Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

FinanzCapitalismo: il mostro che uccide la democrazia - in memoria di Luciano Gallino

  • 24

New Twitter Gallery

gallino.jpg

Ieri ha lasciato il corpo il professor Luciano Gallino, sociologo, studioso dei problemi del lavoro, intellettuale lucido e indipendente. Negli anni giovanili aveva collaborato con Adriano Olivetti. Nei saggi della maturità troviamo analisi profonde e per nulla rassegnate del sistema finanziario globale. Un sistema che concentra il potere nelle mani di pochi e sacrifica tutto al profitto, dai beni comuni alla dignità delle persone. Un sistema che mortifica il principio di uguaglianza e lo spirito critico, svuotando di senso le istituzioni democratiche. Il prof. Gallino chiamava questo mostro Finanzcapitalismo. Ed è questo mostro che occorre abbattere per creare un mondo nuovo, davvero umano. Di seguito una sintesi dell'introduzione al suo saggio Finanzcapitalismo (Einaudi) Piero Ricca

"Mega-macchine sociali: cosí sono state definite le grandi organizzazioni gerarchiche che usano masse di esseri umani come componenti o servo-unità. Mega-macchine potenti ed efficienti di tal genere esistono da migliaia di anni. Le piramidi dell’antico Egitto sono state costruite da una di esse capace di far lavorare unitariamente, appunto come parti di una macchina, decine di migliaia di uomini per generazioni di seguito. Era una mega-macchina l’apparato amministrativo-militare dell’impero romano. Formidabili mega-macchine sono state, nel Novecento, l’esercito tedesco e la burocrazia politico-economica dell’Urss.
Il finanzcapitalismo è una mega-macchina che è stata sviluppata nel corso degli ultimi decenni allo scopo di massimizzare e accumulare, sotto forma di capitale e insieme di potere, il valore estraibile sia dal maggior numero possibile di esseri umani, sia dagli ecosistemi. L’estrazione di valore tende ad abbracciare ogni momento e aspetto dell’esistenza degli uni e degli altri, dalla nascita alla morte o all’estinzione. Come macchina sociale, il finanzcapitalismo ha superato ciascuna delle precedenti, compresa quella del capitalismo industriale, a motivo della sua estensione planetaria e della sua capillare penetrazione in tutti i sottosistemi sociali, e in tutti gli strati della società, della natura e della persona.

L’estrazione di valore è un processo affatto diverso dalla produzione di valore. Si produce valore quando si costruisce una casa o una scuola, si elabora una nuova medicina, si crea un posto di lavoro retribuito, si lancia un sistema operativo piú efficiente del suo predecessore o si piantano alberi. Per contro si estrae valore quando si provoca un aumento del prezzo delle case manipolando i tassi di interesse o le condizioni del mutuo; si impone un prezzo artificiosamente alto alla nuova medicina; si aumentano i ritmi di lavoro a parità di salario; si impedisce a sistemi operativi concorrenti di affermarsi vincolando la vendita di un pc al concomitante acquisto di quel sistema, o si distrugge un bosco per farne un parcheggio. Accostando come si è fatto sopra capitale e potere non s’intende qui riproporre la tradizionale concezione che rinvia al potere del capitale. In suo luogo si avanza la nozione di capitale come forma di potere in sé, un potere organizzato su larghissima scala.

Di conseguenza non è esatto dire che il capitale ha potere. Il capitale è potere. Il potere di decidere che cosa produrre nel mondo, con quali mezzi, dove, quando, in che quantità. Il potere di controllare quante persone hanno diritto a un lavoro e quante sono da considerare esuberi; di stabilire in che modo deve essere organizzato il lavoro; quali debbano essere i prezzi degli alimenti di base, di cui ciascun punto percentuale in piú o in meno aumenta o diminuisce di una quindicina di milioni, nel mondo, il numero degli affamati; quali malattie sono da curare e quali da trascurare, ovvero quali farmaci debbano essere sviluppati dai laboratori di ricerca oppure no. Ancora, il capitale è il potere di trasformare le foreste pluviali in legno per mobili e i mari in acque morte; di brevettare il genoma di esseri viventi evolutisi nel corso di miliardi di anni e dichiararlo proprietà privata; di decidere quali debbono essere i mezzi di trasporto usati dalla gran maggioranza della popolazione e con essi quale debba essere la forma delle città, l’uso del territorio, la qualità dell’aria.


La mega-macchina denominata capitalismo industriale aveva come motore – e per quel che ne resta ha tuttora – l’industria manifatturiera. Il finanzcapitalismo ha come motore il sistema finanziario.
La mega-macchina del finanzcapitalismo è giunta ad asservire ai propri scopi di estrazione del valore ogni aspetto come ogni angolo del mondo contemporaneo. Un simile successo non è dovuto a un’economia che con le sue innovazioni ha travolto la politica, bensí a una politica che ha identificato i propri fini con quelli dell’economia finanziaria, adoperandosi con ogni mezzo per favorire la sua ascesa. In tal modo la politica ha abdicato al proprio compito storico di incivilire, governando l’economia, la convivenza umana. Ma non si è limitata a questo. Ha contribuito a trasformare il finanzcapitalismo nel sistema politico dominante a livello mondiale, capace di unificare le civiltà preesistenti in una sola civiltà-mondo, e al tempo stesso di svuotare di sostanza e di senso il processo democratico." Luciano Gallino

cale_ereti_banner.jpg

9 Nov 2015, 10:34 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 24


Tags: capitale, capitalismo, democrazia, finanza, finanzcapitalismo, Luciano Gallino

Commenti

 

Se può interessare, al minuto 30 di questo documentario sulla Russia (in inglese) si parla della valuta alternativa al rublo, creata da un piccolo villaggio della Russia:
http://video.aljazeera.com/channels/eng/videos/putins-russia%3A-arising-from-the-rouble/4599288887001

Expat 11.11.15 22:18| 
 |
Rispondi al commento


UN'OPPORTUNITÀ PER TUTTI

Ciao Sir ... Lady,

Il prestito tra particolare è un grande bisogno di fornire assistenza a un numero di persone in condizioni inadeguate.
Dobbiamo approfittare di questo per rispondere ad alcune delle nostre difficoltà; Che si tratti di un acquisto immobiliare, per un auto, acquistare scooter, per creare un business o qualsiasi altra necessità personali.
Che si tratti di affari personali, più preoccupazioni per voi. Vi offriamo prestiti personali che vanno 2.000-2,5 milioni di €, con una cedola del 2%, indipendentemente dalla quantità.
Il nostro obiettivo è quello di aiutare tutte le persone in difficoltà.
Quindi, se siete nel bisogno può essere, semplicemente inviaci la tua richiesta
Basta scrivere al seguente indirizzo.

Email: ales_martin1982@live.fr

Email: ales_martin1982@live.fr

Il caloroso benvenuto soddisfazione garantita!

Alessandro 11.11.15 13:59| 
 |
Rispondi al commento

L'analisi di Gallino è perfetta , anche se ovviamente parziale,trattandosi solo dell'intraduzione ad uno studio molto più articolato .Sta a noi mettere a punto una sintesi ,un obiettivo da raggiungere e un realistico programma . Ci stanno provando con tutto l'entusiasmo dell'età i tanti giovani del M5S, anche studiando e analizzando il pensiero, le positività e gli errori di chi li ha preceduti.

Armando Giampieri, Canale Monterano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.11.15 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Ammettendo la mia ignoranza per primo, per es. di quanto fossero delle persone serie per esempio Ignis o Olivetti, anche perchè appartengo ad un altra generazione ma ammetto anche il mio limite, l'ho scoperto grazie a due fiction che poi mi hanno fatto venire voglia di approfondire, mi chiedo se per conoscere questi professori devi avere una cultura infinita, o la loro opera e la loro esistenza è ben poco pubblicizzata e ben tenuta nascosta.
Le trasmissioni televisive hanno ospiti fissi e quasi sempre gli stessi, queste persone che aprono gli occhi dovrebbero essere fatte conoscere a tutti,magari iniziando ad invitare meno i politici in tv e di più chi da un contributo cosi alto alla società.

ENRICO M., PARMA Commentatore certificato 09.11.15 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Accurata e veritiera diagnosi. Ero in Inghilterra durante l'avvento della Tatcher e il suo concetto era che non c'è società e il trickle down del capitalismo, in altre parole un sistema piramidale che lascia varie porzioni di briciole a chi sta sotto. La condanna dell'Inghilterra al declino che ha poi portato le banalità neo-liberiste del laburismo di Blair...e le inutili guerre dei war mongers inglesi e americani e ai loro alleati....e l'attuale situazione globale intrisa di paura e vanità strumentali di non eletti o intimidatori seriali.

Giuseppe Intini 09.11.15 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Le immagini valgono più di mille parole
from Baraka (1992)
https://goo.gl/EnJkwR

id &as Commentatore certificato 09.11.15 15:21| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATE CHE il capitalismo non è la piaga maggiore.

la piaga maggiore è lo sterminio, peggiore di quello nazista, che viene fatto sui poveri cervelli, rigirati come calzini bucati.

Esempio attuale. La grande notizia che la carne causa il cancro.

bisogna opporsi con tutte le forze a questo sterminio cerebrale!!!!

dobbiamo ESIGERE da noi stessi di capire qual è la vera realtà.

mi faccio avanti per primo, sperando che qualcuno di voi mi dia un pelo di ascolto:

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro lo fa venire lo smog crescente che ci soffoca ogni giorno nelle strade.

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro lo fa venire il fumo di sigaretta attivo e passivo, quando 1 persona su 2 ci fuma intorno e fuma vicino ai propri figli, insegnandogli il vizio.

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro lo fa venire questa cattiveria mediatica assassina, dove i politici rubano tutto e ci prendono in giro sulle questioni umane più gravi e delicate e che necessiterebbero di delicatezza e rispetto, non di cinismo e speculazione

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro lo fa venire la perenne esposizione alle onde elettromagnetiche di un antenna telefonica quasi su ogni palazzo, che spara microonde necessarie a farci stare con lo smartphone in mano a inebetirci e impoverirci come poveri idioti.

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro lo fa venire NON la carne, ma la perenne infelicità cui siamo sottoposti dal sistema che ci vede univamente come ingranaggi usa e getta e nulla di più.

MI OBBLIGHERO' a essere consapevole che il cancro maggiore che ci affligge è nell'anima, nella mente e nel cuore, NON nella carne che rimane uno dei cibi che l'uomo, da che esiste, mangia essendo onnivoro. Con moderazione, ma va mangiata.

GUARDATE CHE la guerra da combattere è questa. non combatterla significa trasformarci in escrementi sul marciapiede pronte ad essere calpestate da chi gli pare nel momento in cui vorrà sfruttarci.

Orlando Furioso 09.11.15 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mattarella benedice le riforme del babbeo. Se il presidente volesse veramente bene all'italia e al Popolo italiano incoraggerebbe le proposte del moVimento.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 09.11.15 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Infine aggiungo che l'attuale Presidente dello Ior istituto Opere Religiose, e organizzatore pare di pellegrinaggi a Lourdes , dal 2012 è Presidente della industria di navi da guerra Blhom Voss Goup , di Amburgo,dei Tyssen, il Papa revisionista non se n'è accorto? Di avere come Presidente della Cassa Opere di beneficienza un produttore di ARMI?
Padre Lombardi ha detto in conferenza stampa che produco solo barchette di lusso, aia aii aii Padre ha sbagliato, vada sul sito della azienda in questione è vedrà che producono navi da guerra fin dalla seconda guerra mondiale , sono parecchi anni per non accorgersene....no?
Che cavolo in Italia sono tutti sprovveduti , non si accorge mai di niente nessuno, eh si, questa però è poco credibile, tanto quasi che la chiesa dovrebbe essere povera.

Lara 09.11.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Ottima analisi , ma c'è un ma.
Parliamo di cambiare cosa?
Diventare come i paesi scandinavi , come?
Parliamoci chiaro l'Italia è la nazione dei massoni e dei clericali e dei politici burocrati al loro sfratto servizio.
Lo stato è corrotto quando non è solo inefficiente.
Per essere vagamente in linea con i pesi scandinavi prima dovresti ELIMINARE i soldi al clero , peccato che le banche italiane ( quasi tutte) siano al loro servizio tra oboli , associazioni benefiche e fondazioni senza fine di lucro(?!).
Non vaneggio.
Leggete i libro di Fittipaldi " Avarizia" e vedrete che è tutto troppo connesso per essere smantellato modello Islanda, ( dove i banchieri che fanno buchi in bilancio vanno in galera e ridanno il maltolto, qui li Premiamo con il bail in sui " nostri" conti correnti, già dal 1 gennaio 2016, i NOSTRI SOLDI NON SONO PIÙ NOSTRI , NON LO DICE NESSUNO?! Non è mica una formalità mi pare il prelievo forzoso dai cc , senza nemmeno indicare uno straccio di % , ah si fino a 100 mola sono tuoi, ridete poco qui si parla anche dei conti delle aziende , stipendi inclusi adesso vi svegliate un minimo?),nel libro di Fittipaldi si menziona la Associazione Centesimus Annus composta per il 90% da Presidenti di Banche Popolari e da industriali ( Riva, Pesenti, Zonca Presidente Crredito Begamosco, Zanetti presidente popolare di Bergamo , Bazoli presidente Intesa, Melazzini Piero Presidente Popolare di Sondrio sponsorizzato da Betone per lo Ior etc) che elargiscono soldi al Papa per la " sua beneficienza personale, che strano , credevo ci fosse già l'obolo di San Pietro, ah ma evidente te 470 milioni erano un po' pochini " per i poveri"...
Volete essere come i paesi Scandinavi?
Ecco , come dire,ho come l'impressione che la Rivoluzione Francese oggi non sarebbe sufficiente.

Lara 09.11.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Ogni situazione va inquadrata nel suo contesto, e, per il contesto attuale e per i Paesi Mediterranei, il Finanzcapitalismo e' anni luce meglio di qualsiasi forma di socialismo. Si tratta solo di farlo funzionare senza posizioni dpminanti, con banche a dimensioni provinciali/regionali ed operativita' perfettamente separate tra banche commerciali e banche d'affari. Ed anche tutte le varie imprese devono essere limitate a posizioni non dominanti. Per quanto riguarda il concetto di uguaglianza, io non mi sento uguale e nessuno e sono strasicuro che anche Grillo e Casaleggio, se ci pensano bene, non si sentono uguali a nessun altro. L'uguaglianza deve esistere solo nelle possibilita' di vivere ed esprimersi e prosperare che ognuno deve ricevere dallo Stato...UNICO "DIRITTO"

tomi sonvene Commentatore certificato 09.11.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo svuotato il senso della vita
Siamo tutti collusi
Di che ci lamentiamo ?

C'è forse qualcuno che rinuncia ai beni materiali, almeno ai superflui
Chi rinuncia ad acquistare l'auto ultimo modello
O il televisore o sostituire il telefonino
O degustare l'ultimo prodotto pubblicizzato messo sullo scaffale del supermercato ?

Rosa Anna 09.11.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ESENZIONE IMU PER CASE DATE A FIGLI E GENITORI MA NON PER CASE SIGNORILI O DI LUSSO NE' PER VILLE E PALAZZI.
FISCO/CONTRIBUENTI: NULLATENENTI IN AFFITTO A PORTO CERVO.
FISCO/CONTRIBUENTI: 3 YACHT SU 4 INTESTATI A SOCIETA' DI COMODO O NULLATENENTI.

E' ora necessario più che mai che nelle dichiarazioni dei redditi torni ad essere obbligatorio indicare tutti i cespiti patrimoniali posseduti dal dichiaranteb a cominciare da automobili, barche, elicotteri, aerei, tenute boschive, maneggi di cavalli e cavalli, campi da golf ed ogni altro indicatore di ricchezza perchè le tasse sono progressive e quindi chi più possiede più deve pagare le tasse e sostenere le spese dello Stato.
Bisogna inoltre fare una vera forte lotta alla evasione ed alla frode fiscale e contributiva e l'idea migliore è quella di ripristinare la vecchia legge che diceva "MANETTE AGLI EVASORI"!!!
Così bisogna fare presto subito se vogliamo salvare l'Italia!!!
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 09.11.15 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Combattere l’ignoranza; quindi, TUTTI a scuola, obbligatoriamente e gratuitamente inclusi studi universitari.
Tutti al lavoro, quindi, anche i preti.
Assoluta parità di genere; nel mondo, la prima donna ad avere l’incarico di ministro, si chiamava Aleksandra Michajlovna Kollontai.
Capirete bene quali reazioni hanno a simili ideologie, tutti quelli che sfruttano i vari Credo, l’ignoranza diffusa, i bisogni dei popoli.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 09.11.15 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Paesi scandinavi sono esenti dal capitalismo ? No , ma i popoli di quelle regioni hanno capito che si può essere ricchi e al tempo stesso onesti e civili . La molla che spinge al miglioramento del proprio stato spesso da positività diventa negatività : la qualità è nella quantità ! Gli scandinavi in primis e molti altri popoli nordici , anche se in misura minore , lo hanno capito e si sono dati delle regole che permettono l'arricchimento ma non il furto sociale , il minimo per vivere è garantito a tutti , dopodichè chi vuol esser ricco sia ! Le altre società occidentali con in testa gli Stati Uniti spesso e volentieri se ne fregano , in varie misure ,dei poveri e dei bisognosi con il risultato di rendere più difficile la loro vita . Milioni di reietti non stanno tutti buoni e tranquilli a godersi la povertà ! L'organismo principe che dovrebbe educare moralmente i popoli occidentali è esattamente l'opposto di quello che dovrebbe essere : un covo di corruzione e perversioni sessuali galleggianti su un mare di denaro estorto alle masse ! Potenza dell'ignoranza ! Venendo a noi lo scenario è tra i peggiori : ignoranza diffusa come il credo nella chiesa , assenza di senso civico e avversione per parole come dovere , dignità e onestà fanno di noi italiani , ( con le ovvie eccezioni ) uno dei peggiori popoli cosiddetti civili .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 09.11.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Che bella analisi! Perfetta, non c'e' niente da aggiungere se non riflettere e trarne strategie politiche e mobilitazione popolare per almeno contrastare il mostro del finanzcapitalismo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.15 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Non conoscevo nè seguivo il professor Gallino e da quanto leggo mi sono perso qualcosa di buono; è la conferma che sono tanti gli intellettuali che vivono e producono contemporanei a noi, solo che vengono tenuti ben nascosti dai proprietari del mainstream.

Che la terra ti sia lieve, Professore.

W il M5S
GRAZIE BEPPE

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per riportare il denaro alla economia reale si può usare EkaBank (www.ekabank.org/it). È un sistema di credito indipendente dal sistema bancario (con il quale non ha e non vuole avere alcun rapporto) per dare denaro sulla fiducia, senza garanzie, senza interessi e senza spese, a chi ne ha bisogno per vivere e per lavorare.

Carlos Huerta Commentatore certificato 09.11.15 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori