Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#IoNonAvveleno mio figlio: ritirate il farmaco che induce i bambini al suicidio!

  • 39

New Twitter Gallery

farmaco_suicida.jpg

Fai informazione con un tweet usando l'hashtag "#IoNonAvveleno mio figlio"

"C'è un farmaco in commercio in tutta Europa che induce al suicidio. La rivelazione shock viene da una delle più autorevoli riviste mediche al mondo - il British Medical Journal - che in uno studio pubblicato lo scorso 16 settembre ha dimostrato scientificamente che il potente antidepressivo a base di Paroxetina, prescritto da migliaia di medici in Italia e in tutta Europa, induce al suicidio e all'aggressività. Anziché combattere la depressione, questo medicinale la rende letale.

L'associazione 'Giù le mani dai bambini' ha segnalato questa notizia alla portavoce del Movimento 5 Stelle Europa Tiziana Beghin, che insieme a Piernicola Pedicini, David Borrelli e Laura Agea ha presentato una interrogazione urgente alla Commissione europea.

VIDEO Siamo andati in una farmacia in centro a Bruxelles e abbiamo chiesto se vendevano questo antidepressivo, guardate cosa ci hanno risposto

PERCHÉ È IN VENDITA QUESTO FARMACO NOCIVO?
Le conclusioni della ricerca scientifica del British Medical Journal hanno confutato uno studio precedente del 2001 che aveva autorizzato al commercio la Paroxetina definendola efficace e ben tollerata per il trattamento di adolescenti depressi. I dati di questo studio erano FALSI! Grazie a questo imbroglio la multinazionale GlaxoSmithKline (GSK) ha ottenuto milioni di euro di profitti facendo affari sulla salute dei minori. E' una vergogna!

Secondo Paolo Migone, medico specializzato in Psichiatria in Italia e negli Stati Uniti, "mentre la GSK continuava a utilizzare lo studio del 2001 come dimostrazione dell'efficacia e sicurezza della Paroxetina, già nel 2004 la Procura generale di New York denunciava la multinazionale per frode contro i consumatori per aver contraffatto i dati e diffuso informazioni false. La causa si era poi conclusa in un accordo: la GSK costretta a pagare 2,5 milioni di dollari di sanzione".

ABBIAMO SCRITTO ALLA LORENZIN
"Ciò che sconcerta di più - scrive l'associazione Giù le mani dai bambini - è l'assordante silenzio di una parte significativa della neuropsichiatria infantile, anche italiana...Tutte le realtà che dovrebbero vigilare sulla salute mentale dei più piccoli tacciano".

Il portavoce Piernicola Pedicini - che al Parlamento europeo si occupa di salute - ha scritto una lettera al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin chiedendo la revoca dell'autorizzazione alla commercializzazione della Paroxetina, un avviso pubblico a tutti i medici e pazienti italiani sulle reali conseguenze della somministrazione del farmaco, la quantificazione di tutta la spesa sanitaria sostenuta da Sistema Sanitario Nazionale per il rimborso di farmaci a base di Paroxetina. Non bisogna perdere tempo. Attendiamo la risposta della Lorenzin, se non è troppo impegnata con i tagli alla sanità.

FAI INFORMAZIONE! CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA CON TUTTI QUELLI CHE HANNO A CUORE LA SALUTE DEI BAMBINI.

Nei prossimi giorni continueremo a occuparci di questa vicenda. Aspettiamo segnalazioni, storie e suggerimenti da tutti voi qui nei commenti di questo post." M5S Europa


avolte_banner_ca.jpg

18 Nov 2015, 11:21 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 39


Tags: depressione, farmaco, farmaco suicidio, M5Seuropa, Paroxetina

Commenti

 

Anche il Cipralex non scherza, utilizzato per curare nostra figlia, in depressione da aprile di quest'anno, ha cominciato a prendere il farmaco a ottobre e lo scorso dicembre si è uccisa.
28 anni.
Fiducia nei medici ? Mai più....ma per noi è troppo tardi.....
Samuele

Samuele 29.12.15 22:39| 
 |
Rispondi al commento

E' importantissimo tenere alta l'attenzione su questo argomento. Gli psicofarmaci possono essere sospesi anche da un giorno all'altro senza pericolo. Importante è cercare altre strade - dall'alimentazione ai rimedi naturali, alla psicoterapia, e soprattutto nel sostegno affettivo di chi hai più vicino. Importante è mantenere un'attività fisica meglio se nella natura. Fondamentale è mantenere ferma la fede nella possibilità della guarigione totale. E' possibile guarire da forti disagi psichici, ma ci vuole molto tempo, 5,6 8 anni. E' possibile guarire dai disagi psichici senza psicofarmaci, e in modo permanente. Non date gli psicofarmaci ai bambini, né ai ragazzi. Stategli vicino con attenzione vera. Forti. ##fuorisempre

germana mamone 08.12.15 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, le notizie non si danno così. La paroxetina potrà anche avere effetti collaterali seri, ma facendo terrorismo psicologico si possono fare danni anche peggiori. Dare una notizia cosi, non aiuta certo le madri o i padri di figli problematici a risolvere i problemi!
Lo sa cosa comporta la sospensione della paroxetina senza ridurre la dose in modo graduale? Se non lo sa vada a leggerseli. Giisto per citarne alcuni: crisi d'astinenza da sospensione, depressione maggiore, gravi alterazioni dell'umore, isteria, pianto, tremori,... Così magari ci pensa prima. Sa quanti genitori avranno pensato di sospendere la terapia ai propri figli perché si fidano di lei?


La paroxetina non viene data ai bambini.
http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Paroxetina_Eg.asp#SP6
Ed è specificato nel foglietto illustrativo.
Bella perdita di tempo Beppe.

Mauro Chiarito 19.11.15 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sempre sull'acqua

ci sono delle città che se voi bagnate un indumento pulito con l'acqua dell'acquedotto e la mettete ad asciugare questa dopo un paio d'ore puzza di un odore che non si riesce a togliere neppure con il febreze!

anche se mettete l'acqua in in ina ciotola di vetro e addirittura mettete dento qualche goccia di amuchina dopo un po' puzza... passa più tempo ma puzza...

e guardacaso se bevi quell'aqua fai una pipì che puzza da paura!

ora mi domando Io ... sicuramente quell'acqua sarà anche potabile ma è poco stabile e dunque cosa potrà succedere a colui che berrà per anni tutti i giorni di quell'acqua?

ditemelo voi!

meditate gente m.. 19.11.15 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

figuratevi che cambia l'umore di una persona sanissima che beve abitualmente l'aqua di una marca piuttosto che un altra!

poco ma cambia

figuratevi se cambia qualcosina con una acqua rispetto ad un altra ..... cosa può succedere con la farina, la carne, il pane ecc. ecc.

figuratevi che un sedentario che comincia a fare palestra ( a patto di non prendere i beveroni che interferisono con la produzione degli ormoni ) e dopo 4 mesi circa cambia la sua personalità.... il carattere perché con la palestra si modificano tutti i parametri degli ormoni in maniere natuale...

meditate gente meditate!

meditate gente 19.11.15 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Roberto L.

Quindi c'è da fare causa ai pediatri e agli specialisti che la prescrivono ai bambini!

Se il depresso viene "curato" con un farmaco che induce al suicidio,nel caso di un successivo suicidio del suddetto paziente qualche probabilità che il gesto estremo sia stato causato dal farmaco c'è, non credi???

Ornella M., Uzzano Pistoia Commentatore certificato 19.11.15 13:52| 
 |
Rispondi al commento

1. La Paroxetina da scheda tecnica NON va prescritta a bambini o adolescenti. Quindi non fate causa alla GSK perché tanto è inutile.
2. Se un depresso si suicida non è detto che sia colpa del farmaco.


x Piernicola Pedicini e gli europarlamentari a 5S.

Sono molto contenta che vi sia stata fatta questa segnalazione.
Ho collaborato con una associazione onlus che si occupa di abusi psichiatrici e anche di abusi di somministrazioni di psicofarmaci ai bambini.
Adesso ci sono questi nuovi "farmaci" comunque sono molti anni che lo psicofarmaco Prozac viene usato con gli stessi devastanti effetti.
Le industrie farmaceutiche per vendere i loro prodotti devono rinnovare, anche se a volte si tratta solo del cambio di confezione e di nome.
Questo scempio della somministrazione di psicofarmaci ai bambini è partita ormai molti anni fa dagli USA dove hanno prodotto effetti devastanti. Numerose sono le testimonianze di genitori di bambini americani in cura con il Prozac che si sono suicidati o che sono morti nei loro letti per arresto cardiaco, senza contare i gravi danni ai reni, al fegato e allo stomaco. La motivazione della prescrizione degli psicofarmaci si trova nella scoperta di una "nuova malattia" la sindrome di iperattività e deficit di attenzione o ADHD.
Cioè per capirci a un bambino vivace o disattento può venire diagnosticata questa sindrome ed essere sottoposto a questa devastante terapia farmacologica, molto spesso senza che i genitori vengano adeguatamente informati riguardo ai rischi della cura.
Numerose associazioni hanno lanciato l'allarme e hanno fatto campagne informative su questo problema senza peraltro ottenere molta visibilità nel silenzio di quasi tutti i media italiani.
Sono una docente (molto precaria) della scuola dell'infanzia e mamma di un meraviglioso ragazzo di 21 anni.
Occupiamoci dei bambini, tocca a noi adulti educarli ma anche proteggerli.
Grazie per quello che fate e che farete, se posso aiutare sono qui basta rispondere al commento.
Siamo orgogliosi di voi!

Ornella M., Uzzano Pistoia Commentatore certificato 18.11.15 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho preso per 5 anni suddetto farmaco. Ho aspettato 10 anni dalla comparsa della mia depressione ... per quei 10 anni ho ... galleggiato. Non riuscendo neppure a lavorare..
Con quel farmaco, che all'inizio ti fa star peggio (e li è forte il rischio suicidio), la depressione intesa come "sofferenza" è passata.. però non avevo piu' emozioni ne negative ne positive. Inoltre ti annienta a livello sessuale.
Da qualche mese ho cambiato farmaco e sto provando altro ... non so cosa dire, giusto un giudizio .. se questo è il meglio della scienza bene: meglio questo che niente.
Ma di certo non è una cura vera per la depressione: la delusione rispetto al mondo non me l'ha curata!
Mi ha resto una persona priva di sofferenza ma anche priva di amore !
Però una cosa posso dirla: crea una FORTISSIMA dipendenza, nel senso che se provi a smetterla, ti torna la depressione il doppio di prima, perchè il cervello deve riabituarsi a pompare da solo la serotonina.. ecco io credo che stia qui la truffa degli SSRI: creandoti dipendenza si aumenta il consumo e quindi le vendite.
Magari in futuro si troverà una VERA cura per la depressione.. questi SSRI fin'ora sono dei palliativi. Meglio averli certo, ma il problema non è risolto così ! Almeno, questo lo dico per esperienza personale.

Franco Ferinotti 18.11.15 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quali laboratori pensate che vengano le droghe sintetiche che hanno invaso il mondo a partire dagli anni 60?...le droghe del "sabato sera"?...quelle che tolgono ogni controllo?...(testate sui prigionieri iracheni, durante la guerra del golfo) e oggi addizionate ai cibi dei mercenari tagliagole, sedicenti musulmani, per trasformarli in psicopatici capaci di tutto...anche del suicidio?...

Massimo Tramonti 18.11.15 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

orrore!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.11.15 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono senza parole.Organizziamo una manifestazione sotto la sede del governo con mamme e bambini e obblighiamo la ministra a togliere questo killer dal commercio. Senza parole...

natali orietta 18.11.15 14:26| 
 |
Rispondi al commento

https://it.wikipedia.org/wiki/GlaxoSmithKline#Condanna_per_frode_nel_2012

L'azienda in questione utilizza truffa e corruzione come abituale modus operandi... il fatto che i loro vertici siano ancora abilitati ad operare nel mercato invece di esser chiusi in carcere è a mio avviso prova che la corruzione ha interessato anche buona parte dei politici del settore ben informati sulle vicende legali ma stranamente restii a reagire di conseguenza.

Consiglio ai cittadini di reagire evitando l'acquisto almeno dei loro prodotti non farmaceutici fra cui aquafresh, iodosan parodontax biotène corsodyl polident corega e Sensodyne;
i prodotti di tale azienda vanno evitati non solo perché sostegno a criminalità ma anche perché costano più di altri (è naturale che chi corrompe deve prendere il denaro da qualche parte).

Prego notare il loro sito
http://www.gsk.it/aree-di-attivita/
da cui davvero sembrano santi benefattori dell'umanità.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.11.15 14:10| 
 |
Rispondi al commento

VI PREGO NON DATE FARMACI AI BAMBINI. Ci sono tutti gli interessi a spingere i farmaci perchè si guadagna tantissimo. Vanno presi con estrema cautela anche quelli classici e solo in casi in cui non si riesca a risolvere con rimedi non invasivi. E vale anche per gli adulti.

Franco Ghella 18.11.15 14:00| 
 |
Rispondi al commento

tutti gli psicofarmaci hanno effetti collaterali e non rispondono allo stesso modo su soggetti diversi.

l'olio grezzo di canapa indiana è molto meno pericoloso di quella roba li però è vietato.

per fortuna che i medici italiani raramente somministrano psicofarmaci agli infanti..

la cultura italiana, quando non è distorta dalla propganda che trasforma gli italiani in itaGlioti.... ci salva.

perfortunapurtroppo 18.11.15 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Molti farmaci( per non dire quasi tutti)hanno degli effetti collaterali a volte anche gravi, la cosa non stupisce! Alcuni farmaci antidepressivi causano il suicidio? E' un fatto ben noto, ma quante ne salvano? Supponiamo di avere un gruppo di diecimila depressi (intendo veramente depressi non dei fighetti che si dicono depressi perchè non si possono comprare la Ferrari), quasi certamente il 10% di loro si suiciderà cioè mille. Se invece prendono i farmaci si suiciderà l'1% cioè cento e quindi il farmaco avrà salvato la vita a 900 di loro. Voi dite: "ne sono stati uccisi cento",la scienza medica invece dice; "ne sono stati salvati novecento"...questione di prospettive!

michele d. 18.11.15 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho preso questo farmaco più volte nella mia vita come altri della stessa categoria SSRI fin dall'età adolescenziale ora sto peggio di prima cosa dovrei fare denunciare tutti o fare un falò... ? Ti devastano fisicamente sono porcate! Portano ad abuso di alcoolici e ti rimuovono le emozioni... Attenti sempre nelle fasi critiche quando sospendete il farmaco che una volta incominciato a prenderlo diventa poi un odissea a rimuoverlo... Di sicuro non ne esci sano! (Come prima di iniziare il trattamento) saluti da uno che vive di cacca la sua vita e tanto alla fine dopo le tante caramelline prese ora sta peggio di prima e i dottori se ne lavano ampiamente le mani...


il figlio di mia cugina aveva dei disturbi comportamentali e gli hanno consigliato una terapia psicologica accompagnata da farmci (7 anni) ha risolto con una visita di biorisonanza ed una dieta.dopo un mese4 era un altro.Giorni fa poi in merito al delitto di quei coniugi da aprte del fidanzato della figlia ho riflettuto sul fatto che il ragazzo aveva attacchi di panico.Chi ci dice che i farmaci che prendeva non abbiano contribuito a sviluppare l'aggressivita?e' vero che c'e' gente che li prende per parecchio tempo ma non siamo tutti uguali e sopratutto chi prende certi farmaci non si rende conto de8i suoi comportamenti.E te lo dico per esperienza personale perche' conosco una persona che prende lo Xanax da parecchi anni e certe volte oltre ad essere aggressiva quando parla sembra uno zombi .Ma non se ne accorge ma io che ci sto a contatto si ed e' una brutta esperienza!Guarda caso in america dove si curano i bambini per l'iperattivita' con farmaci ha un tasso alto di episodi di aggressivita' con omicidi e suicidi!

Daniela Francia 18.11.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nella mia esperienza personale, un amico ed un conoscente che si sono suicidati, prendevano entrambi antidepressivi.
Sarà un caso?

p.s. non posso commentare con la mia utenza certificata da circa 1 anno e mezzo... mi dice "commento inviato" ma poi non compare..

gabrielón 18.11.15 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Mia moglie che ha 57 anni la prende da circa un mese che deve fare dove posso documentarmi quale è la fonte scientifica ?

Corrado Carosi 18.11.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Innanzitutto complimenti per tutto.
Se tutto ciò è dimostrabile si potrebbe fare causa , magari insieme ad associazione dei consumatori , per truffa e richiedere i relativi danni. Si potrebbe anche fare causa allo stesso ministero della salute per omesso controllo. Comunque sempre bravissimi

peppe 18.11.15 11:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori