Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Storia di ordinaria povertà assoluta

  • 9

New Twitter Gallery

poveroassoluto.jpg

E' diventato povero assoluto ma non se n'era accorto.

"Sono un povero assoluto. E' una storia triste?
Ho compilato il questionario sul sito dell'ISTAT e sono rimasto malaccio. Bisogna che spenda 1.798,22 euro al mese, avendo la mia famiglia 5 persone. E meno male che da 9 anni fa ho finito i mutui per casa, mezzi ecc.

Uno dei figli lavora. La seconda ha finito la scuola, quindi cerca, un po', lavoro, e il terzo non ha nemmeno finito le medie. Io sono, purtroppo, pensionato causa invalidità, la moglie, dovendo assistermi, può lavorare solo 4 ore. E' una storia triste, raccontata così.
Però prima della mia invalidità, andare sopra ai 2.300 euro al mese non era semplice, la famiglia era sulle mie spalle. La tassazione, quando sei in proprio, e io ero in proprio, e devi emettere fattura, ti fa morire, o ti fa finire invalido, spesso.
Io non gioco ai gratta e vinci, ho smesso di fumare 20 anni fa, e con meno di 1798.22 euro al mese la famiglia va avanti. Tutti i figli hanno il loro smartphone, ovviamente non l'apple. I ragazzi, escono la sera senza problemi. Le grandi marche sono sconosciute in casa, e anche le cene/pizze in ristorante sono un ricordo. Alla fine non è una storia tanto triste, anche perchè, andare a nei posti dove si fa le ferie, personalmente era uno stress che sopportavo per trovare ragazze, ma l'altra metà del cielo, l'ho incontrata al lavoro, dove le persone sono sincere.
Quanti di voi sono POVERI ASSOLUTI, magari senza saperlo?" Paolo Z., Crocetta

banner475x1502.jpg

Copia e incolla questo codice per incorporare il banner sopra sul tuo blog:

15 Ott 2015, 11:29 | Scrivi | Commenti (9) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 9


Tags: famiglia, Istat, M5S, Paolo Z., poveri, povero assoluto, tasse

Commenti

 

Non parlate della poverta' al Sud? Interi quartieri periferici tutti abitati da famiglie che faticano ad arrivare a 1000 euro al mese? Anche la beffa di non essere considerati 'poveri' dallo stato italiano perche' artificialmente ha alterato il concetto di poverta' relativa fa Sud e Nord, per non riconoscere politiche di aiuti dallo stato al Sud!

Roberto D'Aniello 20.10.15 03:59| 
 |
Rispondi al commento

OCCORRE SCRIVERE A CHI HA SPESO 5-6.000 MILIARDI IN AUTOMEZZI COMPRATI ALL'ESTERO CHE HANNO FATTO PERDERE 2.000.000 DI POSTI DI LAVORO !!!
OPPURE A CHI HA COSTRUITO LE CITTA' INUTILI !!!
ROMA HA 800.000 ALLOGGI VUOTI !!!
ECC. ECC. !!!

Franco Della Rosa 15.10.15 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del MV5S è proprio così io sono uno di quelli celibe ché lavoravo di notte con il mio contratto di lavoro come custode a milano una amministratore corrotto dagli inquilini. Se non passavo di giorno per risparmiare, passando di pomeriggio a mille cento euro è di notte mille seicento ,infatti sono quattro anni ché non vado in ferie 'è non arrivo a fine mese anche prima ,purtroppo se non accettavo con ricatto mi licenziavano ,questi Inquilini sono proprietari di casa di valore. Un milione 600 mila è sono tutti di amici di Berlusconi il pregiudicato ....tutti noi c'è una storia triste le famiglie ancora peggio tutta la mia compressione bisogna andare anche a Roma per una spallata finale quella melma devono andare via tutti senza pietà !!! Franco WMV5S

Franco iannucciello 15.10.15 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Democrazia in crisi, corrosione del sociale
La politica economica adottata dall’unione europea e nel nostro Paese non è altro che una evoluzione dell’economia smithiana che ci porta ad un capitalismo sempre più aggressivo da trasformare le popolazioni in consumatori da sfruttare come avviene per i polli d’allevamento. A tal modo vengono rifocillati nel trogolo dei consumi indotti. e non solo. L’accaparramento delle materie prime di tali prodotti, spesso “inutili” hanno un costo, non solo di vite umane, ma per continue vere e proprie truffe. Chi ci garantisce la sicurezza di ciò che ci alimentiamo; anche sotto il profilo farmaceutico? In pratica credo nessuno. Troppi sono gli interessi economici delle lobby dei vari settori. L’aria che respiriamo, soprattutto nelle grandi città è avvelenata, ciò che è ancor grave, non ce ne rendiamo conto, nemmeno per le conseguenze sociali che ne derivano. La esasperata cementificazione del Paese è un altro cancro generato dalle lobby del settore, che ha contribuito ad un urbanesimo esasperato a danno della stessa agricoltura. Le stesse dipendenze da droghe e da gioco, aumentano le spese nel settore sanitario-ospedaliere. Le lacrime di coccodrillo dei nostri politici nei confronti dei migranti e le relative accoglienze non sono altro che recepimento di ulteriori consumatori. Non importa con quali mezzi, leciti o illeciti, costoro possano utilizzare ciò che necessita per la loro sopravvivenza, basta che consumano. Una economia basata solo sullo sviluppo economico attraverso la produttività, senza il sociale, porta inevitabilmente ad una popolazione di alienati mentali con sviluppi delinquenziali e degrado sociale e generazionale.. Vedremo sempre più aumentare la povertà dei popoli a favore di pochi gruppi che arricchiranno sempre più.
Roberto C.-Roma-

Roberto Centracchio 15.10.15 16:58| 
 |
Rispondi al commento

io sono pure divorziato...e nessun figlio lavora!

achille ., napoli Commentatore certificato 15.10.15 15:38| 
 |
Rispondi al commento

io sono un povero assoluto e purtroppo lo so.meno male che non ho il mutuo

sergio cotrona 15.10.15 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il questionario sia scritto male:
(wiki) la soglia di povertà è un livello di reddito al di sotto del quale una famiglia o un individuo vengono considerati poveri"; invece nel questionario diventa "Una famiglia è assolutamente povera se sostiene una spesa mensile per consumi pari o inferiore a tale valore monetario" cioè sei povero anche se hai un sacco di soldi ma non li spendi(???).
Da distinguere la soglia di povertà assoluta con la povertà assoluta che è invece quello che intuitivamente si intende ovvero l'impossibilità ad avere beni primari (cibo vestiario casa e simili).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.10.15 14:14| 
 |
Rispondi al commento

#autoctoni

Antonio . Commentatore certificato 15.10.15 12:54| 
 |
Rispondi al commento

#autoctoni saremo tutti sostituiti dai nuovi italiani!

Antonio . Commentatore certificato 15.10.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori