Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Simpatico bonus? #MaiPiùPd

  • 33

New Twitter Gallery

maipiupd.jpg

Lettera di Armano Barni ad Affaritaliani.it pensionato di 79 anni si sente preso in giro perchè ha ricevuto un "simpatico bonus" di 381 euro a fronte dei 2.000 che gli spettavano e quindi non voterà mai più Pd. Scrivi anche tu perchè non li voterai più su Twitter con #MaiPiùPd

"Mi chiamo Armano Barni e sono un pensionato di 79 anni della provincia di Cremona. Ho lavorato 42 anni, operaio. Ho sempre creduto fin da giovane alla sinistra. Prima comunista, poi Pds-Ds e poi Pd. Credo nell'uguaglianza e nella giustizia sociale. Prima di tutto i diritti dei lavoratori, come sancisce la nostra Costituzione. Questa mattina sono andato in banca per vedere se finalmente è arrivato il bonus promesso dal premier dopo la sentenza della Corte Costituzionale. Ho ricevuto 381,5 euro netti rispetto a poco più di 2mila che avrebbero dovuto darmi se il rimborso fosse stato totale. Mi sento preso in giro. Preso in giro dal premier e dal Pd, preso in giro dal partito che sempre votato. Basta. Ho contributo, come tanti altri della mia generazione, a risollevare l'Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale. Sempre pagato le tasse fino all'ultimo centesimo. E il governo mi tratta in questo modo?

VIDEO Pensioni: la grande presa in giro. Ecco come fare ricorso

La sinistra, ai tempi dei governi Berlusconi, ci raccontava che le sentenze si rispettano. Il premier ha avuto il coraggio e la faccia tosta di chiamarlo "simpatico bonus". Una colossale presa in giro. Tanti come me non voteranno mai più Pd e cominceranno a guardare a Grillo o a Salvini (o a Landini se scendesse in campo). Ci raccontano che il governo Monti, con la frignona Fornero, ha dovuto bloccare l'indicizzazione delle pensioni per salvare l'Italia. Poi con i soldi pubblici e senza chiedere nulla ai cittadini abbiamo regalato soldi alla Grecia (o meglio, alle banche tedesche e francesi e non al popolo greco), abbiamo salvato Monte dei Paschi (banca di sinistra) e stiamo dando 30 euro al giorno ai clandestini (molti di loro non scappano dalle guerre, e lo dico da uomo di sinistra). Questa non è l'Italia che sognavamo negli anni 60 e 70. Questa non è la mia sinistra. Basta. Basta davvero. Una vergogna. Da oggi il Pd ha un voto in meno. Ma molti altri faranno come me. Può starne certo il premier." Armano Barani


4 Ago 2015, 12:13 | Scrivi | Commenti (33) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 33


Tags: affaritaliani, Armano Barni, Pd, pensionati, pensioni

Commenti

 

Una delle tante trovatoe squallide del governo italiano!

Calze Running Commentatore certificato 17.12.15 21:10| 
 |
Rispondi al commento

non votavo,e più che mai pd,perchè è dc mascherata,mai forza italia,perchè è dc mascherata,non votavo più perchè non avevo alternative,ora finalmente dico la mia,ed anche votando un gruppo che ha avuto subito un peso.devo dire a proposito dei rimborsi sulle pensioni,che dopo avermi rubato una percentuale della pensione,perchè di questo si tratta,dopo che i giudici hanno decisoche è un furto,anzi una rapina,loro decidono di darci le briciole che erano già nostre,dicendoci che ci hanno fatto un grosso regalo.altri furti ecclatanti,sono i finanziamenti ai partiti,dopo che un referendum ha stabilito quasi all'unanimità,che non dovevano più mettere le mani sul malloppo.potevano farlo,ma non dovevano più dire che l'italia è un paese democratico,purtroppo non lo è più,poco per volta,hanno sovvertito tutto,pure la costituzione,e con ciò,non mi divulgo più,altrimenti non resta spazio per tutti.

mario tondo montaldo torinese.

mario tondo, montaldo torinese (torino) Commentatore certificato 07.08.15 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro armano se a tutti ci volessero 79 anni x capire che razza di gentaglia sono questi p d'occhi avremmo poche prospettive .comunque meglio tardi che mai.

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 05.08.15 23:25| 
 |
Rispondi al commento

La pronunzia della corte costituzionale è legge è andava applicata sic et sempliciter :così facendo il PD ha denotato o che non conosce la normativa oppure volutamente si è comportato illegalmente.

paolo d., Pescara Commentatore certificato 05.08.15 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Hanno anche infranto la legge ,perchè la pronunzia della corte costituzionale doveva essere applicata sic et sempliciter. Se volevano recuperare delle risorse potevano intervenire ,per esempio sulla curva del reddito (IRPEF). Ma si sa ,ormai il PD è fuori dalla legge.

paolo d., Pescara Commentatore certificato 05.08.15 15:42| 
 |
Rispondi al commento

@Patrizia @Gian.
Avessero detto:
Tetto massimo a stipendi managers statali, pensioni d'oro, vitalizi,etc., € 5.000 al mese ( e non 38.000 come Amato), magari, i pensionati da 1.300/1.700 euri al mese, avrebbero anche accettato il blocco, ma, quando si vede quel che si vede, viene da dire:
Ma cominci sempre da me, a tirare la cinghia.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 05.08.15 07:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Sig. Armano, spiace sentire le brute esperienze degli altri, ma fa sempre piacere quando un'altra persona s'informa e apri gli occhi. Non e' mai tardi per scegliere la strada giusta. Le auguro che le cose vadano bene; le chiedo se puo' andare da qualche chiosco del M5S per semplicemente chiedere informazioni e fare domande. Magari porti con se qualche amico che ha bisogno. La conoscenza e' potere. :-)

Fabio D., Castelfranco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.08.15 23:37| 
 |
Rispondi al commento

134,pochi centesimi!Vergogna.Oggi si celebra la fine di una democrazia che ha sempre premiato gli sfruttatori,ladri,vigliacchi,incompetenti e incapaci.Io ho fatto ricorso per la ricostruzione della pensione che percepisco dopo aver versato 39 anni di contributi che non si sa dove siano andati a finire.VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

giuseppe m, mandal.giuseppe@gmail.com Commentatore certificato 04.08.15 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Pensionato delle poste 1500€ lordi bonus di 204,49 alla faccia dell'onestà, non ho mai votato PD, il problema però c'è chi lo vota. Che vadano a ..............!

Dario Lampa 04.08.15 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Armano, io mi accontenterei di conoscere da questo PD almeno un po' di verità, quella verità che andava sbandierando nei confronti dei governi precedenti e che oggi Padoan occulta peggio di quelli.
Mi accontenterei di conoscere la realtà della situazione economica e finanziaria dell'Italia, strangolata da riforme che non sono le riforme del governo di uno Stato sovrano, ma sono tagli sulla carne viva della gente. Se stiamo come la Grecia allora si adottino misure eccezionali per tutti, non solo tagli alle pensioni, alla sanità, alla scuola.
Che si taglino gli stipendi di parlamentari di Camera e Senato, invece di riformare il Senato in maniera anticostituzionale alfine di ridurre soltanto la platea degli eletti che rimarranno super pagati in maniera oscena.

M. Mazzini 04.08.15 20:38| 
 |
Rispondi al commento

W i gufi, che se magneranno gli idioti pd mentre contano i soldi che ci hanno rubato!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.08.15 18:56| 
 |
Rispondi al commento

complimenti per l'arguzia,non voterai più il pd ma fai un pensierino su salvini,come diceva ezio greggio sei proprio un volpino.

Dado Q., abruzzo Commentatore certificato 04.08.15 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Pensioooonaatiiiiiii, lo avete ricevuto il "simpatico bonus"????
Ah siii, ma non tutto quello che vi spettavaaaa, embe' ognuno ha cio' che si merita (e che deriva dalla politica di chi viene eletto).
Continuate pure a dare il vostro supporto alla banda di pagliacci che attualmente ha in mano il governo di questo disgraziato Paese.
Al qui presente signore che scrive "non votera' piu' pidocchi" che si puo' dire .....
Mi vien da pensare a persona che da un paio di anni tengo informata su quello che cercano di fare gli eletti M5S e che (in parlamento) i pidocchi continuano costantemente a non far passare.
Persona che ultimamente non ha votato, ma che prima votava pidocchi, un disabile.
Appena sentito che M5S si batte per il "reddito di cittadinanza" (nonostante lo abbia tenuto informato anche di questo gia' dal lontano 2012) solo quando ha sentito la notizia data in tv (pochi mesi fa) mi ha detto come stia pensando, alle prossime elezioni, di votare per M5S.
Al che gli ho detto:"guarda, se voti solo perche' questo potrebbe garantirti l'integrazione ai 780 euro al mese del reddito di cittadinanza lascia perdere, o voti convinto per tutto il programma che porta avanti M5S oppure continua pure a non votare, non farlo solo perche' tu ne avrai un vantaggio, il vantaggio deve essere per tutti non solo per te".

mario 04.08.15 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Ha capito proprio tutto mil signore. Alle prossime voterà Salvini e non cambierà un emerito caxxo.
Prendetela con voi stessi, sinistroidi ipocriti.

Adriano Perrone, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.08.15 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Contenti di essere un gufi: uccello del malaugurio, ma di fatto cacciatore notturno silenzioso che si nutre di piccole taglie (osserviamo che di fatto abbondano).
Il disappunto risalta la presa in giro del termine “bonus”, anziché fregatura ed evidenza anche una costante dei partiti e dei politici: il continuo cambio di denominazione e simbolismo, oppure il cambio di casacca, in una continua ricerca di nascondere-si dai fallimenti e trarre in inganno l'elettore non accorto, optando per quel concetto che più va di moda, ma che non collima con la coerenza, costanza, lealtà intellettuale e politica all'elettorato, ecc.. Tacciono, non incalzano, nessuno e sopratutto il PD non ha più la patente per dire che il M5S è dittatoriale. Le sceneggiate di minoranze interne di commissioni cambiate o che sottostanno al tacco della fiducia, abusata in un insano rapporto istituzionale; oppure dopo abbandoni di singoli per opportunità di salvezza (pochi per fede politica) o scissioni partitiche “che sanno di picche svizzere” a favore del governo, ritenuto piglia tutto sino al 2018, hanno dimostrato l'immoralità degli interventi. Ciò che non hanno compreso e che l'elettore è maturato ed si sottrae agli inganni e alle mistificazioni, non votando qualora non si trovi con l'offerta pubblica.

f.d. 04.08.15 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Tipico esempio da italiota di profilo medio-basso: "Non voto il PD perchè non mi ha riconosciuto il bonus sulla pensione"...ma come cazzo ragionate??? Dovevate smettere di votare PD-PSI-DC fin dai tempi di tangentopoli, quanto cazzo di tempo vi ci vuole a capire il sistema politico-marcio-mafioso che avete tenuto in piedi per decenni????

Davide C. 04.08.15 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Vede signor Barani, il problema del nostro paese è proprio questo, ognuno pensa all'interesse proprio e si fotta il paese. fin quando ragionate così non cambierà mai nulla, può votare chi vuole

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.08.15 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Bello addormentato c'è una certa differenza fra Grillo e Salvini,
forse ti sveglierai quando sarai nel loculo,
non lo so io.. ma certe cattiverie le tirate proprio fuori

Michele Martini 04.08.15 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Vede Sig. Barani, da un lato spiace leggere commenti come alcuni più sotto, perchè sembra sparare sulla Croce Rossa: finanto che non toccano il suo orticello va tutto bene.
Però, e mi si corregga se sbaglio, pare intuire che la lezione non sia stata sufficiente.
Dice di guardare a Salvini o Landini, ma questi dove erano ieri?? Sono una parte del sistema, delle "larghe intese", che oggi si dissocia dalla maggioranza. Ma sono gli stessi che hanno contribuito all'attuale situazione. Nel 2011, senza rivangare anni precedenti, votavano il governo Monti. E votavano perchè non capivano le conseguenze o perchè convinti delle scelte, o cosa? In ogni caso, la censura è doverosa.
Come può oggi dire che voterebbe forze che hanno sostenuto la perdita di sovranità del paese? Che hanno eletto e rieletto la stessa figura come Presidente e oggi gli lanciano contro qualche critica? Che in nome della troika, hanno anche toccato la sua pensione?
Landini... che sbraita contro tutti, sindacalista oggi come nel 2011. Cosa ha difeso? Quali diritti?
L'impressione è che si ascolti la "sirena" dei comizi, degli slogan e della sparata più grossa per far presa sulla gente, piuttosto che i contenuti. Con il risultato che fra qualche anno, sarà nuovamente a gridare "dàgli al cattivo" ...

Gian A Commentatore certificato 04.08.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Meglio tardi che mai.

Ti auguro di rimanere in vita fino al compimento del tuo 150esimo compleanno per compensare il voto dato alla sinistra per tutti gli anni passati, votando M5S .

Tanti illusi come te , attraverso il loro voto al PCI e pagando i contributi ai sindacati hanno posto le basi per il disastro di oggi.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 04.08.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento

In un momento come questo uno dovrebe essere felice se CONTINUA AD INCASSARE la pensione.
Quanti, come me, non la prenderanno MAI pur avendo pagato ( e profumatamente)?

Patrizia 04.08.15 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.. e se gli avessero dato i "suoi" 2000 euro avrebbe continuato a votare PD, e chissene del resto.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.08.15 14:23| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI COSI' E ALLE PROSSIME ELEZIONI,IL PD SI TROVERA' SENZA PIU' NESSUNO CHE LO VOTI

alvise fossa 04.08.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Non è mai troppo tardi.... Bravo.... Svegliatevi tutti....

francesco 04.08.15 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Dire che te lo sei meritato è troppo facile e ingeneroso nei confronti di un uomo che ha lavorato duramente per tutta la vita . Da persona intelligente dovresti sapere che le cose cambiano , sempre , poco o tanto ma cambiano ; così cambiò anche il PCI di Berlinguer quando ne prese le redini Ochetto e il mefistofelico D'Alema . Due personalità opposte ma unite nel distruttivo progetto di conquistare il potere alla Lenin , con il colpo di stato chiamato mani pulite ! Berlinguer non lo avrebbe permesso e nemmeno tanti altri che capirono e ne presero le distanze . Capirono che avrebbe portato la classe operaia a stare peggio e di molto ! Così fu ! Il PCI era sparito non solo come nome ma anche come essenza politica , al suo posto si strutturò una armata Brancaleone composta da avventurieri e intrallazzatori che , dopo tante giravolte di sigle , oggi si chiama PD . Niente a che vedere con il PCI , Berlinguer ne sarebbe schifato , lo stesso duro Togliatti vomiterebbe ! Tu , come tanti , non hai capito . Meglio tardi che mai ! Benvenuto !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.08.15 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è: ma ci saranno nuove elezioni?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.08.15 13:27| 
 |
Rispondi al commento

In breve sarà scalzato da uno più gaglioffo di lui, avremo il piacere di vederlo singhizzare in televisione. I bambini fanno così quando gli togli il giocattolo.

Tommaso B., Diamantina Brasile Commentatore certificato 04.08.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Prima comunista, poi Pds-Ds e poi Pd."
E' anche grazie a gente come questa che oggi ci troviamo nella situazione in cui siamo.
Per anni ha votato dei ciarlatani e dei disonesti e ha dovuto sbattere il muso contro il muro per accorgersi dell'errore che stava facendo se no continuava per chissà quanto tempo a fare dei danni in cabina elettorale.
Mi spiace ma non riesco a provare pietà per queste persone.

Alessandro G. Commentatore certificato 04.08.15 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

""Da oggi il Pd ha un voto in meno. Ma molti altri faranno come me. Può starne certo il premier.""

ma lui se ne frega... ha il lasciapassare fino al 2018... grazie a pierluigi...

:)

pabblo 04.08.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori