Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Parigi

  • 271

New Twitter Gallery

paris.jpg

"Quanto accaduto a Parigi è scioccante. Siamo vicino alle famiglie delle vittime, alla Francia, a tutto il popolo francese, colpito oggi da un attacco terribile, che deploriamo con fermezza." MoVimento 5 Stelle

14 Nov 2015, 10:16 | Scrivi | Commenti (271) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 271


Tags: attentato Parigi, Bataclan, Francia, Parigi, paris

Commenti

 

Devi realizzare un sito web?

Agenzia Web 26.08.16 11:27| 
 |
Rispondi al commento

io vorrei dire che se non si puo dimostrare a parigi una delle citta più libere al mondo abbiamo perso la nostra liberta.
e se perdiamo la nostra liberta abbiamo perso tutto quello che avevamo i nostri diritti e tuuto il resto.
torniamo in dietro di 50 anni che peccato

francesco novello 29.11.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento

la grandezza del genio si riconosce sempre nella capacità di vedere con chiarezza e svariati decenni di anticipo quello che a molti ancora oggi sfugge; ecco per esempio quel che afferma il fisico americano Fritjof Capra nel suo celebre "Tao della fisica" del lontano 1975

.....in aperto contrasto con i primi filosofi greci, la scienza moderna, da Cartesio in poi, considera l'uomo nettamente diviso in res cogitans e res extensa, spirito e materia, anima e corpo ......
"in modo del tutto analogo si considera l'ambiente naturale come se fosse costituito da parti separate che devono essere sfruttate da vari gruppi di interesse. Questa visione non unitaria è ulteriormente estesa alla società , che viene suddivisa in differenti nazioni, razze, gruppi religiosi e politici. La convinzione che tutti questi frammenti - sia nell'ambiente che nella società - siano realmente separati può essere vista come la causa fondamentale di tutte le crisi attuali, sociali, ecologiche e culturali. Essa ci ha estraniati dalla natura e dai nostri simili, ha provocato una distribuzione delle risorse naturali incredibilmente ingiusta, che crea disordine economico e politico: un'ondata di violenza che cresce sempre più , e un ambiente inospitale, inquinato, nel quale la vita è diventata fisicamente e spiritualmente insalubre."

peccato solo che persone così vengano tenute sempre ben lontane dalla guida del mondo.......

filippo maria lupo 17.11.15 20:07| 
 |
Rispondi al commento

La Clinton: l'ISIS è roba nostra, abbiamo noi creato le condizioni per la nascita del Califfato, iniziato con la fornitura di armi e consiglieri militari ai mujiaddin, nel conflitto afgano.
Putin: fra i Paesi del G 20 c'è chi finanzia l'ISIS.
E qui, nel Blog, qualcuno se la prende con il Movimento 5 Stelle che, sul terrore targato ISIS, non blatera.
Dopo il cordoglio alle vittime, dopo le dichiarazioni della Clinton e di Putin, che altro aggiungere oltre alle stronzate che si sentono nei vari talk show intervallati dalla pubblicità?

Pier 17.11.15 07:45| 
 |
Rispondi al commento

Povero mondo scervellato e pazzo;
lercio fetido e puzzolente;
detrito villoso ed ancor fetente;
via via da me putrido sfarzo!
Sopra, sotto, a destra, a sinistra, al centro, ecc., ecc., ecc. si muore, si muore, si muore sempre da qualsiasi punto di vista, da qualsiasi arco temporale, da qualsiasi appartenenza, da qualsiasi simbolo, razza, colore, ecc., ecc., ecc.-
Ti comporti in un modo e da una parte ti lanciano merda radioattiva; gli altri poi, dall'altra parte ti affossano sotto pietre, macerie e sangue; ti comporti in un altro modo ed il ciclo della mattanza si ripete sempre: da una parte ti lanciano merda radioattiva e gli altri poi ti affossano sotto pietre, macerie e sangue.
E poi la solita massa mondiale dei coglioni idioti che navigano nell'oro macchiato di sangue e che ridono pomposi e sprezzanti dei morti, qualsiasi morto, sia sotto le bombe, sia sotto gli attentati, sia sotto il web, sia sotto una catastrofe nucleare, sia sotto un'alluvione, sia sotto le pietre.

Mondo di Merda:
Parole idiote e poi Sangue;
Sangue e poi parole idiote.... ed il ciclo continua nel tempo...; un pochino di pausa e poi la mattanza continua dall'una e dall'altra parte e sempre e comunque, solo e soltanto sangue innocente viene versato.....

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.11.15 19:33| 
 |
Rispondi al commento

deplorate con fermezza... molto bene, almeno no c'e' Dibattista che approva.

Nient altro da dire?

filippo z, swanage Commentatore certificato 16.11.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fate riposare Di Battista perchè a volte si attorciglia.Bombardare villaggi è vero che è meglio il dialogo, ma a volte è necessario per prevenire guai maggiori. Ho davanti agli occhi le decapitazioni e la violenza attuata prima dall'isis. Sono stufo di prendermi le responsabilità degli errori coloniali. Condivido il pensiero del grande Eduardo che alla domanda : maestro quanti anni ha? risponde sono nato oggi. Pertanto rispetto reciproco.

Ennio Molina, L'Aquila Commentatore certificato 16.11.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè i 5stelle che gridano continuamente ai valori della Costituzione, alla laicità dello Stato, all'influenza della chiesa cattolica, ai diritti delle donne e cosi via taccia sistematicamente sugli orrori perpetrati nei paesi islamici e in particolare dall'ISIS a meno che questi paesi sono amici dell'Occidente ( amici?) come l'Arabia Saudita. Due pesi e due misure.

fabio nardocci 16.11.15 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ipocriti peggio di quelli del piddì!

avete votato per l'abolizione del reato di clandestinità e invece doveva essere mantenuto e utilizzato come aggravante massima per qualsivoglia reato penale

fate schifo 16.11.15 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Un proverbio delle mie parti recita: chi prima non pensa, dopo sospira.Non è possibile costruire un rapporto di convivenza con chi ti considera ancora infedele e vuole tagliarti la gola. Per la mia esperienza di vita, bisogna trattare da una posizione di forza culturale,di forza che tiene alto il suo valore di appartenenza e quindi meritare rispetto Cosa che l'Europa deve ritrovare trovandosi in pieno marasma.Siamo in piena decadenza, sommersi dall'opulenza e dalla caduta di valori.

Ennio Molina, L'Aquila Commentatore certificato 16.11.15 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Inutile girarci intorno, sono fatti così. Anche dopo qualche generazione non solo non si integrano ma sentono il richiamo della riscossa. Basta assistere ai discorsi che qualche loro esponente fa in TV: c'è protervia. E se pretendono di dettar leggi in pratica già si sentono invasori. Del resto le invasioni spesso cominciano con l'approntamento di un tessuto sociale favorevole a chi successivamente invade. L'ignavia poi di una società pagana come la nostra sempre più incentivata con fiumi di danaro da circoli vicini agli Stati che ci "amano" fa il resto. Ci vuol poco, dunque, a capire certe "politiche" e un certo tipo di "informazione" e di "buonismo"!

loris cusano 16.11.15 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao amici del blog,sono un padre che piange per quanto successo a Parigi.Cordoglio e amarezza per tante vite spezzate.Sono consapevole che questo potrebbe ripetersi in qualsiasi parte del nostro continente grazie all'ingente traffico di armi che freddamente si continua a operare grazie a personaggi che vivono nell'ombra,spacciandosi come fruttivendoli,addestratori,promoter,prezzolati,ecc.(Report 15/11/2015)Sono disgustato,amareggiato per cosi tanto odio che grazie a questi affaristi privi di scrupoli,questo possa accadere.Mi associo al cordoglio.

giuseppe m, mandal.giuseppe@gmail.com Commentatore certificato 16.11.15 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Si criticano i politici perché stanno facendo sciacallaggio sulle vittime europee di venerdì scorso, ma i commenti letti su questo blog amareggiano ancor di più. Essi sono pari a ciò che dicono i politici nulla di quei poveri giovani innocenti massacrati da chi ci odia e tante giustificazioni su quanto avvenuto. Che il nostro Dio accolga in gloria tutte le vittime Cristiane nel mondo. Comprese quelle araba martirizzate solo perché cristianene. Voi che criticate il Mondo occidentale per le azioni giuste o sbagliate intraprese contro paesi mussulmani, giustificando i terroristi, datemi una giustificazione dei cristiani arabi trucidati nei loro paesi. Certamente direte che avranno complottato contro loro stessi favorendo le politiche occidentali tali da suscitare l'odio nei mussulmani che li bruciano nelle chiese. Consiglio a tutti coloro che dopo Parigi continuano a predicare la soluzione diplomatica (Boldrini in testa) di acquistare un biglietto di sola andata per la Siria e di andare di persona a fare diplomazia con i tagliagole. L'unica realta' è che 129 giovani innocenti sono stati trucidati, nei prossimi giorni assisteremo a marce e applausi e cercheremo di integrarci al volere dei mussulmani. Ricordate le donne uccise dai propri padri mussulmani che non accettano fidanzati cristiani o stili di vita occidentali ciò rappresenta l'integrazione di questi esseri. Quante donne mussulmane avete visto sottobraccio con italiani mussulmani? Bene non è consentito dalla loro religione, ciao Boldrini Se hai figlie femmine dalle in sposa ai mussulmani e fatti una passeggiata di sera al buio da sola nelle periferie così ci racconti come è. Le donne comuni senza scorta e " senza fotografo personale" non sanno come possa essere una passeggiata da sola perché rischiano di essere stuprate. Scusatemi tutti ma la rabbia ha fatto si che anch'io ho scritto di altro che di ciò che è accaduto a quei poveri giovani OCCIDENTALI.

Michele S. 16.11.15 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo solo sperare che Putin consegni in fretta la Testa di Assad e preso atto che ormai più nessuno riuscirà a calmare l'odio contro il credo di Maometto,buttino subito una bomba atomica,così terminerà presto questa terza guerra mondiale seminata con Maestria Divina usando la Malapolitica.Unica certezza,come avvenuto in tutte le stragi,chi non conta nulla piangeranno i morti ed i prescelti a godere il Paradiso terrestre potrà continuare a goderselo per poi lasciarlo in eredità ai loro cari.Basta vedere il trionfo della terza Repubblica fotocopia delle prime due.

Agostino Nigretti 16.11.15 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Prima hanno fatto le guerre mascherate in Missioni di Pace per creare le condizioni di odio,adesso lo gestiscono impaurendo i popoli.Urrà,dobbiamo complimentarci con i grandi Maestri Burattinai che tutelano e gestiscono gli interessi dei Padroni del Mondo,il loro piano per dominarlo e governarlo è riuscito,la Globalizzazione è realtà,perciò è iniziata la terza guerra mondiale nel segno delle Crociate.Proprio vero,sono stato un grande cretino a non aver dato retta a chi me lo aveva dato,è solo questione di potere e denaro,tutti i valori dei vari credo solo solo effimeri usati per governare i greggi tramite fidai pastori.Il successo della strage delle Ginestre ha trionfato e come allora ecco le stragi che accadono come miracoli,uniscono le grandi ammucchiate che con l'informazione pilotata illuminano gli obbiettivi prescelti dove incanalare i greggi.Guarda caso la strage di Parigi è avvenuta alla vigiglia del G20 e come per incanto ha messo d'accordo i padroni del mondo e l'Ex grande potenza Russa,soprattutto ha dato la possibilità ai fedeli Discepoli innalzati a governare le Colonie,di salire sul Palcoscenico della Globalizzazione a predicare il vero Vangelo del Terzo Millennio,radiati di sapienza Divina usano le atrocità dei mostri da loro creati con le guerre sotto copertura Missioni di Pace e con la sobillazione dei popoli contro i loro governanti come avvenuto in Siria e Ucraina per imporre dei fidati governi.Quindi,piangiamo le vittime sacrificate e nella paura che tocchi a uno di noi,o dei nostri cari e all'odio alimentato dai credo,impotenti siamo costretti ad assistere agli spettacoli dei teatrini mondiali.Dobbiamo solo sperare che Putin consegni in fretta la Testa di Assad e preso atto che ormai più nessuno riuscirà a calmare l'odio contro il credo di Maometto,buttino subito una bomba atomica,così terminerà presto questa terza guerra mondiale seminata con Maestria Divina usando la Malapolitica.

Agostino Nigretti 16.11.15 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono nato in Francia. Ho vissuto e lavorato in Francia e conosco il "ras-le-bol" dei Francesi, quel sentimento di sentirsi straniero a casa propria, l'insofferenza contro gli "arabes" contro la loro prepotenza ed arroganza.
Può sembrare razzismo, ma credetemi, non lo è...ma è maledettamente difficile spiegarlo senza sembrare razzista.
Sono anche italiano, ho famiglia in Francia ed in Italia; considero la Francia e l'Italia casa mia ed ho paura perché l'Italia sta diventando come la mia amata Francia in nome della libertà e tolleranza verso chi tollerante non è e vuol toglierci la nostra libertà.
Ho una domanda.
Molti cittadini europei partono volontari per arruolarsi all'ISIS rinnegando i valori del proprio paese. Impedirgli di partire non si può, ma possiamo impedirgli di tornare: dovremmo toglierli la nazionalità di nascita, disconoscerli, i loro passaporti devono diventare carta straccia, dobbiamo impedirgli di tornare in Europa. È così difficile da mettere in atto?


A pagare sono sempre persone comuni che non centrano niente se non x il fatto, purtroppo, di aver votato questi governanti o non aver votato affatto. 5 stelle dovete alzare il tiro! So che siete pieni di impegni x le piccole serie faccende della ns politica nazionale, ma qui la realtà è un'altra, non certo quella che vogliono farci bere e che ci raccontano attraverso TV e giornali. Riguardiamo il documentario 11 settembre inganno globale, è su youtube. Andiamo oltre, va bene piangere i morti ma mettiamoci in testa che della gente a questa zozza politica mondiale non gliene frega una ceppa! Anzi forse è tutto pianificato proprio x giustificare - in nome della sicurezza nazionale - stati militarizzati e decisioni forti di controffensive,e x indirizzare i voti alle elezioni con il terrore e un indirizzo verso l'odio razziale e religioso. Come dopo l'11 settembre si USA la parola guerra ma non si considerano tanti aspetti, tipo chi vende le armi ai terroristi, chi fa la guerra a casa loro, chi fa il doppio gioco con queste popolazioni, chi si arricchisce con queste strategie e anche con i morti, e pensate ai morti che l'Occidente fa lì, anche stragi di civili, o in Turchia o in Africa, dando la notizia ai TG e dimenticando subito quasi come fossero morti di serie b o c. Non mi dilungò ma era solo per dire di svegliarci, fare un po' di controinformazione seria - anzi contro mala informazione - e forza 5 stelle tirate fuori ancora di più le palle e tornate nelle piazze a parlare di questa grave situazione internazionale ed europea x svegliare la gente su questi temi gravissimi prima che sia troppo tardi. Almeno in Italia potremmo cambiare rotta e quantomeno dissociarci con forza da questo ordine mondiale assurdo e inumano. Grazie


Ma tutto qui? Cioè, 4 righe di cordoglio e poi amen?
Quali contromisure intendete o intendere stesso adottare x arginare l'avanzata del terrorismo islamico? Da che parte state?
Dove vi ponete fra l'interventismo di destra e il buonismo di sinistra?

Claudio taricco 16.11.15 00:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sempre detto di essere contrario alla violenza, ma ad ogni violenza. E' impossibile pensare di dare schiaffi a una persona (le bombe ammazzando 1000 civili per colpire un paio di bastardi) e poi pretendere che uno rimanga zitto. E personalmente non ritengo che la vita di una persona, seppure di un paese o una religione diversa, sia piu' o meno importante di un'altra. In piu' c'e' forse anche qualche altra complicazione, come ad esempio la possibilita' che sia una mossa ad hoc per chiamare altra violenza per gli interessucci di pochi.
Alla fine ci rimette sempre solo il popolo, siano, siriani, siano francesi.
Cosi' non la finiremo mai.
A parte il fatto che se il clima globale e' aumentato gia' di 1,5 gradi, e se e' vero che se supera 2 gradi entro il 2050 siamo tutti morti, mi sa che saremo tutti schiacciati presto da qualcosa di molto piu' grande mentre continuiamo a litigare fra di noi, come pidocchi. Chissa' forse rimarranno solo i topi...

Saluti,
Stefano

Stefano 15.11.15 21:58| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

La rappresaglia (ammesso e non concesso che dietro ci sia realmente l'IS) ,perchè gli "attentati" in guerra si chiamano "rappresaglie", è davvero scioccante .
Ma i bombardamenti che la francia ha fatto (e fa) dal 2003 nel mondo arabo (Irak,Libia,Siria ecc) senza mandato onu provocando migliaia di morti di civili per rapinargli il petrolio non è ugualmente se no di più scioccante?


SEGUITO
Il capitalismo neoliberale ha teorizzato il comando dell'intero mondo anche attraverso il possesso, in poche mani, dei mezzi di comunicazione (radio, tv, internet, torri telefoniche, satelliti). Su questo versante in Italia, più degli altri Paesi, la battaglia è feroce in quanto i mezzi di comunicazione, unico caso al mondo, sono copiosamente diffusi in tutto il territorio con la presenza di 500 tv locali e 1100 radio che garantiscono una elevatissima sicurezza nazionale per la protezione civile e della democrazia nel caso di possibili attacchi. Non si pensi che noi italiani siamo al sicuro. Occupare la RAI e Mediaset è un giuoco da bambini per qualsiasi golpista o stragista. Occupare 1500 reti locali sparse in tutto il territorio nazionale è impossibile. La battaglia della REA è quella della “libertà d’informazione per la sicurezza dello Stato” svolta tutti i giorni in tutte le sedi la cui sintesi è raccontata nel filmato che vi invito ad ascoltare e condividere su https://www.facebook.com/antonio.diomede.56 . Ci stiamo ancora chiedendo qual’ è la posizione dell’attuale dirigenza 5Stelle su questo problema. Sono fiducioso che capiranno.

antonio diomede 15.11.15 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Dalle disgrazie della vita dobbiamo sempre trarne preziosi insegnamenti se vogliamo che non accadano più. La dolorosa vicenda di Parigi ci ha insegnato che dobbiamo essere sempre vigili nella difesa dei nostri valori e della nostra cultura troppo spesso stupidamente mercificata o, peggio ancora, rinnegata per puro opportunismo in nome del dio danaro. I nostri valori vanno difesi con la buona parola e l'amore per il prossimo, ma di fronte al pericolo di perdere la vita abbiamo l'obbligo naturale (mors tua vitae mea) di difenderci anche con le armi, sia se siamo aggrediti in casa da qualche balordo, sia se siamo aggrediti da fanatici assassini per motivi ideologici, politici o religiosi. “Si visis pacem, para bellum” (se vuoi la pace prepara la guerra) dicevano i latini. L'ISIS va combattuto e distrutto sul campo di battaglia con un esercito formato da tutte le nazioni del mondo civile. Non ci sono altre soluzioni se vogliamo evitare che accadano altre stragi. Ma dobbiamo drammaticamente chiederci: “chi fornisce armi all’ISIS? Ecco che viene alla mente il discorso sulla mercificazione dei nostri valori e della nostra cultura. Purtroppo, tutto ciò che sta accadendo si riconduce allo sfrenato capitalismo neoliberale che ha gettato alle ortiche un secolo di conquiste di diritti civili e politici i quali ci hanno reso più uguali. La responsabilità di ciò che sta accadendo nel mondo è di coloro che continuano a predicare la priorità del “guadagno” su ogni cosa compresi, ovviamente, i valori politici, etici, morali, religiosi, culturali e dell’uguaglianza. In tale ottica, per questa gentaglia, vendere armi e tecnologia all’ISIS è normale CONTINUA

antonio diomede 15.11.15 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Avete scoperchiato il vaso di Pandora! E ora, chi sarà in grado di richiuderlo? Già immagino il business della sicurezza e l’innalzamento delle relative misure, all’inverosimile. Sono un poliziotto e potete credermi. Sembrerà di vivere in un mondo non più libero. La diffidenza e finanche l’odio per lo straniero saranno fomentati, strumentalizzati. Prevedo anche il tardivo intervento militare in Siria per merito di una coalizione euro-russo-americana, sotto l’egida dell’O.N.U. Altre morti, insomma, tra bombardamenti e attentati. Sì, ma dopo?
Si tratta di una faida umana. Non lo capite? Che cosa accade quando i popoli stentano e gli Stati latitano? Si affidano a mafie e camorre. Noi italiani ne sappiamo qualcosa. Allo stesso modo si radica l’ISIS, tra la gente disperata, senza più chance, disposta a uccidere e morire per Allah. Ci meravigliamo, poi, delle faide?. Ce n’è una, per esempio, che dura da millenni e oggi si combatte a coltellate nelle vie di Gerusalemme tra ebrei e palestinesi. Gli uni a reclamare di stare lì da tremila anni, gli altri a denunciare di essere cacciati dalle proprie case per poi vedere colonizzate le loro terre. E sono fratelli!
Questa strage terminerà soltanto con la pace. Come Gandhi. Martin Luther King. Nelson Mandela. Aung San Suu Kyi, Benhazir Bhutto. Questa è l’umanità martire in grado di mutare le sorti del mondo. “ESSA” ha avuto il cuore illuminato dalla luce di Dio, riscaldato dal suo amore per TUTTI gli esseri umani. Quell’amore, tuttavia, è spesso macchiato dall’invidia e dall’odio del nostro avversario, che dimora in noi. Ed è fatto di carne, sangue e ossa. Si tratta di noi, quando gli diamo ascolto. Ogni Paese, tuttavia, ha quello che si merita. Dobbiamo custodire il nostro benessere di occidentali ad ogni costo, non credete? E se, forse, “O ’ MALAMENTE” fossimo un po’ anche noi stessi?
(FINE)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma è anche chiaro che se un terrorista vuole, ci può fare davvero del male. Si pensa che egli non sia in grado di colpire nello stesso luogo. E invece, dopo Charlie Hebdo, rieccolo là, a Parigi. Guardiamo le cose da un altro punto di vista. Siamo alle Hawaii, stupendo, ma è il 7 dicembre 1941. I giapponesi bombardano Pearl Harbor. La guerra dei musi gialli è sbagliata, e perciò perderanno. L’ISIS, dunque, sarà spazzata via perché non si uccide in nome di Dio. E - in nome di Dio - non si uccida! Eppure il Sol Levante aveva ragioni da vendere. Fu un impero in espansione, schiacciato dai domini britannici, francesi e olandesi del Pacifico. Le risorse energetiche, petrolio e gomma, erano nelle mani delle potenze coloniali. Esse non volevano un altro cane a sbranare il proprio pezzo di carne. Medesimo discorso valse per l’Italia, protesa nel mediterraneo e per la Germania, viceversa, sul continente. La grande crisi economica del 1929 morse tutti, ma Francia e Inghilterra non ne vollero sapere di dividere i propri bocconi. E il Duce, così, abbracciò il Fuhrer con un tragico e sanguinoso epilogo. Quanti collegamenti, non è vero? Tanto per ripetere che a breve, l’ISIS sarà distrutta. Sì, ma poi?
Le nostre democrazie le abbiamo create noi, dopo guerre mondiali e rivoluzioni. Nessun Paese straniero ce le impose con la forza. Le scegliemmo e votammo noi stessi, o i nostri rappresentanti. Abbiamo il potere di cambiare le Costituzioni, se lo volessimo. Non possiamo, dunque, imporre il nostro modo di essere e concepire la vita, agli altri. Ciascun Paese deve provvedere da sé affinché la democrazia sia una libera scelta e si possa divenire artefici del proprio destino, padroni delle proprie esistenze. La primavera araba ne è stata un esempio. In seguito quei popoli andavano aiutati, ma il business di pochi e la crisi economica di tanti, lo impedirono. (CONTINUA)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Quel popolo che oggi grida “Allāhu Akbar” e ci uccide. Non sono io, a dire tutto ciò. L’ex premier britannico Tony Blair, che fu presente a Genova nel 2001, oggi chiede scusa per il secondo conflitto del golfo e ci confida - “Chiedo venia per alcuni errori di pianificazione oltre che per i nostri errori di valutazione su cosa sarebbe successo una volta rimosso il regime iracheno, anche se è difficile chiedere scusa per aver eliminato Saddam Hussein seppure non si possa sapere quale impatto avrebbe avuto sull’Iraq, la Primavera Araba iniziata nel 2011, se la guerra a Saddam del 2003 non fosse mai avvenuta, ma l’ISIS, di fatto, ha avuto origine più dalla Siria che dall’Iraq”. Elementare, Watson! Se voi inglesi e americani vi foste fatti gli affari vostri, si deduce che Saddam sarebbe caduto come Ben Ali, Gheddafi e Mubarak. Invece, tra il business della ricostruzione e i debiti di guerra da versarvi in oro nero, fu più conveniente farlo fuori. E nacque l’ISIS! I membri del nuovo califfato islamico fecero la spola tra Iraq e Siria, in barba agli States, ad Assad, all’Iran vessillo della rivoluzione islamica, ad Al-Quaeda, a tutti! Qualcuno, peraltro, non disse cose simili in merito alla defenestrazione violenta del leader libico, Muhammad Gheddafi, ossia che fu un errore? Ed ecco il dramma dell’immigrazione che unita a quella dalla Siria, dove le potenze occidentali hanno tergiversato fin troppo, si è riversata sulle nostre coste e in quelle elleniche, per riparare nei ricchi Paesi europei, pronti a giocare a scaricabarile. E gli Stati Uniti dove sono? Si tratta, forse, di un problema che non li riguarda? Eppure sono proprio loro, i protagonisti principali delle guerre nel mondo, seppure si propongano come unica superpotenza a fare da gendarme. Sì, a tutelare i propri business. Ricostruzione e oro nero!
L’ISIS sarà sconfitta. Questo è chiaro. (CONTINUA)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Gheddafi, invece, è uno scemo che non ha amici e le risorse del suo Paese interessano a Francia, Inghilterra, Stati Uniti. Le decisioni di quella tragica estate genovese del 2001, dunque, condurranno a guerre e distruzioni. Ma l’America si dà ai bagordi. Esiste soltanto lei a fare da gendarme del mondo. Spende e spande in eserciti e sicurezza. L’economia ultraliberale in perfetto stile Milton Friedman, va a gonfie vele. Il business a stelle e strisce si ingozza, ingordo, ma nel 2008 vomita. E’ crisi economica globale. I creditori e gli investitori sono terrorizzati. Riavranno il proprio denaro? Ed ecco, allora, le riforme strutturali dello stato sociale. Lavoro, sanità, previdenza, istruzione e cultura dei Paesi che arrancano, vanno rivedute e corrette. Soltanto così, saranno messi in condizione di restituire il dovuto. Alexis Tsipras, piegato e spezzato, ne sa qualcosa. Di chi, inetto e corrotto, si trangugiò le risorse di quelle nazioni, non ne parliamo proprio. Questi è “O’ MALAMENTE”. La gente - “ESSA” - è colei che grida straziata e messa in croce. L’occidente piange. Eppure, pensiamoci un attimo. Se la crisi economica globale ci ha piegati, che cosa potrà mai essere accaduto nel resto del mondo? Pensiamo, per un attimo, alle attese di quei popoli sventurati. Che bella la rivoluzione dei gelsomini e la primavera araba. Sì, ma dopo Ben Ali, Gheddafi e Mubarak? Io credo che quei popoli versino in condizioni davvero peggiori delle nostre. Il debito pubblico dei propri Paesi si è ingigantito dal passato post-coloniale. Le grandi istituzioni finanziarie mondiali li aiutarono a svilupparsi, ma per le fragili economie di quelle nazioni, i debiti sono esorbitanti. Oggi si trovano in una condizione che potrei definire “neo-coloniale”. Sì, perché il denaro prestato loro, va restituito. E ‘o malamente del luogo, connivente con il bancario mondiale, inghiottì i fondi e se li digerì. La sua cacca, poi, fu il proprio popolo. (CONTINUA)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 19:02| 
 |
Rispondi al commento

“ESSA”, dunque, è la gente che urla straziata e versa sangue. Un esempio? Noi siamo occidentali e fondiamo il nostro benessere sull’approvvigionamento energetico. Il petrolio. Lo sfruttamento e la gestione controllata dell’oro nero. C’è finanche chi attende lo scioglimento della calotta artica per sfruttare nuovi giacimenti, oggi inaccessibili, senza considerare gli sconvolgimenti climatici causati da nuovi aumenti del global warming. Quei geni pensano pure a tracciare nuove rotte commerciali per via della scomparsa dei ghiacci perenni. Questo raziocinio così lungimirante nei confronti delle generazioni che verranno, ci rende simili a coloro che dopo un bel picnic lasciano l’immondizia sul prato. Poi, qualcun altro pulirà. Chi verrà dopo, “si arrangerà come facemmo noialtri”. Siamo occidentali e il petrolio ci serve. Non può essere gestito da qualche arabo folle che ci possa bloccare i rifornimenti e metterci in ginocchio. Siamo noi a dover controllare le risorse sul posto. Bisogna creare le condizioni necessarie per dettare legge ai Paesi emergenti. Converrete quanto sia necessario, pertanto, osservare le cose sotto tanti punti di vista. Luglio 2001. Summit G8 a Genova. Colleghiamo. In quel sito si riunirono i vertici dei Paesi più industrializzati e influenti, tra cui George W. Bush e Tony Blair, per decidere le sorti politico-finanziarie del terzo mondo e l’abbattimento del suo debito pubblico. Colleghiamo. Due mesi dopo, 11 settembre 2001, l’attentato alle Twin Towers. A seguire ecco servita la guerra a talebani e Al-Qaeda in Afghanistan e, nel 2003, caccia a Saddam Hussein. Poi fu il turno di attentati in Europa, Russia e mondo arabo. Esecuzione di Osama Bin Laden in Pakistan. Che buon profumo di gelsomini. Fiorisce la Primavera araba. Fine dei despoti Mubarak, Ben Ali e Gheddafi, a eccezione del tiranno di Siria, Assad. Per carità, quello no! La Russia non sarebbe d’accordo. (CONTINUA)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IS, ESSA E O’ MALAMENTE
Roma, 15 novembre 2015, ore 11.21
Il tributo di sangue versato da Parigi, a quest’ora, è di centoventinove morti.
Dall’11 settembre 2001 di New York al 13 novembre 2015 di Parigi, quattordici anni dopo, la strage non si arresta.
La vita umana non è soltanto sacra. E’ sacrosanta. Su questo non si transige. Come si dice? “Senza se e senza ma”.
“Is, essa e o’ malamente”. Non è una sceneggiata napoletana. Si tratta di tragedia.
“IS” è ISIS.
I mass-media sono gestiti, in larga parte, dalla politica. Siete d’accordo? Proseguite. La politica, a parte le eccezioni, è gestita dal mondo della finanza e da lobby di potere economico nazionali ed estere, non vi sembra? Procedete. L’opinione che vi fate del mondo che vi circonda, dunque, appare influenzata, quando non plasmata, dagli orientamenti di quelle lobby finanziarie che governano la politica, giusto? Potete andare avanti. Le idee che credete siano provenienti dalla vostra coscienza, pertanto, non lo sono. Che peccato. E allora, che cosa fare? Dobbiamo dedicare più tempo all’informazione, al pensiero. E’ necessario guardare i fatti e la Storia sotto diversi punti di vista. Imparare a collegare gli avvenimenti. Tutti ne sarebbero capaci, ma è faticoso, e porterebbe via del tempo prezioso alle nostre vite frenetiche.La produzione ne risentirebbe. Non ci si può fermare sotto un albero a ragionare, ammirando verdi prati sotto un cielo azzurro. Non ci accorgeremmo del temporale che giunge e una saetta, forse, ci fulminerebbe. Tutto questo, insomma, non ci va. Ecco perché, purtroppo, è giusto che ciascuno di noi abbia quello che si merita. Ciò vale anche per ogni Paese. Tutti gli uomini, infatti, dentro di sé sanno bene come stiano davvero le cose. Così non è, per coloro che vanno in giro con kalashnikov e bombe ad ammazzare la gente, in nome di Allah! “Allāhu Akbar” è il grido di guerra santa dell’Islam contro gli infedeli. Il popolo grida. (CONTINUA)

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 15.11.15 18:58| 
 |
Rispondi al commento

No al terrorismo! si alla fratellanza tra i popoli!
Condoglianze alle famiglie delle vittime della strage di Parigi e solidarietà al popolo della Francia!

Rocco Palamara 15.11.15 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Basta buonismo! Si tratta di una religione intollerante, nata secoli fa tra le stragi, non predica l'amore ma la guerra, discrimina la donna e odia la libertà. Urge un ferreo controllo poliziesco.

Guido Lucherini Benvenuti, Cardano al Campo Commentatore certificato 15.11.15 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole per quanto è successo a Parigi, l'unica cosa su cui si può riflettere è che l'analisi dei resti di chi si è fatto esplodere dice che l'età dei kamikaze andava dai 15 ai 18 anni.
Evidentemente le menti di questi ragazzi sono state manipolate si da giovanissimi da gente strabordante d'odio che ne ha fatto degli strumenti di morte. Sono queste le persone che vanno perseguite senza pace fino a renderle inoffensive e non più in grado di nuocere.
Un saluto

Mr.Loto 15.11.15 18:05| 
 |
Rispondi al commento

deplorare non basta piu'. leggete qui:http://www.aldogiannuli.it/strage-di-parigi-stiamo-perdendo-la-guerra-con-la-jihad/

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.11.15 17:31| 
 |
Rispondi al commento

"Vado alle mie solitudini,
dalle mie solitudini vengo,
perché per stare con me
mi bastano i miei pensieri"
(Lope De Vega y Carpio).

Mi unisco, con cordoglio, al dolore di tutti coloro amassero le vittime.

Gianmaria Jimmy dj Semprini.

Gianmaria Semprini 15.11.15 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Quanto accaduto è orrendo e ingiustificabile. Ma altrettanto ingiustificabili sono le dichiarazioni di certi giornalisti e politici. Ad esempio ho sempre rabbrividito leggendo gli articoli di "libero", giornale con una profonda contraddizione già insita nel nome, finanziato dallo Stato, cioè attraverso I nostri soldi. Il suo titolo di apertura oggi è la conferma che un quotidiano simile sia un affronto all'intelligenza degli italiani: più che un esempio di "libertà di stampa", rappresenta bene la "libertà di idiozia". Il direttore dovrebbe vergognarsi!

Per non parlare poi della politica: si fa finta di non sapere che i governi che oggi subiscono attentati sono anche quelli che hanno armato e finanziato per anni gli attentatori, hanno inoltre imposto il loro imperialismo economico senza preoccuparsi degli effetti, senza curarsi di niente e di nessuno. Facciamo finta di non capire che in questa storia la religione è soltanto uno specchietto per allodole teso a coprire e giustificare il reale movente: sete di potere e di denaro.

Non c'è alternativa: a chi crede che una guerra tutto, o che un dio correrà a salvarci, chiedo invece di iniziare il cambiamento a partire da se stesso: che ognuno di noi nel proprio quotidiano porti il cambiamento. La cultura è l'unica via per costruire una società sana in cui il valore fondante non sìa più il dio denaro, ma la sacralità della vita ed il rispetto della dignità di ogni individuo del mondo. È fondamentale non cedere al disfattismo e all'odio proprio adesso, è fondamentale che ciascuno di noi si impegni a partire da ora, riscoprendo una solida filosofia i cui valori umani siano la base di ogni pensiero, parola o azione, nel nostro quotidian, come nella politica.

Monica T., Roma Commentatore certificato 15.11.15 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che la prima cosa da fare sia, mandare via questi governi.
Il mio sogno è, intanto, mandare via questi parassiti che infestano la nostra popolazione, i nostri figli e il loro futuro. Una volta liberati, la prima cosa da fare è prendere accordi con i popoli e chiarire una volta per tutte quale sia il ruolo degli eserciti e dei loro generali. Vedo che in Europa i poteri forti aiutati dai loro eserciti, invadono altre nazioni per interessi di vario genere. Mentre noi qui oltre all'esercito abbiamo "le 5 mafie" che stiamo esportando per poter essere in un modo o nell'altro tra i "grandi paesi della coalizione".
Basta vendere armi a chi poi verrà a farci la guerra in casa. Dobbiamo assolutamente vincere le elezioni per cambiare questa politica "kamikaze"!!!
Ancora una volta guardando dei Dvd pirata degli "spettacoli" di Grillo si rimane sorpresi con quanto tempo prima ne parlava informando su quanto sarebbe accaduto oggi! Mi sento vicino al popolo parigino ed europeo in genere, al "POPOLO"!
NON A CHI "GOVERNA".

sergio tomei, roma Commentatore certificato 15.11.15 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Persone che commettono atti come questi non possono essere giustificati in nessun modo sono criminali assassini, persone manipolate da chi sa quali poteri disposti a tutto pur di ottenere quello che vogliono. Poteri malvagi abilissimi nel regalare a questi soggetti disadattati e assetati di ideologia quello di cui necessitano e senza il quale non riuscirebbero a vivere e dare senso alla propria esistenza. Ma allora come affrontare questo drammatico problema dei terroristi che ci stanno privando di quelle poche opportunità di gioa di vivere che avevamo? Io non lo so e non ho una risposta, ma guardando i continui notiziari sulla carneficina di Parigi, mi sento come una sorta di macabro spettatore di un reality dove la morte e la paura sono l'attrazione principale di questo tremendo spettacolo in diretta. Quello che voglio dire invece di analizzare e farci partecipi solo di particolari orribili e di testimonianze scioccanti e di quello che di terribile è accaduto e di come è accaduto, non sarebbe giusto analizzare, anche e sopratutto perché succedono questi terrificanti fatti per capire come evitare che accadano ancora? Era di questo che Guy Debord aveva particolarmente paura? Una società dello spettacolo che sarebbe diventare cosi macabra al punto tale da perdere il vero nocciolo dei problemi delle questioni? Quello che voglio dire ci stiamo facendoci le domande giuste? Stiamo cercando le risposte giuste o siamo presi solo dal nostro super ego di occidentali? Quello che voglio dire saremo in grado di analizzare realmente i problemi per affrontarli nella giusta maniera, evitando di farci le domande che ci fanno comodo per darci le risposte che ci fanno comodo? Quello che voglio dire i mezzi d'informazione ci stanno dicendo tutta la verità, o solo quella che fa comodo ad altrettanti subdoli poteri, questa volta occidentali?

pino borest 15.11.15 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma non potreste chiarirci come è messa l'Italia rispetto alla Siria?
Si leggono centinaia di commenti e articoli di giornali, ma nessuno spiega come è collocata l'Italia rispetto a questa vicenda.
Ci minacciano, ma se noi non li abbiamo mai bombardati, perchè lo devono fare?
Se questo è avvenuto, chi ha deciso di farlo?
Non credete che gli italiani abbiano diritto di sapere che cosa ha combinato questo governo?

Rosa 15.11.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vediamo dunque il punto di vista di uno dell'ISIS.
Starà dicendo: lasciali sfogare, lasciali gridare ai barbati,etc.. E' da tempo che dicono che noi islamici dobbiamo stare zitti e farci ammazzare a milioni negli ultimi decenni. SI arrabbiano se reagiamo ammazzando un pugno di loro, diventano isterici. Non capiranno mai che tutte le famiglie hanno in casa qualche defunto per mano loro e che dunque non ci potrà mai essere quella che chiamano pace, parola oscena come 'democrazia'.
Noi vediamo cosa è necessario organizzare in queste terre. Siamo parte di questa terra ed abbiamo percezioni, visioni, valori, emozioni, enormemente diverse dalle loro. Ma vallo a far capire a dei deficienti che in massa votano per chi fa più promesse e raccoglie più denaro.
Noi che abbiamo voluto per tanti anni Saddam Hussein come capo, siamo stati umiliati e se qualcuno non capisce i nostri fini è soltanto uno di intelligenza limitata.
Stiamo insegnando al resto del mondo che anche l'ammazzare islamici in massa ha un costo.
Se i russi non hanno reagito ai 224 morti in Sinai, mentre i francesi isterici montano tutta quella canea dopo l'arroganza di bombardare senza alcun diritto, vorrà dire qualcosa.
I russi sanno che stanno ostacolando chi vuole cambiare l'ordine costituito che provocherebbe ancora più caos, morti e profughi.
Mentre i francesi non hanno ancora capito che giocare a fare Napoleone deve avere un costo.
Si sono dichiarate chiaramente le origini dell'ISIS (non certo il fatuo libro del Corriere della sera). L'ha detto John Kerry a Ginevra spiegando che l'aggressione all'iraq è stata voluta dagli israeliani, l'ha detto Obama giorno sì e giorno no al congresso americano, l'ha detto Putin in una riunione a San Pietroburgo e persino 'l'uomo nero' Assad ha chiarito come è nato l'ISIS per mano americana.
Bene, fatevene una ragione, si continuerà.
Franco-Milamno+ Blair è arrivato tardi a dire la stessa cosa

francesco Di matteo, Milano Commentatore certificato 15.11.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come sapremo se è un false flag

“Un 11 septembre à la française” era stato ampiamente
profetizzato da settimane dai servizi. Ora, sapremo se la strage di
Parigi è un “false flag” come l’11 Settembre, fatto apposta per
innescare una guerra senza fine “al terrorismo”
Non sarà un false flag se la conclusione che gli stati occidentali sarà invece la seguente:

“Noi occidentali dobbiamo piantarla di reclutare, pagare, armare ed addestrare i jihadisti. Lo stiamo facendo dalla guerra antisovietica in Afghanistan, dove la Cia ha reclutato in un decennio (1982-92) 35 mila terroristi da 43 paesi: allora la formazione si chiamava Al Qaeda. Venendo ai giorni nostri: contro la Siria, fin dal 2011 – attestò allora DEBKA File – fu lanciata “una campagna per arruolare volontari islamici per combattere a fianco dei ribelli siriani. L’esercito turco li alloggerà, li addestrarà e assicurerà il loro passaggio in Siria” (DEBKAfile, NATO to give rebels anti-tank weapons, August 14, 2011.)”

continua...
http://ununiverso.altervista.org/blog/come-sapremo-se-e-un-false-flag/

aurelio m. Commentatore certificato 15.11.15 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole per la barbarie,la violenza e la morte di tante persone innocenti ad opera di infami assassini senza anima,senza un briciolo di parvenza umana! Tutto ilmio cordoglio, il mio dolore, la mia solidarietà alle vittime inermi e indifese, alle loro famiglie e al "grande" popolo Francese. Un abbraccio, Anna Giannelli.

Anna Giannelli, Pietrasanta prov. di Lucca Commentatore certificato 15.11.15 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Prima hanno fatto le guerre sotto copertura "Missione di Pace" per distruggere Nazioni ricche di risorse primarie,seminando morte,sofferenza,povertà,odio di credo e di razza,adesso sfruttano chi hanno costretto di fuggire dalle loro terre per alimentare la nuova economia basata sulla materia prima di esseri umani per far leva sul finto pietismo vittimismo e guarda caso per impressionare,impaurire i popoli ecco i classici attentati dove crepano sempre e solo i poveri Cristo.Perciò,visto che non ci sono altre alternative se non una vera guerra,La Russia si sottometta e colga l'occasione di consegnare la testa di Assad,così i padroni del mondo con i loro burattini non avranno più l'alibi delle coperture di Pace e facciano una vera guerra contro i Mussulmani visto che lo scopo era la globalizzazione con il dominio mondiale,proprio come voleva fare Hitler.Tanto la metà dei popoli che non fa parte del sistema crepa lo stesso per disperazione-fame-sofferenza.

Agostino Nigretti 15.11.15 09:24| 
 |
Rispondi al commento

A cosa servono ancora i teatri e gli attori,quando sono stati sostituiti dai Maestri Registi Burattinai che hanno scelto la trama reale per tutelare gli interessi dei padroni del mondo e far recitare i big di turno innalzati a governare le colonie e le piramidi del potere su palcoscenici reali?

Più de Stade De Guerre,si deve dire stato di paura alimentata dall'egoismo e cinismo politico che per coprire la Malapolitica hanno avuto la presunzione di esportare la democrazia per farsi vedere belli e bravi,invece hanno esportato tragedie-distruzioni-morte,obbligando a fuggire intere generazioni,soprattutto hanno impoverito il proprio popolo portandolo all'odio dei credo e di razza.I politici avrebbero dovuto togliersi il gigantesco trave dell'ingiustizia-egoismo-cinismo-crudeltà che hanno nel cuore e negli occhi accecati dal Denaro prima di pretendere di esportare la falsa demmocrazia.Visto che tutto è compiuto,perché i grandi Maestri Burattinai non mettono fine alla telenovela dei teatrini iniziata con il crollo del muro di Berlino?Anche i cretini come me hanno capito che tutto è pianificato e che la trama del film reale è stata presa dalla strage delle Ginestre e visto il Trionfo che ha portato alla Colonizzazione della Nazione Italia,è di esempio per la colonizzazione dell'Europa.Perciò,visto che la ex Grande potenza Russa è isolata,sanzionata con il popolo sul Baratro e non ha nessuna speranza perché è sotto accerchiamento dal potente esercito Nato,si sottometta e ponga fine ai teatrini.Ci sono già stati parecchi morti innocenti e con lo Stato Simbolo UE che rappresenta il Paradiso Terrestre della potenza dei padroni del mondo,
Benessere,proprerità,Giustizia a senso unico.Perciò dobbiamo complimentarci con i Registi che tutelano gli interessi dei padroni del mondo per le scene, creando palcoscenici reali per giustificare le grandi ammucchiate per sostenere i governi imposti a governare le Colonie.

Agostino Nigretti 15.11.15 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Si può amare una città per le esperienze vissute, per le amicizie acquisite, per l'arte che t'offre.
Parigi è una città dove una persona sola non si sentirà mai sola per la capacità della città stessa di offrirtisi, splendidamente, generosamente, e ti entra nel sangue, e l'ami e la rispetti.
Ho vissuto in molte città, alcune le amo, ma Parigi resta sempre Parigi.
Non riusciranno MAI a sporcarla!
Un affettuoso abbraccio a tutti.

Wlad d. Commentatore certificato 15.11.15 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Religion and ignorance kill! Ipso facto!

sandra g., bologna Commentatore certificato 15.11.15 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto dispaciuto che il M5S non prenda una posizione chiara contro i profughi,e'bastato 1 rifugiato per provocare decine di morti e in Italia girano liberi centinaia di migliaia di mussulmani

Gabriele Pitis 15.11.15 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo "stato islamico" ...e' composto da banditi disperati con le pezze al culo e stracci in testa..La capacita' di colpire gli e' data da i loro finanziatori che sono conosciutissimi...; in primis gli emirati arabi poi Turchia che a loro volta sono finanziati dallo stato canaglia u s a ..che si porta a guinzaglio la u e...Che ci vogliono raccontare?? Il tutto e' legato da affari di geoeconomia..

Incasnero doc 15.11.15 07:34| 
 |
Rispondi al commento

ho letto parecchi commenti di buonisti fuori di melone ricordo loro che UN BEL TACER NON FU MAI SCRITTO.

luigi s., bergamo Commentatore certificato 15.11.15 06:38| 
 |
Rispondi al commento

E via......!!! Facciamo un'altra bella guerra, ci mancava !!!!!!!!!!!!!!!

Carlo A. 15.11.15 00:56| 
 |
Rispondi al commento

ogni volta che vogliono farci tacere studiano e concretizzano della violenza spiccia e diretta

la maschera che ci propinano per credere in qualsiasi versione pero' vedo che funziona sempre-

apriamo gli occhi- a chi giova questa carneficina?

i potenti che muovono le armi e i capitali che ruolo hanno? le domande sono oltre la macelleria che ci presentano-il dolore, per chi affolla l'opera dell'orrore, senza averlo chiesto, resta.certo.

mary dg 15.11.15 00:14| 
 |
Rispondi al commento

sulla buona fede dei mussulmani inizio ad avere dei seri dubbi, non vogliono nessuna integrazione ma solo l'islamizzazione dell'Europa; controllano ormai finanziariamente l'Europa.

Fernando Riccio 14.11.15 22:46| 
 |
Rispondi al commento

A seguito di quanto avvenuto stanotte in Francia, ho scritto la seguente poesia, con in calce una citazione di Daisaku Ikeda:

Parigi, 13 novembre 2015

È tempo del disarmo,
è tempo del dialogo,

urge politica nuova
di Rispetto e Umiltà
che dia vera Speranza
a tutta l'umanità.

Non esiste il nemico,
esiste solo l'ignoranza,
sorella dell'arroganza
e della stupidità
di credere nelle armi
e nelle loro possibilità:

il male non vien mai per nuocere,
se lo si sa trasformare,
e valorizzare,
in una preziosa occasione
per imparare ad Amare.

Grazie.


(Francesco Galgani, 14 novembre 2015)
http://www.galgani.it/poesie/index.php/poesie/531-parigi-13-novembre-2015

«[...] [Josei Toda] Amava fantasticare che se i fondatori originari delle principali religioni come Shakyamuni, Gesù Cristo e Maometto si fossero riuniti in una stanza per una conferenza, avrebbero presto trovato un'intesa comune. In questa conversazione immaginaria probabilmente i grandi maestri avrebbero discusso animatamente sui metodi con i quali condurre le persone alla felicità. Avrebbero trovato un immediato punto di incontro nel loro grande desiderio di liberare il genere umano dall'infelicità e indubbiamente si sarebbero uniti nel perseguire la felicità delle persone e la pace nel mondo. [...]»

tratto dal messaggio di Daisaku Ikeda inviato al Forum internazionale ‘Unity in Diversity’, tenuti a Firenze dal 5 all'8 novembre 2015
http://www.sgi-italia.org/press/Notizie.php?id=574

Francesco Galgani 14.11.15 20:36| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto che molti mettono come una sorta di alibi per quello che è successo a Parigi ,la questione che occidente bombarda siria e altri paesi Islamici...bhe vi sfugge una cosa , i lesionati non sono quegli assassini che hanno ucciso quasi 130 persone , anzi i Siriani e Libici e Iracheni...scappano proprio da loro..e gli obbiettivi dell'occidente non sono la popolazione...ma le città in mano a dei fanatici , assassini , e stupratori ...che sono appunto organizzazione che si fa chiamare ISIS .
Oltre a questo aggiungo..l colpa del perchè questi demoni siano liberi...bhe a questo vi do ragione , la colpa è tutta dell'occidente..il Presidente francese infatti dovrebbe vergognarsi..non per quello che è accaduto a Parigi..ma per aver aiutato france estremiste libiche a rovesciare Ghedaffi , e tutto questo per che cosa? per soldi...per avere diritti sul gas è petrolio..Il nostro glorioso governo di allora che diede aerei e basi militari..non ostate l'italia non avesse nessun interesse a far cadere ghedaffi ! Per la serie...SE CI ORDINANO DI SALTARE , IL NOSTRO GOVERNO RISPONDE NE SI NE NO , MA DICE QUANTO DEVO SALTARE?!
Aggiungo anche che mi aspettavo un vostro intervento deciso..sui social tutto tace..è questo mi fa pensare solo che state prendendo tempo per decidere cosa dire..al quanto deluso anche dal movimento 5 stelle.


Ricordo forse male?
Ma un po di tempo fa mi pare di avere letto che la Pinotti aveva deciso di far partecipare l'Italia nel bombardare la Siria insieme alla Francia.
Senza che questa decisione fosse stata presa in parlamento?

Rosa 14.11.15 20:17| 
 |
Rispondi al commento

A volte è meglio rimanere in silenzio piuttosto che cedere a doverosi commenti estremisti. Posso dire che queste 3 righe sono vergognose rispetto alla portata degli attentati subiti da un popolo europeo?

Non avete lanciato invettive estremiste contro dei terroristi per paura di perdere una manciata di voti... invece noto con piacere che avete preferito dilungarvi sul caso olio taroccato.
E' il caso di dirlo: vi siete venduti per un piatto di lenticchie. Ben condito.

Roberto Benedetti 14.11.15 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo tutti francesi.

Ettore 14.11.15 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio sembrare anti semitico , in un film La battaglia di Algeri , se la mia memoria non mi tradisce un guerrigliero disse" dateci i vostri cannoni e noi vi daremo le nostre borse piene di esplosivo" chi semina vento raccoglie tempesta. Era veramente necessario di far uccidere Geddafi o Sadam oppure mandare in prigione il presidenteegizioano? PENSA AD OGNI AZIONE CORRISPONDE UN AZIONE UGUALE E CONTRARIA.
MI ASSOCIO ALDILORE DELLE FAMIGLIE CHE NON HANNO BESSUNA COLPA . Gli innocenti pagano per i colpevoli.

Savio1 14.11.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento

È una tragedia, la morte di tante persone, è orribile quello che è stato fatto, è bello che tutto il mondo abbia un fremito di indignazione. E io sono dalla parte dell'indignazione, sgomento, della condanna per chi uccide e dolore per chi ha perso la vita. Mi attenderei comunque la stessa indignazione quando non é il fanatismo, il pensiero cieco e assoluto dell'annichilmento secondo principi religiosi estremi, ma un altro "fanatismo" quello del profitto, brama e istinto di colonizzazione predatoria: quanti paesi invadono altri paesi, ne controllano l'economia, uccidono il dittatore dopo averlo usato per anni, e si dichiarano portatori di democrazia e civiltà. Mi sbaglierò ma ho letto che anche la Francia in Africa si intrufola in alcuni paesi, in Libia non ci ha pensato due volte (c'era qualcosa sotto... anche se non so cosa). Bene, perchè non ci si indigna? Ci sarebbe tanto da dire, ma non sopporto l'ipocrisia, sono entrambi un fanatismo che danni e vittime ne fa sempre, una in maniera palese e orribile, diretta, cieca, l'altra in maniera occulta, ma non sempre, ignorata dai media... Io direi, ognuno stia a casa propria, ben preparato a difenderla, ma senza andare in quella d'altri, l'Africa è stata stravolta dagli europei, depredata, snaturata,colonizzata, ad esempio... spero di non essere frainteso.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.15 19:26| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In tutto quello che ora accade (dopo ciò che successo a Parigi) ci vedo TANTISSIMA IPOCRISIA.
Me li vedo i direttori di rete (mass mediatiche) che si sfregano le mani pensando a quanti scoop ci faranno su questa tragedia.
Ci ricordiamo degli imprenditori che se la ridevano (nonostante i morti) dopo il terremoto dell'Aquila consci del fatto che avrebbero potuto provare a lucrare sulla ricostruzione?
Ce la ricordiamo la famosa frase "hanno attaccato, hanno attaccato" detta da emilio nel 1991 ad inizio della drammatica guerra nella ex-Jugoslavia,notizia che si è sempre vantato di aver per primo data?
Da ieri sera trasmissioni su trasmissioni tv trattano di questa tragedia e la trattano con ospiti di tutte le risme (chissà a breve magari vedremo in uno di questi approfondimenti pure la marchi e la nobile?).
Ecco non dimentichiamoci che molto spesso dietro alla costernazione per le disgrazie che succedono nel mondo ci sono tantissimi che gioiscono perchè possono lucrarci sopra.
Così è e così è sempre stato.
Oggi c'è chi imputa il fatto al terrorismo più spicciolo, chi invece al fanatismo religioso e chi più ne ha più ne metta.
Come sempre si cerca di non approfondire bene il perchè possano verificarsi queste tragedie.
Nessuno che si "incazza" per le scellerate decisioni che prendono i nostri rispettivi governi non solo per la politica economica interna, ma anche per le scelte che gli stessi fanno in politica estera.
In entrambi i casi chi ci va di mezzo siamo sempre noi, cittadini indifesi, sia che ci aumentino le tasse, sia che i governi decidano di andare a "stuzzicare" certi "vespai".
I politici sanno di essere al sicuro protetti sino ai denti dai loro bodyguard (ed infatti gli attentati vengono fatti nei confronti delle persone più indifese anche se non le responsabili delle decisioni) non meravigliamoci quindi se le decisioni che prendono (per loro tornaconto anche personale) mettono a rischio la normale vita di ogni singolo cittadino.

mario 14.11.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento

penso però che il movimento dovrebbe schierarsi in modo aperto contro questo islam (anchio che sono anni che vi seguo non ho ancora capito come la pensate) come diceva la oriana fallaci non e' mai stato moderato (non vedo niente di moderato in quella religione che predica e attua solo punizioni e morte)non si adatteranno mai al nostro sistema di vita ma e' palese che vogliono islamizzarci TUTTI e chi si ribella viene eliminitato. i fanatici li abbiamo gia' in casa da tempo e pochi lo hanno dichiarato,gli altri difendevano chi arrivava sui barconi !!avete visto che bel risultato oggi ??adesso siamo tutti in pericolo e ben poco credo si possa fare contro questi pazzi criminali !! spero che ilmvimento prenda una posizione chiara sull'argomento !!forza m5stelle

daniele ferrari 14.11.15 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il m5s è solidale e vicino ai congiunti dei morti. Ma solo di quelli francesi, però...
Ogni giorno qualche decina o centinaia di islamici vengono assassinati in Siria da una sessantina di paesi, nello Iemen dai saudo-americani. In Iraq, Palestina, Afganista, Suda, etc.., etc.. e noi non piangiamo quei morti. Ieri il giornale americano pubblicato a Parigi, International New York Times, pag. 6, riportava di un manipolo di soldati israeliani che vnano in un ospedale ad ammazzare il ferito che aveva ferito col coltello un israeliano e, per buon peso, ammazzano pure padre e fratello che lo vegliavano. Altri ttre palestinesi sono stati 'freddati' perchè non erano riusciti ad ammazzare nessuno, come successo con i 60.000 petardi che non hanno mai ammazzato nessuno ma hanno causato qualche decina di migliaia di morti palestinesi, molte donna, bambini, vecchi e perfino mutilati. Il m5s dunque non piange per tutte queste famiglie distrutte. Ritiene forse che quelli devono solo farsi ammazzare dagli 'occidentali'? Statève boni, diceva il commediante romano Proietti...
Franco-Milano+

francesco Di matteo, Milano Commentatore certificato 14.11.15 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mr.Obama...you can...we hope.

fiorella ., Alba Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 18:47| 
 |
Rispondi al commento

La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l'oppio dei popoli.
Karl Marx

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 14.11.15 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Ripetita juvant:
Ai Jiadisti Afgani, non andava giù che quei senza Dio di Comunisti, volessero introdurre in Afganistan la parità di genere, mandare a scuola gratuitamente tutti i ragazzi e RAGAZZE, ed allora, armati fino ai denti dagli USA ed alleati, al comando di Bin Laden (socio di Bush) combatterono i sovietici fino alla loro cacciata.
Contemporaneamente, USA ed alleati, insediavano in Iraq, Saddam Ussein “ultimo baluardo contro il Fondamentalismo Islamico ”, ed il primo ordine fu di ammazzare tutti i comunisti irakeni. Saddam ubbidì.
Poi, esaurito il suo compito,(usarono il Kuwait come vasellina. Glielo promisero e poi gli fecero marameo) l’Iraq fu bombardato dagli USA e Getta e Saddam Ussein, finì come sapete. (chissà che fine hanno fatto i 40 miliardi di dollari che aveva nelle banche americane).
Poi, USA e Getta, invadono l’Afganistan e bombardano i vecchi alleati Jiadisti.
Pochi mesi fa, volevamo bombardare Assad perché bombardava i Jiadisti, poi, contrordine, bombardiamo i Jiadisti che vogliono bombardare Assad, però, diamo loro ed ai turki, il tempo di sterminare i Curdi, rei di essere influenzati da quei senza Dio Comunisti, dove persino le RAGAZZE curde, anziché indossare il burka, imbracciano il mitra.
Oggi, i russi, vanno in Siria per combattere i Jiadisti, i francesi la bombardano con le famose bombe “ in do coio coio”, montate sui missili “in do vado, vado” tanto, o beccano i Jaidisti, o beccano i Siriani, o beccano i Curdi. Speriamo non becchino i Russi perché questi, sì che sono suscettibili.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 14.11.15 18:42| 
 |
Rispondi al commento

http://www.guerrierodicapestrano.it/2015/07/28/rivelazione-shock-di-un-ex-agente-della-cia-stati-uniti-crearono-lo-stato-islamico-isis-per-favorire-israele-e-le-multinazionali-belliche

Giovanni V. 14.11.15 18:40| 
 |
Rispondi al commento

ci rimette sempre chi non ha colpe. Meno guerre , meno interessi , e più controlli. Altro che fare entrare tutti. continuo a ribadire che questi sono i risultati del buonismo. Non esiste buonismo, esiste il rispetto reciproco. Se manca questo , possono prendere le valigiette e tornare a casa.
E poi mi fa ridere vedere dove è arrivata l'ipocrisia dei paesi europei.
Volemose bene...
Dipende...

Mimmo ., Vicenza Commentatore certificato 14.11.15 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Il dialogo non si fa con chi non è interessato per nulla ad ascoltarti. Nel corano c'è scritto che i uccidere un non mussulmano non è neanche un reato.

Ma de che stanno a parlà i tanti buonisti che nei commenti precedenti ai miei giustificano le motivazioni etc. etc. Cazzate guardate come mandano in giro le loro bambine anche i mussulmani più moderati. Con un copricapo che non portano sicuramente per loro scelta.

Mussulmani, persone che vivono nel medioevo.
Per sradicarne anche il ricordo ci vorrebbe una legione Romana altro che cazzate.

Stefano 14.11.15 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE IL VOTO POTESSE VERAMENTE CAMBIARE LE COSE, SAREBBE ILLEGALE
(la citazione non é mia)

Nella storia, ogni volta che i governanti si sono trovati a rendere conto del loro operato ai propri popoli, le due soluzioni per non farlo sono sempre state o un governo di dittatura o la guerra.

Per la prima volta si sta presentando l'opportunità di cambiare veramente le cose con il voto, tramite il M5S, ma come abbiamo già cominciato ad constatare, difficilmente si accederà nuovamente al voto e si stanno preparando per giungere a questa situazione.
La situazione per loro ottimale per non accedere al voto sarà proprio la guerra.
I primi nemici dei popoli, spesso sono i loro governanti


Dopo uccisioni di mafia, rom, clandestini-misti, islamici Non cordoglio, ma MEA CULPA.
Oriana Fallaci santa subito, anzi subitissimo

PS Il destino della ricca e insensata UE:
Dice il salmo (48)
L'uomo nel benessere (prosperità) non comprende,
è come gli animali che periscono.
E così sarà. Chiedere ai francesi (e un giorno anche a noi)

[Vinkam :-) ], Brescia Commentatore certificato 14.11.15 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Uno degli attentatori morto ieri a Parigi, era sbarcato come profugo in Grecia, ed aveva ottenuto l'asilo politico ed un passaporto per muoversi liberamente in Europa.
Di quanti non sappiamo ancora nulla?

gianfranco chiarello 14.11.15 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Intanto le mie più sentite condoglianze a tutto il popolo francese e a quanti coinvolti in questa strage, ma un dubbio atroce attanaglia la mia mente: ma chi istruisce questi terroristi che si comportano come militari, chi gli fornisce le armi, e i servizi segreti funzionano oppure funzionano a convenienza e l'intelligenze che ruolo ha, allora a cosa servono se non si riesce a capire che organizzano tranquillamente attentati e non 1, ma tanti e tutti contro la società civile inerme!!!!!!!!!

Alfina Sanfilippo 14.11.15 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sotto propone di far tenere la bocca chiusa al "DIBBA" .

Pur essendo in totale disaccordo con le idee del dottor Di Battista vorrei anzi che si sviluppasse un dibattito con votazione finale degli aderenti su questi argomenti.

E forse anche su :
-scie chimiche
-complotto/i per l'11 settembre
-rettiliani
-ed altro similare

Affermo con forza per tutti coloro che credono a cose come queste (alla David Ike per intenderci) che la realta' e' molto piu' terribile: stupidita' , ignavia, egoismi fra le istituzioni, interessi di partito, incompetenza, faciloneria e tutte le altre qualita' umane della serie .

E con tale realta' fattuale (la realta' e' materiale - Lenin) fare i conti , nel movimento e fuori .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 14.11.15 17:33| 
 |
Rispondi al commento

e invece che cosa fa il nostro emerito presidente del governo Renzi?
taglia 18.000 poliziotti
taglia fondi alle forze di difesa interna
aumenta i fondi per la guerra
aumenta i regali alle banche
e si schiera sempre con la lingua di fuori dietro le infami guerre statunitensi
compera persino quelle ciofeche di F35 che esplodono in volo
E per aggiungere la ciliegina finale... l'emerito presidente della Repubblica Mattarella concede la grazia al pensionato leghista che ha ammazzato un ladruncolo che stava scappando, come forte incentivo a portare la guerra nelle nostre case e ad ammazzare chi ci pare con il sangue negli occhi, un precedente davvero ammirevole per chi dovrebbe tutelare la Costituzione e la democrazia e vigilare sulla giustizia! E tutto perché? Per favorire una tale che si chiama Calderoli che ha detto che non ritira i 600.000 emendamenti leghisti alla riforma del Senato se Monella non viene scarcerato. Almeno se non ci ammazza l'Isis, ci ammazziamo tra noi per futili motivi per la gloria di Renzi e della sua banda di inetti

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.15 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto si ripete, niente dimentica un popolo. La violenza sarà ripagata con violenza. L'ingiustizia verrà ripagata con ingiustizia.
Le missioni di pace avranno la loro replica in senso inverso: questo è quello che ci insegnano i fatti di Parigi, senza commenti demagogici o peggio falsi. La cosiddetta difesa democratica del mondo "occidentale", per essere effettiva e definitiva, non potrà evitare di diventare radicale in modo assoluto, lasciando da parte riflessioni umanitarie o azioni pietose.
E di tutto questo dobbiamo dire grazie ai paesi occidentali che non si sono fatti e non si fanno scrupoli a diffondere la Bibbia con il moschetto e la bomba intelligente, ecc. ecc. ecc.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 16:34| 
 |
Rispondi al commento

PENSIERO SUL TERRORISMO: http://bit.ly/1H240Jo
‪#‎PrayForParis‬

daven 93, padova Commentatore certificato 14.11.15 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Gli attentati di Parigi hanno suscitato solidarietà al popolo francese , come è giusto che sia , ma anche una serie infinita di stupidaggini retoriche ed odio a non finire.
Chi ha un cervello ancora capace di raGIONARE
capisce invece che i nostri nemici sono Tutti gli estremismi sia quelli islamici sia quelli occidentali.
L'estremismo religioso islamico è pericoloso certamente e bisogna combatterlo ma bisogna anche capire che questo estremismo non è tutto l'Islam, Anzi che molta parte dell'Islam è essa stessa nemica del fanatismo religioso islamico.
Non solo" Bisogna anche capire che ad essere estremisti non è necessario né tirare bombe né uccidere.
Si può essere estremisti con le sole parole, con i comportamenti sociali, sono estremisti tutti coloro che agiscono anche solo verbalmente contro la pace, contro la fratellanza, contro la Democrazia non di facciata.
E' il momento di comportarsi di conseguenza.

Andelo Ponte 14.11.15 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continuiamo,ogni volta a dire quando capitano questi fatti, compreso l'arrivo senza interruzione di emigranti, la colpa è di tizio e di caio. Finchè le diseguaglianze nel mondo aumentano e più guerre facciamo esplodere nel mondo, per vendere armi ed appropriarci del loro petrolio,più ci dovremo "rassegnare"di essere colpiti da questi attentati o ad essere invasi da coloro che derubiamo ,facendoli morire ..di fame.Parliamo, parliamo ma al nocciolo del problema non ci andiamo mai.Aspettiamo ancora ..un pò... ne riparleremo alla prossima carneficina,tanto la colpa è di tizio e caio.

Canzio R. Commentatore certificato 14.11.15 16:23| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

sarebbe interessante pubblicare le opinioni scritte su FB dal Senatore Gasparri e poi chiedere all'esimio Onorevole della Repubblica se non gli sembra d'aver esagerato in quella proposta di soluzione radicale del problema terrorismo, rammentandogli d'essere un esponente delle massime Istituzioni politiche e governative di una nazione occidentale, quindi non può permettersi di scrivere e proporre attraverso un social network di portata internazionale soluzioni folli.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Veramente addolorato di questi massacri. Penso che alla fine le colpe ricadano su ogni stato, in quanto si antepongono interessi di convenienza alla vita degli esseri umani. La Turchia fa parte dell'europa,ma è mai possibile, che solo i curdi debbano lottare in quell'area contro l'ISIS? E' uno schifo di interessi e basta,altrimenti la cosa si potrebbe risolvere rapidamente, ma sembra che si voglia tutto questo ed allungarlo , parole di diplomazie, falsità e niente più, rischiando davvero la terza guerra mondiale. A meno che sia questo l'obiettivo finale .

roberto ghisotti 14.11.15 16:10| 
 |
Rispondi al commento

'A nostra forza, è 'a mollezza: a 'i teroristi, je sembrerebbe inutile, fa' tanta fatica pe' organizza' n'attentato contro 'na specie de "budino" de 'i paesi europei......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.15 16:09| 
 |
Rispondi al commento

trafficanti di armi + fanatismo religioso = ISIS.

il grillino 14.11.15 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Dite ad angelina alfana che se isis ha dichiarato che prima o poi arriverà anche a Roma può anche smuovere mari e monti, ma ci arriveranno.
Non sarà certo lui, pagliaccetto in buona compagnia tra altri pagliacci di governo (consci di essere solo dei burattini nelle mani di potentati sopra loro), ad evitarlo.

mario 14.11.15 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volete conoscere i motivi di questo attacco?guardatevi questo video, di un giornalista equilibrato:
https://www.youtube.com/watch?v=vdOfEUoWjLs

Va m. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.11.15 15:54| 
 |
Rispondi al commento

obama è in assoluto il peggior presidente usa della storia ed ha anche la colpa di aver screditato del tutto il nobel per la pace, già ritenuto una buffonata creata a soli scopi politici da molti.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè in Paesi poveri ma ricchi di materie prime ma nei quali si muore di fame, spesso non si trova acqua potabile, si muore per un raffreddore non ci sono medicine è più facile trovare armi del costo di centinaia di Dollari?

Chiediamoci perchè da quelle parti sopravvivono con 2,5 $ al giorno non si trova il cibo per campare ma è facile trovare un kalashnikov usato per 400$.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da anni Obama spinge il vecchio continente verso la guerra totale, in modo da renderci ancora più succubi di quanto già non lo siamo adesso.
Prima, con le primavere arabe, ha rotto alcuni equilibri, favorendo così il fondamentalismo più duro, con le inevitabili conseguenze che oggi stiamo riscontrando.
Dopo ha iniziato a spingerci contro la Russia di Putin, sperando che quest'ultimo cadesse in errore, rispondendo militarmente alle nostre incomprensibili sanzioni.
Prima l'occidente si libererà di Obama, prima ritroveremo la pace.

gianfranco chiarello 14.11.15 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo commemorato quest'anno i 100 anni di una guerra assurda per numero di vittime cadute su un territorio che li vedrebbe oggi appartenenti allo stesso paese. E' ovvio che a breve non ci possono far fare una guerra tra austriaci francesi e italiani,tanto meno con scuse futili come attentati ad arciduchi. Quindi il mercato delle armi si rivolge altrove, ferme restando palestina e israele, per noi hanno inventato lo spauracchio dell'isis e invece della guerra aperta invasione indottrinamento clericale e attentati. La musica è cambiata ma i suonatori sono sempre quelli.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 15:47| 
 |
Rispondi al commento

ma secondo voi un Paese del G8 come l'Italia con un Ministero degli Interni che non è stato in grado di evitare il rapimento a Roma della Shalabayeva, con un Ministero delle Infrastrutture che non riesca a far aggiustare un tubo di un acquedotto potrà mai contrastare atti di terrorismo come quelli di ieri sera?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

d'accordo per l'orrore a Parigi, ma per le bombe intelligenti che 20anni si sganciano a random sul medio oriente non si sgomenta nessuno?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a me fa più paura l'incopetenza del nostro governo e malgestire, quindi non risolvere, qualsiasi problema accada in italia.il governo rimanda, tassa, vedrà, farà......mai uno straccio di soluzione ottimale e/o durevole ! se non per il proprio interesse privato o poltrona !

mario d., orbetello Commentatore certificato 14.11.15 15:32| 
 |
Rispondi al commento

se su google digitate "strage parigi condanna comunità islamica" vi esce la condanna di gennaio 2015 della comunità islamica di bologna.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 15:21| 
 |
Rispondi al commento

l'isis si muove in un territorio che non e' come ad es il vietnam, con foreste dove nascondersi e perparare trappole. sono in mezzo al deserto (siria, turchia etcetc.).

una colonna di 100 toyota con la mitraglietta sopra e guidata da gente vestita di nero con il passamontagna (perche' cosi' vanno in giro) incolonnati lungo il deserto mi sembra abbastanza identificabile. difficile confonderli con un corteo di matrimonio.

basta un paio di elicotteri dei carabinieri e li schieni. hanno distrutto un esercito (quello di gheddafi), e non riescono a battere qualche fuoristrada. strano.

si vede che gli servono.

carlo 14.11.15 15:20| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardate il film LORD OF WAR con Nicholas Cage.

Si capisce molte dinamiche delle armi.

simone stellini Commentatore certificato 14.11.15 15:18| 
 |
Rispondi al commento

dopo l'attentato a charlie hebdo, il governo francese doveva impegnare di più i servizi segreti e adottare misure più rigorose specialmente dopo l'intervento francese in siria ; in italia , le stragi sono opere della mafia ,da noi i terroristi islamici transitano, il giubileo forse è un evento a rischio poichè verranno tanti stranieri, non credo che la religione c'entri


se vogliono l'isis lo battono in 3 giorni. faccio un esempio:

tempo fa hanno fatto vedere alla tv un filmato di una colonna dell'isis. tante toyota una uguale all'altra, uguali, nuove, armate di mitraglietta. non sono mezzi che hanno trovato per la strada e se ne servono. erano chiaramente tutti veicoli dello stesso "lotto".

ogni veicolo ha un suo nuimero di matricola. non dovrebbe essere difficile risalire a chi quel "lotto" di mezzi e' stato venduto. perche' qualcuno li avra' comperati e poi girati all'isis.

perche' non lo fanno?

si vede che in qualche modo gli sono utili.

carlo 14.11.15 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Leggo sui commenti che la colpa è nostra perchè le armi sono nostre.
Non è vero, i kalašnikov sono di fabbricazione sovietica/cinese.
E poi, fare la guerra, prevaricare non è una cosa inventata dagli occidentali, ma è sempre usanza del genere umano.
Ripeto che l'Europa ( Spagna, Sicilia, Balcani...) sono stati conquistati dai seguaci di Maometto qualche secolo fa.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.11.15 15:15| 
 |
Rispondi al commento

NOI SAREMO GLI ULTIMI SUBIRE ATTENTATI PERCHè SIAMO L'AUTOSTRADA E SE DEVI METTERE UNA BOMBA NON LA METTI SULL'AUTOSTRADA CHE TI SERVE PER PASSARE. Ecco perchè affanno dorme sonni tranquilli.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si tratta come scrive qualcuno di giochetti politici all'americana perchè con obama non si erano ancora messi d'accordo sulla versione dei fatti e lui di primo acchito, da quello sbadatone che è, ha detto di andarci piano sulle colpe dell'isis se non ci sono prove e ha dato addirittura la notizia prima di hollande che mi sembra sia il presidente francese e fosse presente all'esplosione delle bombe.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARIGI

Qui bisogna fermarsi, e riflettere seriamente.

La Francia sta diventando l'America europea, il punto dove colpire per fare scalpore.

Colpire al cuore l'Europa, o la Francia?

Le politiche "guerrigliere" della Francia hanno di sicuro influenzato le scelte dei terroristi, ma di sicuro l'Europa intera deve alzare la guardia.

L'Italia ha un doppio livello di attenzione da alzare, uno per la sua collocazione geografica, l'altro per essere col Vaticano, il centro della Cristianità mondiale.

È questo innalzamento delle soglie d'allarme che mi preoccupa, di come gli Stati reagiranno e quanto militarmente intenderanno "adeguarsi".

Oggi nessuno direbbe che non bisogna "investire" sulla sicurezza, è questo che mi da pensiero, le conseguenze dell' 11 settembre le conosciamo, in nome della Sicurezza Nazionale possono farsi tante cose.

Un assetto militare "a difesa" può condizionare molto, soprattutto le scelte politiche.

La politica dovrà trovare soldi, chi presterà soldi agli stati già pesantemente indebitati?

Non lo so, e siccome penso che la Francia e altri reagiranno, tocca sta in campana.

Nessun "Gomblottismo", ma una seria e attenta analisi dei fatti è il minimo che la Rete possa fare per darsi un senso di utilità, una Rete che in troppi snobbano relegandola a puro fattore "numerico" di dati utili.

Non mi piace per niente questo clima, non voglio mancare di rispetto alle "vittime innocenti", ma dobbiamo concentrarci sulle politiche nazionali e sul come intenderanno reagire.

PARIS, JE T'AIME!

Vi prego non facciamoci i selfie con Parigi, i RIP "abbreviati" per piangere i morti, cerchiamo di capire le dinamiche degli eventi, passati e futuri, l'Eurogendfor non mi piace per niente.

Facciamo rete.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 15:02| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più triste che si ripete sempre è: per cambiare le cose devono essere sempre sacrificati INNOCENTI . Questo succede in tutte le parti del mondo e da tutti i punti di vista ........

Sergio Dottor, Latina Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.11.15 14:58| 
 |
Rispondi al commento

RISENTIMENTO ARABO
Fra il 1920 e il 1930, durante il mandato britannico, decine di migliaia di ebrei emigrarono in Palestina. Le autorità censirono, nel 1922, l'11% di popolazione ebraica su un totale di 750.000 abitanti, e ai primi fermenti di guerra, nel '37, vi erano circa 300.000 ebrei che si erano già insediati in Palestina.
Vari episodi di violenza si registrarono già in quegli anni, come ad esempio gli scontri dell'Agosto del '29, che videro oltre centi morti per parte. Quelli palestinesi quasi tutti per mano della polizia britannica.
Nel 1936 si arrivò addirittura ad uno sciopero generale dei palestinesi, che protestavano per le continue azioni terroristiche [il termine è usato correttamente] da parte di gruppi sionisti armati, come l'Irgun Zvai Leumi, che agivano con il dichiarato scopo di "liberare la Palestina e la Transgiordania" (la Giordania attuale) con la forza.

Iniziano nel 1937 dieci anni cruciali, in cui vengono in luce e si cristallizzano tutti gli elementi che saranno poi alla base dei maggiori problemi odierni.

Nel Luglio del 1937 una commissione britannica, capeggiata dal Segretario di Stato delle Indie, Lord Peel, raccomandò la spartizione delle terre in due stati, uno israeliano (un terzo delle terre circa, comprensivo della Galilea e della pianura costiera) ed un arabo.
I palestinesi respinsero questa idea, e chiesero invece un arresto dell'immigrazione, con l'implementazione di adeguate misure di protezione per le minoranze all'interno di un unico stato comune.
Il rifiuto inglese portò ad un ritorno della violenza, finchè le proteste furono definitivamente schiacciate con la forza dall'esercito britannico.
ps: l'inzio dei problemi attuali

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.11.15 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COMPRO DIO
Ateo poco convinto cerca scopo ripristino Speranza, religione professante Tolleranza, Rispetto e Coesistenza. No estremismi, no integralismi, no pretese egemoniche. Preferibilmente no Icone e modelli messianici.
Si accettano guide spirituali.
Offresi in cambio preghiera laica in cerca di benedizione.

Preghiamo…
Preghiamo affinché i loro figli siano migliori di loro.
Preghiamo soprattutto affinché i nostri figli siano migliori di noi.
Noi che pretendiamo di insegnare al mondo cosa sia la libertà.
“Tutti devono essere liberi di scegliere le proprie regole di organizzazione sociale, a condizione che siano le nostre”.
Sarebbe bello se a chiederci conto delle carneficine che abbiamo accuratamente travestito da “danni collaterali” fossero quelli di loro disposti a metterci una pietra sopra davanti a due boccate di narghilè.
I merdosi bastardi di Parigi ci dimostrano quanto siamo vulnerabili, ma non dimentichiamo che ad armarli siamo stati noi stessi. Gli abbiamo portato la guerra in casa fingendo che ci interessasse migliorarne le condizioni di vita, liberarli da dittatori oppressivi, laddove era lampante a loro molto più che a noi che l’unica cosa che ci spingeva in quelle terre era garantirci il pieno di benzina. E dopo aver massacrato donne e bambini ed aver destabilizzato una polveriera, oggi abbiamo anche la pretesa di ributtare in mare quelle povere anime in pena che cercano di sfuggire da quel casino che il nostro occidente “civile” ha messo in piedi con meticolosità e profonda dedizione.
Preghiamo per quei genitori che oggi seppelliranno dei figli, preghiamo per quei figli che oggi seppelliranno dei genitori. Preghiamo perché genitori e figli di tutto il mondo, che oggi hanno il dovere di sentirsi sopravvissuti, sappiano profondamente guardarsi in questo frangente di lutto, per cercare gli uni negli occhi degli altri una risposta all’unica domanda che dovrebbe essere obbligatorio porsi quando si prova odio per qualcuno: “in nome di cosa?”.

Ernesto Pesce 14.11.15 14:54| 
 |
Rispondi al commento

E' con estremo piacere che le porto, a nome del governo di sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatia per/favore verso/condivisione delle aspirazioni degli ebrei sionisti, che è stata sottoposta ed approvata dal Consiglio dei Ministri.

Il governo di sua Maestà vede con favore la creazione in Palestina di una sede/ritrovo/focolare (home) nazionale per il popolo ebraico, e si adopererà al meglio delle proprie possibilità per facilitare il raggiungimento di questo obbietivo, con la chiara intesa che nulla sarà fatto che possa pregiudicare i diritti civili e religiosi delle comunità non-ebraiche già esistenti in Palestina, nè i diritti o lo status politico di cui godono gli ebrei in qualunque altra nazione nel mondo.
Le sarei grato se volesse portare a conoscenza della Federazione Sionista questa dichiarazione.
Vostro
Arthur James Balfour
ps: L'inizio dei mali di oggi.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.11.15 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,alla luce di quanto accaduto a Parigi ieri ti chiedo un favore personale: Datti da fare fino allo spasmo per svegliare i nostri politici che invece di agire sono solo capaci a blabbare ed abbaiare alla luna. Possibile che non capiscano che la situazione non è solo gravissima ma tragica!!!!! grazie e saluti.

renato curti 14.11.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

E’ triste dover ammette che in natura non esiste una bestia più feroce dell’uomo, la cui aggressività e ferocia cresce man mano che sale la scala economica e sociale. Ma l’orrore sta nel fatto che a pagare sono sempre quelli rimasti ai margini e non quelli che si trovano ai vertici. Responsabili non sono mai gli esecutori ma chi dà gli ordini. Purtroppo però a morire sono sempre i non colpevoli! 
Oggi a piangere sono innocenti francesi uccisi senza sapere perché, ma fino a ieri a piangere erano altrettanti innocenti, morti senza aver fatto niente di male. Ma come cazzo si fa a chiamare missioni di pace seminando fosforo bianco sulla povera gente? A seppellirli sotto le macerie delle loro case? Ad impadronirsi delle ricchezze di terre lontane? Con quale abuso di potere si arrogano il diritto di esportare la “democrazia” negli altri paesi quando sono proprio loro a non conoscere la Democrazia? Ancora una volta è dalla saggezza popolare che i governi dovrebbero imparare “…tanto va la gatta al lardo che…ci lascia lo zampino!” Non si può continuare in eterno a saccheggiare impunemente le nazioni più indifese, guai a sottovalutare l’ira di chi non ha più niente da perdere! I governanti farebbero meglio a tenere la bocca chiusa dinanzi a queste stragi perché il dolore non è nel loro DNA ma in quello dei comuni cittadini, che in ginocchio piangono i propri fratelli, vittime innocenti della loro lurida sete di potere!


Quello che mi fa riflettere è perchè l'ISIS non colpisce i palazzi delle istituzioni, ma colpiscono sempre i luoghi comuni, non credo sia perchè ben protetti dalla polizia, in quanto se vogliono arrivare allo scopo lo fanno senza fermarsi davanti a nulla. Ad esempio faccio riferimento ai ladri se vogliono rubare non c'è all'arme che tenga.


la censura colpisce anche qui chi critica il movimento. Ma non dovrebbe essere la culla della democrazia?

maro saro 14.11.15 14:30| 
 |
Rispondi al commento

a max steiner se ha tempo prenda il corano e il vangelo e se li legga, poi naturalmente potremmo discutere dei ministri di tali religioni, ma maometto era un ladro di polli e sembra pedofilo vista la moglie di 12 anni, che 600 anni dopo cristo l'ha taroccato.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento

UN MIO PENSIERO DI IERI PRIMA CHE USCISSE IL TITOLO DI LIBERO:
Gli attentati a Parigi vicini allo Stadio di Francia sono un eloquente minaccia ai prossimi Europei che là si svolgeranno. Il terrorismo fa proseliti agendo sull'opera nefasta delle multinazionali in tutto il terzo mondo. Il calcio ormai simbolo di opulenza e distante dalla sportività, che ormai assume i tratti della Nike o della Adidas, trema.
Gli spettatori di Francia Germania barricati dentro lo stadio ricordano alcuni Zombie Horror di Romero: dentro la civiltà educata ed ovattata ma fuori incombe la massa informe che "deprecabile" ed inesorabile minaccia e colpisce chi dal sentirsi al sicuro (sia fisicamente che socialmente) finisce col sentirsi così vulnerabile, così timoroso, piccolo.
Chi in modo RAZZISTA cercherà di descrivere i musulmani come un popolo di terroristi farà il gioco di queste multinazionali legate alla finanza la quale non vede l'ora di confondersi, di nascondersi con questo o quel gruppo etnico usandolo questo (metaforicamente) come uno scudo umano.
GAZA 3000 MORTI 5000 BAMBINI MAGGIO 2014.

PS. per rispondere alla panzana dei giornali di Silvio che accusano il M5s di essere estremista di sinistra solo perché non BANALIZZA situazioni complesse a scopo di consenso (capri espiatori) come fa il quotidiano LIBERO: il M5s è contrario all'immigrazione incontrollata, all'invasione di centinaia di migliaia di clandestini (non profughi), è favorevole alla difesa della nostra cultura, sovranità, lingua, tradizione.

Marco Giannini 14.11.15 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono anche io sconvolta però anche questi attentati mi puzzano. Possibile che anche in questo casi i servizi segreti francesi non avessero sospettato nulla ? E questi terroristi che non sono stati presi e si sono tutti suicidati.
Vedrete che presto si creerà una colazione internazionale per far cadere assad come la Libia e l' Iraq.
E gli equilibri con la Russia saranno ristabiliti.
Ed io credo pure che in Italia non abbiamo nulla da temere .
La Germania è' stata avvertita con lo scandalo volkswagen l' Egitto con la caduta dell'aereo. Ma da noi pare che siamo subito pronti a partecipare a meno che il Papa non si metta di traverso. Ma credo di no visto la posizione già assunta dal Vaticano.
La tragedia di Parigi per me è' veramente oscura. Non sembrano atti di giovani fanatici. Qui sembra che ci sia stata un' azione militarizzata e ben studiata non affidata a semplici combattenti.

Apinina 14.11.15 14:28| 
 |
Rispondi al commento

parlo per fantascienza perchè gli italiani una rivoluzione non la farebbero mai,ma se accadesse una rivoluzione italiana i media lo direbbero? o direbbe attacco del isis dentro l italia? i francesi a differenza nostra hanno ben altra mentalità una rivoluzione la farebbero senza problemi se ci volesse.

giuseppe ., torino Commentatore certificato 14.11.15 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Perchè i media che paghiamo noi dovrebbero preoccuparsi delle vittime del terzomondo quando agli interessati non interessa un bel niente di noi? E non parlo dei festeggiamenti per 11-09, e nemmeno per quelli per l'aereo russo caduto. Queste sono cose che non dicono, ma succedono ugualmente, a Roma un ragazzo di colore ha detto al microfono rai che finchè non bombardano dove abita lui non gli interessa, perchè mai a noi dovrebbero interessare gli affari interni di altri stati in un altro continente ben più ricco del nostro anche se male amministrato.Per le solite ingerenze trite e ritrite? Le ingerenze sono sbagliate in tutti i sensi.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Condoglianze e vicinanza al popolo francese.Sarkò se avessi ascoltato la povera gente ti avrebbe detto che se sputi in aria è inevitabile che prima o poi ti ricada addosso.Questo è il frutto di una politica europea fatta da incompetenti,aspettiamoci il peggio caro stronzo di BERLUSCONI

maurizio b., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 14:22| 
 |
Rispondi al commento

MASSSIMO APPOGGIO AI FRANCESI,MA E' DAVVERO STRANO CHE ACCADDANO FATTI DEL GENERE,CON TUTTO L'ANTITERRRORISMO CHE PROCLAMANO I CAPI DI STATO COMPRESO HOLLANDE,PER ME' SI ERANO PRERATI DA TEMPO PER QUESTI ATTENTATI E GLI HANNO STUDIATI ANCHE FIN TROPPO BENE

alvise fossa 14.11.15 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro movimento 5 stelle e grillo ma è davvero l isis?e davvero imputabile all isis? perchè noto troppe incongruenze e mi ricorda l undici settembre dove l america butto giu le sue torri gemelle per giustificare guerre di reale per me ci sono solo i morti non le ragioni di questi morti

giuseppe ., torino Commentatore certificato 14.11.15 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non risulta che la libertà di pensiero politico e credo religioso si allarghi alla libertà di omicidio per credo religioso o politico. Questo perchè leggo commenti infarciti di ideologie da terzo mondo. Dove appunto il terzo mondo sta per chi non sa ancora separare lo stato dalla chiesa, la libertà poi è un concetto del tutto oscuro.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Primo : la francia come paese fa sorridere, il presidente esce dallo stadio con un esercito di scorta e incita i francesi a non aver paura, ma lui di che ha paura? E' sul modello Boldrini che mette a scuola la figlia a londra perchè fa snob, naturalmente con la scorta di tronisti.

Secondo : la regina madre inglese all'epoca dei bombardamenti di Londra rimase con i londinesi assieme al consorte e alle figlie, abbiamo presidenti talmente deprezzati che valgono molto meno di una consorte di re balbuziente.

Terzo : obama ha dato l'annuncio prima di Hollande, per prima cosa ha raccomandato di non pensare subito ad attentati Jhadisti. Sarebbe il caso di fare il guanto di paraffina a un presidente usa che nasconde accuratamente dalla prima campagna elettorale presidenziale di essere munsulmano con fondi infiniti per l'elezione tanto da aver pagato anche le spese all'avversaria Hillary.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Al momento non si sa nulla ma se i terroristi sono francesi allora non si chiamano terroristi ma risorse e non è un atto di guerra ma semplice criminalità interna.
Il risalto dato alla notizia di qualche episodio criminale è eccessivo o almeno squilibrato in confronto all'aereo russo e a tutti i morti per altre cause.
Come al solito io sono menefreghista e la politica interna dei paesi accoglientisti non mi interessa se non come esempio da non seguire.
Non ho visto lo stesso bombardamento mediatico quando i morti sono nordafricani... i mass media sono spudoratamente razzisti, cioè vanno ben oltre la solita ripetitiva e noiosa propaganda finalizzata all'ennesima guerra programmata.

Lasciatemi fare una piccola critica pure ai terroristi fessi che colpiscono con precisione millimetrica sempre bersagli errati:
mai una volta che uccidano un politico guerrafondaio.... gli si potrebbe fare anche l'applauso con standing ovation e invece loro niente, i politici assassini non li toccano mai mai mai come se fossero loro finanziatori e alleati <_<
Alla fine paga il popolo più o meno disinformato che ha l'unica colpa di votare delinquenti.

Infine la religione, evidente concausa del problema:
sempre assolta perché la costituzione esplicitamente parla di libertà di religione anche se tale libertà è un doppione creato ad hoc per permettere reati tipici della religione cristiana.
Non vi piace la religione che ruba o uccide? E ai politici ladri e assassini piace molto (€€€!) quindi ve la tenete lo stesso (e non osate criticarla altrimenti vi dipingeranno come cattivoni).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Armi e religioni vengono considerate soluzioni, mentre spesso sono il problema.

Giancarlo Giusteschi 14.11.15 14:09| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog.solo tristezza.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 14:07| 
 |
Rispondi al commento

I troll che si infilano nel blog contestando la presa di posizione del 5S che condanna fermamente quanto accaduto cosa vogliono? I 5S non sono schutzen o spetznatz che debbano muoversi a mano armata contro il terrorismo. Si chiedano piuttosto da quanto tempo, secoli, che l' occidente colonizza e vende armi in giro per il mondo. Noi stiamo acquistando cacciabombardieri per molti milioni di euro. Se tiri una merda a qualcuno prima o poi ti ritorna.
Viva l'intellighenzia dei troll un tot al kilo !!!

barlafuss 14.11.15 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Questi coglioni di troll piddioti anche in queste tristi circostanze riescono a rendersi al massimo come pezzi di mierda.


È triste constatare sulla pelle degli altri che i nostri governanti non hanno un minimo di "luce" che illumini le sinapsi ed i neuroni dei loro cervelli stanchi
Sembra che siano solo bravi a "partorire immani cazzate" o peggio, a pensare ai loro esclusivi personali interessi!
A me era molto ben evidente (come credo a molti altri come me) che, a fronte dei comportamenti mantenuti in quest'ultimo decennio, saremmo arrivati a tutto questo e francamente temo sia solo l'inizio!
La storia insegna e DEVE INSEGNARE
impensabile eludere i meccanismi di CAUSA/EFFETTO, AZIONE/REAZIONE, ENTROPIA E CAOS
Esistono in NATURA da milioni, trilioni, miliardi di anni, LEGGI della FISICA molecolare, LEGGI NATURALI
È intelligente secondo te pensare che si possa oggi ELUDERE certe LEGGI che sono al di sopra della volontà umana?
Oggi il miglior governante, paradossalmente, dovrebbe essere un incrocio tra uno Storico, un Fisico ed un Filosofo!
Figura che certamente non riscontriamo nel coacervo di CERVELLI che pretendono di governare il mondo, conducendolo difatti nel baratro!
Un baratro fatto di povertà, paura, impoverimento culturale e civile, di muri, di barricate e di trincee socio-culturali-ideologiche-religiose: Il giusto MIX che, nel nome della SICUREZZA GLOBALE, ci sta conducendo lentamente, ma inesorabilmente, alla terza guerra mondiale direttamente in "onda" nelle città dove viviamo, il terrorismo e la guerra civile!
DB




"....che deploriamo con fermezza " TUTTO QUI ?

Per le minchiate del Bomba le parole sono ben diverse e piu' pesanti .

Mi stupisco di molti commenti e non concordo con essi:
-l'islam e' responsabile di questi macelli senza se e senza ma.

-Va posto chiaramente il problema se l'islam non debba essere considerato una ideologia incompatibile con la democrazia (come il nazismo il fascismo ed il comunismo ) per i primi due la ricostituzione dei relativi partiti e' proibita per legge .

-L'islam produce terrorismo dagli anni 70, ben da prima delle presunte "destabilizzazioni" occidentali.

-va immediatamente fermata la immigrazione dei musulmani in Italia in quanto eticamente incompatibili .

-L'islam non riesce a produrre anticorpi in quanto l'islam moderato viene sempre fatto fuori "in nome di Alla'" dai fratelli piu' zelanti, non essendoci nel Corano possibilita' di


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 14.11.15 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa aspettiamo a non seguire piu' le direttive dei potenti imposte dall'europa? i terroristi sono stati chiari :- sino a quando ci continuate a bombardare noi procederemo con atti di terrorismo nelle vostre nazioni ! allora e' cosi' chiaro il messaggio! che aspettiamo a non riconoscere piu' questa politica estera e a dissociarci? dobbiamo avere attentati anche a casa nostra? dobbiamo continuare a vivere di paura? E' VITA QUESTA? IO MI RIFIUTO E NON MI RICONOSCO NELLA FRANCIA NE' IN CHI FA POLITICHE PREDATORIE!

maria sindoni Commentatore certificato 14.11.15 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sto' con Oriana Fallaci.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 14.11.15 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche il Papa non ha avuto il coraggio di condannare le Missioni di Pace e i faraonici funerali per esaltare i militari caduti in guerra d'occupazione.Sono stato un vero cretino a non dare retta a chi me lo aveva detto perchè l'essere umano singolo non conta nulla ed è solo questione di denaro e potere.Guardate la lungimiranza degli strateghi,se non facevano le guerre mascherate invadendo militarmente le Nazioni ricche di risorse primarie "Iraq-Libia-Ecc,sobillando popoli contro governi legittimi che non volevano sottomettersi ai voleri dei padroni del mondo,vedi Siria-Ucraina-Ecc,non sarebbero nati,cresciuti e moltiplicati i figli del Mostro Isis,soprattutto non avrebbe piantato le radici con le Metastasi del cancro maligno della Malapolica,dell'odio dei vari credo e di razza,perciò la Russia si sottometta subito e faccia in fretta a consegnare su un vassoio d'oro la testa di Assad ai padroni del mondo.Basta vedere con quale odio i bigotti trattano chi non è battezzato e crede negli effimeri valori dei 4 Profeti "Cristo,Maometto,Confucio,Budda".Nell'anno 1994 un Generale Russo,mi ha raccontato la storia della strage delle ginestre che senza della quale,i padroni del mondo non avrebbero potuto impadronirsi della Nazione.Unica certezza,nella vita non si deve credere a niente,tanto si deve crepare comunque,perciò è meglio una vera guerra subito che non ad altri 25 anni di teatrini globalizzati,dove in ogni strage vedi le Divinità del terzo millennio a recitare i soliti discorsi che rafforzano il sistema che ci ha portato in questo inferno di paura per far vivere da Nababbi chi fa parte del sistema con le loro Divinità.

Agostino Nigretti 14.11.15 13:24| 
 |
Rispondi al commento

2011 , si decide di bombardare la Libia per proteggere i ribelli contrastati ferocemente da Gheddafi , nati e foraggiati da America , Inghilterra e Francia nell'ambito della destabilizzazione mondiale voluta dall'alta finanza internazionale . Il cittadino libico era il più ricco degli africani , a livelli europei , perchè avrebbe dovuto ribellarsi ? Gheddafi era il meglio possibile per quel popolo , come Saddam per gli iracheni , Assad per la Siria ! Non va bene per gli americani e si danno da fare per esportare la democrazia in quei luoghi : questi i risultati ! C'è gran desiderio di ordine e pulizia e questa strada ci porta alla dittatura !


La Francia dopo che è entrata nella Nato per fare le guerre mascherate sotto copertura "Missioni di Pace" per colonizzare il mondo,è diventata molto meno sicura.Sì,con Milano Espo è ripartita alla grande la filosofia del terzo millennio dove sul palco salgono gli attori della Globalizzazione ad annunnciare i soliti ripetitivi allucinogeni incantatori "Editti-Proclami".Ieri il mondo intero ha potuto vedere con propri occhi la potenza del vero Dio Onnipotente gestito dai padroni del mondo.Per fortuna che la Francia è entrata nella Nato seppellendo i valori conquistati con il sangue dei valorosi umani della Rivoluzione Francese,facendo rivoltare nella tomba le ossa del grande Generale Charles André Joseph Marie de Gaulle,il quale aveva portato alla riscossa il popolo francese contro gli occupanti Nazisti,altrimenti avrebbe fatto gli accordi con la Russia e le avrebbe venduto la supertecnologica nave da guerra.La Globalizzazione realizzata tramite le guerre mascherate in Missione di Pace,ha portato al trionfo la filosofia dei veri valori del terzo millennio,dove oltre la metà dei popoli delle Nazioni Colonizzate deve crepare negli stenti e nella sofferenza perché non ha nemmeno un cent per comprare un pezzo di pane,figuriamoci per le medicine.Inoltre,guarda caso negli attentati crepa sempre e solo la povera gente e rafforzano le grandi ammucchiate che sostengono i governi imposti a governare le Colonie.Sono stato un vero cretino a non dare retta a chi me lo aveva detto perchè l'essere umano singolo non conta nulla ed è solo questione di denaro e potere.Guardate la lungimiranza degli strateghi,se non facevano le guerre mascherate invadendo militarmente le Nazioni ricche di risorse primarie "Iraq-Libia-Ecc,sobillando popoli contro governi legittimi che non volevano sottomettersi ai voleri dei padroni del mondo,vedi Siria-Ucraina-Ecc,non sarebbero nati,cresciuti e moltiplicati i figli del Mostro Isis,soprattutto non avrebbe piantato le radici del cancro maligno.

Agostino Nigretti 14.11.15 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanca di sentir parlare di attentati... Da charlie a beirut, dalla Turchia a di nuovo Parigi...
Siamo stanchi di vedere morti su morti per interessi economici travestiti da ideali religiosi... Perché parliamoci chiaro tutti sappiamo che i soldi richiamano soldi, che il mondo olia i suoi ingranaggi con i soldi, che noi vediamo quel che ci vogliono far vedere, che noi non conosciamo neanche un terzo dei loro porci interessi, che noi stessi siamo vittime e alleati di questo marcio consumismo di interesse che ci sta logorando dentro, perché noi stessi urliamo sui social quello che loro vogliono farci urlare, perché noi stessi ci sentiamo grandi e saggi a condividere su Facebook nastri di pace, immagini di solidarietà una volta per un attentato è una volta per un altro... E che succede poi? Tutto nel dimenticatoio, tutti dimentichiamo dopo un mese o un paio di settimane quei morti, quei nostri fratelli francesi, turchi, libanesi ecc, tutti torniamo dopo aver urlato, dopo esserci mostrati, dopo aver fatto la nostra "comoda figura solidale" a vivere come prima, ad accettare la globalizzazione, ad accettare il dio danaro, a schiacciare il prossimo con ogni mezzo lecito e non, morale o immorale per poter salire nella scalata al potere... Perché noi tutti, terroristi, civili, politici, figure religiose, soffriamo dello stesso male, il male di interesse, la febbre del 20esimo secolo che ci costringe ad avere e a bramare sempre di più, ad apparire e a farlo sempre di più.
Con questo non voglio giustificare assolutamente i terroristi: sono la prima a ripudiare ogni forma di non rispetto verso il prossimo, perché non c'è niente di più riprovevole di uccidere un altro essere umano, perché odio rispondere alla violenza fisica con altra violenza fisica; ma vi prego voi tutti, smettetela a fare i saputi, a fare politica di sostegno dietro uno schermo con due frasi fatte e con un semplice click, non alimentiamo ancora di più quest'aria di ignoranza in cui già sguazziamo ogni gio

Grazia Savoriti 14.11.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

L'occidente si fa mettere nel sacco da 4 beduini ?
NNNNNO!
L'occidente lascerà fare all'isis qualcosa di esagerato ancor di più di ieri a parigi.
Poi il mondo ed i paesi arabi non potrà dir più nulla.
Quando l'occidente nell'ORDINE :
USA,
UK,
FRANCE,
interverranno faranno terra bruciata..e spianeranno TUTTO...RIPETO TUTTO.
Nessuno potrà opporsi alle grandi potenze..che si approprieranno...del petrolio.
L'alibi a questa mossa..sarà fornito proprio dall'isis e dagli attentati in europa che da oggi in poi,.... si intensificheranno.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 14.11.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi foraggia i terroristi? Chi li rifornisce di armi? Non è che sia l'occidente, quello stesso occidente che con le ex 7 sorelle compra il petrolio a prezzi stracciati e in nero in Iraq pagandolo molto meno del prezzo ufficiale per garantirsi guadagni maggiorati e rigorosamente esentasse? E per le armi l discorso non cambia, sono sempre i soliti grandi produttori di noialtri, che fanno finta di venderli agli stati confinanti tipo Arabia, Egitto o Libano sapendo benissimo che con molte probabilità andranno poi a finire in Siria e poi nuovamente in Europa nelle mani di chi dicono di volere combattere in quanto terroristi. I migliori alleati dei terroristi sono i nostri governanti che permettono questo in nome del dio denaro.

fran Commentatore certificato 14.11.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento

esistono due democrazie, quella che unisce il 99% della popolazione nelle disgrazie e tragedie, poi c'è quella dei potenti uniti dalla ricchezza che li protegge da qualunque attentato.

Traetene voi le debite considerazioni.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Mai che si affronti il problema: MA CHI ARMA QUESTA GENTE?
i soliti noti che armano anche chi li combatte?

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 12:53| 
 |
Rispondi al commento

A Parigi ieri sera raccomandavano di non camminare, ma strisciare per evitare i proiettili. Da noi sarebbe tutto più facile perchè dal 2011 siamo allenati strisciare anziche camminare per evitare le cazzate che sparano i nostri governanti.

lalla b., venezia Commentatore certificato 14.11.15 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando in passato avvenivano questi orrori e l'Italia era un paese degno di appartenere all'umanità, tutti attendevano il discorso accorato del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Oggi che sguazziamo nella melma per non dire altro, a cominciare dai media, tutti aspettiamo i pensieri insani di quel anonimo signore malato di mente che invece di sturare le fogne di Firenze fa il capo del governo e si sostituisce a quello vero in tutto e per tutto, aerei, viaggi e incontri tra CAPI DI STATO compresi e nessuno si lamenta.
Con SANDRO PERTINI ciò sarebbe stato impensabile.
MATTARELLA DOVE CAZZO STAI ?

Giovanni C. Commentatore certificato 14.11.15 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Questi feroci predoni con licenza di uccidere (e sappiamo come gli è stata concessa). Hanno delle labili motivazioni. Se davvero rivendicassero una cultura islamica e volessero creare una società diversa da quella che noi oggi riconosciamo comunemente come occidentale. Se fossero motivati a costruire qualcosa di onesto non incorrerebbero in barbarie. Stupri e schiavismo e massacri. Scorrazzando super attrezzati Questo hanno fatto sino ad oggi ! Non svenderebbero i patrimoni archeologici dei territori che hanno invaso. Non farebbero affari con il petrolio. Si sarebbero potuti creare un ambiente ecologico. Organizzare una economia alternativa. Un diverso modo di governare.
Invece sanno solo massacrare le persone inermi.
Chi li addestra dentro al cuore dell'Europa ?
In sostanza sono burattini quelli che hanno compiuto il massacro ?
È un manipolo di squilibrati o una organizzata setta di fanatici ?
Oppure una deviata e ben orchestrata sistematica associazione per eterogenesi ?
Sono banalmente cattivi. Mostruosamente cattivi, quindi tentare di giustificarne le azioni per errori di strategie commesse da parte dei nostri governanti su quei territori non ha senso

Rosa Anna 14.11.15 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa a non dire che in queste circostanze siamo un pò tutti cinici?
Basta pensare alle fabbriche di armi che abbiamo,alle missioni di pace e ai bilanci dedicati alle forze armate!
Eccovi le risposte ai vari conflitti sparsi in tutto il mondo!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.11.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi sono gli effetti della globalizzazione selvaggia e della ricerca del denaro a tutti i costi . Siamo andati a saccheggiare l'alveare sbagliato , l'amico Bush j ha grosse colpe , marionetta della grande finanza ! In ogni caso dobbiamo difenderci e per farlo dobbiamo far cadere questo governo stupido .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 14.11.15 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Questo evento catastrofico e prevedibile, ma non adeguatamente contrastato (prevenzione) dà motivo ai governi europei di blidare la ns/ democrazia e rafforzare la dittatura del ns/ presidente del consiglio..CHE GONGOLA, con alfanotto !|

silvana rocca, genova Commentatore certificato 14.11.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento

“ Chi offende la mia mamma gli tiro un pugno”. A chi uccide la tua/mai mamma cosa gli facciamo?
Perdoniamo o facciamo gli scongiuri che non succeda a seconda dei punti di vista religiosi, laici o assolutisti-pacifisti. Merano dimostra che chi è stato accolto come profugo perché perseguitato dal governo di Assad in Siria, ora per combatterlo o andare oltre, può essere o diventare un terrorista in dispregio all'accoglienza ricevuta. Troppi sono coloro che entrano e sono entrati senza controlli di sicurezza nazionale e troppo lunghe sono le procedure per stabilire chi è, o sono. Non solo, una volta fatto il primo controllo, nessuno è più in grado di seguirli con efficacia, tant'è che viaggiano indisturbati con un “foglio di carta” rilasciatogli in mano, che burocraticamente sistema-legalizza, ma non assicura. L'ipocrisia dell'assoluto perbenismo è evidente nei fatti..., a nulla valgono le nostrane vacue e di circostanza dichiarazioni politiche governative improntate alla sicurezza, che richiede in concreto decisioni contro tendenza. Né si vuole od si è in grado di dare a coloro che si fanno carico dell'accoglienza, lo stato giuridico di incaricato di pubblico servizio, così gli obblighi a cui è sottoposto sono più incisivi anche in relazione alle potenziali malversazioni. Non da ultimo il fattore sociale e culturale: se coloro che vengono accolti, nel rispetto delle loro usanze e religioni, rifiutano la società che gli accoglie, sono io obbligato verso costoro? Cosa posso fare per gli altri e non avvilire i miei usi e costumi, per andarci incontro, ma in/con sicurezza?

f.d. 14.11.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento

E così hanno dato l'Expo a Milano ed ora devono dare il Giubileo a Roma!!!
E cioè se a Milano hanno mangiato ora devono mangiare anche a Roma da buoni fratelli e così va avanti l'Italia: una tangente a te ed una tangente a me e poi spesso su tutto un gran silenzio!
Ma fino a quando l'Italia potrà reggere questo infame andazzo???
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 14.11.15 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi associo al post.

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 12:36| 
 |
Rispondi al commento

La folle politica di buonismo sta portanto i nefasti risultati. Sinceramente noto troppi commenti ancora di stampo vetero catto-comunista che cercano di incolpare le nazioni Europee.
Il grave sbaglio di avere obama e le sue scellerate politiche di 'primavere arabe' e la causa principale dell instabilita del medio oriente seguita dalle pazze politiche di Francia UK Italia (la parte pro-obama) Una Nazione seria chiude i confini, spedisce a casa i non graditi, invia coloro che danneggiano la Nazione in campi di lavoro e guarda gli interessi Nazionali. Il governo renzi e l espressione piu corrotta ed antinazionale mai esistita nel paese, entita supportata da parte di magistratura e miserabili raccomandati votanti. La nostra civilta deve essere difesa, i bastardi politici hanno messo a rischio il futuro della Nazione. Un eventuale cambio di guardia alla casa bianca (che non sia hillary ma Trump)volente o nolente cambiera la situazione, Putin per ora e l unico baluardo serio a difesa dell Europa. L Italia necessita di 5 anni di governo pugno di ferro con eliminazione sistematica della classe politica pd+-l e simili, totale ristrutturazione economica seguita da ripristino dell' Esercito ad alti livelli. A molti cio non garba, purtroppo il mondo non e cosi bello e facile da cambiare ed una totale ristrutturazione dell Italia puo infastidire molti......richiede totale eliminazione dei nemici interni per poi assicurarsi la difesa da qualsiasi disturbo.

Julio De Liso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.15 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Se esiste ancora qualcuno che non crede che queste cose sono pianificate ad un alto livello, consiglio di dare uno sguardo alla copertina dell'Economist (a proposito, la proprietà è appunto di NOTI personaggi) che, attraverso una serie di simboli occulti, anticipa alcuni eventi del 2015 e nasconde anche una data particolare tra due frecce che colpiscono il suolo:

11.5 11.3 -> 13/11/15

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 12:27| 
 |
Rispondi al commento

fino a quando non si farà differenza tra esecutori e mandanti questo fenomeno andrà avanti e cambierà le nostre vite in peggio e quelle di qualcun'altro in meglio

emiliano p., colleferro Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.11.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che un'operazione Gladio di tale portata avvenga in Europa credo debba destare una severa preoccupazione tra le persone perbene che sono ai vertici del nostro Stato perché, qualora tocchi all'Italia subire una cosa simile, cosa faranno i responsabili della nostra sicurezza? Faranno quello che ha fatto Hollande, o si opporranno con fermezza?

Una linea di non ritorno è stata tracciata con i noti fatti di Charlie Hebdo, la Francia ormai la considero una nazione perduta, governata da persone senza scrupoli e senza anima, ormai lo Stato è talmente infiltrato dai "soliti noti" che non esiste cura.
Se a gennaio infatti si sono fatte le prove generali, sia per testare la reazione dell'opinione pubblica, sia per verificare sul campo il grado di efficienza dei partners e degli insiders locali, ora l'operazione è stata fatta in grande stile e con la manifesta partecipazione, non solo dei soliti noti, ma di tutti i principali alleati (ne ho contati almeno 4) con tanto di riunione pre-evento dei capi (e ex capi) delle relative intelligence coinvolte.

Dopo l'aereo russo era inevitabile che ci sarebbe stata un'escalation, ma siamo solo all'inizio, qui si vuole forzare la mano verso qualcosa di grosso che è da tempo stato pianificato e, più che analizzare i fatti di Parigi, che sono chiarissimi sia dal punto di vista delle responsabilità che di chi ha partecipato, bisogna preoccuparsi delle conseguenze che coinvolgeranno intere nazioni e quindi milioni di persone in un imminente scenario di guerra

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento

I fatti di Parigi ci interrogano profondamente su quali siamo anche le nostre responsabilita'.Se da anni su quei popoli piovono bombe e non fiori anche da noi inviate ci dobbiamo ormai convincere che la strada della guerra e delle bombe non risolve anzi aumenta solo l'odio e la poverta' di quei popoli che spesso sono solo vittime e carne da macello in nome di una religione che e' solo fanatismo.Purtroppo Il ns.mondo occidentale e' al servizio del soldo e delle armi.Sono molto pessimista sul futuro dei popoli.

Mora Laura 14.11.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Arriveremo presto in Europa alla sospensione della democrazia, "siamo in Guerra gente", fine della possibilità di eleggere il parlamento e tutte le cariche elettive.......Ebetino a vita!

stefanodd 14.11.15 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Certamente nessuno di noi è felice
dell'attacco.
Questo attacco però mi ha tutta l'aria di
essere la prosecuzione del precedente a
Charlie Hedbo e precisamente una vendetta.

Il mio sospetto è sempre stato quello che
l'attacco alla rivista satirica sia stato
orchestrato dalla Francia e da Israele.
I due o tre che, dopo l'attacco e la
successiva fuga, avevano fatto perdere le loro tracce sono improvvisamente ricomparsi
barricati "ma nonsi sa dove (Mentana dixit)".
E' molto difficile sapere che uno si è
barricato senza sapere "dove" si sia barricato.
I due o tre sono stati ammazzati senza
tentare di prenderli. Strano, molto strano.
Nel contempo era intervenuto del personale
israeliano che, sembra, fosse già lì.
Poi al supermercato sparano ad un "terrorista"
che, mentre cade sembra abbia le manette ai
polsi.
Risultato: i morti sono veri ma il racconto
dei fatti no. Ecco perchè l'attacco di ieri
mi ha tutta l'aria di una vendetta.

Nessuno sa il perchè di questo attacco, ma
forse se lo chiediamo a Hollande e a Netanhiau
loro lo sanno. Ma sarà molto difficile che ce
lo vengano a dire.

giorgio peruffo Commentatore certificato 14.11.15 12:11| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
mi spiasce per le famiglie deve essere un dolore immenso,però devo dire che me lo aspettavo,anche in italia avverrà, attenzione con il giubileo, con una politica che li ha fatti crescere ,gli vendono le armi e poi che pretendono, non ci resta che putin,anche se non mi piace, però con l'isis bisogna finirla e in fretta

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 12:10| 
 |
Rispondi al commento

da FB:
SIAMO TUTTI COLPEVOLI!!
Quello che è successo a Parigi e che succede ogni giorno nel mondo è colpa della nostra ignoranza,della nostra indifferenza,del nostro egoismo,ci svegliamo soltanto quando ci sono i morti di un certo colore,di una certa razza,di una certa religione,poi torniamo a dormire un sonno profondo fatto di cazzate e cose totalmente inutili,non sappiamo un cazzo di quello che avviene attorno a noi,non sappiamo un cazzo di cosa viene deciso per noi,ci sentiamo superiori,ci sentiamo i padroni del mondo ed invece poveri stupidi siamo TUTTI uguali schiavi di un sistema immensamente più grande di quanto immaginiamo che senza che c'è ne rendiamo conto ci rende schiavi ignoranti ogni giorno sempre di più!!!Se tutti ci informassimo di quello che realmente avviene e avessimo un minimo di palle andremo a Roma,a Parigi,a Londra,a Washington o in un'altra qualsiasi capitale a prendere a calci nel culo chi ci governa perché TUTTO questo è colpa delle politiche folli di chi ci governa,perché forse non lo sapete ma l'Italia con Renzi in questi giorni era in visita in Arabia Saudita maggior finanziatore del terrorismo,perché l'Italia vende armi ai terroristi perché l'Italia è uno dei Paesi che più esporta armi nel mondo,perché l'Europa con gli Stati Uniti d'America ed Israele finanziano il terrorismo perché la guerra è uno dei maggiori guadagni per gli Stati!!!
Io voglio sapere chi finanzia l' ISIS chi finanzia AL QAEDA??!!
Io voglio che lo Stato dove vivo non venda armi,io voglio che lo Stato dove vivo non vada in giro per il mondo a fare finte missioni di pace per esportare una finta democrazia quando invece siamo a proteggere gli interessi economici Occidentali!!
Io voglio sapere la verità e non voglio più vivere in un mondo in cui regna il terrore,la menzogna e l'egoismo.

Paola L., Verona Commentatore certificato 14.11.15 12:07| 
 |
Rispondi al commento

La guerra delle risorse naturali. Le missioni di pace che tutto hanno tranne che la pace. Le invasioni con la scusa di portare la democrazia, anche se i nostri governi sono tutt'altro che democratici ...Poi ci lamentiamo che qualcuno mina la nostra libertà! Queste purtroppo sono le conseguenze provocate da questi uomini scellerati(che noi abbiamo messo al potere. Triste dirlo ma alla fine chi ci rimette siamo sempre noi cittadini, se ognuno di noi (Nazione) pensasse al proprio giardino ed essere comunque solidale con il giardino del vicino, forse vivremmo in un mondo più sereno.

pancrazio marasco Commentatore certificato 14.11.15 12:02| 
 |
Rispondi al commento

forse è giunto il momento di porsi e chiedere che vengano fatti i nomi di
CHI FINANZIA I TERRORISTI CON L' ACQUISTO DI PETROLIO IN NERO?
CHI VENDE O A VENDUTO A LORO LE ARMI?
solo allora si potrà circoscrivere e quindi colpire la Testa, il corpo poi morrà da sè.
Seguire il denaro come con la mafia e colpire con tutta la potenza disponibile annientando per sempre il nemico

alexme 14.11.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'UMANITA', ANCOR PRIMA CHE SUI DANNI, S'INTERROGHI SULL'INFONDATEZZA DELLE RELIGIONI !!!

Franco Della Rosa 14.11.15 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Alieno Giallorosso
Davvero pessima l'idea del pontefice di organizzare un Giubileo straordinario. Roma è un obiettivo troppo esposto e critico. Speriamo bene.
.
Gianfranco Reda
Purtroppo questo è solo l'inizio di un lungo periodo di sangue che toccherà tutto l'occidente; questa è la drammatica conseguenza di una politica sbagliata verso i paesi arabi. Solo ora capiremo che aver bombardato e destabilizzato quei paesi è stato il più grosso degli errori che si potesse commettere.
Oggi piangiamo i fratelli francesi, domani potrebbe toccare a noi; questa, da parte dell'Isis, è una vera e propria dichiarazione di guerra.
.
Claudio S.
Penso ai valori della pace e della fratellanza e non mi sono mai sembrati così importanti e così fragili.
.
asmodeus
Era ovvio che continuando ad entrare a gamba tesa in Medioriente ed in Nordafrica per servire lo zio Sam, prima o poi il guaio veniva fuori. E mi sa che purtroppo è solo l'inizio.
Gheddafi, Saddam, Assad e altri che tenevano sotto controllo la situazione, non andavano bene. Ci si è voluti ingozzare e ci è rimasto il boccone in gola.
Da domani anche il nostro quotidiano sarà diverso, purtroppo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.15 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Sette attentati a Parigi. 130 morti. Minacciati gli Stati uniti, l’Inghilterra e l’Italia
E’ ripresa l’era dei grandi atti terroristici.
Il Giubileo sarà per loro un'ottima occasione
E con Renzi che continua a tagliare la sanità e le forze di polizia non saremo allertati né sulle strade né negli ospedali. Siamo nelle mani di cialtroni inetti
Pensare che la sicurezza è nelle mani di gente come Alfano o Renzi fa cadere proprio le braccia
Non vorrei essere nei panni di uno di questi 25 milioni di pellegrini
Il nostro grottesco governo ha la faccia di dire che l'Italia non è in pericolo perché noi abbiamo fatto ‘solo’ missioni di pace. Renzi ha addirittura proposto di spendere 35 miliardi in armi e recentemente ha aumentato la spesa militare. Che in Medio Oriente noi ci siamo da 12 anni 'per portare la pace' possono raccontarlo a quei fessi dei piddini, che si bevono di tutto, ma non credo che chi le bombe le ha sul capo e viene depredato dalle sue risorse con un territorio messo a morte pensi altrettanto
Che esportare la democrazia con la guerra si riducesse a distruggere paesi ricchi di risorse per non portare alcuna democrazia e giustificare solo una razzia brutale lo avrebbe capito anche un sottosviluppato
Non è stata portata nessuna democrazia né in Medio Oriente, né in Asia, né in Africa
Sono state portate bombe, gas letali, sostanze inquinanti, morti, torture, miseria e fame
insistere ancora con questo alibi della democrazia è da pazzi
Ora raccogliamo quello che abbiamo seminato
Pensavamo davvero che i popoli brutalizzati per l’avidità de capitale non si sarebbero ribellati??
Ogni azione suscita una azione uguale e contraria
Abbiamo sparsi la guerra a piene mani con totale e indifendibile brutalità. Ora c'è qualcuno che ci ritorna indietro quello che abbiamo esportato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.15 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Io mi sentirò più libero e meno ipocrita, nel piangere vittime di massacri come questo, il giorno in cui noi occidentali la finiremo di sentirci "più uguali degli altri" e di esportare "pace e democrazia" sotto forma di bombe, indipendentemente dal loro quoziente intellettivo.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.11.15 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Quanto accaduto a Parigi è scioccante. Siamo vicino alle famiglie delle vittime, alla Francia, a tutto il popolo francese, colpito oggi da un attacco terribile, che deploriamo con fermezza."
MoVimento 5 Stelle
Mi associo al messaggio del M5S.
Cordialmente Luca.
☆ ☆ ★ ☆ ☆

Domenico Cacciato, Canicattì Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Inviterei tutti i giornalisti a non nominare più la sigla di questo assembramento di esseri umani deviati che stanno assassinando e depredando nazioni islamiche da ormai troppo tempo
Ora hanno inviato i loro scagnozzi a Parigi a uccidere inermi cittadini come stanno già facendo in Iraq Siria Libia e in altre regioni.
Nominarne la sigla con cui si definiscono vuol dire riconoscergli qualche autorevolezza.
Evitiamo di farlo ve ne prego
Non facciamolo nemmeno nei commenti di questo blog

Rosa Anna 14.11.15 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Il Terrorismo interno non esiste più e allora si crea il pericolo esterno con cui giustificare ogni restrizione delle libertà individuali. Non posso credere che questi si muovono così impunemente in Francia nel "cuore del'occidente"senza che nessuno sappia nulla. A me a te e a Mario Rossi ci beccano se scarichiamo un Film da Internet.

Luca S., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.11.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento

n questa mattina di sabato piu che il mio buon giorno va il mio pensiero a tutti i famigliari delle vittime e al popolo Francese , esprimo il mio cordoglio e tutto il mio dolore per la tragedia di ieri sera , vi siamo vicini in questo momento difficile ove scellerate mani hanno bagnato di sangue di vittime innocenti la bellissima Parigi e' ora di dire basta e di fermare le scelte scellerati dei ns governi che ci stanno portando la guerra dentro casa. Uniti potremo fermarli sia i governi che i terroristi beceri , gli interessi che hanno devastato quelle zone oggi ci stanno mandando il conto ma non ai responsabili di tale scelte , ma attaccano gli innocenti .
Un invito ad esporre tutti la bandiera a lutto della Francia come simbolo del popolo e non come effige del governo.
Con sincero dolore Marino Bizzarri

marino b., Sydney Commentatore certificato 14.11.15 11:22| 
 |
Rispondi al commento

À la guerre comme à la guerre
Inviato da Redazione il 14/11/2015 9:40:00 (1539 letture)
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4841

Figaro oggi titola a 9 colonne: "La guerre en plein Paris". L'Est titola: "Etat de guerre". Le Parisien: "Cette fois c'est la guerre". Lo storico francese Marc Lazar dichiara : "Siamo in guerra". E naturalmente il Corriere della Sera si adegua, e apre col titolo "Guerra a Parigi".

Vi ricorda qualcosa?

A poche ore dagli attentati dell'11 settembre, dagli schermi di tutti i networks americani rimbalzavano nel mondo le scritte "War against America", "America under attack", "America at war". Questo servì a preparare l'opinione pubblica mondiale a quello che poi sarebbe conseguito, ovvero l'invasione militare dell'Afghanistan.

Ed oggi questo tam-tam mediatico, che ci parla così ossessivamente di "guerra", servirà probabilmente a preparare l'opinione pubblica mondiale ad una violenta escalation della guerra in Siria, e forse anche ad una possibile invasione del loro territorio da parte della solita "coalizione" delle Forze del Bene.

È chiaro infatti che l'entrata in scena della Russia sullo scacchiere mediorientale ...

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.11.15 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando dovremo sopportare la barbarie? La politica internazionale a ogni livello, tutti i Paesi civilizzati hanno l'obbligo morale di rispondere con responsabilita', fermazza e determinazione lasciando da parte differenze e opportunismi. L'ISIS va distrutto e tutti i suoi militanti sterminati. Cosi' come vanno colpiti duramente tutti quei Paesi e individui che appoggino, finanzino, armino lo Stato islamico. Contro di esso non ci puo' essere ne' compiacenza, ne' rolleranza, ne' indulgenza neppure per motivi religiosi falsamente intesi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.15 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giulio Cavalli
18 minuti fa · Modificato ·

"La semplificazione del "noi contro loro" è il fine di questo attacco organizzato nel cuore d'Europa. Ogni volta che avremo paura di compiere un'azione normale (una sera a teatro, un pomeriggio allo stadio) i terroristi saranno riusciti ad infilarsi nelle corde delle nostre giornate e la nostra inquietudine sarà il loro vessillo.

Restare umani non significa accettare inermi l'attacco. Restare umani, oggi, significa avere per la vita e per l'uomo tutto il rispetto di cui siamo capaci, non imbarbarirci, non accettare la liberalizzazione dell'odio e del sangue."

Avere il coraggio di avere paura. Restare umani. Il "noi" e "loro" è il fine di questo attacco. http://ow.ly/UDRYq ‪#‎PrayForParis‬

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.11.15 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli arabi che entrano in Europa oggi potrebbero essere i futuri terroristi di domani. Richiamare tutti i militari dalle missioni per proteggere le frontiere europee. Rimpatriare tutti i clandestini già penetrati con fermezza e rapidità , trasferire i rifugiati in un paese islamico sicuro (turchia). la nostra sicurezza viene prima di tutto.. spero che il m5s vada in questa direzione.


Abbiamo ancora una volta scoperto la nostra vulnerabilità, e come se niente fosse il governo
stanzia "l'elemosina" agli operatori del "comparto sicurezza".
Con quale criterio il governo propone aumenti di 9 euro (lordi?) a chi ci deve tutelare e garantire la nostra serenità (i problemi li garantiscono già i nostri governanti) nel quotidiano: questo non è solo "LUNARE" (quindi fatto da chi viene dalla luna e non capisce - o fa finta di non capire), ma anche offensivo alla dignità dei lavoratori e della persona.
A seguito dei tristissimi fatti accaduti, bisogna obbligatoriamente "rivedere" alcune cose ed alcuni comportamenti.
Non era forse meglio evitare di cercare a tutti i costi il consenso e mantenere l'IMU dirottando il ricavato per la riorganizzazione del comparto sicurezza?
P.S. Non faccio parte del comparto sicurezza.
Vincenzo Antona

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato 14.11.15 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto alcuni commenti e ovviamente sono sbigottito..

Quindi per la maggior parte di voi é giusto uccidere persone innocenti solo perchè muoiono altri innocenti dall'altra parte del mondo?

Allora non lamentatevi se gente come Netanyahu uccide 2000 persone uomini donne e bambini (non necessariamente in quest'ordine) perchè sono morti 61 soldati addestrati ad uccidere..

Occhio per occhio e il mondo diventa cieco..

E così la violenza vince e loro i terroristi vincono perchè l'odio diventa la risposta alla libertà e non fa pensare..

Non c'è niente di giusto in questo mondo ma almeno noi popolo del M5S cerchiamo di essere uomini e non bestie..

Solidarietà alle vittime di Parigi..
Solidarietà alle vittime di tutte le guerre..

Alessandro Pusceddu 14.11.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ l’11 settembre della Francia” ha rivendicato l’Isis in Rete, rilanciando la sfida: “Ora tocca a Roma, Londra e Washington”.(Il Fatto).

Poveri noi.

gennaro fu 14.11.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento

http://linkis.com/maurizioblondet.it/AD91Y

Come sapremo se è un false flag.
Maurizio Blondet

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.11.15 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando sarkosi ha mandato i caccia in Libia penso che non abbia mandato aiuti umanitari . All'ora pensai ecco che i primi casini seri se li sono aggiudicati i francesi,d'altronde se mi bombardi casa mi ammazzi la mia famiglia permetti che mi incazzo un po' lo scopo della mia vita sarà mettermi a disposizione del primo che mi arma .

Alessandro ciccotti 14.11.15 10:56| 
 |
Rispondi al commento

dopo la semina...
arriva il raccolto
e questo non resterà
un caso isolato - ovviamente
le stragi di Parigi
non sono meno intelligenti
delle tonnellate di bombe
che quotidianamente sganciamo
su bersagli lontani
e di cui francamente
ce ne frega men che zero
ma la cosa più sorprendente
sono le facce dei beoti
che,increduli,dopo il massacro
hanno pure il coraggio
di chiedere "perché?"

guglielmo korr-oschetz, marburg Commentatore certificato 14.11.15 10:50| 
 |
Rispondi al commento

“Parigi val bene una messa”

Caciara ........Roma Commentatore certificato 14.11.15 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il principio di tutto questo, che non si vuole riconoscere secondo me sta nella frustrazione di quelli che quotidianamente vivono emarginati a causa delle disuguaglianza economica, che sono costretti ad affrontare drammi familiari per via dell'impossibilità di potersi permettere anche solo l'indispensabile per integrarsi dignitosamente (secondo gli standard occidentali) in quella che è la società borghese, che addirittura ostenta ed insegue senza pietà e in continua contraddizione (vedi la classe politica/dirigente e la chiesa) un consumismo sfrenato, dove molti usufruiscono ben più di quello che è veramente necessario alla natura dell'essere umano.

cristiano i. Commentatore certificato 14.11.15 10:39| 
 |
Rispondi al commento

mi associo nel deprecare l'accaduto e per essere vicina alle famiglie. io le frontiere non le avrei mai apoerte, e questo e' il punto. il genere umano non e' e non sara' mai pronto per questo tipo di democrazia e non mi sembra nemmeno giusto. a casa mia ho una porta e la apro a chi mi fa comodo ed a chi merita di entrare. un controllo ci vuole per ogni casa e non dite che il mondo e' di tutti. e' vero ma ci sono dei limiti e si limiterebbero anche i guai. controllo su tutto. che c'e' di male? chi non ha niente da nascondere si lascia controllare. io voglio sapere se chi entra in casa e' un delinquente o no. poi forse e' un po' inutile piangere. meglio farsi un esame di coscienza. e basta vendere armi a questi paesi e basta andare a fare la guerra a casa degli altri. la guerra si dovrebbe fare solo per autodifesa.

rosanna scarpa 14.11.15 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Questi estremisti terroristi islamici ci hanno cacato o' cazz'. Andassero a spararsi in culo l'uno con l'altro a casa loro. Nella nostra civiltà aborriamo la violenza e il sangue sparso da persone innocenti. La guerra ando coio coio è una delle più grandi vigliaccate.

john f. 14.11.15 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nel nuovo medioevo e prima ne prendiamo coscienza meglio sarà

mbp 14.11.15 10:33| 
 |
Rispondi al commento

O.T.:

Intanto la "Banda del Cazzaro" stà salvando altre quattro banche:
Banca Marche, Banca popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di risparmio di Ferrara e Cassa di risparmio di Chieti. ........ che sia maledetto !!!!
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 14.11.15 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo sconcertati, indifesi e soli.
Purtroppo, visto che fanno ciò che proclamano, arriveranno anche da noi.
Questo santo Papa, tanto bravo,umano, vicino ai poveri, che piace a tutti, non poteva evitare, visto come siamo messi, questo Giubileo? Non potrebbe evitare di fare il il vero padrone temporale di Roma.
Comunque quando arriveranno, noi avremo Alfano...a difenderci.E vi ho detto tutto...
Oriettp.s.
Il mondo ringrazi gli U.S.A. perché stanno portando a termine il loro scopo, la sua distruzione.

natali orietta 14.11.15 10:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4841

Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 14.11.15 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo a vendergli le armi ?

Rosa Anna 14.11.15 10:19| 
 |
Rispondi al commento

è l'effetto di ritorno delle bombe intelligenti.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.11.15 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori