Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#RCAutoEqua: come funziona la legge del M5S

  • 65

New Twitter Gallery


"L'RC Auto in alcune regioni d'Italia è insostenibile le famiglie non ce la fanno più. Facciamo alcuni esempi: Campania la media 1.442 euro all'anno, in Calabria invece andiamo a 1.228 euro all'anno, in Puglia 1.170 euro all'anno. Sono dei costi che noi dobbiamo assolutamente combattere. Appena entrati in Parlamento è cominciata la nostra battaglia per una RC Auto equa, visitate il sito rcautoequa.it. Abbiamo raccolto migliaia di firme, più di 30.000 firme, ci sono stati banchetti in tutta la Campania e nelle altre regioni, ci sono state centinaia di persone che ci hanno aiutato. Le famiglie di queste regioni non possono più sostenere i costi che l'RC Auto impone, anche perché queste famiglie sono obbligate ad acquistare l'auto perché il trasporto pubblico in queste regioni non funziona in maniera sufficiente. Due anni di battaglia hanno avuto un grande risultato, siamo riusciti a far passare un emendamento in Commissione finanze e attività produttive alla Camera dei deputati. Sapete come siamo riusciti a far passare quell'emendamento? Li abbiamo minacciati di tenerli in aula per tutto il mese di agosto attraverso il nostro ostruzionismo. Cosa prevede questa proposta? Ci rivolgiamo agli automobilisti virtuosi, cioè coloro che negli ultimi cinque anni non hanno dichiarato sinistri. A loro si applicherà uno sconto che arriverà fino al 50%. Ma vediamo come funziona. Se io sono un automobilista virtuoso che risiede in una di queste regioni dove si paga di più, a me si applicherà invece la tariffa media delle regioni dove si paga di meno. Se io sono un automobilista e risiedo a Napoli e sto in prima classe, pago 1.236 euro. In questo caso se negli ultimi cinque non ho fatto incidenti, io pagherò 618 euro. Facciamo un altro esempio: Taranto, se io sono in 13ª classe perché magari era in 14ª e negli ultimi cinque anni non ho fatto incidenti, e quindi divento 13ª, e pago 1.680, in questo caso a me dovrà applicarsi lo sconto, facendomi pagare 840 euro. Facciamo un ultimo esempio: sono un automobilista che risiede a Reggio Calabria, anche in questo caso gli ultimi cinque anni non fatto incidenti, stavo all'ultima classe, e pagavo 1.760, in questo caso andrò a pagare 880 euro. Perché questo risultato diventi definitivo, deve ricevere l'ultima approvazione al Senato della Repubblica. Gli agguati non mancheranno, ma noi vigileremo. Per la prima volta nella storia del Parlamento italiano, si è così vicini ad un risultato così importante e non è un caso: perché per la prima volta nel Parlamento italiano c'è il MoVimento 5 Stelle." Sergio Puglia, M5S Senato

5 Ago 2015, 12:07 | Scrivi | Commenti (65) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 65


Tags: #rcautoequa, assicurazione auto, m5s, rc auto, rc auto equa, sergio puglia

Commenti

 

E io prometto
Rca aggrattiss pètutti
Caxxucaxxu!!!


associare l'assicurazione al proprietario e non al veicolo tanto per cominciare. Poi un neopatentato cmq non puo sostere una spesa di 1500 euro...perche la pagano i genitori in genere.
Che sia solo il primo passo...

paolo battiloro 11.08.15 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi spieghi come fai a taranto (forse li si puo) ed essere in 13 classe e a non aver fatto sinistri per 5 anni??? A casa mia 14-5 fa 9... Devi essere in nona classe. Questa legge eè pessima, aumenterà la polizza a moltissima gente davvero virtuosa... Bravi

undefined 08.08.15 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti........ma che proposta di legge è?
Sarebbe stata una proposta più equa se chiunque, e ribadisco chiunque in qualsiasi regione d'Italia, se per i precedenti 5 anni non avesse dichiarato sinistri potesse avere il 50% di sconto.
E basta continuare a fare leggi per pochi: siamo in italia, e siamo tutti italiani !!!! 😡😡😡

Fabrizio visconti 07.08.15 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi dispiace contraddirti ma da specialista del settore devo dire che non è così semplice come la fate voi nella proposta che ho appena letto...
Se davvero si volesse abbassare il costo della RCA si dovrebbe iniziare a ridurre le tasse e la quota che si prende lo stato SSN che da quest'anno non è più nemmeno detraibile...
Tra tasse e altre voci lo stato si porta via il 25% x cui se davvero volete fare una proposta iniziate da lì...
Saluti e Buon lavoro .

Mirco Pas 07.08.15 08:35| 
 |
Rispondi al commento

ma l'ultimo gazebo è stato a marzo? mah

nicola crosato, treviso Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.08.15 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Si tratta quindi di assicurate con parametri reali se si installa un GPS falla fabbrica. Si assicura la patente per i tipi di mezzo che si vuole guidare...auto es. Max 1200cc oppure auto 1200 e moto 125 ecc... Qui la media di rischio... Ma più di un mezzo non posso guidare alla volta!!! Fate proposte serie e chiedete a noi rete prima di proporre caxate.

Alexme 06.08.15 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Siete grandissimi!!!

Luigi Aloe 06.08.15 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Magari sarebbe un risultato fantastico per noi virtuosi

Paolo Trincone 06.08.15 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Forza non mollate!!!!!!!

nicola campanozzi 06.08.15 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Fare una assicurazione in cui si assicura la persona che guida? Sia un auto o una moto o uno scooter o un altra auto..
Anziché avere piu assicurazioni per i diversi mezzi una sola.

giovi marto 06.08.15 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi delle proposte serie?
Assicurare la patente di guida e non i veicoli...installare dalla cada madre obbligatoriamente il gps...Controllate e sanzionate i Cartelli assicurativi e bancari...eliminare la portabilità della classe di merito nel nucleo famigliare...sconti rca e ard se riparazioni in convenzionati ( minimo del 10%)...ecc ecc...

Alexme 06.08.15 11:43| 
 |
Rispondi al commento

M5S

Vogliamo fare di meglio?
Bene allora facciamo una ns Assicurazione....una Ns Banca...


Quanti circolano senza rca?
Quanti scappano dopo incidente...e se non riescono...quanti la fanno Dopo e denunciano sinistro dopo 1 o 2 giorni? Sinistro certo....aumento certo!!!!!
Ma li paghiami sempre Noi
Fanculoooooo

Alexme 06.08.15 11:32| 
 |
Rispondi al commento

le compagnie assicurative sono come le banche truffano i cittadini, ciò è permesso da una classe politica e dirigente collusa e corrotta da questo sistema economico finanziario senza limiti ne regole, in quanto il politico al governo spesso e volentieri ha interessi economici legati al banche e assicurazioni sotto forma di azioni quotate in borsa.
In pratica le vere tangenti non si pagano più in denaro liquido ma in altre forme molto più remunerative.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 06.08.15 10:02| 
 |
Rispondi al commento

non è l'unico problema. Uno scooter 125 paga di assicurazione a Reggio Calabria 850,00 contro i 250,00 di Milano. Molti abboccano al fatto che i furti al sud sono in maggior numero, cosa assolutamente falsa e su internet trovate tutte le statistiche che volete. Anche se fosse vero non si capisce perchè a pagare di più debbano essere solo i meridionali come se non fossimo sullo stesso territorio italiano.... siamo terroni e paghiamo di più.

angelo emo 06.08.15 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si vede che non capisci un caxxo:
I virtuosi pagano per i mascalzoni che sono la stragrande maggioranza dal centro al sud Italia
E al nord non sono troppo lontani.
Ripartizione dei rischi e dei premi quindi. Dico che gli Onesti son stanchi di pagare per i disonesti!
Dovete estirpare questi vigliacchi che si nascondono dietro le statistiche! Via l auto Via la patente e non in galera ma a spaccar pietre in miniera.
Fanculooooooo

Alexme 06.08.15 08:22| 
 |
Rispondi al commento

La RCA OBBLIGATORIA impone di pagare un tot a dei PRIVATI, per incidenti MAI FATTI.
Per sua natura, quindi, è possibile solo se si paga il "premio" allo Stato (che punisce chi non lo fa).
Nessuno conosce il numero di incidenti (VERI e NON FINTI)che si fanno ogni anno.
La proposta di legge risolutiva dell'inghippo, dovrebbe prevedere un tot (dai miei calcoli circa 150 Euro all'anno)da versare allo Stato come "bollo sulla patente" che copra i rischi di incidenti NON SOLVIBILI di persona. Punto.

Osvaldo Celano 06.08.15 04:37| 
 |
Rispondi al commento

Giustissimo! Al Sud la sola RC auto costa il 100- 120% in più delle regioni del Nord. Ed anche il bollo é molto più caro e la benzina pure.

Carlo G. Commentatore certificato 06.08.15 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Scusate sono agente assicurativo e nei casi riportati forse c'è un errore: quando parlate di persona che passa dalla 14 classe alla 13 i casi sono due: o è un nuovo mezzo assicurato per cui non ha storia assicurativa dei cinque anni oppure è un veicolo finito in 18 classe a causa di uno o più incidenti e allora non è un assicurato virtuoso. Ve lo faccio notare da attivista e per evitare che qualcuno possa muovere critiche. Per il resto è tutto corretto anche se andrebbe indicato per correttezza di informazione l'età dell'assicirato e il dato tecnico del mezzo di riferimento.
Sperando di esservi stato di aiuto vi invio cordiali saluti.
Franco D'Adamo


Ma se ho un utilitaria con scatola nera per pagare di meno (circa 900 euro) e passa questa legge anch'io avrò diritto allo sconto o la compagnia assicuratrice lo negherà?

sebastiano 05.08.15 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vuol dire questa frase dell'articolo: Facciamo un altro esempio: Taranto, se io sono in 13ª classe perché magari era in 14ª e negli ultimi cinque anni non ho fatto incidenti, e quindi divento 13???
Se io sono in 13a e non faccio sinistri negli ultimi 5 anni passo in classe 8a e quindi non posso essere in 13a!!!

Marco De Ricco 05.08.15 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Ottima proposta ,
Fate sempre proposte di legge per i cittadini soprattutto al meridione .
La prossima volta voto voi .
E mi voglio candidare nel vostro partito per la prov di Vibo Valentia,e tutta la Calabria

Tommaso Macri' 05.08.15 21:42| 
 |
Rispondi al commento

infatti sono sicura che anche in pochi - in buona fede -si possa fare molto e questa vicenda lo dimostra.

donatella savasta fiore, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 05.08.15 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono un automobilista da 38 anni non ho mai denunciato sinistri ma ho sempre guidato auto aziendali adesso ho comperato un auto e mi chiedono di partire dalla 14 classe sborsando più di 3000.00 euro.
A me non sembra giusto tutto questo
Esborso. Bisogna guardare la vita automobilistica di ogni individuo
E non la sua vita assicurativa.
Somo molto indignato .

salvatore Giustiniani 05.08.15 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace, ma la norma in questione verrà impugnata dalla Commissione Europea. In Europa vige la libertà tariffaria e quindi qualsiasi norma che ostacoli questa libertà verrà abrogata.

100 Gli artt. 6, 29 e 39 della direttiva 92/49 vietano ad uno Stato membro di istituire un regime di previa approvazione o di comunicazione sistematica delle tariffe che un’impresa di assicurazioni si proponga di utilizzare sul suo territorio nelle proprie relazioni con i contraenti.

101 Come la Corte ha già avuto modo di rilevare, il legislatore comunitario ha in tal modo inteso garantire il principio della libertà tariffaria nel settore dell’assicurazione non vita, ivi compreso per quanto attiene all’assicurazione responsabilità civile auto (v. sentenze 25 febbraio 2003, causa C59/01, Commissione/Italia, Racc. pag. I1759, punto 29, e 7 settembre 2004, causa C346/02, Commissione/Lussemburgo, Racc. pag. I7517, punto 21).

Qui la sentenza completa

http://www.sardegnaconsumatore.it/files/sentenza.doc

rolla lorenzo 05.08.15 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
Direi ottimo l'impegno per questo enorme passo avanti, però da cittadino del Nord vorrei ricordare che gli automobilisti virtuosi ci sono anche da noi, quindi è giusto che anche a noi venga applilcato lo sconto. D'altro canto sappiamo benissimo perché le assicurazioni alzano i premi in queste regioni!

Deola Christian 05.08.15 18:49| 
 |
Rispondi al commento

domanda esempio:
io ho 30 anni...mio padre nn fa incidenti da 35 anni... io finalmente FORSE posso acquistarmi una macchina e voglio sfruttare la bersani...cosa succederà??? sconteranno la mia polizza ugualmente o palesemente vi dico sarò costretto ad intestare a mio padre la macchina (commettendo un illecito per non pagare cifre spropositate)???

ALEX CAMPESE 05.08.15 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il giusto riconoscimento per chi non ha avuto incidenti in particolarmodo inventati

tommaso gemma 05.08.15 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente GIUSTO,chi rispetta i codici stradali,chi è attento e quindi virtuoso Nell guida,va assolutamente non dico premiato,ma cmq gli venga riconosciuto un qualcosa,lo sconto appunto.Sicuramente così,toccando quindi il caro portafoglio,saremmo sicuramente più attenti nella guida per la propria e altrui incolumità

Antonio Romano 05.08.15 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Vale anche per colui che non ha guidato negli ultimi 5 o 6 anni quindi scoperto di assicurazione in tali anni pur non avendo fatto incidenti precedentemente avendo la prima classe?

Gerardo Sorrentino 05.08.15 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Bravi continuate così.
Le assicurazioni si vogliono troppo bene LORO.

undefined 05.08.15 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,

Quancuno dovrebbe chiedersi come mai nelle Marche ed in altre regioni il premio medio è addirittura inferiore alla media europea, mentre nelle regioni che giustamente citate vengono richieste tali cifre..,
Altro quesito: come mai un morto in Italia vale in media 550.000 euro contro i 250.000 di Francia e Germania?
Per ottenere un abbassamento delle tariffe basterebbe fare come nel resto d'Europa : Plurimandato obbligatorio

Gianluca Farina 05.08.15 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Io sono disposto ad installare sulla mia macchina una videocamera, collegata alla centrale di polizia stradale, che segnali la mia condotta di guida e quella di chi mi precede e di chi mi segue. Si eliminano, così, gli incidenti fasulli e si sanzionano gli automobilisti indisciplinati. La V.C. si attiva, automaticamente, al raggiungimento di 25 km/h e si spegne al disotto dei 10 km/h.
Naturalmente, a questi conducenti virtuosi sarà applicata una tariffa scontata del 70%.

La polizia stradale, quando effettua controlli, deve fare tre domande sul CDS al conducente se non risponde correttamente a almeno due domande parte la diffida senza sanzione e se a un successivo controllo non risponderà. correttamente, dovrà sostenere gli esami di guida.

pietro denisi 05.08.15 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Sento parlare del meridione...
Adesso vi dico come stanno le cose nel cuneese presso alcune assicurazioni... io, in prima senza incidenti con torto in 30 anni, mi hanno chiesto 518 euro al mese... e c'è pure l'inganno dell'assicuratore, ma questa è un altra cosa.. mia figlia, stesa assicurazione patente dal 2008 senza incidenti con torto, 600 euro semestre... sempre in prima... Vi pare che una famiglia monoreddito, possa capare così? quando lo stipendio senza assegni famigliari è di 1000 euro mese con affitto da pagare? le macchine in questione, nemmeno li valgono quei soldi, così ion caso di incidente e distruzione del mezzo, prenderemmo meno del valore annuo dell'assicurazione... incidente e tu passeggero ti fai male alla cervicale? collare per un mese, senza poterti muovere ne lavorare.. 580 euro di rimborso.. se non ti va, metti un avvocato che ti verrebbe a costare più della causa... Guardate anche il nord, non solo il sud

Donatella Beretta 05.08.15 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'idea sembra interessante ma forse poco sostenibile. Se è vero che il maggior costo del premio per i cittadini è generato da un maggior esborso delle assicurazioni per indennizzare i sinistri, domando: chi dovrebbe accollarsi il costo di questo taglio ? Non sarebbe forse meglio introdurre un criterio virtuoso per stanare i furbi, solo i furbi e premiare chi si comporta onestamente? Mi chiedo ad esempio : non si potrebbe installare una telecamera con sensore di movimento sulle vetture degli automobilisti che lo richiedono per abbattere il costo della polizza? Questo espediente, problemi di privacy a parte, risolverebbe da solo il 90% delle truffe. Chi sa di essere onesto non dovrebbe avere difficoltà ad accettare una simile soluzione e magari il premio della polizza potrebbe scendere anche oltre il 50%. In fondo per chi non ha mai fatto o subito un sinistro il costo dell'assicurazione è solo un costo passivo senza alcun servizio Altro esempio potrebbe essere quello di controllare l'operato delle carrozzerie e contemporaneamente vigilare sulle truffe architettate dai professionisti del settore. Le misure efficaci per ridurre il costo delle polizze auto sono tante purché si voglia mettere seriamente mano al problema in modo trasparente senza zone d'ombra nelle maglie della burocrazia

Antonio D'Aversa 05.08.15 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sono d'accordo su questa proposta, perché i sinistri vengono spalmati con i guidatori più virtuosi. Semmai io fare una legge dove obbliga gli assicurati di quelle regioni a installare la scatola satellitare fornite dalle compagnie, in modo tale da contrastare la maggior parte dei bidoni creati ad arte. Poi dopo un anno di valutazione le compagnie potranno provvedere al ribasso dei prezzi.

Fabio 05.08.15 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Bhe sono 35 anni che non faccio un incidente ( sgrat sgrat) pago 440 euro anno dite che dovrei pagare 200 euro/anno?:)

Mirko V., Solofra (Av) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.08.15 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'On. Michela Rostan , pd, affermerebbe su Facebook che il merito dell'emendamento é del suo partito, grazie a Leonardo Impegno in commissione.
Chiarire, grazie

Giovanno Veleno 05.08.15 14:16| 
 |
Rispondi al commento

DUE PERSONAGGETTI (per dirla alla de luca-crozza)
HANNO ROVINATO LA RCAuto in ITALIA ...

BERSANI
BOSSI

il primo con la bella pensata di dare la possibilità a imbranati al volante freschi di patente di commettere danni con la classe bassa di famiglia ...

invece la MERDA ESTREMA DEL SECONDO INDIVIDUO diversificò il prezzo dei premi da nord al centro sud ...così mentre il lumbard si ammazza con l'auto (magara tutti) pagando 200 euro l'anno... gli altri del centrosud guidano meglio ma pagano dieci volte di più ...

MA CHE CAZZO DI PAESE DI MERDA è DIVENTATO ?


BENE RAGAZZI AVANTI COSI'

alvise fossa 05.08.15 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Il meccanismo dell'RCA è già equo, in quelle regioni si pagano premi in base al maggior numero di sinistri che vengono indennizzati, vediamo di non ritornare a soluzioni del passato dove tutti pagavano i sinistri di campania, calabria, puglia e via discorrendo con tariffe medie si più basse, ma che garantivano lauti indennizzi ai più furbi, la nostra missione è colpire i farabutti ed i ladri, non aiutarli anche a pagare di meno!!!

traz alca 05.08.15 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una sola domanda. Tutto favoloso, ma non mi è chiaro come si può rimanere alla 13sima o 14sima classe nonostante 5 anni di assenza di incidenti. Qualcosa mi sfugge o trattasi solo di un esempio?

mario cinieri 05.08.15 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto bene se i minori premi pagati se li accollano le assicurazioni. Non vorrei però che alla fine i maggiori risarcimenti pagati in alcune regioni (per truffe e via discorrendo) dovessero ricadere sui premi degli automobilisti delle regioni virtuose. Se i napoletani vivono truffando le assicurazioni non dovrebbero essere gli altoatesini a dover pagare il costo. O no?

Angelo G., Trento Commentatore certificato 05.08.15 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere se anche il lazio è una di quelle regioni?

Franco Murru 05.08.15 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi sembra una gran idea.
Come andra' a finire? Alzeranno le tariffe anche nelle atre regioni, cosi' tutti pagheranno di piu'.
Il costo della polizza e' un indicatore statistico che da' una chiara idea del numero di incidenti/truffe in una certa area. Bisognerebbe ridurre gli incidenti/truffe in quella zona geografica, e non calmierare artificialmente le tariffe.

Claudio B. Commentatore certificato 05.08.15 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Ok per la RC auto equa. L'Idea del M5S è apprezzabile e spero si possa realizzare. Però il costo dell'assicurazione è influenzato dai criminali truffatori che purtroppo si concentrano statisticamente in alcune regioni d'Italia. In parallelo con le tariffe eque bisognerebbe anche individuare chi truffa le assicurazioni come stile di vita. E sono tanti. Solo pochi giorni fa un tipo con accento campano mi ha dato una bella sprangata sulla fiancata dell'auto per simulare un sinistro mentre lo superavo. Questo è lo stile italiano. L'Italia, al momento, è la patria e l'allevamento mondiale dei delinquenti. Finchè ce ne sono così tanti in giro è già tanto che le assicurazioni emettano la polizza in alcune zone d'Italia, e infatti lo fanno solo perchè sono obbligate dalla legge.

Stefano Damico 05.08.15 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Siccome siamo europei bisognerebbe controllare quanto costa all'estero la stessa assicurazione. Magari come in Bulgaria che costa circa 180 euro annui. Dall'altra parte bisogna mettere un freno alle truffe assicurative ma credo che le assicurazioni sguazzino in questo pantano piangendo per incassare piu' del dovuto.

edi duri 05.08.15 13:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori