Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I manager di Expo

  • 24

New Twitter Gallery

exp_aa.jpg

"Di cosa ci sia dietro Expo, di quali imprese edili siano state coinvolte e tutto il resto si è detto e scritto mille volte. E probabilmente gli scandali usciranno anche dopo la fine della manifestazione. Intanto, però, leggo dall'Espresso un'altra chicca gustosissima: il manager più pagato dell'Expo ha alle spalle una condanna definitiva per bancarotta fraudolenta, ma non lo aveva dichiarato alla società milanese, che lo ha comunque riconfermato. Galli è stato condannato in tutti i gradi di giudizio per la bancarotta della società Digitalia del gruppo Cameli-Gerolimich. La sentenza è diventata definitiva nel 2005 con il verdetto finale della Cassazione. Nel curriculum presentato a Expo, il manager ha dichiarato di aver lavorato tra il 1987 e il 1992 come «assistente dell'amministratore delegato del gruppo Gerolimich», senza però parlare della condanna. La sentenza definitiva risulta cancellata anche dall'archivio informatico della Cassazione, in data imprecisata, come può accadere su richiesta degli interessati. La condanna del manager è stata però scoperta dall'Autorità anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone, che ha informato la società Expo e segnalato il caso anche alla Procura di Milano. A quel punto il commissario e amministratore delegato di Expo, Giuseppe Sala, ha potuto esaminare la sentenza e, dopo aver chiesto chiarimenti a Galli, ha deciso di riconfermargli la sua fiducia. Così, tanto per gradire...".
Mario M.

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

28 Ago 2015, 14:25 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 24


Tags: cantone, condanna, expo, galli, milano

Commenti

 

se aveva una condanna definitiva per bancarotta fraudolenta, perchè non era in galera? perchè distribuiva curriculum taroccati in giro? perchè ha ancora il diritto di lavorare in cariche così importanti e strapagate? perchè il boss del clan casamonica era a casa sua e non in galera, visto che tutti sapevano chi era?

Ada 30.08.15 11:48| 
 |
Rispondi al commento

La mafia la camorra sono frutto di disagi sociali ad esempio la troppa disoccupazione!la criminalità ê un seme che ha coltivato la politica assente sul territorio credo da sempre!questi invece sono peggio della mafia,questi sono dei bastardi puliti,sono belli fuori e parassiti dentro!un politico corrotto é peggio di un mafioso!!!

claudiog 29.08.15 16:05| 
 |
Rispondi al commento

VOI VI MERAVIGLIATE DELLA DISONESTA' POLITICA E DI CHI NONOSTANTE LA CONDANNA DEFINITIVA RESTA A DIRIGERE UN'ATTIVITA' PUBBLICA GODENDO DI COMPENSI ELEVATISSIMI??
BE IO MI MERAVIGLIO DELLA VOSTRA INGENUITA' E VI RACCONTO PERCHE'.
NEL 1970 SONO STATO ASSUNTO IN UNA COMPAGNIA SSICURATRICE, INSIEME AD ALTRI 4 DIPENDENTI.
UNO DI LORO APPOGGIATO POLITICAMENTE E' STATO PROMOSSO COME CAPO DEL PEWRSONALE. DOPO CIRCA 7 ANNI E' STATO ALLONTANATO DALL'AZIENDA PERCHE' RUBAVA. EBBENE RUBAVA DOVEVA AVER FINITO LA CARRIERA DI DIRIGENTE. MANCO PER IL C...ZO.
POCO DOPO E' STATO ASSUNTO COME PRESIDENTE ALL'UNIRE - ENTE CAVALLI " UN ENTE INUTILE - E ANCHE DA LI E' STATO ALLONTANATO PER IRREGOLARITA'.
E' FINITA??? MANCO PER IL C...ZO.
PREMIATO PER LA SUA CAPACITA' I DELINQUENZA E' STATO NOMINATO CAPO DEL PERSONALE DELL'AMA NELLA QUALE HA FATTO ASSUMERE 840 PEROSONE COMPRESO IL FIGLIO E IL GENERO " COME DIRIGENTI" .
QUESTA E' L'ITALIA AMMINISTRATA E GOVERNATA DALLA MASSIMA DELINQUENZA POLITICA CHE GODE DI ASSURDI PRIVILEGI E STIPENDI DA NABABBI A DANNO DELLA POPOLAZIONE ITALIANA ONESTA CHE NON RIESCE AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE.
A DIMENTICAVO DI INDICARE IL PIDOCCHIO CHE HO AVUTO COME COLLEGA. SI CHIAMA FRANCO PANZIRONI.
ORA E' IN CARCERE A REBIBIA.
E' STRANO IL PANZIRONI ADESSO PENSIONATO GODE DI UNA PENSIONE DI 300.000,00 EURO L'ANNO. DOPO AVER RUBATO AL POPOLO ITALIANO VIENE GRATIFICATO PROFUMATAMENTE.
IL PANZIRONI E' APPARSO IN PRIMA PAGINA DI UN QUOTIDIANO INSIEME A POLETTI" ATTUALE MINISTRO E UN CASAMONICA.
MA GUARDA DA QUALE DELINQUENZA SIAMO GOVERNATI.
CHE VERGOGNA , CHE SCHIFO,MI VEWRGOGNO DI ESSERE ITALIANO.

gian.gutti 29.08.15 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se lo ha saputo l'ESPRESSO lo sapevano tutti di quel giro, uno condannato per BANCAROTTA FRAUDOLENTA ricoprire un incarico di questa portata !!! Poi c'è uno che ha scritto che non bisogna sputare su tutti e su tutto, ma io sputo sui corrotti ed anche sugli incapaci che prendono stipendi milionari senza meritarlo. Ad un povero operaio viene data l'elemosina di 80 famosi euro e a questa gente viene dato un bonus, per avere raggiunto gli obbiettivi, di 20.000 euro !!!! Ma secondo voi un BRAVO non bastava visto che hai fatto il tuo dovere??? WWW M5***** SEMPRE

Carlo A. 29.08.15 07:32| 
 |
Rispondi al commento

http://www.tzetze.it/redazione/2015/08/la_sanita_italiana_era_fra_le_migliori_al_mondo_ora_la_casta_lha_smantellata/index.html

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 29.08.15 03:07| 
 |
Rispondi al commento

In Italia si ha il vizio, senza uno straccio di prova di sputare su tutto e tutti. Evidentemente a molti non va giù che l'EXPO alla faccia dei gufi sia un successo di critica e pubblico. Io ci sono stato cinque volte e conto di tornarci altrettanto. Ho sempre visto tantissima gente e una organizazzione perfetta. Andate a vedere prima di giudicare (e sicuramente ci tornerete).

andrea bossi 28.08.15 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando verra'la vera democrazia??!!

Francesco Carbomnaro 28.08.15 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma no, che mi dite, Sala non sapeva del bancarottiere, forse Cantone non lo sapeva ma forse sì, insomma, una cosa è certa:
all'EXPO serviva un manager esperto in bancarotta fraudolenta; chi può essere più competente di un ideatore diretto? Ecco spiegata anche la retribuzione milionaria!
Cantone, Sala: fate schifo.

Pietro Rotai 28.08.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento

L'altro problema serio è che per le opere del Giubileo han deciso di utilizzare il "metodo Expo", tanto per cambiare...

corrado lauretta 28.08.15 19:57| 
 |
Rispondi al commento

...era perfetto per l incarico ....spero che dopo la chiusura salti il tutto

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.08.15 19:36| 
 |
Rispondi al commento

L'expo della corruzione, l'expo del pd & pdl!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.08.15 18:48| 
 |
Rispondi al commento

pare anche che abbiano aumentato il costo del biglietto d'ingresso season pass a 75 €

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 28.08.15 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche "sala" un corrotto ? O quanto meno così permissivo? Non poteva evitare ? Magari lo sanno in pochi e i media tacciono (come al solito ) !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 28.08.15 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo a che serve denunciare, accertare e indagare se a risultati ottenuti il comportamento di chi deve prendere i provvedimenti è lasciare tutto come sta? Solo a sprecare ancora i soldi dei cittadini!

Giovanna Maria Cucca (maridero), Roma Commentatore certificato 28.08.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si deve più portare il certificato dei carichi pendenti e delle condanne avute, come era necessario in passato?

Rosa 28.08.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'EXPO DELLA CORRUZZIONE

alvise fossa 28.08.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori