Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Vendevano i vestiti per i poveri

  • 11

New Twitter Gallery

vestitipoveri.jpg

"Facevano credere di raccogliere vestiti usati per beneficenza. In realtà li vendevano. Per questo, l’Antitrust ha sanzionato per 210mila euro complessivi l’Ama (Azienda municipale Ambiente) di Roma e Sol.co e Bastiani, i due consorzi a cui erano stati appaltati i servizi. Nel giugno scorso il presidente della Sol.co, Mario Monge, è stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta su Mafia capitale.

Nel mirino dei pm di Roma sono infatti finiti, insieme alla gestione dei migranti e agli appalti per il verde pubblico, anche presunti illeciti proprio nella raccolta di abiti usati.
Ad attirare l’attenzione del garante per la concorrenza, che vigila anche sulla pubblicità ingannevole, sono stati i messaggi che comparivano sui cassonetti gialli per la raccolta e sul sito dell’Ama: “I materiali in buono stato saranno recuperati come indumenti”, “grazie per il vostro aiuto”, aiutaci ad aiutare”. Secondo l’Antitrust, le informazioni erano ingannevoli perché la raccolta sembrava fatta per beneficenza mentre venivano omessi i fini commerciali.

VIDEO La confessione del Presidente dell’Istat sul Reddito di Cittadinanza

Sol.co e Bastiani hanno ricevuto multe rispettivamente per 100mila euro e 10mila euro. L’Ama, invece, è stata sanzionata per 100mila euro per non aver controllato l’operato dei due consorzi e per non aver dato informazioni esaustive sul proprio sito. I messaggi ingannevoli sono già stati modificati sia sui cassonetti sia sul web".
Fonte

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

30 Set 2015, 12:06 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 11


Tags: mafia capitale, raccolta indumenti usati, roma, vestiti per i poveri

Commenti

 

ALL'ILLEGALITA' NON C'E' PROPIO LIMITE

alvise fossa 01.10.15 17:18| 
 |
Rispondi al commento

date un'occhiata in provincia di parma... troverete molte sorprese!!!

Vicino Parma 01.10.15 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ammazza che schifosi! Il bello che sono tutti ladri!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.10.15 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Andrebbero indagati quelli che hanno disseminato per la città, centinaia di nuovi cassonetti che nessuno svuota mai. Il business non è vendere qualche straccio, ma averci fatto acquistare i bidoni gialli. Quanto li abbiamo pagati? Come cessi abbandonati,appaiono dappertutto, e vengono usati per attaccarci manifesti elettorali, e come bagni pubblici.

A L., roma Commentatore certificato 01.10.15 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma si riuscirà a mettere fine alla mangeria selvaggia e sistematica di questi truffatori abbuffoni, sbatterli in galera e toglierli dalle amministrazioni?
No, finchè rimangono su questi burattini che li coprono.

mic fan 30.09.15 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Perché tutto questo stupore?? La Caritas è da decenni che vende in Africa i vestiti che noi regaliamo!!

Caronte 30.09.15 18:05| 
 |
Rispondi al commento

https://www.change.org/p/petizione-termini-imerese-turistica-non-cimitero-industriale
Firmate e condividete per una Termini Imerese turistica e non cimitero industriale. Sono un attivista del M5s e stiamo conducendo questa battaglia.

Luca C., Milano Commentatore certificato 30.09.15 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Condannare l'AMA a multe da migliaia di euro non serve, le multe devono essere comminate ai responsabili nel senso che bisogna colpire il patrimonio personale di costoro che omettendo controlli hanno consentito questa truffa.

Saverio Amato 30.09.15 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Che i vestiti destinati alla Caritas venivano venduti io...lo sapevo già!
Una volta ho trovato sui banchini di un mercato la mia camicetta a fiori con le mie iniziali che avevo gettato in uno di questi cassoni.
Ed era proprio la mia!

ulla passarelli 30.09.15 15:07| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè i vestiti non li regalate ai poveri per strada, quelli ai semafori, ai benzinai. ancora li date a questi maledetti???

luca mancini 30.09.15 13:46| 
 |
Rispondi al commento

si venderebbero anche le madri pur di far soldi

enrico vergari 30.09.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori