Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

100% rinnovabili si può: l'esempio della Svezia

  • 29

New Twitter Gallery

100rinnovabili.jpg

"Il Governo svedese si sta impegnando per migliorare la qualità della vita nel proprio Paese. E dopo aver annunciato di voler diminuire le ore di lavoro giornaliere da 8 a 6, il primo ministro svedese, Stefan Lofven, ha annunciato che il suo paese si adopererà per diventare "il primo stato dove non si utilizzano i combustibili fossili per produrre energia".

L'ha annunciato durante un discorso tenuto all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, come riporta l'Independent.
Tra i Paesi del Nord Europa la Svezia è già leader nelle energie rinnovabili, genera circa due terzi della sua energia elettrica attraverso fonti rinnovabili. Ma non è l'unica. In una giornata insolitamente ventosa lo scorso luglio, la Danimarca ha coperto il 140 per cento del proprio fabbisogno di energia elettrica attraverso l'energia eolica. Il restante l'ha esportando alla Germania, alla Svezia e alla Norvegia (uno dei maggiori produttori di petrolio al mondo). E quasi il 100 per cento di energia elettrica islandese proviene da fonti rinnovabili, grazie agli investimenti in energia idroelettrica e geotermica.
La Svezia è un Paese industrializzato, che conta 10 milioni di abitanti. Nel bilancio autunnale, annunciato a settembre, il governo ha garantito investimenti per 4,5 miliardi di corone (484 milioni di euro) da utilizzare per infrastrutture verdi, dai pannelli solari alle turbine a vante, dal trasporto pubblico ecologico a reti energetiche più "intelligenti". Altri 50 milioni di corone saranno spesi in ricerca e sviluppo per lo stoccaggio dell'elettricità e un miliardo sarà investito per migliorare i palazzi residenziali e renderli più efficienti.
Ma la Svezia non investirà solo all'interno dei propri confini ma anche all'estero, per realizzare infrastrutture verdi nei paesi in via di sviluppo con l'obiettivo di dare "un segnale importante" al mondo occidentale in vista della conferenza Onu sui cambiamenti climatici che si terrà a dicembre a Parigi." fonte

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

10 Ott 2015, 17:30 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 29


Tags: combustibili fossili, energia, energia pulita, energia rinnovabile, rinnovabili, Stefan Lofven, Svezia

Commenti

 

Ho sempre la massima stima per le capacità degli Svedesi. Però tradurre nei fatti questi progetti potrebbe essere un altro paio di maniche. Lo abbiamo visto con la recente gestione dei flussi dei migranti. Comunque quello che riescono a fare loro in Italia o altri paesi del sud europa non sarebbe possibile. Saluti.

Max 22.04.16 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Per chi abbia ancora dei dubbi sulla efficienza dell´ energia fotovoltaica ecco alcuni dati reali:
01.04.2016: Baviera(Germania), 24 pannelli solari a 250 watt = 6000watt
fabbisogno quotidiano coperto al 100%
rendita giornaliera dovuta alla vendita di energia a 0,12€ per KW ca. 2,5€
costo dell´ impianto ca. 20.000€
rendita anuuale > 5%
P.S.: anche per chi fosse coxlxxne ma sa fare almeno i conti: montateli montateli montateli! quando vengo in Italia in vacanza soffro nel vedere quanto siano coxlxxni gli italiani, con tutto quel sole e si pongono ancora dei pseudo-problemi!

cataldo m., corato Commentatore certificato 06.04.16 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è tutto oro quello che luccica, la Svezia produce il 40% della sua energia da Nucleare . Tutto questo attualmente, perché a metà 2012 la Vattenfall ha presentato la richiesta all'ente regolatore inerente alla possibilità di costruire due nuovi reattori, in sostituzione dei due più vecchi di Ringhals. Questo è il primo passo per la sostituzione di questi reattori, che avverrà nel periodo compreso fra il 2025 ed il 2035 . Ovviamente con potenza più alta e si stima che la potenza erogata possa arrivare al 60-70% del consumo del paese. Dunque il provvedimento toccherà solo il restante 40-30% . Però forse non è solo Green washing ne parlo qui se volete http://www.pvcompare.net/it/news-dal-sito/214-svezia-sfida-il-mondo-verso-un-paese-senza-fossili-solo-green-washing

Davide Zanatta 02.12.15 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma avete un minimo di cognizione del tema e delle risposte che date?! La superficialità di ciò che si legge è da brividi. Dalla completa e palese ignoranza sulle conoscenze degli aspetti tecnici al qualunquismo misero dei commenti. Il populismo è penoso... sempre! Sapete cosa vuol dire trasformare energia, trasportarla e distribuirla. Vorresti tempestare il territorio con pannelli fotovoltaici? Sapete minimamente che le zone più ventose (presenza di vento costante che non costante non serve a nulla) sono già state praticamente sfruttate a meno delle aree di particolare interesse paesaggistico? Cosí anche i corsi d'acqua o le aree dove ricreare dei bacini artificiali per l'idroelettrico? (Poi dopo la catastrofe del Vajont i bacini di una certa dimensione non hanno futuro e i piccoli corsi d'acqua sono normalmente lontani dalle utenze. Sapete cosa vuol dire gestire energia rinnovabile? Pensate che sia possibile distaccarsi del tutto dalla rete elettrica (non dico per una casa spersa nel nulla, ma per gli edifici storici o non, che costituiscono i centri abitati)? Se si parla di efficientare quanto possibile e se economicamente conveniente ok, ma sparare caxxate giusto perché uno ha fiato in gola o una tastiera difronte è penoso ed allarmante. Questo perché chi vi rappresenta e chi sostenete è un astuto paroliere a cui piace generare casino (a cui fino ad adesso non è pervenuto alcun risultato vedi Parma, Livorno ecc) per indirizzare il pensiero delle persone che offuscate dalla rabbia e dalle belle parole non vedono un pagliaio dietro all' ago. Non vi fate infinocchiare da parole facili. Abbiate rispetto di voi stessi e del prossimo.

Enrico Cingottini 13.10.15 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Visto che sono italiano e abito in Svezia Da 15 mi sento di dire la mia sul questo blog.
Inanzitutto il Sig ministro Lovgren ha promesso che il prossimo anno aumenterá benzina, diesel e a seguire si parla pure fi aumentare L iva svedese Da 25% a 27%, quindi mi sembrerá impossibile che diminuiscono le ore lavorative.
X secondo i rifiuti vengono totalmente reciclati, dagli arbusti, alle legno pitturato al cartone, metallo e elettrodomestici. I rifiuti secchi vengono bruciati Da enormi inceneritori, ( c'é ne Uno x ogni cittá) da usare come riscaldamento, il vetro e le lattine si pagano il vuoto ed ad ogni supermercato ci sono delle macchine dove puoi inserire queste bottiglie e ti esce dei buoni che puoi usare x la spesa. Inoltre in tutta la Svezia dalla costa all' interno e Da sud ma sopratutto al nord sono zone molto ventilate e vengono sfruttate con impianti eolici.

Nicola Rigon 13.10.15 18:16| 
 |
Rispondi al commento

E' facile fare cose ben fatte quando non si ha la casta politica magna magna che abbiamo noi.

Raffaele F., Torino Commentatore certificato 12.10.15 17:55| 
 |
Rispondi al commento

gli svedesi hanno un piccolo vantaggio: oltre ad avere rappresentanti un po' più illuminati dei nostri hanno anche le loro corone da spendere. Se anche noi avessimo rappresentanti adeguati non avremmo comunque soldi da investire senza provocare buchi nei bilanci e allarmi che suonano a Bruxelles

Francesco Ragazzi, Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.10.15 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che non sono contrario alle energie rinnovabili( è potete stare certi non ha favore di nucleare ed petrolifici), ma alle speculazioni ed abusi comessi in nome di esse,prima di promuovere questo settore senza se è senza ma,dal m5s mi aspettavo una linea di demarcazione che pur essendo favorevole al settore delle rinnovabili ponesse dei seri paletti per evitare abusi è speculazioni tipo quella della lobby eolica.
Vorrei ricordare che l'ITALIA non è la SVEZIA,è questo non vale solo per la configurazione geografica,ma sopratutto per la mentalità...
Mi dispiace rilevare che anche su questo blog,si continui a fare informazione unilaterale(è questo sarebbe pure normale, per la linea politica che ha sia un partito che movimento),sopratutto in questo settore ,"dimenticate" sempre di informare che il settore è ultra incentivato da circa dieci anni,che propio in questi giorni si stà rifinziando con un nuovo decreto spalma incentivi,è la fetta più grossa della torta andrà alla lobby eolica industriale,incentivi che paghiamo tutti noi italiani con la tassazione occulta sulla bolletta elettrica(ecco perchè in un momento molto favorevole,con dollaro è petrolio hai minini storici la bolletta elettrica invece di diminuire aumenta).
Dal M5S,mi aspetto una seria riflessione su questi temi,più volte vi ho segnalato che in questo il settore più che grenn è molto economy,qui al sud specialmente c'è stata una invasione di migliaia di pale eoliche che hanno deturpato per sempre il paesaggio(lo stesso dell'art.9 della costituzione che a parole anche voi difendete) oltre ha creare una serie di abusi e prolemi di convivenza con le persone,con distese di pannelli fotovoltaici nei terreni agricoli,con finte centrali a biomasse ,che dovrebbero sulla carta utilizzare materia locale ,ma sono talmente grandi che per farle funzionare è già previsto l'utilizzo di "altri materiali"...
Noi che crediamo veramente nel settore,promoviamo l'incentivazione solo per l'autoconsumo per lefamiglie .

flavio s. Commentatore certificato 11.10.15 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Cari italiani a 5*,
come sempre guardiamo al nord europa come esempio di virtuosismo socio_politico_energetico [e molte volte a ragione].
In IT, xro' [nell'ovvio e assordante silenzio_assenza istituzionale...] qualcosa di molto ma molto concreto lo stiamo già facendo : sono ormai + di 2 anni che costruiamo ..."CASE100%elettriche" che funzionano esclusivamente c l'energia autoprodotta dalla propria "mini centrale elettrica FV".... e alla sera ? > e' già attiva una fornitura di en.elettrica certificata 100% green proveniente dall'idroelettrico.
Se è vero come è vero che siamo il paese del sole [= FV] l,è altrettanto vero che abbiamo una "montagna di montagne" con cui "dialogare" x estrarre IDRO&EOLO ...
e fare poi un bel greenMIX !!!


Avere il pane e non avere i denti!
La politica demente porta ai campi di pannelli solari.

Speriamo che con le batterie per la casa di tesla motor si possa davvero realizzare il sogno di affrancarsi dalla linea elettrica.

Comunque c'è da ricordare anche l'islanda dove il pil cresce sempre di più e dove hanno già quasi raggiunto l'autonomia al 100%.... e col cavolo che vogliono entrare in europa

disse il procuratore capo islandese, allora durante il dissesto, a proposito dei banchieri: "è pericoloso che ci sia qualcuno troppo importante per essere indagato e condannato, da la sensazione di vivere in un porto sicuro".

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.10.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma la Svezia non ha l'euro e neanche il bischero fiorentino! Troppo facile così!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.10.15 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come dicono devono investire nelle tecnologie di stoccaggio dell'energia prodotta con i sistemi alternativi.
Al giorno d'oggi e' molto difficile e dispendioso accumulare l'elettricita' prodotta e non immediatamente consumata.
Ad. es. nelle centrali idroelettriche si pompa l'acqua nelle dighe per utilizzarla quando aumenta la domanda, ma a parte questo non mi risulta operativo nulla.
Si potrebbe ricorrere alla dissociazione dell'acqua per ottenere idrogeno da utilizzare nelle celle a combustibile, ma non c'e' nulla in funzione.
Finche' non si risolve il problema le energie alternative da sole e vento non avranno lo sviluppo che potenzialmente potrebbero avere.

Enrico Richetti, Carmagnola (To) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.10.15 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei bacchettarti Luca P,ma le centrali nucleari in Svezia sono tre .
Non sono previste altre da mettere a regime

mirco g (vperv), giacchemirco@gmail.com Commentatore certificato 11.10.15 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senti queste dichiarazioni dal vicino che sta un paio di piani sopra di te e poi, se ti guardi in casa, ti ritrovi un ebetino farfuglino che spara cazzate tutto il dì, corre a trivellare terra e mare, fa ritocchini, tagli, taglietti, regalini, bonus, paghette mensili di 80 euro, merenda gratuita, pausa caffè omaggio, tessere punti, roselline,... invece di incidere sulla carne del grasso e bulimico bue malavitoso, inefficiente e sprecone che cavalca.

oggi, nel 2015... di più anacronistico della trivellazione c'è solo l'assenza di un reddito di cittadinanza+riforma dei centri per l'impiego.

ci tocca vivere in una società medievale fondata sul ricatto e sulla mafia, dove mandrie di sederoni incompetenti siedono nei punti cardine e passano le giornate a pensare esclusivamente a come ingrassare il loro portafogli insozzando il paese... tanto poi qualcuno pulirà.

Lorenzo M., Piacenza Commentatore certificato 11.10.15 06:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nei paesi normali come la Svezia, Germania dove persone responsabili si dimettono subbito. I furfanti faccendieri e ladroni sono in prigione. Nel paese di raccomandati incompetenti e protetti dal sistema colluso si trovano nell' amministrazione publica ed ai vertici dell' industria. Chiamati capitani.

Savio1 11.10.15 02:59| 
 |
Rispondi al commento

Jette bra, söta bror!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 10.10.15 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Si ma la Svezia ha:
10 centrali nucleari come se in Italia ce ne fossero 60 nel 2010 ha autorizzato la costruzione di una nuova centrale.
Il 50 % dei rifiuti viene incenerito.
Usa massicciamente Etanolo come prodotto da cereali.
Fonte : https://sweden.se/

Luca P 10.10.15 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono tempi duri... vista l'attuale situazione una poesia in romanesco non guasta!

Svejamose


Svejamose ch’è tempo d’ariflette
soffocati da buffi e bollette
‘sto popolo, messo alle strette,
s’ariconsola co’ poesie e canzonette,

li tempi sò brutti, cupi e tristi
ce tocca rinuncià a ‘n sacco d’acquisti,
quanno che t’arzi te meraviji c’ancora esisti
ma noi se sa, semo tutti nati artisti

e si er politico e ‘r potente ce tratta da freggnoni
trovamo puro er modo de facce du’ canzoni,
‘na satira, ‘na risata ma questo dimostra
solo che ridemo a la bella faccia nostra.

Semo così, quanto durerà
sta lunga triste tiritera
co’ lo stipendio (chi cce l’ha)
che dura da matina a sera?

Si, semo i primi pe’ lo spettacolo,
ma pe’ capì nun cce vò ‘n oracolo
pe’ sarvacce nun bbasta ‘n miracolo.
Ma torneremo a rivedè le cinque stelle
Grazzie a voi, fratelli e sorelle!!!

Paolo D., Roma Commentatore certificato 10.10.15 21:42| 
 |
Rispondi al commento

cominciano a capire che produzione e produttività significano cose diverse

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.10.15 21:20| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori