Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le pensioni dei militari in Banca Marche a rischio

  • 28

New Twitter Gallery

pensionimilitari.jpg

"La triste vicenda che ha coinvolto quattro banche italiane facendo sfumare i risparmi di migliaia di famiglie rischia di avere effetti devastanti anche sulle pensioni dei nostri militari. Non tutti sanno, infatti, che tra i vari servizi affidati a Banca delle Marche vi è anche la gestione della Cassa di Previdenza delle Forze Armate, concessa a seguito di una gara pubblica indetta dal Ministero della Difesa. Chiederemo ai Ministri Pinotti e Padoan se i contributi previdenziali finora versati dal personale delle Forze Armate nelle casse di Banca delle Marche S.p.a. siano oggetto di salvaguardia e se siano stati in tutto o in parte utilizzati per l’acquisto di prodotti finanziari a rischio. E’ assurdo che una banca, in palese dissesto finanziario, fin dal 2011 gestisca i servizi di tesoreria delle casse previdenziali di buona parte del personale appartenente all’Arma dei Carabinieri, Esercito, Marina ed Aeronautica militare. Si tratta di bandi indetti dal Ministero della Difesa, senza tenere conto del livello di solidità e di affidabilità dell’istituto di credito concessionario. I nostri militari hanno il diritto di sapere se le loro pensioni sono al sicuro e, per tali ragioni, riteniamo che i Ministri Pinotti e Padoan, sul punto, debbano fornire risposte chiare e in tempi rapidi, valutando anche l’ipotesi di revocare la concessione a suo tempo affidata a Banca delle Marche." M5S Camera

acquistavvw.jpg

23 Dic 2015, 11:16 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 28


Tags: banca marche, M5S, Padoan, pensioni, pensioni militari, Pinotti

Commenti

 

La Cassa Previdenza delle Forze Armate, si alimenta con versamenti mensili effettuati da tutti gli appartenenti a Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri, penso che affidare la gestione di tali fondi ad una Banca che già da anni versava in (documentato e rilevato) pessimo stato economico, morale e di credibilità, sia stata una decisione di pochi. A parer mio non c'è d'aver paura, ma rimane il fatto che la situazione va certamente valuta, sia dagli organi competenti che da tutti i cittadini che nella cassa ogni mese versano i soldi guadagnati con il proprio sudore, sacrificio e rischio, non solo degli appartenenti alle FF.AA ma anche dei loro familiari.

Francesco QUARTARONE (quafran), Potenza Commentatore certificato 29.01.16 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Una delle migliori notizie degli ultimi tempi.
Speriamo che i soldi che gli hanno sottratto vengano usati da militari seri che rimandino a casa con la forza i milioni di clandestini che questi parassiti hanno fatto entrare a dettare legge a casa nostra, agevolandoli e facendo controlli a tappeto prima sui loro connazionali invece che sugli immigrati.
D'altra parte siamo l'unica nazione che ha dato la medaglia agli unici "top gun" che si sono fatti abbattere durante la guerra del golfo del 1991, invece che mettergli due orecchie da asini, e che fanno rientrare a casa un ufficiale profumatamente pagato che passa il tempo a fare il tiro a segno su due pescatori inermi e chiede di tornare a casa perché ha la bibi al pancino.

undefined 24.12.15 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Con queste dichiarazioni crei solo panico. Documentati prima di dire sciocchezze

Fede 24.12.15 19:07| 
 |
Rispondi al commento

BALLE DI NATALE!
Non ho bisogno di un grande commercialista o di un premio Nobel dell’economia. Non devo consultare i sondaggi, i dati Istat o quelli Ocse. Non mi servono né Ballarò, né Otto e mezzo, nè Report, né tanto meno i Tg1,2,3,4,5,6,7. Mi basta guardare la busta paga e scendere al supermercato a fare la spesa per capire che quelle del “premier senza voto” sono tutte balle. Balle di Natale, considerate le festività natalizie, balle tutto l’anno! Oggi come oggi credere a Matteo Renzi è come credere a Babbo Natale! Con le sue chiacchiere è riuscito ad addobbarci proprio per le feste.... Buone feste a tutti!

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 24.12.15 10:21| 
 |
Rispondi al commento

scommetto che non subiranno sorprese. i militari, darebbero l'assalto alla banca.

GIOVANNI LEONARDI 24.12.15 04:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri, sul lavoro, sono morti 2 operai. Dall'inizio dell'anno, sono 660.
I funerali a spese delle famiglie.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 23.12.15 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle barzellette. Grande il bomba! Lui si che lo mette nel sedere a tutti, compresi quelli che il sedere glielo proteggono! Meditate gente, meditate.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 23.12.15 17:45| 
 |
Rispondi al commento

ma pensiamo a chi è disoccupato e senza aiuto da nessuno, non a questi inutili imboscati.

mr. x Commentatore certificato 23.12.15 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve
Vorrei ricordare agli antimilitaristi che come tutti i cittadini italiani a reddito fisso i militari pagano fior di soldi in contributi e tasse! Quei soldi sono contributi versati e non regalo di Stato.
Sono i militari che vengono sempre chiamati a proteggere anche a chi non se lo merita e abbiamo il privilegio di farci ammazzare per primi da scelte sbagliate

Stefano Caffiero 23.12.15 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo ricordare ai nostri amici in parlamento , che in italia oltre ai pensionati , esistono delle categorie , tipo famiglie con figli, con seri problemi di lavoro.

paolo b., ancona Commentatore certificato 23.12.15 15:43| 
 |
Rispondi al commento

era un pò di tempo che non entravo in questo sito ,quando ho visto quest' articolo non credevo ai miei occhi, è proprio vero , a frequentare certi posti (parlamento ) fà male !!

paolo b., ancona Commentatore certificato 23.12.15 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma i militari ubbidiscono a renzi e se ne fregano delle loro pensioni! nCi penserà il governo o la UE !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 23.12.15 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente ho trovato un aspetto positivo riguardo la crisi di banca Marche... Comunque tranquilli, come dicono qui sotto ci penserà l'inps del coglione operaio a pagare le pensioni di sta gente.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.12.15 14:13| 
 |
Rispondi al commento

State sereni, se necessario, ci pensa l'INPS, tanto, i coglioni che la finanziano, hanno un'aspettativa di vita di 77 anni, mentre i militari, ce l'hanno di 87.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 23.12.15 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissa se poi girano i manganelli dal lato giusto.

massimo zanaboni 23.12.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Non è che se i militari hanno un po' meno sicurezza sui loro privilegi la cosa mi preoccupi molto

Eddy B. Commentatore certificato 23.12.15 12:35| 
 |
Rispondi al commento

I due maggiori responsabili sono Visco e il suo direttore generale che pur sapenmdo non hanno fatto nulla anzi hanno lasciato che si andasse in malora e rubassero centinaia di migliaia di euro ai risparmiatori. Questi due elementi da strapazzo vanno mandati via senza nulla e sequestrargli tutti i loro beni per ridare almeno in parte un po' di soldi a chi ha perso tutto. In un paese civile e democratico l'avrebbero già fatto. Speriamo che ci sia qualcuno che prenda seri provvedimenti al riguardo e non guardi in faccia a nessuno .-

ugo mantovani 23.12.15 11:44| 
 |
Rispondi al commento

ritirate i vostri risparmi da tutte le banche prima che sia troppo tardi

sandro caramello Commentatore certificato 23.12.15 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori