Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Meno tasse per gli universitari: firma la petizione M5S

  • 12

New Twitter Gallery

"Da oggi è on line www.universita5stelle.it, un nuovo spazio attraverso il quale vogliamo approfondire argomenti sul mondo dell'università e lanciare iniziative, come la petizione che mira a rendere più equo e accessibile un sistema universitario che oggi presenta aspetti fortemente discriminatori. Oggi l'Italia ha la più bassa percentuale di laureati d'Europa: solo il 23,9% dei cittadini italiani tra i 30 e i 34 anni possiede un titolo di laurea, contro una media europea del 37,9% (fonte Eurostat). Europa 2020 fissa l'obiettivo del 40% e, dunque, siamo lontanissimi dal centrarlo.
Contemporaneamente, l'Italia ha uno dei sistemi di tassazione universitari più costosi: nel nostro Paese meno di uno studente su dieci riceve un contributo pubblico o privato per frequentare l'università. Da noi è l'88,5% degli iscritti a pagare, mentre in Spagna la percentuale scende al 70% e in Francia al 65%. Nessuna tassa, invece, in Germania, Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Austria, Scozia e Grecia (fonte Eurydice).
L'alta tassazione disincentiva il proseguimento degli studi e oggi in Italia molte famiglie non sono in grado sostenerli economicamente.
Per invertire questa tendenza, che ostacola la crescita del nostro Paese e delle nuove generazioni, uno dei primi atti del MoVimento, dopo il suo ingresso in Parlamento, è stata la presentazione di una proposta di legge, che aveva lo scopo di bloccare l'aumento della tassazione universitaria. Una tendenza alla crescita, questa, che ormai va avanti da molti anni e che viene accentuata dall'entrata a regime delle misure apportate dal ministro Profumo, durante il Governo Monti, che consentono alle università di alzare le tasse degli studenti fuori corso senza un tetto massimo e di aumentare fino al 100% la tassazione nei confronti degli studenti in corso.
A più di due anni di distanza dall'inizio dei lavori sulla nostra Proposta di legge nella commissione Cultura della Camera, non è stato compiuto nessun sostanziale passo in avanti. In sostanza, Governo e Ministero dell'Istruzione la stanno affossando.
Per sbloccare questa situazione lanciamo una petizione, rivolta in primis al mondo studentesco, per esercitare una pressione sul Governo e consentire finalmente al Parlamento di lavorare e di approvare una riforma del sistema di tassazione universitaria che prevede:un sistema più equo e una diminuzione della tassa d'iscrizione all'università soprattutto per le fasce medio-basse; istituzione per legge di una No Tax Area che preveda l'iscrizione gratuita per gli studenti al di sotto di un determinato reddito; un limite massimo di tassazione totale per ogni ateneo; sanzioni a carico delle università che non rispettano la normativa.
Speriamo che la petizione venga sostenuta e promossa trasversalmente da tutto il mondo studentesco!
Il modulo della petizione, scaricabile, e tutte le informazioni utili sono contenute sul sito www.universita5stelle.it. Le firme raccolte entro il 31 dicembre saranno consegnate al Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca nelle prime settimane del 2016. A Italia 5 Stelle a Imola il 17 e 18 ottobre ci sarà un gazebo dove sarà possibile firmare e sottoscrivere la petizione! Ci vediamo lì!" M5S Parlamento

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

16 Ott 2015, 14:45 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 12


Tags: m5s, tasse, università

Commenti

 

http://www.scuola24.ilsole24ore.com/art/universita-e-ricerca/2015-10-26/gli-enti-ricerca-ignorati-mamovra-181911.php?uuid=ACUJRVNB

Nel link allegato la manifestazione di sconforto di Ferrando Ferroni, presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Rocco D'Errico 27.10.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento

O popoli che vivete nel Paradiso terrestre UE,gioite e cantante inni di Gloria al vero Dio gestito dai padroni del mondo "America,Inghilterra,Israele,Vaticano" per avervi scelto come popolo prediletto per realizzare la Globalizzazione,facendovi vivere da Nababbi nelle Colonie usate come Punti del cosiddetto umano governati da pastori mandria.Qundi in occasione del Giubileo,tutte le mandrie devono recarsi in pelligrnaggio nel Regno di Roma Ladrona per onorare e Santificare le Divinatà del Terzo Millennio e in attesa del grande evento dell'incoronamento del figliol Prodigo e di tutti suoi sostenitori "Finta Destra/Sinistra-Centro/Lega",godiamoci le puntate della telenovela calma mandrie,recitate dai protagonisti che hanno realizzato la Globalizzazione.Unica novità è:il cambio dei ruoli dei Mandriani all'interno della governance della Colonia UE e il teatrino di guerra per dimostrare la potenza dei padroni del mondo per dare onore ai Mandriani che gestiscono i greggi nelle Colonie Italia-Grecia-Ecc.Unica certezza,nella vita non si deve credere a niente,l'essere umano singolo non conta nulla.Solo i cretini come me hanno potuto credere in un Dio immaginario e gli idealisti negli effimeri valori dei vari credo,perciò convertiamoci ai veri ideali dei padri burattinai delle tre Repubbliche che hanno reso grandi i Pastori delle grandi ammucchiate delle guerre sotto copertura Missioni di Pace che ci hanno donato la povertà e l'esodo Biblico.

Agostino Nigretti 17.10.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi mi trovo qui ad Imola ed è bellissimo, riuscire a parlare e perchè no anche toccare questi ragazzi che ci stanno portando verso un cambiamento radicale che rivoluzionerà la storia di questo paese....Forza M5S, io sono con voi, io sono uno di voi....

Giovanni Casaluci 17.10.15 14:17| 
 |
Rispondi al commento

c'è la famiglia che guadagna 8 mila euro al mese... e se li sputtanano tutti per 10 anni e poi arriva il momento buio, lei si ammala... lui guadagna meno e allora le figlia non meritevoli ( quelle che ci mettono 5 anni per una laurea triennale e 10 per una magistrale ) si prendono gli sessi vantaggi di un figlio di 2 operai che hanno lavorato 25 anni con gli stipendi miseri di quelli da mille euro al mese e lavora solo lui perché lei l'hanno licenziata.....

ma che vadano a cacare tutti!

fatti concreti 17.10.15 02:55| 
 |
Rispondi al commento

perchè la cultura deve essere alla portata di tutti

Antonietta Baccari 17.10.15 00:47| 
 |
Rispondi al commento

no tax area per i redditi più bassi e iscrizione
gratuita,

torno anche io in classe..

Leonardo Chianese, Mugnano di Napoli Commentatore certificato 16.10.15 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Reddito di cittadinanza....energia pulita.....scula e universita' per tutti....dimezzare consiglieri e assessori regione provincia e comuni....abolizione uffici di collocamento nazionali non servono a niente e immettere in ogni comune una agenzia del lavoro comunale....bus nelle grandi città solo a metano per rispettare l ambiente.....incentivare l acquisto delle biciclette......inserire pena di morte come in Texas per mafiosi e camorristi condannati all ergastolo dopo lavori forzati.


Perfetta la soluzione del rimborso in busta paga dal momento che si inizia a lavorare !

G. Pasini (gepin) Commentatore certificato 16.10.15 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe adottare la misura più equa che esista: le tasse devono essere pagate in base alle proprie potenzialità economiche, del resto è il medesimo criterio adottato per l'erogazione delle borse di studio. CHI PIU' HA PIU' DEVE PAGARE.

Manuel Gamuzza 16.10.15 18:14| 
 |
Rispondi al commento

solo i ricchi possono studiare e laurearsi!
solo i ricchi possono curarsi
eccetera....eccetera.....eccetera!

floriana 16.10.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe essere gratuita, e le tasse rimborsate quando ai lavora dalla busta paga

Luca G. Commentatore certificato 16.10.15 15:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori