Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il mese delle tasse

  • 9

New Twitter Gallery

tasseee.jpg

"Da sempre novembre è il mese delle tasse e anche quest’anno le scadenze fiscali che si addenseranno tra lunedì 16 e lunedì 30 saranno da “brivido” (vedi Tab. 1 allegato ) . Tra l’Iva, gli acconti Irpef, Irap, Ires, le addizionali Irpef e le ritenute di imposta, gli autonomi, le imprese e i lavoratori dipendenti verseranno all’erario 53,5 miliardi di euro.
La fotografia è stata scattata dall’Ufficio studi della CGIA che ha stimato lo sforzo fiscale che le imprese, i lavoratori dipendenti e i possessori di altri redditi saranno chiamati a sostenere il mese prossimo.
In Italia il gettito tributario (imposte, tasse e tributi) supera i 480 miliardi di euro l’anno. Questa imponente massa monetaria affluisce nelle casse dell’erario rispettando precise scadenze fiscali che si concentrano prevalentemente tra novembre/dicembre e i mesi estivi di giugno, luglio e agosto ().
L’imposta più onerosa da onorare il mese prossimo sarà l’Iva: autonomi e imprese verseranno nelle casse dello Stato 12,3 miliardi di euro. Le società di capitali (Spa, Srl, Società cooperative, etc.), inoltre, pagheranno l’acconto Ires che ammonterà a 11,8 miliardi, mentre i lavoratori dipendenti, attraverso i rispettivi datori di lavoro, “daranno” al fisco le ritenute per un importo di 10,4 miliardi di euro. Anche l’acconto Irap sarà di tutto rispetto e costerà alle aziende ben 8,4 miliardi di euro, mentre l’acconto Irpef imporrà ai lavoratori autonomi un esborso di 8 miliardi di euro.
La CGIA fa notare come anche il peso dei costi indiretti legati al pagamento delle tasse ormai abbia assunto dimensioni molto preoccupanti:
“A causa di un sistema fiscale ancora troppo frammentato – segnala Paolo Zabeo coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA – nel nostro Paese sono necessari ben 34 giorni lavorativi per pagare le tasse. In altre parole, tra le code agli sportelli, il tempo perso per recarsi dal commercialista o per compilare moduli, registri e scartoffie varie, le imprese italiane impiegano 269 ore all’anno per onorare gli impegni con il fisco. Una via crucis che, purtroppo, condividiamo con i portoghesi, mentre in tutti gli altri paesi dell’Eurozona la situazione è meno pesante della nostra”.
Infatti, se in Italia e in Portogallo sono necessari 34 giorni di tempo per pagare le imposte, la media dell’area euro è di 20. Tale soglia scende a 17 in Francia e addirittura a 15 giorni in Olanda.
I dati appena enunciati dimostrano che anche gli adempimenti burocratici, così come la pressione fiscale, hanno raggiunto un livello insopportabile per l’economia del nostro Paese.
“Al sistema delle piccole e medie imprese – conclude Zabeo – che costituisce il 99,9% del totale delle aziende presenti in Italia, la burocrazia costa, in termini assoluti, quasi 31 miliardi di euro all’anno. Per la struttura organizzativa delle imprese, tali costi penalizzano di più le piccolissime aziende rispetto a quelle di maggiori dimensioni. Sia chiaro, parte della burocrazia è ineliminabile, utile ed indispensabile; tuttavia è necessario rendere la nostra Pubblica amministrazione più snella, più efficiente e meno costosa”. Fonte: CgiaMestre

avolte_banner_ca.jpg

8 Nov 2015, 13:22 | Scrivi | Commenti (9) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 9


Tags: cgia mestre, erario, novembre, tasse

Commenti

 

Basta urli, basta insulti, basta a chi si lamenta sempre: gufi e rosiconi. Qualcuno del PD se ci arriva, avvisi il parolaio che non ha titolo per dirlo, ma poteva dire basta emendamenti metto la fiducia.

f.d. 09.11.15 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Visto che si parla di Olanda avendo una ditta da una ventina d'anni posso solo confermare.
Pagando anticipatamente per il 2015 ho ricevuto uno sconto dell'1,7 percento invece di rate mensili per l'anno in corso non in anticipo.
Non ho idea di cosa siano irap ires irpef,inoltre dal 2017 sparirà il cartaceo alla voce tasse.
Detto questo tanto di cappello ai colleghi che hanno partita iva in Italia sono da ammirare davvero , io il commercialista lo vedo un ora all'anno e di dipendenti ne ho sette.

Attilio Disario R dam Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.15 12:54| 
 |
Rispondi al commento

CGIA ...In Italia il gettito tributario (imposte, tasse e tributi) supera i 480 miliardi di Euro l’anno. Questa imponente massa monetaria affluisce nelle casse dell’erario rispettando precise scadenze fiscali che si concentrano prevalentemente tra novembre/dicembre e i mesi estivi di giugno, luglio e agosto ().

Giusto ,
ma la CGIA non ha detto che :
Non esiste in un Paese Normale che i cittadini paghino le Tasse in ANTICIPO !!!
POI ::
Oltre alle Tasse , Imposte e Tributi ,
gli Italiani pagano le ACCISE sulle risorse naturali ( acqua , vento , sole , ecc. ) e sui combustibili vari!!!!

In più :
la maggior parte dell'enorme massa monetaria va a finire nel POZZO SENZA FINE DEL DEBITO PUBBLICO !!!
Fin quando non Ci staccheremo dal Potere Bancario Internazionale di Bruxelles & c. NON avremo futuro !!! anche se aumenteremo la pressione fiscale dal 60 al 99% !!!questo è "poco " ma sicuro .
.... Sveglia !!!!


Lino Viotti Commentatore certificato 09.11.15 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Pd= partito delle tasse e della disoccupazione

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 09.11.15 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il tempo impiegato per i calcoli sia "perdonabile" se confrontato con l'enorme sforzo finanziario che il cittadino deve pagare.

Proviamo a considerare l'effetto che avrebbe se rimanesse nelle tasche dei cittadini soltatnto un terzo della mostruosa ricchezza sottratta. Perchè è lavoro nostro, soldi guadagnati da noi. E poi per avere servizi, già pagati con quei soldi, bisogna sudare, sudare e sudare tra domande, burocrazia, isee (anche 'sta cosa: paghiamo i servizi, ma poi per accedervi devo ancora farmi controllare altre posizioni), invalidità varie... Senza contare che in Italia, le cose constano da un terzo al doppio rispetto cli altri paesi.

Gian A Commentatore certificato 09.11.15 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Commento dal Fiappone dove sto approfabdo con il prodotto della mia azienda. Da qui quello che facciamo in Italia per far sopravvivere le nostre aziende sembra un opera di volontariato che facciamo per mantenere la casta.

Francesco S., Quartu Sant'Elena (CA) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.11.15 03:45| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile cominciare ad affidare la creazione del software che deve fare da interfaccia tra cittadini e pubblica amministrazione a qualcuno che sia realmente in grado di farlo e non alla sogei. Già ci risparmieremmo un bel po' di tempo perso.

layil 09.11.15 01:47| 
 |
Rispondi al commento

Onesta' ci vuole solo onesta' . Il nuovo che ci propongono e' vecchio e superato. Coalizioni che litigheranno su ogni legge. Con lo stallo della nazione e un fisco vecchio e anche esso da rivedere in ogni sua parte. Sarebbe bello se si potesse fare come si fa a lo londra....

Cesare careddu 08.11.15 21:39| 
 |
Rispondi al commento

LI AVETE SENTITI? BERLUSCONI E COMPAGNI CI FANNO SAPERE: " UNITI PER FARE RIPARTIRE IL PAESE ." HANNO LA FACCIA COME IL C**O.
DOPO AVERCI GOVERNATO PER OLTRE UN VENTENNIO , INCIUCIANDO CON LA SINISTRA DOPO AVER DISTRUTTO TUTTI INSIEME CIÒ CHE ANCORA DI BUONO C'ERA NEL PAESE ED AVERLO PORTATO AD UN DEGRADO CHE E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI, SI VOGLIONO PORRE COME IL NUOVO.
DESTRA E SINISTRA UNA FACCIA DELLA STESSA MEDAGLI

vincenzosando 08.11.15 16:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori