Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il presidente dell'ISTAT per il #RedditoDiCittadinanza M5S

  • 17

New Twitter Gallery

alleva_Rdc.jpg

"Siamo ancora lontani da una crescita consolidata, così come da una ripresa solida dell'occupazione". Lo dice in un'intervista al 'Fatto quotidiano' il presidente dell'Istat Giorgio Alleva. Sulla disoccupazione giovanile, osserva il presidente dell'Istat, "i risultati non ci sono stati. Le cose vanno fatte bene, e trovati forse altri strumenti, come per esempio il reddito minimo".

VIDEO L'ISTAT certifica la fattibilità del Reddito di Cittadinanza M5S

Alleva spiega di aver analizzato al proposito la proposta del M5S: "Ridurrebbe di molto la povertà ed è ben congegnato perché proporzionato al reddito e versato al singolo, che così ha autonomia di scelta. Andrebbe però attuato bene per evitare che incentivi il lavoro nero, su cui l'Italia non ha mai fatto vere politiche di contrasto. Costa 14,9 miliardi, ma non è all'ordine del giorno. Così ci priviamo di una misura di welfare adottata in gran parte dei Paesi europei"." tratto da LaPresse - leggi l'articolo completo

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

Per donare tramite bonifico bancario usa questo IBAN: IT27F0200805153000103859867

Per donare tramite Paypal clicca sul bottone:






7 Ago 2015, 12:03 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 17


Tags: Beppe Grillo, Giorgio Alleva, ISTAT, M5S, MoVimento 5 Stelle, reddito di cittadinanza

Commenti

 

"Reddito di cittadinanza":Giorgio, fammi vedete i calcoli.Luigi Chiurazzi Attuario

luigi chiurazzi 10.08.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento

La proposta di legge del M5S, istitutiva del “reddito di cittadinanza” è misura epocale e necessaria, oltre che di ottima fattura.
Dal testo si evince che il raggiungimento della soglia di povertà per un nucleo familiare composto da 4 persone è stabilito in € 1.630,00.
Nel concreto, si intravede il rischio che tale “soglia” faccia perdere l’autostima a quei Cittadini (e sono tanti) di pari composizione familiare che pur lavorando, anche in due, raggiungono o superano di poco la medesima cifra. In questa fattispecie ad esempio non appaiono trascurabili le spese accessorie che due coniugi-lavoratori devono sostenere, da cui sono generalmente, anche parzialmente, dispensati i potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza:
- Mobilità indipendente per recarsi al lavoro se i mezzi pubblici non assolvono a tali obiettivi;
- esigenze verso eventuali figli “piccoli”, asili nido, baby sitter etc.;
- oneri vari che scaturiscono dallo status di lavoratore.

Renato Pisu 10.08.15 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Il Papa dovrebbe pubblicizzarlo il reddito di cittadinanza!é il miglior modo per combattere la povertà!e invece si sono dati 80 euro a chi già ha un reddito!questa é un ingiustizia sociale!i massoni fanno più della chiesa nella nostra nazione!!

claudiog 08.08.15 09:55| 
 |
Rispondi al commento

I soldi sono sempre i soldi, con tutti i loro effetti collaterali.
http://www.beppegrillo.it/movimento/donazioni_europee2014/
http://www.beppegrillo.it/movimento/donazioni_italia5stelle/

L'8/8/2015 non è oggi?

Angelo CT 08.08.15 03:40| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe una misura di buon senso se la classe dirigente di questo povero paese non ci volesse schiavi e ricattabili per un tozzo di pane.

Baby F., Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.08.15 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo così: il reddito di cittadinanza è una battaglia che questo paese deve vincere

Marco 0rio1esi, Messina Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.08.15 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lui si che se ne intende!

Adolfo Treggiari 07.08.15 15:40| 
 |
Rispondi al commento

A profughi extracomunitari è finti disperati danno oro argento e mirra....!
Agli Italiani solo tasse miseria è disoccupazione !


Alleva, fatti sentire anche in Italia! Il PD, partito delinquenziale, partito di traditori dei principi che - TANTO tempo fa - hanno concorso a costituirlo, potrebbe rivedere, per opportunismo e non per scelta, la propria demenziale posizione: farebbero schifo comunque ma si raggiungerebbe un obiettivo sacrosanto.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.08.15 14:10| 
 |
Rispondi al commento

CERTO CHE EL MISURE COME IL REDDITO DI CITTADINANZA SAREBBERO DA APPROVARE SUBITO,MA HAI VOGLIA CON QUESTO PD

alvise fossa 07.08.15 14:00| 
 |
Rispondi al commento


Altro punto critico collegabile al precedente, sono le condizioni lavorative, dove sempre
più spesso vengono perpetrati ricatti, talvolta irrinunciabili al fine della quadra del bilancio aziendale, da parte dal datore di lavoro verso i propri dipendenti.
Per citarne qualcuno, si pensi alla diffusissima pretesa di sottoscrizione, in bianco, delle dimissioni all’atto dell’assunzione o il disallineamento tra importo specificato in busta paga ed importo effettivamente corrisposto al lavoratore.
Mi risulta particolarmente diffusa tra gli edili la “prassi” anch’essa assolutamente illegale, della restituzione, da parte del dipendente al proprio datore di lavoro, del corrispettivo della cassa edile o altri emolumenti accessori ed una tantum, determinando una discrepanza tra reddito ISEE e reddito effettivamente percepito.
Da non sottovalutare anche le difficoltà comunicative finalizzate al raggiungimento del consenso al provvedimento da parte dei Cittadini, molti dei quali paventano il rischio che l’applicazione della norma possa presentare falle ingestibili e discrasie tra poveri, atte a destabilizzare il fragile equilibrio tra l’esigenza di dignità reddituale in cambio di disponibilità lavorativa mirata al “bene comune” e la capacità di smascheramento dei potenziali “furbetti”.

Renato Pisu 07.08.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Con il reddito di cittadinanza ritorna la fiducia nei cittadini e l'economia si riprende. Ma per questo ci vogliono politici altruisti e all'altezza coi tempi.

Mario c. 07.08.15 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza toglierebbe potere ai politici per questo non lo vogliono.

luciano c., Senigallia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.08.15 12:50| 
 |
Rispondi al commento

In Italia i soldi se li sono sempre mangiati i politici con privilegi, sprechi a iosa e garantendo clientele, non vogliono un reddito di cittadinanza altrimenti la gente non ha più bisogno di loro e sparirebbe in un baleno la loro politica di scambio elettorale molto forte ancora al Sud, dove spesso l'economia è in mano ai ras politici locali

giancarlo sartoretto 07.08.15 12:29| 
 |
Rispondi al commento

certo che le cose giuste in Italia faticano ad essere adottate

old dog 07.08.15 12:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori