Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il Dalai Lama sui migranti: ''Impossibile accogliere tutti''

  • 42

New Twitter Gallery



"Il Dalai Lama, guida spirituale del buddhismo, è in viaggio in Gran Bretagna e ha sorpreso un po’ tutti dimostrandosi molto più pragmatico di tanti politici a proposito della questione immigrazione. Ecco le sue semplici parole: "Penso che Germania e Austria abbiano avuto una buona risposta alle migrazioni, ma bisogna riflettere: è impossibile che tutti possano venire in Europa”. L'uso della parola "impossibile" fa molto riflettere, perché esprime un giudizio piuttosto tranchant sulla questione migranti. Il Dalai Lama elogia dunque i Paesi europei che hanno aperto le loro frontiere e hanno accolto così tanti profughi, ma poi molto realisticamente invita ad una riflessione sul fatto che questa ondata migratoria non può essere infinita e deve per forza di cose essere gestita e regolamentata in qualche modo. Il monaco tibetano ha poi aggiunto: "Bisogna interessarsi dei migranti ma in piccoli numeri" e comunque facendo sempre riferimento alla capacità di accoglienza di ogni determinato Paese per evitare che i profughi siano in numero eccessivo rispetto allo spazio disponibile o rispetto ai cittadini di un determinato luogo. Secondo il Dalai Lama bisognerebbe impegnarsi di più nella risoluzione dei problemi alla radice, andando a pacificare le zone di guerra e aiutando queste popolazioni prima che siano costrette ad intraprendere i viaggi della speranza verso l’Europa." fonte

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

16 Set 2015, 10:14 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 42


Tags: Buddhismo, Cina, clandestini, Dalai Lama, immigrati, Londra, migranti, profughi, rifugiati, Siria, Tibet

Commenti

 

.

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.09.15 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1952, io migrante italiane per ragioni culturali, con un _permesso di lavoro di 12 mesi rinnovabile, mi recai a Londra. Là potei lavorare studiare al London school of commerce, quasi gratuitamente. Per i migranti a forza che sfuggono alle guerre e mattanze , non si può certo applicare questa regola, ma forse è possibile fermare la guerra nei loro Paesi. Ed i cittadini del mondo si chiedono come non sia possibile fermare questi ladri e massacratori di vite umane ovunque si trovino. Agli USA, Cina, Russia, India va rivolto un pressante invito che fermino le mattanze e dedichino il loro tempo a ristabilire la pace con giustizia in quei luoghi. Co sono tanti investimenti da farvi... una Nuova Frontiera per tutti i disoccupati del mondo contro le crisi economiche dalla vista corta.

alma gemme 18.09.15 10:17| 
 |
Rispondi al commento

PAROLE SAGGE QUELLE DEL DALAI LAMA

alvise fossa 17.09.15 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Migranti. Cosa li affascina sfidare la morte se non la convinzione che in Europa si viva in un Paradiso? Guardiamo la pubblicità che esalta questo e quello con immagini accattivanti,.. tutto è bello, tutto ò buono e non costa nulla..
senza fare vedere il rovescio della medaglia e cioè l'inferno della vita nelle fabbriche ('uomo legato alla macchina come macchina a buon prezzo.

Renderli coscienti del labirinto in cui viviamo col rischio di perderci ogni giorno.

E perché le guerre dovrebbero durare vent'anni? Perchè non le si fanno smettere? Non è possibile? Ai potenti tutto è possibile quando conviene loro.. .. Fermiamo le guerre. Fermiamo l'immigrazione.

alma gemme 17.09.15 14:55| 
 |
Rispondi al commento

so che ricewvero critiche per questo post
MA IO PENSO CHE SAREBBE ORA DI RISPEDIRE AL MITTENTE TUTTA QUESTA IMMIGRAZIONE
sarebbe ora che anche loro si facciano carico della loro gente
mi riferisco al mondo arabo tanto buono a criticare il nostro
tanto buono a chiudere le frontiere
HO LAVORATO PER ANNI IN ARABIA SAUDITA QUANDO ERO GIOVANE
e la tolleranza che loro pretendono noi non l avevamo
eravamo infedeli perche non credevamo al loro profeta ...
come se la nostra religione cristiana ha come capo il profeta maometto
ci obbligavano a pagare una parte del nostro stipendio per pagare la tassa solo perche eravmo ristiani
non avevamo diritti equivalenti ai abitanti
ERAVAMO CONSIDERATOI COME INFERORI
e eravmo obbligati alle loro regole teocratiche
COME SLO STUDIO DEL CORANO E DELLE LORO LEGGI
se no erano guai seri
e c'e ne sarebbe da dire ancora ...
HO COMINCIATO ALLORA A ODIARE LA RELIGIONE E SPECIALMENTE QUESTI IPOCRITI
dato che siamo infedeli perche non rimandarli in arabia saudita visto che loro sono fedelissimi al corano e alla tradizione coranica che prevede la carita verso i fratelli mussulmani
e l accoglienza verso i loro fratelli in fede????
VEDIAMO QUANTO SONO FEDELI LORO CHE VENGONO IN EUROPA A SPARGERE IL LORO SEME D ODIO E DI INTOLLERANZA

stefano b., rovato Commentatore certificato 17.09.15 13:44| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che al tempo stesso mi meraviglia, stupisce e conforta è che il Dalai Lama ha detto ciò che io, ma credo ogni persona di buon senso, ripeto da tempo prendendomi insulti financo irripetibili.
Pazienza! "Nemo propheta acceptus est in patria sua"

carlo dalla 17.09.15 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggi in tempo reale
sempre meglio per il m5s
http://www.sondaggivir.blogspot.it

raffaele 16.09.15 22:46| 
 |
Rispondi al commento

L Italia se la prende ovunque e comunque nel culo dalla Germania
Li accogliamo st infedeli ..... E vanno buttati a mare
Li portiamo sulla nostra terra ......
E la Germania e la Francia chiude le frontiere e non li fanno passare .

E l italia massacrata
E l italia derisa
E l italia delle maffie
E l italia del non so che pesci prendere
E l italia della dittatura democralizzata
E tutto questo e solo l effetto di anni di governi senza mandato popolare che nn devono dar retta al popolo ma solo agli alti ranghi del sistema capitalistico europeo
Ciò che ora mi inizia a preoccupare onestamente e che si fa sempre più strada dentro di me che anche il m5s
E dentro sta macchina infernale a questa centrifuga di politica in questo minestrone dal sapore sempre più sciapido
E che purtroppo con tutte le sue chiacchere e le buone azioni che sta facendo in realtà non riesce a venirne fuori.

nicola guglielmini, futani salerno Commentatore certificato 16.09.15 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Impossibile per il Dalai Lama, possibile per la Merkel! Chi è in malafede?

Vorrei ringraziare Vittorio Bertola per il coraggio del suo commento. Bisogna finirla con il linciaggio morale contro chiunque rifiuti l’ipocrisia del pensiero unico, che predica l’accoglienza senza limiti, ben sapendo che non è possibile! Basta con la violenza verbale di chi dà del “razzista” a chi rifiuta gli slogan buonisti e chiede di ragionare!

Come sempre, l’onda mediatica è rivolta oggi con livore contro l’Ungheria, per l’uso dei lacrimogeni. Tutti però abbiamo visto nei giorni scorsi l’uso di lacrimogeni contro i migranti anche nelle isole greche, nella massima indifferenza. Ovvio: i lacrimogeni greci sono di un governo di sinistra, e allora vanno bene! Se invece sono di un governo di destra, tutti gridano allo “shock”!

A proposito dei due pesi e due misure: se il muro ungherese reggerà alla violenza dell’assalto, la nuova rotta passerà per Croazia e Slovenia. Basta guardare una cartina geografica per capire che sono poche decine di chilometri in più, nel viaggio verso la Germania: Anzi, sarebbe stata fin dall’inizio la via più logica, perché tra Serbia, Croazia e Slovenia ci sono ancora le strade che collegavano tra di loro gli stati della ex-Jugoslavia. Che su queste strade ci siano delle mine è una balla: chiunque è stato in vacanza in Croazia sa bene che le mine non ci sono! Se i croati li accoglieranno a braccia aperte, i profughi non avranno motivo di avventurarsi per i campi minati. Forse, qualche regista dell’immigrazione ha pensato che era meglio mettere in difficoltà l’Ungheria.

Comunque sia, Croazia e Slovenia hanno già detto di essere disposti a creare “corridoi umanitari” per la Germania. Tutti applaudono. Ma perché allora i “corridoi umanitari” verso la Germania non possiamo farli anche noi? Forse che la Croazia non fa più parte dell’Unione Europea, dopo esserci entrata nel 2013 come ventottesimo stato membro? Perché allora non possono fare gli hotspot come noi?

Renato O., Venezia Commentatore certificato 16.09.15 22:11| 
 |
Rispondi al commento

vallo a dire agli americani.....

Idalo Nuccio 16.09.15 20:18| 
 |
Rispondi al commento

parole sagge bisogna intervenire li sul posto militarmente .fermare queste barbarie non servono le parole servono i cannoni a eliminare questi pazzi che in nome di dio decapitano chiunque non prega come loro.finche non faremo questo l'europa presto si chiamerà eur Africa.e pregheremo tutti col culo all'aria .vogliamo questo penso di no .sveglia o sarà la fine del vecchio continente

gianfranco andreoli 16.09.15 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Ieri Merkel ha bacchettato l'Italia dicendo che è necessario che i confini esterni dell'Europa siano sorvegliati in maniera "più dura", e che bisogna organizzarsi per rimpatriare chi non ha diritto all'asilo prima ancora che venga sbarcato dalle navi (altro che accoglierli e lasciarli girare liberi per l'Italia per un anno in attesa di vagliare la domanda di asilo e pure di fargli fare ricorso...).

Quando due mesi fa ho scritto io sul blog che ci volevano certezza nei rimpatri, sorveglianza dei profughi e celerità nei ricorsi mi sono preso del razzista... adesso diranno che è razzista pure la Merkel, che fino alla settimana scorsa era il nuovo leader della sinistra italiana, e anche il Dalai Lama?

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 16.09.15 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SOLUZIONE= impegnarsi di più nella risoluzione dei problemi alla radice, andando a pacificare le zone di guerra e aiutando queste popolazioni prima che siano costrette ad intraprendere i viaggi della speranza verso l’Europa

Potere Ai Cittadini 16.09.15 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma il Dalai Lama sa di star colloquiando con esponenti di un' Europa Kalergista ?


nessuno ricorda quando hassad venne a piangere dal pap.a?

vbbè con quello di ora fa parte della combriccola che vuole il piano karleggi.. uno che ogni volta che apre bocca scappano 100 mila fedeli dalla chiessa catt-olic,a!

gli meri-cani avevano fatto 2 patti con i ru.ssi... uno che riguardava cubba e un altro che aveva testimone don sil-vio... da quando c'è il colorato non ne hanno rispettato nessuno dei 2 .. . la rus.sia la farà pagare questa cosa!

uno che non è dei vostri 16.09.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento

se la giochiamo bene può essere che i russi dopo aver "sbulinato" le chiappe ai teteski comincino a comprare la nostra merce anziché la loro.

solo che gli idioti di solito prendono decisioni idiote perciò con questi piddioti -tempo che ci toccherà fare i servetti della merkel fino alla fine.

dissenso 16.09.15 15:02| 
 |
Rispondi al commento

l piano karleg-i oramai è sevelato alle masse.....

fra un po' toccherà alla mer-kel ed ai teteski... non vi preoccupate che ci penserà Pu-tin a spakkargli il kulo senza vaselina.....

mi raccomando politicanti idioti italioti cercate di stare alla larga dalla mer-kel che altrimenti ce lo prendiamo in quel posto come quella volta di musso-lini quando si alleò con hit-ler.

uno che non è più con voi 16.09.15 14:59| 
 |
Rispondi al commento

grazie ai meedia russi hassad ha sputtanato i francesi e il tizio premio nobbel per la pace (sulla fiducia)

dissenso 16.09.15 14:56| 
 |
Rispondi al commento

"impossibile accogliere tutti".
Ovvio.
Esattamente come è impossibile vendere sempre lo stesso prodotto non richiesto all'infinito.

Eppure continuano a volerci vendere i migranti:
volete ospitare un migrante?
Volete accogliere?
Suvvia, non vi fanno pena i bambini che vengono da noi strappati alla loro terra d'origine e non restituiti? Non vorrete mica mandare i minori dai loro brutti e cattivi parenti?
Buongiorno, oggi al telegiornale volevamo proporvi l'acquisto di migliaia di migranti da parte del governo italiano: non potete rifiutare quindi più che una proposta è un'imposizione.
Qualora non foste interessati all'acquisto di migranti vi parleremo sempre e continuamente dell'acquisto di migranti di altri paesi e disprezzeremo i brutti e cattivi paesi che osano non acquistare migranti.... comunque siete obbligati ad acquistare migranti.
Il commercio volutamente esentasse avviene tramite affidabili canali ben selezionati di criminali di prim'ordine sostenuti e appoggiati ufficialmente dalla nostra marina militare che interviene quando la merce rischia di arrivare in ritardo o smarrirsi durante il percorso.
Tutte le consegne avvengono con regolare puntualità negli appositi luoghi di transito selezionati e in caso la merce richieda una revisione o lunga sosta vengono utilizzati i magazzini di stoccaggio detti centri accoglienza.
Cogliamo l'occasione per ringraziare tutte le forze politiche che con encomiabile tenacia continuano a sostenere e propagandare l'accoglienza di persone che non dichiarano la propria identità al fine di raggiungere la meta economicamente più desiderata (capita che a caval donato si guarda in bocca):
tali viaggiatori paganti sono fonte di grande gioia per tutta la rete di commercio nonché per gli "utilizzatori finali".

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.09.15 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Girate queste dichiarazioni ai finti buonisti sinistresi borghesoni italiaci

ricky fallow 16.09.15 13:29| 
 |
Rispondi al commento

la differenza tra il papa e lui è che il dalai lama non ci lucra sopra

roberto parravicini 16.09.15 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Vero. Ma come per altre voci, inascoltato. Come accade per coloro che non si sono rassegnati alla dissoluzione, che i "governanti e le masse che li acclamano stanno portando a compimento.
E' in atto una vera e propria mutazione genetica nell'umanità. Soffiano i più catastrofici venti di guerra, di una guerra inimmaginabile, ma sulla tolda del "Titanic", come è accaduto altre volte, le "orchestrine spensierate suonano", le "coppiette" ignare danzano, mentre il comandante della nave, ingannando i passeggeri, non discute della rotta, ma di quello che si mangerà "domani"...

Massimo Tramonti 16.09.15 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco a volte gli articoli che vengono pubblicati.
Che cosa vuol dire enfatizzare questa banalitá.
E´chiaro che l´Europa non puó accogliere tutti o forse sí ma in un mondo immaginario.
Un conto é risolvere il problema alla radice e qui ci sono molte tesi.
Un conto é risolvere l´emergenza. Cosa fai? Ammazzi i clandestini o crei dei centri in stati corrotti o peggio sconvolti dalla guerra? Ed in poche settimane? Ma per favore...

remigio saronno 16.09.15 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi trascrivo qualche riflessione che ho raccolto ultimamente sui siti esteri europei, in merito all'argomento. Dicono che un rifugiato che scappa dalla guerra, si dovrebbe fermare nel primo paese dove c'è pace oltre il confine. Quando attraversano 10 vari paesi e non si vogliono fermare neanche nel 11-simo vuol dire che ci sono anche altre motivazioni! Poi le quote da assegnare ad ogni paese, per certi versi sono inutili in quanto non si può applicare Schengen in modo selettivo, una volta dentro, chiunque può andare dove vuole e si torna al punto di prima. Dopo aver fatto il grande annuncio, la Germania si è ritrovata come l'Italia a chiedere il sostegno degli altri, sopratutto dopo aver capito che sono la meta di quasi tutti emigranti. Si è sparsa la voce tra i migranti che solo i siriani sono riconosciuti con statuto di rifugiati e (pare!) adesso c'è un fiorire di offerte di passaporti siriani nei paesi di attraversamento, non sappiamo i costi! E poi il grande problema dell'integrazione per soggetti privi d'istruzione e molto spesso succubi di idee islamice integraliste che anche dopo generazioni si rivoltano contro gli ospitanti.

valentina v. 16.09.15 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dlama dice una cosa ovvia,secondo il buon senso antico...a proposito di Matteo R.un cazzaro che gioca a fare lo statista!!!!colpa di chi c'è lo ha messo......

armando pace 16.09.15 12:55| 
 |
Rispondi al commento

il Dalai Lama ha detto una cosa ovvia che da molto tempo sta sfuggendo ai buonisti di casa nostra, da troppo tempo impegnati a curare la loro immagine e a delegare la fantomatica europa per risolvere i problemi che loro stessi hanno voluto creare..

ossignur 16.09.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione da vendere,si dimostra un leader veramente saggio.

fabbry 16.09.15 11:55| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/2015/09/il-dalai-lama-dice-quello-che-dico-io.html
il Dalai lama dice quello che dico io da anni,non li puoi accogliere tutti i migranti,risolvere il problema alla radice, però cerchiamo di essere un pò più precisi, cosa e chi è la radice, intanto gli attori che in questi anni hanno voluto portare la democrazia in Africa, come fosse una missione, ossia per predare le materie prime con la complicità di governanti locali corrotti,poi diciamolo chi sono questi paesi, in prima fila ci sono sempre loro, gli USA, l'Inghilterra, la Francia dalla parte occidentale e dall'est ci sono Russia e Cina, adesso questi paesi vadano in Africa e mettano le cose a posto, l'italia fa sempre la figura della schiavetta col culo in aria per essere facile preda di desideri indecenti degli USA, abbiamo avuto un presidente, Napolitano, in 8 anni che così ci ha messi col culo in aria, onde non facessero fatica a mettercelo lì, adesso la nostra posizione geografica, è cruciale, 90 testate nucleari messe nel nostro stato non sono certo basi,ma un centro permanente,un bersaglio, se ci fosse la terza guerra mondiale saremmo i primi ad essere colpiti,oltre a questo poi siamo i primi con la grecia a essere invasi da orde di migranti, lo hanno detto tutti, solo un 10% sono fuggitivi da guerre, il resto è migrante economico, che viene qui a porre problemi in un paese allo sfascio economico, dove si contano i morti affogati sulle coste africane, come se noi fossimo gli artefici e non si contano i suicidi degli italiani dove l'artefice è il governo, distratto sui morti suoi e contabile pietoso sui morti degli altri.
Che fare, intanto smorzare la pubblicità del come siamo bravi a salvarli, cioè è un invito,venite che vi salviamo e poi resterete quì da noi, gli italiani non fanno figli,dunque , c'è posto,poi dire all'Europa e agli USA che non siamo un culo in aria, ma persone e che non ne vogliamo più, il costo dell'integrazione non è di chi ci governa o

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.09.15 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Quando un personaggio famoso dece una banalita', cioe' qualcosa assolutamente logica e che la maggioranza di noi pensa, allora diventa una verita' rivelata. Persino Obama ha capito che il problema emigratorio non e' solo europeo o africano ma mondiale. Ne tragga le conseguenze alla prossima Assemblea delle Nazioni Unite.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.09.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...il Dalai Lama, come sempre, dimostra d'aver BUON SENSO, cosa che i nostri politici non hanno!!

giorgio l., verona Commentatore certificato 16.09.15 11:06| 
 |
Rispondi al commento


""Lo scontro è tra umani e bestie""

chissà che ne pensa matteo

pabblo 16.09.15 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori