alessandro SingDrum Commentatore certificato 12.07.15 11:54| 
 |
Rispondi al commento

LinkWeLove fornisce valore al tuo sito senza infastidire il flusso di navigazione dell'utente.

Naturopatia Olistica Commentatore certificato 10.07.15 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma siete sicuri di avere smontato i "luoghi comuni"? L'articolo dimostra scientificamente che la crisi non è stata causata né dalla Troika né dai maldestri governi greci, bensì dalll'esplosione del debito privato, cioè dal fatto che i greci hanno per anni vissuto al di sopra delle loro possibilità! Quindi viene confermato il principale tra tutti i "luoghi comuni" !! Il linguaggio usato è spesso tendenzioso: "le banche tedesche e francesi hanno inondato di credito i greci" (le banche concedono credito a chi lo chiede, è il loro lavoro!), oppure "non potendo la Grecia svalutare la propria moneta" (è un'ovvia condizione per l'ingresso nell'euro, e vale per tutti, non solo per la Grecia!) Anche i dati statistici presentati sono alquanto tendenziosi: la percentuale di impiegati pubblici su totale impiegati in Grecia era 15% nel 2009 e 16% nel 2011, altro che 8% ! (fonte Commissione Europea). Per quanto riguarda i greci stakanovisti, le ore lavorate non sono un indicatore affidabile (in tutti i Paesi a impronta socialista, si lavora per molte ore ma facendo poco), molto meglio considerare la "produttività media per ora lavorata", in questa statistica la Grecia è, manco a dirlo, ultima in Europa. Nessun cenno poi ad altri pilastri della crisi greca: l'economia sommersa e l'evasione fiscale pressoché generalizzata. Per non parlare poi del dato a mio avviso più interessante: la mancanza di un flusso migratorio (dai Paesi in grave crisi di solito partono emigranti in cerca di lavoro all'estero, basti pensare ai milioni di rumeni bulgari lituani che hanno lasciato il loro Paese, eppure della povertà degli altri popoli europei non si parla mai, solo di Grecia 24 ore al giorno).

Piero Trinchini 09.07.15 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Sul dibattito Grecia fuori o dentro l'Europa: Sono molto gettonate le discussioni circa l’uscita dall’Europa della “culla della civiltà”.
Voglio sperare che si definisca con “Europa”, l’Unione Europea, poiché la Grecia non ha da superare nessun esame per essere, a buon diritto, parte dell’Europa, non solo geograficamente.
Il referendum greco ha dimostrato che le Istituzioni e le Organizzazioni Europee non garantiscono le esigenze e il progresso della collettività. Se la Grecia ha fatto degli errori, non è certo con politiche letali di austerity che si migliora la situazione. Anche sul tema degli errori si sono accaniti i burocrati d’oltralpe, ma non sempre in buonafede.
Tanto si è strimpellato sulla questione delle esenzioni fiscali degli armatori greci: si fa leva sull’immaginario collettivo, legato ai ricchi personaggi del passato (Onassis & Co.), per convincere la gente che la questione fiscale è sempre e dovunque il “problema”.
Oltre a far passare il messaggio universale della “parabola dei cattivi evasori e dei buoni politici”, permettendo anche ai nostri partiti di lavarsi le mani del debito pubblico, si racconta anche una verità distorta che nasconde gli interessi di altri paesi europei e di molte società internazionali….. http://www.pepperislands.com/?p=180

Romano Pisciotti 08.07.15 12:05| 
 |
Rispondi al commento

E ancora ma questo referendum era proprio necessario? Tsipras non era stato eletto per combattere l'austerity? Certo è che quello che succederà alla Grecia (nel bene e nel male) ora sarà colpa dei greci e non di quelli che li governano... mah...

www spia-sms Commentatore certificato 08.07.15 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Grazie davvero... ormai la campagna denigratoria nei confronti della Grecia sta raggiungendo livelli davvero ridicoli!

ISOLE GRECHE 08.07.15 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Dalla vicenda della Grecia si capisce inequivocabilmente che oramai con questa scandalosa classe dirigente politica europea non si va da nessuna parte. Son prima di tutto impreparati e ignoranti nella gestire delle economie diversificate. Impongono linee economiche appiattite che producono appositamente decrescita per facilitare il controllo delle banche sulla società civile e niente altro. Peraltro non hanno alcuna visuale della società che mette al centro l'uomo. Sono vecchie volpi che più volte persero il pelo, ma mai il vizio di accollare pesanti fardelli alla gente per poi rubare i proventi del gettito prodotto dal lavoro. A riguardo vedi la truffa delle multe per le quote latte imbastite dall'Europa e dal governo italiano ai danni dei nostri poveri e martoriati agricoltori, dopo tutto il duro lavoro nei fondi agricoli e quello fatto in stalla sette giorni su sette e gli investimenti onerosi usciti dal loro portafoglio per aggiornare le aziende. Possiamo dare tutto quello che ci chiedono, ma non sarà mai abbastanza per mantenerli, sono dei papponi avidi che vogliono sempre di più per loro e per la loro casta dove sguazzano i loro figli (vedi i trota o i lupi o gli imparetopolati). Bisogna cacciarli. Non devono essere i paesi con i loro popoli ad andarsene dal continente europeo, ma bensì loro. Cacciamoli rimanendo noi tutti uniti, l’unico vero modo per togliergli il potere. Rimanere saldamente uniti assieme al movimento ora è più che mai imperativo, il movimento deve crescere e internazionalizzarsi per raccogliere tutti i cittadini europei che hanno una visuale ben diversa da questi disfattisti e ignoranti da sempre mantenuti.

roberto f., padova Commentatore certificato 07.07.15 23:54| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione,

hanno diminuito le pensioni del 40% e triplicato le tasse, (gli affitti anch'essi diminuiti per legge del 20%) prezzi come in Italia ma con una media di stipendio 800€ al mese,

architetti in pensione con 700€ al mese contro i 2000 che mi aspettavano (pagato cassa architetti)

per TV italiane stanno raccontando un sacco di balle

Vito Giannuzzi, jesolo Commentatore certificato 07.07.15 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Vi voglio bene ragazzi ma attenzione a pubblicare dati fasulli. Vivo in Uk e I dati sulle ore di lavoro settimanali in Uk sono sballati. Io lavoro 50 ore a settimana e l'average qui' e' 48 ore:

http://www.dailymail.co.uk/news/article-98342/Britons-working-48-hours-week.html

non ho controllato la veridicita' degli altri dati da voi elencati.

filiberto perilli 07.07.15 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Avete copiato l'articolo.

Danila Calafiore 07.07.15 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta con il coraggio degli ultimi, in Europa è stato rimosso il siparietto che nascondeva la politica dittatoriale truffa delle banche e dei politicanti da strapazzo compiacenti che si prestavano al gioco, portando l'acqua al mulino delle banche. Urge ripartire con l'economia reale di base, mettendo quella della finanza, che si basa solo su criteri di usura senza produrre un solo euro di PIL, alle corde. Per far questo si deve dare un giro di vite agli sperperi messi in piedi dai governi formati dai politici corrotti, oppositamente per rendere gli stati dipendenti dalla finanza della Bce. Quindi va ripristinata la sovranità popolare in regime economico e di fisco gestito con soggetti politici autorevoli ed onesti provenienti dalla società civile, quali quelli del movimento 5 stelle per l'Italia, e per la Grecia attraverso partiti che non abbiano preso parte alle politiche europee dei precedenti governi corrotti e collusi con Bruxelles. E' certo che a queste condizioni ci sarà la ripresa e la crescita per tutti: tranne per i soloni della finanza passiva fondata sui crediti degli stati schermo: Germania, Francia, Italia (controversa), in primis.

roberto f., padova Commentatore certificato 07.07.15 01:49| 
 |
Rispondi al commento

l'articolo è questo:
http://icebergfinanza.finanza.com/2015/06/29/grecia-un-mondo-di-balle-fact-checking/
Avete copiato anche l'immagine.
continuo la risposta di prima
Il grafico successivo, in fondo in fondo, mostra solo l’ennesimo squilibrio nel sistema pensionistico Greco, dove si va in pensione a 52 anni e più vecchi prendono poco rispetto ai più giovani.
9) Riguardo il confronto con l’età pensionabile tedesca, fa ridere il fatto che tu non tenga conto anche degli anni di contributo, delle possibilità di pensionamento anticipato in Grecia e della lista di lavori usuranti che, in terra ellenica, è tipo 5 volte più lunga rispetto agli altri Stati.
10) Bello il confronto di quel mentecatto di Krugman, che fa cherry picking e non si rende conto che gli altri magari magari hanno speso di più perché il loro debito/PIL era a sole 2 cifre prima della crisi, mentre il nostro (e quello greco) era già a tre cifre. Ma guarda un po’, forse negli studi bisogna prendere in esame più di una variabile economica alla volta? Non t’è mai venuto in mente?
11) Riguardo la produttività del lavoro, a parte che vorrei davvero vedere le fonti di quel grafico, ti faccio notare che ogni fascia è composta da 25 punti. Non proprio un dettaglio che consente un confronto così preciso, no?

ENRICO FERRARI11, montecchio emilia Commentatore certificato 06.07.15 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Avete anche copiato l'immagine da questo sito: DILETTANTI! Andiamo a ragionare su questo pregevole articolo:
1) riguardo l’occupazione pubblica, oltre ai numeri degli occupati sarebbe anche il caso di vedere quanto questi occupati costano e quanto rendono.
2) il calo nell’occupazione pubblica è stato imposto come contrappeso per gli aiuti economici, non è stato il Governo Greco di sua sponte a metterlo in atto.
3) l’aumento del “rating internazionale” della Grecia dipende dalle riforme, ovvio. La Grecia ne ha fatte più di tutti perché semplicemente era quella che ne aveva più bisogno, e perché (vedi punto 2) le sono state imposte per avere qualche quattrino con cui guadagnare un po’ di tempo.
4) No, non è vero che “la questione è un’altra”, perché il sistema pensionistico Greco continua a pesare più di qualsiasi altro in Europa sul PIL, e questo significa tasse, e questo significa debito, e questo significa minor crescita.
5) Rapportare la spesa pensionistica al PIL potenziale (che è un indice di “possibilità”, ma non di realtà) è davvero ridicolo.
6) Riguardo l’età pensionabile, che nel lungo periodo diverrà alta, ancora una volta ci si basa su dati potenziali. Cosa cavolo c’entra che nel 2060 la Grecia avrà alzato a livello degli altri Stati l’età pensionabile se ORA sta con l’acqua alla gola? Dimmi, ha senso preoccuparsi di quanto belli e bravi saremo fra 40 anni se domani falliremo e quindi tutti i piani andranno a farsi friggere? E’ come dire che la Cina oggi usa un sacco di carbone e inquina da sola come tutto il resto del mondo, però oh, nel 2060 hanno promesso che si daranno una calmata. Grazie al cazzo.
7) Il confronto col grafico del Sole 24 ore è ridicolo, poiché uno parla della pensione MEDIA e l’altro parla delle pensioni di una sola fascia di popolazione. Il 45% dei pensionati prende 665 €? Vorrà dire che l’altro 55% prende di più. Sai come funzionano le medie, vero?

ENRICO FERRARI11, montecchio emilia Commentatore certificato 06.07.15 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Memoria corta?

http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/409437/Beppe-Grillo-contro-il-piano-salva.html

enrico ferrari 06.07.15 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi ma secondo me dite un sacco di stupidate Grillo mi deve promettere che se usciamo dall'euro e dall'unione europea, l'Italia sorpasserà nell'economia Francia e Germania (dirette concorrenti), che la lira varrà più dell'euro e che crescerà l'occupazione.Signori i debiti si pagano non si può vivere sempre oltre le proprie possibilità economiche i creditori prima o poi i soldi li rivogliono indietro.Mi spiegate perchè i paesi(come GERMANIA es) che in passato hanno fatto sacrifici e hanno cancellato il loro debito e hanno un economia sana, adesso si devono sacrificare per gli altri, non è ora che colgono i frutti del loro lavoro.Volevo vedere se in una situazione privilegiata fosse stata l'Italia con debito 0, cosa succedeva, che gli veniva chiesto di aiutare gli altri (come un bancomat infinito) vero.....

Grandi Cristian 06.07.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sapete, vero, che tutti i dati sopra sono farlocchi.
Tanto farlocchi che il pezzo non è neppure firmato - per la vergogna, credo.


GRAZIE BEPPE PER LE STATISTICHE.

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.07.15 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Grandi ragazzi! Ero via e non ho potuto scrivere prima, ma ottimo che leggiate Mazzalai. Consigliere utile e appassionato che può fare solo bene al movimento. Bravi!

silvio andreoli 06.07.15 18:03| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA, SIAMO VERAMENTE SOTTO EGEMONIE DEMENZIALI.
TUTTO QUELLO CHE FA IL POPOLO GRECO E'SBAGLIATO.
QUALSIASI RICHIESTA VA BOCCIATA. QUALSIASI PROPOSTA NON E' ACCETTATA. I CREDITORI HANNO TUTTI I LORO OBBIETTIVI DA METTERE IN ATTO.
BENE. GRILLO, PER FAVORE, PUBBLICA - A CARATTERI CUBITALI E SU OGNI MEZZO DI INFORMAZIONE POSSIBILE - LA REALTA' STORICA DELLA SITUAZIONE TEDESCA DOPO LA LORO DISFATTA DEL 1918 ED, IN PARTICOLARE, COME HITLER IMITO' IL SISTEMA MONETARIO DI LINCOLN PER MANDARE A "QUEL PAESE" TUTTI I CREDITORI. NON LO POSSONO FARE ANCHE... I PIGS (e non) EUROPEI? BISOGNEREBBE ANCHE RICORDARE ALLA SAGGIA SIGNORA CANCELLIERA IN CARICA I DEBITI DELLA GERMANIA A CONCLUSIONE DELLA GUERRA DEL 1945. 50% CONDONATI, CANCELLATI, POLVERIZZATI ED IL RESTO SPALMATO FINO AL 1984.
SE CI SONO RIUSCITE PERSONE DEL 1700 E DEL SECOLO SCORSO, PERCHE' NON DOVREBBE ESSERE POSSIBILE NEL 2015? PER FAVORE,CHE GLI ECONOMISTI SI METTANO ALLE MACCHINE CALCOLATRICI DI BUONA MEMORIA ANZICHE' LIMITARSI A GUARDARE E DECLAMARE LE CIFRE...
Sibilla12

sibilla12 06.07.15 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Se non ci fosse la vostra informazione corretta ci avrebbero abbindolato come e' stato x il risorgimento italiano....

mirella d., milano Commentatore certificato 06.07.15 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti sostengono che alla grecia sono stati prestati soldi e quindi è giusto li restituisca.
Ma non è proprio così.
Non è come un prestito normale fra conoscenti.

La Grecia emetteva debito a tassi (per lo spread) altissimi per compensare il rischio default, e gli speculatori che hanno comprato lo hanno fatto scommettendo sulla tenuta della Grecia.
Ora la Grecia non tiene e loro hanno perso la scommessa (soprattutto banche francesi e tedesche), per quale motivo gli stati si sono comprati il debito greco per salvare le banche private?
Avevano scommesso in finanza, e avevano perso, ma ora dicono che non è giusto ...
Pretendono di non avere perdite in pratica, ma allora bastava comprare titoli di stati più solidi.
Solo che così avrebbero ricevuto tassi moooolto più bassi.
Capito il giochino?

Evidentemente la finanza ormai è come il calcio, dove chi deve vincere vince sempre, e se non riesce col gioco, trova altri sistemi, ingiusti ed illegali, e poi in tv a fare le vittime, così i telecittadini non capiscono.

fabrizio castellana Commentatore certificato 06.07.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma Grillo che fine ha fatto?
Lo vogliono tutti intervistare
Dove è finito?
Si deve stare a sentire le stupidaggini della Bonafè....

spy cell phone online free Commentatore certificato 06.07.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento

La verità
Come uno specchio è duplice
Dal silenzio
Nasce la tempesta
Più del re
Ha dignità il supplice
Che a dire un fiero no alza la testa.
I patti son servandi, ma
all'impossibile
Pagare senza fin niuno è tenuto
Se i soldi servono il contabile astuto
Se a scuola muor di fame il pargoletto.
Se la dea Atena ha consigliato il popolo
Non ha più peso del cartone l'oro
Si scioglie in bit dal cigolante suono
Il credito non vale un piatto rotto.
Balla il sirtaki e bevi l'ouzo antico
Domani non si sa se lo sportello
Darà denar, ma oggi ancor io ti dico
Vali più tu, mio popolo fratello!

Vincenzo Vinci 06.07.15 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il momento per scrivere una nuova costituzione europea
Possiamo farla noi MOVIMENTO 5 STELLE i PODEMOS STIPRAS e tutti coloro che ci stanno
Fate la rivoluzione non la guerra
Durante le rivoluzioni si scrivono le costituzioni

Rigiratela come volete Il NO dei greci è NO
capito bene ! È no alle imposizioni della Troika
È NO ALLE PREVARICAZIONI DELLA SOVRANITÀ DEI POPOLI E NON SOLO DI QUELLO GRECO
Lo volete capire porca miseria
È IL NO ALLA MISERIA

A quello di Rignano fategli un disegnino

Rosa Anna 06.07.15 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Interessante l'articolo, ma vorrei capire perchè i dati sono fino al 2007. Ad oggi son passati parecchi anni...

Luigi 06.07.15 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Il motto che ormai impera nel mondo è:
"privatizzare gli utili e socializzare le perdite"!
E' questo dice tutto...

Luigi T. 06.07.15 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono sovrastrutture, sovrapoteri che macinano carne umana e hanno il volto delle persone che li rappresentano. Guardatevi la gente che interviene e fa parte di quei poteri. le loro facce. Interventi su pensioni, tasse e altro sono solo una orribile pratica che deprime tutto, esistenze, voglia di vivere, uccide silenziosamente. Ci vorrebbe un no a tutto questo anche in Italia.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.07.15 10:08| 
 |
Rispondi al commento

La vergognosa stampa di regime cerca di vendere le "spontanee" dimissioni di Varoufakis come una scelta d Tsipras, in realtà la Troika ha fatto sapere che non si siederanno nemmeno ad un tavolo senza la testa del ministro delle finanze.

Ma la Grecia non dovrebbe essere uno stato sovrano? Nessuno dice niente sul fatto che un organismo non elettivo ed oligarchico chieda ed ottenga le dimissioni di un ministro?

A me sembra che in Europa comandino più Draghi, Lagarde e Schaeuble dei presidenti del consiglio, è un mondo rovesciato dove chi non è eletto ha il potere vero di decidere su chi rappresenta, in teoria almeno, democraticamente il popolo.

Detto molto sinceramente a me Tsipras, referendum a parte, non ha mai convinto, calerà le mutande alla prima occasione perché in mano non ha nulla, se avesse almeno un accordo con Putin potrebbe giocarsela e prendere in giro la Troika, facendosi buttare fuori, ma ho il sospetto che il suo sia tutto un bluff

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.07.15 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Fuori la Germania dall'Euro!

Cacciare la Greca dall'Euro o uscire noi dall'Euro non è la cosa giusta da fare.
Chi deve uscire dall'Euro è la Germania, come suggeriva Krugman in tempi non sospetti.
Le economie dei piccolo paesi europei non possono sopravvivere in un'economia gobalizzata, per questo è necessario aggregarsi a livello continentale.
Questo richiederebbe un'istitutzione federale, guidata democraticamente e che si faccia pieno carico di uno sviluppo equilibrato e solidale di tutti i suoi membri.

Questo non succeed con l'Europa attuale a guida unica tedesca. Il tasso di cambio forzato per l'Euro rispetto alle onete nazionali ha favorito l'esportazione dei prodotti tedeschi in Europa, dove piazzano il 63% delle loro esportazioni.
I prodotti tedeschi, che prima costavano ben di più di quelli nazionali, sono diventati competitive e piano piano hanno portato alla deindustrializzazione negli altri paesi: non solo Grecia, ma Italia Spaga e perfino Finlandia.
Basta girare oggi per Francoforte e non si vede una, dico uno automobile italiana. Lo stesso vale pergli elettrodomestici.
Oltre a fare concorrenza sleale in questo modo, I tedeschi si sono comprate le aziende migliori (es. Giugiaro assorbito due giorni fa da Volkswagen), alcune distruggendole per liberarsi di un concorrente.
Con gli ingenti profitti che la Gerania si è fatta alle nostre spalle, avrebbe dovuto assumersi la responsabilità di proteggere l'economia continentale, anziché continuare a crescere a scapito degli altri.
Se non lo fa è bene che se ne vada, ritorni al marco, con un tasso di cambio ragionevole, così i prodotti tedeschi saranno meno competitive in Europa e gli altri paesi potranno riprendere a produrre.

Occorre lanciare una consultazione popolare in Europa che chieda
l'uscia della Germania dall'Euro
Gli inglesi lo hanno capito: finché nell'Euro c'è la Germania non ci possiamo stare noi.

Giuseppe Attardi, attardi@di.unipi.it Commentatore certificato 06.07.15 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Venghino signori venghino
Più gente entra più bestie si vedono
L'innominabile faccia di latta
Rassicura : Stai sereno !

Italiani i i iiiiiiiiiii

Rosa Anna 06.07.15 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Interessante! ma perché i greci non arrestano i responsabili dei loro guai e li processano? o anche lì è come in quelpaese (in una sola parola)dove c'è comparaggio tra partiti e "istituzioni" per cui ladri e disonesti non sono mai responsabili di nulla e, anzi, progrediscono nelle carriere e si arricchiscono semprepiù a danno della gente comune?

loris cusano 06.07.15 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Se questi dati sono veri perchè mai la Grecia rischia il default?

Ci sarebbe da spiegare che fine fanno i soldi che la BCE e il FMI hanno dato alla Grecia...

E ancora prima che Syriza governasse le cose andavano meglio o peggio...

E ancora ma questo referendum era proprio necessario? Tsipras non era stato eletto per combattere l'austerity? Certo è che quello che succederà alla Grecia (nel bene e nel male) ora sarà colpa dei greci e non di quelli che li governano... mah...

Varoufakis lascia il governo perchè lo vuole la troika... ma come? non sarà che quando la nave affonda i topi scappano?

Tra cinquanta anni sui libri di storia forse i nostri nipoti ne sapranno di più...

Grazie

Pietro Magurno 06.07.15 09:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno Beppe,
oggi ti vorrei raccontare una storia, anzi la facciamo raccontare a Tucidide, nel suo famoso libro La Guerra nel Peloponneso. Non mi dilungo sui fatti ma vi consiglierei di leggere questo libretto che è di sole 80 pagine.La sostanza è cosi riassunta. Gli Ateniesi circondarono un'isoletta rimasta democraticamente indipendente sia dagli Ateniesi che dagli Spartani, ma essendo gli Ateniesi più forti, Questi vollero da Loro più soldi.I poveri isolani alla fine dovettero rinunciare a pagare e sococmbero sotto il peso delle navi Ateniesi che erano andate li in nome della Democrezia. Prima di cedere però questi Isolani lanciarono un'anatena verso gli Ateniesi che in sintesi diceva cosi:" Vedete come oggi Voi venite qui in nome dela Democrezia a estorceci denaro , state attenti che in un domani Altri potranno essere autorizzati a fare la stessa cosa nei Vostri confronti". La risposta degli Ateniesi a queste frasi fu: " A Noi non ci interessa cosa succederà ai nostri figli o ai figli dei nostri figli, ora Noi siamo i più forti e Voi dovete pagare". Morale, la storia insegna che se hai fatto una cosa ingiusta in passato ora questa ti si ritorce contro. Caro Tucidide eri un Profeta o solamente un Uomo Saggio? Ora visto che gli Ateniesi hanno preso in prestito i nostri denari e non vogliono più restituirceli, perchè dobbiamo essere più clementi con Loro quando loro non lo sono stato in passato? a te l'ARDUA SENTENZA.e scusami se sono stato prolisso e forse ti ho un pò annoiato con i Classici. Un caldo saluto e continua la tua lotta. Mi vedrai sempre concorde (tranne in questo caso) .......e comunque siamo o non in un sistema democratico?

Giampaolo F., opera Commentatore certificato 06.07.15 09:42| 
 |
Rispondi al commento

adesso sono kakki della Grecia, la BCE FMI merkel hollande e altri strozzini faranno di tutto per finire di soffocarla, per far capire agli altri 19 Pesi membri che non si scappa dai cravattari!

Clesippo Geganio 06.07.15 09:29| 
 |
Rispondi al commento

* Lo sapete che le multinazionali non pagano tasse o pagano tasse ridicole?Lo dice l'Ocse, l'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico
Più grande sei,meno tasse paghi.Questo dice il rapporto Ocse che invita il G20 a contrastare l’evasione fiscale delle multinazionali
Proprio loro sono colpevoli di pagare qualche spicciolo a fronte a miliardi di profitti.E' tutto legale sulla carta,solo una questione di cavilli.Grazie a una serie di stratagemmi,le grandi multinazionali pagano solo il 5% di tasse mentre le piccole e medie imprese devono sborsare fino al 30% e alla faccia della crisi.Per non parlare dei singoli cittadini,dove le trattenute Irpef minime sono al 23% anche per stipendi di 1000 euro al mese.Il fatto è che chi ha i mezzi economici ha il “know how” e soprattutto qualche piccola filiale in qualche paesino tipo Andorra o Bahamas e per magia tutti gli utili finiscono in pieno paradiso fiscale,mentre nella filiale che si trova nel Paese in cui le tasse sono alte si concentrano bassi ricavi o addirittura perdite
Nella migliore delle ipotesi sono evasioni a 9 zeri.Basti pensare che le sole società USA hanno capitali offshore per 1.700 miliardi di euro
E non solo Barbados,Bermuda e Isole Vergini britanniche,che secondo i Fmi nel 2010 messe assieme hanno ricevuto investimenti esteri diretti del 5,11% del totale globale,più del 4,77 della Germania e del 3,76 del Giappone
ma anche nel cuore dell’Europa:Gibilterra, Liechtenstein,Monaco,San Marino e l’immancabile Svizzera
E ciò in piena crisi con i finanziamenti che non arrivano più alle Pmi e milioni di contribuenti costretti a dolorosi sacrifici per tappare i buchi delle casse pubbliche!
E poi la Lagarde del Fm si scaglia veementemente contro il popolo greco accusato di “non pagare le tasse!? E sbraita che i bambini greci non meritano compassione perché la colpa è dei loro genitori che "sono vissuti sopra le loro possibilità non pagando tasse!?? E le multinazionali allora?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.07.15 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I maggiori clienti delle banche sono i Private Banker, persone che hanno
enormi capitali liquidi, le banche si affannano a dare interessi per non
perdere questi clienti con i loro capitali, quindi le banche comprano
debito pubblico, gli stati aumentano le tasse e le imposte a valori
impossibili per pagare le banche, insomma chi lavora non paga più le tasse
per avere servizi e una pensione ma per alimentare tramite le banche semi
fallite i qualche centinaio di migliaio di private banker. BASTA pagare
tasse per rendere ancora più ricchi i private banker, basta regalare
interessi a chi non crea valore aggiunto, i capitali se non investiti
nell'imprenditoria non devono avere rendite a carico della gente comune,
più soldi per tutti a scapito di più inflazione non è un problema,
dimezzare le tasse si può e quindi si può creare lavoro nuovo. Statemi bene

Marco Saggio 06.07.15 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Grecia: Ue in stato d'allerta, Merkel vola da Hollande".


Belli amici: je dai 'fracco de sordi tojendoli a 'i pensionati, 'a la Scuola, a la Sanità, a 'i poveracci, e manco te cacano, Babbeo.... (è pure vero che 'a servitù, nun po' prendere decisioni....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.07.15 07:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendiamo esempio .

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 06.07.15 07:29| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito il MIO/NOSTRO MoVimento cinque stelle vince per la coerenza e onestà intellettuale che la contraddistingue dai partiti tradizionali!Cari lettori di questo blog spero che vi rendiate conto che il movimento,grazie a Beppe Grillo,rappresenta l'avanguardia che lancia l'Italia verso il progresso CIVILE,e all'insegna di"NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO" persegue la "dignità" che ciascuna persona deve avere per essere sempre un paese civile.Il m5s con la "rivoluzione culturale" innata al suo interno vuole cambiare le regole del paese da immonde quali sono state (dal 1960 al 2015)che hanno distrutto la mente umana che non è in grado più di pensare, a regole che pur rigide,sono efficaci perchè indirizzate ad uomini liberi(tutti) raggiugono gli alti gradi di civiltà che il passato ci ha fatto conoscere.Una cosa è certa bisogna conoscere la storia,avere senso critico per scegliere sempre il buono che prospera nell'animo umano,vedi la grecia e la nostra italia cosa è stata dai primordi ad oggi(questo si conosce alle scuole elementari e medie);poi da adulti si partecipa alla POLITICA che è funzione della conoscenza attribuita negli anni scolastici -universitari;ma è una POLITICA senza scopo di lucro volta all'interesse generale e soprattutto umano dove al centro della mente deve primeggiare la trasparenza,la libertà di espressione da condividere con tutti i cittadini,in grado di accoglierli perchè portatori di civiltà del benessere,senza sprechi,senza vani soliloqui,ma principi sani di convivenza civile.Questo è il MOVIMENTO 5 STELLE,siete tutti i benvenuti,non ci vuole niente a essere onesti,basta seguire le avventurose ed entusiasmanti azioni del MOVIMENTO per comprendere che oltre ad essere onesti si diventa consapevolmente liberi di pensare che la vita è bella solo con i traguardi della civiltà di cui la GRECIA(nostra madre) oggi 6 giugno è riuscita vincitrice,e ROMA(padre,madre dei popoli)continuerà perchè la sovranità popolare è la invariante da rispettareW5S!

franco dimasi, anzio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.07.15 07:22| 
 |
Rispondi al commento

Da ATENE RINASCE la democrazia....noi italiani non siamo più abituati a questi ideali e soggiogati dal falso e corrotto!!
molti la vedono come un fallimento....per la democrazia è una RINASCITA

salvatore pirrera 06.07.15 07:18| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/71253357381/photos/a.86463527381.97072.71253357381/10152874500107382/?type=1&theater

ahahahahahah!!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.07.15 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Toc. . . Toc. . .
Riflessione: «ATTENTI »
In Grecia ha vinto il NO!
Prenderanno atto, i poteri economici, della scelta democratica dei cittadini?
Da quello che si è visto, immediatamente dopo il risultato, parrebbe di no.
La cosiddetta elite è scesa subito in campo per difendere il “sistema” e i propri interessi criminalizzando, come loro solito, chiunque cerchi o tenti di metterli in discussione.
Il bombardamento mediatico è ricominciato ed assistiamo/assisteremo alle solite schifose paternali moraliste dove l'obiettivo è quello di colpevolizzare il popolo greco e il loro governo che ha avuto il coraggio di chiedere un parere ai propri cittadini.
Nei giorni precedenti hanno difeso i poteri forti finanziari europei (FMI, BCE), additando, in modo assillante e come unica soluzione, i greci come un popolo che necessita di un tutore.
Negano, mentendo, la realtà che è quella di avere stretto un cappio al collo della popolazione greca (salvando le banche) nel nome di un efficientismo pragmatico con cui speravano di assoggettarla, togliendole sovranità.
Gli Hollande e le Merkel hanno fatto gli interessi economici dei loro poteri forti, banche tedesche e francesi, accaparrandosi alti profitti ed hanno utilizzato la comunità europea per “socializzare” il rischio delle perdite (metodo FIAT).
Quello che è accaduto è significativo: un popolo ha deciso del proprio futuro scegliendo la democrazia, le priorità dei cittadini e la solidarietà.
MA ATTENTI le prove generali di “nuovo ordine mondiale”, l'esperimento ellenico, è per il momento solo rinviato. Nei prossimi giorni assisteremo ad un attacco alla diligenza, verranno chiamati in causa, a giustificazione, i trattati (Maastricht , MES, Lisbona), proprio quelli che ci hanno ridotto in queste condizioni.
Ci siamo lasciati abbindolare con la connivenza di politici dilettanti e venduti.
Eppure le avvisaglie, se fossimo stati più attenti, c'erano.
Nemo ad impossibilia tenetur (nessuno può essere costretto a cose impossibili).

Malger 06.07.15 02:53| 
 |
Rispondi al commento


Dedalo = 61%

MinotEuro = 39%


buona notte figli di TROIKA

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.15 01:43| 
 |
Rispondi al commento


Dedalo = 61%

MinotEuro = 39%


e' buona la merda figli di TROIKA ?

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.07.15 01:41| 
 |
Rispondi al commento

..questi sono articoli..complimenti a chi l'ha scritto..e grazie per le informazioni...

emiliana gambale 06.07.15 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Tutto il Movimento 5 stelle ha tifato Tsipras e tifato per l'OXI, tuttavia le uniche cose in comune con Tsipras, che vuol rimanere nel l'euro, sono il ricorso al referendum, con il popolo che decide, è il rifiuto della politica dell'austerity che ha fatto esplodere il debito privato e impennare i costi dello stato...

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 06.07.15 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Miserabili parlano già di aiuti umanitari è quel che vorrebbero per scoraggiare qualsivoglia futura iniziativa democratica. Sono tali e quali ai dittatori.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.07.15 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Direi che il quesito del referendum è stato incompreso. Tsipras non vuole pagare, non uscire dall'euro. Vuole ancora soldi. Nient'altro.
Il referendum non era da fare in questo caso, doveva decidere il governo.
Hanno inventato la democrazia ma hanno imitato Ponzio Pilato.

Miro Bene, italia Commentatore certificato 06.07.15 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la Grecia non potrebbe entrare nel rublo e farsi pagare da Putin le royalities per far passare i gasdotti sul territorio greco per miliardi di euro? Oppure entrare nel dollaro e fare accordi con gli USA o gli arabi per non far passare i gasdotti di Putin dal suo territorio? E aprire i porti in esclusiva alle navi USA e Arabe che trasportano il petrolio arabo e delle compagnie americane? Oppure entrare nella moneta cinese e fare accordi commerciali con la Cina per l'insediamento delle sue aziende sul territorio greco? Utilizzando la Grecia come piattaforma per l'ex portiere dei prodotti cinesi in Europa?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 06.07.15 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Merkel kaput

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.07.15 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come fanno a far rimanere la Grecia nell'euro? Creando il pericoloso precedente di abbonare e tagliare un terzo dei debiti? Allora l'Italia potrebbe farsi abbonare oltre 700 miliardi di euro? E lo stesso la Spagna o il Portogallo con 1/3 dei loro debiti pubblici?... L'unica soluzione è' far uscire la Grecia dall'euro e dare gli aiuti umanitari alla popolazione greca... Poi far vedere che senza l'euro si fallisce e dare una lezione all'Italia... Ma la Grecia non ha industrie che possano esportare prodotti... Noi si, siamo la seconda manifattura in Europa e se si esce noi cade tutto il castello perché' non solo non ci sarà' nessun italiano disposto a pagare una Mercedes o una bmw 100.000 euro e una WWgolf 50.000 euro... Ma i ns prodotti, se noi usciamo e si torna alla lira o a un euro 2 svalutato, invaderanno tutti i mercati e faranno concorrenza alla prima manifattura europea che è' la Germania ( e anche alle aziende Made in USA)

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 06.07.15 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Andate tuti a prendervi i risparmi che avete in banca e vedete se ci riuscite. EURO SEI SOLO UN FALLIMENTO. LA TUA TIRANNIA STA PER TERMINARE. Krapò tu non sei un socialdemocratico la parola socialdemocratico non sai nemmeno cosa vuol dire.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.07.15 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente la dittatura europea si è beccata questa fantastica sberla dalla Grecia. Fantastico, davvero fantastico. Poi.. avete notato che il renzusconi ha iniziato all`improvviso a fare il vocione verso "Europa", ha ha ha ha ha... chissà cosa afra in mente..

Comunque, CONGRATULAZIONI ALLA GRECIA MADRE DELLA DEMONCRAZIA. Da togliersi davvero il cappello!

Davvero con i coglioni quadrati!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.07.15 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Il M5s ha raccolto 200.000 firme per fare il referendum contro l'euro, per uscire dall'euro.... Tsipras ha promosso il referendum non per uscire dall'euro, ma per non avere più' in Grecia le politiche di austerity che hanno fatto impennare il debito privato e creato 3.000.000 di disoccupati... Ma se gli altri Paesi Europei non accetteranno le proposte di Tsipras, che vuole tagliare il 30 per cento del debito, abbonare oltre 100 miliardi di euro e spalmare i rimanenti 200 miliardi di euro in un prestito ventennale a tassi vicini allo zero... Che farà' Tsipras? Si dimette o propone l'uscita dall'euro?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 05.07.15 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

✩✩✩✩✩

buona notte ai monelli del blog

In Grecia stanotte brilleranno più stelle del solito

speriamo che possano continuare a brillare senza che alcuna tempesta le oscuri

✩✩✩✩✩

old dog 05.07.15 23:55| 
 |
Rispondi al commento

mi vengono in mente gli eroi che anche di fronte al plotone non parlano. Sono con loro però sanno che poi sono morti.
Ora i greci hanno scelto. Mi complimento con loro. Presto vedremo se sono eroi ma forse non avevano capito di aver difronte non certo dei fucili ma degli obblighi.
In ogni caso hanno un presidente del consiglio che invece di decidere ha demandato al popolo. Ottimo dare la parola al popolo ma mi sa di scarica barile. Secondo me doveva decidere lui.

Miro Bene, italia Commentatore certificato 05.07.15 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Voglio lo stesso referendum per tutti i cittadini europei. Se alla Germania l'euro piace se lo tengano pure. Alla gran parte dei popoli europei l'euro è stato imposto con l'aggravante dell'inganno.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E Vaiiiiiiiii !!!!!!
Ti voglio bene Beppe a te e a tutto il popolo greco.

Un abbraccio a tutti gli uomini liberi.

Andrea B., Perugia Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 23:53| 
 |
Rispondi al commento

No oltre il 60 per cento.... Si sotto il 40 per cento... Vittoria schiacciante del No alle politiche di austerity della Troika... Meno male che alla vigilia la stampa diceva che i sondaggi erano alla pari!!!! .... Ma Tsipras non vuole uscire dall'euro... È' un bluff? .... Lui vuole rinegoziare il debito, tagliarne 1/3 circa 100 miliardi di euro e la rimanenza spalmarlo in un prestito ventennale Tassi bassissimi... Come fanno ad accettare gli altri pantera europei? Allora anche l'Italia vuole rinegoziare il debito, anche la Spagna, anche il Portogallo e via dicendo... Lui deve proporre l'uscita dall'euro!!!! Se no è' un bluff...

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 05.07.15 23:51| 
 |
Rispondi al commento

cafferino notturno a 5 stelle greco qui!! :)

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 23:47| 
 |
Rispondi al commento

L'EURO E' UN'ACCORDO MONETARIO VOLUTO DA MOLTA SINISTRA EUROPEA, DA MOLTI IMPRENDITORI, DA TUTTI I POLITICI E BANCHIERI VARI.....SI DIFFUSE LA NOMEA CHE SAREBBE STATO UN'ACCORDO CON MONETA UNICA, PER FACILITARE GLI SCAMBI COMMERCIALI E FAVORIRE GLI ACCORDI TRA STATI....DI FATTO, IN QUESTI 15 ANNI DI EURO ABBIAMO VISTO QUASI FALLIRE MOLTI STATI.....TRA CUI L'ITALIA....ABBIAMO VISTO CRESCERE ECONOMICAMENTE SOLO LA GERMANIA...ANCHE IN SETTORI DOVE MAI ERA STATA FORTE...PROPRIO A DISCAPITO DI QUEI PAESI IN DIFFICOLTA'.......ABBIAMO VISTO CHIUDERE I CONFINI FRANCESI PER NON FAR ENTRARE GLI IMMIGRATI.....ABBIAMO VISTO SCAMBI COMMERCIALI CON MONETA UNICA E FISCALITA' DIVERSE TRA STATO E STATO MEMBRO UE.........ED ILSOLITO MARZIANO CHE ATTERRA OGGI IN ITALIA, SI DOMANDEREBBE : "MA ALLORA CHE CAZZO VI HANNO RACCONTATO FINO AD OGGI???' A COSA SERVE L'ERUO??? E SOPRATTUTTO, A CHI SERVE???? FORSE.....L'EURO E' LA GUERRA FRA RICCHI CHE VOGLIONO MANTENERE LE LORO RICCHEZZE CONTRO I POVERI CHE VORREBBERO VIVERE LA LORO UNICA VITA IN MODO PIU' DIGNITOSO........MAGARI SI POTESSE VOTARE NO ANCHE IN ITALIA........

fabio S., roma Commentatore certificato 05.07.15 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahahahahahahahahaha Merkel e Hollande si incontrano da soli prima di eurogruppo. Si credono i soli padroni d'Europa. Si fate pure i padroni ma del vostro euro fallimento.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 23:46| 
 |
Rispondi al commento

grande Beppe sei l'unica speranza per il popolo italiano

Lucio fire Leonardi, catania Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento ha vinto OXI. Grecia stampati la dracma il prima possibile e guardati ad est che gli strozzini hanno intenzione di darti una sonora lezione per scoraggiare Italia Portogallo e Spagna a fare lo stesso referendum. Dai personaggi della Trojka non c'è proprio nulla di buono da aspettarsi. Lo stanno già facendo intendere che non hanno nessuna intenzione di rispettare l'esito referendario pertanto mollate il prima possibile questo genere di Europa marcia e fallita. Non hanno nessuna intenzione né di ascoltare né di capire già stanno facendo intendere che non saranno disponibili a farvi uscire dall'euro in maniera ordinata.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna Schultz ha appena dichiarato che da domani la Grecia avrà bisogno di aiuti umanitari. La politica dell'austerità accompagnata da quella della paura continua... Domani cosa faranno la bombardiamo la Grecia?

antonino ventura, napoli Commentatore certificato 05.07.15 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sbagliato previsione . Meglio così naturalmente.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 05.07.15 23:26| 
 |
Rispondi al commento

LA DIGNITA' NON HA PREZZO; UNA DIMOSTRAZIONE DI VERA DEMOCRAZIA DA PARTE DELLA GRECIA ! IL POPOLO GRECO "STROZZATO" DA UNA POLITICA EUROPEA UNILATERALE, DOVE I PAESI "FORTI" (poteri forti) DETTANO LEGGE, MENTRE QUELLI PIU' DEBOLI SOCCOMBONO, DOVENDO ADDOSSARE TUTTO SUI CITTADINI !L'ITALIA E' SULLA MEDESIMA FREQUENZA. IN QUALUNQUE PAESE DEMOCRATICO E CIVILE, NON SI PUO' SOLO TAGLIARE E DISTRUGGERE LA SPERANZA ED IL FUTURO DELLA GENTE. TASSARE DUE, TRE GENERAZIONI, NON DANDO ALCUN TIPO DI SPERANZA, BISOGNA ANCHE INVESTIRE, DARE OCCUPAZIONE ; QUESTA NON E' L'EUROPA DEI POPOLI , MA DELLE BANCHE E DEI POTERI FORTI ! ORA, DOMATTINA CHI COMANDA IN EUROPA FARA' UN "SALTO" IN FRANCIA PER CERCARE DI CONVINCERE I FRANCESI A DARE IL COLPO DI GRAZIA ALLA GRECIA ! IL NOSTRO RUOLO IN TUTTO QUESTO QUALE' ? SIAMO SOTTOMESSI A QUANTI STATI ? ORA LA FOLLIA SAREBBE ABBANDONARE LA GRECIA, INOLTRE CON LA CERTEZZA DI FARLA FINIRE NELLE MANI DI SUPER POTENZE ECONOMICHE E GEOPOLITICHE CONCORRENTI. SVEGLIA ......

pietro p., roma Commentatore certificato 05.07.15 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Se accendete ora la TV troverete varie trasmissioni nelle quali i partecipanti agitati si comportano nello stesso modo di quando gli americano sono scesi sulla Luna, parlando della situazione Grecia ed ovviamente dell'€uro che non va più bene, che ci sono un sacco di cose che non funzionano nella struttura Europea, e che è stata creata male e così via...?? Ahhhh.....e fino all'altro giorno andava tutto bene e l'€uro era tutto a posto e non c'erano problemi , che bravi a raccontare balle (sto parlando ovviamente di tutti i politici che parlano ora in diretta alle TV). Fino all'altro giorno le cose andavano sempre bene e stavano tutti zitti per il loro comodi, casomai mettendo centinaia di ostacoli al M5S su quello che ha tentato di fare, ed ora hanno cominciato ad interpretare la parte delle persone seriamente preoccupate; Scusatemi ..ma con chi abbiamo a che fare, con dei politici o con dei attori a Roma alle TV ? spiegatemelo bene dato che ci stanno portando ai confini della realtà con i loro discorsi solo per incollarsi ancora meglio nelle loro poltrone.

giovanni.p(vicenza) 05.07.15 22:59| 
 |
Rispondi al commento

NON C'E' UN CAXXO DA FESTEGGIA', C'E' SOLO DA PREDERE ESEMPIO!

Buona notte.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 22:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Bello finire sul Vostro sito ma sarebbe ancora più bello se il lavoro degli altri oltre ad essere copiato fosse citato. http://icebergfinanza.finanza.com/


"Che poi citare le fonti è cosa elegante, costa poco,avvalora le tesi e non è difficile...." (Cit.)Vladimiro Giacché

Che dici lo diciamo che è pari pari un lavoro copiato da a/simmetrie scritto da Giacché??

Bernardo 05.07.15 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Atesso grandi mangiatori di crauti detti krucchi,avere da pagarre debito greci...quindi avere diminuzione pensioni e stipendi e aumento tasse!
Jaaaaaa!!!
Crande culona...crattarsi chiappe!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 05.07.15 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma se, come succede in quegli enti chiamati consorzi fidi, si instaurasse anche in europa un meccanismo compensativo della quota interessi sul debito, si potrebbero evitare tre cose. L'incidenza pesantissima del meccanismo europeo di stabilità sui singoli stati, il soffocamento delle nazioni debitrici, l'arricchimento intollerabile di chi specula sul debito oneroso. Mi sembra così banale che non ci sarebbe neanche bisogno di scriverlo. Ma forse a qualcuno che prende le decisioni non conviene.

Roberto Montaldo 05.07.15 22:32| 
 |
Rispondi al commento

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande hanno chiesto la convocazione di un vertice dell’Eurozona per martedì prossimo. Lo riferisce Bloomberg.
Teoooo amore non ti hanno invitato?,ma come si permettono! azzo.... non siamo la terza potenza economica che ha investito nel MES 123 miliardi?
Teo perchè non ti incazzi..eppure a sentire i tuoi discorsi siamo molto apprezzati in europa.
Mah!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 05.07.15 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La partecipazione raggiunge
il 60% degli elettori, che
però includeva i circa 2,5
milioni di espatriati, che
non hanno partecipato al
referendum. Così, il tasso di
partecipazione reale è molto
superiore...

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=2&hl=it&ie=UTF8&nv=1&prev=_t&rurl=translate.google.com&sl=auto&tl=it&u=http://www.ethnos.gr/article.asp%3Fcatid%3D22767%26subid%3D2%26pubid%3D64213531&usg=ALkJrhiaEmsIfnZL3mGJWhMkEUuXTaNNEQ

undefined 05.07.15 22:29| 
 |
Rispondi al commento

W il coraggioso popolo greco e noi ........
???????.teniamoci stretti alla Troicano .

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 05.07.15 22:25| 
 |
Rispondi al commento


Sono felice di essere in Piazza Syntagma, che significa Costituzione, in un giorno storico per il popolo dei greci che tornano a dare a tutti una lezione di democrazia e impegno civico.

Dalla cittadina Portavoce in Senato

Enza Blundo

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xaf1/v/t1.0-9/11541936_1158690617477942_6103109973282067498_n.jpg?oh=c9767af39727d981fd967524c8c89dc2&oe=565C1AE1

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: Il M5S non è nè di destra nè di sinistra. Condivido lo strumento del referendum. Non ha mai nominato Si' o NO.

Miro Bene, italia Commentatore certificato 05.07.15 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non aver paura a dire che noi abbiamo una Costituzione di merda!

gianfranco chiarello 05.07.15 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Qui ad Atene facciamo cosi.....
Leonida, Temistocle.... DOCET

alfonso baroni (rrrbr) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.07.15 22:02| 
 |
Rispondi al commento

L'unico liberista buono è un liberista morto.

Mario Genovesi 05.07.15 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Doveva essere l'Europa dei popoli e ci ritroviamo in un Europa delle banche e dei politici.Con tutto il PIL europeo i nostri popoli dovrebbero vivere in una condizione di prosperità e stabilità economica, investendo molto di più sul sociale e sul problema immigrati. Pensate solo che 3/4 di Mondo sono poveri e che se decidono di venire tutti qui, addio ad ogni equilibrio sociale.

riccardo t., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Grande Tsipras.
A la guerre (economique) comme a la guerre.
Come diceva Machiavelli, la vittoria deve esser tale che non tema la vendetta.

Mario Genovesi 05.07.15 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Non è il mondo a dover imparare, ma lo deve fare il popolo italiano, visto che per 70 anni (in troppi) gli hanno voluto far credere, che la nostra Costituzione fosse la più bella del mondo.
Al contrario del popolo greco, che è libero grazie al fatto di essere abituato da sempre ad esercitare la Democrazia Diretta, il nostro popolo è suddito della partitocrazia, per volontà dei padri costituenti.

gianfranco chiarello 05.07.15 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco questo entusiasmo per il no.
Qualcuno ha da avere dei soldi da qualcun altro?
Perchè non mette ai voti tra i debitori se li deve avere di ritorno?
Mi sembra la stessa roba in sostanza.
La democrazia qui non c'entra nulla.
Piuttosto parlerei dell'alleato di Syriza, Kammenos.
Democrazia? O inciucio?

Miro Bene, italia Commentatore certificato 05.07.15 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE CARISSIMO,
QUANDO USCIAMO DALL'EURO?
PRIMA SI ESCE E PRIMA SI CRESCE!
FORZA GRECIA, FORZA M5S!!!


Zampano . Commentatore certificato 05.07.15 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Grillo che fine ha fatto?
Lo vogliono tutti intervistare
Dove è finito?
Si deve stare a sentire le stupidaggini della Bonafè....

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho sbajato 'a previsione: evviva!!!.......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.07.15 21:37| 
 |
Rispondi al commento


matteo: ce lo chiede l'europa..

alexis: chiediamo al popolo...


piccole differenze fanno un primo ministro :)

pabblo 05.07.15 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tocchiamo ferro, che i sondaggi sulla vittoria del OXI siano confermati... (in itaglia la macchina della merda del (indovinate quale partito..?) si sarebbe già messa in moto da un pezzo per falsificare le schede, con alfa....o a certificare la truffa, e opps avrebbe vinto il sì...)
Se fosse confermato che vince il OXI che succede in itaglia?
Titoloni e titoloni sui giornali il lunedì! disinformazione a palla dal martedì alla domenica.. siamo un popolo di pecoroni...

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Lezione di Democrazia.

Mondo impara.

Giovanni Piuma Commentatore certificato 05.07.15 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei trasmettere a tutti la mia profonda soddisfazione per il grande momento democratico del popolo greco. Sto ascoltando tutti i tromboni dei nostri commentatori politici e non sono patetici. I greci (11 milioni contro 480 milioni degli altri europei) hanno avuto coraggio a condannare i superburocrati europei e le loro tabelline.
Bravi per aver mostrato ancora una volta ai popoli europei, il nostro compreso che la culla della cultura ancora é un grande protagonista della storia millenaria.
Ora aiutiamo i greci a spiegarci come riprenderci la nostra dignità!!!

Raniero Bernardini 05.07.15 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finanza creativa... FOTTITI!

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 21:21| 
 |
Rispondi al commento

i napolitano boys sarannno preoccupati?

macchè... quelli pensano sia un gioco :)

pabblo 05.07.15 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tzypras voleva aumntare le tass del 12% ai cittadini piu' ricchi, l'europa voleva che alzasse l'iva per i generi di prima necssita' (pane etctc.)

stanno usando la crisi per forzar il cambiamento verso un neoliberismo sempre piu' spinto.

carlo 05.07.15 21:13| 
 |
Rispondi al commento

E' nella genetica dell'idiota italiano medio (a "guida del proprio popolo") schierarsi sempre dalla parte sbagliata delle "barricate".
La storia insegna
I e II guerra mondiale ci ricorda nulla, i governanti di allora non si schierarono in entrambi i casi dalla parte sbagliata (sia per le ideologie che per il risultato finale) ????
L'attuale pagliaccio a capo di governo da che parte si e' schierato??????
Si pensa sempre di essere i piu' furbi schierandosi dalla parte di chi "sembra" poter vincere, ma non sempre chi sembra essere il piu' "forte" vince, "caro" bomba.
Beccati questo schiaffo morale da parte degli ellenici ed occhio perche' il prossimo ti arrivera' non dagli "ospiti", ma da chi gioca in casa.

mario 05.07.15 21:12| 
 |
Rispondi al commento

succede anche con normali cittadini privati.

se uno si indebita troppo, per motivi suoi, poteva andar in banca e riconsiderarne gli interessi.

preche' sono quelli ch strozzano.

naturealmente bisogna dare i segnali giusti, cioe' di voler ridare i soldi e mettersi nlla posizion di non fare piu' debiti, cioe' di non continuare piu' come fatto prima.

se c'e' la giusta buona volonta' da una parte e dall'altra se ne puo' uscire.

il problma scondo me e' che l'fmi un tempo faceva il giochetto di prestare i soldi e poi strozzare nei pasei del sud america e africani, con la complicita' di governi corrotti, oggi lo stseso gieochtto sta provando a farlo in europa.

e eil ceavalleo di etroiea eper enetraer in europpa con qeusto sistema malavitoso, corrotto e malsano, devastatore, sono stati i vari paesi detti piigs, cioe' quelli con una forte presenza di politici corrotti.

tra questi, oltre alla grecia, l'italia.

quindi, evviva il no. per spezzare il progetto malsano della grande speculazion internazionale che vuole mangiarsi, dopo america meridionale e africa, anche l'europa.

tzipras vuole ripagare il suo debito, ma non vuole farlo pagare ai cittadini, ma a chi ci ha speculato sopra e l'ha creato, evasori fiscali, corrotti tcetec.

carlo 05.07.15 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Azzzzz!! Tanti greci non potranno + comprare il tv curvo da 50 pollici!!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 05.07.15 21:01| 
 |
Rispondi al commento


ipocrisia allo stato puro?

provate con questa:

dopo il voto greco...

""L’Italia preme: «Ora si cerchi un’intesa»""

sarà un tweet del piccolo tosco?ormai è fuori del tutto non ne indovina più una è fuori sincrono con i tempi...

ps

matte' , o reddito minimo o torni a rignano, fidati ... è così... semplice :)


pabblo 05.07.15 20:59| 
 |
Rispondi al commento

ma non è questione di euro o dracma, qui si parla che il popolo fa la fame porca puttana, i sordi non se magna, non è che ce l'hanno con la troika è che se dovano fare la fame con l'euro tanto vale farla con le rupie indiane, è chiaro il concetto dottore?

undefined 05.07.15 20:58| 
 |
Rispondi al commento

TRIPUDIO, GIOIA, SOLIDARIETA'...T R I O N F O ! ! https://www.youtube.com/watch?v=qR1-3gYXsfE

rino lagomarino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto il NO OXi.
Bravi ellenici a dare un cazzotto nei denti ai vari Draghi Trichet Shultz Merkel Renzi e buffoni continuando.
Muoia questa falsa Europa dei Banksters e dei loro lecchini come i nostri Mario & Renzotto.
E' morta l'Europa, viva l'Europa.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:53| 
 |
Rispondi al commento

E' praticamente un coro di alleluia per la "vittoria" di OXI.
Io, pur non piacendomi, ne prendo atto.
Ma qualcuno propone una soluzione?
Io l'avrei: debito greco = 0. Un regalo, tanto non li restituiranno mai.
Però mai più un centesimo, per nessuna ragione. E se mettono sul mercato i loro bot o che altro cavolo vogliono chi li compra si arrangi e se lo decidesse un nostro politico dovrebbe garantire personalmente.

Miro Bene, italia Commentatore certificato 05.07.15 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da risultato del Referendum greco, emerge una sola via da percorrere.
Visto che non ci sono più i presupposti per arrivare agli Stati Uniti d'Europa (i Paesi più ricchi, oggi non hanno più interesse a condividere il debito pubblico dei Paesi più poveri), dobbiamo far implodere subito questa fasulla Comunità Europea, insieme alla sua disastrosa moneta.
Qualsiasi altra ipotesi di mediazione, finirà per danneggiare ulteriormente solo i cittadini del Sud Europa.

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

gianfranco chiarello 05.07.15 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile un post dal titolo:

COME TI SMONTO TUTTE LE BALLE RACCONTATE DAL PREMIER

... e giù un elenco

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Azzzzz!! Tanti greci non potranno + comprare l'iPhone 6!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 05.07.15 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Pure D'Alema l'ha capito...

http://video.repubblica.it/economia-e-finanza/d-alema-gli-aiuti-alla-grecia-sono-andati-alle-banche-tedesche-e-il-video-diventa-virale/206213/205319?ref=fbpr

Giovanni V. 05.07.15 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Un GRAZIE! grande come una casa al popolo greco per il cartone in faccia appioppato oggi a quel gran figlio di Troika massone internazionale che risponde al nome di Mario Draghi.

Per capirci il super-Mario (ma de che???) di cui ci parlano sempre in termini entusiastici i media di regime.

Il popolo greco ha dimostrato coraggio e determinazione e si è posto come avanguardia per la liberazione dalla dittatura dei banchieri e delle multinazionali nascosta dietro ai falsi buoni propositi dell'Unione Europea.

Quindici lunghi anni di sacrifici, disoccupazione, precariato ed austerità hanno aperto gli occhi anche dei più ingenui.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito le analisi di Bagnai non lasciano spazio per repliche sensate e in questo caso appare evidente tutta la disinformazione che i media ci hanno propinato (a noi e a tutti gli altri europei):
spocchioso, rompiscatole e saccente (e con comprensione politica assai limitata) ma sempre un drago quando porta i FATTI macroeconomici.

OXI OXI OXI

Attenzione a non mettere il carro davanti ai buoi:
Tsipras ha dichiarato che anche con la vittoria del no continueranno le trattative con la trojka quindi speriamo che non sia un referendum all'italiana (tipo quello sui finanziamenti pubblici ai partiti che usciti dalla porta sono tornati dalla finestra).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:38| 
 |
Rispondi al commento

La Frignero avrà la fedina penale pulita?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 20:33| 
 |
Rispondi al commento

I diagrammi dovrebbero dimostrare che la Grecia è a posto con la spesa pubblica ecc. ecc. ?
E allora dov'era il problema?
Va tutto bene madama la marchesa!
Ha vinto OXI. Bene. E domani? Riaprono i bancomat?
Ottimo. E i soldi per le pensioni e stipendi?
Sotto l'arcobaleno?
Io sono terra terra, lo so. Ma i soldi dove li troveranno?
E la domanda che più mi interessa: dove sono finiti quelli già dati?
Io abbonerei tutti i debiti della Grecia. Morta là. A quel punto risorgerebbe.
O si dovrebbe dargliene ancora?

Miro Bene, italia Commentatore certificato 05.07.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Chi paga i debiti....gli operai della Volkswagen ?

Facile fare i furbi mettinculo con i soldi degli operai del Nord Europa.

klaus k. Commentatore certificato 05.07.15 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

solo per informazione(?) :)

rai news sta intervistando davide serra, sul voto greco... pensa tu :)

quando il tosco tornerà a casa non sarà mai troppo tardi

povera italia...

pabblo 05.07.15 20:28| 
 |
Rispondi al commento

il no secondo me ha vinto nonostante la martellante propaganda per il sì.
In Itaglia avrebbe stravinto il sì, perchè noi siamo un paese con l'informazione semi-libera, e avrebbero terrorizzato i cittadini da vespa e dalla gruber, e gli itagliani se la sarebbero bevuta e digerita.

fabrizio castellana Commentatore certificato 05.07.15 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Me puzza . Nu o so' me pare strano che a civirta' daa democrazzia a facciano vince . Ce deve esse er piano B pure aa BCE,,, magara jaa dato er bomba

frugantino 05.07.15 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Ora non facciamoci fregare ancora ! Seguiamo i greci sulla via della libertà , cacciamo i tiranni non eletti da nessuno ! Non perdiamo l'occasione unica di riprendere a vivere !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 05.07.15 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il momento per scrivere una nuova costituzione europea
Possiamo farla noi MOVIMENTO 5 STELLE i PODEMOS STIPRAS e tutti coloro che ci stanno
Fate la rivoluzione non la guerra
Durante le rivoluzioni si scrivono le costituzioni

Rosa Anna 05.07.15 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto la Democrazia Diretta!

Il popolo greco, abituato ad esercitare la Democrazia Diretta, è chiaramente più libero rispetto a quello italiano, che invece è servo per Costituzione.

gianfranco chiarello 05.07.15 20:24| 
 |
Rispondi al commento


TSIPRAS bifronte?

http://marcodellaluna.info/sito/2015/06/30/tsipras-bifronte/

Giovanni V. 05.07.15 20:22| 
 |
Rispondi al commento

E QUESTO E' IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO?
SHULZ IN EUROPA REPLICA IL PIDDINO GRASSO IN ITALIA

"The head of the European Parliament, Martin Schulz, told German radio that Greece will have to introduce another currency if the “No” vote wins in Sunday's referendum on an aid-for-reforms deal.

"Is Greece still in the euro after this referendum? That is certainly the case, but if they say 'No' they will have to introduce another currency after the referendum because the euro is not available as a means of payment," Schulz told Germany's Deutschlandfunk radio in an interview broadcast on Sunday and taped on Thursday.

"The moment someone introduces a new currency, they exit the euro zone. Those are the elements that give me some hope that the people will not vote 'No' today.'

What Schulz is saying basically is that if Greece says "No" to Eurogroup bailout proposals, they'll effectively be forced out of the eurozone.

Europe won't give Greece any more money, which it desperately needs, and it will have to come up with a new currency to keep the economy running smoothly.

Schulz's comments are some of the clearest made by a top EU official.

Greece is voting in a referendum today on bailout proposals that include more austerity reforms. Greece's ruling Syriza party has called for Greeks to reject the package, which it says is unfair

- la traduzione nei commenti -

fonte
http://uk.businessinsider.com/greek-referendum-european-parliament-greece-euro-no-vote-currency-2015-7?r=US

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Viva ΣΥΡΙΖΑ ζουν στον ελληνικό λαό W ΔΗΜΟΚΡΑΤΙΑ!

maurizio p. Commentatore certificato 05.07.15 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Con un semplice OXI, adesso in Grecia si respira aria vera di democrazia e di libertà!
OXI, OXI, OXI!
Hai capito cara Merkel?!
Avete capito cari banchieri di sticaxxi?!
Chapeau al popolo Greco!

Luigi Bonardo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:20| 
 |
Rispondi al commento

HA VINTO IL NOOOOOOOOOOO

FANCULO MERKEL E I SUOI USURAI

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 05.07.15 20:19| 
 |
Rispondi al commento

OXI !!!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E LA STORIA SI RIPETE ANCHE DOPO LE ROTTAMAZIONI DI RENZO MATTEI

Emiliano, "governo ombra" da un milione

Non bastava la "compagna" assunta a spese della Regione Puglia. Michele Emiliano, neo governatore Pd, si è inventato un "governo ombra" da circa un milione di euro l'anno
Eccolo lì l'altro «campione» che imbarazza Matteo Renzi. Legittimato dai pugliesi con oltre il 50% dei consensi, Emiliano, ha iniziato il nuovo corso puntando più sugli amici che sulla spesa.
Innanzitutto, non appena proclamato, il suo primo atto di governo è stato l'assunzione di Elena Laterza, storica portavoce fin dai tempi in cui Emiliano era sindaco di Bari, divenuta poi compagna nella vita. «La mia scelta - si giustifica come può lo sceriffo di Puglia - non è dunque motivata da ragioni private, bensì esclusivamente professionali». Come se non bastasse, Emiliano è andato avanti tutta. Con un blitz, il 29 giugno, ha emanato un decreto che ridisegna «l'organizzazione del Gabinetto del presidente». In pratica, ha creato un duplicato della sua stessa giunta. Un'operazione, quella di Emiliano, unica nel suo genere, e che impatterà sulle casse della regione Puglia per circa un milione di euro l'anno. Il calcolo è presto fatto: tra stipendi, «retribuzioni di posizione» e «indennità di risultato», ogni assessore ombra guadagnerà circa 100mila euro. La cifra, però, sarà ancora più cospicua per quanto riguarda il capo di gabinetto. Claudio Stefanazzi, esperto di energie rinnovabili, che negli ultimi mesi è stato l'uomo di fiducia di Emiliano nel Salento, scelto dal neo governatore per dirigere la macchina amministrativa, raggranellerà uno stipendio di 120mila euro. Al suo fianco, e si tratta di una figura che con Nichi Vendola non esisteva, ci sarà Pierluigi Ruggiero, già dirigente dell'assessorato al Lavoro, che «coordinerà le attività di segreteria».

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 20:08| 
 |
Rispondi al commento

C'è anche chi ha un'altra visione.

Trappola di Tsipras alla Grecia. Atene resterà schiava di Bruxelles

Il leader greco ha spinto il popolo verso un voto inutile, perché l'euro non è messo in discussione
Innanzitutto è singolare che il referendum si faccia su una proposta avanzata dalla Troika lo scorso 25 giugno e ormai scaduta, basata sulla contestualità della concessione di aiuti con l'avanzamento del programma di riforme. Qualunque sarà l'esito del referendum si dovrà negoziare e firmare un nuovo accordo.
In secondo luogo è stato lo stesso Tsipras, coerentemente con la sua posizione di sempre favorevole all'euro e all'Unione Europea, a giurare fedeltà all'euro: «Mente chi dice che abbiamo piani per una Grexit (ovvero l'uscita della Grecia dall'euro), mente chi sostiene che io abbia pronta la dracma: la democrazia non è un colpo di stato». Insomma per Tsipras l'eventuale abbandono dell'euro e il ritorno alla dracma costituirebbe non un legittimo riscatto della sovranità monetaria ma addirittura un colpo di stato.
In terzo luogo sempre Tsipras ha chiarito che l'esito del referendum sarà ininfluente ai fini del raggiungimento di un accordo. In una lettera inviata ai creditori ha rassicurato che la Grecia «accetterà tutte le condizioni dei creditori che erano sul tavolo con solo alcuni cambiamenti minori». Il suo ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, ha specificato che «qualunque sia l'esito del referendum, lunedì ci sarà un accordo, ne sono completamente e assolutamente certo». Secondo Tsipras il «no» al referendum dovrebbe rafforzare la posizione negoziale del governo greco, che chiede un taglio del 30% del debito e una moratoria di venti anni.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 20:05| 
 |
Rispondi al commento

____________________

se continua cosi....posso dire:

...e vaaaaiii... Grecia!

john buatti 05.07.15 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Ora come colpo di grazia, manca solo che decidano di cambiare le banconote dell'euro, per far si che i greci non possano utilizzare i 50 miliardi di euro in contanti che hanno prelevato e conservati in casa.... poveri a loro.
Spero per loro che alla BCE non venga in mente una tale mossa meschina....

Sebastiano Fazio 05.07.15 20:02| 
 |
Rispondi al commento

La Frignero avrà la casa dotata di impianto di aria condizionata?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aggiornaments

http://tinyurl.com/kajo8ro/news.google.gr

undefined 05.07.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Bg, oggi sono felice i sondaggi danno vincente il no in Grecia spero sia cosi, serva di lezione a questa europa arrogante e presuntuosa fatta di banchieri e borsa alla faccia delle popolazioni.Il presidente greco ha già perso troppo tempo,faceva fallimento non pagava nessuno (noi compresi che eravamo falliti due anni fa e siamo andati a dargli quasi 40 miliardi di EURO chi ca... c'è l'ho ha fatto fare?) esca dall'Euro fa la sua moneta e via per la sua strada cosi faremo anche noi tra non molto.FATEMI VOTARE FUORI DALL'EURO FUORI DALL'EUROPA PADRONI A CASA NOSTRA VIVA L' ITALIA FUORI TUTTI QUESTI MIGRANTI
In quest'Europa la democrazia non conta perchè se un governo votato da un popolo non va bene ai vertici UE fanno di tutto per farlo cadere

Enzo 05.07.15 19:58| 
 |
Rispondi al commento

ot

@ er fruttarolo

https://www.youtube.com/watch?v=sMW7ndgOh0k

ps

cile argentina era premonitore... :)

pabblo 05.07.15 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si vabbè, mò la Grecia è il miglior paese d'europa...

gabriele i., bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ioamolitalia.it/blogs/vivere-senza-l-euro/in-italia-se-dovessimo-%E2%80%9Cstampare%E2%80%9D-moneta-non-ci-sarebbe-inflazione.html

cristiano i. Commentatore certificato 05.07.15 19:56| 
 |
Rispondi al commento

*************** 60 % di NEIN ****************

renato b., padova Commentatore certificato 05.07.15 19:56| 
 |
Rispondi al commento

E ora massima vergogna e disonore per i partiti socialisti europei che hanno lasciata sola la Grecia, quando non le hanno sparato contro!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:52| 
 |
Rispondi al commento

"Si può ignorare la decisione di un governo, ma non la decisione di un popolo!"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras è di sinistra, l'unica sinistra europea, dopo che le altre sinistre sono diventate gatte morte sotto il capitalismo
Tsipras porta avanti la democrazia, l'unica democrazia che oggi riusciamo a vedere nei paesi mediterranei
Tsipras dunque è fortemente odiato dal grande capitalismo occidentale che non vuole oppositori nella sua marcia dittatoriale e predatoria
Mentana: “L’Europa sembra un convento dove mangia solo la Madre Superiora”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Plufff...sparito come neve al sole...poi de sto tempo!
Grazie raga...pulire..dalla cacca!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 05.07.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare se si vuole un informazione supportata da dati bisogna venire qui.. Applausi ai greci.. Che lezione di dignità e democrazia. Forza M5S!!

daniele c., piacenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.07.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento

NAZI ANGELA Sente il bostick della seggiola che con il caldo si sta un po' scollando dal suo culone
(che fu a suo tempo ben descritto dal cavaliere senza pony)

Ma quando parla sa bene cosa dice, quindi dietro a tutto sto teatrino come si gestira' l'olio di ricino? (alias "sta conducendo il suo popolo contro un muro")
perche' occhi turchini nazi e'gemella diversa del colorato, ospite di Expo nutriamo le lobby 2015
..LA MAFIA GLIELA LEGGI IN VOLTO (fisiognomica)

mary dg 05.07.15 19:44| 
 |
Rispondi al commento

oh!, scommettiamo che metteranno in giro voci di brogli per screditare e non riconoscere il referendum?
10 euri

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Hanno votato NEIN !!!

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Shuuulzzzzz Junkerrrrrr...l'avete sentita la sberla?!?!?!
ahahahahahah

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras aveva chiesto solo più tempo e una ristrutturazione del debito per poterlo pagare senza morire prima, ma la risposta della Troika è stata un No assoluto, fanatico e dittatoriale, per quanto lo stesso Fondo monetario abbia riconosciuto più volte di aver sbagliato ricette e di aver posto dktat troppo duri che non si potevano soddisfare e aver riconosciuto anche di non aver previsto affatto (massina ipocrisia) le conseguenze fallimentari di quel che ordinava
E malgrado questo il fronte del SI' ha sparlato e vociato lo stesso !!
E' stata la stessa situazione in cui gli stessi che urlavano che il Pd aveva vinto, sono stati ammutoliti dallo stesso Renzi che riconosceva le proprie perdite

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo vinto !!!!!!

Marco DS 05.07.15 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Io capisco che questa Europa sia ferocemente neoliberista
e che i diktat della Troika siano ferocemente di destra
ma come è stata possibile una resa così vile e meschina della sinistra europea? E' una cosa che fa resuscitare per l'indignazione le moltitudini di uomini veri che sono morti per la democrazia e per la libertà?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è che non vi creda, è chiaro che l'euro è una fregatura e i greci sono stati fregati, ma se mettere le fonti, autorevoli non blog anonimi, da cui reperite le info è più rispettoso verso le finti e uno non può dire che sono informazioni false o di parte.
E' difficile conversare contro europeisti convinti senza info certificate

Matteo Pietri Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Il problema della Grecia, come dell'Italia, della Spagna e del Portogallo è l' EVASIONE e la CORRUZIONE.
In questo articolo http://www.corriere.it/economia/15_luglio_05/rubati-236-miliardi-pil-costo-evasione-corruzione-777e3cf0-22e2-11e5-85fc-cb21ea68cb1f.shtml
è spiegato come sarebbe l' Italia oggi se si fosse combattuta l'evasione e la corruzione in maniera decente.
Anzi, di più, secondo l'aritcolo l'Italia sarebbe una favola se si fossero combattute l'EVASIONE e la CORRUZIONE dal 2002 al 2014...!
Mandiamo a casa i ladri!

bulba p. Commentatore certificato 05.07.15 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se,come spero, ha davvero vinto il NO, sarebbe una lezione al mondo intero, Italia in primis. Mi sento vicino al popolo greco che, rischiando sulla propria pelle, sta dando la direzione giusta ad un'Europa malata. Sono commosso. L'Italia ha tutto da imparare dalla Grecia, purtroppo.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.07.15 19:24| 
 |
Rispondi al commento

pare già certo che abbia vinto il NO!!!è il primo vero vaffanculo alla troika!!!!poi ne seguiranno altri e sarà bello associarci tutti!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON C'E' TSIPRAS PER GATTI!

Al di la di quanti c'attacheranno il cappello, sarà una decisione del popolo greco.

Se si votasse in Italia sulle riforme, col caxxo che passerebbero!

Quello che ha fatto Tsipras deve essere d'esempio per tutta l'Europa in merito alle decisioni di Troika e soci!

Da sempre col M5S sosteniamo di dare voce alla gente attraverso gli strumenti referendari, dovremmo usarli meglio anche noi questi strumenti democratici.

IN EUROPA OGNI STATO DEVE FARE COME LA GRECIA,
BASTA CON QUESTA BCE, BASTA CON QUESTA CLASSE POLITICA DI SERVI MANIGOLDI E LECCACXLO!

SE SEMO ROTTI ER CAXXO!

Arrivederci e grazie, graziella e grazie al C"OXI".

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notevole il fatto che in Grecia la campagna per il SI' è stata fatta dagli stessi che governavano prima di Tsipras e hanno portato la Grecia nelle sue condizioni attuali
ma che credibilità potevano avere costoro?


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco vanno a votare Irlanda e Portogallo, la metà degli elettori italiani già non vota per schifo contro gli attuali partiti, il Pd ha perso 8 punti in pochi mesi, il prossimo anno anche l’Inghilterra voterà pro o contro l’euro

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:17| 
 |
Rispondi al commento

La stampa europea è stata talmente falsa da non pubblicare prima del referendum la notizia che il Fondo monetario aveva giudicato che in queste condizioni la Grecia il debito non lo avrebbe potuto pagare mai e che dunque si doveva ridurlo del 30%
Perché questo non è stato fatto?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Permesso?

Il "NO" è avanti di 4 punti (da exitpoll)
fonte tg3.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 05.07.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

51,50 % di no ooooooooo

Rosa Anna 05.07.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

a differenza di quanto vanno dicendo su Tv e Giornali
MI ASPETTO UN 65% DI VOTI PER IL "NO"

una non massiccia partecipazione al voto ovviamente penalizza i "NO" ma, a mio avviso, in misura non superiore al 5%

da questo il mio "range" aggiornato
il NO al 60 o 65%
il SI al 35 o 40%


prossima mossa:
METTERE LA BCE DI FRONTE ALLE PROPRIE RESPONSABILITA' IN ORDINE AL RISPETTO DELL'OBBLIGO DI APPROVVIGIONARE DI DENARO CONTANTE LE BANCHE GRECHE

SU QUESTO RISPETTO DI PATTI INTERNAZIONALI DOVREBBE CHIEDERE AUSILIO AI CITTADINI ED ALLE FORZE POLITICHE EUROPEE CHE CON ESTESE MANIFESTAZIONI DI PIAZZA POTREBBE ESSERE IMPOSTO

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Veramente vergognoso l’apparato mediatico falsificante e calunnioso tutto contro la Grecia e contro Tsipras
La Grecia si è presa qualche soddisfazione: per es. ha chiuso le trasmissioni si ky, accusata di essere troppo di parte
ma in Italia i media di parte erano quasi tutti, andrebbero tutti chiusi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si fossi 'n Greco, pure cò quarche paura, voterei comunque NO (che pè i Greci se dice OXI, che pare "SI", mentre pè dì SI, dicono "NAI" che pare "NO": 'nsomma, 'n casino); rifiutare di lasciare un cappio in eredità ai propri figli, pur nella consapevolezza de gettà er Paese in una situazzione disperata, potrebbe avè l'effetto de riscoprì e rinsaldà 'a solidarietà, de riscoprì 'na coscienza nova de Popolo......che ve posso dì, "Forza Grecia"?? Magari, tra n'annetto, ce starete voi a dìcce "Forza Italia"....( guai a voi, che pè 'na cosa der genere, ve atterro er Partenone cò 'a dinamite.....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.07.15 19:11| 
 |
Rispondi al commento

E BASTA SOLTANTO INFORMARSI IN RETE,PER SMASCHERARE LE "BALLE" SULLA GRECIA,AVANTI COSI' BLOG,AVANTI COSI' 5 STELLE

alvise fossa 05.07.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Normalmente l'Euro e i suoi padroni restano gli stessi e non hanno mollato la presa sui Paesi che vogliono depredare
sostanzialmente si sta svolgendo un aperto processo popolare in tutta l'Europa sulla gestione del Fm e della Bce che non sarà senza conseguenze
qualunque cosa i dittatori delle finanze europee volessero dimostrare, il piccolo Tsipras ha toccato il delicatissimo tasto della democrazia, che per l'Ue è come un orzaiolo nell'occhio del diavolo, e questo non farà che far crescere gli euroscettici
La vittoria dei No è scontata. Affluenza del 65% (per convalidare il referendum occorreva il 44%) La Merkel è già in volo per accordarsi con Hollande.
Ovviamente i No vengono soprattutto dalla parte giovane del paese, tra i 18 e i 34 anni, in mezzo c'è parte e parte, i SI' vincono sopra i 55 anni, nella parte più conservatrice e retrograda del Paese.
Non capisco perché gli squadristi dei blog hanno avuto l'ordine di ripetere che Tispras ha voluto il referendum per vigliaccheria, quando lo aveva dichiarato lui stesso nel programma di Salonicco che per i casi più gravi avrebbe chiesto direttamente al popolo, cosa che regolarmente ha fatto, così come ha mantenuto fede a tutto il programma presentato, a netta differenza dei leader nostrani che appena eletti cambiano tutte le carte in tavola

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi rendo conto che sul blog c'è una schiera di cloni che sono pagati per ripetere ossessivamente alcune dichiarazioni che sono ordinate loro al mattino, ma alcune di queste sono proprio demenziali
Le pensioni, per esempio. Si continua insistentemente a parlare di baby pensioni quando l'età media con cui si va in pensione in Grecia è 61 anni (per legge si arriverà a 65 e l'Europa chiede 67), ma la media di 61 anni è nettamente inferiore alla media delle pensioni italiani e totalmente inferiore a quelle tedesche
Perché dunque ripetere a manetta questa balla?
Mi fa piacere sapere che Tsipras ha rifiutato il Jobs Act per la Grecia, quello che il Pd nostrano ha votato all'unanimità "senza se e senza ma", dimostrando di mettere sotto i tacchi i diritti dei lavoratori
Per quelli che insistono a dire che i creditori si devono pagare a basta, ricordo che Tsipras non vuole smettere di pagare i debiti della Grecia ma vuole che la Grecia possa sopravvivere anche per pagare i propri debiti ma soprattutto per avere un qualche futuro
E poi il Fm o la Bce possono anche chiedere i miliardi che sono loro dovuti ma non è legittimo che entrino nei particolari di come queste somme devono essere raccolte. Questo rientra nella sovranità di un paese che deve scegliere lui cosa fare. La violazione che la finanza ha fatto della sovranità nazionale e della democrazia è pesantissima e ha mostrato a tutti i cittadini europea un clima di arroganza, intimidazione, sopruso.
Mi sembra molto sciocco poi lamentare come cosa gravissima che nelle banche sia finita la liquidità
E' ovvio che se in un paese qualsiasi si chiede più cash del solito alle banche, questo dopo un po' non ci sarà. Nessuna banca ha denaro in grado di essere liquidato su una richiesta forte da parte dei clienti
ma le banche greche restano solide e il cash lo troveranno
E figuriamoci se non sono solide! Si sono prese il 90% di tutti i soldi che la Bce ha dato alla Grecia
E intanto le pensioni sono state pagate

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SAREBBE STATO MOLTO MEGLIO SE, FRA GLI STATI SOTTOELENCATI, CI FOSSE ANCHE L'ITALIA.

MA CHI CE LO HA FATTO FARE?

A) 10 Stati UE che non hanno l'Euro: 7 non hanno l'euro, ma partecipano a Schengen: 1) Polonia, 2) Cechia, 3) Ungheria, 4) Lituania, 5) Lettonia, 6) Svezia e 7) Danimarca. 3 non hanno né l'euro, né Schengen: 8) Regno Unito (non "Inghilterra"), 9) Bulgaria e 10) Romania;

B) Stati extra-UE che non hanno l'Euro: 11) Svizzera; 12) Liechtenstein; 13) Islanda; 14) Norvegia; 15) Croazia; 16) Serbia; 17) Bosnia-Erzegovina; 18) Macedonia (il nome di tale nazione è contestato); 19) Albania; 20) Moldavia; 21) Ucraina; 22) Bielorussia; 23) Turchia.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.07.15 19:06| 
 |
Rispondi al commento

x F.F..AmoR (cantina 12,47)
vabbè, forse sono un po’ tigna, però mi fa piacere se si riesce a dialogare con toni pacati, rispettosi e possibilmente in modo costruttivo.

Tu dici “Il movimento è giovane e composto da italiani, molte cose che furono proposte sono indubbiamente –incredibili- per un paese come questo”
Io ti rispondo che -proprio perché- vedo “dove siamo e in che paese viviamo” –credo- sia necessario un Movimento, composto da persone il più possibile oneste, trasparenti e coerenti
che diano ESEMPIO di un percorso rivoluzionario, proprio in quanto onesto, trasparente e coerente.

La perfezione ovviamente non è richiesta a nessuno, nè a questa generazione nè alle prossime,
ma -proprio perchè- ora “tanti leggono qui”,
se il m5s non riesce QUI, ORA a -mettere in chiaro- un ESEMPIO di questo tipo di percorso,
prima di tutto culturale,
adeguandosi invece al modus dicendi et operandi dello status quo, fatto di -sotterfugi politichesi- del dico e non dico,
allora ritengo che, oggi domani o dopodomani, forse prenderà voti come un partito qualsiasi e come tale, riuscirà al massimo a spruzzare un po’ di profumo sulla cacca.

Ciao ^-^

casalinga voghera Commentatore certificato 05.07.15 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Correggetemi se sbaglio ma la favoletta creata ad hoc appunto non è che nasconde il fatto che i debitori della Grecia razziando e mettendo in croce il paese se lo comprano a prezzo di realizzo?

Squinzi l'altro ieri ha detto, anche poco velatamente, che forze straniere attraverso la cattiva magistratura e i " peggiori politici del pianeta" aggiungo io, rendono impossibile fare impresa nel nostro paese con conseguente riscrescita forte.

E Squinzi non è la cgil e non è il movimento, anzi il job-act gli va più che bene se non sbaglio.

renato b., padova Commentatore certificato 05.07.15 18:54| 
 |
Rispondi al commento

ot

vorrei dare un consiglio aggratis, quindi nessuno sarà interessato, ma comunque ...il toner e gratis ..quindi...un consiglio dicevo... se proprio volete guardare la tivvù quando parla un piddino togliete almeno l'audio il vostro cervello ve ne sarà grato :)

pabblo 05.07.15 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Con quale coraggio media, economisti e governanti continuano a sostenere questa “Unione Europea” che si accanisce contro i cittadini, non si sa. Come si può sopportare l’ingerenza, la sopraffazione e la sottomissione ad una entità straniera, che ci ha privati della sovranità politica, economica e decisionale fino a trasformare i capi di Stato in alunni, privandoli anche della dignità? Com’è possibile non capire che siamo difronte ad una dittatura finanziaria? Dopo aver visto fin dove può arrivare un dittatore (Hitler, Stalin, Pol Pot, Kim Jong-un, Saddam, Milosevic, eccetera), come si può condividere una dittatura globale? Perché questa è una dittatura del capitalismo degenerato, sfrenato, insensato e senza controllo, che si sta ingoiando intere nazioni.
Come possono giornalisti ingannare e mistificare la realtà, tradendo non solo la professione ma anche la propria coscienza? Sono impazziti anche loro o vengono pagati per distruggere l’Europa? Non si spiega altrimenti come si possa non vedere la dissoluzione della civiltà e dell’economia. Non si spiega come si possa non vedere la cancellazione della Democrazia.
Le nazioni si impoveriscono mentre costoro si arricchiscono al punto, da non riuscire più a calcolare l’incredibile ammontare delle ricchezze. Sono proprio i governanti contro i cittadini che si sono visti espropriare di ogni diritto e dovrebbero continuare a farsi massacrare per far piacere ai servi della stampa, dell’economia e dei governi che li hanno venduti?
Oggi a pagare lo scotto più doloroso è la Grecia che ha insegnato al mondo la civiltà, l’educazione, l’arte, la giustizia, cose che questa “unione” si è messa sotto i piedi, mentre i suoi sostenitori continuano a fare terrorismo mediatico, prospettando l’apocalisse del popolo greco se dovesse vincere il no al referendum. Ma come si può accettare che tutte le ricchezze debbano finire nelle mani di questi criminali, che non sanno neppure che farsene, mentre
(continua nei sotto commenti)


Certo,a stampa e i midia in generale e loro corpe cell'hanno,ma nun sono i soli...riguardo ai luoghi comuni eh...

https://www.youtube.com/watch?v=WDI8MqN4YjE

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.07.15 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Un troll, nel gergo di internet e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l'obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.
Love ❤❤❤❤❤

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 05.07.15 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Salvo errori e omissioni alle ore 19 di oggi (7 p.m.) si chiudono le urne del referendum in Grecia.

Saludos.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 05.07.15 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Dunque la madre dei pdioti è sempre incinta, su mediaset news mezzora fa c'era il pdiota rappresentante che oltre richiedere una vittoria schiacciante dei NO in grecia, giustamente un partito superdemocratico come il suo vuole un 80% non si accontenta del misero 50+1 che vale nel resto del mondo democratico.

Poi suggeriva dubbi sulla validità della consultazione perchè:

- è stata decisa e approvata molto in fretta, solo pochi giorni fa, ma come funziona sta Grecia, non si dovrà più usare il termine "alle calende greche" per dire alla lunga, cioè mai.

- anche sui primi exit pool e sulle proiezioni poi, così veloci solo 1 ora, dopo la chiusura dei seggi, non va bene, non va per niente bene si doveva probabilmente a suo parere votare in 2 gg. come in sicilia (anche per posizione geografica) e dare lentamente i risultati solo dopo 3 giorni, possibilmente col metodo democristiano, più perdi più tardi dai i risultati definitivi.

renato b., padova Commentatore certificato 05.07.15 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Questo esaustivo post conferma , se ce ne fosse bisogno , che la favoletta della Grecia scialaquona non regge . L'alta finanza mondiale ha spolpato l'osso greco e si accinge a terminare l'opera con gli altri Paesi sudeuropei , Italia in testa . Attraverso i governi prostituiti e costituiti illegalmente tiene le zanne ben serrate sulla nostra carne e non mollerà facilmente . Il buon Renzi ci rassicura troppe volte di non aver paura , perchè ? La paura l'hanno loro , lui e i figli di Troika, che potremmo essere contagiati dal vento di libertà che percorre la Grecia ! Vincerà il no e , se dovesse essere il contrario sarà solo per i grandi brogli che sono ormai frequentemente usati da chi vuole comandare il mondo a tutti i costi ! Solo i ricchi o benestanti greci voteranno per il si ma , come da noi , sono pochi !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 05.07.15 18:44| 
 |
Rispondi al commento

ma che crisi dell' euro crisi della grecia, qui è tutta una crisi, tutto, non si salva nulla. E' meglio uscire dall' euro o è meglio restare? E' uguale, non cambierà nulla, è un casino nell' euro e un casino fuori dall' euro, bisogna cambiare rotta, è tutto in crisi dalla musica alla religione, dalla letteratura all' economia, non c'è via d'uscita bisogna cambiare o non ne usciremo vivi.


Mi domando come un cervello, anche leggermente al di sotto della media, possa ancora credere a quello che raccontano i "giornalisti".

giorgio peruffo Commentatore certificato 05.07.15 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡HOLA egregio Blok✰✰✰✰✰... paziente!!!

Quando il tempo è galantuomo!

"Se obiettivamente l'ultima spiaggia per risolvere la questione Grecia sarà il referendum trovo che sia la più ragionevole".
Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 27.06.2015 ore 15:47

PIù TARDI:

Beppe Grillo - Fiaccolata ad Ostia - 27.06.2015:
"Avevo dei dubbi su Tsipras - ha detto Grillo - invece quell'uomo si sta comportando in maniera straordinaria, portando al popolo greco l'ultima parola".

Saludos!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 05.07.15 18:35| 
 |
Rispondi al commento


ot

@ bagnai esimio professore

""Ora, si dà il caso che i salari siano la remunerazione della maggioranza, e quindi in democrazia questo sistema non potrebbe reggere. Si provvede allora in due modi:

1) impedendo al dissenso di esprimersi, con leggi elettorali adeguate (vedi alla voce: Italicum)
2) sedando il dissenso con una mancetta (vedi alla voce: reddito della gleba).""

sarà anche un professore ma mi sembra che dicendo queste parole lei dimostra di non capire poi tutto :)


la manderei a f...irenze ma magari già abita li :)

pabblo 05.07.15 18:33| 
 |
Rispondi al commento

DATI INCONFUTABILI

L'Europa dei Plutocrati che il cambio di scenario internazionale HA MESSO FINALMENTE A NUDO ora tocca ai popoli vessati DI NON CONSENTIRE più diversivi e BLUFF AI GRANDI AFFAMATORI TRASCINANDOLI DI PESO IN UNA BATTAGLIA CAMPALE, L'UNICO TIPO DI BATTAGLIA CHE I PRIVILEGIATI NON SI POSSONO PERMETTERE


W IL M5S

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 18:20| 
 |
Rispondi al commento

per i tifosi di bagnai

http://www.forbes.com/sites/danbigman/2015/07/01/greek-debt-crisis-dont-blame-laziness-greeks-work-longest-hours-in-europe-far-more-than-french-or-germans/

:)

pabblo 05.07.15 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per capire che cos'è realmente il debito pubblico di uno stato basti pensare a due casi esemplari.il primo è quello degli stati uniti il cui debito aumenta costantemente e in maniera esponenziale ma i mercati non ne sono per niente preoccupati,tutt'altro,perchè gli americani con questo debito finanziano la loro insaziabile fame di consumatori onnivori.il secondo esempio è la grecia dove,invece,il forte debito pubblico viene preso a pretesto per imporre al paese riforme ultraliberiste e antisociali.il dato comune alle due situazioni è che in tutti e due i casi a nessuno importa realmente che il debito venga restituito ma quello che conta è l'uso politico ideologico che viene fatto del debito stesso.il paradosso è che,nel caso degli stati uniti,è il paese indebitato a tenere in pugno i creditori minacciando di far crollare i consumi se calano i finanziamenti mentre nel caso della grecia sono i creditori a ricattare il paese debitore <o fai le riforme che ti chiediamo o non vedrai più un soldo.

giannivannini 05.07.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Molti sostengono che alla grecia sono stati prestati soldi e quindi è giusto li restituisca.
Ma non è proprio così.
Non è come un prestito normale fra conoscenti.

La Grecia emetteva debito a tassi (per lo spread) altissimi per compensare il rischio default, e gli speculatori che hanno comprato lo hanno fatto scommettendo sulla tenuta della Grecia.
Ora la Grecia non tiene e loro hanno perso la scommessa (soprattutto banche francesi e tedesche), per quale motivo gli stati si sono comprati il debito greco per salvare le banche private?
Avevano scommesso in finanza, e avevano perso, ma ora dicono che non è giusto ...
Pretendono di non avere perdite in pratica, ma allora bastava comprare titoli di stati più solidi.
Solo che così avrebbero ricevuto tassi moooolto più bassi.
Capito il giochino?

Evidentemente la finanza ormai è come il calcio, dove chi deve vincere vince sempre, e se non riesce col gioco, trova altri sistemi, ingiusti ed illegali, e poi in tv a fare le vittime, così i telecittadini non capiscono.

fabrizio castellana Commentatore certificato 05.07.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento

""Merkel: Tsipras li manda contro un muro""

angela,hai toppato...ti sei allargata un po' troppo mi pare...

mettiti a dieta... yogurt da mane a sera...greco naturalmente

:)

a brussel e dintorni sono preoccupati...fallirà il loro piano?

pabblo 05.07.15 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono un vostro convinto elettore ma oggi mi vergogno per voi. Perchè non citate le fonti dei grafici che avete pubblicato?

Perchè non riconoscete a Bagnai e gli altri - con ONESTÀ - quello che MERITANO? Hanno aperto gli occhi a molte persone (inclusi portavoce dei 5 stelle e componenti della comunicazione, secondo me).

Secondo me siete ancora in tmepo per scusarvi della gaffe e aggiungere una postilla al post

Andrea Tumminelli 05.07.15 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Molti grafici sembrano presi da qui : http://goofynomics.blogspot.it/2015/01/cosa-sapete-della-grecia-fact-checking.html?m=1
Non si usa più citare le fonti?


NEgli ultimi 20 anni, come sono stati i deficit pubblici della Grecia?
Alti, molto alti, TROPPO ALTI.
Allucinantemente più alti di tutti gli altri paesi, altro che 3% ...

Riportateli, per favore, se ci tenete davvero alla verità ...

Se non siete uguali a tutti gli altri:
cercate solo in consenso nel breve periodo.

Torniamo ai deficit:
deficit negli anni diventano debito (più alti sono i deficit e più diventa probabile che il debito risultante divenga insostenibile, soprattutto se l'economia non cresce abbastanza - come nel caso greco, dove burocrazia e corruzione la fanno da padroni - vi viene in mente qualcosa?)

E chi l'ha detto che fossero troppo alti, questi deficit?
Il mercato (in cui nessuno di voi pare credere, peccato), quando a un certo punto la Grecia non è più riuscita a finanziarsi sul mercato, e ha chiesto aiuto che ha avuto dagli organismi internazionali.
A un tasso di interesse del 2% (mentre noi pagavamo il 5%, in media).

E ora, i Greci, non vorrebbero neanche restituire questi interessi ...

Dimenticavo:
è vero, le banche francesi e tedesche sono state "salvate" ma hanno comunque avuto un bel taglio del 60% (più o meno) ...
Altrimenti Angela non avrebbe potuto far passare gli aiuti al Bundestag ...
da quelle parti i soldi pubblici DEVONO essere spesi bene ...

Marco M. 05.07.15 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema e' vero e reale : l'Euro contiene un "difetto di fabbrica" e lo possiamo dimostrare matematicamente.
Aggiungo che, ho trovato l'ipotesi per due ulteriori fenomeni che non sono stati mai commentati da nessuno al

riguardo della diminuzione della velocita' di circolazione della moneta e del moltiplicatore della spesa pubblica

che non funziona piu' .

Il punto gia' identificato da Kaldor (1971) e mai smentito da nessuno e' il seguente:
gli aggiustamenti della bilancia dei pagamenti non potendo avvenire sul cambio vanno a finire in altre grandezze

economiche che , complessivamente, impoveriscono l'area economica a cui la bilancia dei pagamenti in questione si

riferisce.

Io aggiungo: ritengo di poter dimostrare che tale impoverimento diviene "permanente" e non in modo "ad

aggiustamento temporaneo/dinamico" come in una ipotesi Keynesiana normale .
Il grafico per l'italia e' qui:
http://kushnirs.org/macroeconomics/export/export_italy.html#exim

Il problema e' complicato/spalmato dalle decisioni di compensazione della BCE attraverso il governo della moneta

e del cambio col dollaro ma tali compensazioni lavorano dal lato della massa monetaria e non dal lato

dell'economia reale , traduzione: avere uno aumento di un titolo di debito da 1 miliardo di euro non e' la stessa

cosa di avere 1 miliardo di euro in caffe' spesi al bar: varia la velocita' di circolazione della moneta .

Le compensazioni attuate attraverso la spesa in opere pubbliche co-finanziate dall'europa non hanno funzionato

(es.: residui passivi italiani , incapacita' di spesa nei tempi previsti ecc. ) ed andando fuori tempo non sono

servite allo scopo .

Inoltre in periodo di deflazione la propensione al consumo diviene negativa ed il moltiplicatore della spesa

pubblica non ha effetto .

O in europa si negozia una "tecnicalita' della compensazione" adatta ai paesi del sud o BISOGNA uscire dall'euro.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 05.07.15 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Quando in un Paese si verifica un colpo di Stato chi lo fà ci riesce con la complicità delle principali cariche statali. Ritengo che la stessa cosa sia successa con l'introduzione dell'euro,un vero e propio colpo di stato della Germania a discapito della democrazia e libertà dei Popoli, con la complicità dei politici venduti delle rispettive Nazioni allo Stato Tedesco in cambio di poltrone e stipendi nel grande club del Pappamento Europeo !!, e non importa a codesti traditori della patria se il popolo è alla fame ma l'importante per questi Parassiti devoti alla bandiera blustellata è il loro continuo ingrassarsi alla faccia dei propi connazionali ! oxi tutta la vita !!

Giulio S., Genova Commentatore certificato 05.07.15 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Questo si che è un post da cui imparare.
Internet è ormai stracolmo di Blog, giornali dai titoloni super interessanti...poi quando ci clicchi sopra non c'è scritto un Cavolo. Qui si approfondisce abbastanza e si dicono cose nuove. Peccato si parli troppo di politica rispetto ad una volta (primi anni del blog) ma comunque bello :)
visitate anche il mio blog dove cerco sempre di approfondire con video a professionisti: krisis21.com

alexander casu 05.07.15 17:38| 
 |
Rispondi al commento

la media di trilussa

LA STATISTICA
di Trilussa

Sai ched'è la statistica? È na' cosa
che serve pe fà un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che spósa.

Ma pè me la statistica curiosa
è dove c'entra la percentuale,
pè via che, lì,la media è sempre eguale
puro co' la persona bisognosa.

Me spiego: da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che te tocca un pollo all'anno:

e, se nun entra nelle spese tue,
t'entra ne la statistica lo stesso
perch'è c'è un antro che ne magna due.


c'è modo e modo di spendere i soldi pubblici

ITALIA E GRECIA
NON SANNO FARLO

corruzione burocrazia nepotismo
fanno perdere il denaro pubblico in mille rivoli

gli interessi sul debito
sono un problema ma non IL problema
gli interessi lordi sono max al 2% assoluto quando con la lira viaggiavano anche a due cifre !!

voglio la Merkel a palazzo Chigi

mi sa che Di Maio non basta ...

non combinate casini epocali anche voi !!
Altrimenti oltre a prodi dalema berlusconi bossi ,ad hammamet ci finiranno anche il 5 stelle

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 17:38| 
 |
Rispondi al commento

GIULIETTO CHIESA

facebook.com

Sarà questa impresa, privata, multinazionale, a contare i voti greci.

Sarà utile non dimenticare gli utili avvertimenti di Snowden e di Assange. La commistione tra NSA e Goldman Sachs è un preparato esplosivo più potente della thermite.


C'è solo da augurarsi che il governo della Grecia abbia preso le necessarie contromisure. Se fu possibile mettere alla presidenza degli USA, un fantoccio come George Bush Junior, falsificando il voto della Florida, nel 2000, si può immaginare cosa stanno facendo gli stessi gnomi malefici in queste ore, alle spalle dei popoli europei e di quello greco.

Ci sono momenti in cui si decidono i destini dei molti. Questo è uno di quelli.

Non credo che sarà facile falsificare. E' possibile, ma non inevitabile. Soprattutto sarà possibile se lo scarto tra i no e i sì sarà piccolo. Fosse grande sarebbe molto più difficile. In ogni caso invito tutti a tenere conto che, anche in caso di vittoria del no, per la Grecia, per Syriza, per Tsipras, sarà molto, molto difficile.

PS

La notizia che ho dato è di fonte greca affidabile. Da quanto ho capito il governo precedente aveva stipulato un accordo con Singular Logic. Il referendum è stato deciso in grande fretta, senza riesaminare gl'impegni assunti. Il conteggio richiede l'esistenza di macchinari e tecnologie che non si possono mettere a punto in pochi giorni. Questo, probabilmente, spiega la situazione: l'emergenza. Da questo a pensare che Tsipras sia così sprovveduto da non avere previsto contromisure di sorveglianza, ce ne corre. se ne la revisione degl'impegni assunti. dum all'improvviso non ha dato il tempo di esaminare

Giulietto Chiesa

Fonte: www.facebook.com

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.07.15 17:34| 
 |
Rispondi al commento

όχι
500 a.c. Atene sconfisse l'oligarchia con la democrazia, ci sono voluti 2500 anni perché la storia si ripetesse....

Nadia V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 17:07| 
 |
Rispondi al commento

L'analisi mi trova assolutamente concorde, molti economisti (Bagnai e Giacché tra di essi) dicono da tempo queste cose ed infatti il post mi sembra un po' collage di svariate fonti, il che va bene in termini divulgativi se si riportano argomentazioni coerenti; é comunque buona norma, quando si comunicano dati e si riportano grafici, inserire un collegamento o quantomeno menzionare la sorgente dei medesimi, per trasparenza e per consentire a chi legge di verificarne l'autenticità, il che da ulteriore supporto alla correttezza degli argomenti esposti.
Avanti sul fronte No-Euro

Simone Donati 05.07.15 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un articolo che racconta la verita' e sfata e straccia i luoghi comuni sulla Grecia. Certo il popolo greco non e' immune da colpe ma e' stato raggirato, truffato per decenni da una classe politica famelica e corrotta che ha giocato al gatto e la volpe a danno dei greci. Comunque vada il referendum, adesso parla il popolo. L'Europa DEVE ascoltare.

Da Creta Commentatore certificato 05.07.15 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la cricca internazionale di complici che è riuscita a trovare le "pistole fumant" in Iraq, scatenando un inferno (...tanto loro ci sono di casa...), costato 3, diconsi tre milioni di morti, che ha mentito a livello planetario, sacrificando centinaia di cittadini, con la storia delle torri gemelle...(ecc. ecc. ecc.) pensate che lasci filtrare la verità sulle questioni economiche???...sul loro idolo cornuto? il vitello d'oro biblico? Certo che no. La loro pervicace azione di menzogna è la prova dello spirito immondo con il quale sono in combutta. Spirito satanico. Ripeto: sa-ta-ni-co...Poi se la vogliamo buttare in caciara, come si dice, si può anche parlare di politica, ma andrebbero combattuti prima di tutto perché contro l'Ordine Superiore delle cose degli uomini...di interi popoli...di nazioni antiche...

Massimo Tramonti 05.07.15 16:46| 
 |
Rispondi al commento

non capisco questa paura del ritorno a una moneta nazionale. Quando è nato l' euro nessuno aveva paura, anzi, a leggere i giornali, sembrava che sarebbe stata la fine di tutti i nostri mali. Poi una bella mattina ci siamo svegliati e appena siamo andati a fare la spesa ci siamo accorti che i prezzi erano raddoppiati. In pratica,in una notte, erano stati dimezzati tutti gli stipendi e tutte le pensioni. In altri tempi di fronte a una simile realtà sarebbe scoppiata la rivoluzione (si pensi alla famigerata tassa sul macinato del 1869) invece tutti zitti, tutti buoni, tutti disperati. E adesso c'è qualcuno che presenta scenari apocalittici se la Grecia dovesse tornare alla dracma. Sono sicura che sarà l' esatto contrario anche perché l' inflazione, da che mondo è mondo, favorisce gli indebitati e avere il dominio sulla propria moneta vuol dire poter giocare anche sui mercati internazionali, vuol dire potersi muovere agilmente a seconda della situazione. E poi non dobbiamo dimenticare che la moneta nazionale si stampa in proprio e non ha altro costo che quello della tipografia mentre gli euro (tutti gli euro circolanti) devono essere acquistati al prezzo del denaro.

donatella savasta fiore, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 05.07.15 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Dall'articolo si deduce che la Grcia ha un debito così alto perchè ha dovuto mantenere il resto d'Europa.

Carlo Linneo 05.07.15 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con il fatto che la Grecia viene descritta dai media come un paese che vuole vivere con i prestiti dei paesi europei.
Però, in merito ai dati inseriti in questo articolo, vorrei sapere quali siano le fonti dei grafici perchè non sono riuscito a risalire alla loro provenienza.

G Nirapi 05.07.15 16:37| 
 |
Rispondi al commento

troppo spesso troviamo i media infami,sopratutto in Italia dove,appunto,la libertà di stampa è vicina allo zero!!
ottimo post di informazione questo!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.07.15 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro Di Battista

QUI ATENE

Quello che mi ha davvero sconvolto è stato constatare la differenza totale tra la città che ho trovato e quella che hanno descritto la maggior parte dei mezzi di informazione dopo l'annuncio del referendum.

Se avessi dovuto dare retta a certi articoli o a certi servizi passati in TV mi sarei dovuto portare olio, pasta e parmigiano.

Hanno descritto Atene come una città sull'orlo dell'apocalisse. Intendiamoci, la situazione è drammatica, ma come lo è in Italia. Disoccupazione alle stelle, pensionati che campano con nulla, giovani che fuggono. Come in Italia. Allo stesso tempo non ci sono assalti ai supermercati e seppur in molti bancomat c'è coda (10 persone al massimo) in molti non vi è nessuno. Ho visto troupe televisive in centro città (erano straniere) alla ricerca proprio del bancomat con la fila!

Peccato che nessuna di queste troupe si sia fatta un giro nelle periferie, tra i resti desolanti del capitalismo greco intorno al Pireo, dove un tempo Temistocle salvava gli ateniesi dai persiani e oggi qualcuno ammassa dei vestiti per la povera gente.

L'orrore non si dovrebbe provare di fronte agli andamenti delle borse ma di fronte alla mortalità infantile aumentata in Grecia del 43% grazie all'austerità degli ultimi anni. E più che l'esito di un referendum che chiede finalmente ai cittadini di scegliere si dovrebbe temere una democrazia, quella rappresentativa, dove il cittadino non conta nulla. Non elegge il governo europeo, non elegge il governo italiano, nemmeno elegge dei parlamentari visto che le liste sono bloccate. Non ha voce in capitolo sulle leggi, sul rispetto dei programmi elettorali, sulle scelte economiche degli stati, quelle scelte prese sempre nell'interesse delle banche e non delle popolazioni.

Questo è un mio pensiero da Atene. A riveder le stelle!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.07.15 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Potere senza controllo -La Troika- (Completo) Sottotitoli ITA

https://www.youtube.com/watch?v=aN6msQ8AuMs&feature=youtu.be

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.07.15 16:21| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/tiffy72/videos/1021121341232661/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.07.15 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori