Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il terrorismo nasce dai bombardamenti, di Massimo Fini

  • 136

New Twitter Gallery


intervento di Massimo Fini

"Saluto tutti gli amici del blog di Beppe Grillo! L'occidente ha fatto un errore capitale. È andato a intromettersi in una guerra in cui non c’entrava, quello tra sciiti e sunniti. Americani e francesi in particolare hanno bombardato gli uomini dell’Isis e quindi ci si poteva sicuramente aspettare - l’ho scritto anche parecchio tempo fa - che loro avrebbero portato la guerra in Europa, ovviamente nei modi in cui gli è possibile, e cioè con il terrorismo kamikaze. Dunque non è affatto una sorpresa. Noi da 15 anni facciamo una guerra al mondo musulmano, prima l’Afghanistan, poi l’Iraq, poi la Somalia per interposto Etiopia e poi la Libia. È chiaro che a un certo punto tu crei un fenomeno di musulmanesimo radicale come l’Isis.

Siamo in guerra da 15 anni ma non ci siamo accorti che eravamo in guerra, perché tanto eravamo solo noi a colpire, perché i bombardieri e le armi tecnologiche le abbiamo noi e qui non abbiamo mai avuto la percezione di essere in guerra. Adesso invece capiamo che la guerra può entrare anche in modo sistematico nel nostro mondo. Lo spaccio per l’Isis l’abbiamo creato proprio noi, prima abbattendo Saddam Hussein e poi aiutando i rivoltosi contro Bashar Al Assad, quindi creando lo spazio proprio fisico per il califfato.
Giustamente rabbrividiamo vedendo quello che succede a Parigi. Però noi facciamo esattamente la stessa cosa. Un comunicato del califfato dice: "voi ci bombardate, uccidete i nostri bambini, adesso bevete dalla stessa coppa". È una logica tremenda ma è una logica che riguarda entrambe le parti, perché quando tu spari un missile con un drone, forse uccidi un paio di guerriglieri ma uccidi magari anche altre 100 persone, e questo lo stiamo facendo da tempo.
Vendere armi è sempre stato un affare di chi ce le aveva, quindi del mondo occidentale sostanzialmente. E si può pensare alla guerra Iraq-Iran dove per 5 anni abbiamo dato armi all’uno e all’altro perché si ammazzassero meglio e poi abbiamo deciso che l’Iran non doveva vincere. E allora abbiamo dato le armi solo a Saddam Hussein. Questo è il business occidentale. È il cinismo occidentale.
L’Europa sa che l’Arabia Saudita finanzia l’Isis ma non prende provvedimenti come non li prendono gli Stati Uniti perché l’Arabia Saudita è un nostro alleato. In Arabia Saudita ci sono le basi americane, in Arabia Saudita c’è la sharia ma nessuno si è mai sognato di contestare questo sistema, mentre con a talebani e afgani gli stiamo facendo la guerra da 14 anni.
La forza dell’Isis sta nella nostra debolezza, da una parte ci sono uomini che vanno a morire come se fumassero una sigaretta e dall’altra c’è un Occidente che non ha più valori.
Il terrorismo che abbiamo visto a Parigi non viene dai migranti, viene da gente che vive qui, che magari è andata in Siria, in Iraq a addestrarsi ma sono cittadini belgi o francesi a tutti gli effetti. Credo che invece se si vuole fare la guerra all’Isis sul serio bisognerebbe mandare le truppe nel califfato invece di far fare il lavoro duro ai curdi e agli iraniani. Non è una questione di ridurre i diritti civili a zero per combattere il fenomeno Isis. Basterebbe fare una guerra reale all’Isis e forse lo si eliminerebbe, anche se l’Isis è un fenomeno complesso, lo vedo più come un’epidemia ideologica. Infatti si espande, è partito da lì ma si espande in Egitto, in Libia, in Bangladesh e ha una forte attrazione proprio perché questi hanno valori fortissimi, per sbagliati che siano, in confronto a mondi come il nostro che non ha più valori, ha delle formule, delle regole.
Purché si rispetti la legge è lecito a chiunque mantenere la propria cultura. Uno si può integrare o non integrare. Comunque più bombardiamo quei mondi, più loro porteranno la guerra da noi. Passate parola!" Massimo Fini

cale_ereti_banner.jpg

19 Nov 2015, 09:12 | Scrivi | Commenti (136) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 136


Tags: bombe, Francia, Jihad, Massimo Fini, Russia, Siria, terrorismo, USA

Commenti

 

Le patron de Daech Boko Haram Bachar assed Donald Trump la franc maçonnerie et l'ennemi n°1 des prophètes et de l'islam satan est mort c'est la fin du monde aux non musulmans de se convertir a l'islam immédiatement pour éviter la panique et l'enfer l'augmentation des séismes signe de la fin du monde dans le livre d'ALLAH le Coran Sourate Al-Fajr (l'aube) le début et la fin de l'univers.

mehdi mountather 11.12.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Allearsi con la Russia di Putin, uscire dalla nato , e mandar via dal nostro paese,tutte le loro basi e tutti gli sporchi politici del governo!.Uscire dall euro e dall europa delle banche, Riprenderci la moneta identità e dignità nazionale.
Forse é troppo?

Giuseppe Alfano 03.12.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Erdogan : 17 secondi per cambiare la storia d'Europa. Da tempo gli aerei sovietici sconfinavano sul territorio Turco. Tanto per consumare meno carburante, tanto per fare prima a tornare a casa, tanto per ridurre il rischio d'essere colpiti dall'ISIS. Tutti lo hanno sempre saputo.. Un sorvolo in linea retta di ben pochi chilometri di una piccola appendice di territorio turco in Siria. Erdogan incluso che già il mese scorso aveva fatto la sue rimostranze a Putin. Poi, dieci giorni fa, i Turchi abbattano un drone russo.. Un drone guardone e spione che magari andava a curiosare le basi USA della NATO che Obama, negoziando con Erdogan la scorsa estate, ora puo' utilizzare per combattere l'ISIS. E' ovvio che Erdogan non é affatto contento che le sue notorie attività illegali di antica data, quelle con l'IRAN, ora vadano a terminare assieme all'embargo. Dopotutto il pedaggio turco era valutato pari al 10% del volume di affari degli scambi illegali: un bell'introito per banche e mafiosi turchi. Con una "grande coalizione" ecco che ora la sua tecnica banditesca di far ammazzare i kurdi anche dall'ISIS non regge più. Non solo. Con una Siria totalmente Putinizzata ecco che i Kurdi potranno avere la loro ricompensa: territori , indipendenza, libertà. Tutti fattori insostenibili per Erdogan. E' ovvio che l'arrivo delle truppe di terra russe, dei carri armati, e dell'incrociatore oggi in navigazione, vada a fermare le notorie manfrine di Erdogan il furbacchione che gli affari non disdegna mai di farli con tutti, sia con gli amici che con i nemici. Ma una "grande coalizione" per Erdogan é pure l'inizio della fine di un sogno di egemonia in Siria. Ed ecco l'imboscata fra le nuvole.. E' ovvio che il SU-24 se ne stava tornando a casa sua per la via più breve, e che non stava minimamente attaccando la Turchia. E che non stava affatto attaccando la Turchia lo sanno tutti, da Obama per primo, alla stessa Nato che.... ed il resto su topbtw.com

giorgio comerio 25.11.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento

da Piacenza.
http://www.meetup.com/m5s-piacenza/pages/LA_GUERRA_E_I_COLORI_DI_PALAZZO_FARNESE/?_locale=it

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 22.11.15 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Più ancora dell'Isis mi spaventano certi opinionisti come Massimo Fini. Se questi sono i maitres à penser, di cui "gode" (si fa per dire) l'Occidente siamo proprio rovinati. Vatti a far l'elenco delle stragi terroristiche di matrice islamista susseguitesi senza soluzione di continuità da 50 anni ad oggi. Rinfrescati la memoria e il cervello con quell'elenco lunghissimo. Altro che "soltanto adesso capiamo". Vedrai che abbiamo avuto numerosi e seri motivi per accorgerci della guerra che il fondamentalismo islamista ci ha dichiarato da oltre 50 anni. Quando dici che "la forza dell’Isis sta nella nostra debolezza", e che "da una parte ci sono uomini (uomini?) che vanno a morire come se fumassero una sigaretta e dall’altra c’è un Occidente che non ha più valori", ti prego, non parlare al plurale parla per te: chè non tutti sono dei rammolliti. A tuo avviso "basterebbe fare una guerra reale all’Isis e forse lo si eliminerebbe, anche se (aggiungi) che " l’Isis è un fenomeno complesso, un’epidemia ideologica. Ma la tua premessa (v.inizio del commento) è in contraddizione con la conclusione.
In merito al terrorismo penso che se ti capita avere serpenti a sonagli in casa non puoi stare a sottilizzare se anche loro abbiano delle ragioni. Devi ucciderli e basta.

Gioachino d'Agostini 20.11.15 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema e' che questa tutta questa rabbia, non viene indirizzata in maniera coerente contro chi il problema lo crea ma solo verso la categoria contrapposta generica (democrazia o religione) e alla fine colpisce su entrambi i fronti gente innocente senza stroncare l'origine
ed il fenomeno si allarga. (Nessun responsabile paga mai veramente, come per la guerra in Iraq, se la sono cavata con "scusate e' stato un errore
di valutazione"...)
E' di fatto lo stesso schema che e' cominciato tra Israeliani e Palestinesi, e si sta lentamente espandendo a tutto il pianeta, ognuna delle parti cerca supporto da sempre piu' nazioni. A me non va di farmi ammazzare per il litigio di questi signori.
Gia' di per se' ognuna di queste categorie tende a voler prendere il predominio, se poi si affrontano in una faida, l'escalation e' inevitabile, il limite massimo si ottiene quando uno per disperazione si ammazza portando con lui quante piu' persone possibile, il massimo del concetto distruttivo.
Di "positivo" posso dire che come numeri ancora il fenomeno non e' "fuori scala", seppur impressionante per modalita' a Parigi sono morte 130 persone ad opera di una ventina di criminali, il tutto su 300 MILIONI di europei (rimangono sempre molto piu' preoccupanti gli incidenti stradali). In Siria la situazione e' molto piu' asimmetrica, molti piu' morti, ma "generici" con i missili, Assad l'ha detto che quello che e' successo a Parigi succede da loro da almeno 5 anni tutti i giorni...
Il problema non e' banale, ma secondo me richiede un complesso approccio di negoziazione, ma prima entrambi gli schieramenti devono mettere da parte
"i furbi". Ognuno cosa vuole? C'e' un punto di incontro? Sono minimizzati i danni alle persone?
Insomma stiamo imboccando la strada sbagliata, forse e' meglio cambiare prima di arrivare al punto di non ritorno in cui ci saranno solo 2 schieramenti globali ed uno scontro fra civilta'.


Saluti,
Stefano

Stefano 20.11.15 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono abbastanza d'accordo con quest'analisi.
Possiamo avere abitudini diverse ma i sentimenti delle persone sono sempre gli stessi. Penso che ognuno di noi, se dopo un bombardamento perdesse tutta la propria famiglia, senza aver fatto nulla di male, dedicherebbe il resto della propria vita a costo di perderla per sfogare la propria rabbia
e trovare vendetta. Quando poi le persone si trovano insieme in situazioni simili e' inevitabile che proviano a coalizzarsi e trovare uno schema unico che li riunisca, come la "religione" in un caso o la "democrazia" nell'altro.
Tutta questa "energia" e' una molla pronta a scattare e piu' si continua ad ammazzare gente innocente e piu' l'energia distruttiva potenziale aumenta. Ad esempio anche la distruzione
dell'ospedale di medici senza frontiere da parte di mano americana ci e' abbastanza vicina e ci fa rabbia anche se non abbiamo subito perdite dirette di parenti.
Allo stesso modo le perdite subite a Parigi hanno generato ovviamente ulteriore odio, lo stesso tipo ma "contrario". Non era difficile prevedre
che sarebbe accaduto, penso che moriranno ancora altre persone e l'odio si inasprira', non e' il mio augurio, ma una semplice previsione come 2+2=4.
La Francia ha spesso agito per conto suo, senza neanche consultare gli alleati, quando eravamo in difficolta' con la gestione degli immigrati che hanno generato con le loro operazioni militari, con cui avevamo anche importanti accordi commerciali che hanno spazzato via, ci ha gentilmente invitato a risolvercelo da soli,
e adesso ci chiede aiuto? Che dovremmo rispondere loro? Ad esempio adesso in Libia ci sono piu' di 150 tribu' imbufalite e meta' in mano all'isis,
chi ci va a parlare e con con chi si deve parlare? Chi si deve aiutare? E' un casino.
...
...SEGUE...

Stefano 20.11.15 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Il pensiero di Fini e' condivisibile...ma che l'occidente non abbia valori non e' assolutamente vero.!!
Egr. Dott. Fini le ricordo cortesemente, pacatamente, serenamente e Veltronianamente di fare una distinzione tra cittadini e politici.
Lei allude sicuramente ai politici che invece di VALORI ne hanno e come!!
Gliene elenco alcuni::
Rubare in tutti i modi possibili e immaginabili, pensare alla poltrona e cercare di crearsi una piccola "zona franca" di interessi propri , economici e di consenso,che nulla hanno a che vedere con gli interessi del cittadino in rappresentanza del quale sono stati eletti.
Questi valori sono sbagliati e causa del male che viviamo sulla nostra pelle ogni sacrosanto giorno.
I valori i cittadini li hanno, eccome, ma sono sistematicamente disattesi e traditi da chi invece dovrebbe rappresentarli e fare i loro interessi .
Il suo pensiero e' giusto ma incompleto e io ho voluto ricordarglielo.
Naturalmente vanno esclusi i politici del Movimento 5 stelle, unica speranza di cambiamento.

MARINO F., bergamo Commentatore certificato 20.11.15 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo articolo, ma che l'acqua può essere riscaldata lo sapevamo già...

Guido G., pescara Commentatore certificato 20.11.15 10:08| 
 |
Rispondi al commento

E invece la questione è proprio quella di "ridurre i diritti civili a zero per"... difendere i nostri valori, perché noi li abbiamo i valori, quelli materiali.

undefined 20.11.15 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale guerra all'IsiS... Bisognerebbe fare la rivoluzione nei paesi occidentali che vendono le armi e armano terroristi come l'Isis che poi è' una creatura voluta dagli USA e finanziata dagli emiri e sceicchi arabi

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 20.11.15 07:29| 
 |
Rispondi al commento

E' verissimo. Ma è una verità che va tacciuta. Disturba i faccendieri cinici e senza valori che purtroppo reggono le fila dell'economia e quindi della politica occidentali.

Bruno L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.15 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con il post

Davide Red, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Terzomondismo da bar .

Ovviamente facendo il giornalista e scrittore deve scrivere sempre qualcosa su qualcosa altrimenti non mangia .

Il terrorismo PRECEDE le bombe e la reazione occidentale.

1972 Monaco: non dice nulla ?

Troppa pazienza allora (Errore di Carter che costrinse Israele agli accordi di Camp David ) con i "palestinesi" (cioe' cittadini Egiziani rimasti all'interno di un territorio perduto per una guerra persa ) .

Allora credevo anch'io in una possibilita' di pace .

Il musulmano interpreta la buona volonta' come debolezza .

Avremmo dovuto (allora) usare con i Palestinesi lo stesso metodo che uso' Tito per gli Istriani.
O cacciati o infoibati .
Oggi non avremmo un problema palestinese .

Inoltre non si capisce perche' il problema palestinese sia un problema mondiale.
Erano poco piu' di 450.000 persone (allora) e potevano tranquillamente essere delocalizzate.

Erano cittadini egiziani e dovrebbero tornare ad esserlo .

Ogni scarrafone e' bello a mamma sua , ma mamma deve provvedere alla paghetta.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 19.11.15 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Massimo Fini ha scoperto l'acqua calda.

Gian D., Milano Commentatore certificato 19.11.15 21:40| 
 |
Rispondi al commento

aggiungo che finora non ho visto alcun sforzo culturale per spiegare a questi giovani kamikaze che la loro azione non serve a nulla e che sono solo carne da macello
il terrorismo si combatte anche con la cultura e con
la rete web

Mario t., milano Commentatore certificato 19.11.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento

il modo di agire mediatico dell'isis mi ricorda (essendo io un cinquatenne) il modus operandi dei NAP ( nuclei armati proletari ) che teorizzavano e praticavano la lotta armata anche con atti di sangue , rapine ecc. e che mettevano la loro etichetta su tutto quello che veniva di sovversivo dal "proletariato" , in questo modo istigando anche piccoli gruppi ad agire violentemente ed ad entrare nella cronaca , ed in quello che in modo "messianico" si chiamava movimento rivoluzionario...
sono le ideologie salvifiche e l'attesa messianica che producono il terrorismo

Mario t., milano Commentatore certificato 19.11.15 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so chi sia Massimo Fini, non lo conosco e, sinceramente, da queste esternazioni me ne guardo bene dal farlo.
Tutto ciò che ho da dire è che evidentemente, quest'uomo ha delle idee confuse.
Sono i bombardamenti che nascono dal terrorismo, non il contrario.

Roberto Benedetti 19.11.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La forza dell'ISIS sta nella nostra corruzione.
Vendiamo armi alla Turchia che le gira all'ISIS da cui riceve petrolio a buon mercato; quella Turchia che entra nel conflitto per bombardare i curdi, gli unici che combattono sul terreno il Califfato.
I nostri governi sono troppo corrotti per non soccombere. Solo che a soccombere sono i popoli, siamo noi, la gente comune di cui si vogliono liberare perché costa ed è inutile per i loro loschi affari.

M. Mazzini 19.11.15 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Ah si', e' colpa dei bombardamenti occidentali? Ce la siamo, diciamocelo chiaro e tondo senza mezze parole, voluta (e meritata)? Se le cose stanno cosi': e gli Yazidi, che non possiedono nemmeno un temperino spuntato, figuriamoci gli aerei, come hanno fatto ad attirarsi le amorevoli attenzioni dell'Isis, che li ha sterminati piu' che ha potuto? Sarebbe cosi' gentile, il fine pensatore, di spiegarmi attraverso quali atti, salvo il solo fatto di esistere e di essere diversi, gli Yazidi se la sono a loro volta meritata? Rimango in trepida attesa.

Franesco P. 19.11.15 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dichiara Papa Francesco, oggi 19 novembre: “maledetti coloro che operano per la guerra e per le armi”. Parole sante, però ci vorrebbe qualche piccola precisazione: tra coloro che operano per la guerra e per le armi non vi sono solo servizi segreti, banche d’affari nei paradisi fiscali, Pentagono, imprenditori che considerano le armi una merce come le altre, ma anche milioni di operai senza i quali nessuna arma circolerebbe.
Convincere i produttori di armi e i guerrafondai al potere mi sembra dura, ma, oltre alle parole di maledizione, che potrebbero risultare dolorose per i tanti cristiani che lavorano per costruire ordigni di guerra, senza sortire effetti concreti, il Papa dovrebbe far seguire una campagna di obiezione di coscienza per tutti i cristiani addetti alla costruzione di questi ordigni.
La campagna di obiezione di coscienza è stata portata avanti, con successo dal punto di vista della Chiesa, tra il personale sanitario per contrastare l’aborto. e non c’è paragone tra l’aborto e la guerra come nemici della vita.

Ricordo solo che, anni fa, in una zona con il 100% di cristiani, nel bresciano, la Valsella Meccanotecnica costruiva le odiose e letali mine antiuomo che vendeva a milioni nei territori di guerra in tutto il mondo, senza che ci fosse mai stata alcuna iniziativa da parte delle gerarchie vaticane per far finire quello schifo. Solo l’intervento dell’ONU e di alcuni sindacati, dopo anni e anni, fece chiudere quelle attività criminali.

Carissimo Papa Francesco, la tua “maledizione” è una bellissima novità, ma se fossi al tuo posto scomunicherei senza appello, né perdono, tutti coloro che lucrano e operano per la guerra, aggiungendovi la campagna per l’obiezione di coscienza degli addetti alla produzione di ordigni.
Non si può tenere insieme etica cristiana e collaborazione a qualunque livello con i guerrafondai, non deve essere consentita la fuga dalle proprie responsabilità di coloro che pensano che basta pentirsi prima di morire

maria t., olbia Commentatore certificato 19.11.15 17:17| 
 |
Rispondi al commento

il tutto è solo 1 grandissima presa per il c....

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Non e' vero che non abbiamo piu' valori, almeno in Europa che e' una realta' duversa da quella anericana. Solo che i nostri valori sono civili, non piu' religiosi per fortuna. Sono i valori della liberta' individuale, della solidarieta' sociale, del libero arbitrio, tutti quelli che secoli di elaborazione filosofica e di lotte libertarie ci hanno tramandato o meglio che ci siamo conquistati e ai quali nessuno di noi intende rinunciare nemmeno in omaggio a un Dio astratto. Lo ha capito anche papa Francesci che infatti viene lui verso di noi, non pretende una obbedienza assoluta e irrazionale a precetti codificati ma non decisi da nessuna istanza umana. Che il cosiddetto Occidente abbia commesso tragici errori o meglio delitti contro l'umanita' cominciano a riconoscerlo i loro stessi autori. Ben tre presidenti americani hanno massacrato per decenni il Medio oriente in omaggio a una politica di potenza e di supremazia mondiale. Cosi' da questi tragici errori e' rinato il mostro dell'integralismo musulmano. E' rinato perche' l'ISIS ha ripreso la politica di espansione violenta che fu iniziata gia' nel VI secolo dallo stesso Maometto e che porto' alla conquista di un territorio vastissimo fin dentro l'Europa, ai confini della Francia. E' questo il vero pericolo del Califfato ed e' per questo che va fermato e distrutto in tempo. Tutto il resto, che ci fa sicuramente paura, e' solo cronaca di violenza irrazionale a cui non dobbiamo dare piu' importanza di quella che ha. Non abbiamo molto tempo, tra un anno Obama finira' il suo mandato e chiunque verra' dopo di lui non potra' che essere peggio, forse molto peggio.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.11.15 17:01| 
 |
Rispondi al commento

il grande MASSIMO mi faceva comprare persino il tempo giornale che odio più dei pdioti

maurizio b., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Se oggi si viaggiasse tutti con macchine elettriche o alimentate con fonti alternative, il petrolio costerebbe 1 euro al barile. Ma gli Emirati Arabi lo vogliono sfruttare fino all'ultima goccia in loro favore, se ne fottono dello sviluppo degli altri stati.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.11.15 16:56| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=s_c-FrPFVNY

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Affrontare i crimini americani non vuol dire negare i crimini di altri paesi, quelli russi, quelli francesi, quelli turchi, quelli boeri, quelli cinesi. (e ora quelli del Califfato). Gli USA non hanno il monopolio del male, ma solo l'America pretende oggi di fare lo sceriffo del mondo e ci impone la favola della 'nazione pacifica' che esporta democrazia. Chi si beve ancora questo mostra un
notevole stato confusionale. Notiamo che non è con questi crimini orrendi che maggioranza e opposizione dovrebbero andare a braccetto né le persone oneste e civili. La civiltà è ben altra cosa. Che si estradino osservatori, si puniscano o uccidano giornalisti (un centinaio di loro è stato ucciso proprio dalle forze americane), si secretino i fatti, si imponga il silenzio blindando le notizie, si pretenda di far credere solo a verità precostruite.. mi sembra la miglior prova che la verità scotta e non la si vuol mostrare perché è ignobile.
Gli USA, più che uno stato che esegue gli ordini di Dio (Bush diceva che era la voce di Dio a ordinargli la guerra e faceva fare veglie di preghiera), sembrerebbe piuttosto una nazione maledetta, un governo che ha sempre costituito la più grande minaccia di instabilità, insicurezza e guerra, per il mondo, il governo che ora sta perpetrando i peggiori crimini dell'umanità, mentre i responsabili vengono assolti e i crimini negati.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scriveva il pensatore tedesco Günther Anders al figlio di Adolf Eichmann:

"L'inadeguatezza del nostro sentire non è un semplice difetto tra tanti, ma la peggiore delle peggiori cose che sono già accadute… a incepparsi non sono solo i sentimenti dell'orrore… bensì anche il sentimento della responsabilità. E questo significa che il nostro meccanismo di inibizione si arresta del tutto non appena si sia superata una certa grandezza massima. (Piangiamo la morte di un cane, ma la morte di migliaia di vittime innocenti non ci sembra reale).
E poiché vige questa regola infernale ora il 'mostruoso' deve avere di nuovo via libera?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ranucci, disse: "Il mondo musulmano sa cosa è successo a Falluja. Siamo noi a non sapere. La notizia del fosforo bianco era già uscita anche su Al Jazeera. I Pentagono il 9 dicembre 2004 ha smentito le voci del fosforo con una nota in cui diceva di aver utilizzato il fosforo solo come traccianti…Non è vero. Ci sono gli estremi di un crimine di guerra, Bush nel novembre 2004 per bombardare Falluja aspettò l'esito delle elezioni presidenziali."
(Ma ci rendiamo conto?! Per festeggiare la rielezione di Bush si fecero questi fuochi di artificio!? E i cadaveri scarnificati sono i resti della festa!? La distruzione di Falluja fu la torta per festeggiare la vittoria elettorale! E donne e uomini e bambini furono le candeline!? Riuscite a immaginare un cinismo più sfrenato? E c'è anche chi li difende? Siamo sbigottiti dalla malafede, dalla malvagità, dalla mancanza di umanità, dalla bestialità di questa guerra. E tutti dovrebbe ricominciare di nuovo? Dov'e' la Chiesa in questa tragica circostanza? Il suo silenzio pesa come un macigno. Un macigno che potrebbe distruggerla.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Isis dovrebbe alzare il tiro e non uccidere persone che praticamente non hanno colpe.

I musulmani moderati dovrebbero aiutare a stanare gli estremisti visto che poi si ritrovano tutti assieme alla mecca. Sarebbe anche un modo per integrarsi.

Sempre che esistano musulmani moderati che cercano integrazione.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Giuliana Sgrena:“L’uso del napalm e del fosforo bianco nella guerra in Iraq era già noto
Dei cadaveri carbonizzati ritrovati dopo la battaglia dell’aeroporto(aprile 2003)mi avevano raccontato gli abitanti di Falluja prima di diventare profughi.Dei volti scarnificati dal fosforo bianco mi avrebbero detto poi i soldati americani.Questo orrore l’inchiesta di Rainews24 te lo sbatte in faccia.Volti irriconoscibili e bruciati di donne e bambini inerti nei loro abiti intatti(il fosforo bianco consuma solo le cellule che contengono acqua),parte di quella uccisione di massa riconosciuta persino dagli autori materiali del massacro,i soldati.Ma non dai mandanti.L’inchiesta di Ranuzzi squarciò il velo di omertà e spinse a interrogarsi su chi questa guerra l’ha sostenuta o ancora la sostiene con la presenza delle nostre truppe in Iraq.Bush non solo ha scatenato una guerra contro Saddam accusandolo di possedere armi di distruzioni di massa inesistenti,ma ha permesso che il suo esercito usasse contro gli iracheni micidiali armi bandite dal mondo civile,come Saddam,che quando ha gasato i kurdi era un fedele alleato degli americani.Il Pentagono ha ammesso l’uso del Napalm anche se sotto forma di Mk77 e il ministro della difesa inglese si è giustificato sostenendo che ne ignorava l'uso.E cosa fa la comunità internazionale?Tace?Ma non si può tacere di fronte a un simile orrore, senza diventare complici.E complici lo siamo restando in MO con le nostre truppe

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2004 Gennaro Carotenuto scriveva:
“Ci sono notizie che possono circolare e notizie che non debbono circolare ed il controllo sul sistema mediatico mondiale è indispensabile in questo.C’è una parte di opinione pubblica occidentale e mondiale… che considera la tortura indispensabile e perdonabile,almeno in casi estremi.Del resto il parlamento italiano ha votato un emendamento della Lega che considerava tortura solo la reiterazione del supplizio… Qualunque voce indipendente esca dall’Iraq denuncia lo stupro sistematico delle donne irachene da parte dei marines… Lo stupro è caratteristico di tutte le guerre,ma mal si adatta all’immagine dei “buoni liberatori esportatori di democrazia”
In Germania furono documentati almeno 5 milioni di stupri,tanto da parte dei sovietici come degli alleati,senza distinzioni
Falluja è la Guernica del XXI secolo.Gli Stati Uniti non ammetteranno mai di avere usato Fosforo e Napalm contro i civili a Falluja
E più in là c’è il tabù finale dell’atomica, evocato in dosi "moderate" ma significative da Donald Rumsfeld "ogni volta che è necessario".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:35| 
 |
Rispondi al commento

ot?

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/11/19/betlemme-militari-israeliani-arrestano-bambino-palestinese/441268/

pabblo 19.11.15 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Nella guerra in Medio Oriente tutto è spaventoso, sono passati da menzogna a menzogna, da infamia a infamia. Hanno violato tutte le leggi internazionali, tutte le regole civili. Sono stati smascherati! A cosa ancora i loro difensori si vogliono attaccare? Non hanno più nulla di difendibile. Tutto crolla nell'inferno. Volete difendere l'inferno?

A Detroit (Michigan-USA) assegnarono a Saddam Hussein le chiavi della città e la cittadinanza onoraria. Fiorivano i documentari americani inneggianti al democraticissimo Saddham. L'operazione Anfal che portò al genocidio dei curdi avvenne tra il febbraio e l'agosto del 1988 e, mentre ciò succedeva, Saddam era coccolato e riverito dagli americani, e dagli europei, e riceveva forniture di armi un po' da tutti. Dove stavano tutti quelli che giustificano una guerra con la necessità di abbattere un dittatore? E ancora un dittatore è tale sempre o da un certo periodo in poi? Cos’era prima del 2003 Saddam? Un dittatore sanguinario o un caro amico degli Stati uniti E Bin Laden? Era un terrorista o il membro rispettabile di una famiglia molto ricca e stimata in Usa con frequentazioni presidenziali e rapporti con tutte le banche occidentali? Quanti armi aveva venduto Bush a Bin Laden prima di accorgerci che era il nemico n° 1? E come mai quando fu messo il blocco aereo dopo le due Torri, si permise all’intera famiglia bin Laden di mettersi in salvo con aerei di Stato?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Forse dovremmo ricordare anche tutte le manovre che la CIA ha messo in essere per uccidere capi di stato, coartare elezioni, destabilizzare paesi, manovrare governi, premere organismi mondiali.. oltre naturalmente ad attentati, violazioni del diritto nazionale o internazionale, diffusione di epidemie, distruzione del clima, minacce politiche e economiche, embarghi, proliferazione atomica, uso di armi proibite, torture, basi nucleari, protezionismi interni per far crollare le esportazioni del terzo mondo, imposizione di OGM, inquinamenti climatici planetari, manovre finanziarie di distruzione di stati...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Quando Bush annunciò l’attacco degli Stati Uniti contro l'Afghanistan nell’ottobre del 2002, dichiarò: “Siamo una nazione pacifica”. Poi, qualche giorno dopo al quartiere generale dell’Fbi, aggiunse: “Questa e’ la nostra vocazione”…! Questa nazione “pacifica” che “esporta democrazia” ha esordito massacrando 18 milioni di nativi
Ha fatto guerra contro:
la Cina nel 1945-46, 1950-53
la Corea nel 1950-53
il Guatemala nel 1954, e per 40 anni ha ammazzato centinaia di migliaia di persone
in Indonesia (1958)
a Cuba (1959-60)
nella Repubblica democratica del Congo (1964)
in Perù (1965)
nel Laos (1964-73)
nel Vietnam (1961-73)
in Cambogia (1969-70)
in Libia (1986)
nel Salvador (anni 80)
in Nicaragua (anni ’80)
a Panama nel 1989)
in Iraq dal 1991 per 12 anni con crudeli sanzioni commerciali
in Sudan nel 1998
in Yugoslavia nel 1999.
Ora possiamo aggiungere alla lista:
dal 2002 l'Afghanistan
dal 2003 l’Iraq.
(e si pensa di attaccare Iran e Siria).
Tutte guerre sante ordinate da Dio?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

18-11-2004 Si decretarono i filmati di Falluja, si secretò il falso dossier del SISMI sull’uranio nigeriano che mostra un B. complice delle menzogne di questa guerra; si secreto’ la battaglia dei ponti, dove i nostri soldati massacrarono civili e uccisero anche una partoriente dentro un’ambulanza, si fece silenzio sul vero carattere della missione ‘umanitaria’, in cui supportammo le feroci stragi USA e i nostri elicotteri facilitarono l’avanzata delle truppe distruttive, gli italiani consegnarono civili inermi ai torturatori di Abu Graib e tacquero sugli orrori visti. Oggi nessuno chiede inchieste su Falluja, DS, Margherita e Prodi continuarono nella menzogna del “manteniamo l’ordine” e nell’ipocrisia del “ritiro graduale”.
Bush passerà alla storia come uno dei più feroci criminali di tutti i tempi, ma il governo italiano e parte dell’opposizione figureranno come i suoi docili fiancheggiatori.

Quello che veramente spaventa non è nemmeno questo ma che continuino ad esserci persone che, anche di fronte alle prove di tanti orrori, negano la verità per difendere delle posizioni prestabilite, per difendere irragionevolmente l’America, per non riuscire a dire: “Mi sono sbagliato”. Non dobbiamo respingere la verità ma vergognarci del nostro errore. Oppure Falluja morirà due volte.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Novembre 2004:la battaglia di Falluja è la battaglia più imponente, sanguinosa e misteriosa di questa guerra:10 giorni di assedio e distruzione di una città di 350.000 abitanti per «rompere la spina dorsale» del terrorismo.Gli USA imposero il più assoluto silenzio e ancor oggi il Pentagono nega il suo crimine L'operazione al-Fajri rase al suolo 36.000 case e uccise 5000 persone.Dopo,una squadra di medici volontari poté entrare a "ripulire" la città delle migliaia di vittime civili che nessuno ha mai contato.Si aspettavano di trovare una carneficina,visti i bombardamenti fittissimi per 10 giorni,col divieto di acqua,cibo e soccorsi, ma quello che i medici trovarono superava tutti gli orrori:di cos’era morta tutta quella gente? I ripulitori fecero dei filmati che cominciarono a girare il mondo,rompendo la pesante censura che Bush e i suoi alleati avevano imposo.In seguito pochi parlamentari videro quei film,ma la stampa tacque e il parlamento idem.I film sono del 18-11-2004.Uso di armi chimiche vietate da tutte le convenzioni.Alle immagini sconvolgenti si aggiunga il cadavere dell’imam perforato orrendamente dai buchi del trapano,strumento molto usato degli americani,l’imam prelevato dalla CIA in Italia e scomparso senza reazione governativa e gli 80 imam prelevati dalle moschee di cui non si hanno tracce.Noi non lo sappiamo, l’intero mondo musulmano sì
La ferocia mostrata è senza limite!Questi non sono umani,sono belve!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici del mv5s massimo. Fini a ragione è da ragione al mv5s è Alessandro Di battista è per questo dobbiamo cercare di estirpare Giorgio napoletano è tutta la. Melma è marcio nel sistema Europea Americano questa vecchia politica sono i Signori della guerra, noi abbiamo fatto un referendum via dall'euro, non basta più io dico drasticamente via dalle Europa del nazismo di Angela Merkel, del burattino presidente Holland, Giorgio napoletano, Sergio Mattarello è tutta la melma badate bene come dice massimo fini siamo già in guerra questi politici criminali anno la Scorta, noi no come lo erano i francesi cittadini via questa politica da guerra fondiaria se volete ché questo pianeta 🌍 si salva disse Dio aiutati ché Dio ti Aiuta!!! A pensare ché tutti gli. Presidenti Americano anno il coraggio di dire Dio benedica l'america si da Dio Diavolo 😈
Ciao amici franco WMV5S

franco iannucciello 19.11.15 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve amici del 5 Stelle un buongiorno a tutti e voi ed una buona giornata.

Forza Beppe e tutto il M5S quando leggo il blog in ogni ora della giornata mi si risolleva il morale di dosso l'unica pagina in rete dove la verità viene scritta senza censure o rimozioni.

Grazie di esistere

Grande Beppe ti stimo siete troppo mitici

Matteo Quarti 19.11.15 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Fini in sintesi analizza i motivi per cui l'ISIS è nata,si rafforza e fa proseliti , ci chiarisce quali sono le gravi complicità degli Stati ( non dei popoli) Occidentali che fanno affari con i terroristi vendendogli armi e comprando petrolio , le vergognose aggressioni e guerre di rapina le alleanze e i commerci con finanziatori come l'Arabia Saudita. Ci sottolinea anche come gli occidentali (questa volta i popoli) siano ormai con tanta tecnologia, tanto denaro,ma senza valori,e al fanatismo islamico sappiano contrapporre solo bombardamenti,droni e mercenari,tutte cose inefficaci quando non controproducenti. Ma Fini ci indica anche la strada da percorrere per difenderci, cioè aiutare e finanziare chi ha come e più di noi ha motivi per difendersi, ma con più valori e quindi con più determinazione, cioè Curdi , Iran e Siria . Ovviamente occorre difendersi anche da nemici interni ,cosa che per il momento è un grave problema per la Francia, ma per noi in misura molto ridotta. In definitiva ,personalmente sottoscrivo in toto l'articolo di Fini anche se non è certo esaustivo nè definitivo, e non vedo come possa essere ragionevolmente contestato da chi non sia un fanatico leghista che vede la soluzione di tutti i problemi nell'espulsione degli stranieri.

Armando Giampieri, Canale Monterano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.11.15 15:37| 
 |
Rispondi al commento

On.Ragazzi del m5s,dite a mr bean di non scherzare con l'orso Russo, e molto pericoloso.
La situazione sul campo al momento é questa:http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/guerra-elettronica-la-super-parabola-russa-che-acceca-gli-aerei-spia-4acd2af9-63d2-4513-aa5b-9865ed2d21a8.html
Significa che dobbiamo chiedere noi il permesso in Siria,come stanno facendo gli Inglesi:http://it.sputniknews.com/politica/20151118/1567871/Zakharova-Londra-ONU-Terrorismo-Siria.html.
Sembra che il cosiddetto nuovo ordine stia subendo uno scossone, bisogna stare attenti ai colpi di coda, adotteranno tutte le strategie, e quella della tensione é fra queste, la storia insegna.
In questo momento, l'unico puntello ad una deriva della nostra società verso l'autoritarismo di una massoneria criminale,che vuole affamare le società,distruggere l'ambiente, sottomettere le Persone,ed imporre regimi dittatoriali, l'unico puntello secondo il mio modesto perere rimane questa Russia.
Ho appena riascoltato il discorso di Putin all'ONU, dovremmo solo ascoltarlo.
Vi ricordate i flash-mob, facciamone uno cosi, tutti insieme, di tette le razze, e religioni:http://www.mondopalermo.it/il-musulmano-bendato-a-parigi-abbracciatemi-se-vi-fidate-di-me-ecco-come-hanno-reagito-i-parigini/
uniamoci tutti insieme, per la libertà.

Giovanni Allegra 19.11.15 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Una volta a Stoccolma ho conosciuto un taxista nato e cresciuto in Iraq. Mi ha detto che / confermato che l'unico motivo per cui hanno fatto la guerra era per il petrolio. Elimina la dipendenza da questa fonte di energia e hai eliminato le guerre per il potere derivante dal suo controllo

sergio sebastiani, pistoia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 19.11.15 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

peccato essere messi sullo stesso piano con esportatori di democrazia, sfruttatori dell'umanità e manipolatori dell'informazione. forse le bombe non bastano a spiegare tutto. forse nel mirino c'è il nostro modo di vivere e il nostro presunto benessere...la realtà mi appare più che mai complessa

Sandro ., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.11.15 15:12| 
 |
Rispondi al commento

le donne possono sempre ricorrere alla pornografia o la prostituzione per non essere escluse, per restare nel sistema, ma l'uomo che fa? oltre a farsi saltare per aria?

mizzica 19.11.15 14:53| 
 |
Rispondi al commento

non hanno scampo.........sono finiti, spariranno dalla terra......putin : spetta al loro dio perdonarli......spetta a noi mandarceli prima possibile a farSi perdonare.... GRANDE. ANCHE UN CANE PASTORE IN CONFRONTO A LORO E' UN EROE.....GRAZIE DIESEL.

tutti acasa, mondo Commentatore certificato 19.11.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni non si parla d’altro che di quel che di terribile è accaduto a Parigi, facendo di una tragedia la solita spettacolarizzazione che i politici e i media ne fanno, quando dovrebbero tacere, perché dinanzi alla morte non ci sono parole per attenuarne la terrificante realtà. Queste vite, come tutte le vite spezzate dall’odio, gridano vendetta contro i responsabili ma anche contro chi ha armato loro le mani. Questi signori danno sempre la colpa agli altri, senza mai mettersi una mano sulla coscienza e fare un mea culpa. Si sono mai chiesti se i morti che seminano da anni in quei poveri paesi sono morti come i nostri o cosa sarebbero secondo questi che… non riesco a non definirli assassini? Ma cosa credevano questi idioti che uccidere sia una prerogativa dei cosiddetti paesi civili, quando la civiltà se la sono messa sotto i piedi? I diritti sono diritti e o li si riconoscono a tutti oppure diventano soprusi e abuso di potere
La violenza va condannata sempre perché non esiste violenza buona e non basta cambiare il nome alle cose per cambiarne anche gli effetti: chiamandole “missione di pace” o “esportazione di democrazia” usando le bombe, il risultato è morte e distruzione, come quando si chiamavano guerre. Sarebbe interessante chiedere a questi “statisti”, agli scribacchini e al popolo che si lascia manipolare come marionette, se per davvero credono che cambiare nome alle cose ne cambia pure la sostanza. Se la puzza la chiamano profumo, metterebbero la merda in un vaso sulla tavola al posto dei fiori? Oppure, se un vecchio lo chiamano pupo, vedono un bimbo in carrozzina o continuano a vedere un vecchio sulla sedia a rotelle?

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 19.11.15 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Inutile crecare se è nato prima l'uovo o la gallina.Bruno Tinti oggi scrive ".È OVVIO che cercare torti e ragioni in un conflitto non ha storicamente alcuna im- portanza. Ciò che occorre è l'elaborazio- ne di una strategia per vincerlo. Oggi, per la prima volta, lo scontro è, almeno in par- te, su base territoriale: la guerra asimme- trica, contro cui l’Occidente non aveva praticamente difesa, può essere sostitui- ta da quella simmetrica: carri armati con- tro carri armati, missili contro missili, marines contro jihadisti. La vittoria mi- litare è sicura, purché la si consideri una guerra e non un'operazione chirurgica: la guerra non si fa contro i cattivi, la si fa dove vivono i cattivi; il che vuol dire vit- time incolpevoli. Ma peggio di una guer- ra c'è solo una guerra persa. Resta il pro- blema dei fanatici terroristi. Ragionevol- mente la scomparsa dell'Isis dovrebbe ri- durne il numero e l'efficacia; ma certo per molto tempo continueranno a colpire con ferocia.
Naturalmente c’è un’alternativa: con- tinuare a interrogarsi sul come e dove l’Occidente ha sbagliato, coltivare com- plessi di colpa ed emozionarsi a ogni a- zione terroristica: ieri per 15 morti, oggi per 150, domani per 1.500. Nel che pro- babilmente sta l’attuale strategia: il pe- trolio continuerà a scorrere, pagato con dollari e concessioni alla barbarie. A loro volta rese sopportabili da tanti striscioni di "Je suis..."

guido ferraioli 19.11.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Noi siamo l'unico paese che oltre all'isis abbiamo pure Alfano Bocciato l'emendamento del Movimento 5 stelle alla legge di stabilità che prevedeva di aumentare le risorse per l'intelligence130 MISSIONI iniziate negli anni 80 molte che ancora si devono concludere http://espresso.repubblica.it/palazzo/2015/11/18/news/terrorismo-il-senato-nega-20-milioni-di-euro-per-incrementare-le-strutture-di-intelligence-1.239907
ma non è finita qui:i nostri poliziotti se dovessero trovarsi nella situazione d'emergenza terrorismo sarebbero spacciati considerato che hanno giubbotti antiproiettile scaduti e quelli non scaduti non sono schermati sufficientemente contro armi micidiali come quelle in possesso dell'isis Le auto sono vecchie e malfunzionanti perchè evidentemente per questi politici è più importante investire in auto blu che in auto per la sicurezza dei poliziotti e dei cittadini Mi viene in mente quando c era l'emergenza ebola che in un ospedale ho assistito alla scena di un medico fuori di sè perchè non avevano ne materiale ne disposizioni sufficienti o idonee Sono preoccupata,molto preoccupata:non sono capaci di difenderci di ladri e dalla microcriminalità quindi decisamente èlecito preoccuparsi!Ma la cosa che mi fa star peggio è che ,non sia mai,dovesse succedere qualcosa,diranno pure che avevano addottato tutte le misure necessarie

Paola L., Verona Commentatore certificato 19.11.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è una penuria drammatica di moneta circolante, i soldi non girano, ci sono ma non girano, il popolo se sta bene non fa la rivoluzione, in ogni latitudine è noi contro loro, alcuni usano il terrorismo perché non hanno altri mezzi, noi usiamo la democrazia con il voto, siamo sulla stessa barca.

mizzica 19.11.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Questo, ve lo dovete risorbire:
Ai Jiadisti Afgani, non andava giù che quei senza Dio di Comunisti, volessero introdurre in Afganistan la parità di genere, mandare a scuola gratuitamente tutti i ragazzi e RAGAZZE, ed allora, armati fino ai denti dagli USA ed alleati, al comando di Bin Laden (socio di Bush) combatterono i sovietici fino alla loro cacciata.
Contemporaneamente, USA ed alleati, insediavano in Iraq, Saddam Ussein “ultimo baluardo contro il Fondamentalismo Islamico ”, ed il primo ordine fu di ammazzare tutti i comunisti irakeni. Saddam ubbidì.
Poi, esaurito il suo compito,(usarono il Kuwait come vasellina. Glielo promisero e poi gli fecero marameo) l’Iraq fu bombardato dagli USA & C. e Saddam Ussein, finì come sapete. (chissà che fine hanno fatto i 40 miliardi di dollari che aveva nelle banche americane).
Poi, USA & C., in missione di pace,intendiamoci, invadono l’Afganistan e bombardano i vecchi alleati Jiadisti.
Pochi mesi fa, volevamo bombardare Assad perché bombardava i Jiadisti, poi, contrordine, bombardiamo i Jiadisti che vogliono bombardare Assad, però, diamo loro il tempo di sterminare i Curdi, (vedi citta di Kobane) rei di essere influenzati da quei senza Dio Comunisti, dove persino le RAGAZZE curde, anziché indossare il burka, imbracciano il mitra.
Oggi, i Senzadio russi, vanno in Siria per combattere i Jiadisti, i francesi la bombardano con le famose bombe “ in do coio coio”, montate sui missili “in do vado, vado” tanto, o beccano i Jaidisti, o beccano i Siriani, o beccano i Curdi. Speriamo non becchino i Russi perché questi, sì che sono suscettibili.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 19.11.15 14:03| 
 |
Rispondi al commento

la rimozione di governanti o presunti tali a suon di bombe
ha destabilizzato l'intera area medio orientale, creando
una situazione di odio e di rancore verso gli occidentali
il fanatismo religioso è solo un aggregante.
costruttori di armi e trafficanti di armi e di carne umana
sono gli unici a guadagnarci è stato creato un mostro e
non sarà facile liberarsene.

il grillino 19.11.15 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Il terrorismo nasce ANCHE e SOPRATTUTTO nel modo con cui i tre nemici numero uno dell'uomo lo prendono costantemente a calci nel sedere:


nemico numero 1: la chiesa che, nonostante siamo attivati alla frutta, seguita a creare discriminazione, fomentare guerre, omofobia e cattiveria e poi, in nome di una presunta bontà teologica, consiglia di "accogliere poveri uomini immigrati".
Se voi foste alla fame, se aveste 1 piatto di riso da divivere in 5 e vi obbligassero a far venire altri 5 sconosciuti per approfittare della vostra tavola, VOI COSA PENSERESTE?
E' in linea con il bene di Dio o è l'ennesima crudeltà inventata dall'uomo?

nemico numero 2: la TV che crea, disfa, rimescola la merda cerebrale che ci ha spento i cervelli: così ora, dopo anni e anni di dibattiti quotidiani, non riesci a capire più se l'assassina del piccolo Loris abbia ucciso o se è stata la fascetta che "miracolosamente si è stretta da sola".
Questo lavaggio cerebrale serve a distruggere il nostro senso del giudizio, il senso morale e renderci ancora più coglioni di quanto non lo siamo già.

nemico numero 3: lo stato che pilota tutto il male creato e coadiuvato dalla TV e dalla chiesa. i tre nemici operano in simbiosi e in maniera mostruosamente efficiente.

la guerra vera è questa:

- o si ritorna a pensare col proprio cervello, il che è doloroso e pesante, ma ci porterebbe a un innalzamento dallo status di "bestie merdose e miserevoli" a quello di "esseri umani", e quindi si torna a combattere per conquistarsi ogni giorno il proprio grammo di dignità,

- o assistiamo alla fine da bravi scemi. In questa corsa folle ci siamo già lanciati da molto.

smettiamola di torturarci troppo con l'isis, che è comunque un pericolo gravissimo.
Manteniamo la mente lucida e pensante perché, più pericoloso dell'isis che ci ucccide violentemente, è assai più pericoloso il manipolamento lento inesorabile gentile dei nostri padroni al potere che rimpinziamo del nostro sangue e denaro per farci annullare la vita.

Orlando Furioso 19.11.15 13:53| 
 |
Rispondi al commento


[Blog di Beppe Grillo] Conferma inserimento commento

blogservice@beppegrillo.it a Te


Questa email ti è arrivata perchè è stata utilizzata per inserire un commento sul blog di Beppe Grillo.

Per confermare l'inserimento del commento sul blog clicca il link sotto :
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin//mt-confirm-comment.cgi?__mode=confirm&id=6811958&email=marziorox%40yahoo.it&check=L14Y4XsrJlyGI&_redirect=http%3A%2F%2Fwww.beppegrillo.it%2F2015%2F11%2Fapocalisse_fukushima.html

Il tuo commento:
"fukushima cow

https://www.google.it/search?site=webhp&tbm=isch&source=hp&ei=cf5CVuCyMKe6y
gPoq7uACg&q=fukushima+cow&oq=fukushima+cow"

Se vuoi che i commenti siano pubblicati immediatamente senza ricevere questa email, autenticati su:http://www.beppegrillo.it/autenticazione.php 
Se sei già autenticato, ma hai dimenticato la password vai su:http://www.beppegrillo.it/forgot_password.php

Per qualunque problema relativo a questa email segnalalo suhttp://www.beppegrillo.it/contattaci.php 

blogservice@beppegrillo.it a Te


Questa email ti è arrivata perchè è stata utilizzata per inserire un commento sul blog di Beppe Grillo.

Per confermare l'inserimento del commento sul blog clicca il link sotto :
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin//mt-confirm-comment.cgi?__mode=confirm&id=6815161&email=mizzica%40yahoo.it&check=1InWrw5P6LaM2&_redirect=http%3A%2F%2Fwww.beppegrillo.it%2F2015%2F11%2Fil_terrorismo_nasce_dai_bombardamenti_di_massimo_fini.html

Il tuo commento:
"il problema dell'islam è la mancanza cronica di moneta circolante e quindi
del lavoro equamente retribuito, mentre i pascià se la spassano alla
grande, come in europa, paro paro."

mizzica 19.11.15 13:53| 
 |
Rispondi al commento

In teoria l'interlocutore esiste.

Lega araba fondata marzo 45 sede al Cairo, paese fondatore della lega stessa. 22 stati membri.

Quanto è lontano il Cairo?

Infibulazione: escissione della clitoride, delle piccole labbra e parte delle grandi. Poi cauterizzazione e cucitura della vulva lasciando lo spazio per fuoriuscita di urina e sangue mestruale.

Si calcola che quasi 85% delle donne egiziane abbiano subito questa pratica diffusa anche in altri paesi arabi. La giurisprudenza coranica consente il divorzio per difetto fisico della donna se l'intervento è malriuscito.

Gli interlocutori ci sono volendo.
Il moderato Egitto! !!!!!!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.11.15 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno Beppe mi permetto di scriverti attraverso il tuo blog su un argomento,magari poco correlato all'articolo suddetto . Perchè non promuovi una raccolta su idee da promuovere per leggi organiche invece di invitarci sempre a intervenire sulle proposte dei vari ns rappresentanti in Parlamento ? Potresti farlo su un argomento rappresentato da ogni stella del nostro logo ,a ciclo dei 5 segni ed ampliare il numero di idee da proporre all' esecutivo implicando tutti gli iscritti al blog in modo più leggero , lasciando la scrittura dei testi ai più esperti sui vari argomenti

antonio ferrari 19.11.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento

AUSTRALIA DA' LEZIONE DI CIVILTA' A TUTTO L'OCCIDENTE!!
Ai musulmani che vogliono vivere secondo la legge della Sharia Islamica, recentemente è stato detto di lasciare l’Australia, questo allo scopo di prevenire e evitare eventuali attacchi terroristici.
Il primo ministro John Howard ha scioccato alcuni musulmani australiani dichiarando:
GLI IMMIGRATI NON AUSTRALIANI DEVONO ADATTARSI!
“Prendere o lasciare, sono stanco che questa nazione debba preoccuparsi di sapere se offendiamo alcuni individui o la loro cultura. La nostra cultura si è sviluppata attraverso lotte, vittorie, conquiste portate avanti da milioni di uomini e donne che hanno ricercato la libertà.
La nostra lingua ufficiale è l’INGLESE, non lo spagnolo, il libanese, l’arabo, il cinese, il giapponese, o qualsiasi altra lingua. Di conseguenza, se desiderate far parte della nostra società, imparatene la lingua!
La maggior parte degli Australiani crede in Dio. Non si tratta di obbligo di cristianesimo, d’influenza della destra o di pressione politica, ma è un fatto, perché degli uomini e delle donne hanno fondato questa nazione su dei principi cristiani e questo è ufficialmente insegnato. E’ quindi appropriato che questo si veda sui muri delle nostre scuole. Se Dio vi offende, vi suggerisco allora di prendere in considerazione un’altre parte del mondo come vostro paese di accoglienza, perché Dio fa parte delle nostra cultura. Noi accetteremo le vostre credenze senza fare domande. Tutto ciò che vi domandiamo è di accettare le nostre, e di vivere in armonia pacificamente con noi.
Questo è il NOSTRO PAESE; la NOSTRA TERRA e il NOSTRO STILE DI VITA. E vi offriamo la possibilità di approfittare di tutto questo. Ma se non fate altro che lamentarvi, prendervela con la nostra bandiera, il nostro impegno, le nostre credenze cristiane o il nostro stile di vita, allora vi incoraggio fortemente ad approfittare di un’altra grande libertà australiana: IL DIRITTO AD ANDARVENE. Se non siete felici qui, allora PARTITE.


Voi grillini limitatevi alla gestione delle carte di identità ai Comuni ( troppo difficile ?) e lasciate la politica estera a chi conosce il Mondo !!!!!!!!!

fabio 19.11.15 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Analisi lucida e condivisibile. Tuttavia i criminali dell'ISIS sono i primi a fare del male alle popolazioni civili mussulmane, cristiane, curde, hanno massacrato e violentato donne e bambine, tutto questo sentimento umanitario verso "le donne e i bambini" uccisi dalla Francia mi pare solo una giustificazione per attacchi terroristici ingiustificabili

francesco conte 19.11.15 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre Fini fa un'analisi con la quale si può solo concordare. Piango le morti dei cittadini francesi, ma il vero colpevole di tutto penso sia il loro presidente che ha mandato I droni in Siria; ma ci vuole una grande intelligenza per capire che quest'azione gli si sarebbe ritorta? E ora cosa chiede?! Che entriamo in guerra con lui? Pazzesco! Meglio uscire da questa Europa!

Gabriella . Commentatore certificato 19.11.15 13:16| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso la Francia non si fermi ed esca dalla nato,dalla UE e riprenda in mano i valori nati con la Rivoluzione Francese.Ai padroni del mondo questa situazione le fa comodo,aiutano a mantenere incollate sugli scranni le governance delle sue Colonie,basta guardare in faccia alla realtà.Infatti come possono combattere il terrorismo,quando alimentano l'odio contro i Russi che non si vendono con il solo scopo di sottometterli alla filosofia Globalizzata della falsità e cinismo?Non si deve dimenticare il cinismo dei politici venduti che hanno sostenuto le guerre sotto copertura "MIssioni di Pace",il colpo di stato in Ucraina che ha provocato l'uccisione di migliaia di inermi civili compresi bimbi-donne-anziani per poi farsi vedere che predicano la libertà e democrazia.Il disastro Siriano l'hanno provocato loro finanziando gruppi armati per rovesciare Assad.Se la Russia cede e consegna la testa di Assad,peggiorerà solo la situazione perchè spianerà la strada ad una vera guerra,comunque è sempre meglio una vera guerra che non altri 25 anni di teatrini Globalizzzati,almeno soffriranno anche i cari di chi ha sostenuto il sistema e continuano a sostenerlo.

Agostino Nigretti 19.11.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento

O.T.:

RONDOLINO !!!!! Schifoso pezzo di merda, scribacchino di quel lurido giornale che non serve neanche a pulirsi il culo !!!! Quando pronunci il nome di Strada disinfettati quella bocca che somiglia tanto ad un buco di culo.
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 19.11.15 12:37| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come dissi ieri tutto incominciò da qui:
https://www.youtube.com/watch?v=69Xo5Gxn2o4
Buona visione e occhio al fegato!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 19.11.15 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parole sante.
Condivido totalmente il post di Fini.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.11.15 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è alcun dubbio. I problemi sono esplosi da quando i tre Stati hanno,già da molto temp, a destabilizzare il bacino mediterraio. Inutile nasconderci dietro un dito, i principali responsabili sono stati appunto Usa,Inghilterra e Francia. E inutile voler importare per forza "democrazia" in certi Paesi. La Stessa incompiuta europa ha scelto peraltro un indirizzo economico che sarà sempre fallimentare per i popoli che v'aderiscono. Quando ci renderemo conto di essere un vaso di coccio in mezzo a vasi di bronzo, allora capiremo di essere soltanto un grande allevamento di "polli".

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.11.15 12:06| 
 |
Rispondi al commento

E' difficile spiegare le cose a chi non vuol
capire.
L'anno scorso sono state ammazzate con i droni
più di 1200 persone per colpire 41 presunti
terroristi. Li chiamano "danni collaterali".

Ieri sera ho dato un'occhiata alla trasmissione
"La Gabbia" (sono resistito circa 20 minuti),
ho notato che quando qualcuno partiva a dire la
verità, scoppiava una gazzarra immane e gli
veniva tolta la parola.
Ciò vuol dire che il conduttore conosceva
benissimo la verità ma non voleva venisse
detta.

giorgio peruffo Commentatore certificato 19.11.15 12:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre il solito bagaglio terzomondista e anticapitalista. Con l'estremismo islamico non funziona piu'. Loro uccidono noi perchè non islamici. Punto.

fabio 19.11.15 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il piacere dell'odio
Immaginato, costruito, appagante nel praticarlo, è la differenza fra un essere umano e gli altri esseri viventi
Se questo è un uomo
La voragine che abbiamo dentro al pensiero non può essere colmata da nessuna tecnologia
Eppure la razionale libertà del bene dalla notte dei tempi finisce sempre per ottenere il riscatto da ogni atto vile
L'uomo conosce il bene, la bellezza, nessun oscurantismo può frenare la libertà
In nome di un ente supremo non si può negare la libertà
Nessun altro essere vivente si auto affligge una simile condanna
Una religione ( totalmente altro ) può suggerire delle regole di rettitudine o imporre aberranti comportamenti
Le attuali condizioni di consapevolezza dovrebbero suggerire agli esseri umani la verità.
Stiamo invece assistendo con orrore al ritorno di oscurantismi inculcati dalla impotenza di combattere l'irrazionale distribuzione della ricchezza, in cui vanno a rifugiarsi frange di disadattati
Non ci sono solo i fondamentalisti islamisti ma anche coloro che riesumano i fantasmi di ideologie aberranti
Coloro che hanno il predominio sui sistemi si devono assumere la responsabilità di non accrescere il malessere diffuso in questi ultimi tempi. Nient'altro

Rosa Anna 19.11.15 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Amen è così sia
Lo sanno anche i sassi

Rosa Anna 19.11.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Certo se gli Stati uniti avevano certi obiettivi: indebolire l’Ue, tagliare le costituzioni democratiche, diminuire i diritti e le tutele dei cittadini, imporre all’Europa lo scudo spaziale americano, forzarci ad accettare il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti, spingerci ad acquistare caccia e armi americane ...ora, con questo attentato è diventato per loro tutto più facile

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro francese Manuel Valls spaventa la Francia con presunte guerre batteriologiche e chimiche
Queste minacce ventilate e propagandate dai guerrafondai fanno ricordare le inesistenti fabbriche di atomiche si Saddham o la fialetta di piscio che Colin Powell agitava davanti al congresso spacciandola per antrace mentre diceva che buste postali piene di antrace avrebbero potuto raggiungere a casa sua ogni buon americano
Queste sono menate da piazzisti del terrore
Alé, ora cambiamo tutti le costituzioni e facciamo un grande Patriot Act europeo per fare un piacere ai terrroristi!
Come il marito che se lo taglia per fare dispetto alla moglie fedifraga
La Francia ha insegnato a tutto il mondo come combattere per i diritti umani
e ora la stessa Francia che ha insegnato la democrazia al mondo dovrebbe calare le braghe e farsi hara kiri da sola?????

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il semplificare una questione tanto complessa non aiuta a capirne le cause . Fini asserisce che i bombardamenti generano terroristi , è vero , ma perchè si bombarda ? Le torri gemelle sono state la causa dell'intervento immotivato degli americani in Afghanistan e Iraq che ne hanno fatto le basi del terrorismo attivo , Bin Laden , e potenziale . Saddam . Il primo aiutato foraggiato e istruito dalla Cia nella guerra che conduceva contro i russi è stato eliminato senza prove e , probabilmente , se la spassa in qualche paradiso nascosto . Il secondo , il più ingenuo si è fatto ammazzare , anche lui probabilmente . Assad e Gheddafi che erano come Saddam gli unici a poter guidare i turbolenti popoli arabi sono stati eliminati , perchè ! Perchè l'Arabia e il Qatar non vengono condannati per l'aiuto che danno all'isis ? Troppi perchè che hanno una risposta : destabilizzare i confini d'Europa .


L'Italia deve cercare ,per quanto possibile, di rimanere fuori da guerre create da storici popoli colonizzatori(francia,inghilterra,spagna,usa,germania).

Invece di accodarsi a essi, dobbiamo spendere soprattutto nel controllo del nostro territorio.

Non sono certo uno statega,ma continuare solo a bombardare laggiu' mi sembra sterile oltre che assurdo se non c'è un progetto per il -dopo-(vedi Libia).

simone stellini Commentatore certificato 19.11.15 11:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ho ben capito, la soluzione che propone Fini è di mandare delle truppe occidentali à combattere il Califfato, sul terreno militare e ideologico. Dunque egli propone un intervento ancora più massiccio di quello esercitato fino ad ora. Non entro nel merito della proposta di Fini, ma mi sembra in contraddizione con la prima parte della sua analisi dove condanna l'intervento che l'Occidente ha perpetrato negli ultimi 15 anni.
Dice Fini: " Credo che invece se si vuole fare la guerra all’Isis sul serio bisognerebbe mandare le truppe nel califfato invece di far fare il lavoro duro ai curdi e agli iraniani. ... Basterebbe fare una guerra reale all’Isis e forse lo si eliminerebbe," In apertura di articlo" Fini scrive: " Americani e francesi in particolare hanno bombardato gli uomini dell’Isis e quindi ci si poteva sicuramente aspettare ... che loro avrebbero portato la guerra in Europa..." Il suo discorso mi sembra dunque contraddittorio e non tiene conto del fatto che il terrorismo radicale combatte l'Occidente non per quello che fa, ma per quello che è. La vocaszione dell'ISIS è di CONVERTIRE GLI INFEDELI, oppure di ridurli al NULLA. Si provi a pensare cosa succederebbe se questa idelogia fanatica potesse disporre di armi chimiche o nucleari. Il discorso di Massimo Fini mi sembra dunque contraddittorio poiché si fonda su un'analisi ideologica, preconcetta della grave situazione. Il M5S ha bisogno di una riflessione politica e strategica all'altezza della situazione Mondiale, a livello politico, militare e ambientale. Questa riflessione è necessaria affinché un partito possa andare al Governo e restarci.

Democrazia O., Parigi Commentatore certificato 19.11.15 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quando ho cominciato a seguire questo M5S, predico come migliore comportamento la RELAZIONALITA'. M5S dovrebbe proporsi a TUTTI GLI STATI del pianeta come interlocutore per superiore capacita' di dialogare, comprendere, proporre, mediare...RISOLVERE conflitti di tutti i tipi. Ma questo vorrebbe dire essere di un altro livello. Questo M5S che si scontra per sue ottusita' contro l'Europa e contro l'Euro e contro trattati di libero scambio. Questo M5S, prigioniero delle sue sinistrosita', e improduttivita', delle sue solidarieta' ed assistenzialismi in campo economico??? Casomai puo' crearli i conflitti, piuttosto che risolverli. Quali competenze puo' avere, quali capacita', quali FIDUCIE???

tomi sonvene Commentatore certificato 19.11.15 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.

Volevo portare a conoscenza tutti i lettori del blog, delle pratiche scorrette di DB.
La mia filiale e' in Bicocca, a Milano. Mi avevano convinto ad aprire il c/c, e ad investire il mio denaro c/o di loro, permettendoci una c. credito, pari all'uomo % del capitale investito. Sono passati sei mesi e continuano a rimandare, a negarsi e a non rispondere al telefono. Attenzione alla DB! Non sembra essere una banca affidabile.
Grazie.

Mazzulli Luigi

Luigi Mazzulli 19.11.15 10:49| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1702 19-11-2015 LE RADICI DELL’ODIO

Le cosiddette ‘missioni di pace’ – Analisi del fanatico – L’Isis è stato creato dagli Stati uniti e finanziato dagli emirati – Numeri delle grandi religioni – Contro il versetto del Corano le atrocità della Bibbia – Ma se non facciamo la guerra, cosa possiamo fare? – Padre Alex Zanotelli - Se il petrolio è guerra, liberiamoci dalla schiavitù dal petrolio! – Non avrete il mio odio – Un milione e 300 mila vittime civili. Il Rapporto di Amnesty – Islam vuol dire pace- La geopolitica del caos

Questa civiltà moderna di oggi e guidata da un manipolo di persone con una pietra al posto del cuore.
Andrea
.
Non so cosa sia peggio se le menzogne dei potenti o il fanatismo degli imbecilli.
.
La più grande vittoria dei terroristi è farci diventare come loro.
.
Gli uomini d’affari sono sempre attratti dalla prospettiva di un conflitto.
Questo la dice lunga sul genere di etica dei loro affari.
..
Hollande: "La Francia è in guerra. Ue intervenga con noi".
.
Annamaria
Cito: “In altre occasioni abbiamo addirittura rovesciato il vocabolario definendo le nuove guerre "missioni di pace", e qui l'insufficienza semantica del vecchio vocabolo è diventata uno strumento e un alibi per perpetrare un inganno politico e mediatico.”
"Lo smarrimento di una collettività che ha capito che sta succedendo qualcosa di enorme, ma non possiede le parole giuste per dirlo."

..

Per leggere tutto, clicca il mio nome
oppure vai a
masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.15 10:41| 
 |
Rispondi al commento

ultimamente si ritira fuori la storiella trita e ritrita di israle/palestina, ignorando che i palestinesi manco esistevano (come entità) quando hanno posto israele come terra per i profughi dai campi di sterminio(quelli si che erano profughi). I palestinesi erano così odiati dai paesi arabi che li hanno scagliati contro israele quando avrebbero potuto convivere.Ora i paesi arabi fanno lo stesso a livello globale e sono sempre ottimi clienti pagatori dei produttori d'armi grazie al petrolio che noi acquisteremo per non so quanto.

lalla b., venezia Commentatore certificato 19.11.15 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

François Hollande.

La Francia è in guerra. Ci attaccano perché SIAMO IL PAESE DELLA LIBERTA' E DEI DIRITTI DELL'UOMO”

E infatti lui cosa fa?

Modifica la costituzione.

“In Francia abbiamo bisogno di un REGIME COSTITUZIONALE in grado di gestire la lotta a questo nemico”

Ma questo è meglio del Bomba.

Quando si toccano le carte e i principi costituzionali durante uno stato di shock emotivo pubblico, bisogna stare allerta.

Gli "alleati" non hanno nulla da eccepire?

http://www.internazionale.it/notizie/2015/11/16/attentati-parigi-discorso-hollande-parlamento

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 10:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Regiorgio è lo sponsor ufficiale della turchia nella ue, ed è ancora là, con scorte e parascorte. A codesti individui di certo non interessa la morte altrui perchè la loro verrà di sicuro tra due lenzuola e con un congruo numero di anni sulle spalle. A regiorgio per il compleanno ormai costano più le candeline della torta.

lalla b., venezia Commentatore certificato 19.11.15 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ancor più dell'Arabia Saudita, mi sembra che si continui ad ignorare il ruolo della Turchia. Durante la battaglia per Kobane,le migliaia (non otto terroristi...) miliziani e i blindati dell'ISIS hanno attaccato partendo dal territorio turco e quando si sono ritirati lo hanno fatto in Turchia,coperti dall'artiglieria e dall'aviazione turca che bombardarono i kurdi per consentire la ritirata alle forze dell'ISIS. La Turchia appoggia militarmente l'ISIS contro i kurdi, la Turchia fa parte della NATO (e prossimamente della UE): nessuno ha niente da dire in merito?

Roberto Peruzzi 19.11.15 10:03| 
 |
Rispondi al commento

La lucidità di Massimo è da sempre patrimonio di chi lo legge. E' vero, gran parte dei terroristi finora verificata è di seconda e terza generazione. Pur essendo la Francia un capitolo a parte quanto accaduto dimostra che una vera integrazione non c'è stata e che il desiderio di "rivalsa" è sempre presente nei figli e nei nipoti di quelli che un giorno furono immigrati. Quanto all'Arabia Saudita, oltre al groviglio di interessi con quasi tutti gli Stati occidentali occorre tener presente la sua proverbiale doppiezza. Non è facile venire a capo di tuttociò e men che meno con i bombardamenti indiscriminati. Occorre, dunque, fare molta attenzione alla immigrazione, anch'essa indiscriminata. Un giorno saremo noi a pagarne le conseguenze. Occorre inoltre far molta attenzione ai probabili flussi di danaro che propiziano il fenomeno dell'immigrazione selvaggia allettando con essi politici ed "informazione" ad essa favorevoli. Si sa, pecunia non olet!

loris cusano 19.11.15 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Si, più che d'accordo, ma quello che continuo a non capire è perchè questi "coraggiosoni" debbano sempre colpire giovani e brava ed onesta gente.
Si, sarà più facile ma non sono loro i "cattivi!"

Wlad d. Commentatore certificato 19.11.15 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E già, occhio x occhio e guerra x guerra, se non sbaglio "divina legge mai abolita" e ognuno con le armi che può, chi con bombe più o meno intelligenti e chi con bombe umane convinte di ottenere così il paradiso...ma i civili morti sotto i bombardamenti occidentali non sono forse anche loro vittime di terrorismo? O ala vita loro è di serie B? Fosse la soluzione "Pace x Pace" senza andare a rompere i coglioni per il mondo musulmano?

papà francesco, Roma Commentatore certificato 19.11.15 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma va, vuoi vedere che le brigate rosse rispondevano ai bombardamenti.... ma di chi, se ci fossero state avrebbero più ragione oggi di ieri in pieno sviluppo economico. Ma le brigate rosse sono state create e alimentate ad hoc per mantenere i soliti al potere senza alcuna possibilità di cambiamento, il delitto Moro ne è la conferma. Invece oggi tutti a parole condannano, ma con la mano sinistra finanziano. Anche i nostri governi che chissà quanti milioni di euro degli italiani hanno versato per riscatti illegali ai terroristi. Mentre la regola per le brigate rosse era di bloccare tutti i beni dei familiari altro che versamenti dall'erario di milioni. Chi comanda e ha creato l'isis comanda da sempre anche noi e quindi si devono cambiare anche le leggi o meglio i comportamenti e le regole di ingaggio.

lalla b., venezia Commentatore certificato 19.11.15 09:34| 
 |
Rispondi al commento

ot

mentre nel granducato di pontassieve ed arezzo si ride e si scherza...

nelle lande desolate, fuori dai confini toschi, si legge :

""(AGI) - Roma, 18 nov. - Quasi un bambino su dieci in Italia vive in famiglie che non possono permettersi di festeggiare il suo compleanno e invitare a casa i suoi amici, di comprargli abiti e libri nuovi, di mandarlo in gita scolastica. E' quanto racconta il sesto Atlante dell'Infanzia (a rischio) 'Bambini senza. Origini e coordinate delle poverta' minorili', diffuso oggi da Save the Children. Secondo il dossier, che ieri e' stato consegnato nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, circa un bambino su 20 non puo' contare su due paia di scarpe l'anno (di cui almeno uno utilizzabile in ogni stagione) e non riceve un pasto proteico al giorno.""

http://www.agi.it/cronaca/notizie/minori_italia_un_bimbo_su_10_troppo_povero_per_festa_compleanno-201511181053-cro-rt10042

caro matteo e cara Mary Hellen...cosa pensate di risolvere con 600milioni destinati alla lotta alla povertà stanziati nella legge di stabilità?

ma per favore... siamo seri

reddito minimo! now!
... è il minimo!

pabblo 19.11.15 09:29| 
 |
Rispondi al commento

proprio così, peccato che tanti non ci arrivano, o forse non vogliono arrivarci, perchè con il terrorismo ci guadagnano a vario titolo.
Grande Fini

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.15 09:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori