Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli italiani detengono record mondiale di ''analfabetismo funzionale''

  • 53

New Twitter Gallery

analfabetifunzionali.jpg

"E’ in grado di leggere e scrivere ma non è capace di costruire un’analisi che tenga conto anche delle conseguenze indirette, collettive, a lungo termine, lontane per spazio o per tempo. Parliamo di chi appartiene alla categoria degli "analfabeti funzionali", la cui "medaglia d’oro", tristemente, è assegnata agli italiani.
Italia al primo posto: il 47% degli abitanti del Belpaese, infatti, secondo uno studio dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) - dunque secondo una fonte internazionale autorevole - si informa (o non si informa), vota (o non vota), lavora (o non lavora), seguendo soltanto una capacità di analisi elementare.

VIDEO Il potere ci vuole ignoranti

Una capacità di analisi, quindi, che non solo sfugge la complessità, ma che anche davanti ad un evento complesso (la crisi economica, le guerre, la politica nazionale o internazionale, lo spread) è capace di trarre solo una comprensione basilare. In altre parole soffre di analfabetismo funzionale. E la percentuale è talmente alta da far balzare il nostro Paese al vertice di questa speciale classifica.

classificanalfabeti.jpg

Con il termine “analfabetismo funzionale” si designa l’incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. Un analfabeta è anche una persona che sa scrivere il suo nome e che magari aggiorna il suo status su Facebook, ma che non è capace “di comprendere, valutare, usare e farsi coinvolgere con testi scritti per intervenire attivamente nella società, per raggiungere i propri obiettivi e per sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità”.

Un analfabeta funzionale non capisce i termini di una polizza assicurativa, non comprende il senso di un articolo pubblicato su un quotidiano, non è capace di riassumere e di appassionarsi ad un testo scritto, non è in grado di interpretare un grafico. Non è capace di leggere e comprendere la società complessa in cui vive. Un analfabeta funzionale, pertanto, traduce il mondo paragonandolo esclusivamente alle sue esperienze dirette. La crisi economica? Soltanto la diminuzione del suo potere d’acquisto. La guerra in Ucraina? E’ un problema solo se aumenta il prezzo del gas. Il taglio delle tasse? E’ giusto anche se corrisponde ad un taglio dei servizi pubblici.

Uno status che può avere risvolti negativi sia sul singolo individuo che sulla collettività. Coloro che sono analfabeti funzionali, infatti, possono essere soggetti a intimidazione sociale, a rischi per la salute, a varie forme di stress, a bassi guadagni ed altre insidie associate alla loro inabilità. Poi c’è la correlazione tra crimine ed analfabetismo funzionale, ben nota ai criminologi ed ai sociologi di tutto il mondo. Nei primi anni 2000 è stato stimato che il 60% degli adulti nelle carceri federali e statali degli Stati Uniti erano funzionalmente o marginalmente analfabeti, e l’85% dei delinquenti minorenni aveva problemi riguardanti la lettura, la scrittura e la matematica di base.

E, ancora, l’impatto negativo sull’economia. Uno studio intitolato “Literacy at Work” (“Alfabetismo sul lavoro”), pubblicato dal “Northeast Institute” nel 2001, ha rilevato che le perdite economiche attribuite a carenze nelle abilità di base ammontano a miliardi di dollari all’anno a causa della bassa produttività, degli errori e degli incidenti riconducibili all’analfabetismo funzionale.

La ricerca sociologica ha dimostrato che i paesi con livelli inferiori di analfabetismo funzionale tra le loro popolazioni adulte tendono ad essere quelli con i più alti livelli di alfabetizzazione scientifica tra la classe inferiore dei giovani che si avvicinano alla fine dei loro studi accademici formali. Questa corrispondenza suggerisce che un fattore che contribuisce al livello di alfabetizzazione civica di una società è la capacità delle scuole di far sì che gli studenti raggiungano l’alfabetismo funzionale richiesto per comprendere i testi e i documenti di base associati ad una cittadinanza competente." da pupia.tv

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

3 Set 2015, 17:30 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 53


Tags: analfabeti, analfabeti Italia, analfabetismo, analfabetismo funzionale, conoscenza, informazione, Italia, scuola

Commenti

 

Se prendiamo i tre livelli di competenza dell'Alfabetismo Funzionale : livello inferiore,livello basilare e,livello superiore,su un campione di popolazione compresa tra 16 - 65 anni,siamo primi al mondo con il 47 % a livello inferiore ,quello basilare pari al 35 % e,solo il 18 % con livello superiore.
A differenza dell'alfabetismo strutturale (quello dei nostri trisavoli), gli analfabeti funzionali sanno leggere ma non capiscono quello che leggono.
A furor di logica,soltanto il 18 % (livello superiore),dovrebbe votare ai Referendum.

Italo Picciafoco 26.06.16 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto prove fatte da molte persone sul sig. Muscolino Giovanni, così lo ho contattato per ottenere il mio prestito di 40.000€, regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. C è con il Sig. Muscolino Giovanni che la vita, il mio sorrida nuovamente è signore. di cuore semplice e molto comprensiva vi giuro in nome di dio che esistono veramente privati prestatori qui in Francia. Ecco la sua posta elettronica: muscolinogiovanni61@gmail.com

Brudan Iuliana 14.12.15 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, io sono la signora Mary Ann alfredo un prestatore di prestito privato che concede prestiti opportunità di tempo di vita. Avete bisogno di un prestito urgente per cancellare i debiti o avete bisogno di un prestito di capitale per migliorare il vostro business? Sei stato abbassato da banche e altri enti finanziari? Avete bisogno di un prestito di consolidamento o un mutuo? Non cercate oltre, perché siamo qui per tutti i vostri problemi finanziari in passato. Prendiamo in prestito fondi per le persone che hanno bisogno di assistenza finanziaria, che hanno un cattivo credito o che hanno bisogno di denaro per pagare le bollette, a investire in attività a un tasso del 2%. Voglio usare questo mezzo per informare che forniamo assistenza affidabile e beneficiario e saranno disposti a offrire un prestito. Così contattateci oggi via e-mail a: (Maryannalfredo@outlook.com)

maryann alfredo 21.10.15 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente il commento scritto da Alessandro.P "Esami = memoria al quadrato", ho odiato i 5 anni di liceo perché chi riusciva a memorizzare capitoli e capitoli senza dimenticare virgole e punteggiatura riusciva ad andare avanti a pieni voti, chi studiava realmente ed era attento alle lezioni e faceva un riassunto della spiegazione del professore unito ad un riassunto del capitolo assegnato riusciva a portare a casa un minimo della sufficienza una vergogna.
Risultato finale mi sono fermata al diploma ma penso che ci sono laureati che sono andati avanti grazie all aiuto economico dei genitori e che non riescono neanche a comprendere un testo scritto vergognoso questo accade solo in Italia.


Cari deputati M5S,

l'analfabestismo funzionale ital. non sorprende chi ha fatto un'inchiesta 10ennale per capire perché non sappiamo gestire un Paese correttamente. Volevo capire anche perché la corruzione in Italia avanza faciklmente....

Ho i risultati dell'inchiesta, abito in Francia. Voglio darvi i risultati, chiariremmo al telefono o mail alcuni dettagli di base.

SONO DISPOSTO A VENIRE IN ITALIA PER FARE TESTIMONIANZA

La testimonianza che propongo è necessaria se volete veramente dare al Paese una chance.
Sono sociologo, ho molta esperienza .

Contattatemi subito ! Vi faro' un gra regalo a voi ed al paese.. Saluti da un Paese civile.

Ulrich Realist

ulrich33@orange.fr
(ex funzion europeo, sociologo, ingegnere)

Ulrico Reali 04.09.15 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Voi - avete bisogni di prestito di denaro urgente? Ecco la nostra mail: world.help1960@hotmail.com

Voi - avete bisogni di prestito di denaro urgente per il vostro commercio, la vostra impresa, o cominciato un'attività pagato fattura d'elettricità o ospedale, necessità di prestito di

denaro per gli studi o dei vostri bambini comperate una rinforzai o automobile per la costruzione della vostra casa? Ecco la nostra mail: world.help1960@hotmail.com volete un

prestito di denaro rapido ed in tutta sicurezza e facile li contattate sulla nostra mail ora: world.help1960@hotmail.com
Contattate per avere la soddisfazione il più rapidamente possibile noi li somma disporte ad aiutarsi li contattate sulla mail ora world.help1960@hotmail.com

help d., bergamo Commentatore certificato 04.09.15 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente, ottimo articolo, la riflessione che faccio mi porta a pensare a dove andremo a finire se non troviamo il modo di invertire la rotta...sempre che ci sia ancora tempo.

lisa a. 04.09.15 15:04| 
 |
Rispondi al commento

About functional illiteracy

Si consiglia in primis una indispensabile cura di studi classici, onde ottenere il necessario spirito critico, per passare ad una di mantenimento di studi scientifici.
Alla sera subito dopo il pasto:
LA RAGIONE - Ludovico Geymonat - prefazione di Giulio Giorello - Piemme edizioni



Voi - avete bisogni di prestito di denaro urgente? Ecco la nostra mail: world.help1960@hotmail.com

Voi - avete bisogni di prestito di denaro urgente per il vostro commercio, la vostra impresa, o cominciato un'attività pagato fattura d'elettricità o ospedale, necessità di prestito di denaro per gli studi o dei vostri bambini comperate una rinforzai o automobile per la costruzione della vostra casa? Ecco la nostra mail: world.help1960@hotmail.com volete un prestito di denaro rapido ed in tutta sicurezza e facile li contattate sulla nostra mail ora: world.help1960@hotmail.com
Contattate per avere la soddisfazione il più rapidamente possibile noi li somma disporte ad aiutarsi li contattate sulla mail ora world.help1960@hotmail.com

help d., bergamo Commentatore certificato 04.09.15 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Da wiki
Con il termine analfabetismo funzionale si designa l'incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana.
...
Coloro che sono analfabeti funzionali possono essere soggetti a intimidazione sociale, a rischi per la salute, a varie forme di stress, a bassi guadagni ed altre insidie associate alla loro inabilità. La correlazione tra crimine ed analfabetismo funzionale è ben nota ai criminologi ed ai sociologi di tutto il mondo. Nei primi anni 2000, è stato stimato che il 60% degli adulti nelle carceri federali e statali degli Stati Uniti erano funzionalmente o marginalmente analfabeti, e l'85% dei delinquenti minorenni aveva problemi riguardanti la lettura, la scrittura e la matematica di base.
...
un fattore che contribuisce al livello di alfabetizzazione civica di una società è la capacità delle scuole di far sì che gli studenti raggiungano l'alfabetismo funzionale richiesto per comprendere i testi e i documenti di base associati ad una cittadinanza competente...


In pratica gli italiani non ricevono un'istruzione adeguata a scuola:
in quasi tutte le materie NON è richiesta comprensione ma solo memorizzazione quindi vengono favoriti i memorizzatori anche se non capiscono nulla (Esami = Memoria x culo al quadrato).
Questo stile di insegnamento dipende anche da una totale mancanza di applicazioni dei concetti insegnati che di nuovo vincolano la valutazione dell'alunno alla sola memoria e quasi mai alla comprensione e utilizzo.

p.s. questo argomento l'aveva segnalato ieri lalla arezzo

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.09.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che, oltre a una solida formazione scientifica, ogni cittadino avrebbe il diritto/dovere di essere edotto in: educazione civica, filosofia ed economia. Materie che - personalmente - introdurrei come obbligatorie a partire dalle scuole primarie (e non sto scherzando).

alle bonicalzi 04.09.15 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Di questo analfabetismo funzionale partecipa anche la capacità di utilizzare il pensiero astratto e simbolico e questo determina che astrazioni come libertà, solidarietà, democrazia, moralità, legalità abbiano poche possibilità di suscitare sentimenti di indignazione davanti a loro palesi violazioni.

Cinzia C., Verona Commentatore certificato 04.09.15 11:24| 
 |
Rispondi al commento

E' triste, ma ce ne accorgiamo ogni giorno: io mi ritrovo circondato di persone che non riescono a seguire un ragionamento semplice, una consequenzialità degli eventi anche laddove posti in correlazione in maniera evidente, o con esempi pertinenti...
Spesso l'unico modo che ho di farmi capire è ricorrere a metafore elementari, comprendenti soggetti di uso quotidiano e "vicini" alla quotidianità dell'interlocutore come ad esempio l'auto, piuttosto che la spesa al supermercato...
E' decisamente avvilente

Ubaldo 04.09.15 10:57| 
 |
Rispondi al commento

una delle colpe principali è dovuta all'istruzione scolastica tenuta da 40 anni nelle mani di insegnanti di sinistra, a volte più ignoranti degli studenti!

Clesippo Geganio 04.09.15 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si si, gli italioti sono proprio così! Si capisce perchè votano idioti come il beota fiorentino e il demente di Arcore!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.09.15 10:00| 
 |
Rispondi al commento

la disfunzione sociale non può limitarsi all'alfabetismo funzionale e le sue interpretazioni ma all'uso del potere controllante per controllare la massa. La società è complessa ma i sistemi di manipolazioni sono semplicistici e quindi è tutta la società disfunzionale ed arretrata in una condizione di alfabetismo genitale e di stregoneria qualunquista. Il popolo italiano è ignorante non perchè non sa ma perchè pensa di sapere quello che serve per vivere.

Giuseppe Intini 04.09.15 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Analfabetismo funzionale. Adesso capisco qual'e' il problema del governo italiano.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 04.09.15 08:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di analfabetismo funzionale quando si vota sul blog? .... Quando si ricomincia a far scegliere ai cittadini informati? Quando si inizia un percorso di democrazia diretta? A partire dal blog fino all'ultimo meetup di città o Paese?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 04.09.15 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi stupisco della perplessità sui dati,visto che la voce "Analfabetismo funzionale" in Wikipedia esiste nella versione italiana dal 2008 e quella inglese dal 2004.Bisogna leggere gli articoli e non solo i titoli :-) Bisogna pubblicare anche dei post sulle le classifiche PISA e i Ranking mondiali degli Atenei( la prima Università italiana è collocata in tutti ranking dopo il 150esimo posto !!) e fare qualche altra riflessione.Non è un caso,che l'unica vera crescita che c'è in Italia è quella dei cervelli in fuga.

Hans ., lugano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 04.09.15 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di che ci meravigliamo? Per decenni la scuola ha vomitato decine di migliaia di idioti acculturati, educati a non pensare e a ripetere come mantra le nozioni impartite, per annullare il rischio che le "teste pensanti" potessero mettere a repentaglio un sistema che può essere tollerato esclusivamente in caso di analfalbetismo funzionale, appunto. La contestazione ragionata, principale strumento di innovazione ideologica e considerata elemento di pregio negli alunni che la esercitano nell'ambito delle istituzioni formative di molti paesi, nelle scuole italiane viene vista come una sorta di insubordinazione e repressa a suon di valutazioni penalizzanti sino a stroncare carriere accademiche altrimenti potenzialmente brillanti. E poi si chiedono perchè i nostri cervelli fuggano all'estero...vorrei vedere chi, soprattutto se dotato, riesce a sopportare a lungo l'obbligo di apprendere l'ignoranza manifesta di tanti docenti che vivono l'insegnamento come una sorta di sussidio da riscuotere a fronte del minor impegno possibile. Ma forse la colpa non è neanche tutta loro, sono come il sistema li ha voluti. Certo esistono insegnanti che esercitano la loro professione in maniera eroica, nonostante tutte le difficoltà che il sistema (in primisi i cosiddetti partiti "di sinistra") mette sulla loro strada, ma sono una minoranza.

Andrea Romano 03.09.15 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È LA POLITICA CHE HA CREATO L`ANALFABETISMO FUNZIONALE! PERCHÈ FA COMODO!

SI CHE I PECORONI VADANO NELLA DIREZIONE DESIDERATA.... SENZA CREARE TROPPI PROBLEMI AI LUPI!!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 03.09.15 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Brodo primordiale di notizie varie per intimidire tutto un popolo. Chi ha elaborato la fumosa statistica non tiene conto della lingua dell'ipocrisia e della storia italiana fatta da codardi e non da eroi. Per quale ragione e' stata studiata siffatta statistica sociologica se non Per capire quale popolo assoggettare ad un moderno feudalesimo tecnologico? Il problema sta nei nobili che ci governano che preferiscono schiavi a cittadini e per questo da decenni hanno eliminato una vera educazione. Come disse Checco Zalore in Italia non serve studiare serve essere raccomandati!

Edi Duri 03.09.15 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Oggi banchetto del Meetup locale molto MoVimentato

Tra i cittadini che ci sono venuti a trovare , una famiglia dal Canada , che ci incita a continuare con le nostre battaglie

Altri concittadini partiranno con noi per Imola !!

Cari Saluti

PARTECIPAZIONE diretta del cittadino

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.09.15 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Agghiacciante,chissa che verremo fuori

alvise fossa 03.09.15 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per la definizione.

Mi ero accorto del fenomeno ma non sapevo che aveva un nome.

Come tutti i fenomeni di questo tipo esistono anche le situazioni di mezzo.

E sono le peggiori: e' il principio di "Peter" al riguardo delle organizzazioni: ogni uomo viene promosso e fa carriera fino a raggiungere il livello di "incompetenza" e li si ferma in quanto non viene piu' promosso.

La pubblica amministrazione e' piena di analfabeti funzionali in posizioni apicali che ragionano come si faceva ai tempi di Napoleone mentre oggi abbiamo i computer.

Andando in un ufficio equitalia 2 volte ho dovuto compilare 2 volte il foglio per l'accesso e la privacy .

Ma si puo' ?

Se solo mi lasciassero mano libera ne sostituisco il 50% con computers.
:)

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 03.09.15 20:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ahimè quanto fa male la verità ma .. quanto è vero questo post . Sigh!

Prenderne coscienza è sicuramente il primo passo per darsi da fare e trovare soluzioni a questo dramma culturale e quindi sociale !

Forza e Coraggio M5S !

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.09.15 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto sommato la descrizione corrisponde a quella di una persona pratica, non omologata al modello del cittadino-consumatore, che poco si lascia coinvolgere dalle stupidate che scrivono i giornali e che diffondono le TV, né dai sondaggi e dagli studi che conducono organizzazioni in mano a furbi e zeppe di cretini che giungono a conclusioni come quelle surriportate. Gli USA fanno storia a sé: meglio non parlare del paese dove tutto è speciale: soprattutto il grado di civiltà (da non confondere col progresso raggiunto grazie a "menti" d'importazione!).

loris cusano 03.09.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Fa lo scemo per non andare alla guerra.
Siamo stati educati all'analfabetismo funzionale: l'impressione è che gli ultimi trent'anni siano stati decisivi.
Chi ha potuto vedere il prima e il dopo la cura, insomma, chi ha una certa età, ha il cuore a pezzi. Un Paese bello come l'Italia in mano ad analfabeti funzionali della politica, dello sport, della medicina, mentre le eccellenze vanno all'estero. Guai se gli italiani risorgono, guai se gli italiani diventano persone adulte, in grado di interpretare i fatti. Non assolvo nessuno tantomeno me stesso, infatti, per sopravvivere sono diventato analfabeta funzionale anch'io.

M. Mazzini 03.09.15 19:43| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

É vero. Io mi sono diplomato com geometra MA con 60, ho avuto nella capacitá di intendere e volere. Me ne sono andato dall'Italia ma certe volte mi vergogno di dire che sono italiano, sappiamo solo parlare di calcio e io sono stato creato per giocare a calcio finché il sogno si é svanito e ho visto ch non avevo piú futuro. Ora sono in Brasile ma giuro che pur essendo diplomato non avevo le capicitá di alfabetizzazione digitale e hoo dovuto rippare qui con corsi gratuti e continuativi che in Italia non potevo fare, anche perché se dicevo ai miei amici che facevo corsi professionali si mettevano a ridere. Non so ma siamo visti come il paese piú bello al mondo e forse lo siamo ma un onesto e´escluso dalla societá e questo e´una cosa triste
PS: con nuove elezioni torneró subito perché M5Svincerá e ha bisogno del mio voto

Carlo Jose' Dodich, Cuaba' (Brasile) Commentatore certificato 03.09.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Si, questo è vero.
I nostri vari livelli solastici non sono predisposti per creare futuri cittadini in grado di giostrarsi la realtà.
Ritengo che la scuola italiana soffochi e isoli quegli studenti che esprimono critiche o opinioni che non siano conformi. Non esistono dibattiti costruttivi.
Non per niente la generazione attuale è molliccia, non protestano, anche di fronte a vessazioni.
Preferiscono abbassare la testa.
Sono gli insegnati, è la scuola che ha il compito di formare dei cittadini forti, in grado di difendersi.

Rosa 03.09.15 19:39| 
 |
Rispondi al commento

non e vero gli italiani sanno benissimo come si
commenda una partita conoscono tutte le squadre di
calcio giocatori allenatori arbitri
per il resto mezzanotte!

oraziomaugeri 03.09.15 19:27| 
 |
Rispondi al commento

non e vero gli italiani sono i primi per analizzare
le partite di calcio conoscono a memoria tutti i
componenti allenatori e arbitri e hanno secondo
la squadra che tifa un alto senso di critica verso
le altre squadre! per il resto mezzanotte

oraziomaugeri 03.09.15 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog ha bisogno di essere davvero rifondato. Così com'è fa più danno che altro.
Ma voi siete analfabeti funzionali: sapete leggere e scrivere, e pure tenere online un sito, ma non vedete oltre il vostro naso.
E così i suggerimenti che vi sono arrivati non li avete neppure letti: discernere il grano dal loglio non è nel vostro DNA.
E rimanete inchiodati al 25%.

franco 03.09.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basta! che cavolo continuate a diffondere queste diavolo di studi pseudo sociologici di organi tipo ocse o simili che sono istituti para militari che pubblicano studi fatti a posta per introdurre o orientare riforme che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni! tutto quello che serve in italia è l'informazione!accidenti altro che disturbi del cavolo...ma guarda un po' la popolazione carceraria ha problemi culturali in media..sorprendente! dobbiamo liberarlo questo paese!

alessio loru, cortoghiana Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.09.15 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tema importante !!!... l'aggio del signore corrompe proprio tutti he... anche chi fino al '98 con l' "APOCALISSE MORBIDA" lo combatteva cercando di aprire le coscienze altrui... che delusione...

Valerio Milani 03.09.15 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Sulla MONETA e la sua funzione in una società e quindi la sua PROPRIETÁ anche voi 5 stelle date il massimo per gettare ombre . Grillo spiegava tanto bene IL tema monetario.... ora legittima la moneta DEBITO . Se in ambito monetario volevo la politica di Orban votavo Casa Pound invece che M5S.... invece è la stessa cosa !

Valerio Milani 03.09.15 18:39| 
 |
Rispondi al commento

segnalo un problema che sta diventando attuale.
massimo de rosa ha presentato un'interrogazione parlamentare al riguardo.
ad ottobre ci sono le assemblee condominiali potremmo perlomeno informare la gente
http://edoardobeltrame.com/2015/09/02/la-giungla-dei-ripartitori-di-calore/

edoardo beltrame 03.09.15 18:37| 
 |
Rispondi al commento

daccordo con quello che dice che la colpa dei problemi causati dagli emigranti è da cercarsi in quelli che stanno sopra che ci hanno impoverito tutti e non siamo più in grado di aiutare il prossimo in bisogno.

gianni spila 03.09.15 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo è vero ed è una brutta notizia.
Non sapevo che la percentuale in Italia fosse così alta ma, tutto sommato, sembra realistica.
Penso però che la percentuale in USA sia un po' ottimistica. Secondo me gli USA sono, su per giù, allo stesso livello dell'Italia.

giorgio peruffo Commentatore certificato 03.09.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come percentuale pare qualche cosa in piu' dei votanti PD con Renzi a capo...potevano chiedere a noi per questa ricerca, i sistemi per trovare i dati li abbiamo in base alle elezioni...credo che Forza Italia e Lega ai tempi fossero simili anch'esse.
non servono tanti calcoli statistici...qui è immediata la cosa.
La domanda ora è:cia siamo nati cosi' oppure ci hanno fatto diventare idioti a tal punto? magari con la tv , magari con una scuola che invece di insegnare davvero ti porta solo a riempirti la testa di nozioni, senza ragionamento?

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.09.15 17:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori