Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ha l'Alzheimer e non paga canone Rai: Equitalia gli pignora la casa

  • 28

New Twitter Gallery

equittt.jpg

"Oggi mi sono imbattuta in questo articolo che trovo veramente imbarazzante. Nel 2012, un anziano signore rimasto vedovo, è venuto a mancare. Da anni era stato colpito dall'alzheimer e per via della malattia spesso di dimenticava di fare alcune cose.Tipo? Pagare le bollette. "Anni fa - racconta al Resto del Carlino l’avvocato P., il figlio che ha dovuto fare una battaglia legale contro Equitalia per riottenere i beni di famiglia pignorati - io e mia sorella gli abbiamo messo accanto una badante, ma la signora non ricorda di aver visto arrivare a casa cartelle di Equitalia". Queste cartelle, con cui Equitalia chiedeva al malato di pagare le tasse su rifiuti e canone Rai, erano arrivate solo due volte. Prima però che accanto all'uomo malato vi fosse una badante. "Insomma - aggiunge il figlio avvocato - nessuno ha mai preso quelle raccomandate di Equitalia, o forse mio padre le ha pure ritirate, ma poi si è dimenticato di averle. Chissà mai dove sono finite. E se ci sono mai state". Ma per Equitalia era una giustificazione debole. Come se una malattia come l'Alzheimer, che ti fa dimenticare anche quali sono i tuoi figli, non sia sufficiente a giustificare una dimenticanza. La pratica dell'uomo è risultata così inevasa, ma l'ente di riscossione non ha inviato alcun sollecito. Intanto il debito continuava a salire, grazie agli interessi. Tanto da arrivare a un livello che a detta dei fiscalisti rasenta l'usura. E così Equitalia ha prima ipotecato la casa e poi l'ha messa all'incanto "come nuda proprietà - aggiunge l'avvocato - così quando mio padre è morto, il nuovo proprietario, a cui, insomma, Equitalia aveva venduto la casa senza dire nulla a nessuno, ha chiesto di entrare in possesso del bene; avevo appena sepolto mio padre e mi sono trovato questi gabellieri alla porta che mi chiedevano di sgomberare al più presto la casa. Non ci ho visto più". E così ha fatto causa agli esattori. Vincendo. Per fortuna il figlio dell'uomo è un avvocato penalista. C'è da pensare che se fosse capitato a qualcun altro (e forse è già successo), un'intera famiglia sarebbe stata buttata fuori di casa. Ma dopo la vittoria in tribunale non è finita. "Qualche giorno fa – racconta l'avvocato al Resto del Carlino – il nuovo proprietario della casa di Genova, un mio vecchio amico d’infanzia a cui ho venduto dopo essermela ripresa, mi ha avvertito che era arrivata una nuova cartella di Equitalia a nome di mio padre. Era di quasi 11mila euro, frutto di una sommatoria di cartelle, alcune risalenti anche al 1997. Con tanto d’intimazione al pagamento, pena il sequestro di una cantina che è ancora intestata a mio padre. Ovviamente – continua – sono dovuto volare a Genova, dimostrare che quella roba lì era stata tutta ampiamente saldata e che loro non avevano più nulla da chiedere, né a me, né tantomeno ai morti. Non si sono neppure scusati".
Luisa (fonte)

muriamo_banner_.png

19 Ott 2015, 15:29 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 28


Tags: Alzheimer, bollette, canone rai, equitalia

Commenti

 

A parte il fatto che la fonte e Il Giornale, a parte il fatto che Il Giornale ha ripreso un articolo del Resto del Carlino modificandone il titolo in modo che sembri che al signore gli abbiano pignorato la casa perché non pagava la Rai (cosa falsa dato che i debiti erano ben altri) ma oltretutto anche la fonte originale della notizia lascia molti dubbi sulla veridicità della vicenda. Vi prego, mi riferisco a chi gestisce il blog, verificate bene prima di pubblicare queste cose che mi aspetto da Sallusti ma non da voi. Così otteniamo l'effetto contrario e perdiamo in credibilità. Grazie


Vergognoso, questi sono bastardi di stato

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 21.10.15 11:16| 
 |
Rispondi al commento

spero ke equitalia fallisca. perlomeno se noi del movimento riuscissimo ad andare al governo di toglierla di mezzo e una croce per la povera gente

Gianfranco Altamura 20.10.15 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Quelli di equitalia (ovvero come dice Crozza: La “mission” di è l’IMMISSION Dove “INC.” sta per “Incorporated” “COOL” sta per “fashion” Ed Eight rappresenta il simbolo dell’ “INFINITO” Ma l’infinito è messo orizzontale!) alle "spalle" cioè di ogni cittadino, non si sono "scusati"; io, che ho 63 anni, e sono ormai perennemente incazzato, al posto dell'Avv.P avrei risposto con molto meno "sottomessa educazione": Gli avrei consegnato, difatti, una "liberatoria quanto dovuta sputata in faccia", insieme ad un Vaffanc..... ripetuto ed elevato alla -n- potenza! E BASTA....NON SE NE PUO' PIU' DI QUESTI ESTORSORI AUTORIZZATI DA UNO STATO DI LADRI!!!!- Umberto Telarico (Ricercatore e Libero Pensatore)

umberto telarico 20.10.15 16:35| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/battaglie/cancelliamo_il_canone_rai_1.php

Pur essendo vero che gli stranieri non guardano la rai non mi pare che vi sia lo stesso accanimento verso di loro (teoricamente sarebbero tutti tenuti a versare il canone esattamente come gli italiani).
Secondo me la rai dovrebbe essere a pagamento come gli altri canali a pagamento e chi la vuole guardare (!!?) se la paga così la si finisce con un canone equivalente a pagare una tassa sulla propaganda (paghiamo per essere disinformati?)... e poi raccontano che riducono le tasse? ma che si vergognino...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.10.15 14:10| 
 |
Rispondi al commento

o.t. a proposito di anziani
Dove finiscono le pensioni erogate dall'INPS? Quanto è l'importo devoluto oltre confine ?
Fra i prossimi lavori dei parlamentari a 5 stelle vorrei fosse sollevata la questione di badanti e colf che albergano nelle case degli italiani. È proprio il caso di dire albergano, quai tutte prive di qualsiasi professionalità. Consiglio di proporre una legge che istituisca dei corsi di formazione e che venga reso obbligatorio non poter assumere senza averli frequentati La maggior parte di loro non possiede nessuna conoscenza di come si deve comportare una governante, sono inadeguate. Si improvvisano pensando di svolgere un po' di pulizie e cucinare come hanno appreso approssimativamente a casa loro. Spessissimo sono addirittura clandestine
Un controllo severo a chi le ospita e le fa lavorare come domestiche, un lavoro sovente svolto in nero. E pensare che l'INPS ha fatto i voucher anche per chi svolge lavori saltuari.
Sarebbe interessante controllare anche questo PIL sommerso che finisce quasi tutto nei loro paesi d'origine. Ed è in gran parte compensato con le pensioni erogate dall'INPS
La lega che fa tanto rumore per i rifugiati sbarcati. Poi non si avvede che le case dei suoi elettori sono piene di ospiti che svolgendo piccole mansioni domestiche, neppure professionali percependo stipendi se va bene dichiarati in parte
E ......non fuggono da nessuna guerra.

Rosa Anna 20.10.15 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continuano a commettere errori ed a noi tocca pagarli
Un mio parente ha fatto fare la comunicazione dei redditi 2012 all'INPS da un patronato si sono sbagliati a scrivere l'importo
Dopo tre anni gli è stata decurtata la pensione e non riesce a rimediare
Mi chiedo perché la comunicazione non è direttamente trasmessa
Quanto costa ha tutto questo Quanti disagi per gli anziani
che devono recarsi a loro spese nei vari enti

Rosa Anna 20.10.15 12:28| 
 |
Rispondi al commento

a me è capitato che mio padre, anche egli malato di Alzheimer non ha pagato il bollo dell' auto, arrivata la multa dalla regione Marche dove risiedeva mio padre, mi informo e chiedo all ACI se fosse possibile non pagare la multa ma solo il bollo visto il palese motivo per cui non era stato pagato.
Mi invitano a fare richiesta di annullamento della sanzione con appositi moduli previsti dalla Regione, lo faccio e non ho alcuna risposta non solo dopo due anni mi vedo recapitare da Equitalia la cartella relativa al bollo non pagato a nome di mio padre ormai deceduto da 4 anni per cui questi "SIGNORI" della regione non solo non mi hanno risposto, avrebbero anche potuto dire che non venivano tolte le sanzioni e quindi pagavo anche quelle,ma inviano tutto direttamente a Equitalia ma la cosa più stupefacente che vado da loro mi viene detto dall' impiegato di turno che tutto sommato , visto che mio padre era defunto, potevo anche non pagare poiché molto probabilmente non avrebbero agito per € 360 contro gli eredi ..COSAAAA!!!! se non avessi pagato la cartella sarebbe passata sicuramente a me e mia sorella eredi così poi potevano agire tranquillamente contro persone non più defunte e magari mi sarei anche compromesso con le conseguenza di avere problemi con la mia attività....lascio a voi ogni commento.

andrea aureli 20.10.15 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Disgutosi

angelo b., torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.10.15 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Anche a me è capitato, mi mandarono delle richieste di pagamento a nome di mio padre defunto , ed ero io che avevo provveduto al pagamento dopo comunque aver effettuato le previste successioni e denunce

undefined 20.10.15 06:21| 
 |
Rispondi al commento

L Italia ormai svenduta alla bce di propieta di famiglie sioniste si dovra adattare a subire angherie anche piu forti gli italiani subiranno la vendetta di questi sionisti ricordatevi alla fine della 2 guerra mondiale lo avevano promesso i figli dei vostri figli pagheranno per quello che ci hanno fatto reagite Italiani reagite !!

mauro bosisio 20.10.15 04:43| 
 |
Rispondi al commento

Più che un commento, la mia è una proposta.
Se non è già attiva e-o non ne sono a conoscenza.
Potete creare un ufficio che valuta ed eventualmente aiuta la fattibilità di nuovi progetti economico-industriali utili per creare nuovo lavoro?
Credo che da qualsiasi persona può venire una buona idea per la realizzazione di nuovi posti di lavoro.
A NOI DEL SUD ANZICHE' IL PONTE, DATECI IL CENTRO DI RICERCA INTERNAZIONALE PIU' GRANDE AL MONDO SULLO SMALTIMENTO DI TUTTI I RIFIUTI, COMPRESO QUELLI RADIOATTIVI con l'immediata applicazione pratica in comuni capofila.
Siamo sempre stati capaci di creare cose nuove, questa capacità non può essere improvvisamente sparita dal DNA degli Italiani.

giuseppe virgilius 20.10.15 04:40| 
 |
Rispondi al commento

Quella di Equitalia è una vergogna che va cancellata al più presto! Bene, anzi benissimo, fa il Movimento a contrastare le carognate di questa società a delinquere, anche se avallata dallo Stato! Basta soprusi! E' solo questione di tempo, che sta accelerando sempre più velocemente! Nicola.

Nicola Cassano 19.10.15 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Equitalia inventata da tremorti.
Un commercialista.

Giorgio p. 19.10.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo!!!!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 19.10.15 19:03| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che prendiamo seri provvedimenti contro questi delinquenti.

Giorgio Cassandro 19.10.15 18:58| 
 |
Rispondi al commento

EQUITALIA LA DOBBIAMO CHIUDERE,
ORAMAI NON SI FERMA PIU' COI PIGNORAMENTI SU CASE E C/C AFFAMANDO SOLO CHI NON CE LA FA' PIU' A PAGARE POCHI SPICCIOLI CHE BEN PRESTO DIVENTANO MIGLIAIA DI EURO.SONO DEI TRUFFATORI LEGALIZZATI E PRENDONO OLTRE TUTTO LE PROVVIGGIONI SU QUANTO INCASSANO.MA TUTTO CIO' VI SEMBRA CHE NON VIOLI LA COSTITUZIONE?DIAMO FINALMENTE PIU' FORZA AL MOVIMENTO 5 STELLE PER MURARE QUESTO MOSTRO GIURIDICO.PENSIONATI TUTTI UNITI CONTRO QUESTI CIALTRONI DEL GOVERNO.A LORO EQUITALIA NON LI VA' A CERCARE......!!!!!

federico ., rieti Commentatore certificato 19.10.15 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Equitalia è il recupero crediti dello Stato,un recupero credito che infrange la legge continuamente,poi dicono che alcuni vanno arrabbiati,lo credo bene,credono di fare ciò che gli pare anche se hanno torto,questo non è lo stato,ma la mafia che chiede denaro anche se non ne ha diritto,come le cartelle pazze,non potendo controllarle bene,inviano la multa,il cittadino che deve dimostrare che ha pagato,altrimenti loro vengono a fare i prepotenti,deve spendere denaro da commercialista e avvocato,per dirgli che ha pagato tutto a suo tempo,NON SI LIMITANO A VERIFICARE BENE,SE O NON DEVE PAGARE IL CONTRIBUENTE,no,mandano a tutti,perchè molti per non sapere nulla pagano con lo sconto,anche se non dovevano nulla,proprio per non aver a che fare con questi,questo sistema e abuso di potere mafioso.lo Stato,Renzi,che sbragona tanto dovrebbe intervenire prima dei danni,invece se ne fregano tutti,ecco perchè fargli causa con forza,Equitalia e lo stato,devono pagare danni e costi.subito!!.punto

aqmazz 19.10.15 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Abito nel comune di Verucchio (RN)per motivi economici ero esentato dalla tassa sui rifiuti, bonus gas e luce, la mia pensione di 764 euro al momento, nel 2014, era di 804 euro documentati, mia moglie invalida al 75%,vorrei che qualcuno mi spiegasse perchè ora pago i rifiuti, via i bonus la pensione decurtata non so il motivo forse Boeri lo sa, ero esente anche dall'ici ora pago Tares Imu, sono contento che mi hanno tolto dall'elenco delle famiglie in difficoltà,sono tra i benestanti, anche se la pensione di mia moglie va in medicinali, siamo esenti per reddito ed età, ma i tiket aumentano sempre e sembra che molti medicinali si devono pagare. Ero di sinistra ma credo che ho votato per 50 anni credendo fermamente che avrebbero allieviato almeno un poco la famiglia in difficoltà, ora sono convinto che il movimento 5 stelle sappia gestire il governo, verso chi ha bisogno, e si liberi dei ladri che sono in parlamento, ma anche nei Comuni, Regioni, in poche parole sono tra gli agiati perchè hanno rialzato il quorun Isee, mettendo in ginocchio tante famiglie, 2009 la quattordicesima 90 euro che l' Inps la richiesta. Sono proprio bravi a colpire i più deboli. W il M5S.

Gianfranco Monaldi 19.10.15 18:03| 
 |
Rispondi al commento

A casa mia, grazie al Padre Eterno, non abbiamo problemi di Alzaimer, eppure, nessuno ricorda di avere ricevuto notifiche!
Ne 2014, mi reco in un'Agenzia per pagare i bolli degli automezzi intestati a mia moglie e il responsabile mi comunica che non puo' effettuare il Pagamento perche' sugli stessi c'e' il "FERMO AMMINISTRATIVO".
Mi reco presso Equitalia per chiedere del perche' e la data quando e' scattato il fermo amministrativo e l'impegato, candidamente, dopo aver stampato un documento mi dive: vede signore, sua moglie doveva pagare ,nel 2010,euro 72 (dico settantadue euro), non avendo pagato.... e' scattato il provvedimento.
Ho chiesto spiegazioni per sapere da che cosa scaturiva quel debito e, sentite, sentite, mi viene detto che quando abbiamo saldato il debito, nel 2009, l'impiegato non ha provvedutto ad estringuere alcune voci, il cui ammontare era, appunto di 72 euro! Dal 2010 e' lievitato piu' del doppio: 171 euro!
Ho richiesto per ben 3 volte la copia dalla notifica. Risposta: non la troviamo!
E' sopportabile una cosa questo genere?
Due automezzi, di cui uno commerciale, bloccati per 72 euro!
Abbiamo effetuato i pagamenti dei bolli alle poste e all'ACI e nessuno si e' accorto di nulla. E' stata l'Agenzia privata ad accorgersene.
Mi domando, a chi devo chiedere i danni, materiali e morali, derivanti da questi sorprusi?

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.10.15 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori