Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Banca Etruria: la mangiatoia di Arezzo #SfiduciamoLaBoschi

  • 11

New Twitter Gallery

mangiatoria_erutria.jpg

Questo articolo di Elio Lannuti, è stato originariamente pubblicato sul blog il 22 febbraio. Rileggerlo oggi è illuminante.

La riforma delle banche popolari in tutta fretta

"Dopo la contestata ed affrettata riforma delle banche popolari di Matteo Renzi, resa più presentabile dalla portabilità dei conti correnti ed i sospetti di speculazione sui titoli (sui quali indaga la Procura di Roma) prima dell' approvazione del decreto del governo,che le ha trasformate in società per azioni, come un fulmine a ciel sereno, la Banca d'Italia ha disposto il commissariamento di Banca Etruria, i cui titoli quotati, (analogamente a quelli delle altre banche interessate, erano aumentati di un + 62% in pochi giorni), per gravi problemi patrimoniali. In un laconico comunicato, Bankitalia ha fatto sapere che sotto la sua supervisione,la procedura di amministrazione straordinaria, avrà il compito di “condurre l’attività aziendale secondo criteri di sana e prudente gestione,e di individuare le iniziative necessarie per il superamento della crisi aziendale”, affidando a Riccardo Sora ed Antonio Pironti l'incarico di commissari straordinari, mentre Paola Leone, Silvio Martuccelli e Gaetano Maria Giovanni Presti sono componenti del Comitato di sorveglianza, tutti insediati da mercoledì 12 febbraio 2015.
Che Banca Etruria avesse erogato amicali crediti allegri, fidi incauti e linee di credito personali fino 20 milioni (!!??) a cui avrebbero avuto diritto i membri dei cda fino al 2012, era stata denunciato da Rossano Soldini, membro del cda di Banca Etruria che si dimise ad ottobre 2009 pochi giorni prima dell' assemblea che defenestrò l'ex padre padrone Elio Faralli a vantaggio di Giuseppe Fornasari. Soldini ha raccontato in una intervista, di aver motivato la sua decisione direttamente a palazzo Koch, spiegando a Bankitalia che c' erano consiglieri di amministrazione, sia di Arezzo che fuori, con linee di credito aperte fino a 250 milioni, cosa per lui inammissibile. Tanti di questi soldi, gli risulta, non sarebbero tornati mai più indietro. Soldini, tra l' altro, acquistò all' epoca spazi pubblicitari per motivare ai soci la sua clamorosa uscita. Cosa ha fatto la Banca d'Italia per accertare con atti ispettivi, quella gestione spericolata del credito e del risparmio, che porto' la procura di Arezzo, guidata da Roberto Rossi, ad avviare solo nel 2013 una inchiesta, dopo una tardiva ispezione, che vede indagati per falso in bilancio l' allora direttore della banca Giuseppe Fornasari, l' ex direttore generale Luca Bronchi e il dirigente David Canestri?

VIDEO Banca Etruria: il video scandalo

Banca Etruria commissariata

Solo dopo le due ispezioni di Bankitalia, nel 2012 e nel 2014, la popolare dell' Etruria e del Lazio è stata multata di 2,54 milioni di euro per "violazioni delle disposizioni sulla governance, carenze nell' organizzazione e nei controlli interni, nella gestione e nel controllo del credito, violazioni in materia di trasparenza". La sanzione riguarda 18 tra componenti ed ex componenti del Cda e del collegio sindacale e, tra loro, Pier Luigi Boschi, padre del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi. I problemi patrimoniali e gli incauti affidamenti, che hanno portato il sistema bancario ad accumulare 181 miliardi di euro di sofferenze, che il governo vuole trasformare in Bad Bank con generose garanzie statali per poter cartolarizzare i titoli da immettere sui mercati,non riguarda solo Banca Etruria, l'unica quotata tra le sedici banche attualmente commissariate.

Le banche alla canna del gas

Il Monte dei Paschi di Siena, che non riesce a ripagare i 4 miliardi di euro di bond statali erogati 3 anni fa dal Governo per evitare il crack, ha avuto una perdita nel 2014 di 5,34 miliardi di euro; il Banco Popolare di 1,94 miliardi dopo rettifiche per 3,6 miliardi; Veneto Banca ha registrato una perdita netta per 650 milioni di euro; la Banca Popolare di Vicenza di Zonin, che aveva superato in extremis gli stress test BCE con operazioni a danno degli obbligazionisti,ha chiuso con perdite di 497 milioni, rispetto ai 31 milioni del 2013; Ubi Banca ha subito la seconda ondata di perquisizioni della Guardia di Finanza, nell'indagine della Procura di Bergamo, che vede indagati Giovanni Bazoli, Enrico Zanetti ed altri manager. Dov’erano gli ispettori di Bankitalia? Oppure c'è il sospetto di commissariamenti ad orologeria, come politica creditizia per piazzare i soliti fiduciari di Bankitalia ? I mancati commissariamenti di Monte dei Paschi di Siena e Banca Carige, solo per citare due delle banche sotto processo penale, con forti problemi patrimoniali, confermano decisioni arbitrarie che per la prima volta e' stata censurata dal Consiglio di Stato.
La Banca d’Italia, se vuole riconquistare la credibilità al lumicino,deve cambiare registro, sia pubblicando una lista trasparente di tecnici e professionisti, che non si chiamino i soliti Inzitari, Sora, Leproux, ecc., dove attingere i commissari, che con una vigilanza più seria certamente carente, che possa prevenire commissariamenti e dissesti bancari addossati ai soliti correntisti con i più alti costi dei conti correnti pari a 321 euro,contro 114 della media europea".
Elio Lannutti, presidente di Adusbef


14 Dic 2015, 12:18 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 11


Tags: Banca etruria, banche, Bankitalia, credito, elio lannutti, Maria Elena Boschi, ministro Boschi, Monte Paschi di Siena, MPS, sfiduciamo la boschi, Veneto banca

Commenti

 

Continuate la lotta. La lotta deve portare a compimento dell'opera di difesa degli interessi dei cittadini. La lotta deve culminare con la punizione e con l'arresto dei colpevoli e con il rimborso dei soldi rubati dalle banche e dai loro amici.
Il popolo non deve più soffrire. Il popolo deve usufruire dei diritti che una nazione che ha una costituzione sofferta e costruita col sangue della Resistenza deve assicurare.

barlafuss 16.12.15 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Boschi, vattene sei inadeguata a governare, in ogni senso !!!

dolphin 15.12.15 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Un appello a tutti i correntisti di queste banche: CHIUDETE IL CONTO e trasferitelo in un'altra banca!!!

Davide Caffagnini 15.12.15 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Boschi non può tirarsi fuori formalmente non partecipando al Consiglio dei Ministri che ha approvato il "salvataggio" dei clienti di Banca Etruria. Il papà ne è stato amministratore per anni e vicepresidente. E lei ne erediterà i beni . Ci rinunci e poi ne riparliamo

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.12.15 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Che nella cloaca umanoide d'Europa ci siano i"difensori" della Boschi era inevitabile, quanti ma quanti stronzi!!

John Bobby 14.12.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco. Ma di quelle inchieste delle Procure non si sa nulla?
Chi ha firmato e approvato quel decreto, nonstante l'informazione attuale, siamo sicuri sia stato così indipendente?
Perchè un decreto deve essere convertito in legge entro 60 gg. E se così è, anche chi vota a favore non può sottrarsi a responsabilità.
Si smetta di sbandierare certe leggi come "regole per il bene del paese e dei cittadini": questi sono interessi privati ristretti, regolati e finanziati per legge, dalle tasse dei cittadini.

Gian A Commentatore certificato 14.12.15 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Sfiduciare va bene rientra negli atti dovuti di un Movimento improntato alla trasparenza e all'onestà.
Ma qui si tratta di un sistema marcio da anni dove sia Banca D'Italia che consob.....erano artefici del sistema.
E' impensabile che queste banche e quelle prima, da anni,dessero denaro con facilità ai loro amici a scapito dei piccoli risparmiatori.
E' una vergogna!
Bisogna combattere il sistema!
E questo il Bischero lo sa,quindi interviene grazie alla vipera Padovan...a tappare parzialmente i buchi salvando il SISTEMA!
Basta..la lettera di sfiducia non mi dice proprio nulla,tanto fosse la prima lettera,ma andiamo al sodo del problema: riforma 5 Stelle del Credito!
Diciamo a proposito che quello che abbiamo presentato ce lo hanno già bocciato in Commissione!
Ladri...solo ladri di denaro pubblico!ce lo s

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.12.15 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna! Milioni di euro...e noi lavoratori stiamo a fare i conti con pochi euro per andare avanti!


Ma signori state scherzando il bail - in è illegale, anticostituzionaale , io che avevo parenti che combattevano in quattrop fronti opposti nella 2 guerra mondiale , si stanno rivoltando nella tomba e negli ossari, ma avete voglia di scherzare .
Renzi e la Boschi con Padoan devono andare a casa SUBITO altrimenti saremo nella merda , lo STATO, LO STATO non esiste più considerare 150.000 correntisti degli speculatori , ma dico siete impazziti i bond del brasile rendono il 15% con il cambio favorevole del dollaro e questi poveretti gli azzerate i conti quanto sapete benissimo che molti si sono ingrassati prima dell'aumento del capitale.
E poi quel Renzi spara siocchezze alla Leopolda ma ritornate nel senno altrimenti come potete giustificare che avete dato 13 miliardi per salvare i tedeschi, i greci e le banche europee in sofferenza .
StATE SPAVENTANDO I CITTADINI ITALIANI. RIPETO TUTTI A CASA E SUBITO.
IO SONO IL CUGINO DI COLUI CHE è.

alfa & omega 14.12.15 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si vabbè!

Ma dopo l'aumento di capitale al 62% qualche furbetto avrà venduto il suo gruzzolo rivalutato in positivo prima che il Governo salvasse le banche con questo dispositivo ad hoc 60 giorni prima che entrasse in vigore la disposizione UE del BAIL-IN, prosciugando i risparmi di 130.000 clienti per lo più ignari di cosa stava succedendo.

Mi sbaglio?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.12.15 12:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori