Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La persecuzione dei cristiani nel mondo, di Igor Gelarda

  • 69

New Twitter Gallery

cristiani_perseguitati.jpg

"Se parliamo di persecuzioni per motivi religiosi, nel 2015, due fatti storici tornano subito alla nostra mente. La prima le persecuzioni che subirono i Cristiani durante i primi secoli della loro storia, da parte di alcuni imperatori romani. La seconda, è quando i cristiani si trasformarono, in qualche modo, da vittime a carnefici. Ma non tanto nel Medioevo, che tutto fu tranne che un periodo di barbarie e oscurantismo. Quanto piuttosto nello splendido e fiorente periodo del Rinascimento, con i Tribunali religiosi, che tanto nelle nazioni fedeli al Papa che in quelle protestanti lavorarono con alacre ferocia per parecchi anni (la temibile inquisizione spagnola fu costituita nel 1478, il massimo della crudeltà dei tribunali protestanti si ebbe nel Cinque e Seicento). Migliaia di persone sacrificate sull’altare di un integralismo religioso che anche il Cristianesimo conobbe, fortunatamente non nella sua globalità o nel suo messaggio di base, ma in alcune sue frange più estreme e evidentemente contrarie a quello che era stato il messaggio dei suoi fondatori, Gesù e Paolo. Ma i il tempo è passato per tutti, i Cristiani si sono pentiti, hanno chiesto scusa e modificato, da almeno due secoli il loro modo di porsi. La chiesa Cattolica, con la “coraggiosa” enciclica Tertio Millennio Adveniente , nel 1994 ha fatto un severo mea culpa di tutto. Certo forse non basta, il sangue versato e le sofferenze ci sono state, ma è già qualcosa, è già molto.

La persecuzione contro i cristiani è molto più diffusa di quello che noi qui in Italia possiamo, anche lontanamente, immaginare. L’ultimo importante grido di allarme, è stato fatto dal pontefice durante l’omelia per la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo. Bergoglio ha parlato di atroci e inumane persecuzioni, in atto nel mondo, spesso sotto gli occhi ma al contempo nel silenzio di tutti.
Esiste uno studio fatto dalla Open Doors , una associazione cristiana americana, originariamente nata per difendere i cristiani nei paesi comunisti e fornire loro Bibbie (Unione Sovietica su tutte), e che oggi ha sedi sparse in tutto il mondo. Da alcuni anni questa associazione pubblica una watch list delle persecuzione dei cristiani nel mondo, persecuzione attualmente in atto in almeno 50 paesi. E che interessa un numero di cristiani che va tra i 120 ed i 150 milioni. Questa lista tiene conto delle persecuzioni in senso generale, che vanno dall’emarginazione sociale, all’esclusione dall’attività lavorativa (in alcuni paesi i cristiani non possono essere impiegati statali e anche se tale divieto non è codificato legalmente è purtroppo in vigore ), piuttosto che alla confisca dei beni personali, alle violenze fisiche subite. Risultati analogamente tragici vengono fuori anche dal dossier della Caritas.

VIDEO La testimonianza del vescovo di Aleppo sulla guerra in Siria

Chiaramente dove più il fondamentalismo islamico è forte, maggiori sono le sofferenze dei cristiani. Specialmente con gli ultimi atroci massacri perpetrati dai miliziani del’Isis non è più neanche facile fare un conto delle vittime cristiane. Ma non è solo l’Islam a prendersela con i Cristiani: la Corea del Nord è il paese dove più di tutti, e in maniera sistematica, i cristiani sono oppressi. Si stima che tra i 50.000 e i 70.000 cristiani siano rinchiusi nei campi di concentramento coreani, per sole motivazioni religiose. In Iraq e Siria quasi l’80% dei cristiani ha dovuto abbandonare le proprie case, perdendo tutto, nella speranza di conservare almeno la vita. Per capire l’entità della tragedia, basti pensare che i Cristiani in Iraq, nel 2003, erano un milione e mezzo, oggi sono meno di 300 mila. I 5 paesi più pericolosi per un cristiano, dopo la Corea del Nord, sono la Somalia, l’Iraq, la Siria e l’Afghanistan. Anche in Cina si segnalano persecuzioni ma la difficoltà ad avere notizie certe, rende arduo comprendere l’entità del fenomeno persecutorio che è comunque molto diffuso: stime del 2012 parlano di 9 cristiani giustiziati e 1.500 imprigionati, per soli motivi religiosi. Mentre si stima che i cristiani uccisi in Nigeria per mano di Boko Haram siano stati, fino ad, ora tra i 5.000 ed i 7.000 mila, con almeno 10.000 orfani conseguenti. In India i casi di violenza anticristiana, commessi dagli estremisti Indu, sono migliaia all’anno, con decine di morti; mentre una legge indiana del 1950 nega ai paria (la casta più bassa che esiste in India) cristiani gli stessi diritti dei paria Indu.
Nel 2014 i cristiani uccisi per sole ragioni di fede sono stati tra i 5 e gli 8 mila, mentre le chiese attaccate, distrutte o danneggiate per la stessa ragione sono state oltre 1.000. E nel 2015 lo scenario sta diventando più cruento ed i dati non potranno che essere ancora peggiori, con l’aggravarsi della situazione in Nigeria per i Boko Haram e l’avanzare dell’Isis e la sua brutalità, ma anche con le persecuzioni che stanno diventando più cruente in paesi come il Kenya, in Siria ed in Libia.
Di episodi che sono diventati mediaticamente importanti, ve ne potremmo citare a centinaia. In Pakistan una folla inferocita di musulmani ha spinto nella fornace per i mattoni due cristiani, bruciandoli vivi, Shahzad Masih e la moglie Shama, di 26 e 24 anni. La donna, era incinta del quarto figlio. Ancora in Pakistan due uomini accusati di omicidio, nonostante poi l’accusatore avesse ritrattato, sono stati condannati all’impiccagione. Uno dei due era però musulmano e la legge gli ha commutato la pena, salvandogli la vita, l’altro poiché cristiano è stato invece impiccato. Nel massacro di Baga, nel Nord Est della Nigeria, nel gennaio di quest’anno, sono morte circa 2.000 persone, la maggior parte delle quali cristiane. In Kenya, la strage degli studenti del campus universitario di Garissa (148 morti) venne attuato dal gruppo fondamentalista islamico somalo di Al-shabab, durante i preparativi degli studenti per la celebrazione della Ultima Cena e del Venerdì Santo. Prima di cominciare l’eccidio i terroristi hanno fatto andare via i musulmani, infierendo solo sui cristiani….
Il problema, sono anche tutte quelle altre migliaia di morti e persecuzioni che in genere non salgono agli onori della cronaca e restano in silenzio. I Cristiani perseguitati non interessano nessuno: non hanno gas o petrolio, non portano ricchezze. Anche in Italia non va di moda parlare di loro, non innalzano l’audience, non attirano applausi. Ma muoiono lo stesso. E se abbiamo quasi vergogna a ricordarceli come morti cristiani e uccisi per il loro essere cristiani, almeno ricordiamoli come esseri umani coerenti e coraggiosi. Infatti, in gran parte dei casi, si sarebbero potuti salvare, se solo avessero rinunciato alla loro Fede. Ma non lo hanno fatto.
Fatto sta che oggi, quella Cristiana è la religione più perseguitata al mondo." Igor Gelarda

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

9 Ott 2015, 09:54 | Scrivi | Commenti (69) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 69


Tags: Chiesa, cristiani, guerra, guerra di religione, Islam, Papa, persecuzione cristiani, religione

Commenti

 

Una opportunità di prestito per tutti !!!

Il prestito tra particolare è una grande necessità di fornire assistenza a un numero di persone in condizioni inadeguate.
Dobbiamo approfittare di questo per rispondere ad alcune delle nostre difficoltà; Che si tratti di un acquisto immobiliare, per una vettura, per comprare moto, per creare una società, o qualsiasi altra necessità personali.
Che si tratti di affari personali, più preoccupazioni per voi. Vi offriamo prestiti personali da 3000 a € 70 milioni, con un tasso cedolare del 3%, indipendentemente dalla quantità.
Il nostro obiettivo è quello di aiutare tutte le persone in difficoltà.
Quindi, se siete nel bisogno può essere, è sufficiente inviare la richiesta
Basta scrivere al seguente indirizzo.

E-mail: ales_martin1982@live.fr

E-mail: ales_martin1982@live.fr

il caloroso benvenuto soddisfazione garantita!

Grazie per aver provato!

Signore Alessandro Martin 11.02.16 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S per aver preso le difese di noi Cristiani. Tanti partiti a parole ci sostengono ma voi siete gli unici a descrivere e a denunciare veramente queste situazioni !
Saluti !!!

filippo m., Padova Commentatore certificato 17.10.15 22:11| 
 |
Rispondi al commento

La libertà religiosa é una delle basi fondamentali della vita che rende l'essere umano pienamente uomo.

Il fondatore del cristianesimo resta Gesù.

Un grande grazie a tutti quelli che combattono per lasciare all'uomo la sua libertà di non essere un semplice numero-buon cittadino...

Questo aiuterà a evitare i massacri fatti dai grandi regimi, dal nazismo e comunismo per cercare di omologare l'essere umano.

Bombardando monasteri e stermiando o rieducando.

elia garau 15.10.15 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Rispetto le religioni e credo siano importanti, ma il fatto di utilizzarle come scudo o come spunto di scontro fra civilta' mi fa desiderare che non siano mai esistite. Siamo nel 2015 e ancora stiamo a dire "tu sei dei nostri" o "tu non sei dei nostri". Questi signori di fatto hanno rallentato lo sviluppo del pianeta di minimo 1000 anni, dovremmo essere tutti uniti ed andare su Marte e invece ancora perdiamo tempo ed energia per badare a quanti fanno un uso strumentale e distorto della religione per sistemare i cazzi propri. Compliments.
Quando apriremo gli occhi?

Saluti,
Stefano

Stefano 13.10.15 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Noi abbiamo lo Stato della Città del Vaticano nel nostro Paese, ma ci comportiamo come se questo non ci riguardasse. Ci riguarda eccome, è una convivenza che va accettata nel bene e nel male. Io accoglierei solo migranti che si professino cristiani, non si può sottovalutare la follia omicida dell'Islam che sa nascondersi ovunque e colpire ovunque, e quindi può arrivare anche coi barconi. Basta a fare i coglioni. Purtroppo siamo coglioni.

FrancoMas 11.10.15 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Forse le persecuzioni ai cristiani interessano noi, persone normali e sensibili. Ma sempre di più sembra non interessino al vaticano e agli alti prelati dello stesso. Il primo atteggiamento che ignora il problema viene dai rappresnetanti della chiesa cattolica che vedono nel martirio del cristiano la sua morte più bella. Il nostro cristianesimo non è quello d'oltreoceano dove l'uomo può e deve cercare anche la felicità, da noi la felicità viene negata in favore di un martirio che ben si abbina all'ormai dilagante invasione di profughi che non sono,( chissà perchè?) cristiani,ma della religione che ci vorrebbe tutti morti.

renato b., padova Commentatore certificato 10.10.15 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo molto questo post, che osa andare contro un dogma intoccabile del politicamente corretto, secondo il quale non bisogna parlare delle persecuzioni dei cristiani, perché è corretto criticare solo la propria storia e la propria cultura, mentre quello che fanno gli altri contro di noi va sempre bene.
Mi rattrista invece leggere i commenti di tanti zelanti missionari di questo dogma, che continuano a prendersela con tanto rancore contro la chiesa cattolica, senza avere capito che ormai è diventata irrilevante.

Renato O., Venezia Commentatore certificato 10.10.15 09:21| 
 |
Rispondi al commento

I cristiani si ammazzano anche culturalmente, contrastando il voprincipio della famiglia uomo e donna che non solo loro difendono. Io e migliaia di famiglie italiane non possiamo votare chi fa da stampella al pd sul dl Cirinna'. Siete voi a non volere estromettere la partitocrazia costringendoci a non votarvi.

Leandro Cioffi 10.10.15 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questo post che mette bene in evidenza come la persecuzione dei cristiani sia molto più diffusa di quanto si pensi.

I casi più eclatanti sono di sicuro i martiri di cui si parla in questo articolo, ma l'anticristianesimo è palpabile anche nella stessa nostra società e si evince bene dai commenti che compaiono qui stesso.

Personalmente ho avvertito pesantemente questa tendenza in Olanda, un paese in cui ho vissuto per qualche tempo. Se dichiaravi di essere cristiano, era palpabile il muro che si creava con l'interlocutore.

La ragione di tutto ciò è, a mio avviso, ovvia se si leggono le ultime encicliche e risiede nella dottrina sociale della Chiesa, che si oppone al capitalismo che vede come unico dio il denaro.

Samuele Salis 10.10.15 07:21| 
 |
Rispondi al commento

... o comunque i diversi da cacciare o sacrificare al rogo pubblico; amare il prossimo battezzandolo quando è ancora in culla (e capisce solo il ciuccio) o confessandolo grottescamente con accluso atto di dolore e farsa espianti: anche tutto questo è esclusivo verbo cattolico mai 'istituzionalizzato' dal Cristianesimo (restando laici) . E, per sprofondare, la benedizione periodica, invadente e arbitraria delle case; il sentenziare su tematiche estremamente intime che solo un autoritarismo e non una religione può avocarsi; e i mille, centomila, sai impiastrati che continuano a lavare in canonica, con quell'incenso che può solo intorpidire o annebbiare ma mai pulire (nè tanto meno disinfettare): anche tutto questo è precipuo solo del Cattolicesimo e di un Potere autoproclamatosi Temporale. I cristiani veri, quelli perseguitati prima e dopo il sacro romano impero; quelli che hanno poi continuato a soffrire e sorbirsi tante, troppe guerre senza Dio; e che ancor oggi patiscono dittature e tribalità cattoliche; quelli che si sentono cristiani ma non cattolici e neppure sentitamente protestanti od ortodossi, in quale arca dovrebbero credere o solo sperare?

homofaber 10.10.15 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Indubbio, ma si omette un passaggio decisivo e devastante: la derivazione, diversificazione, separazione, chiamiamola come meglio ci pettini o ci depisti, tra Cristianesimo e Chiesa Cattolica (successiva alle persecuzioni romano imperiali); un bivio che ha delimitato ben oltre l'approssimativa classificazione storica e ancora attuale: dell'originaria fede racchiudente le successive ramificazioni, talvolta degeneri. Per morale, credo e costumanze, penso che Cristianesimo e Cattolicesimo siano - realmente, praticamente - quasi in antitesi. E che il meraviglioso Francesco, raro Papa profondamente cristiano, le rappresenti con tutte le complicazioni e le contraddizioni finalmente sviscerate; e che il sigaro dissacrante ma profumatissimo di don Gallo le aveva da tempo captate e forzatamente metabolizzate, slanciandosi nel riverbero umanissimo, sociale, on the road, di un messaggio, un sos, verso il muro eterno dei cattolici. Gli stermini anche fratricidi (quanti cristiani, ortodossi, ebraici o protestanti, massacrati dal furore cattolico); dogmi e sacramenti assunti a condizione decisiva d'una salvezza comunque deviante e deviata (dogmi od imposizioni mai precedentemente legittimati da alcuna sacra scrittura cristiana), surclassante la fede in Dio come unico viatico salvifico; le sanguinarie Crociate apparecchiate ai fidi o ai fedeli come missioni superiori (protese alla pace, ovviamente) quasi fossero l'unico dio o sceriffo del globo, sospeso tra cielo e terra; e la crudeltà dell'Inquisizione, come del resto l'esclusiva disumanità nell'obbligare un proprio rappresentante - oltretutto divulgante amore e procreazione - alla castità ottusa e frustrante, che dissacra esigenze fisiologiche comuni a tutti: a un Papa, a un contadino e persino a Giovanardi e alla Binetti: tutto ciò, è cattolico e per nulla cristiano (e poi vorrebbero curare i disperati costretti al retro sagrestia). E le segretazioni dello Ior, le posate d'argento o i superattici di 400 mq; le streghe o comun

homofaber 10.10.15 02:11| 
 |
Rispondi al commento

Sapete cosa è "l'Entità"? Il nome in codice dei servizi segreti del Vaticano. Si stanno dando parecchio da fare: hanno trombato il sindaco di Roma, stanno per imporre a Mr. Bean il nome del candidato che il PD (che cazzo è il PD ?!?) dovrà presentare alle prossime elezioni comunali e, come ciclicamente accade, riciclano la solita solfa dei cristiani martirizzati! Con buona pace delle nefandezze perpetrate nei secoli in nome del loro dio, "i cattolici si sono pentiti", poveri cocchi! E a chi affidano il compito di riciclare le ben note geremiadi? Ad uno che fa il sindacalista della polizia (o è un omonimo?), fulgido esempio di istituzione che trasuda carità cristiana da tutti i pori (i fatti della caserma Bolzaneto ne costituiscono un tipico esempio). A quando il questore che dice messa? Sarà mica un caso che papa Francesco sia un gesuita, neh?

Corrado B., Bologna Commentatore certificato 09.10.15 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto questo articolo sui massacri dei cristiani ho letto diversi commenti che non mi piacciono. Tre riflessioni vorrei contraporre ad alcune persone. La prima è dedicata a coloro che odiano le religioni: poicchè la religione è una credenza, sappiate che anche voi praticate assiduamente una fede, ovvero credere che non ci sia nulla: non avete il diritto di proibire ad alcuno i suoi comportamenti se questi non sono lesivi per la società. La seconda è dedicata a coloro che parlano tanto male del cristianesimo: il suo fondatore non era certo un violento, nè i scritti arrivati fino a noi (vangeli) parlano di far del male alla gente (mi sà che tanti scrivono senza aver mai letto il Nuovo Testamento della Bibbia)ma solo di far del bene; inoltre le crociate cristiane sono nate in risposta alle conquiste di luoghi cristiani da parte dei musulmani, poi ovvimamente ci sono state deviazioni, ma bisognerebbe aver vissuto a quei tempi per capire che in quelle cose gli eurpoei ci credevano veramente. L'ultima riflessione è dedicata ad un ristretto gruppo di persone (mi riferisco a certi politici ed intellettuali): criticano sempre il cristianesimo ma non osano dire nulla contro l'islam; il vostro comportamento parla da solo..
Arrivederci e grazie all' autore dell'articolo per aver finalmente scritto qualcosa di buono sui cristani ..

filippo m., Padova Commentatore certificato 09.10.15 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che tristezza. Nel post si parla di persone, esseri umani come voi che scrivete qui, perseguitate e uccise solo per la loro fede religiosa e cosa dicono la maggior parte dei vostri commenti ? Che nei secoli scorsi bla bla bla, la chiesa di qui e di là, sofismi pseudo filosofici da bar sull'invadenza delle religioni e altre simili amenità. Bravi. Peccato che non siete diversi dai fanatici religiosi. Il vostro fanatismo si chiama in modo diverso (ateismo, agnosticismo, anticristainesimo, qualunquismo, fancazzismo, fate voi). Non un briciolo di pietà, di solidarietà per i perseguitati e apparentemente solo perché i morti non sono dei vostri. Non sono "liberi pensatori", ma soltanto "spregevoli" cristiani. Secondo me dovreste vergognarvi. Quanto poi alle balle sulla nascita del pensiero moderno occidentale grazie agli "spiriti liberi", ogni tanto fatevi qualche giro sui libri di storia. Se riuscite a leggerli senza pregiudizi scoprirete tante sorprese. Personalmente io mi indigno per chiunque venga perseguitato per motivi religiosi. Non mi importa se cristiano, indù, islamico, buddista o cosa cavolo vi pare. Voi continuate pure a comportarvi da razzisti e buon pro vi faccia. Grazie per il post Beppe.

federico carboni 09.10.15 20:23| 
 |
Rispondi al commento

ORA ...con l'inizio probabile di una campagna elettorale su Roma si scoprono le persecuzioni ai Cristiani...VERGOGNATI GRILLO!

un Cattolico perseguitato dal M5S

http://www.agenparl.com/m5s-aquilino-isis-e-cristiani-e-questione-di-rispetto/

http://www.ansa.it/english/news/politics/2014/09/12/grillo-expels-catholic-m5s-militant_556b2015-28bb-4ab4-9515-4bab6cb32c7d.html

Andrea Aquilino 09.10.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vaticano e Islam vengano mandati al rogo.
Anche quelli bravi e "moderati".
Oppure un bel taglio di testa che non ha mai fatto male a nessuno di questi ipocriti.
Il Vaticano tiene DIO recluso in un tabernacolo mentre i musulmani lo tengono lontano ed inconoscibile in modo da poter fare i ka77i loro senza contradditorio.
Sono la feccia di questa esistenza.
Una ne abbiamo e ci stanno loro a romperci le palle.
BASTA, sapete dove vi mando?
Indovinate un po'.

Ivan Italico 09.10.15 19:21| 
 |
Rispondi al commento

però in italia noi siamo prseguitati da loro

maurizio b., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.10.15 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Un pensiero relativo
Se l'etica è implicita nella natura stessa e rende libero
l'individuo, affermando che la legge morale naturale è inscritta nel cuore dell'uomo
La mia apologetica attuale non ha confini fra religioni.
Ne fra pigmentazione dell'epidermide, ne fra differenze di lingue o di costumi
Ma si radicalizza senza assoluzioni alternative dinnanzi
a scelte fra ideologie discriminanti
Avvicinare uno sterminio ad un altro come pietra di paragone è un risibile concetto per non dire meschino calcolo
Se poi applichiamo l'equazione al diritto di esistenza degli altri esseri viventi terreni, dobbiamo imporci anche con responsabile coerenza il quesito chi siamo ?
Forse siamo nati da una singolarità che ci spinge alla ricerca della stessa origine da cui è emersa e scopertala il pensiero ci suggerisce la ricerca cosa c'era prima, scoperto il prima non possiamo arrestare il pensiero di pretendere il prima del prima e esimerci di proseguire all'infinito
Il futuro è invece più arduo
( Le singolarità sono possibilità previste dalla teoria della relatività generale di Albert Einstein nel caso in cui la densità della materia raggiunga valori così elevati da provocare un collasso gravitazionale dello spaziotempo.)
Ergo, presumere la coerenza umana nelle religioni implicherebbe essere già pervenuti ad una perfezione che la materia non possiede.
Esse sono nate come pensiero scientifico per primordiali domande. Nessuno le ha arbitrariamente imposte all'umanità
Chi dice che anche le attuali tecnologie non sono un naturale proseguo delle religioni, ma un diverso raziocinio afferma che la terra è piatta e le stelle sono lanterne appese
Rosa Anna Oioli

Rosa Anna 09.10.15 15:47| 
 |
Rispondi al commento

A volte ci approcciamo a determinati argomenti, con considerazioni anche valide, ma quasi sempre troppo parziali e, sopratutto, senza mai cercare di risalire alle origini dei problemi.
Negli ultimi mesi, anche il Papa ha più volte criticato il sorgere di nuovi muri, invitando invece a costruire nuovi ponti, utili per unire i popoli.
Certo, chi potrebbe criticare un concetto così toccante, peccato che il Papa non lo abbia espresso "ex cattedra" (quindi non vincolato dal dogma dell'infallibilità), pertanto il suo resta un concetto "terreno", con tutti i limiti del caso.
Infatti, nel caso contrario, non avrebbe potuto non sapere che i veri muri che dividono da millenni i popoli, sono proprio quelli eretti dalle Istituzioni religiose.
Senza il lavaggio del cervello fatto da queste maledette istituzioni, vivremmo tutti in un mondo migliore.
"divide et impera", così va avanti il mondo da millenni.

gianfranco chiarello 09.10.15 14:44| 
 |
Rispondi al commento

La religione è il più antico e diffuso pretesto che l'uomo utilizza per liquidare i suoi simili. Aggiungendo poi che i testi sacri ,tramandati o trascritti, e quindi soggetti a errori e interpretazioni inevitabili,parlano anche di violenze tribali o settarie il gioco é fatto.
Genesi 22;2 Abramo prendi il tuo unico figlio Isacco e offrilo in olocausto..
Che dio è quello che chiede una prova di fedeltà così?

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 09.10.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento

LE PERSONE CULTURALMENTE ONESTE NON TRATTANO QUESTI ARGOMENTI !!!
LE RELIGIONI, APPUNTO PER IL “LE” (PLURALE), NON HANNO FONDAMENTO !!!
DUE SI AUTOANNULLANO !!!
SE NE PROFESSANO ADDIRITTURA CIRCA 36.000 NEL MONDO !!!
COMPRESE QUELLE ESTINTE TIPO DEL MONDO EGIZIO, GRECO O ROMANO !!!
PERDENDO TEMPO AD APPROFONDIRE L’ARGOMENTO HO SCRITTO QUESTO LIBRETTO www.grupporicercafotografica.it/l’areligione.htm A CONFERMA !!!
INVECE DI CURARSI DELLE MALEDETTE RELIGIONI CHE HANNO DISTRUTTO VITA E MONDO ALIMENTANDO LA MAGGOR PARE DEI CONFLITTI BELLI NONCHE PROPINANDO IL PARADISO CELESTE CHE NON ESISTE METTENDO IN SECONDO PIANO L’UNICO PARADISO, OVVERO, QUELLO TERRESTRE DIVENUTO QUASI INABITABILE !!!

Franco Della Rosa 09.10.15 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto bisognerebbe definire in modo chiaro cos'è persecuzione e soprattutto cos'è cristiano altrimenti si rischia di avere una visione assai ridotta della realtà.
Partiamo dalla religione.
La religione è un rapporto PERSONALE fra l'uomo e Dio (per chi ci crede) quindi un cristiano e un musulmano dovrebbero essere teoricamente indistinguibili ma la realtà è molto diversa:
tutte le religioni impongono strani comportamenti e riti proprio al fine di differenziarsi dagli altri e creare un gruppo separato (il fine è acquisire un maggiore controllo psicologico sul gruppo posseduto).
Cioè due gemelli con identico rapporto con Dio diventano nemici solo ed esclusivamente perché alcuni religiosi impongono loro una luuunga serie di supercazzole che nulla hanno a che fare con l'essenza della religione.
Incredibilmente i responsabili delle persecuzioni cristiane sono anche i cristiani, non i fedeli ma gli autoproclamatisi verbo di Dio.
Per diffondersi una religione ha sempre avuto bisogno di distinguere i fedeli dagli infedeli a cui fare poi non richiesto proselitismo religioso (o conversioni forzate come dai tempi dell'antica Roma e medio evo in cui si perseguitavano i non cristiani e fino ad oggi ove i bambini di fatto non scelgono).
Se tutti i fedeli pregassero e meditassero a casina propria per i fatti propri non esisterebbe modo di distinguerli con certezza e le persecuzioni sarebbero assai difficili (oltre che non richieste).
Gli scontri fra religioni sono sempre benvenuti da entrambe le fazioni perché cementificano il gruppo controllato.

Tizio dice "il mio dio dice così", ovvero parla per sentito dire da un'entità che nessuno vede o sente;
Caio non è d'accordo e si riempiono di botte;
a me sembra una roba da pazzi e come al solito due torti non fanno una ragione.

p.s. con le scuse fatte secoli dopo non ci si pulisce neanche il fondoschiena, e le scuse per il presente dovremmo vivere secoli per sentirle?
E le scuse aggratis non si mangiano, che paghino i danni!

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.10.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia un poco semplicistico "chiedere scusa " per gli errori passati e continuare nell'arroganza e nella prevaricazione. In particolare mi voglio riferire a quanti della "lobby Cattolica" si sono messi di traverso per non fare approvare la legge Cirinnà sulle Unioni Omosessuali dietro "input" della CEI.Nessun omosessuale pensa di usufruire di un sacramento religioso.NOI vogliamo solo conseguenze e garanzie CIVILI, non religiose.La migliore risposta alla richiesta di scuse per gli errori passati l'hanno data i Valdesi cui va il mio otto per mille.

Luigi Condemi 09.10.15 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Il papa Borgia, padre di almeno 22 figli, scomunica l'amante, 40 anni più giovane di lui, perché une sera, è tornata dal marito.
Tutto in nome di Dio, naturalmente.
A proposito di Dio, lo sapete che essere cattolico,(non protestante) vuol dire credere che il papa è in diretto contatto con Dio?
Ergo, il Borgia, ed il suo collega, erano ispirato da Dio?
Povero Dio, se ne prende poche di colpe.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 09.10.15 13:31| 
 |
Rispondi al commento

''Erodoto, ad esempio, descrive senza prevenzioni i costumi deinpaesi stranieri da lui visitati. Talbolta critica qualche particolare forma di barbarie, ma, in generale, dimostra molta comprensione per i riti e le usanze dehli altri pooli.

Non gli passa per la mente che queibpopoli che chiamano Zeus con altro.nome debbano essere mandati in massa all'altro mondo il più presto possibil. Invece, questo atteggiamento intollerante è stato caratteristico dei cristiani.

Il cristiano moderno è divenuto
certamente più tollerante, ma non
per merito del cristianesimo.
Questo addolcimento del costume
è dovuto a generazioni di liberi
pensatori che - dal Rinascimento
ad oggi - hanno provocato nei
cristiani un senso di sana
vergogna per i loro tradizionali
pregiudizi. E' divertente udire il cristiano moderno esaltare la dolcezza e la ragionevolezza della sua religione, ignorando che questa dolcezza e questa ragionevolezza sono dovute all'insegnamento di uomini, un tempo perseguitati dai cristiani credenti ed osservanti. Prima del cristianesimo la persecuzione per motivi religiosi era sconosciuta, tranne che, appunto, fra gli ebrei...''.


Grazie di averne parlato sul sito, la verità deve essere conosciuta perché i grossi media la nascondono, forse perché non è neanche politicamente corretto parlare di questa persecuzione dei cristiani senza precedenti, addirittura maggiore di quella dei primi secoli. Non sarebbe neanche sbagliato ricordare (anzi far sapere, perché molti specialmente tra i più giovani lo ignorano) che la nostra civiltà occidentale la si deve al cristianesimo.

Marina Capri 09.10.15 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

matteo 24 settembre

https://twitter.com/matteorenzi/status/646966256952823808

""Gli ordini a luglio 2015 aumentano del 10,4% in un anno. Quelli interni aumentano del 14% #italiariparte #ciaogufi""

oggi l'istat

""Secondo i dati dell'Istat, la produzione industriale è diminuita in agosto dello 0,5% rispetto a luglio, risultando leggermente peggiore del -0,3% atteso dagli economisti. ""

matte' fattene una ragione, non è questione di gufi...

pabblo 09.10.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Grazie di averne parlato, il massacro dei cristiani avviene ogni giorno. Grazie

Francesco Z., Pesaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.10.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Questo ladro del ca... abolisce la tassa sulla casa ai più ricchi ma taglia sanità, stipendi e precarizza, prima o poi arriva la tua ora.

Marcello P. 09.10.15 12:56| 
 |
Rispondi al commento

La pietra di paragone
Gli uomini sono uomini ne angeli ne demoni ( Pascal )
Religioni, ideologie e pure civiche istituzioni sono chimere trascindentali
Praticate dagli uomini diventano defecazioni dei loro istinti
Se escludiamo un san Francesco o un don Gallo o dei Fratelli Cervo o un Giovanni Falcone e molti monaci tibetani asceti indiani o un Iman di una sperduta oasi ed una moltitudine di uomini e donne che in silenzio praticano la loro rettitudine
Laici o atei o credenti non fanno rumore
A tutti questi non bisogna sputargli addosso se chi cavalca il potere ha usurpato religioni e ideologie sconvolgendone i principii

Rosa Anna 09.10.15 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono religiosa più di tanto, però il massacro dei cristiani è inconcepibile e non ci si deve attaccare a l passato (crociate)....E' COME DIRE CHE L'AMERICA HA MASSACRATO GLI INDIANI!
Quindi restituite l'america ai pochi indiani rimasti !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 09.10.15 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ignoranza ha molti modi di esprimersi , la religione è uno tra i più importanti e dannosamente pericolosi ! Credere è da ignoranti , più lo si è e più si crede . Ignoranti da ignorare , non sapere . Quanta gente sa che la vita , quella vera non i diecimila anni di civiltà , è basate sull'assassinio e sulla ferocia ? Fin a che l'uomo non ha imparato ha difendersi con strumenti quali la clava , bastoni e lance , la sua morte , come quella di tutti gli esseri viventi , era quella di essere divorato , spesso ancora vivo . La natura è questa e noi siamo parte integrante della natura ! Le religioni nascono dalle paure che gli uomini primitivi avevano delle cose ignote : i fulmini , terremoti , eclissi ecc,,,,, Nacquero pian piano gli stregoni , i gestori delle paure e dell'ignoranza che alleggerendo i terrori della gente ne alleggerivano anche le tasche , cosa che succede ancora oggi con ottimi risultati per i gestori .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 09.10.15 12:49| 
 |
Rispondi al commento

E poi per finire. ...se questo papà è così buono POTREBBE ANNULLARE IL CONCORDATO DI PAPA BONIFACIO 8....COME MAI NON LO FA? PERCHÉ È ANCORA IN VIGORE DAL 1302...ANDARE A LEGGERLO E CAPIRETE PERCHÉ SE TI CHIAMI VATICANO O ZINGARO (I SECONDI NON C ENTRANO CON QUESTO CONCORDATO MA CON UN ALTRO)PUOI FARE QUEL CAZZO CHE VUOI IN ITALIA...E DICO QUELLO CHE VUOI

Adriano mecagni 09.10.15 12:45| 
 |
Rispondi al commento

E cosa dire Dell AMICHETTO DI VEDELA l attuale papà che voi ci vedete tanta bontà ma io nei suoi occhi ci vedo tanta cattiveria...basta dire che va propaganda no che impoverisce lo IOR ma tutti i giornalisti non spiegano come...il come ve lo dico io...TRASFERENDO TUTTI I SOLDI DELLO IOR IN BANCHE TEDESCHE...CHISSÀ PERCHÉ. ...è chissà perché tutte le volte che un papà incontra i potenti della terra tipo Obama. ...POCO DOPO COMINCIA UNA GUERRA forse li incontra per dargli la benedizione alla faccia di dio? Mah pregate pure magari anche per me ...MA SVEGLIATEVI

Adriano mecagni 09.10.15 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Nicoletta Forcheri
28 minuti fa · Modificato ·

Dice il mio informatore africano Mawuna Remarque Koutonin:

"Ho saputo oggi che la Francia sta suggerendo alle sue colonie africane un nuovo protocollo in merito alla moneta coloniale chiamata CFA.
La Francia ha paura.
Una grossa manifestazione è prevista per il 30 ottobre, in Francia, di fronte alla fabbrica che stampa la moneta per 14 colonie africane.
Durante gli ultimi mesi, una consapevolezza mondiale sui crimini della Francia in Africa aveva posto una pressione senza precedenti sui governi africani a cogliere l'opportunità per liberarsi della moneta coloniale.
Era stato raggiunto un momento apicale.
Per quanto incredibile che ciò possa sembrare, alcune tv pubbliche di alcune colonie francesi hanno avuto il coraggio sufficiente per rendere pubblica la consapevolezza e dibattere del sistema di spoliazione sistematica francese. Chi lo avrebbe mai creduto?
Un ministro in funzione dal Togo aveva definito la moneta "schiavismo volontario" degli africani. Un Presidente in carica aveva criticato pubblicamente la moneta coloniale dicendo che "L'Africa non potà mai svilupparsi con la CFA".
Il mio articolo di due anni fa che aveva scatenato una campagna internazionale adesso è tradotto in 15 lingue e sostenuto da migliaia di opuscoli.
Noi che abbiamo condotto questa campagna con successo siamo tuttavia preoccupati per le reali intenzioni del regime della Francia. Non ci fidiamo dei regimi europei. Inganno, avidità, menzogne e violenza sono il marchio di fabbrica degli europei.
Le colonie africane dovrebbero accettare un nuovo protocollo della Francia o dovremmo approfittare delle condizioni positive per liberarci una volta per tutte della moneta coloniale?
I nostri "presidenti" hanno il coraggio di cogliere il momento per cui abbiamo tanto lavorato?" [Fine citazione e traduzione, NdR]

In altri articoli e interviste avevo già sottolineato come la creazione della moneta cosiddetta unica dovrebbe già di per sé essere nulla -

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.10.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli abbiamo rotte le palle con le Crociate e con le Compagnie delle indie,con i commerci delle repubbliche marinare...e mo vi lamentate delle persecuzioni?
Belin...ma se rimanevate a casa vostra non succedeva nulla o no?
Loro sono venuti da noi a imporci qualcosa?
No...forse lo stanno facendo oggi,ma la colpa è sempre la nostra!
E passate ad altro post...più di attualità!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.10.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

E basta con le religioni... da sempre fonti di morte e sofferenza in cambio di un po' di falsa speranza.
Sogno un mondo ateo.

Marco67 B., Pisa Commentatore certificato 09.10.15 12:21| 
 |
Rispondi al commento

penso che la vita è una ruota che gira quello che accade a te domani può accadere a me

ma il vero problema sono le persone che comandano, in questo caso i capi religiosi, che opportunamente riescono ad infiammare animi e creare le condizioni x l'oppressione

è successo in passato sta succedendo oggi e succederà domani

saluti ai monelli del blog

old dog 09.10.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento

A costo di attrarre su di me ironia e ira
Dico
L'umanità non esponga vanto dell'illuminismo
Un emancipazione da cui oggi traiamo le conseguenze
di una società ridotta a schiavi del consumo
Limitata al relativismo. Ridotta al servilismo
Improntata di crimini ambientali e orientata a perdite culturali
Trasformando il piacere di vivere nel vivere del piacere
Insoddisfatta del benessere e autodistruttiva
Non lungimirante. Orba di futuro
Ci deve pur essere qualche manchevolezza in tutto questo sistema avviato, se ci ritroviamo ridotti in queste condizioni
Lo statalismo non ha funzionato, il capitalismo è moribondo
Siamo in pieno nichilismo. E all'orizzonte appaiono su tutti i fronti fondamentalisti di ogni specie, nonostante si inneggi al governo globale. Che schifo di umanità
Sarà stata ipocrisia, però le regole del così detto "timor di Dio" imposte da alcune religioni alle persone semplici. Forse creavano anche psicotici malesseri ma nella società servivano da deterrente per ridurre i crimini comuni che oggi dilagano nonostante la emancipazione liberata e l'istruzione avanzata
Ma per piacere l'illuminismo non è altro che una religione come le altre coniata da filosofi come quelli delle altre dottrine La religione della relatività dimostra anch'essa i suoi limiti
Non c'è scampo


Rosa Anna 09.10.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Elisabetta e per Rosa Anna: primo, io sono un iscritto al M5S. Secomdo, non ho letto i commenti della Lega Nord, tantomeno m'interessa sapere in anticipo cosa dicono altri, giusto per imbastire una opinione sui fatti. Terzo, sostengo e ribadisco che non tutti, anzi pochi, conoscono la storia. Tuttavia siamo in eta' digitale e erudirsi al Pc risulta fortunatamente facile. Quarto, non strumentalizzate cio' che ho scritto: Ho chiaramente sottolineato che ogni persecuzione religiosa m'indigna, senza esclusioni. Puntualizzavo doverosamente, per i troppi che fan finta di conoscere la storia, che forti responsabilita' della chiesa occidentale si estendono fino al ventesimo secolo inoltrato e si ripercuotono inevvitabilmente sul presente. Nessuno giustifica niente. E' una onda di riflusso che m'indigna _Signora Rosa Anna- ma che purtroppo e' la reazione conseguente al drammatico zunami da noi Europei scatenato fuori dai nostri confini nazionali. Spero di essermi spiegato. Auguri!

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 09.10.15 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Essere cristiani di certo non è facile perché ogni uomo o donna dovrebbe riconoscersi solo tre cose: testa cuore e coscienza

maria t., potenza Commentatore certificato 09.10.15 12:12| 
 |
Rispondi al commento

La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l'oppio dei popoli.
Karl Marx
La religione è quella vasellina con la quale, pochi furbi, sodomizzano milioni di scemi.
Antonio.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 09.10.15 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno massacrando la costituzione,stanno rubando a tutto spiano,siamo nella cacca e noi mettiamo un altro post...di distrazione di massa????
bho!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.10.15 12:11| 
 |
Rispondi al commento

''Il mio concetto di religione è simile a
quello di Lucrezio: la considero una
specie di malattia, frutto della paura
e fonte di indicibile sofferenza per
l’umanità. Non nego che la religione
abbia recato qualche contributo alla
civiltà; ad esempio, nei tempi antichi,
favorì la compilazione del calendario,
i sacerdoti egiziani registrarono le
eclissi con tanta cura che, in seguito,
poterono anche preannunciarle. Lo
riconosco; ma non saprei citare altro
a favore della religione...''.

Bertrand Russell, Perché non sono
cristiano

uno a caso, Russell 09.10.15 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Uccidersi per motivi religiosi è pura follia.

sergio sebastiani, pistoia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 09.10.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Igor,
avrei voluto scriverle personalmente ma non so se è lo stesso che fa il poliziotto e scrive.
Non nego che i cristiani vengano uccisi nel mondo, ma semplicemente perché fa ancora parte della mente dell'uomo il distruggere il diverso, che sia un infedele, uno dalla pelle più chiara o più scura, una persona che va a letto con un'altra dello stesso sesso ecc.
Gli eventi a cui fa riferimento accadono perché purtroppo in quei paesi non c'è stato un periodo storico chiamato Illuminismo che, pur spargendo sangue anch'esso purtroppo, ha spazzato via il dominio della chiesa cristiana, la cui inquisizione era un'istituzione molto potente, non "una frangia estrema".
E poi si metta nei panni di un musulmano mediorientale, che da 20 anni assiste a continue aggressioni di paesi cristiani (di cui uno scrive sulle monete di "confidare in dio") a paesi musulmani. Non è anche questa una persecuzione, seppur per scopi geopolitici ed economici? Le ricordo che nel 2003 in Iraq ci fu proprio uno di questi attacchi, che gettarono il paese (come ora anche la Siria) in un'infinita guerra civile. Quella sì, che scatena frange estreme e molto sanguinose!
Rifletta prima di far passare da vittima una sola delle parti.

Expat 09.10.15 11:08| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.senato.it/3861


diretta dal senato

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.10.15 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Le persecuzioni dei cristiani sono l'altra faccia della evangelizzazione, della volonta' cioe' di imporre a tutto il mondo le 'verita'" dei vangeli. Lo stesso Papa Francesco non e' un francescano ma un gesuita, un soldato di Dio, quelli che per secoli accompagnavano gli eserciti per convertire con le buone o con le cattive i popoli conquistati. Quante morti, distruzioni di culture e di civilta' hanno compiuto i gesuiti? Chiedetelo, per esempio, ai popoli dell'America latina o dell'Africa. E' chiaro che prima o poi ci sia la nemesi, la vendetta e il rigetto. I cattolici non sono meno fo damentalisti dei musulmani, per entrambi esiste un unico vero Dio, che poi e' lo stesso. E' una enorme e tragica sciocchezza questa concorrenza tra nomi diversi dello stesso Dio. Se uno vuole credere nella esistenza di un Dio che lo chiami pure cone gli pare, lo veneri secondo le sue credenze e lo si lasci in pace.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.10.15 11:05| 
 |
Rispondi al commento

IN UNA CATASTROFE IL CRISTIANO NON HA NULLA DA PERDERE
(Nicolas Gomez Davila)

Massimo Tramonti 09.10.15 11:04| 
 |
Rispondi al commento

...ma...il tema del giorno e per i prossimi giorni è uno e il blog va da un'altra parte....porcc...ma si pulò????che c'entra adesso parlare di questo????

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.10.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No Signor Igor, noi occidentali "cristiani" non ce la possiamo cavare con cosi' poco. Da due secoli non perseguiamo piu' nessuno? Si e' scordato la lost generation australiana o fa finta di niente Signor Igor? Fino al 1975, altro che due secoli fa, i bambini degli aborigeni venivano sequestrati per legge e affidati a organizzazioni protestanti e cattoliche per educarli secondo usi e costumi anglosassoni, per divenire manovalanza o servitu' nelle case dei bianchi. Venivano costretti a sposarsi con partners bianchi per estinguere com la "figliazione" il sangue aborigeno poco per volta. Purificazione razziale e culturale a norma di legge. Mi segue Signor Igor? Sino ad allora 5 milioni di aborigeni, nillioncino piu' o meno, erano stati ammazzati per far posto alla razza bianca...sempre in nome di Dio beninteso. Tanto quanto fecero i WASP (white anglosaxon protestants) che sterminarono altrettanti nativi americani, nella convinzione che Dio aveva dato loro quella terra. Niente sofisticazioni Signor Igor: non importa se m'ammazzi perche leggo la Bibbia o perche' vuoi violare la mia familia, i miei beni, la mia terra. Se lo fai nel nome del tuo Dio e nel silenzio o col sostegno dei tuoi sacerdoti, tu mi perseguiti. Le e' chiaro Signor Igor? Tanto quanto le dovrebbe essere chiaro, che se io fossi Cinese o Giapponese mi girerebbero ancora le palle: si e' dimenticato delle due guerre dell'oppio di meta' 800 mosse contro la Cina? Costarono la vita a 10.000.000 di Cinesi. Facemmo pagare loro i danni, li costringemmo a liberalizzare il nostro oppio e a far circolare liberamente sul loro territorio missionari cattolici e protestanti, che non potevano essere ostacolati nella loro predicazione. E' sempre attento Signor Igor? Stessa sorte tocco un decennio dopo al Gipango. M'indigna ogni persecuzione religiosa, ma m'indigna ancor di piu' chi fa troppo finta di nulla e spazza sotto il tappeto responsabilita' molto recenti, che -purtroppo- si ripercuotono nel presente. Auguri


avanti tutta tutti i nodi vengono al ......dopo roma governeremo italia tutta.......

claudio fallanca, sesto san giovanni Commentatore certificato 09.10.15 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Via la Tasi ai più ricchi: ville, palazzi e castelli "salvi" se prime case

Zanetti, sottosegretario all'Economia: "La tassa sarà eliminata senza eccezioni di classi catastali". Sono 45mila proprietari

http://www.repubblica.it/economia/2015/10/09/news/via_la_tasi_ai_piu_ricchi_ville_palazzi_e_castelli_salvi_se_prime_case-124666156/?ref=HREC1-5

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.10.15 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Se invece di dare armi ai popoli belligeranti del mondo, venisse dato loro pane e conoscenza, non cercherebbero aiuto in religioni fondamentaliste e feroci. Quanto di peggio abbia creato l'uomo in disprezzo da quanto chiesto da Dio.

john f. 09.10.15 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori