Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Più trasparenza = meno costi sulla bolletta, con il M5S si può!

  • 8

New Twitter Gallery


"Oggi finalmente votiamo la proposta M5S per avere più trasparenza sulle bollette e diminuire i costi per i cittadini! L’Italia ha il record europeo per le tasse sull’energia. La pressione fiscale incide sulle bollette per il 37% (luce) e per il 34% (gas) contro una tassazione media che in Europa è del 32% sull’elettricità e del 23% sul gas.
Come se ciò non bastasse l'Autorità per l'Energia ha deciso che dal prossimo mese per l'elettricità ci sarà un aumento del 3,4%, per il gas del 2,4%.
Oggi in Italia le bollette vengono calcolate sui CONSUMI PRESUNTI di energia e gas e non su quelli EFFETTIVI dei cittadini, perchè i contatori non sono adeguati!

Ben il 46% dei reclami raccolti nell'intero settore energetico è causato da "problemi con le fatturazioni": bollette sballate, fatture recapitate in ritardo e conguagli esorbitanti.
La mozione che abbiamo depositato chiede al Governo di:
- rendere più facilmente CONFRONTABILI le offerte rivolte ai cittadini per l'acquisto di gas o energia elettrica;
- rendere i dati di lettura dei contatori disponibili in forma aggregata e puntuale per permettere la FACILE LETTURA dei propri dati di consumo;
- SOSPENDERE ogni pretesa di pagamento di bolletta elettrica e gas finchè le autorità competenti non abbiano escluso irrregolarità da parte degli operatori.
Ho raccolto anche le vostre osservazioni nei giorni scorsi e vi terrò aggiornati per farvi sapere come voteranno oggi i partiti!" Carla Ruocco, portavoce M5S Camera

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

6 Ott 2015, 12:38 | Scrivi | Commenti (8) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 8


Tags: #bolletta, bolletta, canone, Carla Ruocco, elettricità, Enel, gas, luce, RAI

Commenti

 

Vedi se c’è anche il tuo comune nella lista dove il livello di Arsenico nell’acqua potabile è fuori norma

http://quaeram.blogspot.it/2015/10/elenco-completo-dei-comuni-con-arsenico.html

raffaele 08.10.15 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
Grazie,dai commenti ho scoperto che i "governi" hanno dato modo di triplicare la cifra in bolletta,oltre a pagare noi "frasi" tipo "compensi vari" ecc.
Furbata telecom:da qualche mese la bolletta è mensile,invece di bimestrale ed è "sbandierata" come agevolazione nei nostri riguardi;in concreto, prima, al tabacchino, pagavo 2 euri ogni 2 mesi, ora li pago ogni mese:grazie telecom.
p.s.
gli italioti col c.c.- pagano 1 euro,ma sempre il doppio di prima.

Saluti

Sebastiano T., augusta Commentatore certificato 07.10.15 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Pur apprezzandovi in parecchie occasioni, trovo molte imprecisioni su questo tema, probabilmente dovute al fatto che non sapete come funzioni il mercato dell'energia elettrica.

Provo a spiegarlo nel modo più semplice possibile.

Oggi non esiste più un operatore unico che venda, distribuisca e produca l'energia elettrica, come accadeva un tempo.

Con l'imposizione da parte dello Stato del mercato dell'energia elettrica, la produzione, la distribuzione e la vendita sono ora obbligatoriamente separate.

Questo significa che vi sono entità che offrono la loro produzione sulla borsa dell'energia, venditori che l'acquistano per poi rivenderla ai Clienti finali (noi che riceviamo la bolletta) e distributori che la trasportano ove necessario attraverso le loro linee elettriche, misurandola con i propri contatori.

Ora:

- la bolletta vi arriva dal venditore, non dal distributore (il vero concessionario degli impianti e del contatore), pertanto può contenere consumi presunti nonostante quelli reali siano generalmente forniti allo stesso venditore in oltre il 95% dei casi... non fatevi ingannare quando vi dicono che i consumi reali non sono disponibili (a meno che non abbiate la rara sfortuna di far parte di quel 5%);

- i cosiddetti servizi di rete, invece, sono l'unica componente che perviene al distributore (attraverso il venditore) e sono fondamentali, in quanto coprono i costi per il mantenimento in opera del servizio elettrico nazionale (costruzione di nuovi impianti, manutenzione, interventi in caso di guasto, regolazione dei carichi elettrici, ecc.); ricordo infatti che il distributore non ha fini di lucro e non avrebbe altri fondi per sostenere dette attività.

Sperando di aver fatto un po' di luce su questo argomento ostico, invio un salutone a tutti.

Fabio 07.10.15 18:41| 
 |
Rispondi al commento

E LA RAI PERCHE' DOBBIAMO PAGARLA SE FA PIU' PUBBLICITA' DELLA MEDIASET???

rosolino p. Commentatore certificato 07.10.15 17:53| 
 |
Rispondi al commento

L'Enel è assurda,nel 2014 hanno incominciato di punto in bianco a mandarmi delle bollette assurde,passando da quelle 200 € di media mensile (che è un assurdo anche per una famiglia anno tre figli, e noi stiamon attenti a tutto ciò che consumiamo),siamo passati a una da 700€ e ad una da 850€, e poi fino ad oggi abbiamo continuato con una media di 300€ al mese, l'altro assurdo è che nessuno dell'Enel ha aperto un indagine su questa anomalia, anzi abbiamo dovuto pagare sotto la minaccia di taglio dell'energia, e se vogliamo un indagine gliela dobbiamo pagare 100€,un assurdo deve essere gratuita,perché fa parte dei costi di gestione già pagati da me, e poi quando te la fanno l'indagine te la fanno a cazzo di cane. Perfavore datemi qualche consiglio sù come comportarmi,scrivetemi al mio profilo FACE-BOOK che è Moreno Fanciulli

MORENO FANCIULLI 07.10.15 11:30| 
 |
Rispondi al commento

L'ACEA invia quasi sistematicamente le bollette in ritardo.
Mi sono registrato al sito per ricevere gli sms e conoscere le date di emissione delle bollette.
Li ho ricevuti una volta sola.
E' comparsa una fantomatica Euro Service spa che invita a telefonare ad un numero telefonico per atti amministrativi.
Premetto che sono in regola con i pagamenti delle bollette di luce e gas.

vito c., Roma Commentatore certificato 07.10.15 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono in accordo. Se guardiamo altri paesi oltre a costare meno come in germania, è possibile fare un allaccio trifase in casa, di qualsiasi potenza e pago ciò che consumo. Il fisso c'è ma solo se consumo ed è un costo fisso, non variabile.

Il sistema di distribuzione italiano invece, segue perfettamente la mentalità mafiosa generale italiana fondata sul "pizzo".

nicola dalla palma 06.10.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Per la verità, la bolletta (enel) contiene anche la componente "servizi di rete", il fisso, un canone che va pagato sempre, indipendentemente dal consumo.

Cifra che molto spesso è superiore al consumo effettivo. Ed è qui che è davvero illegittima la pretesa: un fisso, naturalmente rilevante ai fini iva, che non ha alcun fondamento o relazione con il consumo. E' giusto che se uno ha consumo "zero", non paghi nulla. Quanti sono coloro che cercano di risparmiare nei consumi? E a che serve se poi mi fanno pagare il fisso? Le lampadine a basso consumo o i motori classe a++++... ma se poi ho il fisso... Pretendere di competere con chi l'energia la paga la metà, è impossibile.

Gian A Commentatore certificato 06.10.15 17:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori