Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

MPS e l'arrivo del bail in

  • 31

New Twitter Gallery

mps_bailin.jpg

Dal primo gennaio le nuove regole europee sul bail in faranno pagare il prezzo del salvataggio di una banca anche ai correntisti per la parte eccedente i centomila euro. Mps lancia un conto a canone gratuito a chi porta più di 100.000 euro in banca. Un'occasione!

"Un conto corrente che offre una combinazione di prodotti e servizi esclusivi ad un canone di gestione gratuito per chi affiderà alla banca senese un patrimonio "pari ad almeno 100.000 euro". Si chiama One ed è il nuovo prodotto acchiappa-correntisti del Monte dei Paschi che consente al cliente di costruirsi un conto "su misura" grazie a un "configuratore" in grado "di simulare le diverse combinazioni di prodotti e servizi". Una scelta che a qualcuno è quasi parsa una provocazione. Per due motivi. Primo: la tempistica. Perché dal primo gennaio scatteranno le nuove regole europee sul bail in che faranno pagare il prezzo del salvataggio di una banca a rischio fallimento non solo a obbligazionisti o azionisti ma anche ai correntisti per la parte eccedente i centomila euro. È vero che quel requisito di "almeno 100mila euro", necessario per avere il canone gratis si riferisce al patrimonio e non ai quattrini messi sul conto corrente. Vanno quindi considerati anche le gestioni patrimoniali, i certificates e i prodotti assicurativi, che sono tutti fuori ambito di bail in e sono prodotti ad alta marginalità per il gruppo senese che sta appunto cercando di catturare nuovi clienti danarosi con tecniche di marketing aggressive. Ma è anche vero che quella platea che si tenta di intercettare sta psicologicamente facendo i conti con gli effetti disastrosi del decreto salva banche varato dal governo. E il Monte non è una banca qualsiasi. Con l'inchiesta su Antonveneta e sui derivati Alexandria e Santorini è stata in passato «pioniera» della crisi di fiducia fra risparmiatori e amministratori (vi ricordate i prodotti «My Way» e «For You»?), la capitale dei «grovigli armoniosi» che intrecciavano gli interessi di finanza e politica (non solo locale). Il Monte è inoltre l'unica banca italiana ad aver chiesto - con i Tremonti e Monti bond - soldi in prestito allo Stato che non a caso è ancora azionista con il 4% del capitale ricevuto proprio a saldo di una parte di quei finanziamenti pubblici. Una banca ancora in convalescenza e alla ricerca di un cavaliere - anche straniero - disposto a portarla all'altare, come chiesto dalla Bce. Intanto, nell'ultimo anno a Piazza Affari il titolo Mps ha perso oltre il 40% del proprio valore (il 17% solo nell'ultimo mese) e lo scorso 14 dicembre ha toccato i minimi a 1,1 euro." fonte

acquistavvw.jpg

23 Dic 2015, 11:39 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 31


Tags: bail in, Monte dei Paschi di Siena, Monte Paschi, Mps

Commenti

 

Vorrei sapere di piu sul bai lin

Ferdi Santoro (), santoro.ferdinando@yahoo.it Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.12.15 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto ciò che è successo in passato con il Monte dei Paschi di Siena, ho molta fiducia ancora di questa grande Banca senese e non si dimentichi che è
la Banca più antica del mondo fondata nel 1472

Salvatore Losso 28.12.15 08:38| 
 |
Rispondi al commento

nella vicenda delle 4 banche tra cui la famigerata Etruria c'è un tale intreccio di commistioni e conflitti di interessi tra poteri partitici e politici, esecutivi e governativi, istituzionali e organismi di controllo che i Magistrati non riusciranno a districarsi per capire effettivamente chi siano i responsabili.
Passeranno anni in un ginepraio senza uscita per arrivare alla prescrizione malgrado loro.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.12.15 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

casca a puntino la pubblicità del MPS ...chi apre un C/C superiore a 100mila euro non pagherà costi di esercizio.

Fantastico il liberismo o liberalizzazione dei mercati finanziari senza regole, però sarebbe opportuno chiamarlo con il suo vero nome, SISTEMA LIBERTICIDA.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.12.15 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Il comportamento tenuto in questa vicenda dalle banche e dal Governo è stato da vampires, oltre ad aver rovinato migliaia di risparmiatori, ha indotto un ulteriore sfiducia nel futuro delle attuali e prossime generazioni. Il lavoro questo sconosciuto è stato declassato a schiavità, la sovranità popolare è stata annichilita, riguardo al tetto(casa) hanno fatto in modo da farci rimpiangere di averlo considerato un investimento duraturo, c'era rimasto il risparmio per farci pensare ad un futuro migliore, ed invece hanno fatto in modo che crollasse, e cosa ci possono fare ancora? ormai ci possono fare qualsiasi cosa... La domanda che mi pongo "allora se noi del m***** siamo dei Gufi", questi come potremmo definirli?. Il risparmio è un bene oltre che personale, anche sociale, perchè serve a creare posti di lavoro, e se ognuno di noi dovesse pensare che non sia vero.. come finanzieremmo le piccole e medie imprese, ammesso che le facciano uscire dal baratro in cui le hanno precipitate. Credo proprio che Attila...nei confronto di questi signori siano come il cerbiatto Bambi walt disney.

Vincent C. 24.12.15 13:17| 
 |
Rispondi al commento

BALLE DI NATALE!
Non ho bisogno di un grande commercialista o di un premio Nobel dell’economia. Non devo consultare i sondaggi, i dati Istat o quelli Ocse. Non mi servono né Ballarò, né Otto e mezzo, nè Report, né tanto meno i Tg1,2,3,4,5,6,7. Mi basta guardare la busta paga e scendere al supermercato a fare la spesa per capire che quelle del “premier senza voto” sono tutte balle. Balle di Natale, considerate le festività natalizie, balle tutto l’anno! Oggi come oggi credere a Matteo Renzi è come credere a Babbo Natale! Con le sue chiacchiere è riuscito ad addobbarci proprio per le feste.... Buone feste a tutti!

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 24.12.15 10:20| 
 |
Rispondi al commento

BUON NATALE E BUONE FESTE AL GRANDE POPOLO DEL M5S
MARIA TERESA SANTORO

maria teresa santoro 24.12.15 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Una piccola azienza fa bene a investire tutto il capitale in magazzino, quello con il bail in non glielo portano via di certo......

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.12.15 03:58| 
 |
Rispondi al commento

Quanti saranno i privati che hanno un c/c superiore a 100.000 euro.... Pochissimi... Se tuttavia pensiamo ai saldi di c/c superiori a 100.000 euro non si può' non vedere una anomalia data dal fatto che gran parte delle aziende che hanno fatturati di qualche decina di milioni di euro possono avere il c/c per pagare le ricevute commerciali sopra i 100.000 euro, anche in funzione di eventuali fidi e finanziamenti bancari... Uno prende un fido di 300.000 euro e poi se la banca fallisce e si trova il c/c della ditta attivo per 300.000 euro in funzione del fido,ci rimette 200.000 euro, è un'altra ditta che ha finanziamenti e liquidità di cc per 1 milione di euro per far fronte agli impegni commerciali, ce ne rimette 900.000 se utilizza il fido.... Allora usato e' un modo per dirottAre tutte le pmi verso Unicredit e Bca intesa , Too big to fail è già in mano alla finanza internazionale - basta guardarne l'azionariato di controllo - il bail in e' la fine per le piccole e medie banche, le banche dei distretti industriali italiani, è il trionfo per le banche di sistema

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 23.12.15 22:22| 
 |
Rispondi al commento

non è che le altre banche stiano meglio. Occorre stare attenti e dividere i soldi fra più banche informandosi bene. Meglio pagare un poco di spese ma evitare il rischio di perdere tutto.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 23.12.15 20:29| 
 |
Rispondi al commento

e pensare che il popolo ha il coltello dalla parte del manico ! in questo caso basterebbe ritirare tutto il contante dalle banche e....tutto cade come un castello di sabbia sotto un'onda alta 3 metri ! cadrebbero amministrazioni pubbliche, burocrazia, governo, istituzioni......

mario d., orbetello Commentatore certificato 23.12.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci hanno venduto denaro inesistente. Hanno riempito le amministrazioni di debiti che dureranno almeno due generazioni. Le banche hanno rubato soldi all'Europa ( cioè noi ) e ora si prendono soldi veri. Emettono titoli che nessuno conosce e che non esistono le coperture. Ora ci rubano i nostri gioielli, il nostro oro, i nostri soldi, con leggi anticostituzionali, passandole come necessarie. Ci rubano le pensioni, i risparmi, i soldi delle aziende oneste, e contemporaneamente ci derubano dei nostri averi nazionali. Dai monumenti alle opere artistiche, dagli immobili al territorio, dall'acqua alle aziende migliori. Non ci resta neanche l'aria per respirare. Non possiamo combattere una guerra con gli avverbi, gli aggettivi e qualche bella manifestazione. Ci vuole altro.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.12.15 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna andare a Bruxelles insieme a tutti i cittadini europei che vogliono partecipare. Un presidio continuo soprattutto quando ci sono tutti i gerarchi. Non bisogna dargli pace. In Italia si perde tempo con i nostri governanti fantoccio che con 100 euro si vendono anche l'anima.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.12.15 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ritirate i vostri soldi dalle banche italiane e metteteli nelle banche straniere come ING DIRECT. Sono molto più serie ed economiche.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.12.15 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forse non è chiaro a tutti, ma le banche TUTTE sono cariche di debiti e/o titoli spazzatura quantificabili complessivamente in migliaia di miliardi di Dollari/Euro, quindi per ovviare all'inevitabile fallimento che significherebbe la povertà di quell'1% di ricchi, hanno avuto dai Governi nazionali non che UE l'autorizzazione di saccheggiare la ricchezza pubblica nazionale e quella privata dei risparmiatore per rimpinguare di denaro vero reale le casse delle loro banche di "famiglia".

Chiaro cosa sta succedendo?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 23.12.15 18:48| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera a Ballarò la deputata PD ha dichiarato che nella nuova legge salvabanche bail-in hanno inserito una nuova fattispecie di reato per la bancarotta non contemplata dal codice penale!!!

In pratica: tana libera tutti... i responsabile dei fallimenti bancari.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 23.12.15 18:35| 
 |
Rispondi al commento

se con i miei soldi depositati sul conto corrente la banca ripiana i suoi debiti, vorrei avere voce in capitolo per controllare ed eventualmente evitare che la banca faccia operazioni avventate prestando soldi agli amici (tanto paga pantalone) come fanno gli azionisti che partecipano all'assemblea e possono non approvare il bilancio.

lepor 23.12.15 18:23| 
 |
Rispondi al commento

basterebbe chiedersi..ma sotto i 100mila euro chi garantisce? non e' una bella risposta..
ma soprattutto chi garantisce che il limite da 100mila non diventi 10mila?
Non siamo noi a decidere(italia), noi siamo solo un bottino da depredare

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.12.15 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Venghino signori venghino. Chi offre di piu'?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.12.15 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Il PD presto cambierà nome in PDC
il partito delle cavallette!

Occorre fare luce sulle fondazioni!
Per arginarli vanno vietate!

Visto che alla fine sono strumenti di elusione ed evasione tanto meglio eliminarle!

Nelle amministrazioni locali dove sono arrivati si fa uso di derivati!

Le banche che controllano per via delle fondazioni controllate... solo perdite, e una voragine di crediti incagliati da far paura!!! 200 miliardi!!!! Ma cosa cazzo ci fanno con tutti sti soldi????

Ora le coop che scoppiano!!
Parliamo un pò di coop!!!

Il pedopornonano era sceso in politica perchè aveva paura di quelli della sinistra che si sono rivelati come i suoi migliori alleati.

Ora dice che teme il M5S purtroppo anche qui si avvantaggerà del fatto che il movimento agisce anche nel suo interesse, perchè lo fa nell'interesse di tutti!

Fa incazzare sta cosa! Ci vorrebbe un pò di riequilibrio... ma la vita è troppo breve!

Purtroppo non ci rimane che raccogliere i cocci e salvare il salvabile in fondo siamo tutti sulla stessa barca.. ma solo perchè è la cosa che avvantaggia tutti nella speranza che sia sempre più chiaro che non servono intermediari nella gestione della cosa pubblica!

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.12.15 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Non trovo molto strano che mps cerchi di attrarre clienti facoltosi, è invece sorprendente che abbia ancora clienti!
Oltretutto non sarei così sicuro riguardo alla sicurezza dei conti correnti sotto i 100000 euro (se fossero garantiti solo dal fondo interbancario allora non avrebbero alcuna garanzia per grosse banche):
le leggi cambiano continuamente così come la loro interpretazione e applicazione quindi per non saper né leggere né scrivere io eviterei banche notoriamente disastrate.
Nessun bail in è mai stato fatto (si parte dall'anno prossimo), voler essere caparbiamente i primi a sperimentarlo sulla propria pelle mi sa tanto di masochista.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.12.15 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna tenere soldi in banca perchè è peggio di darli in mano a un giocatore d'azzardo.

Mimmo ., Vicenza Commentatore certificato 23.12.15 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Alla prossima tornata elettorale, M5S, trattiene i finanziamenti elettorali e fonda una BANCA M5S dei CITTADINI. I soldi dei risparmiatori verranno investiti ESCLUSIVAMENTE in BUND tedeschi o comunque titoli SOLIDISSIMI e SICURISSIMI. I versamenti dei meta' stipendi degli eletti serviranno per microcredito...Il Sistema bancario vedra' un fuggi fuggi di risparmiatori e...tremera' e cosi' pure gli eventuali governi non cinquestelle...E forse il sistema si dara' una regolata con operativita' piu' corrette ed eventuali PUNIZIONI MOOOLTO piu' severe...E M5S finalmente assolvera' il suo compito principale di TUTELARE i cittadini dalle oppressioni delle Caste...e forse ridimensionera' di molto i loro poteri...Altroche' contro la Germania...MAI in Germania i risparmiatori potrebbero essere TRUFFATI da banchierucoli inetti e criminali IMPUNEMENTE...

tomi sonvene Commentatore certificato 23.12.15 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci toccherà mettere i risparmi sotto il materasso, come i ns/nonni . Oppure chiedere ei grandi capitaslisti per vedere come fanno loro ? Io credo che i soldi (quelli lì) li abbiano tutti all'estero !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 23.12.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma siam proprio sicuri che sotto i 100000 sono al sicuro?

Eddy B. Commentatore certificato 23.12.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento

ritirate tutto dalle banche. Affamate la bestia prima che lei vi divori del tutto

sandro caramello Commentatore certificato 23.12.15 11:44| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori