Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Oggi Francia, domani Italia

  • 64

New Twitter Gallery

houle.jpg

di Michel Houellebecq, dal Corriere della Sera

"All’indomani degli attentati del 7 gennaio, ho passato due giorni incollato ai notiziari televisivi, senza riuscire a staccare lo sguardo. All’indomani degli attentati del 13 novembre, non credo nemmeno di aver acceso la televisione. Mi sono limitato a chiamare amici e conoscenti che abitano nei quartieri colpiti (e si tratta di parecchie persone). Ci si abitua, anche agli attentati. Nel 1986, Parigi è stata colpita da una serie di attacchi dinamitardi, in vari luoghi pubblici (si trattava dell’Hezbollah libanese, credo, che all’epoca ne rivendicò la responsabilità).

VIDEO Il servizio di Report che incastra il Governo

Ci furono quattro o cinque attentati, a distanza di pochi giorni, talvolta di una settimana, non ricordo molto bene. Ma quello che ricordo perfettamente bene era l’atmosfera che si respirava, in metropolitana, nei giorni successivi. Il silenzio, nei corridoi sotterranei, era totale, e i passeggeri incrociavano sguardi carichi di diffidenza. Questo, la prima settimana. Poi, assai rapidamente, le conversazioni hanno ripreso e l’atmosfera è tornata alla normalità. L’idea di un’esplosione imminente era rimasta nell’aria, pesava nella mente di tutti, ma già era passata in secondo piano. Ci si abitua, anche agli attentati. La Francia resisterà. I francesi sapranno resistere, anche senza sbandierare un eroismo eccezionale, senza aver nemmeno bisogno di uno «scatto» collettivo di orgoglio nazionale.

Resisteranno perché non si può fare altrimenti, e perché ci si abitua a tutto. E nessuna emozione umana, nemmeno la paura, è forte come l’abitudine.
Keep calm and carry on. Mantieni la calma e vai avanti. D’accordo, faremo proprio così (anche se - ahimè - non abbiamo un Churchill alla guida del Paese). Contrariamente a quanto si pensi, i francesi sono piuttosto docili e si lasciano governare facilmente, ma questo non vuol dire che siano dei completi imbecilli. Il loro difetto principale potrebbe definirsi una sorta di superficialità incline alla dimenticanza, e ciò significa che periodicamente occorre rinfrescar loro la memoria. La situazione incresciosa nella quale ci ritroviamo è da attribuire a precise responsabilità politiche; e queste responsabilità politiche dovranno essere passate al vaglio, prima o poi. È assai improbabile che l’insignificante opportunista che occupa la poltrona di capo di Stato, come pure il ritardato congenito che svolge le funzioni di primo ministro, per non parlare poi dei «tenori dell’opposizione» (LOL), escano con onore da questo riesame.

Chi è stato a decretare i tagli nelle forze di polizia, fino a ridurle all’esasperazione, quasi incapaci di svolgere le loro mansioni?
Chi ci ha inculcato, per tanti anni, che le frontiere sono un’assurdità antiquata, simbolo di un nazionalismo superato e nauseabondo? Si capisce subito che tali responsabilità sono state largamente condivise.
Quali leader politici hanno invischiato la Francia in operazioni assurde e costose, il cui principale risultato è stato quello di far sprofondare nel caos prima l’Iraq, poi la Libia? E quali governanti erano pronti, fino a poco tempo fa, a fare la stessa cosa in Siria ? (Dimenticavo, è vero che non siamo andati in Iraq, non la seconda volta. Ma c’è mancato poco, e pare scontato che Dominique de Villepin passerà alla storia solo per questo, che non è poco: aver impedito che la Francia per una volta, la sola e unica volta della sua storia recente, partecipasse a un intervento militare criminale - e per di più idiota.)

La conclusione inevitabile è purtroppo assai severa: i governi che si sono succeduti negli ultimi dieci anni (venti? trenta?) hanno fallito penosamente, sistematicamente, pesantemente nella loro missione fondamentale, cioè proteggere la popolazione francese affidata alla loro responsabilità.

La popolazione, dal canto suo, non ha fallito in nulla. In fondo, non si sa esattamente che cosa pensa la popolazione, visto che i successivi governi si sono guardati bene dall’indire dei referendum (tranne uno, nel 2005, ma hanno preferito non tener conto del risultato). I sondaggi d’opinione, invece, sono sempre autorizzati e - per quello che valgono - rivelano grosso modo le cose seguenti: la popolazione francese ha sempre conservato fiducia e solidarietà nei confronti dell’esercito e delle forze di polizia; ha accolto con sdegno i predicozzi della « sinistra morale» (morale?) sull’accoglienza di rifugiati e migranti e non ha mai accettato senza sospetti le avventure militari estere nelle quali i suoi governanti l’hanno trascinata.

Si potrebbero moltiplicare all’infinito gli esempi della spaccatura - oggi abissale - che si è venuta a creare tra i cittadini e coloro che dovrebbero rappresentarli.
Il discredito che oggi colpisce in Francia l’insieme della classe politica è non solo dilagante, ma anche legittimo. E mi sembra che l’unica soluzione che ci resta sarebbe quella di dirigersi lentamente verso l’unica forma di democrazia reale, e con questo intendo dire la democrazia diretta." Michel Houellebecq

avolte_banner_ca.jpg

21 Nov 2015, 09:54 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 64


Tags: attentati, francia, Houellebecq, isis, italia, terrorismo

Commenti

 

DA PIACENZA
http://www.meetup.com/m5s-piacenza/pages/LA_GUERRA_E_I_COLORI_DI_PALAZZO_FARNESE/?_locale=it

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 22.11.15 08:06| 
 |
Rispondi al commento

da Piacenza
http://www.meetup.com/m5s-piacenza/pages/LA_GUERRA_E_I_COLORI_DI_PALAZZO_FARNESE/?_locale=it

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 22.11.15 08:04| 
 |
Rispondi al commento

da Piacenza

http://www.meetup.com/m5s-piacenza/pages/LA_GUERRA_E_I_COLORI_DI_PALAZZO_FARNESE/?_locale=it

leonardo vecchi, piacenza Commentatore certificato 22.11.15 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Se le cose stanno effettivamente cosi ....vuol dire che stiamo in mano a dei psicopatici assassini di stato..,e in questo caso non si salva nessuno...

http://www.maurizioblondet.it/parigi-qualche-kamikaze-era-radiocomandato/

Incasnero doc 21.11.15 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Fareste bene a dare una "ripassatina" a queste dettagliate e documentate riflessioni...
Questo blog sta diventando sempre più scontato e ovvio...
anche grazie alla "Cosa"...una cosuccia, piuttosto.

http://www.maurizioblondet.it/parigi-qualche-kamikaze-era-radiocomandato/

Massimo Tramonti 21.11.15 22:27| 
 |
Rispondi al commento

IlL TERRORISMO SI PUO ' FERMARE..BASTA ESSERE PI0‰2' TERRORISTI DEI TERRORISTI...Domanda da 100„4 perche' i profughi ,in prevalenza "uomini" non combattono contro i buffoni isis invece di affollare le frontiere?
Dove sono i musulmani del caxzo moderati ?

Incasnero doc 21.11.15 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Niente può fermare il terrorismo, al limite lo si può limitare, rallentare, ma eliminare no.
Quindi se la situazione resta questa (occidentali che bombardano il medio oriente per questioni energetiche, raccontandoci la favola della democrazia da esportare) dobbiamo prepararci ad un futuro ad alta densità di attentati (mi viene in mente il film "Brazil").

Evitare le attività a maggior rischio secondo me non serve, perchè immediatamente quelle meno rischiose diventeranno le più rischiose e allora dovremo eliminare anche quelle ... e così via fino a chiuderci tutti sottoterra in rifugi antiatomici.

Un attentato terroristico ha lo scopo di colpire chi viene percepito da loro come nemico, quindi fossi nella chiesa dedicherei queste ultime settimane a chiarire bene e a tutti la propria posizione sulla questione, prendendo le distanze dai bombardamenti occidentali e aprendo al massimo il dialogo con la religione musulmana.
Dimostrandosi comprensiva e aperta la chiesa potrebbe sottrarsi alla lista degli obiettivi dei terroristi, che colpendola otterrebbero un effetto boomerang.

E così dovrebbero fare anche gli stati, ma non credo che potranno, perchè lobby potenti glielo impediscono coi loro enormi interessi.
Probabilmente neanche la chiesa, nonostante Francesco, riuscirà a farlo, e purtroppo temo ne pagherà le conseguenze.

fabrizio castellana Commentatore certificato 21.11.15 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta leggere quesro articolo http://www.internazionale.it/opinione/giuseppe-rizzo/2015/01/17/michel-houellebecq-e-una-carogna per conoscere meglio Michel Houellebecq

mimi moallem, monza Commentatore certificato 21.11.15 16:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le autorità asseriscono “nessuno cambierà i nostri usi” o “non chiudiamoci a casa”, oppure “non faremo leggi speciali” ed altri si mostrano con cittadini italiani e non, musulmani, a dichiarare pubblicamente il loro ripudiare la violenza, ma tutto questo è segno di precedenti incertezze o attuale debolezza e sembra una compulsione a rassicurare, che copre anche l'interesse personale-politico di precedenti e discusse decisioni sociali. Le autorità in relazione ai loro comportamenti e nello scenario sociale e politico e, per non aver saputo scindere la politica personale da cui provenivano dalla pubblica carica, non possono ed a ragione, essere considerate super partes ed vengono vissute anche come imposizione. I richiami o proclami al perpetrare la tranquillità della vita e della convivenza, si scontrano con altri di provenienza politica, che non attingono alla mera fantasia come gli si imputa, perché viceversa non si comprende il logico rafforzamento di controllo del territorio con i militari e non solo alle polizie. Sappiamo che la presenza di militari, deputati alla guerra ed al controllo interno nella dichiarazione dello stato di specifica necessità è camuffata da provvedimenti tipo “vespri siciliani” od all'estero di “difesa preventiva integrata sotto egida...” ecc., che non implicano passi costituzionali di gravità. Ma non è questo che è risaltato, ma bensì la mancanza di coesione all'unità-amor di Patria, laddove alcuni sminuiscono -all'italiana- per “mancanza di coraggio decisionale” ed altri -ingrossano- senza fare da sponda al coraggio richiesto, dimostrando una inettitudine alla coesione sociale del popolo.

f.d. 21.11.15 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si scopre chi erano gli assassini, tutti, emerge solo mediocrità. Le vite di gerarchi o seguaci sono note : impiegati,oscuri burocrati, vite fallite. Basta un vuoto di potere,una divisa distintiva,una dottrina e un libro e queste nullità si trasformano in carcerieri spietati. Le religioni sono infinite.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.11.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un O.T. per Beppe.
Ieri sera Crozza ha forato di brutto, nel senso che era nervosissimo, ha sparato cazzi a volontà e quando ci si aiuta con il pene si è messi un po' male.
L'accostamento di Grillo a Della Valle poi l'ha capito soltanto lui.
Ho avuto la netta impressione che l'uscita dalla scena politica di Grillo, che ha annunciato di voler rientrare nel mondo dello spettacolo abbia fatto cagare sotto Crozza. Grillo è un comico che in confronto Crozza gli fa una sega.

Pier 21.11.15 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto in rete il video di Bassem Braiky e anche se le mie conoscenze del francese sono limitate il suo tono fa capire che invita tutti i musulmani moderati, democratici e cittadini del mondo a denunciare, a isolare e comunque ad eliminare in qualche modo coloro che si nascondono dietro il paravento della religione e commettono crimini contr o l'umanità. Non faccio un video ma da moderato, democratico, ateo ma soprattutto cittadino del mondo denuncio tutti i governi occidentali che da centinaia di anni , prima praticando lo schiavismo poi vendendo armi ovunque , hanno alterato gli equilibri economici e sociali di interi popoli. È or a di smetterla con questa balla ipocrita dell'esportazione della nostra civiltà e democrazia ancor più fasulle se basate su pilastri costituiti da bombe, missili, elicotteri e armi chimiche. BASTA !

barlafuss 21.11.15 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Condivido

Rosa Anna 21.11.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Scontro Pizzarotti-Di Maio, il sindaco di Parma medita di lasciare il M5S, il PD pronto a spalancargli le porte. Tranquilli il peggiore elemento del M5S risulterà sempre il migliore nel PD.

stefanodd 21.11.15 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Michel Houellebecq ha descritto efficacemente la realtà francese che è analoga se non, per certi versi, identica alla situazione italiana. Non ho letto il suo libro "Sottomissione" uscito nel 2014, ma adesso correrò ad acquistarlo.
Perfetta è la qualificazione di opportunista data a Hollande, che calza a pennello anche per il nostro premier, e la definizione di ritardato data a Valls, che calza a pennello anche per il nostro ministro dell'interno.
E poi la politica della sinistra, fatta di tagli alle forze dell'ordine, l'apertura ai migranti perché noi siamo buoni (e ci riteniamo superiori culturalmente, tanto superiori che loro non possono non integrarsi)ecc. ecc.

Pier 21.11.15 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Mettete le statue di gesso di Biancaneve e dei suoi 7 amici in giardino, giurate che li avete visti piangere e avrete i pullman da tutta Europa caricati di fedeli.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.11.15 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Negli ultimo 20 anni, in Europa è notevolmente aumentata la presenza di musulmani, mentre è stato riscontrato un calo per tutte le altre fedi religiose.
Da tempo è stato annunciato che in Francia, a partire dal 2016, alle elezioni politiche parteciperà anche un partito di pura ispirazione islamica (in Francia ci sono oltre 6 milioni di musulmani).
Restando inermi a guardare, quanti anni serviranno per ottenere quella maggioranza, che permetterebbe a loro di stravolgere i principi della laicità?

Esiste un Islam moderato?
Certamente si, e ce lo dimostrano la stragrande maggioranza dei musulmani, che preferiscono interpretare il Corano nella sua lettura meno radicale.

Esiste un'interpretazione radicale del Corano, che spinge i musulmani a combattere per la sottomissione dell'intera umanità ai principi dettati da Maometto?
Certamente si, e questi possono anche "confidare" nella collaborazione dei musulmani moderati, perchè un loro eventuale rifiuto, diventerebbe un gravissimo tradimento nei confronti dell'Islam e dei principi dettati da Maometto nel Corano.

Per quanto obbiettivamente diversi siano le modalità utilizzati dai musulmani moderati rispetto a quelli dei jihadisti, non possiamo far finta di non capire che il loro fine è indubbiamente comune.

gianfranco chiarello 21.11.15 14:18| 
 |
Rispondi al commento

I politici francesi ci stanno marciando sopra e con gusto.
Innanzi tutto adesso hanno il permesso di sforare il patto di stabilità 3% (lo fanno da anni ma ora fingono di essere nel giusto perché costretti dall'universo cattivo)....
cioè noi paghiamo 20 miliardi ogni anno per salvare le banche franco tedeske (fondo salvastati) e loro acquisiscono miracolosamente pure il diritto di pulirsi il fondoschiena con le regole (peraltro regole assurde che non trovano giustificazione in nessun testo di economia e che ci azzoppano):
alla fine le vere vittime del terrorismo siamo noi e di piangere per la nazione che mi frega senza pietà non ne ho proprio voglia.

Riguardo alla libera circolazione verrà limitata da controlli alle persone ma non cambierà nulla, i clandestini continueranno ad arrivare e noi invece di rispedirli a casa loro faremo finta di non vederli;
l'idea che una nazione possa avere il sacrosanto diritto di accettare o rifiutare arbitrariamente servizi finanziari o chiunque si presenti ai suoi confini proprio non passa (il trattato di schengen è l'ennesima cessione di sovranità, il sovrano popolo non si lamenta e quindi avanti che si continua a toglier diritti).

Se succede un attentato in Italia il mio totale menefreghismo permane ed è decorato da un principio di reciprocità assai banale:
quanto gliene frega ai francesi se un italiano muore? e quanto gliene frega ai francesi e agli italiani se io muoio? esattamente quanto me, zero (e non venite a dirmi che devo provare compassione mediatica per persone che non ho mai conosciuto né visto in vita mia perché non faccio altro che ricambiare il favore, anzi nel caso dello stato francese con la politica che fa sono anche troppo buono).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo tutti trans ? Questa storia del canone rai non mi va giù , oltre che tassa iniqua in quanto già ampiamente pagata con la pubblicità , c'è un che di prepotente nell'assimilarla alla bolletta elettrica . Nonostante le molte sentenze che ne inficiano le legittimità il toscano tedescoide ha deciso di farcela pagare a ogni costo per poter continuare a usarla al meglio per la propria pubblicità e per continuare a pagare profumatamente gente che varrebbe poco se fosse fuori dal circuito di sinistra . Un'altra tassa che si aggiunge alle troppe che ci schiacciano e che ci danno in cambio servizi e assistenze da quinto mondo ! Questa è sodomia mentale che al trenta per cento dei buoi italici piace tanto , a un altro trenta non dispiace , mentre l'altro quaranta cammina rasente i muri .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 21.11.15 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Io una domanda me la faccio.
Chiaramente sarà anche per "incidere" in modo maggiore sulla opinione
pubblica ma .......visto che sono i governanti a prendere le decisioni che
prendono (e visto che il pensiero ed volere dei cittadini NON VIENE MAI
RISPETTATO dai rispettivi loro governanti) perchè "attaccare" (con atti
terroristici) i semplici cittadini?????
Non è che (FORSE EH) l'intento è quello di invogliare anche i cittadini
occidentali a "ribellarsi" ai propri governi.
E non è che questo porterebbe gli stessi governi ad orientarsi sempre più
verso la costituzione e/o utilizzo di un corpo unico europeo (ci ricordiamo
che già esiste l'eurogenford)?
Non è che ci sia l'intento di qualcuno nel far si che i cittadini europei
avvallino senza se e senza ma l'utilizzo a tutto campo di questo "esercito
europeo"?
A questo punto è anche logico pensare che possa essere il motivo per il
quale i politici sanno di essere in una botte di ferro, loro non rischiano
nulla.
Prova ne è il video dello stadio francese durante gli attentati.
Immediatamente il presidente è stato portato via dallo stadio mentre
normali cittadini sono stati lasciati li senza alcuna informazione a
rischio delle loro vite.
Solo dopo che il presidente era al sicuro hanno dato la notizia agli
spettatori, notizia però anticipata dalle informazioni che CORRONO in rete.
Si, oggi c'è internet ed ogni singolo cittadino può essere informato IN
TEMPO REALE di ciò che accade, anzi, potrebbe essere informato anche prima
del "politico di turno".
Comunque,...per quanto sia comprensibile si cerchi di salvaguardare per
PRIMA la vita di un presidente, è anche avvilente aver visto le immagini
dello "schettino" di turno, il capitano che abbandona in fretta e furia la
nave prima di assicurarsi che tutti i suoi "passeggeri" siano in salvo.
Certo il presidente è il presidente, ma ogni nazione ha milioni di altri
cittadini che possono prendere il posto del proprio presidente.
O NO?
O (a qualcuno) fa comodo rimanga quello che c'è?

mario 21.11.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Siamo già sottomessi se DOBBIAMO disdire manifestazioni, partite e quant'altro. Il clima di terrore è diffuso ad opera di pochi scalmanati che, se volessero, potrebbero essere neutralizzati in poco tempo e non parlo di armi.

Evidentemente fa comodo che il terrorismo sia diffuso, perchè è un businness.

Quelli da abbattere sarebbero coloro che permettono tutto questo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 21.11.15 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Come popolo siamo per definizione ignorante , acefalo e sconclusionato , come tutti i popoli in genere . Se non avessimo chi ci guida passeremmo il tempo a scannarci e a derubarci , dunque non lamentiamoci se veniamo sfruttati e maltrattati dai furbi , da chi guida il gregge , la mandria ! Quei pochi che capiscono e fanno qualcosa rischiano che i pastori li eliminino per farne bistecche e salsicce per impedirgli di destabilizzare lo status quo . Nulla si butta di noi , in vita e in morte , le tasse sono dappertutto pure nei funerali e nei loculi e nelle eredità ; si trovano nuove forme di prelievo fantasiose e creative , il massimo lo si è raggiunto con il canone televisivo spalmato sulle bollette elettriche ! Prepariamoci a pagare il bollo auto con l'immondizia e la tassa sul suolo pubblico con il gas .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 21.11.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento

avanti m5s !

federico z., milano Commentatore certificato 21.11.15 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Le beghe internazionali , le guerre e guerrette , il terrorismo e quant'altro hanno un'unica matrice : il profitto . Non è una novità , è sempre stato così e continuerà ad esserlo per parecchio fino a che un'asteroide ci distruggerà o saremo così evoluti che non avremo bisogno del denaro . I terroristi , in genere , hanno un'obbiettivo : l'indipendenza , ribellioni a regimi feroci , rivalsa contro ingiustizie e prepotenze inaccettabili . L'isis no , cosa vuole questa forza sopratutto sunnita ? Un Paese tutto suo creato con parte della Siria E dell'Iraq ? Estendere a tutto il medioriente il califfato per riunirlo in un unico Stato ? Non è possibile e loro lo sanno . Gli americani , e non solo , non lo permetterebbero mai ! Quindi non resta che il guadagno del mercenario e il sogno guerresco di tanti giovani illusi e fanatici manovrati dai soliti seminatori di morte per raccogliere la grana .


OGGI FRANCIA, DOMANI ITALIA.

Domani Italia?

Noi siamo avanti anni luce rispetto ai francesi, noi sono decenni che siamo staccati dalla vita politica.

Da quanto siamo avanti siamo gli unici che hanno fatto nascere un movimento politico fatto dalla gente.

Certo, poi bisognerà vedere se da buoni italiani, sapremo farlo vivere per migliorare, o accomodarsi per non disturbare troppo.

Siamo avanti in tutto!

Il mondo intero ci studia, la politica e i gruppi di potere ci studiano, chi non riconosce l'importanza di questo fattore, o non è in grado di capirlo, o lo capisce benissimo e si para il cxlo!

Democrazia diretta, abbiamo aperto una strada, abbiamo dimostrato che si può fare politica dal basso e non solo dai salotti o dalle segreterie di partito.

CE LO SIAMO FATTI UN PARTITO, AVETE VISTO QUANTI VOTI ABBIAMO PRESO, POSSIBILE CHE NON SE NE CAPISCE IL PESO?

È da quando scrivo sul Blog che dico che litigare è una perdita di tempo, incontratevi e discutete faccia a faccia, mandatevi affancxlo dal vivo, la rete usatela per "condividere", non per fare gli stronxi!

Il 90% delle discussioni, da vivo, finirebbero a tarallucci e vino!

LA RETE È UNA FERRARI, E NOI CI PEDALIAMO SOPRA!

Au revoir et merci.

Nandò da Romà.

p.s.

Dottò, venga più spesso!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento

L'italia ha un governo (anzi tre) illegittimi , napoli ci ha messo lo zampino ! E il pavone di rignano (guardaterlo quando passerella) si comporta come un leader delle superpotenze ! Ormai crede di ottenere ciò che vuole per colpa di quei parassiti del parlamento che hanno una fifa nera di perdere il posto! E non lo cacciano a calci nel sedere ! Fanno pietà di fronte ai cittadini, che ricorderanno al momento opportuno! O ce lo faremo ricordare NOI !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 21.11.15 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Che dire sembra il post in parte per gli itagghiani.
Ed infine un vantaggio la Francia ce l'ha nei nostri confronti: loro hanno un governo legittimo!
Noi no!E la cosa è moolto grave...ma gli Itagghiani lo sanno?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.11.15 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Houellebecq suggerisce una domanda interessante: >

La lista sarebbe infinita e piena di ideologi, tuttavia, se tralasciassimo le pedine e restringessimo la ricerca alle persone più "influenti" (i.e. facoltose), non potremmo non ricordare il buon vecchio Soros e le sue fondazioni! Ricordate quando diceva: >

Da lui e simili intrallazzoni discendono poi una miriade di ONG, come ad esempio BorderMonitoring.eu (Kasparek Bernd, Monaco) e il suo sito http://w2eu.info/ o "Migrants Rights Network", che distribuisce in Turchia i manuali con tutti i trucchi per fare una richiesta d'asilo di successo, che ironicamente potrebbero essere stati donati anche a jihadisti (ma quelli hanno il passaporto...).

Sarebbe interessante poi sapere se e come tali reti di attivisti esercitino una forma di lobbismo sugli stati sovrani.

Della stessa scuola, in Italia spicca -sul resto del compassionevole PD e NCD (quelli che loro sono umani e gli altri bestie)- l'"amatissima" presidentessa della camera, ex portavoce dell'altisonante alto commissariato dell'ONU per i rifugiati e pasionaria del "no-border", che ha già deciso: > Notare la "leggerissima" somiglianza con le parole di Soros.

Eccellente comunque la conclusione dell'articolo, che vale per tutto l'occidente e suona come: i governi/partiti non rappresentano più i loro popoli e non ne azzeccano più una. Lasciate allora governare i cittadini!

Gabriele B. Commentatore certificato 21.11.15 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
pure da noi è lo stesso,dunque chi ci governa,io penso gli usa, una politica suicida, le frontiere vanno chiuse e gli immigrati rimpatriati,pure un cretino lo sa che grandi masse non sono integrabili,che ci vuole tempo e poi soldi, non si possono fare paragoni con le rameiche, sia per la loro territorialità, ossia sono 10 volte l'europa, sia per la popolazione, l'america è fatta da stranieri, è fatta da immigrati, hanno pure ammazzato tutti i locali,ricordiamo pure questo, perchè lo scordiamo con facilità, l'europa è già sovraffollata, ha problemi di abitanti vecchi,ma tolta la mia generazione si torna alla normalità,ossia , per le pensioni basta che la ricchezza sia distribuita, non c'è bisogno di avere più abitanti,invece l'aprica ha bisogno di aiuto,lì bisogna andare, non con preti,religioni e petrolieri,ma con gente normale,laica e di buona volontà,magari pensionati, costerebbero poco perchè hanno un reddito loro e poi si sentirebbero utili,chi sa può insegnare ai locali, senza invadere,ma da fratelli, per insegnare, formare, aprire scuole,ospedali,costruire, e insegnare come si ricava l'energia solare, come coltivare la terra, insomma le multinazionali piangeranno ma chi se ne frega, piangano pure, il pianeta non ha bisogno di loro

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Risultati della seduta sipiritica di stanotte.

A parte la modalità un po diversa e moderna( tavola oujia ) rispetto alle vecchie sedute fatte all'antica...

Chi ha portato la tavola ha posto molte domande personali e anche alcune di carattere generale delle quali 2 mi pare opportuno mettere a conoscenza la collettività

Ovviamente come tutti i risultati delle sedute spiritiche vanno presi con le molle cioè servono come spunto per una riflessione-approfondimento e non vanno intesi come verità assoluta.

La prima domanda....

Cosa è ISIS e chi ha interesse che ISIS esista?

risponde un santone etiope del 500 dopo cristo..


ISIS non sono mussulmani bensì satanisti camuffati da islamici

hanno preso i 7 comandamenti degli antichi egizi che corrispondo più o meno a quelli dei cristiani e li hanno rovesciati qunindi il loro scopo è rovesciare i 10 comandamenti.

ho provato oggi a rovescaiarli e il risultato è questo...

Io NON sono il Signore Dio tuo:
1. Avrai un altro Dio fuori di me (SATANA).
2. Nomina il nome di Dio invano ( dio è grande quando fanno nefandezze).
3. Ricordati di DEMONIZZARE le feste * (stragi nei luoghi di festeggiamento).
4. DISONORA il padre e la madre.
5. UCCIDI.
6. COMMETTI atti impuri ( violenta le donne e i bambini).
7. RUBA.
8. FAI falsa testimonianza ( vivi di menzogne ).
9. DESIDERA la donna d'altri.
10.DESIDERA la roba d'altri.

successivamente alla domanda chi ha interesse a ISIS il santo ha risposto più o meno così:

ISIS è solo il braccio satanico di una MENTE SATANICA che risiede in Ingilterra e Germania e USA e gli ordini arrivano da quelle nazioni.

-------

Alttra domanda interessante fatta da un tizio stranotto che ogni tanto si fa qualche spinello...

Le canne fanno male? e perché gli USA hanno premuto tanto per abolire una pianta che nell'antichità è sempre stata considerata sacra?


RISPOSTA:

la cannabis interiagisce con la ghiandola pineale e cancella la programmazione mentale perciò USA vuole eliminare l'antidoto a monarc

cose strane dall'aldilà 21.11.15 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA APERTO ALLO STRANIERO

Non so chi sia venuto in terra per redimere gli uomini e chi l’abbia mandato ma credo nell’esistenza del bene e del male e di poche e semplici regole per vivere in armonia col mio prossimo a qualsiasi razza,colore,religione e sesso egli appartenga.
Sono altresì convinto che la direttiva “non uccidere” sia presente in tutte le religioni ma fondamentalmente in tutti i cuori buoni che devono lottare tutti insieme contro il “male” a cui piace generalizzare e catalogare gli uomini secondo compartimenti stagni solo per tenerli divisi e plagiarli.
Non occidentali non siamo tutti infedeli e voi musulmani non siete tutti terroristi.Credete forse che tutto il popolo occidentale sia per la guerra dopo lo scempio subito dai passati conflitti mondiali?
Non voglio certamente credere che il popolo musulmano sia nato per fare la guerra ne che l’intera popolazione israeliana sia contenta del perenne conflitto palestinese.
Siamo tutti un pò schiavi dei nostri governi,delle multinazionali,dei venditori di armi e di petrolio.
Una cosa però è certa,abbiamo tutti le nostre colpe.
In occidente abbiamo una democrazia zoppa ed è stato proprio il nostro menefreghismo a portarci dove siamo arrivati.Avevamo tanti buoni propositi,l’Europa Unita,l’accoglienza,essere cittadini del mondo senza più frontiere e metal detector.Invece ci siamo fatti fregare dalle banche e dalla finanza e ci siamo rinchiusi nei nostri giardini a leccarci le ferite del nostro fallimento.
Non avete fatto altrettanto anche voi?
Avete tentato di liberarvi dei vostri regimi ,spesso con le armi ma poi la dittatura è tornata più forte di prima,vi siete fatti fregare credendo che i vostri presidenti stringessero accordi con l’occidente per il vostro bene ma poi sono passati sui vostri cadaveri.
Forse è venuto il momento di fare un patto tra i popoli senza più intermediari ma soprattutto senza alcuna azione dimostrativa da una parte e dall’altra e liberarci definitivamente delle nostre colpe.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 21.11.15 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei segnalare il sito di informazione
it.sputniknews.com
Soprattutto la possibilitá di avere informazioni che nel nostro "sistema mediatico" ipercontrollato e penosamente stereotipato, (... diciamolo, l'informazione é letteralmente militarizzato) sono nel migliore dei casi soppresse, nel peggiore manipolate e rovesciate.

Fabrizio B. Commentatore certificato 21.11.15 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a tenere chiusi in casa gli ITALIANI è sufficiente la TV.

il moralista 21.11.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Pare un articolo sull'Italia.

Attilio Disario R dam Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento

le guerre di religione le hanno fatte cristiani e musulmani
quale sarà il DIO migliore?
la pratica religiosa doveva servire a renderci migliori
ed a aver un maggiore rispetto per la vita altrui, all'alba
del terzo millennio si parla di guerra santa,non abbiamo
progredito un gran che.

il grillino 21.11.15 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I nostri cari politici ci hanno riportato ai tempi dei Barbari per far godere agli eredi del sistema le fortune ereditate dai padri tangentisti,speculatori,affaristi clericali servili ai padroni del mondo.La Strage delle Ginestre è la luna della grande ammucchiata spartitiva e la Stella Polare della Globalizzazione.Visto il casino che hanno combinato i grandi delle ammucchiate sotenitrici delle guerre mascherate sotto copertura Missioni di Pace e finanziamenti a gruppi armati per destabilizzare Nazioni che non volevano sottomettersi,adesso possono gioire e cantare inni di Gioia,Gloria e bere Champagne.Le stragi sono state la manna del sistema delle tre Repubbliche protette dal segreto di Stato,ed adesso sono diventate il perno centrale del governo Globalizzato,tanto crepa sempre e solo la povera gente inerme e sotterrano il marciume della Malapolitica fuoriuscito dalle viscere dagli scandali sotto il Duomo-Terra dei Fuochi-Roma Ladrona.Sembra ritornare ai tempi degli Incas che per mantenere il potere sacrificavano vergini e bambini.Finalmente il Papa ha maledetto chi fa guerre ed è già un grande passo in avanti,anche se non ha condannato le Missioni di Pace.La condanna del Papa dona una speranza alle popolazioni trucidate dalle guerre Mascherate in Iraq-Libia-Siria che si vedono riconoscere di essere state sacrificate per le manie Hitleriane dei padroni del mondo.Solo se si estirpa i sostenitori che hanno e continuano sostenere le guerre sotto copertura Missioni di Pace,si potranno ricostruire il rispetto nei valori della vita conquistati con il sangue versato dai valorosi della Rivoluzione Francese.La colpa di tutto questo è anche della Russia perché non è intervenuta subito a difendere i fratelli Serbi e poi quelli Filorussi,se l'avesse fatto i padroni del mondo non si sarebbero montati la Testa e la UE non sarebbe diventata una Colonia e adesso non ci sarebbe questo clima di terrore e morte.Unica certezza,gli eredi si godono la vita e metà del popolo crepa.

Agostino Nigretti 21.11.15 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

dalla lettera di marcotravaglio sul fatto di oggi agli italici

"""s'illudono, i bastardi, di modificare le nostre abitudini, il nostro stile di vita, i valori della nostra civiltà.
Ma non hanno fatto i conti con la nostra classe politica,che anche in questi giorni convulsi dà prova di nervi saldi e grande compostezza, restando fino in fondo se stessa. Il buon esempio viene da Giorgio Napolitano che, nelle sue vesti
di presidente emerito della Repubblica, ha voluto impartire alla cittadinanza tutta una lezione di etica pubblica e dovere civico:
convocato due anni fa dalla Corte d’assise di Caltanissetta a testimoniare nel processo sulla strage di via D’Amelio, su richiesta del fratello del giudice assassinato Paolo Borsellino, ha fatto sapere che non ci pensava neppure perché le domande che gli avvocati e i giudici gli avrebbero
posto non gli parevano interessanti, anzi di una “assurda vaghezza”, e poi lui non sa e
non ricorda nulla. Ieri la Corte, anziché spiegargli che l’utilità di un teste la decidono i giudici
e non il teste, che i magistrati e gli avvocati fanno le domandeche vogliono e che il teste ha il
dovere di rispondere a tutte dicendopossibilmente la verità, ha improvvisamente scoperto che è “manifestamente superflua”
la sua deposizione che essastessa aveva ritenuto strettamente necessaria per l’a ccertamento della verità. L’episodio
è un formidabile stimolo a tutti i cittadini perché collaborino con la giustizia e dicano
tutta la verità nei tribunali, anche a rischio della vita. È uno dei fondamenti della nostra civiltà:se sei potente, decidi tu se
testimoniare o no (e di solito è no); se sei un cittadino comune e provi a fare altrettanto, ti incriminano per reticenza e ti mandano a prendere dai carabinieri."""

stavolta ho un po'esagerato,ma mi sembrava interessante, spero che il signor travaglio non se ne abbia a male...in fondo è pubblicità :)


pabblo 21.11.15 10:38| 
 |
Rispondi al commento

canone RAI,10 rate in 10 bollettini?
le POSTE incasseranno un sacco di soldi?

il consumatore 21.11.15 10:36| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.11.15 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

v

Caciara ........Roma Commentatore certificato 21.11.15 09:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori