Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'economia italiana è un malato terminale

  • 147

New Twitter Gallery

crisitalia.jpg

L'Istat ci dice che il Pil cresce meno del previsto. Era prevedibile, e tutto si può dire meno che il M5S non lo avesse annunciato. Non per propaganda politica, ma per evidenze economiche sotto gli occhi di tutti gli analisti. Partiamo dai numeri. Il Governo ha previsto ad inizio 2015 una crescita del Pil per l'anno in corso del +0,7%. Sull'onda dell'entusiasmo garantito dal crollo del prezzo del petrolio, più intenso e duraturo del previsto, nella nota di aggiornamento al Def di settembre la stima è stata rivista a +0,9%. Ora l'Istat corregge al ribasso la crescita a +0,8%, perché la variazione del terzo trimestre si è rivelata meno robusta di quanto atteso (solo +0,2%). A fine anno il dato complessivo potrebbe attestarsi ancora più in basso, al +0,6%. Si tratta in ogni caso di lievi aggiustamenti, quando il problema è strutturale.

L'Italia perde ricchezza dal 2008
Allarghiamo lo sguardo, uscendo dalla rissa politica di corto respiro. L'Italia ha perso dal 2008 ad oggi circa il 9% della ricchezza nazionale. Un tracollo senza precedenti in tempi di pace, e addirittura un record per quanto riguarda la durata della recessione. Neanche la crisi del 1929 è stata tanto lunga. Questa persistenza è devastante per un'economia avanzata. La disoccupazione cresce velocemente e i recenti miglioramenti sono fittizi, perché se diminuisce il tasso di disoccupazione crescono gli inattivi, ovvero cittadini in età lavorativa che non cercano più occupazione. Il singolo dato quindi migliora, ma il mondo del lavoro no. Anzi, ad ottobre diminuiscono gli occupati.

VIDEO “Non c’è niente da festeggiare”. La verità su Pil e disoccupazione

Gli effetti della disoccupazione
La disoccupazione non ha solo effetti passeggeri. Ogni disoccupato di lunga durata è una perdita di ricchezza sociale per tutti. Dal lato puramente economico la disoccupazione di lunga durata si traduce in maggiori costi sanitari e giudiziari (depressione, malattie, violenza famigliare) e in una sensibile disgregazione dei legami sociali. Il disoccupato, purtroppo, tende all'isolamento e non brilla per combattività, perché essendo impegnato nella sopravvivenza quotidiana sua e dei suoi famigliari non ha tempo ed energie per rivendicare diritti a livello politico.
Non solo. Un alto tasso di disoccupazione fa comodo al profitto delle grandi industrie, mentre danneggia le piccole e medie imprese, che producono il grosso della ricchezza nazionale. È molto facile imporre ai propri dipendenti ritmi di lavoro massacranti e salari più bassi, quando alle porte delle aziende bussano 6 milioni di disoccupati pronti a svendere il loro lavoro pur di tirare a campare. Ma un tasso di disoccupazione molto alto ha un'ovvia conseguenza: la domanda di beni e servizi da parte delle famiglie cala e si attesta a livelli molto bassi. Si scatena allora una guerra interna al capitale.

Le PMI muoiono, le multinazionali battono cassa
Migliaia di piccole e medie imprese chiudono i battenti, lasciano a casa altri lavoratori e massacrano i bilanci bancari, sommersi di crediti inesigibili. Poche grandi aziende riescono invece a sopperire alla minore domanda interna rivolgendosi ai mercati esteri (esportazioni). Neanche le grandi aziende, però, possono prosperare in questo contesto, se la crisi economica è di dimensioni globali. E infatti le esportazioni italiane decrescono da mesi, perché la domanda estera dei Paesi emergenti, e della Cina in particolare, è in calo. Ad uscirne vincitrici sono quindi, a conti fatti, poche multinazionali con sede nei Paesi più potenti a livello finanziario. E allora marchi prestigiosi che hanno fatto la storia dell'economia italiana vengono svenduti al miglior offerente. La lista è lunga e impietosa, e comprende Indesit, Fendi, Gucci, Valentino, Bulgari, Parmalat, Galbani, Invernizzi, Pernigotti, Star, Bertolli, Peroni.

L'euro, un morto che cammina
Questo è lo scenario, a dir poco desolante. Nel 2015, dopo 7 anni di tracollo, si è verificato un piccolo rimbalzo del Pil, del tutto fisiologico e peraltro "drogato" da una congiuntura internazionale molto favorevole. Il prezzo del petrolio è letteralmente crollato e oggi sta risalendo a ritmi più lenti del previsto, l'euro si è svalutato nei confronti del dollaro, favorendo inizialmente le esportazioni. Le manovre monetarie della Bce di Draghi, pensate per tenere in vita un morto che cammina, l'euro, hanno permesso un leggero risparmio pubblico sul costo del debito. Il Governo, naturalmente, si è preso i meriti della ripresina esaltando le mitologiche riforme strutturali, e in particolare il Jobs Act. Nulla di più falso, naturalmente. E il re molto presto sarà ancora nudo. Come detto, la domanda mondiale è in calo e non consente più di sopperire al crollo della domanda interna con le esportazioni. Ogni previsione sul prezzo del petrolio è prematura, dato il caotico scenario mediorientale, ma di certo vi è che il 2016 sarà l'ennesimo anno di vacche magre. La svendita del patrimonio nazionale proseguirà, e i servizi pubblici, a partire dalla Sanità, sono già nel mirino di questo Governo collaborazionista, come dimostra il testo di legge della Stabilità. Nulla di nuovo dal fronte occidentale.

REGALA_aI.png

3 Dic 2015, 16:57 | Scrivi | Commenti (147) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 147


Tags: crisi, crisi economica, economia, economia italiana, governo, ISTAT, M5S, Pil

Commenti

 

CARO GRILLO ( III PARTE )------


SI STA SOTTOVALUTANDO IL CRESCENDO DI SUONI DI GUERRA DA GOLFO DEL TONCHINO, E PREOCCUPA CHE SI ATTACCA LA RUSSIA COME NEMICA DELLA PACE MONDIALE PERCHE' NON CONSENTE IL PROGETTO DEI PRETI PEDERASTI CATTOLICI SUL TERRORISMO CHE SERVE A PASSARE DA UNA SOCIETA' MONDIALE GOVERNATA DA PRETI PEDERASTI E COMUNISTI CHE E' PASSATA ANCHE IN RUSSIA A UNA SOCIETA' PRETESCO TERRORISTICO ISLAMISTICA CHE E' L'ULTIMO STADIO DEL DOMINIO MONDIALE PRETESCO PEDERASTICO CATTOLICO CHE DISTRUGGE IL MONDO COME ALLORA L'IMPERO ROMANO RIPORTANDO L'UOMO AL NEOLITICO .

TUTTO CIO' CHE FA MERAVIGLIA E' COME TUTTI FANNO FINTA DI NIENTE E PER UNA BUONA ANALISI BISOGNA ASPETTARE PIERO OSTELLINO CHE PERO' NON SUPERA IL QUADRO DI CONGIURA DELLA BUROCRAZIA , MENTRE LA BUROCRAZIA E' GIA' " VARIABILE ENDOGENA " CIOE' SCELTA DALLA CHIESA .

TUTTO QUESTO IN UNA MESSA IN SCENA IN CUI SI PARLA DI PACE E DI MISERICORDIA MENTRE SI COSTRUISCE IL DANNO DI USCITA DALLA CIVILTA' A CUI SI PROCEDE COME VILI CHE VOGLIONO TIRARE A CAMPARE E GIA' COSI'VA L'ITALIA IN META' PARTE E ANCORA LEGA E FORZA ITALIA VOGLIONO FARE QUELLO CHE LA CHIESA NON VUOLE FARE COME FERMARE IL TERRORISMO SOSTENENDOSI APPLICATORI CATTOLICI CONTRO I CATTIVI ISLAMISTI CHE NON SONO INDICATI DALLA CHIESA .

LA CHIESA METTEVA LA PENA DI MORTE CONTRO I NON CRISTIANI FINO A QUANDO ?

ORA QUESTA FUNZIONE DELEGATA AGLI ISLAMISTI E' SOLO DELEGATA E OGNI POSSIBILITA' DI BLOCCARLA VIENE NEGATA CON STRUMENTI FALSI DEL TIPO CI VUOLE QUESTO E QUELLO E NON CI VUOLE NULLA , BASTA INDICARLO.

INVECE SOLO LA CRISI MONDIALE DEL PREZZO DEL PETROLIO , CRISI CHE NON SEGUE I PROPOSITI DI UCCIDERE LA SOCIETA' MODERNA PER IL RITORNO AL NEO LITICO DEL REGNO DEI SANTI PEDERASTI, FRENA IL PROCEDERE DI VILI VERSO LA RIEDIZIONE DELLA SOCIETA' DEGLI ANIMALI.

SIAMO ANDATI UN SECOLO CON LA PESTE COMUNISTA CREATA DAI PRETI PEDERASTI CATTOLICI, ORA SI VA A QUELLA ISLAMISTA ID ?

PROF MARCELLO PILI 09.12.15 00:13| 
 |
Rispondi al commento

L'ECONOMIA ITALIANA E' IN DIFFICOLTA'??? CERTO, MA TUTTO DIPENDE DA UNA CLASSE POLITICA DELLA MASSIMA DISONESTA' CHE STA GOVERNANDO IN MODO DELINQUENZIALE IL NOSTRO PAESE.
DA DECENNI HANNO SEMPRE PENSATO A INCREMENTERE LE TASSE E DISSANGUARE I CITTADINI ATTRIBUENDOSI STIPENDI E PRIVILEGI VERGOGNOSI CHE IN NESSUN PAESE EUROPEO SUCCEDE.
EVIDENZIO UNA MIA RECENTE ESPERIENZA.
NEL 2003 HO SUBITO UN INCIDENTE AUTOMOBILISTICO, SONO STATO TAMPONATO E LA CONTROPARTE MI PORTA IN GIUDIZIO CHE SI RISOLVE CON UNA UDIENZA E SENTENZA A MIO FAVORE.
EBBENE 2 MESI FA. E CIOE DOPO 12 ANNI MI PERVIENE UN'ADDEBITO DI EQUITALIA PER TASSE DI REGISTRAZIONE DELLA SENTENZA NON PAGATE.
MI RIVOLGO ALLA MIA ASSICURAZIONE CHE PROVVEDE AL PAGAMENTO RIVQLENDOSI POI CON LA CONTROPARTE.
DOPO 3 MESI CONTAQTTO EQUITALIA DI ROMA PER OTTENERE LA CONCELLAQZIONE DELL'IMPORTO ADDEBITATOMI E SALDATO. LAQ RISPOSTA E' STATA LA CARTELLA E' STATA RILASCIATA DA EQUITALIA DI BOLOGNA E LEI SI DEVE RIVOLGERE A BOLOGNA.
DOMANDA MA EQUITALIA NON E' UNA UNICA AZIENDA DI RECUPERO" STROZZINAGGIO" IN TUTTA ITALIA??
EBBENE SCRIVO UNA RACCOMAQNDATA A EQUITALIA DI BOLOGNA INVIANDO TUTTA LA DOCUMENTAZIONE INERENTE LA CARTELLA E IL SALDO DEL DEBITO.
EBBENE EQUITALIA MI MANDA UNA EMAIL DICENDOMI CHE SE NON GLI INVIO UNA COPIA DELLA MIA CARTA D'IDENTITA' E IL CODICE FISCALE ENTRO 5 GIORNI CESTINANO LA PRATICA.
MI DOMANDO MA DOVE CAZZO VIVIAMO??? MA CHE COSA E' L'ITALIA OLTRE A UNA NAZIONE GESTITA DA POLITICI TANGENTISTI, PUTTANIERI DI MAROCCHINE, ASSATANATI DI DENARO PUBBLICO, DISSANGUATORI DEL POPOLO CON TASSE ASSASSINE.
CREDO CHE SIAMO UN POPOLO DI PECORONI CHE PERMETTE A POLITICI DISONESTI DI SMAQNTELLARE L'ECONOMIA DEL NOSTRO PAESE E PORTARE DI CONSEGUENZA LA POPOLAQZIONE ALLA DISPERAZIONE ECONOMICA.
E DA QUI IL FALLIMNTO DELL'ECONOMIA ITALIANA . CHE VERGOGNA, CHE SCHIFO.

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 07.12.15 13:45| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO ---------


L'ECONOMIA ITALIANA E' IN UNO STATO TERMINALE E' GIUSTA -MA PRIMA C'ERANO COSE DA FARE E DA DIRE CHE NON SONO STATE DETTE NE' FATTE .

SI FA COME SE COMPITO DELL'UOMO E' DARE PARERI E NON FARE COSE PRIMA DI TUTTO .

LE OPINIONI CHE GIRANO SONO IN GRAN PARTE DERIVATE DA QUELLE CHE GIRANO PER ASSEMBLEE SCOLASTICHE MADRASSE DC-PC, E NON SI PUO' PRETENDERE CHE AGENDO CON FORME LOGICHE E DI ANALISI COSTRUITE PER FARE QUELLO CHE SUCCEDE SI ABBIA POSSIBILITA' DI RISULTATI DI CONTRASTO ---

IL POTERE DELLO STATO SACERDOTALE MONDIALE TOTALITARIO E TERRORISTICO E' APPOGGIATO AI SANTI PEDERASTI CATTOLICI CHE STABILISCONO UN ARBITRIO DI NATURA ALLA BASE E COSI' OGNI CONSEGUENZA SI REGGE SU QUESTO ABUSO E ORA SI VA AL DIRITTO DEI SACERDOTI DI RUBALE PER ABITUARE IL CITTADINO AI SOPRUSI SACERDOTALI , CHE VENGONO SUBITO APPRESSO E BASTA POCO A CAMBIARE QUESTI POLITICHETTI DI PARROCCHIA CON DIRETTI VESCO-VILI VILISSIMI ALTRO CHE SUSSIDI.

CONTARE SULLE ANALISI LOGICHE DELLE ASSEMBLEE SCOLASTICHE PER FATTI DI DISTRUZIONE INTENZIONALE DELLA ECONOMIA E DELLE APPROPRIAZIONI DI ATTIVITA' BANCARIE E' INSUFFICIENTE--- LA STRUTTURA DI DOMINIO OGGI PASSA DALL'ORGANIZZARE IL TERRORRISMO E FARLO PASSARE COME COSA ESTRANEA CON LA STESSA TECNICA USATA PER LE BR, E PRIMA IL TERRORISMO SUDAMERICANO CON CAMILLITO TORRES E POI IL SUPPOSTO ROMERO , L'OCCUPAZIONE DI CUBA E L'UCCISIONE DI KENNEDY CON LO SCHERMO DEL COMUNISMO CHE FACEVA DA SCHERMO CONSENZIENTE COME ORA FA L'ISLAMISMO PAGATO A PREZZO DEL PETROLIO E ORA CHE PUTIN SI E' EMANCIPATO E VUOLE IL MONDO PROSPERO VIENE ATTACCATO DAL NUOVO ASSE DEL MALE CHIESA CATTOLICA PEDERASTICA CON USO PLAGIATO DELLO ESERCITO AMERICANO E FALSITA' EBRAICO MEDIATICHE E FINANZIARIE AMERICANE CHE SONO IL II LIVELLO DEL DOMINIO MONDIALE SOTTO QUELLO DEI SANTI PEDERASTI CATTOLICI ---

POI CI SONO GLI EUROPEI CHIAMATI UE PER L'INGANNO E ORA FONTI DI LEGGI DI RAPINA FINANZIARIA -- PER INCOMINCIARE--

SI STA SOTTO

PROF MARCELLO PILI 06.12.15 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao carissimo movimento grazie di esistere! REDDITO DI CITTADINANZA SUBITO, SONO SORDI ARROGANTI QUESTI INFAMI VERMI PARASSITI CHE VIVONO SULLA PELLE DEL POPOLO. DOBBIAMO CONVINCERE CHI NON VOTA PIU' CHI NE HA VERAMENTE PIENE LE SCATOLE, PERCHE' TRADITI DA SEMPRE. ESISTE SUL SERIO UN MOVIMENTO PENTA STELLATO DI CITTADINI ONESTI!! E UN PAESE DI CORROTTI DI UN POPOLO I PECORE CON I LUPI IN AGGUATO. DOBBIAMO A TUTTI I COSTI SALVARE LA NOSTRA NAZIONE!! SONO INVALIDO, E MOLTO DURA QUESTA VITA, MIA MOGLIE HA PERSO IL LAVORO DOPO 38 ANNI E SI RITROVA CON LA LEGGE "FORNERO AL CIMITERO!!"; E LA DISOCCUPAZIONE DOPO 2 MESI PASSATI ANCORA NON SI VEDE. PERCHE' DOBBIAMO SOFFRIRE COSI TANTO E QUALCUNO TI DERIDE E COMANDA PREPOTENTEMENTE SULLA TUA VITA?! DOBBIAMO INVADERLI IN MODO DA NON FARLI PIU' RESPIRARE DOBBIAMO ESSERE SEMPRE PIU' UNITI E AUMENTARE SEMPRE PIU' DI NUMERO CON SIMPATIA E COLLABORAZIONE, COME UNA GRANDE COMUNITA' SE DOVESSI RIPROGAMMARE LA MIA VITA, DIVENTEREI UN FRATE E FAREI DEL BENE, VIVREI IN UN MONASTERO IN MONTAGNA, VIVREI CON POCO CARITA' E SEMPLICITA' UN ORTICELLO E TANTE PREGHIERE PER CHI SOFRE CIAO CARI. PAOLO REGGIO EMILIA.

PAOLO CARBONI 05.12.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento

UNA NAZIONE DI PECORE GENERERÀ UN GOVERNO DI LUPI.

Massimo Tramonti 05.12.15 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Non si arriva a fine mese, troppe tasse e le banche la fanno da padrone!Una maggioranza di conta panzane e falsità! Questi i fatti! Auguri. Paolo buon.

paolo romanello 04.12.15 20:16| 
 |
Rispondi al commento

L'iTALIA dell'euro generatrice di disoccupazione, disuguaglianza e ingiustizia sociale

https://soundcloud.com/marco-guerrieri-3/sets/litalia-pu-farcela-bagnai

marco andrea antonio guerrieri Commentatore certificato 04.12.15 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l'estate era prevedibile il calo della nostra economia. Abbiamo galleggiato, per alcuni mesi, sull'onda del buon andamento turistico, grazie anche all'offerta di tantissime PMI di giovani, che hanno permesso di rimettere in moto tante piccole aziende, legate al mercato del turismo. Dopo i fatti di terrorismo, purtroppo, anche questa economia (IL NOSTRO PETROLIO) ha incominciato ad avvertire un brusco calo di attività ed il futuro appare sempre meno roseo.

Giuseppe Leo 04.12.15 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Io a fine mese ci arriverei anche, con la piccola pensione di reversibilità che mi ha lasciato il mio povero marito, scomparso molto prematuramente,naturalmente comprando solo lo stretto necessario, se non fossimo subissati di tasse da pagare: IMU. TASI, TARI e chi più ne ha più ne metta...la pensione va quasi tutta via per pagare bollette e tasse...inoltre sono laureata in Economia e commercio da quasi 10 anni e non ho trovato uno straccio di lavoro...tanti sacrifici e spese fatti per niente. Avrei dovuto emigrare all'estero, ma avendo marito e due figli, non potevo. Ma quando va a casa questo governo e la smette di fare promesse fasulle? L'unica soluzione per fare ripartire l'economia è il reddito di cittadinanza che propone il M5S, almeno aumenterebbero i consumi e le imprese non sarebbero costrette a chiudere. Ma niente da fare: da quell'orecchio non ci sentono...

Maria R., Carbonia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.12.15 15:40| 
 |
Rispondi al commento

I gufi come me, queste cose le avevano previste già da "illo tempore", e siamo stati trattati come menagrani. Oggi i piddini-destr-sinistr,di cui non si comprende quale sia il loro dna e natura, hanno nello stomaco succhi gastrici che digeriscono praticamente tutto, senza scomporsi. Continuano a raccontare frottole, come se provenissero da Marte. Il paese è praticamente quasi fermo....ma per loro noi siamo "fuori di testa"... e "va tutto bene"...

Vincent C. 04.12.15 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Perchè hanno avuto e hanno ancora tanto successo le religioni nate in medioriente ? Non potevamo sceglierci un dio svedese o ucraino ? Potremmo sempre farlo ! Come dovremmo pensare che dovrebbe essere donna che certamente è più indicata perchè portatrice di vita .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.12.15 12:37| 
 |
Rispondi al commento

A quando un governo vero , legale , eletto ? !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.12.15 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Permettere che qualcosa delle nostre abitudini venga eliminato o cambiato perchè non sta bene ai musulmani o a chiunque altro venga da noi per sfamarsi , è una cessione di sovranità che apre la strada ad altre e più consistenti cessioni ! Non facciamo l'errore di cedere perchè siamo più buoni o civili , sarebbe l'inizio della fine ! Molti dei nostri giovani si stanno convertendo all'Islam delusi dalla chiesa ultracorrotta e dalla nostra società senza valori e ultracorrotta pure lei . Di questo passo , con questi presupposti e considerando che le donne musulmane partoriscono il quadruplo delle nostre , in pochi decenni potremmo diventare una nazione musulmana .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.12.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ha fatto all'America Assad che lo odiano a morte ? Probabilmente sta resistendo troppo impedendo così che la democrazia si instauri in tutto il medioriente . Milioni di morti e invalidi , Paesi distrutti , immani sofferenze delle popolazioni e profughi a milioni ! Questa democrazia sta distruggendo troppo !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 04.12.15 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono 3 cose certe ....al mondo.
1) la morte
2) le tasse,
3) ed un nuovo post, immediatamente dopo i commenti..... di Viviana.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 04.12.15 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Alla luce di questo bellissimo e drammatico post emerge l'esigenza di cambiamento incarnata dal Movimento, solo se ci mostriamo coerenti con i ns principi potremo convincere gli italiani. Proprio per questo propongo che i geniacci che ieri hanno firmato L'ODG sull Italicum chiudano con la fine della legislatura la loro esperienza nelle istituzioni, così non dovranno preoccuparsi di essere rieletti. Dibba incluso, che delusione.

federico2 s. Commentatore certificato 04.12.15 11:41| 
 |
Rispondi al commento

I principi base del cristianesimo sono amore, solidarietà e rispetto umano.Non certo il Presepe o l'albero di Natale
Il presepe si dice sia stato inventato da San Francesco nel 1209,per cui il cristianesimo ne fece a meno benissimo per 1209 anni
Non credo nemmeno che la principale festa cristiana sia il Natale,che non corrisponde nemmeno alla nascita di Cristo,avvenuta negli ultimi anni del regno di Erode e quindi 7 o 4 anni prima.Comunque sia,il Natale divenne festa religiosa solo nel 336 d.C. E fu fatto coincidere con la festa pagana del solstizio d’inverno, celebrato da sempre.Per le Chiese ortodosse orientali cade il 6 gennaio e il 7 gennaio per le Chiese ortodosse slave.In ogni caso dovrebbe essere inferiore all’Epifania,che indica ‘la manifestazione di Dio agli uomini’,12 giorni dopo Natale,e alla Pasqua di resurrezione. Ma da un po’ il Natale è diventato la festa del consumismo (negli USA si stima che 1/4 di tutta la spesa personale sia fatta nel periodo natalizio)e la festeggiamo con l’albero di Natale che è una tradizione pagana, propria dei Celti,e col vischio,altra tradizione celtica,per non parlare delle renne che arrivano nel 1823 assieme a Babbo Natale,grazie a una favoletta che parla della slitta di San Nicola trainata da 8 renne dai nomi fantasiosi che poi diventano 9
In quanto a Babbo Natale, è stato disegnato così nel 1800 dalla Coca Cola!
Ma non credo che agli assatanati di Salvini o della Meloni della religione o della verità storica importi qualcosa.Tutto è pretesto per sfogare odio e cattiveria,e così fanno solo la figura dei cretini invasati,e qualche berlusconiano con loro,come quell’oca della Gelmini che va a Rozzano a cantare Bianco Natale,che poi è una canzone tedesca e parla di un povero bambino figlio di migranti che sta al freddo e al gelo,ma non mi pare che la Gelmini o i suoi degni compari dei veri bambini dei migranti al freddo e al gelo si siano occupati più di tanto.Tutto diventa pretestuale per un Natale di Odio. Gott mit uns??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 04.12.15 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per salvare le banche usano terminologia inglese il BAIL IN che tradotto è BELIN in genovese: apparato genitale maschile!
Praticamente in cu... agli italiani!!!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 04.12.15 10:36| 
 |
Rispondi al commento

OT
IL PRESEPE E i CRETINI FAZIOSI
Hanno montato una falsa notizia su un preside di Rozzano che avrebbe vietato il presepe o i canti natalizi per paura di offendere l'Islam.Era una balla,c’erano state solo due mamme che avevano chiesto un corso di preparazione natalizia a cui il preside aveva detto di no,ma tanto è bastato per scatenare una bagarre grottesca di leghisti e Fratelli d’Italia,che non aspettavano altro per manifestare tutto il loro odio anti-islamico,ben lontano dalla solidarietà natalizia e dai valori fondamentali di amore del Vangelo
Di fronte a tanta stupidità e cattiveria non so proprio che dire.Siamo un paese disperato,ma non serio
Tuttavia,se proprio si deve affrontare la questione delle classi con bambini di più religioni,posso dire che i miei nipotini vivono a Londra che è una città multietnica.A scuola ovviamente ci sono bambini di molte fedi diverse, un po’ tutte,meno gli ebrei che vanno alle loro scuole e a Londra vivono anche in un quartiere a parte.Le insegnanti delle scuole pubbliche le religioni le rispettano e le festeggiano tutte
Quando è la massima festa di una religione,tutta la classe insieme la festeggia.Si fa anche una cucina relativa indiana,cinese ecc.,secondo quella etnia.I bambini imparano da subito che le religioni sono tante,che possono tranquillamente convivere e che nessuno sarò mai escluso per la fede che pratica o che non pratica.Crescono senza trovare nulla di strano nel fatto che Dio possa chiamarsi Buddha o Allah o Krishna o che qualcuno non ci creda affatto.Si abituano da subito a un mondo dove si deve avere rispetto per gli altri e in cui le diversità sono accolte con gioia,non con livore.Trovo veramente grottesco che,nella paura di offendere la religione di un altro,si accantoni la propria ma difendo il carattere non confessionale di ogni scuola pubblica,trovo ancora più grottesco che si facciano piazzate per fingere di difendere una fede che uno nemmeno ha e di cui non ha capito i principi fondamentali

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 04.12.15 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisogna mettere soldi in tasca alla gente che non ne ha.

il grillino 04.12.15 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto ma perché ieri l'ennesima CAZZATA, stavolta sull' Italicum? Neanche Tafazzi! Siete dei COGLIONI, la COERENZA sui principi è l'unica cosa che abbiamo, l'Italicum è INCOSTITUZIONALE, punto.

federico2 s. Commentatore certificato 04.12.15 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Uno Stato che penalizza, perseguita, allontana, sopprime i Produttivi per aiutare assistere, premiare, arricchire i Parassiti legati alle Caste Cosche del potere...quale futuro???...

tomi sonvene Commentatore certificato 04.12.15 10:16| 
 |
Rispondi al commento

L'inflazione del prezzo dell'oro è voluta ?
In un periodo di incertezze economiche avrebbe dovuto risalire
Intanto a questi prezzi ci sono Stati che cercano di rimpinguarsi per garantirsi più sicurezza
Noi abbiamo una buona coperta
Forse è per questo che ci danno un così largo credito
Se si fa un confronto fra Stati Uniti, Cina e Russia si può intuire che non è conveniente, pur detestando cordialmente certe politiche, abbandonare le alleanze intercontinentali d'occidente.
Chi regge le valute ?

Rosa Anna 04.12.15 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono fuori tema ma vorrei portare alla vostra attenzione la prossima uscita della legge che cambierà le classi di concorso per l'accesso alla docenza scolastica. Sarebbe possibile trovare creare un modo per avviare una discussione in merito? Uno spazio nella piattaforma di scrittura delle leggi magari! Stiamo parlando della Scuola Pubblica, quella che dovrebbe essere la base del nostro Paese

Marcello F., Alghero Commentatore certificato 04.12.15 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo la congiuntura economica più favorevole che mai e non certo per merito del governo italiano: dollaro 1.05 un euro..... petrolio barile 42 dollari ... spread poco sopra 100 e non decolliamo..
E si qui è chiaro che c'è qualcosa che non va!

..

Con una disoccupazione al 12% e quella giovanile al 40% la ripresa economica ci sarà se tutto va bene fra 20 anni con almeno 3/4 generazioni perdute.
Solo gli allineati politicamente possono sostenere che l'economia tira e che l'italia sta migliorando.Si vedono negozi chiusi dall'oggi al domani, supermercati che si fanno la guerra per attirare clienti, file alle mense cattoliche e non, giovani e cinquantenni alla disperata ricerca di posti di lavoro

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 04.12.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ricchezza dell'Italia era basata sul debito pubblico,adesso ci sta ricadendo addosso in modo iperbolico,non ci meravigliamo se faranno prelievi forzosi su cc bancari,ormai la stampa di regime non conforta più nemmeno chi ha lo status quo,i cosidetti elettori buratini mantenuti con la spesa pubblica,e le aziende chiudono i dislocano per mantenere questi costosi privilegiati,Italia malato terminale.


Forse c'è qualcosa che non capisco sull'articolo di stamani sul Fatto quotidiano che danno il M5S "al secondo gradino del podio" con 13,4 milioni di euro nel bilancio delle forze in Parlamento?
Non voglio dilungarmi nell'articolo, ma per molti (io per primo), questo suona o come una sputtanata (ed allora andrà chiarito) o come un allarme.
M5S...non facciamo scherzi!

Wlad d. Commentatore certificato 04.12.15 08:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando erano i cittadini a chiedere di affrontare queste questioni il M5S li ha ostacolati in tutti i modi e la Sig.ra Barbara Lezzi troncava gli incontri con gli attivisti con false scuse.
Quando a dirle erano Bagnai, Borghi, Galloni e Rinaldi i parlamentari M5S giocavano col cellulare e dicevano “stanno esagerando” e sghignazzavano.

Gli unici a prendere sul serio la faccenda furono Sebastiano Barbanti e Marco Valli che allora faceva l’assistente di un parlamentare.

Adesso tutti a fare i paladini del popolo, dopo non aver mosso un dito quando il M5S poteva incidere.

Costantino Rover 04.12.15 08:55| 
 |
Rispondi al commento

really the economy of Italy bad this time. in this bad situation boxTribe provide the good entertainment in event management, event registraion, and crossfit events, scoring software in a full low price. came there and enjoy in bad situation in Italy. http://www.boxtribe.com

BoxTribe Tribe, Orlando Commentatore certificato 04.12.15 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’INCHINO

L’ottimismo può essere una leva economica ma non può sostituirsi alla realtà e se i media,la politica ed alcune organizzazioni di responsabilità e controllo stringono un patto col governo per nascondere addirittura la verità allora è un vero e proprio crimine come l’inchino di una processione di fronte ad un boss.
In Italia è prassi da parte dei partiti,dei giornali e della tv da essi foraggiati “inchinarsi” di fronte al premier e sostenerlo fino alla morte,cioè fino a quando viene sostituito.Il risultato è un mondo irreale dove le poche certezze sono coperte da tonnellate di menzogne dietro le quali si muovono le lobby di potere che tengono per le palle la politica,i lavoratori,i sindacati e tutti gli elettori plagiati da questo clima istituito dal “primo della classe” creato ad hoc per imbambolarci tutti.
Tra crisi e guerre noi tutti stiamo perdendo i nostri diritti primari e tra poco ci sarà il coprifuoco per impedire anche lo scambio libero di informazioni.Quella che è invariata è la tendenza all’iniquità con un divario crescente tra ricchi e poveri e la rabbia delle periferie abbandonate contro gli sfarzi dei poteri centrali,il tutto condito da un odio interrazziale ed intraetnico ormai unico passatempo della frustazione sociale.
Le lobby europee, americane e saudite stanno ottenendo quello che avevano pianificato nonostante la crescita dei segnali di allarme che fanno presagire un conflitto totale.Incuranti gli stati proseguono nello smantellamento dei diritti dei popoli con la svalutazione dei salari e con la massificazione delle attività lavorative che non possono portare ad alcuna crescita.
Rottamatori e rottamati governano sulle macerie di “antiche” società e i popoli si abbandonano all’oblio di questa economia farlocca dove padri,figli e nipoti sono in competizione tra di loro solo per far piacere al re.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.12.15 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Diffondere il più possibile :
“Comuni più ricchi con il gioco d’azzardo”, questo è il titolo di un articolo di Marco Menduni su “Il Secolo XIX” di oggi.

I sottotitoli : “Il provvedimento rischia di essere inserito nella legge di stabilità- Tre emendamenti “fotocopia” di Fi, Pd ed Ap : soldi agli enti che incrementano le slot”.
Stiamo per RIVEDERE il “filmato” di quanto già accaduto, quando il Parlamento del 2008 “si dette da fare” con le slot-machines
http://www.mil2002.org/battaglie/slot_machine.htm

: Una ”intesa parlamentare” cancellò la multa di 98 miliardi di euro per i dieci concessionari delle slot-machines (leggere BENE quello che è scritto nel link prima citato). Anche nel 2015 ci sarà una nuova “intesa parlamentare” ?

Vincenzo Matteucci 04.12.15 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sono onestamente sempre più confuso, se qualcuno mi può aiutare sarei molto contento.

I nostri avi, (io non c'ero ancora) hanno fatto un economia basata sul debito e quindi sulla necessaria crescita infinita, per pagare gli interessi sempre crescenti.

Dopo è arrivato il picco della domanda. Esempio dal mercato dell'automobile, abbiamo più auto che patenti quanto potrà crescere questo mercato?
Invece che lasciare che alcuni settori o si riducessero naturalmente e sperare che ne nascessero altri abbiamo aiutato le aziende.

Quando anche questo non bastava abbiamo puntato sulle esportazioni, ora anche gli altri paesi hanno piccato...

Ma esattamente cosa c'è di inaspettato in questo? La massima domanda era "quando?" ma non certo "se?"

Era ovvio almeno da 50 anni che sarebbe andata così (Rapporto sui limiti dello sviluppo, importantissimo studio a riguardo, è uscito nel 1972, sì il SETTANTADUE). E diciamolo chiaramente se costruisci qualcosa che funziona solo con "crescita infinita" dovrebbe bastare un paio di neuroni per capire che qualcosa non va!

La domanda ora sorge spontanea, ma i potenti che diavolo hanno pensato? Cosa speravano di ottenere?
Davvero il pensiero era semplicemente muoriamo grassi e felici e scarichiamo i debiti ai nostri figli? Che posso dire, grazie tante.

Giuseppe Verdi 04.12.15 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le ottimistiche previsioni di crescita di Renzi dello 0,9 sono un imbroglio. Se va bene, sarà uno 0,6, per cui restiamo all’ultimo posto in Europa come i peggiori dopo la Grecia contro una crescita europea prevista dell’1,9%. Grazie alla crisi voluta e imposta dal sistema finanziario per risucchiare i beni dei popoli europei e distruggere le loro difese democratiche, l’Italia ha perso in 8 anni, il 9% della ricchezza nazionale, mentre continua la campagna di privatizzazione dei beni statali (vd ora le Ferrovie, ma Renzi vuole privatizzare tutto) e peggiorano i servizi pubblici. Siamo in una crisi più lunga di quella del ‘29, anche perché in America ci furono politiche economiche espansive con forti investimenti statali, che ora mancano totalmente. Non si investe, si lascia alla malora il territorio e non si tagliano i benefit e gli sprechi delle classi egemoni. I dati trionfalistici di Renzi e Padoan sono emerite truffe, sostenute solo dalla grancassa dei giornali di regime, che ormai ‘danno i numeri’ per i più allocchi, smentiti platealmente dai fatti. Ci dicono che i disoccupati sono diminuiti solo perché chi ha perso la speranza ha smesso di iscriversi alle liste di collocamento, e non ci dicono che sono diminuiti gli occupati, mentre Renzi ha tagliato i diritti del lavoro, rendendo tutti licenziabili e una chimera la pensione. I nostri dati sulla disoccupazione restano i peggiori d’Europa. Fingono di diminuire le tasse mentre le scaricano sugli enti locali, assolvono i grandi evasori e tartassano i piccoli contribuenti. il sistema giudiziario e penale viene fatto a pezzi e la democrazia subisce costanti riduzioni. “L'Italia è il paese che ha registrato i risultati peggiori sulla crescita del Pil pro capite tra quelli che hanno adottato l'euro fin dall'inizio”. A certificarlo è la Bce (Sole 24 ore)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 04.12.15 07:39| 
 |
Rispondi al commento

http://www.dr.dk/nyheder/politik/eu15/resultater#l1

http://www.dr.dk/nyheder/politik/eu15/alle-stemmer-er-optalt-danskerne-stemmer-nej-til-afskaffe-retsforbeholdet

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 04.12.15 07:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ottttttttttt

alcune idee >>> circa tre

abbiamo votato in novemilioni
abbiamo in parlamento un centinaio di ragazzi giovani fra di essi di maio, dibattista, taverna, lombardi, altri ----
avrebbero anche la possibilita di spendere qualche soldo per formare un think thank che aiuti a pensare -----
POSSIBILE che non riusciamo a tirare fuori uno straccio di idea PER VINCERE QUALCHE COSA ?

questo blog sta diventando luogo di commenti per alcune decine di persone, sempre gli stessi, a volte bravi, ma parlano fra loro di fatti >>>>> bhooooo

grillo e casaleggio, dopo il parto di quanto sopra hanno forse diritto al riposo del guerriero -----
ma se ci dessero una manoooooooooo

ZUSTINO D., ROMA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee 04.12.15 00:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi esprimo sui punti sollevati da alcuni che ringrazio per il commento:

"Aumentare il PIL con l'intervento pubblico ...inefficace" : infatti gli investimenti sono caduti , ma le tasse fatte per finanziarli no. Mi riferivo al "moltiplicatore della spesa pubblica di Keynes"

Le proposte del M5S le ho ben presenti e non mi convincono in quanto non tengono conto del fattore tempo e danno per scontati comportamenti (propensione al consumo,) che non non si sono verificati veri nelle manovre economiche dei governi precedenti ed attuali (es.:luce in fondo al tunnel di Monti, 80 euro , ecc ).


Se sei oltre la cima della curva di Laffer la sola via e' ridurre le tasse.

O aumentare il PIL a monte imposte invariato (mia ipotesi) contemporaneamente abbassando le tasse sul settore immobiliare per far rientrare liquidita' dal settore bancario.

Dire che l'economia delle banche e' morta ecc ecc : Max Stirner (quello fasullo) citerebbe Molnhar: "Utopia eresia perenne"

Abbassare le tasse senza uscire dall'euro non e' possibile .

Uscire dall'euro in meno di tre-quattro anni e' altrettanto impossibile (Tsipras dove e' finito ?)
Oltretutto bisogna rinegoziare il debito .

Pensare di imporre controlli sul flusso di capitali avviterebbe ancora di piu' l'economia e farebbe collassare le banche piu' piccole .

Io non dico di avere ragione ma affermo di aver azzeccato le previsioni, mentre esponenti del M5S (es.: coloro che appoggiavano le politiche economiche di Tsipras prima versione , no ) .

Evidentemente una parte del M5S sottovaluta la complessita' della macro economia e della economia internazionale e segue divulgatori scientifici e giornalisti
che non hanno esperienza diretta delle cose di cui parlano perche' fanno un'altro mestiere .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 04.12.15 00:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma smettiamola di prenderci per i fondelli
Le economie stanno crollando
Si dovrebbe esultare
Questa civiltà è una candela consumata
È sempre stato così, non esistono alternative o palliativi
Questo è un opportunità singolare per porre rimedio ad un madornale errore del liberalismo sfrenato
Il PIL e chi crede ancora al PIL ?
La ripresa, la ripresina si la presina per la padella che scotta
Mai nessuno coglierà l'opportunità, si preferirà fare una guerra,
correndo il rischio che la tecnologia ci dia una mazzata, per mano di un folle qualunque
Applicare tutte le opportunità che ci offre la tecnologia che fino ad oggi la mente umana ha prodotto no.
Perché ?
Perché si è creata la finanza creativa da denaro fatto solo di denaro per creare altro denaro
Nell'era di internet fra pochi anni le monete saranno obsolete
Le banche non serviranno più. Inutile rimanere aggrappati a questi vecchiumi. Irritante comunque resta una certezza
che siamo tutti coglioni a sostenere e mantenere il sistema che penalizza i meno abbienti. Del resto tutte le rivoluzioni hanno solo creato nuovi dittatori.
Abbiamo allungato la vita ed accorciato l'umanità

Rosa Anna 03.12.15 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo messi malissimo. Tutti, non solo l'Italia . E si sente ovunque odore di polvere da sparo, sempre più forte, sempre più vicina . Ci vuole un'attimo per precipitare

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo diceva anche platone ( forse socrate non ricordo sono passati anni che non lo leggo ) che garantire gli stessi diritti di democrazia allo straniero che non ha contribuito a costruire la democrizia stessa......

fine della democrazia.

sarebbe una semplice opinione se non fosse che l'o ha detto l'inventore stesso della democrazia!

sentodis spesso 03.12.15 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come potevate o come avremmo potuto illuderci che il COMUNISMO AVREBBE FUNZIONATO SOLO IN ITALIA, mentre aveva DISTRUTTO tutte le economie dei paesi che lo hanno avuto ?
Cuba, URSS/Unione Sovietica, Korea del Notd, Etiopia, Yemen, Laos, Cambigia, Birmania, Angola, Eritrea. Bielorussia, Ukraina, ecc. ecc. ecc. ridotti alla fame, al tesserino, alla fila per il pane.
L'Italia è su questa strada, SOLO CHE vivrà questo dramma mentre tutti gli altri paesi ne sono usciti o stanno uscendo avendo ELIMINATO IL COMUNISMO !
Noi la chiamiamo SINISTRA, ma il cambio del nome non camba la sostanza!! Gli uomini che la guidano, sono rimasti sempre COMUNUSTI, E SONO ANCORA AI POSTI DI POTERE :
Napolitano, Bersani, D'Alema, Bindi, Vendola, Bocassini, Berlinguer, ecc. ecc.
Stanno svendendo, liquidando attività, TASSANDO FEROCEMENTE IL CETO PRODUTTIVO, PER SOSTENERE L'ECCESSO DI PARASSITI STIPENDIATI.
Mandiamoli via con ogni
Mezzo, altrimenti siamo finiti.
A tutto questo scempio hanno aggiunto l'invasione straniera dell'Italia. Dobbiamo muoverci prima del DE PROFUNDIS

silvio t. monza 03.12.15 23:29| 
 |
Rispondi al commento

a)Chi si rivede i miei commenti di mesi fa vede che ho centrato la previsione - Come allora scrissi mi auto offro la pizza .

b)Il M5S non ha una proposta di politica economica alternativa valida in quanto basa la propria analisi sulle stesse poste di bilancio e sullo stesso modello econometrico del governo, sposta solo gli articoli di spesa (es.: F35 , no ; reddito di cittadinanza , si ) .

c)L'idea su cui sollecito un dibattito e' la seguente: fare esattamente l'opposto di tutte le politiche economiche fatte dal 2000 ad oggi .

Cioe':
-rendere legale (DAL PUNTO DI VISTA FISCALE) il lavoro nero delle famiglie , senza necessita' di autorizzazioni quelle che siano (commercio, ristorazione, alloggio, autista UBER, tassista abusivo, guida turistica , barbiere, massaggiatore ecc ecc ). Ne partita iva , ne' contabilita' . Ovviamente non si deduce nulla.
Si chiamano: CONSUMATORI FINALI ATTIVI (CFA)
I CFA non hanno diritto al reddito di cittadinanza .

-togliere senza se e senza ma le tasse sugli immobili: tutti, senza distinzione .
La ragionevolezza macroeconomica e' piu' complessa ma si puo' capire da questa analogia:
comprereste casa a Chernobil?
L'italia e' un paese bellissimo dove vivere e non inquinato, solo le tasse rendono non conveniente l'investimento immobiliare.
Il rendimento immobiliare in italia e' sostanzialmente zero, il valore in una economia sana dovrebbe essere del 6-8% .
Se non facciamo risalire i valori immobiliari incastriamo le banche ed il ciclo deflattivo e recessivo si avvita.

Potrei continuare , ma non gliene frega niente a nessuno .

Mi mangio la pizza contento di me stesso.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 03.12.15 22:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che cosa è
Appare sopra i commenti
Ai a disposizione 350.000 euro
Pubblicita per una rendita
Ci prendono per il c.....
Un po di buonsenso e correttezza x questo blog che doveva essere il sito ufficiale del movimento
Ma dai
Così non va !

Rosa Anna 03.12.15 22:47| 
 |
Rispondi al commento

da leggere, all'interno dell'articolo c'è un link a un pdf che tratta del bail-in in vigore dal 1 gennaio 2016. io speriamo che me la cavo

http://www.leggioggi.it/2015/07/09/prelievo-forzoso-sui-conti-correnti-dal-2016-ce-vero-riguarda/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 03.12.15 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Secondo alcuni telegiornali sembra che capitan fracassa stia pensando (la paura fa 90) di modificare PRIMA ANCORA che entri in vigore, di modificare l'italicum...

Ma ve l'immaginate cosa succederebbe se durante una partita di calcio della nazionale il capitano della squadra avversaria decidesse di ampliare la porta della squadra avversaria e di restringere la propria?

In Italia quanto meno succederebbe una rivoluzione. (perchè in Italia DOLO PER IL PALLONE si farebbe una rivoluzione....)

In un'altra Nazione poco poco civile per una cosa simile si darebbe nuovamente l'assalto alla Bastiglia...per non farla passare.

Cose semplicemente IMPENSABILI per l'Italia...

Renzi prima dell'approvazione definitiva dell'italicum:

Al Tg2 dichiarò (solo per citarne una) che questa legge è «uno spartiacque tra una classe politica inconcludente, che prometteva e poi non faceva nulla».

Se capitan fracassa dovesse davvero cercare di modificare ANCHE l'Italicum dopo averne tessuto le lodi a destra e a manca una simile affermazione non meriterebbe che un solo commento...

PPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR


Io penso che non è l'economia malata terminale ma la politica italiana ormai è marcia a tutti i livelli, ma vi siete mai chiesti perché quando beccano uno che ruba non lo cacciano a calci nel sedere ma lo riciclano in altri ruoli opo averlo messo un po' da parte per far passare la buriana c'è solo una ragione e cioè che l'andazzo è generale.Il made in Italy è sinonimo di classe eleganza stile ,i nostri imprenditori sono rispettati nel mondo ,il problema sono i politici che sono universalmente considerati inetti e incapaci e di conseguenza non contano niente devono solo adeguarsi a quello che gli viene imposto, masecondo voi avere un Gentiloni ministro degli Esteri o Alfano agli Interni quando ci sono le riunioni europee o mondiali chi li considera, posso solo immaginare cosa c'è scritto nei dossier dei servizi stranieri su questi papaveri minimo no problem ossia non contano e né accusano ,ma i nostri imprenditori no loro sono rispettati, ammirati,invidiati e copiati senza che la politica faccia niente per proteggerli,uno stato serio solo per i prodotti alimentari farebbe una task force di avvocati che tramite quei parassiti di corpi diplomatici che dovrebbero raccogliere i prodotti tarocchi e intentare causa , le leggi all'estero per certi reati di contraffazione sono molto severe e si recupererebbe quote di mercato oltre a farsi rispettare.Non veo l'ora di votare maquesti si proteggono a vicenda ,la loro sorte comunque è segnata

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 03.12.15 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il pd è un disastro

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 03.12.15 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Delle future pensioni, ne vogliamo parlare? Il Presidente dell'INPS, BOERI, ha parlato chiaro. I casi sono due: si tratta di un pazzo, oppure, non si scappa dalle sue verità. L'effetto job-act, come volevasi dimostrare, si può tradurre in una contribuzione previdenziale altalenante e di scarso importo. I giovani cui è propinato questo contratto - si chiama a "tempo indeterminato" anche se di fatto termina dopo tre anni - dovrebbero essere i soggetti appetibili per gli investitori. Queste le migliori intenzioni del Premier, emulo di Shroeder, Thatcher, Blair. Soltanto che il muro di Berlino è crollato da un pezzo, e in Serbia un operaio costa quattro volte meno che in Italia. Non si può concorrere, ancora, con simili realtà. A meno di "carrefourizzare" l'italia, come si accinge a fare il Ministro del Lavoro POLETTI che dopo la fine dell'articolo 18 - niente più reintegrazione in caso di licenziamento senza giusta causa - sta già pensando di stravolgere l'ultimo totem del mondo produttivo: l'orario di lavoro! BOERI rivela che la futura pensione dei giovani e anche quella di molti cinquantenni, sarà minimizzata. Finora si è detto, con superstiziosa convizione, che il nostro non sia di certo un Paese come la Grecia. Da noi, infatti, c'è un maggior risparmio privato (parole del Premier). Gia', ma quando il nonno e papi non ci saranno più? Sì, forse ci resterà la casa. Se la deflazione, tuttavia, procederà a questo ritmo - nessuno spende in attesa del calo dei prezzi - il prezzo degli immobili calerà ancora. Il debito pubblico e il deficit annuale, peraltro, seguiteranno a lievitare. Oppure, per farvi fronte, aumenteranno le tasse. I debiti con Germania, Francia e U.S.A., vanno onorati. Ecco che il risparmio privato, già oggi tassato a dismisura, si assottiglierà sempre più. E noi, stregati dai mass-media, votaremo sempre per giocatori delle tre carte. Oddio, ci impoveriremo. E con le pensioni da miserabili che percepiremo, il gemellagio con la Grecia è sicuro!

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 03.12.15 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Un Post che non dice niente, proprio perche' M5S non ha niente da dire. Non sa cosa dire. Non ha un progetto, una idea, una concezione che non sia urlare contro Euro e Germania. Ma una cosa da fare c'e' per chi volesse il bene dei cittadini e, naturalmente, una guarigione per questa Italia. TUTTI i lavoratori del pubblico devono essere parificati ai lavoratori del privato. Ed i loro stipendi devono essere CORRETTI e parametrati agli stipendi del privato, altroche' aumenti...e...TUTTI coloro che si rivelino essere PARASSITI, vanno LICENZIATI ( nel privato molti produttivi hanno perso e perdono il lavoro ) e messi in cassa integrazione. E le casse integrazione MAI dovranno essere superioori allo stipendio minimo. E cosi' si potranno abbassare TUTTE le tasse e le PMI eviteranno di chiudere e lavoreranno ed assumeranno. E molte anche, abbandoneranno le locazioni estere e ritorneranno...

tomi sonvene Commentatore certificato 03.12.15 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli USA creano i mostri e poi si meravigliano se questi gli si rivoltano contro...Obbamma non trova nulla di neglio che prendersela con la vendita di armi ai cittadini.come se i musimummani avessero bisogno di andare in negozio per rimediare le armi che gli servono.

http://www.ilmessaggero.it/primo_piano/esteri/strage_california_centro_disabili_san_bernardino-1392786.html

Incasnero 03.12.15 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Essere disoccupati per lungo tempo, sapendo che si potrebbe fare ancora molto, sapendo di aver dato molto, sapendo che le barriere sono spesso governative, ha gli stessi effetti psicologici che il terrorismo ha sulle persone normali. Le persone sono stravolte. Effetti incontrollabili e inspiegabili. La povertà forzata, in un mondo di consumi e sprechi è anch'essa uno stravolgimento di uno stato reale di vita, superabile. Alla povertà subentra la sopravvivenza che è un passo indietro di 1000 anni che ha ripercussioni su tutta la catena della nostra civiltà.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.12.15 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Perché nessun pseudogiornalista banderuola domanda al premier supercavolaro come mai uno prendeva 3 milioni di lire era benestante e invece con 1500 euro se quasi un morto di fame.Chi ha mandato negli anni 90 gente in pensione a 40 anni di età,come fanno a quadrare i conti con 16 anni ci contributi e percepire la pensione per minimo 30 anni oltre poi a lavorare in nero fregando i giovani.Dove sono i magnanger con stipendi e liquidazioni milionarie che hanno mandato in fallimento le banche dopo aver turlupinato dei poveri disgraziati.perché si continuano a dare incarichi a quell' incapace di Montezemolo, infine perché un premier va a presentare il libro del larvone Vespa .Si stanno vendendo tutto,i migliori gioielli italiani,hanno un popolo in ginocchio e i cazzarone continua a fa finta di niente dicendo che va tutto bene,per non parlare di Alfano che farebbe meglio a tacere sempre,ma possibile che non c'è qualche responsabile delle forze dell'ordine che l'appicica al muro e farlo stare zitto.

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 03.12.15 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Un bel governo ombra, a 5 Stelle, oggi per illuminare di luce il domani ormai prossimo. Le basi ci sono tutte e il lavoro da compiere è immane con questi disgraziati che massacrano sempre più la nostra povera Italia.
Forza 5 Stelle e in alto i cuori!!!!!!!!!!!!!!!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 03.12.15 21:18| 
 |
Rispondi al commento

L'economia Italiana è morta e seppellita da un pezzo.
Non esiste lo stato Italiano siamo una colonia.
La nostra (m5s)é una guerra pacifica per liberarci da questa DITTATURA.
Tutti gli attivisti del m5s sono PARTIGIANI.
Un comune alla volta viene liberato facendo riappropriare i cittadini della loro dignità.
Libereremo il mondo da questi indefinibili che non hanno nessun rispetto della vita.
Lenta è l'evoluzione ma inesorabile.
Buon fare a tutti.

salvatore castellano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Claudio Contardi 03^12^15 20^18

HAI RAGIONE, MA LA SOLUZIONE CE L'HA IL M5S!

Noi vorremmo che la casa in cui si ha la residenza non fosse pignorabile e non potesse costrituire garanzia ad alcuno. Ovviamente sarà molto più difficile ottenere un mutuo se non sarà possibile iscrivere una ipoteca. Non è possibile ottenere in prestito del denaro per acquistare una casa e non offrire le adeguate garanzie.

ADEGUATE GARANZIE, QUESTO E' IL PROBLEMA!

Ciò precisato l'ingiustizia sta nelle procedure e nel sistema giudiziario e nelle procedure fallimentari. Te ne elenco solo alcune.

Tierni presente che l'azione coattiva nei confronti del debitore non è pensata per salvaguardare il creditore, ma lo scopo fondamentale è quello di "predarne le spoglie che verranno "sbranate e "spartite" tra Cancelleria, periti del tribunale, studi di curatori fallimentari ecc. ecc.

Tutto parte dalla Cancelleria: Nomina dei periti!

Il perito ha il compidi stabilire quanto vale il bene che sarà venduto all'asta e il sistema prevede che il perito sia remunerato non in base alla cifra che sarà venduta la proprietà, ma in BASE AL VALORE DI STIMA che il perito stimerà, anche se poi la proprietà andrà venduta ad un quarto del valore di stima.

A questi aspetti potrei aggiungerne almeno altri 5, ma questo non è il luogo adeguato. Parti da quello che ti ho descritto e capirai da solo come si sviluppa la cosa.

Ciao

HO RISPOSTO IN CHIARO PERCHE' POTREBBE INTERESSARE AD ALTRI

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 03.12.15 20:46| 
 |
Rispondi al commento

… e cosa dire dell’ulteriore distruzione in essere del mercato immobiliare prevalentemente perpetrata nei tribunali italiani?
Come è noto, nelle vendite giudiziarie non è infrequente che il bene pignorato, spesso la casa di abitazione del debitore, come nel mio caso, venga svenduta a prezzo molto basso tale da lasciare sostanzialmente invariato il rapporto debitorio.
In tali situazioni il sottoscritto si vede portare via un bene faticosamente acquistato a prezzo pieno senza ottenere la cancellazione di un debito, che continuerà ad affliggerlo in qualità di datore di fideiussione, nei confronti di un creditore che, per contro, non sarà soddisfatto delle sue ragioni.
La corrente crisi ha distrutto la domanda immobiliare!
Nelle vendite davanti al notaio i prezzi hanno subito un abbattimento di circa solo il 20/25% mentre davanti al Giudice si possono acquistare immobili a prezzi inferiori al 70/80 % del valore reale attuale. MA QUANTA RICCHEZZA VUOLE BRUCIARE LO STATO??
Partendo da prezzi di perizia già ridotti di solito il giudice decurta immediatamente il 25% denominandolo “incentivo d’asta”… raramente funzionante.
Se l’asta va vuota ne toglie un ulteriore 25% di un prezzo già scarnificato!! … e così via fino ad arrivare a bruciare il 70/80% del valore iniziale!
Tale svendita a prezzo vile della proprietà di parte debitrice fa venire meno la causa (intesa come funzione economico sociale) stessa del trasferimento immobiliare.
La vendita forzosa, a prezzi stracciati, danneggia inutilmente i soggetti coinvolti (in primis il debitore, ma anche i creditori postergati e/o lo stesso creditore procedente) a vantaggio del terzo acquirente e/o dell’unico creditore privilegiato che ottenga un soddisfacimento economico. (banca)
E’ una punizione ingiusta per il debitore proseguire un’azione che ha già dimostrato di essere infruttuosa poiché si

Claudio Contardi 03.12.15 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Dov'è finnita la Frignero?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 03.12.15 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante la realtà il Premier è tutto contento.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 03.12.15 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Che probabilità: ci sono che m5 s vada al governo? Questo e' un popolo di marpioni pronto a vendersi per molto meno di80 €...e il merdoso fiorentino lo sa mooolto bene e ogni volta che ci sono elezioni vicine lui e: pronto con i soldi pubblici,a comprare i voti che gli servono..
Occorre bloccare questo gioco alla manipolazionecon i soldi che puo' disporre come premier mettento liberamente le mani nel portafoglio dello stato..
.

Incasnero 03.12.15 19:02| 
 |
Rispondi al commento

In verità il governo italiano non è stato proprio con le mani in mano; pur sapendo di sforare il deficit/PIL seppur di pochissimo, ha costruito una decontribuzione per tutti i nuovi assunti con il job act pari a circa 8.000 euri annui per ogni lavoratore nuovo assunto...di più penso non potesse fare.. con il debito pubblico attuale..tra poco eliminerà i vincoli sugli orari di lavoro anche se entro un certo limite...per risolvere i problemi enunciati nel post, un governo dovrebbe attuare politiche di ampio respiro e decennali più volte enunciate dai 5 stelle ma un governo non dura dieci anni specie se l'opposizione strumentalmente o in buona fede incalza in maniera continua..lo stesso Grillo o gli stessi 5 stelle propongono soluzioni di ampio respiro dimenticando però che al governo, bene che vada, durerebbe 5 anni..pensate infatti che si possa uscire dall'euro o attuare il reddito di cittadinanza con uno schicco di dita o cambiarei piani industriali-- Nel frattempo se non cambia il modo di porsi di TUTTA la politica, soluzioni di ampio respiro non verrano mai attuate pena la sconfitta alle prossime elezioni..cambierebbero i governi e le facce ma l'Italia rimane sempre dov'e..

Carlo Zaccaria, Brindisi Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 03.12.15 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo molti anni fa, quando per logica richiamo' come muoversi, evidenzio' come il riconsiderare fondamentale l'autosufficienza Municipale Regionale e Nazionale e quindi la cura primaria al mercato interno ed il ritorno alla qualita', alla tradizione ed alla cultura italica fosse la soluzione per uscirne; partire dalla nostra agricoltura favorendo il mercato diretto produttore consumatore lasciando alle grandi distribuzioni solo il mercato estero ma con i prezzi minimi liberi di oscillare in base alla domanda ed offerta e non monopolizzati dalla grande distribuzione. I prezzi devono calare e la deflazione ben venga ovvero ben venga il dimezzo dei prezzi ovvero l'eliminazione di 3 livelli di rivenditori come oggi con le produzioni ridotte alla peggiore qualita'.L' auto sufficienza di una Municipalita' per esempio in Milano significa che tutta la terra all' intorno deve essere organizzata non per fare olio da combustibile ma per dare da mangiare come un tempo a tutti i Milanesi: la terra e le stalle ed i caseifici sono il magazzino del fabbisogno ovviando a magazzini in milano dove il mangare stazione mesi e quindi si consumi o meno il prezzo al dettaglio non cambia diventando un facile sistema di burattinare tutti i cittadini che quando un supermercato svende la' tutti in fila per un 10% di costi di meno: pietoso!

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 03.12.15 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è altro da dire:
SONO LADRI,votati da Ladri,e proseguono imperterriti a rubare,si sono fatti leggi per non assere arrestati,si sono dati privilegi e benefit incostituzionali,calpestano tutti i giorni la Costituzione,se ne battono la cippa se il cittadino muore di fame,o non arriva a fine mese.
Non gliene frega nulla se la gente non si può più curare,se i giovani non hanno lavoro,se i cittadini vengono tartassati.
Ora si sta dicendo che il costo della previdenza è il più alto di europa,quindi si pensa di fare come in grecia abbassate le pensioni,mica le loro!
Tutto questo si fa con un governo anticostituzionale,illegittimo e garantito da un ex Presidente delle Repubblica.
Me che cazzo volete ancora?
Ma di che cosa vi meravigliate?
Ma non lo vedete che siamo in una dittatura voluta dal poco abbronzato e dalla culona?
Ci stanno vendendo tutto,non abbiamo più nulla,agricoltura,aziende,scuola,sanità,per dover dipendere da altri.
Siamo schiavi e godiamo di queste catene!
Ma dovremo rendere conto ai nostri figli e ai nostri nipoti di questo disastro!
Che schifo e che vergogna,.se Moro e Berlinguer mio avessero detto che saremmo arrivati a questo punto,non mi sarei sposato e non avrei messo al mondo dei disgraziati!
Ladri,solo ladri !!!!!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 03.12.15 18:30| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

D'altra parte, chi amministra fa pagare il canone rai in bolletta enel in dieci (10) rate quando le bollette enel in un anno sono sei (6).

E poi ci meravigliamo di quei numeri?

Manco sanno di cosa parlano.

Gian A Commentatore certificato 03.12.15 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa pretendiamo da un popolo come il nostro che va in mutande a timbrare il cartellino per poi ritornare a dormire , che preferisce avere al governo gente non votata da nessuno piuttosto che gli unici politici onesti , che sopporta tutto senza ribellarsi neanche a parole . Ci hanno imposto i prodotti cinesi che hanno tolto il lavoro a tanti di noi , Prodi ci ha fatto entrare nella trappola euro , ci stanno imbottendo di clandestini e forse di terroristi , che altro ci devono fare per farci incazzare ? I MARO' ? !!!

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 03.12.15 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Esiste però un problema di fondo mai risolto: questi sono lì messi da qualcuno (che non è l'elettore) con legge elettorale incostituzionale.
Legiferano e mettono in atto scelte economiche disastrose, tasse assurde..., e lo fanno nell'illegalità, perchè da due anni si è pronunciata la suprema Corte sulla legge elettorale.
Quindi i provvedimenti che vincolano il paese sono viziati dall'origine.
Non solo. Ma ad oggi non esiste possibilità per il cittadino di esercitare alcuna sovranità che secondo l'art. 1 della Costituzione (finchè ci sarà...) appartiene al popolo. E nessun organo esterno che lo possa far valere.
Questi si girano e rigirano la Costituzione come gli pare, e cosa succede? Nulla.
3,6 mld di euro alle banche, opere inutili che paghiamo noi, stipendi e rendite da nababbi (altro che "Ogni cittadino ha parì dignità..."), paghiamo per i servizi che non riceviamo, svendono il nostro patrimonio,.. con i risultati descritti.

Gian A Commentatore certificato 03.12.15 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè non vengono incentivati i part-time?
Io lo farei volentieri lasciando del lavoro ad altri.
I sistemi produttivi sono sempre più automatizzati e quindi quelli che lavorano veramente sono sempre meno.
Prima di creare posti di reddito improduttivi e meglio spartire il lavoro, quello vero!

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 18:18| 
 |
Rispondi al commento


ot

""Bolletta della luce: ecco come cambia
Tutti pagheranno in modo equo per il reale consumo di elettricità: è la principale novità introdotta dalla riforma delle tariffe elettriche che partirà dal primo gennaio""

mah...

comunque vada,luce...in fondo al tunnel, nada...

http://www.corriere.it/economia/15_dicembre_03/bolletta-luce-ecco-come-cambia-3f40c866-99b7-11e5-a8aa-552a5791f1fe.shtml

ma 'sta famiglia tipo com'è fatta ? :)

pabblo 03.12.15 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Paese è composto in maggioranza da ladri e coglioni , quindi è normale che le cose vadano male .


Me pare ineccepibbile: a dispetto de 'e previsioni trionfali de incrementi de 'o zero virgola n' cazzo, a situazzione me sembra pure peggiore de prima, perchè mò ce stamo pure a vende 'a casa ('e Poste) e l'automobbile ('e Ferovie)....( quarcuno se dovrebbe ricordà che quanno 'e cose precipitano, nun ce sta 'n cazzo de "signori miei", pe' fermalla.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.12.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI STRANI MODI DI RAPPRESENTARE LA DISOCCUPAZIONE ITALIANA.

Vi sarà capitato di sentire le notizie alla TV, in relazione al tasso di disoccupazione nel nostro paese.


Ora tutti sappiamo (almeno quelli con un minimo di infarinatura in materie economiche), che da un bel po' d'anni l'Istat rileva le seguenti tre categorie:

1) Quelli che il lavoro lo hanno perso e lo cercano da meno di 12 mesi (DISOCCUPATI).
2) Quelli che il lavoro lo hanno perso da più di 12 mesi o non hanno mai lavorato perché diciottenni (INOCCUPATI)

3) Quelli che il lavoro non lo cercano per svariati motivi (sono benestanti, preferiscono farsi mantenere ecc.) INATTIVI.

Ebbene in quest'ultima categoria in realtà la maggior parte appartengono alla casistica degli sfiduciati, COLORO CHE IL LAVORO NON LO CERCANO PIU' PERCHE' INTANTO NON LO TROVANO e quindi non rispondono più a centri per l'impiego oppure non sanno neanche a cosa serve.


Se un lavoratore licenziato o in cerca di prima occupazione, non si reca presso i CENTRI PER L'IMPIEGO locali e quindi non si fa censire automaticamente diventa un BENESTANTE.
Se invece c'è andato, ma decorsi alcuni mesi NON RICONFERMA la propria condizione di DISOCCUPATO o INOCCUPATO, da povero cristo viene trasformato in un soggetto che campa di rendite o uno sfaccendato.

Quindi i dati comunicati dai centri per l'impiego all'ISTAT, saranno sempre drogati al ribasso, DANDO PER SCONTATO CHE IL 37% NON CERCA LAVORO PERCHE' NON HA VOGLIA DI LAVORARE o NON NE HA BISOGNO.

PERTANTO BISOGNA INSEGNARE agli Italiani ANCHE come ci si comporta da DISOCCUPATI, ossia ci si RECA al Centro per l'impiego e si reclama la propria indigenza.

Se questa campagna informativa e di civiltà avesse successo, certe facce da telegiornale non potrebbero più andare a raccontar balle agli Italiani e i dati sulla disoccupazione reale sarebbero veritieri ed incornicerebbero la politica economica sul lavoro a quello che è ossia un DISASTRO.

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:57| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
io lo scrivo lo dico e nessuno mi da retta, chi porta giù l'economia è il mercato agroalimentare, lì stanno speculando,se un chilo di arance siciliane costa di più a milano che in germania vuol dire solo una cosa, il mercato è in mano alle mafie,ma nessun governo è intervenuto,lo sanno pure i deficienti,prima mangi,ti vesti e pagi l'affitto o il mutuo per la casa, poi se avanaza comperi altro,con l'euro il cibo costa il triplo,non dico balle,un chilo di carote da 800 lire a un euro,il pane da 3000 lire a 3 euro, la pasta da meno di mille lire al chilo a più di un euro se non prendi schifezze, adesso un paese così è morto,dove li trovi i soldi per comperare altro,abbiamo avuto governi criminali ,cioè sono la rappresentanza di criminali e basta

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parmalat Galbani Invernizzi,sono già proprietà della multinazionale francese lactalis

salvatore castellano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o andiamo in fretta al governo o il Paese è morto!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Eppure il premier gronda di ottimismo, solo che lo sente solo lui, non riesce a trasmetterlo nemmeno al suo partito. E' diventato ormai una macchietta portarogna e in molti quando appare in video cominciano a grattarsi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.12.15 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

semplice pesante realta

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:26| 
 |
Rispondi al commento

io quest'anno sperimento l'inverno SENZA riscaldamento, non potrei più pagare le bollette, e mando letture del contatore in continuazione per non ricevere bollete con consumo previsto......
per ora ce la faccio

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 03.12.15 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Il Pil della Finlandia è calato dello 0,3 per cento dal 2015, mentre quello della zona euro è salito di 2,9%.
Gli ordini industriali sono crollati (di un altro) 31% a settembre.
La disoccupazione cresce a ritmi più alti che quelli europei.
“Siamo nella stessa situazione dell’Italia, abbiamo perso un quarto delle nostre imprese” dice l’eurodeputato Paavo Väyrynen,
“il nostro costo del lavoro è troppo alto…”.
Eppure la Finlandia è stato l’allievo modello, indicato dagli insegnanti tedeschi come l’esempio che noi cicale dovevamo imitare. Il suo debito
pubblico è il 62% del Pil, meglio che la Germania. Nell’Indice della Competitività globale del World Economic Forum, è al primo posto in Europa. E’ prima al mondo per l’alto livello d’istruzione dei lavoratori, leggi favorevoli al business, ingegneri e scienziati quanti ne volete, protezione della proprietà intellettuale…insomma quelle caratteristiche che dovrebbero “attrarre gli investitori esteri”.
Che invece non arrivano.
La Finalndia è la vittima esemplare della moneta che ha incautamente adottato.
Da allora, non fa che perdere terreno e perdere quote di mercato (Nokia è una maceria fumante); e non può svalutare, e in piena recessione è obbligata a tagliare i salari e ad austerità demenziali ordinate dalla Germania e dalla UE; deve rispettare il Patto di Stabilità come tutti altri noi pecoroni.
Che sia proprio l’euro la sua rovina, lo mostra l’esempio della vicina (e per molti versi simile) Svezia: nel 2008 ha subito la crisi mondiale come tutti, ma non avendo aderito all’euro, ha “pilotato” la sua valuta.
Il risultato: economia in crescita del 6%, mentre quella della Finlandia è colata a picco.
Adesso il governo in carica ha annunciato una riduzione dei salari del 5%, provocando il primo sciopero generale dal…1956.
E il suddetto Paavo sta raccogliendo firme per far uscire il paese dall’euro.
Ossia da una oligarchia di despoti, oltretutto, dementi.

M. Blondet.


Esiste solo una possibilità, sciogliere subito le camere ed andare alle urne con due ricette chiare e distinte, la prima la ricetta di tutti coloro che vogliono continuare con la solita minestra PD-PDL le solite ricette economiche e le solite bugie della imminente ripresa, dall'altra chi non ci sta più e vuole provare a cambiare con il M5S, con chi non ha mai governato e con chi ha rinunciato a 42 milioni di Euro di contributi pubblici.

stefanodd 03.12.15 17:17| 
 |
Rispondi al commento

mentre il malato Italia muore....

copio e incollo da La Repubblica... non proprio un quotidiano all'opposizione...

Più di 50 milioni di euro l'anno. Tanto costano a Camera e Senato i gruppi politici che oggi, da sinistra a destra, compongono i due rami del parlamento. Montecitorio e Palazzo Madama, infatti, nel solo 2014 hanno stanziato rispettivamente 32 e 21,3 milioni di euro per le formazioni elette dai cittadini alle politiche. Deputati e senatori. Da inizio legislatura - marzo 2013 - il totale calcolato sui due anni è di 106,7 milioni di euro. Soldi che vanno ad affiancarsi ai rimborsi elettorali destinati ai partiti a ogni chiamata alle urne. A fine 2014, sette gruppi parlamentari hanno chiuso il bilancio in negativo: tra questi, la Lega. E Forza Italia al Senato.

Ma come viene diviso questo denaro? E come viene speso? Di sicuro c'è che il numero elevato di cambi di casacca - di passaggi, cioè, da un gruppo politico all'altro - influisce di gran lunga sulla ripartizione della cifra. Ciascun gruppo, infatti, riceve un contributo destinato al proprio funzionamento che viene calcolato, fra le altre cose, sulla base della propria composizione: più è grande - dunque più parlamentari vi risultano iscritti - e più soldi riceverà.

Ciò significa che l'acquisizione o la perdita di esponenti non sarà soltanto un 'dato' politico ma influenzerà pesantemente anche l'ammontare dei fondi a disposizione. Secondo i dati Openpolis per Repubblica.it, è stato possibile valutare l'apporto fornito da ciascun parlamentare iscritto proprio a partire dal contributo annuo stanziato da Camera e Senato. Si tratta di circa 50mila euro a deputato e di oltre 67mila euro a senatore. "Sono stime - precisa Openpolis - che permettono di capire quanto si perda o si guadagni attraverso il valzer dei cambi di casacca".

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 03.12.15 17:15| 
 |
Rispondi al commento

buonasera blog e qui caffè a 5 stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.12.15 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori