Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Elezioni in Polonia e Portogallo: perde l'#euro!

  • 168

New Twitter Gallery

opsmerkel.jpg

Terremoto in Europa. Il voto in Polonia, e ancor prima quello in Portogallo, hanno messo all'opposizione la Merkel e tutti i partiti che hanno sposato le sue politiche di austerity. Per capire cosa succederà adesso bisogna, però, fare una analisi e un distinguo. Se è vero che il voto in Polonia e Portogallo è di fatto speculare (con il rifiuto del popolo delle politiche di austerity), è altrettanto indubbio che c'è una bella differenza fra i due Paesi che va spiegata. È in gioco la democrazia.

POLONIA, PERDE IL CANDIDATO DELLA MERKEL
Il partito pro Merkel 'Piattaforma civica' era in carica da 8 anni. Nonostante buone performance economiche (il PIL è cresciuto del 50% in 10 anni) ha imposto una politica basata su tagli alla spesa, privatizzazioni selvagge e aumento dell'età pensionabile, un mix delle Finanziarie targate Monti-Letta-Renzi. Il suo leader Donald Tusk è stato imposto dalla Germania come Presidente del Consiglio europeo. La sua politica liberista non è stata apprezzata dai polacchi che hanno tributato gli onori alle forze di opposizione, il partito Diritto e Giustizia, che adesso ha la maggioranza assoluta, e quello di Pawel Kukiz scelto in maggioranza dai giovani. La sinistra, che ha venduto l'anima al diavolo, è sparita negli abissi come Atlantide e non sarà nemmeno presente in Parlamento.

PORTOGALLO, A RISCHIO LA DEMOCRAZIA
Anche in Portogallo le forze pro austerity hanno perso. Nelle elezioni del 4 ottobre il leader conservatore Pedro Passos Coelho ha perso 25 seggi e la maggioranza assoluta in Parlamento. Le forze anti-Troika si sono dichiarate pronte a formare un nuovo governo: punto dell'accordo raggiunto fra i socialisti e i partiti no euro è stato la rinegoziazione dei parametri già stabiliti con Bruxelles, ma il Presidente della Repubblica del Portogallo Silva, con una mossa clamorosa, ha ribaltato l'esito del voto popolare. Con un colpo di Stato perpetrato in nome dell'euro si è rifiutato di dare l'incarico al leader di maggioranza relativa ad António Costa perché non voleva deludere i mercati, gli investitori e le banche. Ecco cosa ha dichiarato per giustificare il suo gesto antidemocratico: "il Portogallo ha rispettato un programma oneroso di assistenza finanziaria, che comporta pesanti sacrifici, adesso è mio dovere fare tutto il possibile per non inviare messaggi sbagliati alle istituzioni finanziarie, agli investitori e alle banche".

Il comportamento del Presidente della Repubblica portoghese ricorda molto quello di Napolitano nel 2011, quando impose il governo Monti perché i circuiti finanziari avevano deciso così. Fin quando in Italia non ci sarà un governo eletto democraticamente non ci sarà democrazia.

EURO E DEMOCRAZIA SONO COMPATIBILI?
Queste elezioni portano in dote due preziose considerazioni. La prima è che le forze ultranazionaliste crescono ovunque in Europa per colpa e per paura dell'euro. Se anziché libertà, una moneta porta povertà la reazione dei cittadini si radicalizza. In Italia, grazie al MoVimento 5 Stelle, che per primo ha denunciato e combattuto la gabbia dell'euro, c'è un argine al dilagare delle forze xenofobe e razziste. La seconda lezione da trarre da queste due tornate elettorali è che la Polonia, fuori dall'euro, possiede ancora la sua sovranità economica e la libertà di potersi esprimere democraticamente votando una forza politica contraria al rigore. Il Portogallo, invece, con l'euro e grazie a un Presidente eurovenduto, subisce l'ennesima imposizione dei mercati e dell'eurocrazia sulla democrazia. Ancora una volta è chiaro che l'euro priva gli Stati non solo della sovranità economica e monetaria, ma, cosa ben più grave, di quella politica, inibendo la democrazia.
Sono i cittadini a decidere da chi e come vogliono essere governati, non la Germania. Questo deve essere chiaro a tutti." M5S Europa

27 Ott 2015, 11:35 | Scrivi | Commenti (168) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 168


Tags: Euro, Germania, M5S, M5S Europa, Merkel, Monti, Napolitano, Polonia, Portogallo, xenofobia

Commenti

 

Caro Beppe, vorrei che tu vedessi ed ascoltassi questo video dal 50mo minuto in poi, visto che si parla del M5S. E' molto interessante ma anche terribile, se Bongiovanni avesse ragione

https://www.youtube.com/watch?v=HDAdDjq4G-o

imenotep71 30.10.15 11:52| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO: Tutti i soprusi delle autorità e dei governanti imposti alla famiglia Gandini di Ferrara. Il nostro Blog in Italia è stato sequestrato, conteneva troppe verità scomode! Potete ancora trovare il Blog su siti stranieri: ci aiuterete a sconfiggere l'OMERTA'! E' questa che uccide! Grazie! Alessandra Gandini.
http://alessandragandini.blogspot.fr/
http://alessandragandini.blogspot.co.uk/
http://alessandragandini.blogspot.com.au/
http://alessandragandini.blogspot.de/
http://alessandragandini.blogspot.ro/
http://alessandragandini.blogspot.ae/
https://plus.google.com/112309778413136665009/posts

Alessandra Gandini 30.10.15 00:13| 
 |
Rispondi al commento

E' importante anche sottolineare, in questo duplice voto, altri importantissimi aspetti, oltre che la bocciatura delle politiche della UE, e direi, il suo definitivo fallimento, almeno in quei paesi:

1)Il carattere fortemente identitario del voto, nel senso che si affermano i Diritti non per nascita, residenza, etc... ma esclusivamente per appartenenza alla Nazione, che presuppone naturalmente lo stre4tto legame con le proprie tradizioni, concretizzate nei legami di sangue, in una comune Religione, etnia, lingua e cultura.
2) La volonta nel non voler svendere le proprie tradizioni, soprattutto etniche e religiose, a una presunta "parità di diritti" a voler per forza concedere a coppie gay, stranieri, uteri in affitto, etc... ed altre innovazioni populiste sull'onda di una politica di un pontefice assai confuso sul proprio Ruolo, di quello della Chiesa e sul neopauperismo e buonismo universalista.
3) Sulla chiara scelta nel voler bocciare le politiche stataliste, paternaliste e operaiste, che purtroppo alcuni del M5S troppo contigui, tramite i NOTAV etc... con la cd. "sinistra antagonista", ancora sostengono, proponendo soluzioni obsolete quali il ripristino dell'Art. 18, l'indicizzazione, scale mobili ed altre insulse soluzioni bocciate dalla Storia da svariati decenni.
E' ora che il M5S prenda atto di queste scelte, e di come il mondo è cambiato, e di come la Natura Umana non sia quella descritta da Rousseau e dagli anarchici, ovvero che l'uomo ha natura buona e pacifica, ma, al contrario, che aveva ragione Hume, che l'uomo è un animale predatore e guerriero, molto più simile a un Lupo o a un Leone che non a una pecora o a un pollo.

Kastiga Matti, Torino Commentatore certificato 29.10.15 19:58| 
 |
Rispondi al commento

L'IMPORTANZA DELL'INFORMAZIONE
LA R.A.I. DEVE ESSERE LIBERARTA!

lofoco gerardo 29.10.15 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Continuate a sparare cazzate contro l'Euro! Poi col cazzo che vi rivoto!

Rocco Di Rella 29.10.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

voglia di sicurezza è anche dire le cose come stanno senza essere tacciati di razzismo a vanvera Lo stato ha questo primo dovere verso il cittadino ma sembra che tanti lavorino contro di esso quindi contro di noi cittadini

gilberto gamberini, cassacco Commentatore certificato 28.10.15 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Ci preoccupiamo di quanto stia accadendo in Portogallo? Avranno le loro regole, cosa c'immischiamo? Non abbiamo abbastanza problemi noi, qui?

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.10.15 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Quello che é accaduto in Portogallo é molto grave, e lo dimostra la feroce dittatura della troika impartendo ordini a un capo di stato di rovesciare la volontà popolare a favore degli interessi di banche e corporations ignorando completamente la volontà popolare, peggio di così ci sarà l'Eurogentfor per coloro che non fossero d'accordo e manifestassero energicamente il proprio dissenzo a sedare la rivolta. E un cappio che si sta stringendo sempre di più, ma molti non se ne rendono conto fino a che non potranno più uscire dalla trappola. La vicenda Portoghese é un segnale di allarme "rosso" su quello che sta accadendo in europa, se il cappio si stringe solo una guerra potrà tirarci fuori e a caro prezzo.

Dolphin 28.10.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Certo che noiNATO, siamo molto democratici.
In Portogallo, abbiamo rovesciato il risultato elettorale.
In Turkia, arrestiamo i giornalisti scomodi e chiudiamo le televisioni.
In Ukraina, abbiamo rovesciato un governo eletto e sostituito con un nostro servo.
I Palestina, manteniamo il più grande campo di concentramento del pianeta.
Ieri, siamo andati a rompere le palle ai Cinesi, nel mar della Cina.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 28.10.15 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Veramente solo in Italia si è parlato di "ultra"-nazionalismo e scempiaggini del genere, con sgomento dei polacchi che hanno aperto un capitolo a parte nei notiziari del tipo: "elezioni in Polonia secondo l'Italia".
È sì un partito di destra, ma a sentire la stampa italiana pare che al potere sia salito il fascismo. I polacchi hanno votato il programma nella sua interezza, il punto sugli immigrati è uno solo tra i tanti; decidivi i punti sull'economia.
Questo partito è in parlamento da sempre, niente di estremista...
Non so perché abbiano gonfiato così, forse per paura del non-europeismo, si classifica tutto come fascismo, nazismo e cretinate simili.

griko 28.10.15 13:19| 
 |
Rispondi al commento

La destra del Portogallo in coalizione con altri partiti ha il 36,9% e invece i Socialisti,senza alleanze, ha preso il 32,6%....quale è il partito più forte di maggioranza?
Chi rappresenta la cittadinanza?
Tenuto conto anche che il 50% dei cittadini non è andato a votare,non vi sembra la stessa situazione dei governicoli italiani?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.10.15 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente inizieranno a capire che in europa comanda il popolo? E i boiardi lobbisti bisogna mandarli via? Poi dicono che siamo populisti!
EVVIVA IL POPULISMO !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 28.10.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/10846408_321440518062838_364789332111064224_n.jpg?oh=ab9b4770900fa64929f7bbf14b6d6b87&oe=5684DF16

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.15 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Gianluigi Paragone
8 minuti fa ·

La commissione europea concede la flessibilità al governo italiano di sforare il tetto ma solo per compensare la spesa eccezionale per le emergenze migranti.
Voi direte: come sono bravi questi europei.
No. In Europa stanno facendo ancora orecchie da mercante. Dovevano essere trasferiti dall'Italia 40.000 rifugiati in due anni finora soltanto ignoranza hanno lasciato l'Italia e 525 sono le richieste prese in esame...
La Germania ne ho presi 10, la Spagna 50, la Francia 20, la Svezia 100, la Finlandia 200.
Eccola l'Europa politica.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.10.15 12:57| 
 |
Rispondi al commento

@pattyghera

http://www.huffingtonpost.it/2015/10/28/fornero-minacce-morte_n_8405830.html?utm_hp_ref=italy

^_^

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.10.15 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma guarda te come fa male la carne....belin però non si dice nulla di quanto faccia male,a livello alimentare,l'accordo internazionale TTIP!
Ladri e maiali!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.10.15 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MENTRE ERO IN VACANZA HO SAPUTO CHE ,,IL MOVIMENTO 5STELLE,, SI E' ASTENUTO SULLA VOTAZIONE CHE VUOLE ACCELERARE LA CITTADINANZA AGLI IMMIGRATI,,, SECONDO ME E' GIUSTO DOPO UN PERCORSO ED UN INSERIMENTO,,,MA L'ASTENSIONE E' SEPRE SECONDO ME,,, ESPEDIENTE CHE CHIARISCE IL MANCATO PROGRAMMA SUL TEMA IMMIGRAZIONE,,,, INFATTI UNA VOLTA LI VOGLIONO CACCIARE A CALCI IN CULO,,QUESTE SONO PAROLE DI GRILLO,, UNA VOLTA VOTANO CONTRO IL REATO DI CLANDESTINITA,,IN EUROPA SONO CON LA DESTRA,, E QUI SI ASTENGONO SU DI UNA COSA COSI' IMPORTANTE,,NO,, MI HANNO DELUSO ,,ANCHE SE , MEGLIO LORO DELLA FECCIA CHE CI CIRCONDA!!!!!!!!!!

Giancarlo Pinna 28.10.15 12:08| 
 |
Rispondi al commento

"L'Italia insegna all'Europa la civiltà ! Le nostre navi setacciano il mare per salvare migliaia di migranti ! " Queste parole pronunciate pubblicamente in Colombia da Renzi le dobbiamo ricordare , scolpire sui nostri fegati quando saremo sotto attacco dei terroristi , quando le strade saranno insanguinate e tante teste verranno tagliate ! Credere che tutti i Paesi europei siano cattivi e insensibili e sbagliato , come credere che stiamo facendo il giusto ! E' da incoscienti e da stupidi questo atteggiamento del PD renziano !


ma se i principi su cui si è fondata l'UE si son ridotti a meri interessi economici e finanziari nelle mani di pochi balordi, mi pare ovvio che prima o poi qualcuno dicesse NO basta UE!

Clesippo Geganio 28.10.15 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti, da vecchio iscritto torno a ringraziare Beppe e Gianroberto per il grande lavoro svolto fin qui,ultima perla la proposta sulla prescrizione ad Imola, grandissimo Gianroberto!
È davvero con gratitudine e rammarico che mi trovo costretto a chiedere ai due un passo di lato in vista delle politiche; ritengo infatti che siano diventati l'unico appiglio di chi ci attacca insieme allo scarsa esperienza ed affidabilità di eventuali candidati alla Di Maio. Da elettore mi chiedo cosa succederebbe se un Di Maio Presidente venisse scomunicato come un Pizzarotti qualsiasi, di conseguenza urge uscita di scena dei due ed apertura a nomi esterni al Movimento, nomi con un proprio spessore da candidare nella squadra di governo. Per i parlamentari si può proseguire come nel 2013.

federico2 s. Commentatore certificato 28.10.15 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mii il presidente del portogallo l'ha fatta grossa!
Può accadere anche in italia?

Non ci sono leggi che metterebbero in gattabuia chi si sostituisce al popolo?
Quando si arriva al golpe?
Quando un magistrato deve muoversi per attentato alla costituzione?

Perchè tutti gli incendiari quando arrivano al potere diventano pompieri?
C'è qualcuno che li minaccia?

Perchè questa totale presa per il culo?

Non è forse meglio una vera dittatura?

Solo forma ma niente sostanza, all'americana!
Basta salvare le apparenze

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.15 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si delinea,si concretizza la volontà del "quarto reich", conquistare il dominio uccidendo la DES (DEMOCRAZIA,ECONOMIA E SOVRANITA'). Votare non se ne parla i mezzi di comunicazione raccontano panzane come la maggioranza. Vedremo se l'Italia si sveglierà dal torpore indotto,dal nulla fare!Un caro saluto. Paolo buon.

paolo romanello 28.10.15 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Elezioni Portogallo 2015: golpe eurocratico?
di Diego Fusarohttp://www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/27/elezioni-portogallo-2015-golpe-eurocratico/2163607/
Nel silenzio generale, è accaduto qualcosa di estremamente grave in Portogallo. Non se ne è parlato a sufficienza, e c’era da aspettarselo. Il sistema mediatico punta i riflettori solo su ciò che riconferma l’ordine esistente, mai su ciò che ne svela le contraddizioni e i difetti.

Cos’è accaduto di preciso? In Portogallo vi è stata la grave decisione del presidente della repubblica Cavaco Silva di non affidare l’incarico di governo alla coalizione di sinistra che ha raggiunto la maggioranza, che rischierebbe con le sue “pretese populiste” di “destabilizzare i mercati”.

In pratica, il Presidente si è rifiutato di conferire l’incarico al leader della coalizione anti-euro Antonio Costa che ha regolarmente vinto le elezioni se unito in coalizione con il Bloco de Esquerda. Motivo? Si destabilizzerebbero i mercati. La coalizione anti-euro portoghese è per l’uscita dall’eurozona, ma anche per lo scioglimento della Nato: è, insomma, memore della lezione di Marx, a differenza dei partiti di sinistra italici al guinzaglio di Monsieur le Capital. È, diciamolo, una sinistra che non ha sostituito la lotta per il lavoro e i diritti sociali con le lotte per i diritti dell’individuo astratto à la Robinson Crusoe.

Quanto sta avvenendo in Portogallo merita attenzione e, in un certo senso, deve destare preoccupazione per almeno tre ordini di motivi:

1) Finalmente si mostra il vero volto dell’Unione Europea, ossia dell’unificazione monetaria dell’Europa tramite la moneta unica e il potere finanziario; e il vero volto dell’Europa è oggi un volto fintamente democratico, essendo invece la sua essenza di tipo autoritario e contraria a ogni autentica vocazione democratica. Nell’Europa delle banche il potere è concentrato

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.10.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

ot

"""Roma, 27 ott. (AdnKronos) - "La crisi" del Partito democratico "cammina su queste due gambe. Isolamento e inconsistenza. Sono due facce della stessa medaglia". Lo dice Pier Luigi Bersani in un'intervista a 'Pandora, rivista di teoria e politica'. "Ora -osserva Bersani- abbiamo di fronte le amministrative della primavera 2016: si vede già distintamente che l’opinione pubblica non crede più che il Comune possa davvero risolvere i problemi delle persone e quindi sceglie le tifoserie. Il voto è assolutamente svuotato di sostanza, tranne che in ristretti establishment. Tutto l’establishment economico, dalle cooperative, agli industriali, ecc, sono dalla parte del sindaco, cosa molto curiosa. Questo perché questi gruppi sociali sono gli unici a pensare ancora che il sindaco possa decidere qualcosa. Gli altri, finiti ai margini, o non votano o votano come tifoserie". Una conseguenza della "personalizzazione della politica. "L’idea che continuando su questa strada, senza politica, si giri a vuoto sta iniziando a prevalere, ma oggi è ancora in sbandamento". Se ne sono accorti anche i 5 Stelle. "Le nuove formazioni in giro per l’Europa, i 5stelle, Podemos, Syriza (pur molto diverse tra loro) cercano di uscire da meccanismi eccessivi di personalizzazione".""

pabblo 28.10.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.15 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Il voto, ormai lontano parente della democrazia Italiana, due giorni fa seguivo il telegiornale sulla 7, il sig. Mentana tira fuori un sondaggio dal quale risulta che in caso spareggio (siamo al paradosso del calcio) tra noi ed il PD la differenza sarebbe di un punto percentuale. Il primo pensiero è stato positivo, mi sono detto vuoi vedere che li mandiamo a farsi fottere? Poi però mi sono osto una domanda, qui prodest? Vogliono cominciare a spaventare l'elettorato con una campagna di paura contro questi veri rottamatori? Questi mangiano nella stesa greppia del governo che in cambio della creazione del consenso sparge danaro pubblico a pioggia. Meditate!

Giuseppe R., roma Commentatore certificato 28.10.15 09:16| 
 |
Rispondi al commento

L´Europa e´lo specchio dei vari governi nazionali, per il semplice motivo che la´come qua i politici sono scelti ad hoc, venduti alla "causa" per profitto personale.
Perche´dobbiamo restare nell´euro? Non perche´sicuramente sia meglio della moneta nazionale, semplicemente perche´l´abbandono singolo e´un suicidio.
Fare default sul debito va benissimo e la Grecia avrebbe potuto farlo, ma le CONSEGUENZE sono che DOPO nessuno ti presta piu´denaro.
E´vero, puoi stamparlo, ma se chi ne determina il valore e´il TUO NEMICO, puoi essere sicuro che varra´ pochissimo.
Le merci che produci costano meno, si´, ma se il tuo nemico impone dazi per danneggiarti, se l´energia ti costa dieci volte tanto, allora sei finito.
La Germania e´l´esempio.
Perche´credete che sia scoppiato lo scandalo Volkswagen?
L´Italia e´un vaso di terracotta in mezzo a vasi di ferro.
NON avrebbe dovuto entrare nell´eurozona, ma siccome c´e´, e´meglio adattarvisi.
Si puo´crescere con l´euro?
Si, si puo´, ma bisogna essere seri ed onesti, bisogna tagliare gli sprechi e amministrare meglio le risorse.
Ridistribuire le ricchezze lottare contro la corruzione.

Patrizia 28.10.15 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.teleborsa.it/Editoriali/2015/10/26/biada-carote-bastoni-1.html#.VjCAB0rK9Nv

bell'articolo

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 28.10.15 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

forse vi è sfuggita questa perla di vincenzone:

""rimprovero alla bindi la sua esistenza..per la verità...""

dal minuto 09:37 a 09:44

http://www.la7.it/otto-e-mezzo/rivedila7/otto-e-mezzo-27-10-2015-165751

:)

pabblo 28.10.15 08:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido l'analisi fatta e auspico che in Italia si possa andare alle elezioni quanto prima in modo da poter ribaltare la politica di questo governo e dei suoi sostenitori. Spero che 5 stelle ina volta al governo,spero con ampia maggioranza, possa veramente eliminare le ingiustizie,il clientelismo, i privilegi della casta, i senatori a vita e che anche x i senatori ci sia parità di trattamento pensionistico come tutti i lavoratori. Ecc. Ecc.

eduardo Minolfi 28.10.15 08:45| 
 |
Rispondi al commento

0 CREDIBILITA’

Ma cosa davvero da fastidio ai popoli di questa Europa,l’austerity o l’aumento delle spese per sostenere lo sfarzo del Parlamento Europeo?
L’UE costa ai paesi dell’Europa miliardi di euro all’anno.Ci sono tre sedi per il Parlamento e le spese di allestimento,organizzazione e costo del personale hanno sfondato ogni limite.
Mentre infatti i popoli rappresentati da questo sedicente Parlamento fanno la fame e annegano nella disoccupazione, perché accusati di adottare politiche inadeguate,sul fronte dell’UE non esiste alcuna spending review, le assunzioni sono all’ordine del giorno con emolumenti sostenuti e rimborsi spese senza alcun limite.
Ma lo scandalo più grosso riguarda proprio la gestione dei fondi strutturali che assorbono il 37% della spesa totale dei finanziamenti complessivi. I fondi sono utilizzati in maniera distorta e con scarsi controlli e le finalità a cui sono destinati spesso nascondono soltanto un passaggio di denari da un ente ad un altro per ingrassare pochissime aziende colluse con il meccanismo.
E vogliamo parlare della corruzione che attraversa i partiti e i governi delle singole nazioni?
In Italia gli arresti di esponenti di partito,sottosegretari,dirigenti e lavoratori pubblici sono all’ordine del giorno.
Persino i ministri,i sindaci e i governatori di regione sono indagati per corruzione con esempi di abuso di potere verso la comunità che rasentano l'inverosimile(vedi cesso di Galan).
In generale però la corruzione Italiana è una bazzecola di fronte allo scandalo Volkswagen della Germania che ha di fatto monopolizzato il mercato dell’auto truffando i consumatori.
Perché allora i popoli dovrebbero fidarsi dell’UE se nei loro paesi la democrazia è stata bypassata dall’imposizione di governi di coalizione forzata o addirittura come è avvenuto in Italia da governi imposti direttamente dalle lobby Europee?
Ma se i governi nazionali non ci rappresentano e l’Europa fa anche peggio perchè i popoli dovrebbero restare nell'euro?

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.10.15 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Innanzitutto la Polonia NON e´nella zona euro e il risultato NON e´anti austerity, ma anti immigrazione selvaggia.
E poi, proprio in Italia dovremmo ESULTARE per la politica austerity, se ci fosse stata austerita´molto PRIMA adesso non ci ritroveremmo con un debito di piu´di due trilioni.
Debito che peraltro e´fine a se stesso, perche´non e´servito MINIMAMENTE a creare infrastrutture o nuovi posti di lavoro, ma SOLO "stipendi" a fautori di questo o quel partito, "stipendi" che ora sono a rischio perche´l´ITALIA non si puo´ulteriormente indebitare.
Se non ci fosse l´Europa, se avessimo potuto continuare con l´allegra finanza, ora avremmo un debito doppio o, molto probabilmente saremmo gia´falliti.
Fare debiti per un paese corrotto fino al midollo serve solo ad arricchire i politicanti.
Austerity dovrebbe significare fine agli sprechi e migliore distribuzione delle risorse che ci sono.
INVECE significa allegra gestione per i soliti noti e tagli per i soliti ignoti.
Cambiare si puo´e si DEVE, anche in un regime di austerity.

Patrizia 28.10.15 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aprire il M5S alla società civile.
Sarà una mossa vincente per vincere le Elezioni comunali di Roma ?

http://www.gadlerner.it/2015/09/26/il-fatto-suggerisce-al-m5s-di-aprire-le-sue-liste-agli-indipendenti-sul-modello-delle-quirinarie

Vincenzo Matteucci 28.10.15 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Si, d'accordo. L'autodeterminazione dei popoli non la tocca nessuno. Però non è che chiunque sia antieuro sia un monumento alla coerenza. I Polacchi, per esempio, sono fra quelli che hanno ricevuto vagonate di miliardi, forniti dai contribuenti comunitari. E fin lì tutto bene. Ora che vedono una crescita, che devono essenzialmente agli aiuti ricevuti, pensano ai casi loro. E votano chi vuol rigettare i nuovi disperati che arrivano alle frontiere. Qui non si tratta di essere pro o contro l'Euro ma di piccoli egoismi nazionali, regionali e giù giù fino alle liti di condominio che caratterizzano il nostro tempo. E meno male che sono cattolicissimi! O forse è proprio per quello? Sono queste logiche che determinano l'affamamento di grandi fette di umanità a vantaggio di altre, con la conseguenza di innescare flussi migratori di massa dei popoli ridotti alla fame, a tutto vantaggio dei grandi poteri mondiali che, applicando la più elementare delle regole di mercato - domanda offerta -, trovano facile farci ingoiare di tutto, dallo smantellamento dei diritti dei lavoratori, alla precarizzazione selvaggia, alla erosione dei salari.

claudio d., Benevento Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.15 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Il grosso sbaglio e´di parlare di sinistra e di destra, quando entrambe non rappresentano chi dicono di rappresentare, ma solo politici "manipolati" dai due poteri che ormai governano l´occidente: grandi monopoli industriali e finanza.
Fino a che non capiremo che e´indifferente votare per gli uni o per gli altri, che i "partiti" sono messi li´per darci l´illusione di poter scegliere, di essere in "democrazia" niente mai cambiera´.

Il magistrato che confiscava i beni alla mafia per poi darli in "gestione" a parenti e amici e´la completa rappresentazione della realta´in cui viviamo.
La lotta alla mafia si risolve con la creazione di un´altra mafia, la vittoria dello stato significa solo il trasferimento dei poteri nelle mani di qualcun altro, non sicuramente dei cittadini.

Capire la realta´e´il primo indispensabile fatto per poterla cambiare.

Patrizia 28.10.15 07:22| 
 |
Rispondi al commento

CROZZA I WURSTEL E MARINO

Dopo l’annuncio dell’OMS sceso del 30% il consumo di carne

http://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/oms-crozza-merkel-sfortunata-dopo-la-volkswagen-ora-anche-il-wurstel/216276/215460

https://youtu.be/0XurLPOZe54

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.10.15 06:41| 
 |
Rispondi al commento

Quando gli immigrati sanno farsi “stimare e votare” senza alcun pregiudizio.
TRE candidati di origine italiana al ballottaggio nelle Elezioni presidenziali in Argentina.
http://www.ilquotidianoweb.it/news/politica/741707/Calabrese-in-corsa-per-le-presidenziali.html

Vincenzo Matteucci 28.10.15 06:37| 
 |
Rispondi al commento

E’ ASSURDO lasciare questa “battaglia” nel dimenticatoio !

Alcuni partiti e parlamentari hanno “tentato”, FINORA, in tutte le maniere, di “NASCONDERE” lo scandalo dei 98 miliardi di euro delle slot-machine. Nel 2008 questo “scandalo” è esploso in maniera “dirompente” ed il Blog di Beppe Grillo ed alcuni mezzi di informazione televisivi e cartacei gli hanno dato una notevole “rilevanza” http://www.beppegrillo.it/2008/12/05/98_miliardi.html

Non possiamo permettere che TUTTO “vada nel dimenticatoio”, anche con una eventuale ENORME e SCANDALOSA “prescrizione” !

Chiediamo che Beppe Grillo ed i “mezzi di informazione” più responsabili RIPRENDANO questa “battaglia” che è di una IMPORTANZA enorme !
Per facilitare la ricerca delle varie “notizie” invitiamo ad andare sul link http://www.mil2002.org/battaglie/slot_machine.htm
Comitato 98 miliardi www.comitato98miliardi.altervista.org

Vincenzo Matteucci 28.10.15 06:18| 
 |
Rispondi al commento

A quando nei comuni a 5 stelle si introdurranno monete fiduciarie?

Se si vuole combattere l'euro bisogna partire dal basso...

Francesco Ragazzi, Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.15 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Non concordo con un punto.
Perché ogni qualvolta vince un partito che ha a cuore la difesa delle identità nazionali, come successo in Polonia, parlate di partito xenofobo e reazionario? E quand'anche lo fosse, sarebbe sempre espressione di democrazia, se viene votato dai cittadini.
Perché non si può più parlare di patria? Non è una parolaccia né è sinonimo di nazifascismo.
Quello che in molti all'interno del M5S non capiscono è che non si può parlare di democrazia e lotta all'Euro senza parlare dei fenomeni migratori incontrollati che stanno interessando l'Europa.
Sono tutte facce della stessa medaglia. Ci sono diversi modi per fare una guerra. La si fa con le armi, innanzitutto. Ma non solo. C'è anche una guerra economica. Ed in questo caso l'arma è l'euro, che è strumento di controllo politico, e quindi di annientamento della democrazia, attraverso il debito scaricato sui cittadini. Ma c'è anche una guerra di carattere culturale. In questo caso le armi sono i migranti. Certo, perché queste migrazioni sono volute e studiate a tavolino proprio per togliere diritti, conformemente al piano Kalergi, ai cittadini europei, rendendoli individui capaci quasi di volontà politica perché privati delle proprie identità culturali.
Lo dico chiaramente: il M5S non potrà mai essere il fattore che farà rinascere la democrazia in Italia se non tiene presente quanto ho appena scritto. Certi fattori vanno considerati a 360°, perché tutti mirati ad attaccare la sovranità popolare. Se non lo si fa, il M5S, pur se motivato da buoni propositi, sarà destinato ad un misero fallimento.

Paolo G. Commentatore certificato 28.10.15 01:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 27.10.15 23:26| 
 |
Rispondi al commento

..Fico ti sento poche volte,.... ma quelle poche volte..... ti sento forte e chiaro.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 27.10.15 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Ho notato con stupore che non solo pochi protestano contro il canone in bolletta ma che qualcuno addirittura l'accetta come una cosa normale e altri peggio ancora sono contenti perche cosi "pagheranno tutti". O sono dei troll o non capiscono la gravita' nell'avere tutte le TV in mano ai partiti come in Cina e addirittura essere forzati a pagare, oppure e' semplice rassegnazione, o rammollimento. In ogni caso non mi sembra una reazione da attivisti M5S, suggerirei alla leadership di fare un po' di selezione nell'accettare le iscrizioni, altrimenti con persone che si piegano cosi facilmente ad abusi da sistema dittatoriale, o sono perfino d'accordo, sinceramente non so come faremo a mandare via la classe politica che ha portato l'Italia nella situazione in cui si trova.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 27.10.15 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Quello che è successo in Portogallo è inaudito, si spera che il Portogallo torni al voto e la coalizione antieuro riesca a formare un governo che porti i lusitani fuori da questa camicia di Nesso che la sederona ci ha imposto.

mario genovesi 27.10.15 22:09| 
 |
Rispondi al commento

SINISTRE DESTRORSE

La conclusione alla quale si giunge è che in tutta Europa i governi di sinistra hanno completamente fallito l'obiettivo dell'UE che si erano proposti rendendoci tutti schiavi anzichè sovrani.
Tutti i governi socialisti e di sinistra hanno calato le brache di fronte all'austerity ed invece di varare leggi a favore dei loro popoli hanno preferito i palazzi di Bruxelles.
Le sinistre europee si sono dimenticate dei diritti dei lavoratori,di quelli dei disoccupati,dei bisogni di chi è rimasto indietro introducendo la svalutazione dei salari per fornire mano d'opera a basso costo ai grandi monopoli.
In Italia il cosiddetto partito democratico vara manovre finanziarie tagliando il welfare, la sanità e la scuola propagandando il job act come la soluzione alla crescente disoccupazione ma che in realtà nasconde la più grande truffa occupazionale della storia nazionale.
Sinistre a cui piace fare la guerra,fieri di comprare aerei e navi da combattimento, che sguazza negli sprechi più assurdi ed è attraversata da scandali di corruzione ogni giorno.
Sinistre a cui non piace il contraddittorio,che da ex opposizione riduce il Parlamento ad un' unica camera e ad un'unica maggioranza comprando deputati come se fosse al mercato.
Sinistre che si alleano con chiunque pur di rimanere al potere,lottizzano la televisione pubblica per fare propaganda di governo e quasi sempre non sono elette democraticamente.
E' il fallimento totale dell'ideologia di sinistra e di tutta la sua elite di intellettuali, è l'affermazione destrorsa della sinistra che sotto sotto ha sempre anelato ad essere come la destra se non a superarla.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.15 21:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra €uro e democrazia non c'è assolutamente un legame dato che l'entrata alla moneta €uropea per noi italiani è stata solo un'imposizione e non una scelta. A noi italiani non ci hanno chiesto nulla a riguardo della decisione dell'€uro , ma sono partiti solo da una idea di testa propria con il genio di Prodi che ci ha rappresentato nella fusione Europa con un unica moneta,partendo però dalla valutazione errata della £ira all'€uro e del mancato controllo dei prezzi sul cambiamento dei valori delle merci più comuni , in particolar modo sugli alimentari dato che oggi li paghiamo il doppio.Per me questo è una svalutazione del 50% del nostri stipendio ,come se il nostro datore di lavoro ci avesse tagliato la nostra paga a metà. I politici al governo a merito non si sono fatti tanti problemi
dato che se li sono raddoppiati senza discussione ,e allora dov'è la democrazia ?
Essendo precisi il termine DEMOCRAZIA dal greco (démos) popolo e (cràtos) potere) ...vorrebbe dire potere del popolo , ma dov'è il potere del popolo quando i polici fanno quello che vogliono usufruendo dei mezzi di comunicazione come la TV dove sono sempre presenti solo allo scopo solo di raccontarci le solite bugie per convicere le persone che tutto va sempre bene quando la realtà è un'altra.

giovanni.p(vicenza) 27.10.15 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Più si globalizza...e più la persona singola diventa un numerino..... piccolo piccolo...

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 27.10.15 21:14| 
 |
Rispondi al commento

http://blog.ilgiornale.it/foa/2015/10/27/quel-che-leuropa-non-capisce/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 27.10.15 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo (in ritardo) il post scritto sulla "prescrizione", mi sono chiesto se i frequentatori del blog sono considerati culturalmente zero, o se chi (a volte) li scrive, non ha avuto il tempo per approfondire l'argomento.
Alcune inesattezze ed una eccessiva semplificazione, fatta su un Istituto presente (con varie articolazioni) sia nel Civile che nel Penale, non fanno onore al cittadino Bonafede.

Cmq, è bene ricordare a tutti che "la prescrizione:
-è un Istituto Giuridico a garanzia del cittadino-.
"E' un principio di civiltà, per difendere il cittadino da uno Stato, che potrebbe essere oppressivo, o inefficiente-.

Solo per la precisione, l'Istituto della prescrizione esiste in tutti i Paesi civili del mondo, anche se ognuno ha la sua articolazione, o applicazione.
In Italia, l'eccessiva durata delle indagini e dei processi, ha fatto emergere all'attenzione pubblica questo Istituto Giuridico, solo che chi invece di chiedere una norma a tutela dei cittadini (riduzione drastica dei tempi della Giustizia), si è allineato alle pretese della più corrotta e potente delle caste (magistratura), che ha fatto un uso criminale dell'azione penale.

gianfranco chiarello 27.10.15 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hanno vinto i cattolici in Polonia

Sandro Bi 27.10.15 20:16| 
 |
Rispondi al commento

La gente non ne può più dell'euro e dei disastri ad esso connessi.

La crescita dei partiti nazionalisti indica che la globalizzazione non ha portato a niente di buono.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 27.10.15 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le elezioni in Polonia, hanno solo ribadito che la Comunità Europea è una meteora, capace di offrire buone opportunità solo a quei Paesi (Regno Unito, Danimarca, Bulgaria, Romania, Polonia, Svezia, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria), dove i governanti hanno dimostrato di avere veramente a cuore gli interessi dei propri cittadini.
Infatti, questi Paesi hanno preso solo la parte buona della Comunità (i contributi), lasciando ai servili politicanti del Sud Europa le scorie nocive (l'Euro e i sacrifici per i loro cittadini).
Tornando alle elezioni polacche, è chiaro che il denominatore comune con la Francia, Austria, Ungheria, Inghilterra, Svizzera, Svezia, Danimarca, ect, è quello di un crescente nazionalismo.
Li potrete identificare come xenofobi, razzisti, o fascisti, ma questo è solo la diretta conseguenza di una specifica classe politica, che continua a non voler rispettare i DIRITTI dei cittadini.

"Prima gli Italiani", così come prima gli ungheresi, i polacchi, gli austriaci, i francesi, gli elvetici, ect, non è uno slogan che potrà essere anestetizzato dai media, o dai sondaggisti di regime.

gianfranco chiarello 27.10.15 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Intanto Junker, presidente della commissione europea, annuncia che, se ci teniamo i migranti, ci potrà essere più flessibilità nei conti dello Stato, con ulteriori finanziamenti nella legge di stabilità, che potrà arrivare a trentuno miliardi di euro.
Ma è, soprattutto, un modo per ricattare i paesi del mediterraneo stremati dalla crisi (pilotata dalla UE), al fine di ridisegnare politicamente Portogallo, Italia, Grecia e Spagna (PIGS) come paesi di frontiera, in stile Far West.

M. Mazzini 27.10.15 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

Premesso che sono lombardo e non campano

vorrei sapere se l'alluvione disastrosa

che si è verificata a Benevento interessa

a qualcuno. Nessun giornale ne parla più

e anche i siti on line ( questo compreso!)

ormai la ignorano (sic!).

Giovanni Castiglioni 27.10.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma ho appena visto il video della STRONZA, intanto chiedo scusa a quelli che si scandalizzano ma non si può ignoraRE una cosa del genere.
FORSE LA CACCA E' LA STESSA CHE METTI SULLA FACCIA PER FARE LA MASCHERA, COMUNQUE MEGLIO CREDERE NELLA CACCA CHE FINIRE IN M E R D A COME VORRESTI TU E TUOI AMICI PicciottiDeficenti
GIA' NON FACEVI RIDERE MA COSI' NON FAI NEMMENO PIANGERE
MI FAI S....O

Claudio C., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.10.15 19:07| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Oggi, Di Battista sulla 7, ha detto che se i 5* andranno al governo, assumerà nuovi poliziotti.
Faccio presente che l'Italia, HA IL PIU' ALTO NUMERO DI APPARTENENTI ALLE FORZE DELL'ORDINE, DI TUTTO IL PIANETA, in rapporto alla popolazione.
Esempio:
In Germania, ci sono 289 poliziotti per 100.000 abitanti.
In Italia, ci sono 467 poliziotti per 100.000 abitanti.
Ma sì, andiamo a fare tutti i poliziotti.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 27.10.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Merkel è scomparsa! Aveva appena finito di chiedere a "reti unificate" alle case automobilistiche di assumere i rifugiati e gli è rimasta in panne la Volkswagen. Hahaha robe da casalinga disperata.

Luca S., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 18:23| 
 |
Rispondi al commento

ELEZZIONI
LA PROPAGANDA NER COLLEGGIO
— E che me dà? ducento lire sole?
ducento lire? Pe' l'amor de Dio!
Costa più a me! J'ho fatto un lavorìo
che già ciavrò lograto1 un par de sôle2.
E ho da trattà co' certe canajole
che, si sapesse, signorino mio...
Eppuro, vede? appena arivo io
convinco tutti quanti in du' parole.
Sarò teppista, sì, ma je so' amico
e cerco d'appoggiaje l'elezzione
perfino ne li posti che nun dico;
c'è infatti Nena, quella co' li nei,
ch'ogni notte se pianta sur cantone3
e dice a tutti de votà pe' lei.
21 ottobre 1913

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.15 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Il presidente portoghese ha fatto capire senza mezzi termini che il voto non conta nulla, comandano istituzioni finanziarie, investitori e banche (e poi ogni scusa è buona per umiliare gli ingenui portoghesi che credono nella democrazia senza spargimenti di sangue).
In Polonia il totale menefreghismo nei confronti della volontà popolare l'hanno ben pagato (mentre da noi i truffati tornano sempre dai loro truffatori preferiti) e poi parliamoci chiaramente... voi vorreste finire come l'Ucraina? Probabilmente i polacchi no (gli italiani invece sì).

p.s. sinceramente mi pare che le forze di destra europee non siano ultranazionaliste (che diavolo significa?) o razziste, semplicemente si oppongono a storture che distruggono l'identità nazionale o che impongono un'immigrazione selvaggia utili solo a multinazionali paraculate.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un sito che valute le dichiarazioni dei politici .
Dato che il M5* è all'inseguimento del primo posto, si interessa più di gusto a valutare anche il mov.

3 anni fa le dichiarazioni erano specialmente di B., adesso il top è, ovviamente di Renzi.

Però....
https://pagellapolitica.it/dichiarazioni/analisi/6638/alessandro-di-battista

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.15 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LOST IN EUROPE

Quello che accade oggi in Portogallo e Polonia è già avvenuto in Grecia e sarà un fenomeno che contaminerà l'intera Europa perchè l'UE sta uccidendo la democrazia.
Questa sedicente unione in realtà sta livellando tutte le aspirazioni dei popoli ad un unico credo:la finanza.
Secondo la mia opinione c'è la voglia tra le nazioni del continente di ricominciare da capo ma non per intraprendere un nuovo nazionalismo ma per apprezzare quelle peculiarità locali che rendono unici e diversi i paesi dell'Europa.
La miriade di norme che ingabbiano l'Europa in realtà penalizzano le diverse realtà rispetto ad un unico punto di riferimento che è tutto a trazione teutonica.
Ma siamo sicuri che questo porterà alla ricchezza generale o moriremo tutti poveri per arricchire il Nord Europa?
Unirci e per far che?
Se l'unione vuol dire perdere completamente i riferimenti nazionali e svilire le nostre attività per adeguarci ad un non so che di completamente estraneo alle nostre tradizioni ed alle nostre vocazioni allora è meglio restare da soli.
Eppure è lampante che l'Italia e tutta la periferia dell'Europa da quando sono entrate nell'euro hanno perso diversi punti percentuali della loro produzione industriale,la disoccupazione è raddoppiata e molte aziende hanno chiuso i battenti a causa delle regole di una globalizzazione selvaggia.
E a quanti continuano a sostenere i vantaggi dell'ombrello Europeo vorrei far notare che le piccole e medie imprese del nostro tessuto economico sono state completamente cancellate da una logica finanziaria perversa che ha fatto posto a multinazionali e grandi imprese che hanno impoverito le nostre realtà locali per favorire i monopoli nord europei che poi si sono rivelati una fregatura sotto il profilo della correttezza.
Voglio rimanere Italiano e non perdermi nella nullità di questa europa che dimentica la sua storia e le sue singole bellezze.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.15 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il caso del Portogallo è emblematico perché rivela chi realmente, attraverso il debito, governa gli Stati europei, cioè le "istituzioni" (nuova parola coniata, orwellianamente, per sostituire Troika).
Nello specifico viene rivelata anche la vera natura di queste "istituzioni" che sono FINANZIARIE, cioè il loro potere non gli viene conferito dal popolo ma dal DENARO (fu proprio la Grecia, cedendo su tutta linea, a sostituire il termine autoritario di "Troika" con "istituzioni").

Deve essere chiaro che è la cosiddetta "sinistra" (che da sempre fa rima con privatizzazioni, cessione di sovranità nazionale e devoluzione alla finanza) che sostiene questo tipo di cambiamenti in maniera più veloce, basta vedere la storia l'Italia per capirlo, l'obiettivo e di avere tutti gli Stati sotto il controllo delle "istituzioni finanziarie", oltre che "de facto" anche per legge, verrà cioè deciso da un organo non eletto da nessuno come gli Stati membri devono spendere o non spendere i soldi dei contribuenti oltre che, come e quanto, si deve tassare.

Ben vengano i nazionalismi, ben vengano i dazi, ben venga chiunque si oppone ad un' accentramento, nelle mani di pochi, del destino di milioni di persone, e all'inferno chi come la Merkel ha fatto un patto con il diavolo e, prima o poi, ne pagherà politicamente le conseguenze (vedi questione immigrazione, destinata a far esplodere la Germania)

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Babbeo, te potevi armeno pijà l'aereo der povero Muhammar, già pronto e pure co' 'a "garconniere": buttate, ch'è n'affarone....('o so, hai pijato ggià quello più grande ancora, er A340-500; ma se' proprio 'ncontentabbile...)


"Sta immobile nell’aeroporto di Perpignan, Sud della Francia, incollato al cemento di una pista. Un bisonte dell’aria extralusso. Il suo destino più probabile è che finisca all’asta. Era l’aereo personale del dittatore libico Mohammed Gheddafi. Piscina Jacuzzi, ovunque rifiniture in oro e marmi pregiati, suite cinema, lussuosa camera personale. Come il velivolo - un quadrimotore Airbus 340-300 - sia giunto in Francia è il racconto di un intrigo internazionale che dovrebbe essere dipanato grazie una sentenza attesa in un’aula giudiziaria Transalpina. E che appunto stabilirà la sorte del velivolo: messa all’incanto oppure proprietà attribuita a un consorzio arabo o governo libico (quello riconosciuto dalla comunità internazionale) che ne reclamano la proprietà"


harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.10.15 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Euro o non euro fa impressione che in Polonia come in Ungheria il governo sia in mano a forze politiche nazionaliste e xenofobe. E' esattamente il contrario dell'idea di Europa unita, democratica e inclusiva.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.10.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma tutti sti problemi sull'euro... Quando basterebbe fare una scala mobile 2.0 che segue l'inflazione! in tal modo quando il tenore della vita sale, lo stipendio sale.. Sarebbe di nuovo una rivoluzione peccato che negli anni 80 l'abbiamo tolta e non potendola reintegrare, bisognerebbe farne una nuova!

EmyVet 27.10.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono i cittadini a decidere da chi e come vogliono essere governati? Vedete l'esempio della città di Potenza (BASILICATA la regione del petrolio).Il nostro sindaco è stato eletto sì dai cittadini ma né governa né lo lasciano governare.

maria t., potenza Commentatore certificato 27.10.15 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I delinquenti italici dell'informazione, hanno tenuto nascosto il successo dei no euro, in Polonia, come quello, che ci capiterà con il TTIP a "regime".Il "pezzo di carta" della congrega, dei magna magna,del cazzaro fiorentino, tutto propenso a tessere gli elogi del pupotto della leopolda non ha trovato neanche uno "spazietto" in prima pagina, per dare questa notizia,...ma questa è la loro democrazia,la conosciamo, vedasi il comportamento nel 2011 del loro capostipite...l'innominato,subito preso ad esempio dal portoghese Silva , naturalmente per non creare "problemi" alle lobby finanziare che ...ci GOVERNANO..a nome dell'Europa.

Canzio R. Commentatore certificato 27.10.15 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Il trionfo di PIS in Polonia e' un poco piu' complicato da spiegare di quanto fatto in questo articolo. Il partito di Kaczynski spesso rappresenta l'anima piu' profondamente oscurantista della Polonia di oggi. Legato alla chiesa piu' conservatice, trasmette un messaggio di esaltazione nazionalista e di paura del diverso. Tra i suoi elettori ci sono spesso le stesse persone che manifestano allo slogan ' di immigrati non ne prendiamo nemmeno uno' e che diffondono pacchi di materiale tendenziosamente anti-islamico sui social network, ovviamente sono antieuropei, ma non perche' questa sia l'"Europa delle banche", ma piuttosto perche' l'Europa viene culturalmente sentita come una minaccia per le tradizioni polacche. E riguardo alla sinistra, va detto che dopo aver sperimentato il giogo comunista, tutto cio' che e' sinistra viene sentito a priori come una minaccia e potrei citare schiere di persone che ho conosciuto personalmente,le quali mi dicevano che, a priori, la sinistra in Polonia va boicottata perche' dopo quanto accaduto durante il comunismo hanno perso il diritto a governare,senza se e senza ma. E' vero che le motivazioni economiche hanno peso, io dubito che la pocitica economica di PIS sia valida,ma in effetti si appellano alle tasche dei pensionati e degli impiegati di basso livello, che sono una moltitudine e ovviamente rifiutano l'euro (ma anche con il "super-europeista" e "filo germanico" Tusk non se ne era mai davvero prospettato di entrarci).

federico luberti 27.10.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il silenzio eclatante dei rappresentanti e dei consiglieri del movimento a Torino sul problema relativo alla chiusura dell'ospedale di Borgosesia non mi piace
Dovrebbero intervenire
All'ospedale di Novara il pronto soccorso è al limite del collasso
ed i cittadini della Valsesia dovrebbero raggiungerlo percorrendo da Alagna 102 chilometri.
Demenziale la decisione di chiudere un ospedale appena inaugurato con la tac acquistata con la colletta dei cittadini borgosesiani
Prima che si candidasse a sindaco il pistolero

Rosa Anna 27.10.15 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Leggo nella legge di stabilità per il prossimo anno un taglio da 830 milioni ( per il 2016 sono 324 milioni ) spalmato nei tre anni su università e ricerca scientifica
Mentre Germania e gli altri paesi U.E. continuano ad aumentare
le risorse per andare incontro alla attuazione della rivoluzione industriale 4.0
Questa è la realtà
Si stanno sprecando denari pubblici in mille rivoli ma non avanzeremo di un passo
Fra gli altri orrori ci sono tutte le corbellerie per promuovere nuove evasioni fiscali dai pagamenti in contanti ad ulteriori riduzioni dei controlli nei trasporti delle merci
E vogliamo parlare del settore video lotterie e sale da gioco
Che cos'è uno stato biscazziere?
Ma alle persone comuni daranno l'imprinting che verranno ridotte le tasse prima casa come le vecchie campagne elettorali di berlusconiana memoria
Leggendo la legge di stabilità di nuovo il sistema fiscale va spalmando sulle categorie meno abbienti i costi dello stato

Rosa Anna 27.10.15 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A suo tempo il M5S sparava a palle incatenate contro il governo Berlusconi .

Euro e democrazia sono compatibili se vi e' coesione sociale ed una classe politica non infiltrata da "dazione ambientale" .

Cioe' come in Germania, dove le porcherie le fanno, ed anche grosse , ma facendo gruppo coeso verso l'estero e riescono ad imporsi sugli altri .

I nostri politici invece (compreso M5S ) si distinguono per litigiosita' ed esibizionismo danneggiando gli interessi nazionali.

La Polonia assomiglia piu' alla Germania e puo' avviare una politica di contrasto alle regole Europee, il Portogallo non viene ritenuto "adulto" neanche dal loro presidente .

Orban fa quello che vuole in un paese piu' piccolo dell'Italia ma coeso.

Non sono i "poteri forti" a condizionare ma la litigiosita' politica che impedisce di prendere a calci nel sedere ed opporsi a scelte fuori di "melone" di personaggi "alla Napolitano" .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 27.10.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A fianco c'è l'articolo che dice “INQUINAMENTO IN ITALIA 25000 MORTI ALL'ANNO”
E meno male che di qualcosa si muore in questo paese, abbiamo un mucchio di vecchi, che la stragrande maggioranza -eufenismo- non capisce una beata fava, mantenuti, non pagano i ticket ( se un ventenne ha un cancro paga..)
Abbiamo la seconda mortalità nel mondo, dopo il Giappone..
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.15 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto il mio apprezzamento per il vostro "punto di vista", sulla Polonia in particolare. Perché conosco il paese e una parte della sua vera anima popolare. Da noi, i soliti giornalisti "dipendenti", si sono affrettati a definire quella polacca una svolta di destra: nulla di più ignobilmente retorico e servile. La Polonia contempla nella catastrofe dell'Europa dei banchieri, il futuro dal quale, con queste elezioni, tenta di liberarsi. Non sarà facile. Come per il movimento 5S, se vincerà le elezioni. Intanto grazie, per non aver collocato la scelta di indipendenza e autonomia, di giustizia e tradizione del popolo polacco, nel solito ingannevole bidone, della "destra" o della sinistra.

Massimo Tramonti 27.10.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Euro e democrazia sono per forza incompatibili. Finché a comandare è la democraticissima Germania, in quanto stato egemone economicamente, il suo democraticissmo cancelliere si preoccuperà solo ed esclusivamente degli interessi dei suoi elettori. NON può essere diversamente, proprio perché la Germania è una democrazia. Sarebbe la stessa cosa se lo stato egemone fosse la Francia o l'Italia. Non sono cattivi i tedeschi, è cattivo l'euro. L'euro va abbandonato a prescindere, convenga economicamente o no, altrimenti finisce male per tutti.

Bepi Buleghin 27.10.15 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Quale futuro per l'europa? l'opinione di marco zanni eurodeputato m5s

http://www.marcozanni.eu/articolo.php?id=58

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 27.10.15 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Il rapporto svimez e i giornalai

che schifo è hanno il coraggio di fare titoloni su una timida ripresa dopo 7 anni di crisi nera?

Attribuiscono la crescita alle riforme!!!
Ma quali e perchè lo sanno solo loro!
Siamo il paese degli asini che volano!

l'oscillazione c'è sempre anche in un titolo decotto e fallito ogni tanto si segna qualche punto positivo!

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

E’ ASSURDO lasciare questa “battaglia” nel dimenticatoio !

Alcuni partiti e parlamentari hanno “tentato”, FINORA, in tutte le maniere, di “NASCONDERE” lo scandalo dei 98 miliardi di euro delle slot-machine. Nel 2008 questo “scandalo” è esploso in maniera “dirompente” ed il Blog di Beppe Grillo ed alcuni mezzi di informazione televisivi e cartacei gli hanno dato una notevole “rilevanza” http://www.beppegrillo.it/2008/12/05/98_miliardi.html
Non possiamo permettere che TUTTO “vada nel dimenticatoio”, anche con una eventuale ENORME e SCANDALOSA “prescrizione” !
Chiediamo che Beppe Grillo ed i “mezzi di informazione” più responsabili RIPRENDANO questa “battaglia” che è di una IMPORTANZA enorme !

Per facilitare la ricerca delle varie “notizie” invitiamo ad andare sul link http://www.mil2002.org/battaglie/slot_machine.htm
Comitato 98 miliardi www.comitato98miliardi.altervista.org

Vincenzo Matteucci 27.10.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile continuare a elencare le malefatte della casta italiana e europea , ormai il vaso è colmo e non faremmo altro che ripetere sempre le stesse cose . Dedichiamo le nostre meningi a trovare vie d'uscita e rimedi che fino a ora non si è fatto molto . Gli illegittimi governanti non valgono niente e bisogna cambiarli , devono essere mandati a casa e impedirgli di combinare altri guai , vanno fermati a tutti i costi ! Ci danno dei sondaggi addomesticati che mettono il PD sempre al primo posto con il 30 - 32 per cento , non è vero ! Non si trova nessuno che confessi di votarli ! Siamo letargicamente bloccati su queste cifre fasulle , noi siamo , e di gran lunga , il primo partito con il 50 per cento e passa , mentre il PD non supera il 20 ! Diamoci da fare !


Bhè,non sarei così certo che i nuovi eletti restino davvero antieuropeisti!!!Basta ricordarsi della recente esperienza di Tsipras.I nuovi eletti potrebbero aver cavalcato il cavallo antieuropeista per accedere ,tout court, al potere. Niente di più!

Giuseppe C., Aversa Commentatore certificato 27.10.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Però per la sua crescita la Polonia ha attinto dalle tasche della Unione europea

Rosa Anna 27.10.15 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bhè,non sarei così certo che i nuovi eletti restino davvero antieuropeisti!!!Basta ruicordarsi della recente esperienza di Tsipras.I nuovi eletti potrebbero aver cavalcato il cavallo antieuropeista per accedere ,tout court, al potere. Niente di più!

Giuseppe C., Aversa Commentatore certificato 27.10.15 12:56| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento

La Merkel è il pappone dell'europa.

Mimmo ., Vicenza Commentatore certificato 27.10.15 12:41| 
 |
Rispondi al commento

In islanda condannati 26 banchieri per un totale di 74 anni di pene!
In Italia bisogna allungare l'occhio alle fondazioni è lì che il marcio prolifera e filtra nelle banche!

Noi in europa li blindiamo permettendogli di tutto e con protezioni che neanche ai diplomatici vengono date.

Il governo Amato con la privatizzazione degli istituti bancari ha permesso di mettere le mani sugli istituti bancari ai partiti.
Voto di scambio, truffe legalizzate, incompetenza e volontà certa a schiavizzare la massa.

Gli istituti bancari salvo rare eccezioni sono sempre stati in perdita e sono arrivati a circa 200 miliardi di incagli e cioè di soldi prestati a soggetti che alla fine non hanno restituito (di solito tali soggetti sono società di capitali che poi falliscono).
Visto che siamo il paese dei furbi è chiaro cosa fanno e continuano a fare!

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.10.15 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma in Italia sembra che non sia proprio chiaro per niente.

Alessandro L. 27.10.15 12:32| 
 |
Rispondi al commento

La verità è ancora più estrema di quella che racconta il Post.

La verità è che i vari cittadini "normali "
specialmente delle Nazioni Mediterranee come Noi
NON vogliono essere più una COLONIA sfruttata da Bruxelles & c. !!!
Rivogliono la SOVRANITA' NAZIONALE (tipo :la Svizzera ).
Ri-vogliamo i confini & le dogane (come una volta ) quando
eravamo la seconda economia europea ed una delle migliori del Mondo , con la N/S. Banca Centrale Statale che stampava moneta senza problemi di Debito Pubblico e con la N/S. LIRA moneta "locale " !!!
L'Euro è UN problema ma non è IL Problema !!
.....SVEGLIA !!!!!!

Lino Viotti Commentatore certificato 27.10.15 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo prendere atto che le politiche di austerità hanno fallito inevitabilmente . Se questa serve a qualcosa sia la benvenuta , ma se funziona solo per l'alta finanza e impoverisce la maggior parte della popolazione è solo una presa per il culo dei comandanti del vapore ! Quindici anni di euro ( austerità ) uniti agli otto del massacro di mani pulite hanno steso il Paese a vantaggio del capitale : i ricchi sempre più ricchi e il resto , il novanta per cento , più povero . Non va , bisogna cambiare ! Ma , ovviamente , non ce lo permettono ! Il capitale si è stretto in un abbraccio mortale ( per il popolo ) teso al guadagno sfrenato e lo hanno chiamato globalizzazione , è solo un atto criminoso ! Ribadisco il mio suggerimento : uniamoci con chi ci sta per combattere il PD fonte di tutti i nostri mali .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 27.10.15 12:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori