Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il collasso della Germania

  • 114

New Twitter Gallery

angelona_m.jpg

di MICHAEL SNYDER*

"Sta forse per accadere qualcosa in Germania, qualcosa che scuoterà il mondo intero? Secondo alcune informazioni riservate di cui sono venuto a conoscenza poco tempo fa, sarebbe davvero imminente un grande evento finanziario che riguarda la Germania. Ora, quando dico imminente, non intendo dire domani. Credo però che siamo entrati in uno di quei momenti del tempo che presenta tutte le condizioni perché si ripeta un’altra Lehman Brothers.
La gran parte degli osservatori tende a considerare la Germania come quel baluardo che tiene economicamente insieme tutta l’Europa; ma la verità è che sotto la sua superficie fermentano grosse difficoltà. Mentre scrivo questo, l'indice azionario tedesco DAX è giù quasi del 20% dal massimo storico raggiunto lo scorso aprile, e sono numerosi i segni di agitazione all’interno della maggiore banca tedesca. Sono poche nel mondo le banche che possono dirsi altrettanto prestigiose ed influenti quanto la Deutsche Bank, ma recentemente ha fatto notizia solo per questioni negative.
Proprio come abbiamo visto con Lehman Brothers, le banche "troppo grandi per fallire" non crollano mai da un giorno all’altro. Ma la verità è che ci sono sempre dei segni premonitori, se si guarda da vicino.
Nei primi mesi del 2014, le azioni di Deutsche Bank sono state scambiate a più di 50 dollari ad azione. Da quel momento, il valore è caduto di oltre il 40% e oggi si scambiano a meno di 29 dollari. E’ ben nota la natura profondamente corrotta della cultura aziendale della Deutsche Bank, e negli ultimi anni la Banca è stata estremamente imprudente. Se uno è sconsiderato e vince sempre, allora ok. Sfortunatamente per la Deutsche Bank, di recente le cose sono andate sempre più per il verso sbagliato.

Prima del "crollo improvviso" di Lehman Brothers del 15 settembre 2008, sulla stampa c’erano state notizie di licenziamenti di massa nell’azienda. Per citare solo un paio di esempi: CNBC ne parlava il 10 marzo del 2008 e il New York Times il 28 agosto del 2008. Quando le grandi banche iniziano a trovarsi in guai seri, questo è quello che fanno. Cominciano a sbarazzarsi del personale. Ecco perché i massicci tagli di posti di lavoro che la Deutsche Bank ha appena annunciato sono così preoccupanti.

Lunedì scorso, fonti finanziarie hanno riferito che la banca punta a tagliare circa 23.000 posti di lavoro, cioè circa un quarto di tutto il suo personale, attraverso piani di licenziamento soprattutto nelle attività tecnologiche e lo scorporo della divisione PostBank. Questo ridurrebbe tutto il personale del gruppo a 75.000 posizioni a tempo pieno, nel quadro di un piano di riorganizzazione in fase di perfezionamento, firmato dall’ Amministratore Delegato John Cryan, che quando nel luglio scorso assunse il controllo della più grande banca tedesca, promise un taglio dei costi. Durante il fine settimana, Cryan ha presentato i dettagli preliminari del piano ai membri del consiglio di vigilanza. Il portavoce della banca si è astenuto dal commentare. La Deutsche Bank sta affrontando da un po' di tempo problemi legali sempre maggiori. Quello che segue è un breve estratto da un recente articolo di Zero Hedge:

La banca, che ha dovuto sborsare solo negli ultimi tre anni più di 9.000.000.000 di dollari per contenziosi legali, è diventata una sorta di manifesto di cultura aziendale corrotta.
Nel mese di aprile, la Deutsche si è accordata con DoJ per una multa di $2.500.000.000 (ovvero circa $ 25.474 per dipendente) e, successivamente, ha pagato alla SEC (agenzia per anni gestita da ex-dipendenti di Deutsche Bank e da suoi stretti collaboratori) $ 55.000.000 in relazione ad accuse di registrazioni irregolari di LSS (leveraged super senior) durante la crisi finanziaria per un valore di circa 5.000.000.000 di dollari (http://www.sec.gov/news/pressrelease/2015-99.html - ndt)
Dalla padella alla brace: nei primi giorni di agosto scorso il DoJ ha annunciato che avrebbe tentato di individuare altri scambi irregolari di titoli ipotecari (MBS=mortgage backed security – ndt) scadenti – sapientemente confezionati – intervenuti tra varie banche prima della crisi finanziaria. JP Morgan, Bank of America, e Citi riuscirono ad effettuare queste operazioni di titoli MBS quando il DoJ operava sotto l'incomparabile (da intendersi in modo ironico) Eric Holder; oggi però, incoraggiata dalla sua vittoria di Pirro sui manipolatori finanziari di Wall Street, il nuovo procuratore generale Loretta Lynch è ben determinata a occuparsi seriamente anche di Barclays PLC, Credit Suisse Group AG, Deutsche Bank AG, HSBC Holdings PLC, Royal Bank of Scotland Group PLC, UBS AG e Wells Fargo.

VIDEO La TV tedesca attacca la Merkel e difende i greci

Naturalmente i problemi legali sono solo la punta dell'iceberg di tutto quello che è successo alla Deutsche Bank nel corso degli ultimi due anni. Quella che segue è la cronologia dei principali eventi che hanno colpito la banca dall'inizio dello scorso anno ad oggi. E’ estratta da un articolo di NotQuant di giugno scorso dal tiolo: “Deutsche Bank: la prossima Lehman?" :

"Nel mese di aprile del 2014, la Deutsche Bank è stata costretta ad alzare il Tier 1 di ulteriori 1,5 miliardi di capitale per sostenere il capitale. Perché?
Un mese più tardi, nel maggio del 2014, è continuata la corsa alla liquidità, con la banca che annunciava la vendita di 8 miliardi di euro di titoli con uno sconto del 30%. E ancora una volta: perché?
Questa mossa ha messo la pulce nell’orecchio ai mezzi di stampa finanziaria. L’ immagine esteriore calma della Deutsche Bank non rispecchiava i suoi sforzi concitati nell’aumentare la sua liquidità. Dietro doveva esserci per forza qualcosa di marcio.
Andando avanti veloce fino a marzo di quest’anno: la banca fallisce gli stress-test dell’industria bancaria e riceve una severa intimazione a controllare la struttura del suo capitale.
Ad aprile, la Banca conferma il suo accordo congiunto con USA e UK sulla manipolazione del LIBOR.
Sulla Banca incombe un enorme pagamento di 2.100.000.000 dollari al Dipartimento di Giustizia. (Comunque una bazzecola rispetto ai suoi guadagni illeciti).
A maggio, il Consiglio di Amministrazione della Banca conferisce una serie di nuovi poteri a uno degli Amministratori, Anshu Jain. Riteniamo si tratti di una ‘misura di crisi’. In tempi di crisi spesso si tende a dare maggiore potere all’esecutivo.
5 giugno: la Grecia manca il suo pagamento al FMI. Sale il rischio anche per tutti gli altri suoi debiti pendenti. Questo ha forti ripercussioni sulla Deutsche Bank.
6/7 giugno: (un sabato/domenica, immediatamente successivi al mancato pagamento greco al FMI) i due CEO della Deutsche Bank annunciano entrambi le loro dimissioni dalla società. (Dopo solo un mese da quando a Jain erano stati conferiti i nuovi poteri). Anshu Jain lascerà per primo, alla fine di giugno; Jürgen Fitschen il prossimo maggio.
9 Giugno: S&P riduce il rating della Deutsche Bank a BBB+ . Solo tre posizioni al di sopra del livello ‘spazzatura’. (E BBB+ è anche al di sotto del rating che aveva Lehman Brothers poco prima del suo crollo)."

Ora il quadro vi risulta un po’ più chiaro? Questi non sono segni di una banca solida.
Quello che ha reso le cose ancora peggiori è stato l’incauto comportamento della Deutsche Bank. A un certo punto, si è potuta stimare un’esposizione in derivati da parte della Banca di ben 75 trilioni di dollari. Da tener presente che il PIL tedesco di un anno intero è di solo 4 trilioni di dollari. Così, quando alla fine anche la Deutsche Bank crollerà, né in Europa e né in qualsiasi altro luogo del mondo ci saranno abbastanza soldi per poter ripulire il pasticcio. Questo è un perfetto esempio che spiega il motivo per cui continuo a martellare l’opinione pubblica sui danni nefasti delle moderne “armi di distruzione finanziaria di massa”.

Se la Deutsche Bank dovesse fallire completamente, sarebbe un disastro finanziario peggiore di quello di Lehman Brothers. Sarebbe come abbattere letteralmente l’intero sistema finanziario europeo e provocare a livello globale un panico finanziario mai visto prima d’ora. A quel punto, sarà meglio avere quel denaro con sé che tenerlo in banca. (Ad).
Nel corso delle ultime due settimane l’aria è stata comunque piuttosto ferma; tuttavia, mi aspetto che questa calma finisca molto presto. Credo che il resto del 2015 sarà estremamente caotico e accadranno cose piuttosto gravi, cose che nessuno avrebbe potuto oggi immaginare. Nei giorni che vengono, invito tutti a seguire attentamente sia la Germania che il Giappone. Stanno per accadere cose grosse, e milioni di increduli ne resteranno spiazzati".

*Michael Snyder è uno scrittore, oratore e attivista che dirige e scrive nel suo blog The American Dream e Economic Collapse

Fonte: http://theeconomiccollapseblog.com

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SKONCERTATA63

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

30 Set 2015, 09:56 | Scrivi | Commenti (114) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 114


Tags: angela merkel, Deutsche Bank, fallimento, fallimento germania, grecia

Commenti

 

Nelle decine di canali della TV tedesca sono quasi tutti giorni qualcuno che parla bene della Merkel e qualcuno che parla male. L'informazione più populiste dice solo il peggiore dei migliori.


SPERIOAMO CHE CI SIA QUESTO CROLLO DELLA GERMANIA,CHE COBN LE SUE POLITICHE SCONSIDERATE DELL'AUSTERITY,CI STA' PORTANDO NEL BARATRO

alvise fossa 01.10.15 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani apro una pagina web, scrivo cose senza controllo, mi accredito da solo come esperto di economia, il mio blog funziona e viene letto e a questo punto posso diffondere pseudo previsioni di macroeconomia. Se poi un altro blog (quello di Grillo) rimbalza il tutto io ho colto nel segno e divento un probabile premio nobel per l'economia!
Viva la rete!

Giampiero Gargini 01.10.15 14:22| 
 |
Rispondi al commento

avevo già postato tempo fa che la germania aspetta che cada l'euro per allearsi con la russia..
se riflettiamo un attimo su cosa è realmente il " mercato ",vedevamo una germania incrollabile e un attimo dopo un crollo finanziario e di fiducia.
quando ogni Stato aveva la propria economia questi eventi erano molto difficili da accadere.

michele p., torino Commentatore certificato 01.10.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Già 1972 in Grmania c'erano circa 8 milioni Turchi che i tedeschi erano intenti di inserire nella societa' germanica. Ultimamente ho letto che il turchi si rifiutano di parlare il tedesco nei loro settori di residenza nella citta dove risiedono. Ora immaginate di integrare 250 miloni di africani importati per pagare la pensione agli europei. Il crimine dell terzo millennio. Il neo capitalismo fa proprio ribrezzo. Questi delinquenti
Non hanno niente a che fare col capitalismo. Come Stalin non haveva niente a che fare col comunismo. Sono e rimangono semplicemente dei criminali.

Savio1 01.10.15 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nel mezzo di una guerra, finanziaria in Occidente, portata invece avanti con le armi in Medio Oriente dove non bombardano solo la Siria, in quella che e' una vera azione espansionistica. Non dimentichiamoci poi delle finte primavere arabe portate avanti con colpi di Stato piu' o meno mascherati. Tutta l'Europa, chi piu' chi meno, e' sotto ricatto. I ricattatori sono i veri artefici dell'inizio della guerra finanziaria, basta vedere che in principio la bolla speculativa con seguente scoppio non e' certo partita dal nostro continente. Cosa gia' risaputa. Le piu' grandi potenze finanziarie poi hanno preso l'occasione al volo per fare vittime in Europa tra cui l'Italia. Questi ricattatori probabilmente daranno il benservito all'Occidente un attimo prima che crolli per poi offrire i loro servigi all'Oriente, sempre che quelli se li vogliano pigliare. Non e' la Germania la nemica, la matrigna cattiva che ha cospirato contro gli altri Paesi europei. Bisognerebbe smettere di imputarle tutte le colpe. Qualche tempo fa' su questo blog si faceva velatamente riferimento a qualcun altro presente nello scacchiere ma poi si e' preferito virare sulla Germania. Strano. Quella stessa Germania che veniva invitata, con toni piu' o meno seri, a invaderci e liberarci da Berlusconi quando governava...in un articolo scritto qui qualche anno fa.

Franco Arago 01.10.15 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Rating: A3, Not on Watch
Type: LT Bank Deposits - Fgn Curr
Date: 28 May 2015
SHORT TERM RATING
Rating: P-2, Not on Watch
Type: ST Bank Deposits - Fgn Curr
Date: 28 May 2015
OUTLOOK
Positive (multiple)
Date: 28 May 2015
Da Moody's 30/09/2015 rating A3 prospettive positive...grillo fai prima a fallire tu di DB

sonia raggio, roma Commentatore certificato 30.09.15 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bla,bla,bla...grillo non ne azzecchi una...ieri,oggi e domani...hai avuto solo una bella idea cioe' quella del M5S...che finira' male...grillo hai rotto...da dieci anni vedi solo fallimenti ovunque che poi non capitano mai

sonia raggio, roma Commentatore certificato 30.09.15 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta fumare il radicchio che fa male. Ma come si fa a postare robe del genere?

Bepi Buleghin 30.09.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma va a caghè lucoc

Alexme 30.09.15 19:33| 
 |
Rispondi al commento

KAPUT

La Germania a livello di propaganda batte l’intera Europa e le sue decantate virtù sono solo il frutto di un marketing costruito attorno a un castello di sabbia.
In realtà la locomotiva europea è in caduta libera e sta anche peggio delle nazioni della cosiddetta euro periferia.
Volkswagen è solo la punta dell’iceberg di quella furbizia tedesca che la mena in tecnologia e perfezione truccando in realtà i test sulle auto e risparmiando miliardi di euro su motori che non sono affatto ecologici.
La Volkswagen è un pezzo di economia tedesca dove gli azionisti sono operai,sindacati e lo stesso governo regionale con il vanto di essere una perfetta organizzazione lavorativa anche se sono state usate flotte di prostitute per ammorbidire e corrompere i sindacalisti.
La Tyssen Krupp e la Siemens hanno dovuto sborsare miliardi di euro per uno scandalo di mazzette.
La perfezione Lufthansa nel 2014 ha visto ridursi i profitti dell’80% grazie soprattutto agli scioperi.
Deutsche Bank taglierà un quarto del suo organico e non si sa come andrà a finire con l’enorme esposizione dei suoi derivati.
Dal 2000 ad oggi l'economia tedesca non è avanzata più del 1.1% e la crescita delle esportazioni in realtà nasconde il tracollo della sua industria.
La produttività lavorativa cresce meno della media europea e gli investimenti sono in caduta libera per cui gli imprenditori hanno preferito investire in subprime andando a gonfiare le bolle immobiliari di mezza Europa.
Per raggiungere il pareggio di bilancio si sono tagliati i fondi ai comuni,alle scuole e al sociale e la riforma pensionistica è stata fatta al contrario tagliando l’età pensionabile a 63 anni nonostante la Germania sia il paese più vecchio d’Europa.
Come è già successo nella storia la Germania dopo grandi impennate economiche crolla e alla fine il conto lo paga l'intera Europa.
Link:
http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2015/09/28/news/vw_deutsche_bank_lufthansa_il_modello_germania_batte_in_testa-123898809

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.09.15 19:05| 
 |
Rispondi al commento

bisogna far cadere questo governo
Chi lo tiene su questo governo?
Alfano
Quell'Alfano che era in NCD con Berlusconi separatosi poco prima della conferma dei continui reati del Berlusconi.
Allora questo Alfano che agisce sempre in sordina , che l'unica cosa che sa fare è puntare il dito contro l'Europa che deve prendersi le sue responsabilità sull'immigrazione.
Non a caso si continua ad affermare che pseudo-Destra e pseudo-Sinistra governano insieme. Quindi bisogna insistere fortemente sul far cadere Alfano se si vuole far cadere il governo e dare il via a nuove elezioni.

Mimmo ., Vicenza Commentatore certificato 30.09.15 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Le Banche si comportano allo stesso mondo in tutto il Mondo, (tranne qualche rarissima eccezione). Sarebbe interessante sapere quali sono le banche nel mondo che non falliscono benchè siano ladre.

Giorgio Fiandrino , Buriasco Commentatore certificato 30.09.15 17:13| 
 |
Rispondi al commento

https://www.change.org/p/petizione-termini-imerese-turistica-non-cimitero-industriale
Firmate e condividete per una Termini Imerese turistica e non cimitero industriale. Sono un attivista del M5s e stiamo conducendo questa battaglia.

Luca C., Milano Commentatore certificato 30.09.15 16:52| 
 |
Rispondi al commento

se hanno bisogno gli prestiamo il bomba

pompilio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 15:53| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.camera.it/home


http://webtv.senato.it/3861

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GERMANIA KAPUTT!!!

Zampano . Commentatore certificato 30.09.15 15:34| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/SasySandro/videos/10206486693719346/

Giovanni Russo 30.09.15 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Nun sapevo che Dash fosse er nemico dell'Italia!
a signora l'adopera pe' a lavatrice.
Mo jo dico de sta' attenta!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.09.15 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
CINQUE MILIONI (5.000.000.000) DI PERSONE ITALIANE GIOCANO, QUOTIDIANAMENTE, A CANDY CRUSH SAGA.

Cinquemila (5.000) persone in Italia studiano i mercati finanziari o comunque cercano di studiare delle modalità per avere la libertà finanziaria.


Chi può capire, capisca!

http://www.umarcocali.com/2015/09/50000000000-cinque-milioni-di-persone.html


Attenzione a pubblicare certi servizi! Prima di tutto se non è stato permesso alla Grecia di andare in default figuriamoci per la Germania..... altra cosa molte nostre aziende esportano in Germania. Un collasso della Germania significherebbe un colpo di grazia anche per noi... quindi meditiamo su certe affermazioni!

Axel 30.09.15 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, solitamente sei abbastanza sul pezzo ma e' dalla scorsa primavera che tutti se la stanno facendo in mano sulla DB.
Qui c'e' un articolo abbastanza ampio a proposito:

http://notquant.com/is-deutsche-bank-the-next-lehman/

Armando Baradel 30.09.15 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Con il crollo della Deutsche Bank ci sarà il " vero" scoppio della bolla immobiliare. Ecco perchè Ridolini dice di voler togliere Imu e Tasi ,tanto andrà giù tutto.

arnaldo ., roma Commentatore certificato 30.09.15 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Il problema delle banche grosse è che quando falliscono i soldi dei correntisti li deve mettere lo stato.
Non crolla l'universo.
Le banche non si lasciano fallire perché amiche (o spesso complici) e quindi per evitare che il marciume venga a galla si salvano con soldi pubblici raccontando che in caso contrario tutti gli universi conosciuti collasserebbero.
Nel caso della Banca tedesca i segnali di crollo ci sono tutti ma per quanto siano delinquenti corruttori o criminali non credo che la Germania lascerebbe fallire una sua grande banca (infatti NOI, PROPRIO NOI paghiamo 20 MILIARDI ogni anno per il fondo salvastati che finisce nelle casse delle banche tedesche e francesi che erano esposte con la grecia... NOI stiamo salvando dal fallimento i vari corruttori e speculatori tedeski senza nemmeno udire il suono di un "danke, Italia").

Quando una banca fallisce ora in Europa si chiama "fallimento ordinato" (cioè in modo ordinato non per ordine di speculatori) e a rimetterci sono creditori, azionisti, obbligazionisti non assicurati e depositi bancari con conti oltre i 100.000€.... poi se non basta (e spesso non basta) paga pantalone (lo stato ovvero noi) come al solito.

Nel caso della Germania si preferisce non fallire accollando tutti i debiti all'Europa del salvastati e dobbiamo pure ringraziare la teutonica generosità della perfettissima razza superiore verso noi poveri esseri inferiori.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 14:31| 
 |
Rispondi al commento

ma come fate a pubblicare queste fesserie? screditano tanto buon lavoro fatto. stiamo al livello di mio nonno era un tram o i marziani ci spiano io lo so. che vergogna.grillo e casaleggio lasciate lavorare i deputi eletti e fatevi da parte che e' meglio

roberto de falco 30.09.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

speriamo bene!

irene marras Commentatore certificato 30.09.15 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento queste note
Godo come un riccio
Mi riascolto su YouTube
Il prof Nando Ioppolo
E rido , rido e mi diverto

Rosa Anna 30.09.15 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Siete alla frutta! Avete pubblicato una traduzione del blog di un imbecille che basa tutta la sua carriera da 10 anni a questa parte sul collasso economico del mondo, che ancora non c'è stata (e ovviamente non ci sarà). Ma vi rendete conto che questo tizio fa soldi dalla vendita di libri che titolano: "The beginning of the end", "Get prepared now!"RE-GATHERING OF THE TEN LOST TRIBES OF ISRAEL", "Getting out (of America)" "Depression 2.0" Mi chiedo come saranno le vostre politiche economiche nella malaugurata ipotesi che andiate al potere. Che pena!

Damiano Bettagli Commentatore certificato 30.09.15 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono curioso di vedere se davvero accadrà qualcosa di simile a quello prospettato, e se accadrà prima della fine del 2015 o 2016 o 2020 ......

certo è anche vero che ormai il denaro è dematerializzato, basta che alla BCE premano un tasto per creare dal nulla infiniti miliardi che andrebbero a garantire i conti correnti fino a 100.000 euro .......

Giulio Riggio, Ceretto Lomellina Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 13:05| 
 |
Rispondi al commento

questa sera dalla gruber la nostra ruocco!!!e da paragone intervistona a Beppe!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL COLLASSO DELLA GERMANIA.

Tutto frutto delle regole che la finanza s'è data in questi anni, basta pensare che le somme di cui si parla sono perlopiù finte, solo sulla carta, l'oro e le ricchezze "materiali", in mano loro.

Ne abbiamo discusso tante volte sul Blog, era ovvio che succedesse.

La cosiddetta "Finanza Creativa", come creare dal nulla delle enormi fregature ai danni della gente!

La soluzione che ci da il nostro amico è quella di tenere i soldi sotto al mattone, come se l'Euro contante fosse un bene rifugio, un "pezzo di carta" emesso da una BCE privata che della Deutsche Bank è una diretta emanazione!

Nessuno mai che proponga un piano di salvataggio concreto, delle due l'una, o non esiste un piano di salvataggio, o i nostri soldi, quelli rimasti, si fanno girare tutti in un unico posto, magari una Banca Etica.

Ne esisterà al mondo una etica veramente, e se non c'è, tocca farla!

Se lo facessero tutti gli europei aderenti all'Euro, quella diventerebbe la "vera" Banca Centrale Europea.

In ogni modo basterebbe farlo in Italia, almeno il reddito prodotto sul nostro paese resterebbe in casa, in investimenti italiani, in attività italiane, in tasca agli italiani.

QUANDO ARRIVERÀ, SE ARRIVERÀ, QUESTO BOTTO, NOI SEMPRE A CXLO SCOPERTO SAREMO!

Meglio ognun per se, e dio denaro "non" per tutti, che tutti insieme in un unico destino.

Attraverso un click potremmo spostare anche le montagne, la Rete come una Ferrari dove la gente ci pedala sopra!

Arrivederci e grazie, che graziella se n'è andata a fare un giro, ce resta solo grazie al caxxo!

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Articolo interessantissimo, poi se si aggiunge lo scandalo Volkswagen sembra la "tempesta perfetta"...in ogni caso io sto aspettando che tutti crolli, così non può continuare, così noi contiamo sempre meno, dopo ricostruiremo come abbiamo sempre fatto, speriamo sia la volta buona.

massimo delù 30.09.15 12:41| 
 |
Rispondi al commento

La differenza tra idea e azione

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/

Questa mattina la frontiera di Ponte San Ludovico a Ventimiglia è stata blindata dalla polizia francese, mentre quella italiana si occupava di sgomberare e distruggere il campo di volontari che accoglieva i profughi perché non dormissero sugli scogli.

Il personale della nettezza urbana, scrive il sito Sanremo News, ha distrutto le tende, i materassi e ciò che al campo avevano portato nel tempo i donatori, mettendo tutto di peso nei camion dei rifiuti.

Dovevano passare un po' di giorni, evidentemente, perché la foto del piccolo Aylan venisse digerita e dimenticata: ora si può tornare alle vecchie care abitudini. Così centinaia di persone - famiglie comprese - sono di nuovo sugli scogli, proprietarie solo di ciò che hanno addosso. Le previsioni del tempo in zona, tra l'altro, sono pessime.

È stata un'operazione militare - camionette, caschi, scudi e tutto - così come richiesto giusto ieri a livello regionale da tutti i partiti (Forza Italia, Lega, Ncd e Pd) con l'eccezione di Movimento 5 Stelle e Lista Pastorino.

Curioso questo Pd, così accogliente nella retorica e così pronto a mandare i blindati nella pratica.

Secondo il gruppo No borders, alcune persone (italiane) che in mattinata tentavano di raggiungere il luogo dello sgombero per dare solidarietà agli sgomberati sono state portate in questura. Secondo la stessa fonte, diversi rifugiati si sono buttati in mare per evitare di essere fermati dalla polizia italiana (se vengono loro prese le impronte, in base al trattato di Dublino non potrebbero più chiedere asilo in Paesi diversi dall'Italia).

Meno di 24 ore fa Renzi ha detto all'Onu che «l'Europa è nata per abbattere i muri, non per costruirli».

Dev'essere la famosa differenza tra idea e azione.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 30.09.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

germania fuori dall'euro!! :)

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento


trovo alcune tracce del post davvero fuori luogo
"A quel punto, sarà meglio avere quel denaro con sé che tenerlo in banca"

Qui si parla di un'Italia di disoccupati allo stremo e di immigrazione inquantificabile
di ns giovani che emigrano
di cassaintegrazione
di sanità allo sfacelo

di indecenza totale

e poi si suggerisce di tenere il denaro in casa
...mah! nn ho "parole", se non:

pensioni, pensioni, pensioni, ♫♪
Fornero, Fornero, Fornero, ♫♪
se nn cominciamo da lì
futur non vedrem ♫♪


e per il denaro, per chi ce l'ha...sa già bene come curarsi gli interessi propri....tranquilli

il sole, roma Commentatore certificato 30.09.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Roma, 30 set. (AdnKronos) - “A Matteo Renzi. Falso! Non è vero. Jobs Act non incide su creazione nuovi posti di lavoro. Basta con queste frottole!”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, replicando ad un tweet del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in merito ai dati Istat sul mercato del lavoro.“Posti di lavoro aumentano solo se c'è crescita del Pil, oltre il 2%. Non con costose partite di giro (o raggiro) come jobs act”, sottolinea il presidente dei deputati azzurri in un successivo tweet.""


"l'italia può diventare prima in europa"

dice matteo

ma l'eurostat ci porta con i piedi per terra


Roma, 30 set. (AdnKronos) - Il tasso di disoccupazione giovanile nell'area dell'euro si attesta, ad agosto, al 22,3%: in lieve rialzo rispetto al 22,2% di luglio ma in calo rispetto al 23,6% di agosto 2014. .....I più bassi livelli di disoccupazione giovanile sono stati osservati in Germania (7%), in Austria (10,8%), nei Paesi Bassi (11,2%), in Danimarca (11,4%) e in Estonia (11,5% a luglio 2015). I più alti sono stati registrati in Spagna (48,8%), in Grecia (48,3% a giugno 2015), in Croazia (43,5% nel secondo trimestre 2015) e in Italia (40,7%).
""

ricapitolando : disoccupazione giovanile aerea euro al 22, 3 in italia al 40,7

insomma se non parli fiorentino per i giovani c'è poca speranza :)

pabblo 30.09.15 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Berluscameno
Panico Germania:Volkswagen?No,peggio:Deutsche Bank’
Perché proprio adesso esplode lo scandalo della Volkswagen?La truffa sulle emissioni “pulite” delle auto è destinata a ferire l’orgoglio teutonico,affondando il mito dell’onestà del suo capitalismo.Perché la verità emerge solo ora?
Se lo domandano in molti,specie quelli che ricordano anche i record meno presentabili della Germania:come la precarizzazione del lavoro varata già nel 2002 dal socialdemocratico Gerhard Schroeder e ispirata da Peter Hartz,il super-manager Volkswagen poi condannato per aver corrotto sindacalisti,inducendoli ad accettare condizioni sfavorevoli per gli operai.
Riforma simbolo,da cui nasce la flessibilizzazione dell’impiego in Europa, simboleggiata in Italia dal Jobs Act di Renzi.
Allarme Berlino: un gigante dai piedi d’argilla, avverte un noto sociologo italiano,che segnala l’esistenza in Germania dei salari più bassi d’Europa, i mini-job da 450 euro al mese con cui vive un tedesco su quattro.
Colpa di un’economia interamente votata all’insana frenesia dell’export, spiega un noto giornalista .
L’export deprime i consumi interni e prima o poi la situazione precipita:
“Si vede dalla Luna il buco della Deutsche Bank, la banca più fallita del mondo: 70.000 miliardi di debiti”.
Se n’è accorto anche un analista internazionale come Michael Snyder:
“In Germania sta forse per accadere qualcosa che scuoterà il mondo intero?”.
Le avvisaglie dell’estrema fragilità tedesca, a livello politico, si sono appena manifestate con lo spietato trattamento riservato alla Grecia per volere dell’oligarchia finanziaria:
attraverso ‘maschere’ come quella di Wolfgang Schaeuble, ad Atene è stato inflitto il massimo rigore, dopo aver depistato l’opinione pubblica tedesca raccontando la fiaba dei greci “cicale”, da punire per il presunto “eccesso di debito”.
Una versione lontana anni luce dalla verità:
il “problema” greco ammonta a 30 miliardi di euro, cifra irrisoria per i bilanci Ue.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.09.15 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cristina Kirchner ha dato nuovi dettagli sulle gestioni diplomatiche degli Stati Uniti per l'Iran (pagina12.com.ar)
"Mi piace che la gente possa capire che cosa è la politica internazionale, come vengono gestiti i valori, con quale ipocrisia, e che dobbiamo sempre privilegiare gli interessi del nostro Paese"

gennaro fu 30.09.15 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Copio
La Merkel è molto preoccupata per la ‘sua’ Deutsche Bank.
Infatti è riuscita a far nominare Presidente della Banca di tutti i governatori delle banche centrali del mondo -ossia la BRI-(entro cui esiste da sempre ‘la scuola nazista’ di insegnamento sul governo delle BANCHE di tutto il mondo) il suo fido Jean Weidmann che è un noto economista tedesco, presidente della banca centrale tedesca “Deutsche Bundesbank” dal 2011.
Già nella primavera 2014, la banca Deutsche Bank è stata costretta ad incrementare di 1,5 miliardi il Tier (capitale azionario e riserve di bilancio).
Perché?
Un mese più tardi, maggio 2014, è continuata la corsa alla liquidità, con la banca che annunciava la vendita di 8 miliardi di euro di titoli con uno sconto del 30%.
“E ancora una volta: perché?
Questa mossa ha messo la pulce nell’orecchio ai mezzi di stampa finanziaria.
L’immagine esteriore, calma, della ‘Deutsche Bank’ non rispecchiava i suoi sforzi concitati nell’aumentare la sua liquidità.
Dietro doveva esserci per forza qualcosa di marcio”.
A marzo di quest’anno, la ‘banca ha fallito gli stress-test della Bce’, ricevendo “una severa intimazione a controllare la struttura del suo capitale”.
Ad aprile, Deutsche Bank ha confermato il suo accordo congiunto con Usa e Regno Unito sulla manipolazione del ‘Libor’, il tasso interbancario di riferimento per i mercati finanziari (tasso variabile, calcolato giornalmente, per cedere a prestito depositi in sterline, dollari, franchi svizzeri ed euro da parte delle principali banche operanti sul mercato interbancario londinese).
Sul colosso tedesco incombe poi un enorme pagamento, ‘oltre 2 miliardi di dollari’, da versare al Dipartimento di Giustizia degli Usa , “comunque una bazzecola rispetto ai suoi guadagni illeciti”.
Negli ultimi mesi la situazione è precipitata:
a maggio, il Cda ha conferito poteri speciali ad uno degli amministratori, Anshu Jain.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.09.15 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL VERO MOTIVO DELLA BONTA' TEDESCA: NESSUN SALARIO MINIMO GARANTITO AI RIFUGIATI SIRIANI

Non è un caso che la Germania abbia scelto di fare entrare i rifugiati siriani all'interno del proprio territorio: sono mediamente più istruiti del resto dell'area del Medio Oriente e facilmente reimpiegabili nel settore dei servizi oltre che di quello manifatturiero come già accennato qualche giorno fa in un'intervista al CEO di Daimler-Mercedes sulla "voglia di lavorare dei siriani".
La conferma viene dal direttivo della CDU, partito della Merkel, che ha deliberato la possibilità di sospendere il salario minimo garantito (8,5 € all'ora) per il settore dei servizi e quindi per i profughi siriani che lavoreranno nelle aziende del settore, creando un precedente pericoloso ed innescando una guerra tra poveri che ha come unico obiettivo ridurre ulteriormente il costo del lavoro e reprimere la domanda interna.
La conseguenza sarà naturalmente la necessità di basare la crescita interna tutta sulle esportazioni verso i Paesi in primis dell'area Euro.
http://www.imolaoggi.it/2015/09/30/la-merkel-getta-la-maschera-via-il-salario-minimo-per-assumere-profughi-a-costi-bassissimi/

Gianluca A., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.09.15 12:14| 
 |
Rispondi al commento

LA FAMOSA DIFFERENZA TRA PENSIERO E AZIONE
Alessandro Gilioli
Questa mattina la frontiera di Ponte San Ludovico a Ventimiglia è stata blindata dalla polizia francese, mentre quella italiana si occupava di sgomberare e distruggere il campo di volontari che accoglieva i profughi perché non dormissero sugli scogli.
Il personale della nettezza urbana, scrive il sito Sanremo News, ha distrutto le tende, i materassi e ciò che al campo avevano portato nel tempo i donatori, mettendo tutto di peso nei camion dei rifiuti.
Dovevano passare un po' di giorni, evidentemente, perché la foto del piccolo Aylan venisse digerita e dimenticata: ora si può tornare alle vecchie care abitudini. Così centinaia di persone - famiglie comprese - sono di nuovo sugli scogli, proprietarie solo di ciò che hanno addosso. Le previsioni del tempo in zona, tra l'altro, sono pessime.
È stata un'operazione militare - camionette, caschi, scudi e tutto - così come richiesto giusto ieri a livello regionale da tutti i partiti (Forza Italia, Lega, Ncd e Pd) con l'eccezione di Movimento 5 Stelle e Lista Pastorino.
Curioso questo Pd, così accogliente nella retorica e così pronto a mandare i blindati nella pratica.
Secondo il gruppo No borders, alcune persone (italiane) che in mattinata tentavano di raggiungere il luogo dello sgombero per dare solidarietà agli sgomberati sono state portate in questura. Secondo la stessa fonte, diversi rifugiati si sono buttati in mare per evitare di essere fermati dalla polizia italiana (se vengono loro prese le impronte, in base al trattato di Dublino non potrebbero più chiedere asilo in Paesi diversi dall'Italia).
Meno di 24 ore fa Renzi ha detto all'Onu che «l'Europa è nata per abbattere i muri, non per costruirli».
Dev'essere la famosa differenza tra idea e azione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.09.15 12:14| 
 |
Rispondi al commento

credo che uno scossone , drammatico è vero, potrebbe ridimensionare questa sorta di liberismo sfrenato basato su bolle finanziarie

MANUELA ., ROMA Commentatore certificato 30.09.15 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Non concordo con la sostanza dell'articolo che affida troppo al caso le vicende monetarie di colossi finanziari come la banca tedesca . Le più grandi intelligenze umane vengono quasi sempre dirottate e arruolate nel sistema economico mondiale dove salgono rapidamente ai vertici e spesso ne diventano i capi . Grandi intelligenze dal QI da 140 in su fanno e sanno cose che noi comuni mortali ci sogniamo : tracolli calcolati , operazioni apparentemente assurde , calcoli strategici raffinatissimi e estrema disinvoltura nel maneggiare il destino di milioni , se non miliardi , di esseri umani , ne fanno dei semidei . Tutto ciò che accade nella finanza è voluto e pianificato alla perfezione per mungere al massimo la mucca umanità in nome del guadagno a tutti i costi . Guerre , rivoluzioni , primavere e quant'altro sono premesse e risultati di queste manovre da spietati vampiri senza alcuna forma d'empatia se non quella per il denaro .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 30.09.15 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Scenario da brividi ma la domanda è:"noi piccoli risparmiatori che cosa possiamo fare per difenderci da eventi cosi devastanti?".La crisi dal 2008 ad oggi è stata ed è subita senza che i popoli abbiano potuto fare niente, siamo totalmente impotenti e senza difesa alcuna.Per quanto mi riguarda quando si parla di trilioni di dollari si parla solo di numeri, è solo l'opera di alcuni matematici pazzi,non c'è niente di attinente, non solo alla economia reale, ma alla realtà in generale. Non lo so, sono molto scettico su quello che accadrà. so solo che se continuiamo cosi'finirà male per tutti, anche per chi ha un concetto di vita totalmente diverso rispetto agli psicopatici che attualmente governano il mondo.

Tiziano C. 30.09.15 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,se tanto mi da tanto,a breve sarà la Germania che dovrà chiedere l'aiuto all'Europa.Voglio proprio vedere se poi la Signora Merkel farà ancora la vigilante dell'Europa dando direttive e quant'altro agli altri Stati!! Adesso è arrivato il momento di tirare le somme,come si suol dire...

fidobombetta pisu, gassino torinese Commentatore certificato 30.09.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento

o.t.
Sto riflettendo da un po di tempo
E osservo che i post sono spesso non coerenti
Come se si volesse dare un colpo al cerchio ed un colpo alla botte
O per meglio dire sono posizionati su più livelli.
Il post di qualche di fa
disquisisce le problematiche di approvvigionamento di gas metano
Poi ci sono i post che chiedono mutamenti radicali sul consumo di energie. Il post che chiede un miglioramento delle condizioni economiche per un recupero dei consumi
Ed il post che denuncia inquinamenti e discariche
Spero che chi legge non riceva l'impressione di una linea ondeggiante
Avanzare illustrando con pervicacia innovative produzioni non inquinanti, generando redditi privi di danni collaterali.
Invece spesso ci areniamo a inseguire vecchi temi
Vorrei che fossimo più incisivi e rivoluzionari
Denunciamo pure tutte le orripilanti nefandezze
Ma decliniamo le nostre energie per il futuro
Questo vorrei che emergesse a Imola
Se occorre incitare la rincorsa del treno delle istituzioni per governare
È essenziale illustrare costantemente il nostro viaggio evidenziando e la destinazione
È la destinazione non può essere una stazioncina di sosta
La butto lì 4 milioni di persone firmano ogni giorno petizioni
perché non ci serviamo del blog ogni tanto per raccogliere petizioni facendo una sezione tipo mini post dedicata contro le leggi inique o pro campagne di sensibilizzazione
Risvegliando un po la rete che mi sembra assopita

Rosa Anna 30.09.15 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo proprio che abbia ragione Andrea, l'euro è stato fatto per creare una guerra, economica ma anche no vista la crisi i suicidi, l'odio che riversiamo gli uni contro gli altri e quello che verrà.....altro che ripresa dell'ebe...o.

renato b., padova Commentatore certificato 30.09.15 11:43| 
 |
Rispondi al commento

I derivati sono, casualmente, una invenzione delle banche d'affari statunitensi. Da anni infestano il mercato finanziario mondiale come una pandemia. Non sarebbe ora di trovare un antidoto, un vaccino, un antibiotico per evitare un collasso planetario del sistema finanziario? Le guerre mondiali sono scoppiate per molto meno.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.09.15 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto puntuale come da programma: questa crisi bancaria globale si annuncia a fine 2015, non è dal 2016 che le perdite delle banche si ripianano con i c/c dei clienti?
Mi sembrano effetti ben calcolati per i pdioti europei. Guarda caso non sbagliano mai la tempistica quando si tratta di rubare ai poveri per dare ai ricchi

renato b., padova Commentatore certificato 30.09.15 11:40| 
 |
Rispondi al commento

non per dire ma nei primi mesi del 2014 il valore delle azioni era circa 30 euro... e nell'ultimo anno hanno perso circa il 15%... poi concordo che sia una banca da guardare con attenzione... ma se negli articoli ci si mette dei dati inventati di conseguenza perde valore anche l'articolo.... w m5s!!!

Emanuele T., Vigo di Ton Commentatore certificato 30.09.15 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Che bellezza
Il fuoco sotto il pentolone dei cannibali
Si stanno divorando fra loro
E le stelle sanno di dover aspettare che si spenga il fuoco per poter rischiarare la notte

Rosa Anna 30.09.15 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha dichiarato all' ONU che l'Italia manderà suoi soldati per missioni di pace, gestite dall' ONU.
Pensate che l'ONU sia la colomba bianca? I soldati ONU stuprano i minorenni
http://www.ilfoglio.it/articoli/2010/03/25/storie-di-stupri-e-di-pedofilia-alle-nazioni-unite___1-v-112947-rubriche_c398.htm
e altre cose simpatiche http://ilblogdilameduck.blogspot.it/
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.09.15 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Gli americani come al solito fanno il bello e il cattivo tempo......le agenzie di rating stranamente ce le hanno solo loro......ma alla luce di questo sono credibili?non hanno piû neanche bisogno della bomba atomica....hanno le agenzie di rating gli basta stare attenti a non puntarsele contro


BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

http://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2015/09/30/news/imprenditore-si-toglie-la-vita-in-azienda-1.12177006?ref=hfmomoea-1

sono stremato.
fuori da ogni istituzione e costruiamo un mondo alternativo senza questa gentaglia.

niamo suppo Commentatore certificato 30.09.15 11:15| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Renzi sulla Rai, la Thatcher sulla Bbc. Due esempi opposti""

""Margaret Thatcher al colmo del potere dichiarò: "So che la Bbc mi attacca ma non posso farci niente". E non mosse un dito contro la Bbc.

Matteo Renzi invece....""


http://www.huffingtonpost.it/vittorio-emiliani/renzi-sulla-rai-la-thatcher-sulla-bbc-due-esempi-opposti_b_7965490.html

comunque non si possono mischiare le pere con le mele :)

pabblo 30.09.15 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ pabblo


https://www.facebook.com/1035641439780528/photos/a.1035668676444471.1073741828.1035641439780528/1045893462088659/?type=3

Caciara ........Roma Commentatore certificato 30.09.15 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo sul post
“Mentre scrivo questo, l'indice azionario tedesco DAX è giù quasi del 20% dal massimo storico raggiunto lo scorso aprile...”
Già è comodo dire che la Germania è in crisi con un dato estrapolato a cazzo.
Il Dax nel 2004, 10 anni fa, era a 4000 punti, adesso è a 9600....
Il nostro (il MIB )nel 2004 era a 26000 e adesso è a 21.000...
Il dax ha fatto meno degli americani...

Però sono d'accordo sulla Deutsche Bank , che ha investito sui derivati e adesso ha il cerino in mano, e la Deutsche Bank è una bomba!

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.09.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://dagospia.nhc.ticdn.it/img/patch/09-2015/papa-marino-715109.png

Caciara ........Roma Commentatore certificato 30.09.15 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Hanno ammazzato la Grecia col beneplacito dei burocrati UE, e del pupazzetto al governo italiano. Ora che muoiano loro Krukken. Goooodoooo!!!!!!!

PIPPO 30.09.15 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT OT

Ossentitequestasichebellapoi

""il parolaio pronto a guidare la Libia""

mi vien da ridere solo al pensiero di trovarlo fuori Tripoli in una tenda al calar della sera con un grande falò davanti i lupetti intorno al fuoco e lui che racconta favole ah ah ah

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 30.09.15 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo che con questo euro del cazzo siamo in guerra tra stati europei da un bel po', ci sono pure stati morti (indotti al suicidio), e adesso come in tutte le guerre mondiali (cominciate sempre dalla Germania), la nazione tedesca comincia a incepparsi segno che sta per cedere e la guerra per finire.

Del resto Volkswagen è un altra punta di iceberg di un sistema finanziario corrotto che non funziona.
Che la liberazione sia vicina?

Andrea F. Commentatore certificato 30.09.15 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Azz...proprio adesso che si son presi anche i Siriani?
Belin...ci costeranno come la riunificazione?
Mah...ho dei dubbi che i debiti della germania non li pagheremo tutti?
Motivo di più per uscire dall'UE!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.09.15 10:13| 
 |
Rispondi al commento

ot

@Mary Hellen

il professor cacciari le dice:

""renzi con la sinistra non c'entra niente!""

dal minuto 49:50 al minuto 53:35

http://www.la7.it/dimartedi/rivedila7/dimartedì-30-09-2015-163413

pabblo 30.09.15 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.facebook.com/641900449233921/photos/a.714133578677274.1073741829.641900449233921/902599043164059/?type=3

Caciara ........Roma Commentatore certificato 30.09.15 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori