Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

IVA sul pellet al 22%: il regalo del governo alle lobby

  • 8

New Twitter Gallery

pellet_iva.jpg

"RESTA L’AUMENTO DELL’IVA SUL PELLET DAL 10 AL 22%: IL GOVERNO FA CASSA SU AMBIENTE E CITTADINI VIRTUOSI!
Il governo, ancora una volta, ha mentito agli italiani. Lo scorso anno, in pieno inverno, aveva aumentato l’Iva sul pellet dal 10 al 22%: una misura assurda che ha saccheggiato le risorse degli onesti contribuenti, favorendo le lobbies del settore del gas.

Dopo la pioggia di critiche ricevute aveva inserito nella legge di instabilità la riduzione dell’aliquota ma, come al solito, era l’ennesimo bluff: è stato approvato un emendamento Pd che conferma la stangata, con l’Iva sul pellet più che raddoppiata.
Imporre l'aumento dell'imposta su questo combustibile significa fare cassa sui cittadini virtuosi: il governo danneggia l’ambiente e favorisce i grandi colossi come Hera e Eni pur di finanziare la sua perenne propaganda!" Riccardo Fraccaro

cale_ereti_banner.jpg

19 Nov 2015, 13:21 | Scrivi | Commenti (8) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 8


Tags: governo, iva, iva pellet, lobby, lobby del gas, pd, pellet

Commenti

 

Questo è quello che fa il governo per aiutare le famiglie italiane... scandaloso!
Il pellet è usato dalle famiglie mediamente povere per riscaldare la casa e il governo cosa fa? Aumenta l'IVA sul pellet così elimina tutto il risparmio che si poteva avere utilizzandolo.

Pellet Austriaco Commentatore certificato 26.11.15 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Per puntualizzare i commenti precedenti:
- L'iva sulla somministrazione di gas metano usato per combustione per usi civili limitatamente a 480 metri cubi annui è al 10%, l'eccedente al 22%
- Spero che il suggerimento all'evasione dell'iva sia sarcasmo. siamo qui per cambiare le cose, non per giocare al più furbo.
- Il pellet è una fonte rinnovabile, produce scorie nella combustione, soprattutto se la stufa è di vecchia tecnologia. Mantiene comunque un alto rendimento. Il metano non produce scorie in combustione, ma non è una fonte rinnovabile ed ha un rendimento inferiore (considerata soprattutto l'età media degli impianti)

Lasciamo da parte il qualunquismo, informiamoci prima di parlare e insegnamolo ai nostri figli. Se non cambiamo noi, non cambierà mai nulla.

Per inciso, ho una stufa a pellet, un'auto a metano ed vi ho dato un voto di fiducia negli ultimi anni.

stefano camisasca 20.11.15 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi fate capire perchè io che mi riscaldo con il gas devo pagare il 22% di IVA e chi lo fa con il pellet deve essere esentato ???? MI SONO ROTTO DEI PRIVILEGI indotti,,,,e nn mi venite a dire che il pellet inquina meno....

massimo candy 20.11.15 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come al solito paga pantalone , ma forza ragazzi mandiamoli tutti a casa
Aversa Carmela

Carmela Aversa 20.11.15 09:26| 
 |
Rispondi al commento

perchè aspettate tanto a fare come l,islanda e proporre al popolo italiano una banca unica pubblica,cosi il denaro non ha più diramazioni politiche.svelare le novità delle fondazioni che anno fatto soldi e beni sottraendoli a cittadini e imprese disagiate tramite equitalia con aste a max ribasso.ecco perchè bersani ha 1 miliardo e mezzo nella sua fondazione di capitali in continuo aumento FERMATE TUTTI QUESTI DELINQUENTI in bocca al lupo e non morire mai movimento5 stelle

mauro monducci 20.11.15 02:42| 
 |
Rispondi al commento

ne compri 20 con scontrino e 80 con le stesso scontrino di 20 x 5 viaggi nello stesso giorno.

raoul romano Commentatore certificato 19.11.15 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Riscaldare con caldaie a pellet comunque si risparmia
Questo governo non fa nulla per salvaguardare l'ambiente

Rosa Anna 19.11.15 20:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori