Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#MuriamoEquitalia: Una pesante eredità

  • 45

New Twitter Gallery


Testimonianza tratta dal libro #MuriamoEquitalia, oggi disponibile su Amazon qui

"Eredito una piccola azienda di famiglia nel 1999. Sono ricco di entusiasmo e speranze: gli affari vanno bene tanto che dopo soli due anni ci trasformiamo in una s.a.s. Metto su famiglia e compro casa. In quel periodo il commercialista per errore non trasferisce le rimanenze alla società, che mi restano su groppone. All'Agenzia delle Entrate concordo una rateizzazione, ma con mia sorpresa mi viene notificata una cartella Equitalia. Concordo, quindi rateizzo con Equitalia. Il debito intanto passa da 10 milioni di vecchie lire a 20 mila euro. Inizia il calvario: mi applicano una rata di 600 euro mensili che riesco a pagare solo per sei rate. Dopo soli sei mesi mi pignorano la casa. La crisi incalza, chiudo l'azienda cercando di vendere l'immobile e ripianare, ma nulla, Nel frattempo il valore della mia casa scende del 50% e non riesco a pagare più il mutuo… ora la mia casa è all'asta. Intanto il debito con Equitalia è fuori ogni controllo e logica: siamo arrivati a cifre intorno alle 60 mila euro. La banca non sente ragioni e non cerca nessun accordo. Posso solo dire che lo Stato e le banche mi hanno distrutto e rischio che, dopo l'asta, sarò sempre debitore in quanto la vendita non coprirà mai i debiti. Grazie Italia".
A. S. 14.03.2015

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

Per donare tramite bonifico bancario usa questo IBAN: IT27F0200805153000103859867

Per donare tramite Paypal clicca sul bottone:






10 Ago 2015, 10:30 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 45


Tags: crisi, debito, eredità, muriamo equitalia

Commenti

 

Se questo governo di non eletti prosegue fino al 2018, mettetevi l'anima in pace che anche Equitalia proseguirà fino al 2018.
A meno che il popolo bovino italiano non abbia una mossa di orgoglio e invece che andare a suicidarsi di fronte al portone di Equitalia, decida per una azione più incisiva.

Ivan Italico 11.08.15 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo fare qualcosa.

Questi studiosi non si accontentano solo delle tasse più alte del mondo ma ci mettano anche l'usura, come passiamo fidarci di queste persone che da tanti anni raccontano le favole, basta giochi di parole, noi Italiani siamo divisi e loro si divertono della nostra divisione.
Speriamo che un giorno scendiamo in piazza,
grandi e piccoli finché non cambi questo sistema del massacro, le persone devono essere aiutate non massacrate, finiamola con questa Equitaia, andiamo fino in fondo non che dopo 48 ore nessuno ne parla più.

Ciao

Bendhiba R. Imperia 10.08.15 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Quando abitavo in Sardegna nel periodo dell'uscente governo Soru trovai nella buca tra tutti i santini del periodo elettorale anche quello di un nuovo candidato del PD che nel raccontare brevemente se stesso nella presentazione ,rimarcava la sua posizione professionale di dirigente a Equitalia . Ebbero poi il coraggio di dire che era tutta colpa del Berluconismo se Soru perdette.

Luigi Randaccio 10.08.15 18:36| 
 |
Rispondi al commento

I dirigenti sindacali guadagnano + del presidente della repubblica che guadagna €240.000.
Se ne sta parlando a radio 24...
http://www.radio24.ilsole24ore.com/player/diretta
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.15 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forza 5 stelle..

nicola carano 10.08.15 16:58| 
 |
Rispondi al commento

daccordo muriamo equitalia ma quando?
anch'io sono tuttora una vittima di questa associazione a delinquere
un debito per un mancato versamento irpef di 1500 euro è diventato circa 3000 euro !
questa è una banda criminale che va sterminata subito altrimenti ce la raccontiamo e basta

cimbro mancino Commentatore certificato 10.08.15 16:13| 
 |
Rispondi al commento

AGGHIACCIANTE E NON AGGIUNGO ALTRO

alvise fossa 10.08.15 15:31| 
 |
Rispondi al commento

ma la prima casa NON E' PIGNORABILE

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.08.15 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stessa identica situazione anche io, per assurdo ho una notifica di rilascio della casa all'asta (praticamente ci hanno buttato fuori), pago 700 euro di affitto al mese e non posso chiedere il fondo sostegno affitto (regionale) o fare la domanda per la casa dell'Aler, perchè nonostante sia stata cacciata di casa, nonostante risulti residente in un'altra via, nonostante paghi un affitto, comunque la casa all'asta risulta di mia proprietà fino a quando la banca non la vende....e a questo punto speriamo che lo faccia presto, almeno potrò chiedere qualche misero sussidio!
Ah dimenticavo! Ovviamente sulla casa all'asta, devo pagarci tutte le tasse annesse e le spese condominiali. Le cartelle esattoriali non le apro nemmeno più, le ricevo e le butto!
Grazie Italia

Dorotea Milone 10.08.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento

la solita piccola-grande storia ignobile della nostra mafia SpA , targata zozzaitaja & pdemocristi rigenerati ...

ma la frase che mi lascia più perplesso è questa :
« Il debito intanto passa da 10 milioni di vecchie lire a 20 mila euro. »

uhm, qui c'è qualcuno che ci specula, altro che euro o non euro della minkia ... e il popolo bue abbocca !

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 10.08.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma a sto "partitocolconagocce" qualche attivista dei 5s gli si è trombato la compagna o moglie?

mirco g (vperv), giacchemirco@gmail.com Commentatore certificato 10.08.15 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In effetti equitalia fa più danni che altro , recupera una decina di miliardi l'anno ma rovina e fa chiudere tante imprese , sopratutto piccole , con l'ovvio danno per l'economia generale . Quanta gente è disoccupata per questo mostro divora tutto ? Quante sofferenze e suicidi a causa delle storture e violenze e errori provocate da questa associazione a distruggere ? Mentre assistiamo a un Galan che patteggia 2 anni e 2 milioni e mezzo di euro per i 15 milioni rubati ! Secondo la logica di equitalia avrebbe dovuto pagare la multa e gli interessi che avrebbero portato il dovuto a decine di milioni di euro ! Il candido Galan si ritrova libero e giocondo con 12 milioni e mezzo di guadagno , senza calcolare quella cinquantina di milioni degli investimenti nel sudest asiatico ! Forte con i deboli e deboli con i forti ! E' questo l'imperativo che echeggia nelle nostre aule parlamentari oiene di giganteschi parassiti ! Tu cittadino , zitto e paga !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 10.08.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Non è un ot né un elogio alla Nasa.

Quando l'uomo entra in competizione con se' stesso, sia pur per motivi ideologici o imperialisti, produce anche cose affascinanti. Prendo spunto dal programma Apollo, non per magnificare la spedizione bensì per esporre l'essenza, a mio avviso, del programma stesso. Riuscire a mandare uomini in una zona aliena,mancanza totale di esperienza pregressa per i primi sbarcati, solo un gran numero di calcoli fisici e matematici come garanzia e farli tornare sani e salvi. Questo per me è da tenere per buono dal tutto. Se applicato ogni giorno ogni volta questo rigore, sulle leggi proposte, nei rapporti cittadini- istituzioni ecc. resterebbe poco di migliorabile. Tutto a garanzia delle persone,del loro ben e quieto vivere. Questo mi aspetto dal movimento : tutto calcolato perché non ci sia spazio al fallimento di qualsiasi missione in favore dei cittadini!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 10.08.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.08.15 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Agghiacciante... nient'altro da aggiungere...

Fabrizio Biqnco 10.08.15 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Resteranno solo i piddini ed Equitalia.

angelo ., roma Commentatore certificato 10.08.15 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si possono più accettare vessazioni e raggiri che puntualmente si verificano in ogni ambito: il sistema marcio ammanicato con certe categorie e amministrazioni compiacenti, messe in piedi dalle vecchie volpi dei partiti, ha distrutto tutto.
MANDIAMOLI A CASA.

roberto f., padova Commentatore certificato 10.08.15 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.:

il prossimo passo del governo per incentivare
le assunzioni a tempo indeterminato nelle aziende sarà il divieto di camminare in posizione eretta...

Saludos.

Ernesto - ✰✰✰✰✰ La Habana 10.08.15 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti di noi , se non tutti , hanno equitalia sul collo che chiede , pretende sempre più ! Non si arresta davanti a niente , segue pedissequamente i regolamenti che si sa che ovunque succeda , la c'è lo sciopero bianco . Se in tutto ciò che è strutturato da leggi e regole venisse applicato il rigore , tutto si fermerebbe o funzionerebbe male . Equitalia non solo è rigida ma è nata male , con aggi troppo alti , con personale non sempre qualificato , con ordini troppo spietati : mano pesante e senza pietà ! Già in tempi normali sarebbe dura , ma ora che regna l'estremo disordine e l'impoverimento è generalizzato spesso all'improvviso , diventa veramente difficile o impossibile ottemperare a tutti i pagamenti , come fa lo stesso Stato che è il primo a non pagare i suoi debiti . Impone al popolo la precisione mentre fa come gli pare , guadagnando cifre enormi sui ritardi nei pagamenti ! Un milione pagato con il ritardo di tre mesi può significare un guadagno illecito per il funzionario disonesto di 10-20 mila euro ! Un altro modo occulto di derubarci . Siamo terremotati , alluvionati da 25 anni di forte instabilità provocata dal PD principalmente , non viviamo una vita normale , un mattino andiamo al lavoro e apprendiamo che siamo stati licenziati , nostra moglie pure : ci ritroviamo all'improvviso con il culo per terra e due figli da mantenere . Per un po ci danniamo per trovare un altro lavoro , andiamo avanti con i risparmi e , se c'è , l'aiuto di parenti e amici , poi arriva la cartella equitalia e il pignoramento della casa . Invece di aiuto da parte dello Stato riceviamo il colpo finale che ci mette KO ! Qualcuno non regge e la fa finita .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 10.08.15 13:27| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA egregio Blok✰✰✰✰✰... paziente!!!

Sarebbe il caso di fare qualcosa d'insolito, di "oltre";
oppure bisogna sempre chiedere il permesso a Gesu bambino?!?

Proposta:

http://www.ilmattino.it/PRIMOPIANO/ESTERI/ester-
kaplankova-nuda-contro-tasse-
video/notizie/1305129.shtml

Saludos.

Ernesto - ✰✰✰✰✰ La Habana 10.08.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se fossimo civili lascieremo che tutto il mondo possa spostarsi e vivere e lavorare dove vuole basta avere ovunque le stesse regole per lavorare basta abolire la schiavitù soprattutto quella mentale e la prigionia dall'ignoranza

valdo plavan 10.08.15 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se mi impegno, occupo metà del blog!
Buone vacanza a tutti!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.15 12:31| 
 |
Rispondi al commento

EQUITALIA
E' veramente una cosa assurda, inconcepibile, disumana e chi più ne ha più ne metta, queste crescite esponenziali dei debiti che calcola Equitalia. Purtroppo è vero ed io lo sto vivendo sulla mia pelle. Da un debito dell'ufficio del registro del 2006 di euro 9200,00 è arrivato ad oggi a oltre 25000,00. Ma sono ladri o cravattari? ma possibile che non c'è una alternativa? possibile che lo Stato nel giro di 9 anni arrivi quasi a triplicare il debito iniziale? veramente bisognerebbe fare una mega manifestazione contro queste vessazioni.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 10.08.15 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Secondo quanto affermi, a monte ci sarebbe un errore del tuo commercialista.I commercialisti quando sbagliano non vengono sanzionati e se ne lavano le mani mentre il cliente ne paga le conseguenze.Sarebbe il caso che venissero introdotte normative in merito per salvaguardare il cliente/cittadino e chiedere il risarcimento a chi ha commesso l'errore contabile.

Giovanni 10.08.15 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Business Con quattro soldi svizzeri o USA finanzi una banda di violenti che mette a ferro e fuoco un paese africano a caso.
100 persone che ne possono far "emigrare" anche 500.000.
È così abbiamo gli schiavi che, non solo partono di loro voglia, ma addirittura pagano per farlo. Altro che i tempi passati dove gli schiavi te li dovevi portare a spese tue.
Gli schiavi moderni poi fanno guadagnare anche molti soldi a chi li accoglie con inutili lavori precari d'assistenza.
E tutti questi soldi i nostri politici se li vanno a prendere dalle nostre tasche. Infine, quando l'Africa sarà deserta, ci venderanno villette in quel nuovo continente bianco.
Evviva il business

io ., verbano Commentatore certificato 10.08.15 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Stamane c'è l'articolo di Stella sul Corriere.
E come spesso fa rabbrividire.
Dice che le regioni meridionali, tutte, non riescono a superare il Veneto, per presenza turistiche estere.
Il Veneto, che ha 160 km di coste, compreso il delta del PO, l'Adige, il Piave e l'uscita delle navi di porto Marghera, lagune... Tutte cose che non piacciano ai turisti!

E lo stato non c'entra, perchè non sono stati erogati fondi per il turismo.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.15 11:45| 
 |
Rispondi al commento

NON LI ANDIAMO A PRENDERE

AL LARGO DELLE COSTE ITALIANE


NON LI ANDIAMO A PRENDERE

AL LARGO DELLE COSTE LIBICHE

LI ANDIAMO A PRENDERE QUASI DIRETTAMENTE

SULLE SPIAGGE LIBICHE!

partitocolcontagocce 10.08.15 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una storia talmente incredibile, che non ci credo proprio.

Equitalia, però, rimane una banda di ladri, strozzini legalizzati

D Ben 10.08.15 11:41| 
 |
Rispondi al commento

C'E' CHI NON HA NUMERI IN SENATO

E CHI HA NUMERI DA CIRCO!

partitocolcontagocce 10.08.15 11:34| 
 |
Rispondi al commento

UN LAVORO PER EQUITALIA

34 ex deputati non hanno saldato il conto al bar/ristorante della Camera: arretrati per 20mila euro.

partitocolcontagocce 10.08.15 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Chiudiamo (muriamo) Equitalia? Sono mesi e mesi che lo dite e scrivete, ma nulla è accadutro, sono tutti aperti e ci mangiano di traverso!
I muratiori li avete convocati ?

silvana rocca, genova Commentatore certificato 10.08.15 11:24| 
 |
Rispondi al commento

molto, ma molto piccola l'azienda che non riesce a pagare 20.000€.
Era un azienda sana? Allora se le fatture erano consone, e se una ditta non fattura minimo 60.000€ all'anno, senza il materiale, quella ditta può chiudere, perchè il 65% dei ricavati vanno allo stato, e alla persona rimangono €21.000. Se impiegava più di una persona, 21.000 / 2 fanno 10.500. In un anno?

E' meglio che ditte così chiudano.
Se questa ditta operava in nero, è sempre meglio che ditte così chiudano. Fanno concorrenza a chi le tasse le paga.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.15 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Via da questo paese di rintronati e bischeri!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.15 10:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori