Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La dieta vegana è un diritto anche all'asilo nido

  • 66

New Twitter Gallery

veganbambini.jpg

da La Stampa

"La dieta vegana è migliore di quella "onnivora" e poterla rispettare è un diritto, anche all’asilo nido. Così si è pronunciato il Tribunale amministrativo regionale dell’Alto Adige, accogliendo il ricorso di una giovane madre di Merano che allo stesso Tar si era rivolta dopo che il figlioletto era stato espulso dalla struttura.

La battaglia legale

La battaglia giudiziaria era iniziata nello scorso mese di febbraio, quando la donna aveva impugnato la determinazione dirigenziale con la quale il Comune di Merano aveva allontanato il bambino dall’asilo nido. Un provvedimento al quale la dirigenza scolastica era giunta dopo che la madre, che si era vista negare pasti vegani per il suo bambino, si era rifiutata di produrre certificati medici e risultati di analisi cliniche che ne comprovassero il buono stato di salute.

VIDEO Cibo sano a scuola per la salute dei bambini



Due tesi

Davanti al Tar due tesi: quella, se vogliamo un po’, tradizionalista della pubblica amministrazione, secondo la quale la dieta vegana sarebbe pericolosa per un minore, specie in età prescolare, per il quale non varrebbero le direttive ministeriali in quanto rivolte alla scuola e non all’asilo nido. Dall’altra le ragioni di una giovane madre, attenta ai trend ma, con tutta evidenza, anche molto aggiornata sulle ultime novità scientifiche, tanto da dimostrare in sede di giudizio la superiorità dell’alimentazione vegetale rispetto a quella «onnivora» e che la determinazione della dirigenza scolastica di Merano andava contro norme costituzionali e direttive ministeriali, imponendo un onere iniquo - la produzione dei certificati medici - e mettendo in atto una discriminazione, l’espulsione del bambino, sproporzionata e illegittima. Il Tribunale amministrativo dell’Alto Adige ha, infatti, accolto la richiesta della donna, obbligando la dirigenza scolastica a riammettere il bimbo e condannando il Comune di Merano al pagamento delle spese legali.

Sentenza storica

Carlo Prisco, avvocato della giovane madre, parla di «pietra miliare» nel riconoscimento del diritto all’alternativa alimentare etica, che è un diritto di origine costituzionale. «Non occorre nessuna certificazione per ottenere il pasto vegano a qualsiasi età, i genitori vegani non possono essere oggetto di discriminazioni, nemmeno mediante l’imposizione di condizioni o adempimenti ulteriori o differenti rispetto a quelli richiesti a tutti gli altri». «Questa pronuncia - aggiunge il legale - sarà d’aiuto in tutti i casi futuri in cui gli istituti e le pubbliche amministrazioni cercheranno d’impedire ai cittadini di esercitare il proprio diritto a compiere scelte alimentari etiche».

2 Ago 2015, 12:30 | Scrivi | Commenti (66) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 66


Tags: bambini vegani, Bolzano, dieta vegana, vegan

Commenti

 

Un'alimentazione fondata su principi di etica e non sulla salute non può e non deve essere adottata in una scuola pubblica, così come non si può prevedere la dieta pastafariana o qualsiasi altra dieta basata sulla "fede".

Ottavio R. Commentatore certificato 03.06.16 19:36| 
 |
Rispondi al commento

essere vegani vuol dire avere una ignoranza in campo alimentare abnormre. imporla a bambini un crimine. confido nei pediatri a denunciare i geniori per meltrattamento su minore. spero di un apprendere sui media la morte di un fanciullo a causa di questa alimentazione assurda e incomprensibile. concludo: asilo vegano di Milano da chiudere all'istante.

saluti

ilario ensini 03.04.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No alle discriminazioni, ma la dieta vegana è sbagliata di natura: quella umana è onnivora, le "devianze etiche" di chi la segue non vanno né supportate né diffuse, ma combattute come l'ignoranza diffusa e la sensibilità anormale di chi la pratica.

undefined 08.08.15 13:46| 
 |
Rispondi al commento

la dieta vegana, se fatta in modo da non essere pericolosa per i bambini, costa tra il doppio e le 5 volte quella onnivora..... perciò chi la vuole se la paghi!

dissentire sempre 04.08.15 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai miei tempi " O mangi sta' minestra o ti butti dalla finestra". Siamo venuti su tutti bene, il benessere e con questi giovani genitori, poveri bambini!


un genitore deve poter far crescere un figlio secondo i propri convincimenti...visto che la dieta vegana è consigliata da (ormai) tanti medici nutrizionisti; non vedo perché dobbiamo subire la dittatura alimentare degli allevatori! viva gli animali liberi!

Massimiliano S., Roma Commentatore certificato 03.08.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi è stato fatto notare che (a differenza dei tempi andati) nella maggior parte degli asili non è possibile portare cibo "al sacco" anzi non è proprio possibile portare o fornire cibo agli asili in base a regolamenti interni...
ha senso? oppure serve solo a garantire gli ordinativi alla mensa?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.08.15 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Senza offesa ma questa non è una priorità anzi dovreste puntare sulla qualità magari sul biologico e il controllo puntale, ma per le specifiche sono scelte individuali che si devono gestire gli individui in modo personale.
Chiedo ai nostri eletti di occuparsi dei problemi dei genitori a cui vengono tolti i figli per problemi economici, oggi un padre a Pesaro si è dato fuoco davanti al Tribunale dei minori per questo motivo..., ora un bambino non avrà più un padre a cui tornare, forse crescerà un centro d'accoglienza come un qualsiasi immigrato. Non siamo un paese civile se si abbandona e si emargina una famiglia in difficoltà per problemi economici, mentre ci stracciamo le vesti per mantenere gli immigrati, non è un discorso da leghista (lungi da me), ma se vogliamo essere vicini ai cittadini e con i cittadini da qui si deve partire, dai bambini e in primis i nostri bambini, altrimenti a cosa servono gli stati, tanto vale abolirli.

Nadia V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.08.15 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i vegani sono "kamikaze dell'alimentazione"...

carlo c., ar Commentatore certificato 03.08.15 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa, è una bella notizia la quale, ogni genitore vegano, in futuro potrà portare, e vincere, in giudizio lo Stato onnivoro, ovvero che si ciba di cadaverina. la carne, Una volta ingerita va in putrefazione negli intestini e necessita, di ben 52 ore prima di essere smaltita e assimilata dal fegato, pancreas e reni ed in fine espulsa via colon. Cosa provoca la carne, rossa o bianca che sia, orribili patologie quali, acido urico, cancro, diabete, rende il sangue denso e corposo, che da qui scaturisce, colesterolo e tutte le malattie cardiache. Uomo avvisato, mezzo salvato!

Loren M., Firenze Commentatore certificato 03.08.15 11:22| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Okay, scusate, ma questa della 'dieta vegana e' migliore di quella onnivora' e' purtroppo scientificamente sbagliato. Ci sono alcune sostanze tra cui amminoaicidi essenziali che si possono prendere solo dalla carne, pesce, uova... La dieta piu' salutare al mondo -SCIENTIFICAMENTE- e' quella mediterranea, e guarda caso contiene tutte quelle cose.

Se la signora non piace quello che la scuola da ai bambini facesse il pranzo al sacco a suo figlio ogni giorno invece di pretendere che lo stato faccia anche il suo lavoro di genitrice. Non si puo' cambiare un intero sistema scolastico perche' una minoranza vuole essere newage e magari pretendere di fare causa se guarda caso il bambino va in crisi nutrizionale, come ho visto accadere piu' volte.

Simone Simeone, Avellino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 03.08.15 11:13| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://youtu.be/My64X1lJh0E

angelo ., roma Commentatore certificato 03.08.15 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma alla fine il bambino ha fatto esami per stabilire se non ha scompensi dovuti ad un'alimentazione "partcolare".
Nulla contro chi decide di, consapevolmente, di scegliere la dieta Vegana, però senza esami sono tutte chiacchiere e niente altro.
SE il bambino avesse squilibri nutrizionali, poi di chi sarebbe la colpa?
Della sola madre, o ance del giudice o, peggio ancora, darebbero la colpa all'asilo?

Massimo Poretti 03.08.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento

E' bene saper essere rispettosi di tutte le idee, le opinioni e gli usi degli altri. Quindi è necessario che chi ha problemi di diabete, di celiachia e chi ama un certo tipo di dieta venga sempre salvaguardato e rispettato. A chi critica io dico di smetterla e di usare un po di cervello!

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 03.08.15 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza offesa, ma questo blog sta veramente scadendo nel ridicolo.

"una giovane madre, attenta ai trend" ... appunto!
Mi pare una cosa da fanatica religiosa...
Ma per i bambini mussulmani o ebrei, c'e' la dieta halal o kosher?

Italo Castiglione 03.08.15 09:46| 
 |
Rispondi al commento

adesso i giudici stabiliscono per legge le diete??
e abbiamo il diritto di fanatismo? se i genitori sono vegani forniscano loro i pasti del pargolo.

marco santorre 03.08.15 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Io sarei dell'idea di far scegliere ai bambini quello che il menu offre, sempre con un minimo di suggerimento degli educatori.
Poi, un giorno, decideranno la loro dieta, religione, politica e tendenza sessuale.

Wlad d. Commentatore certificato 03.08.15 08:27| 
 |
Rispondi al commento

fatemi capire
i miei bambini ora saranno obbligati a mangiare tutto il giorno lattuga e pomodori?
non è che la dieta vegana costi meno ai bilanci della scuola ed ora tutti a mangiar finocchi?

alex bardi 02.08.15 22:01| 
 |
Rispondi al commento

W la carne.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 02.08.15 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ebola un virus che ultimamente in alcuni paesi del mondo ha fatto migliaia di morti pare che in brevissimo tempo stia per essere sconfitto dalla scienza .Se la corruzione Istituzionale fosse un virus bisognerebbe riconoscere che e' inattaccabile
da qualsiasi terapia,praticamente si puo' definire uno di quei virus dalla pelle d'acciaio,e attacca solo una categoria della specie umana.Ma da notare la differenza che chi e' colpito da questo virus non e' esposto a danni sulla salute, ma al contrario e' investito da fiumi di denaro pubblico esenti da tasse e da sudore,mentre i danni che causa il virus in questione va' a colpire direttamente la salute fisica e economica del popolo e quindi del paese.Quando un male del genere riveste cariche Istituzionali sia a livello Europeo, Nazionale e Regionale sicuramente gli altri poteri legali che a loro insaputa affiancano quelli illegali non possono dare risultati positivi perche' vengono ostacolati da chi ha interessi personali nel realizzare riforme, costruire leggi e modificarne alcune gia' esistenti.Ma vediamo di capire anche un po' o in parte le conseguenze che emergono quando il virus colpisce una fascia Istituzionale del nostro Paese. Sicuramente non si riuscira' mai a entrare nei settori economici,transitare all'interno di ognuno di essi,passo per passo e cercare di capire dove sta' il problema,perche' altri soggetti Istituzionali che delinquono non si interessano piu' di tanto al problema,va detto anche che certi comportamenti anomali non aiutano minimamente a rafforzare la sicurezza militare del nostro Paese ma si ha l'effetto contrario e quindi si espone militarmente.Non dimentichiamo che se oggi una gran parte del popolo non si reca piu' alle urne non e' perche' non conoscono la strada ma e'soltanto per evidenziare il loro malcontento per la presenza di vesti politiche che delinquono.
Da notare anche che ogni qualvolta una veste Istituzionale delinque si allontana una parte di sintonia tra Popolo e Stato.

MARIOMINCARINI 02.08.15 19:29| 
 |
Rispondi al commento

e il caso di quei due genitori a cui fu tolta la potestà del figlio, perchè vegani, avevano ridotto il figlioletto in pessime condizioni di salute per questa dieta incongrua che lo privava di nutrienti importanti di cui l'uomo da millenni si era nutrito, le proteine di origine animale. Se uno vuole diventare vegano, lo faccia alla maggiore età, e non costringa al figlio a cibarsi solo di acqua di fagioli.Per me la dieta vegetariana può anche andar bene, ma la vegana è una fesseria da radical schic.

Giovanno Veleno 02.08.15 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la dieta vegana o, quanto meno, vegetariana non dovrebbe essere facoltativa nelle scuole, ma OBBLIGATORIA.


Per quelli che criticano la madre in questione:

1) Lei non ha fatto causa perché al figlio venisse garantito un pasto vegano, ma perché riteneva che l'espusione fosse stata illegittima.
E' vero che può dare il pranzo vegano al figlio "al sacco", ma non so se a Merano funziona come in molte scuole di Roma: non è consentito portare un pranzo al sacco perché tutti i bambini devono mangiare le stesse cose...

2) L'articolo non dice che la dieta vegana è superiore alla dieta onnivora, dice che la madre in questione ha dimostrato questo in sede di giudizio, quindi avrà presentato una documentazione interessante.

Io personalmente sono vegetariana, ma conosco famiglie vegane che hanno anche cresciuto i figli piccoli come vegani e i bambini stanno stanno benissimo. Certo per essere vegani bisogna essere particolarmente bravi perché bisogna stare più attenti alla varietà.

Ma quello che noto è che spesso le critiche ai genitori vegani vengono da genitori che magari fanno mangiare ai figli hamburger, Coca Cola e merendine... quindi mi chiedo se la polemica sia veramente salutista e non invece ideologica, anzi neanche ideologica, semmai di pancia.

Non so perché a tanta gente dia fastidio che alcune persone scelgano di mangiare in un modo che ritengono più etico. Chi lo fa ci crede molto e soffre anche solo al vedere la carne servita in tavola. Provate ad immedesimarvi, è come sarebbe per voi vedere un neonato cotto in un piatto.

Valeria P 02.08.15 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi ha stabilito che la dieta vegetariana sia migliore di quella onnivora?
Dove sono questi studi approfonditi?

Per ora c'è solo propaganda, come: https://heavyeditorial.files.wordpress.com/2012/09/clarke-veggie.jpg?quality=65&strip=all&w=780

Sì sì, diventate tutti vegani, magari la carne costerà meno e gli allevamenti saranno meno intensivi e meno pieni di schifezze, se ci sarà minor richiesta.

Andrea F. Commentatore certificato 02.08.15 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci sarebbe da discutere sul diritto,in primis ,di avere dei pasti sani e certificati.La cosa in Italia non è così scontata,io ho due figlie in età scolare e i pasti costano circa 5€ e dire che non sono all'altezza del loro costo è un eufemismo.
Ha diritto a un pasto vegano se non è disponibile come hanno già scritto cestino e te lo porti da casa.Queste battaglie sono figlie delle esagerazioni e della tendenza di imporre regimi alimentari vegani dagli estremisti animalisti.

Fabrizio Foschini 02.08.15 16:14| 
 |
Rispondi al commento

LA DIETA VEGANA DOVREBBE ESSERE UN DIRITTO,NON UN INVETTIVA IN CASO DI SCELTA

alvise fossa 02.08.15 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche il cannibalismo può essere considerato un diritto;
quando un giudice spara una ca##ata gigante non bisogna ripeterla (l'espulsione del bambino era comunque ingiustificabile).
Il fatto che l'alimentazione vegana sia o non sia salutare per i bambini è IRRILEVANTE:
il diritto al pasto vegano non esiste e se proprio una madre vuole averlo non deve fare altro che ficcarlo nel cestino del figlio (pranzo al sacco).

E se io voglio il diritto al pasto venusiano o marziano?
Chi paga?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.08.15 15:02| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In ambito alimentare si esaurisce la dittatura della maggioranza in favore del diritto di scelta. Sono felice. Speriamo che questo principio raggiunga presto tutte gli altri ambiti sociali.

Matteo L 02.08.15 14:21| 
 |
Rispondi al commento

l'espulzione di un bambino è atroce e non dovrebbe mai essere applicata pena il cacere. non sono medico e non so se in fase di crescita il vegano fa bene al ragazzo, secondo me no. vegetariano va bene , ma vegano non mi convince per nulla. neanche latte e uova. dovrebbe essere il medico a determinare se il bambino può proseguire o no una dieta vegana. non degli incompetenti,genitori compresi.

Giovanni A., Proceno Commentatore certificato 02.08.15 13:49| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori