Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cartella Equitalia a un bimbo di sette anni

  • 7

New Twitter Gallery

triciclopigequi.jpg

"Una storia davvero incredibile quella che arriva da Quarto, Napoli, dove un bambino di 7 anni ha già iniziato a familiarizzare con la parola "Equitalia". A raccontare cosa è successo mercoledì scorso è la madre del piccolo, Marianna Isaia: suonano alla porta, era il postino, doveva consegnare una raccomandata di Equitalia:
"Scese nostro figlio Gianluca di 15 anni, ma il dipendente delle Poste non rilasciò la raccomandata perché minorenne. Mise nella buca delle lettere l’avviso di giacenza - spiegano Luigi Isaia e la moglie Marianna, genitori del piccolo Emanuele destinatario della raccomandata di Equitalia - Il giorno dopo ci siamo recati all’ufficio di via D’Acquisto per ritirare il plico. Ignaro di tutto il dipendente ha iniziato l’operazione che richiedeva due firme sul modulo senza capire che il committente era il bambino. Con timidezza Emanuele, dopo avere mostrato la tesera di identità e tenuto in braccio perché non arrivava allo sportello, ha scritto il proprio nome e cognome sui fogli. E la scena ha suscitato l’ilarità dei presenti".

VIDEO Il M5S chiuderà Equitalia!

La notizia ha fatto in poche ore il giro di Quarto e i più fantasiosi sono andati a giocarsi i numeri: tasse, bambino, meraviglia, ognuno ha attribuito i numeri secondo la cabala. Nel frattempo i genitori hanno aperto la busta in cui era scritto che "a seguito delle risultanze dei controlli effettuati per l’anno 2011 sui soggetti che hanno goduto, per autocertificazione, dell’esenzione della quota di partecipazione alla spesa sanitaria, si è riscontrata l’insussistenza dei requisiti necessari per usufruire di tale beneficio".
Ente creditore l’Asl Napoli 2 Nord, la richiesta 257,94 euro. All’epoca Emanuele aveva solo tre anni. L’Asl spiega che "l’invio della richiesta di pagamento al bambino invece che ai genitori è frutto di un errore commesso nel 2011 da chi ha firmato l’autocertificazione - si legge nella nota -. In quel documento, infatti, il nome del bambino venne riportato anche nello spazio riservato a quello del nominativo di chi nel nucleo familiare effettuò la dichiarazione dei redditi nel 2010. L’impiegato che ricevette l’autocertificazione non poteva e né doveva controllare il contenuto della dichiarazione. Le verifiche del Ministero dell’Economia hanno poi evidenziato che quell’autocertificazione riportava un reddito inferiore a quello percepito dalla famiglia. Perciò un anno fa l’Asl, attraverso Equitalia, aveva inviato una prima richiesta di pagamento dei ticket non pagati alla persona che aveva compilato l’autocertificazione. A novembre, invece, a causa del mancato pagamento, la stessa comunicazione è stata inviata anche a colui che aveva fatto la dichiarazione dei redditi nella famiglia del bambino. Su quel nominativo non viene fatto un controllo di età perché è implicito che chi fa la dichiarazione dei redditi è maggiorenne".

acquistavvw.jpg

18 Dic 2015, 11:38 | Scrivi | Commenti (7) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 7


Tags: bambino 7 anni, Equitalia, Marianna Isaia, Napoli, Quarto

Commenti

 

SPERO CHE 5 STELLE riscaa cambiare le regole perchè non ci sono più ogni persona vuole la sua allora:IL DENARO....CONTRASTO A TERRA BRUCIATA CONTRO AG. ENTRATE EQUITALIA X RACCOGLIERE ILMAX CONSENSO DEI VOTI SCOVARE A TUTTI I POLITICI I LORO INTERESSI SOCIETà PRESTANOME COLLUSIONI E ANCHE MAGISTRATI AVVOCATI MEDICI ECC. CHE FANNO DA COPERTURA A QUESTI SIGNORI.SVELARE TUTTE LE OPERE FALLITE E INCOMPIUTE IN TUTTO IL TERRITORIO.queste sono porte da aprire come fa il papa x il giubileo.è un lavoro grande lo capisco e il metodo equitalia può allargarsi trovare tante persone brave che vogliono allearsi FORZA 5 STELLE

MAURO MONDUCCI, Ravenna Commentatore certificato 19.12.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Fantastico paese governato in questi ultimi decenni solo da ladri e speculatori. Tra un po' il cittadino dovrà pagare le tasse anche durante i mesi di gestazione. Personalmente avevo DIRITTO ad un rimborso irpef per luglio 2015 ma l'ho avuto 6 mesi dopo. Naturalmente senza interessi. Invece se paghi il bollo auto postumo hai il DOVERE della mora.
5S guerra ad oltranza.

barlafuss 19.12.15 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Questa non è EQUITALIA ma EQUITAGLIA per tutti:

XXL ma anche XL:13-15 anni -L:10-12 - M: 8-9 - S: 6-7; XS: 3-5 anni.

Aldo 19.12.15 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Stato pagliaccio!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.12.15 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Chissà perché lo stato che sa tutto dei suoi cittadini chiede sempre di autocertificare ciò che è già stato dichiarato allo stato.... repetita iuvant?
Informatizzare e automatizzare proprio no?
Si risparmierebbe troppo?
O è tutto il solito pretesto per fare multe?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.12.15 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Più che scandaloso, DIABOLICO

maurizio d., latina Commentatore certificato 18.12.15 13:54| 
 |
Rispondi al commento

*** SCANDALOSO! ***

PZ 18.12.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori