Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Eurostat, l’Italia è la peggiore tra i big dell’Ue

  • 25

New Twitter Gallery

2mlndisoccupati.jpg

"L’Italia non riesce a recuperare le perdite della crisi e a mettersi a pari dei big Ue su industria e lavoro. Secondo i dati Eurostat rielaborati dal ministero per lo Sviluppo economico, a stentare è soprattutto l’occupazione giovanile, che dal minimo registrato durante la crisi ha recuperato 0,9 punti (2,7 in Germania, 4,2 in Gb e 1,9 in Spagna). Bene invece il clima di fiducia".
Fonte: Corriere della Sera

VIDEO “Non c’è niente da festeggiare”. La verità su Pil e disoccupazione

acquistavvw.jpg

3 Gen 2016, 14:25 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 25


Tags: disoccupazione, eurostat, giovani, italia, ue

Commenti

 

Mi piacerebbe dirvi e quindi spero di avere un prestito tra singoli o privato il mio sempre truffati, ma grazia ha Mr Jean-Philippe Meynier, poi ho il mio prestito di 300.000 euro per ogni conto assicurarsi bene contattato quelle mail per completare il vostro progetto: Jean-Philippe-Meynier@laposte.net

Leila Genovese 24.02.16 10:15| 
 |
Rispondi al commento


Sono di nazionalità francese residenza
in Italia nella città di agrigento
società del mio prestito si trova
nella città di verona
Offerta di prestito denaro tra privato
gratuito urgente:FRANCESCA.CORTES02@GMAIL.COM

FRANCESCA CORTES, Romagnano Commentatore certificato 08.01.16 00:33| 
 |
Rispondi al commento


Difficoltà di3000€ 40.000€ 55000€ a
700.000€?
Sono il nuovo prestatore che porta
aiutare tutti coloro che hanno bisogno
del suo finanziamento. Avete bisogno
di aiuto contattatemi. Avete bisogno
di un prestito si prega di contattare
me. Voi che è grave situazione, mi ha
contattato Se avete un bisogno di un
prestito rapido all'indirizzo e-mail
seguente: francesca.cortes02@gmail.com

FRANCESCA CORTES, Romagnano Commentatore certificato 08.01.16 00:32| 
 |
Rispondi al commento

I tedeschi vogliono predare!
https://soundcloud.com/marco-guerrieri-3/i-tedeschi-vogliono-predare-5-gen-2016-fonte-bagnai

marco andrea antonio guerrieri Commentatore certificato 06.01.16 20:05| 
 |
Rispondi al commento

L'ITALIA NON PUO' RIALZARSI, ANZI, NON DEVE RIALZARSI E DEVE FINIRE A PEZZI (A COMINCIARE DALLA SOVRANITA', PERSA, DAI DIRITTI, SCOMPARSI, DALL'ECONOMIA, DISTRUTTA ETC) PER FAVORIRE L'EUROPA, PERCHE' COSI' E' STATO DECISO A BORDO DEL BRITANNIA CHE STAZIONAVA SUL MEDITERRANEO NEL 1992. COLORO CHE CI HANNO PORTATO A QUESTA SITUAZIONE, I CARI ONOREVOLI, VANNO PROCESSATI E MAGARI IMPICCATI. LORO SONO GLI UNICI AD AVERCI GUADAGNATO IN QUESTA TRAGEDIA...

Zampano . Commentatore certificato 05.01.16 01:01| 
 |
Rispondi al commento

opportunità finanziarie per le vostre esigenze

Questo messaggio è indirizzato a persone fisiche, i poveri, la banca privata, imprenditori pubblici o privati, o coloro che hanno bisogno di un prestito particolare a ricostruire la sua vita. Si sta cercando di prestito o di riattivare le proprie attività o il completamento di un progetto, o per garantire il futuro dei loro figli, o per comprare un appartamento, una macchina, ma è un divieto bancaria o fascicolo respinto estate la banca . Io sono un individuo, io concedo prestiti a persone in grado di rispettare tutti gli impegni. Questo prestito è concesso a tutte le persone in grado di soddisfare le condizioni. Il mio tasso di interesse è 2-3% entro metà anno rimborsabile, breve o lungo termine, secondo la vostra convenienza voi, al fine di giungere a buon fine dato il tempo del prestito che aveva ricevuto. Se hai bisogno di soldi per altri motivi, non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni. Tutti individuals'm serio e onesto lì per voi. Grazie contattarmi via e-mail a un unico indirizzo: nicolemireur11@gmail.com

nicole 04.01.16 20:39| 
 |
Rispondi al commento

lo doveva dire l'eurostat?
Bastava vedere le file di essere umani non solo extracomunitari ma ITALIANI davanti ai centri Caritas e similari per rendersi conto che le cose vanno di male in peggio.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 04.01.16 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Ammazza quanto se magna con la fiducia!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 04.01.16 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nella M...A ma cresce il clima di fiducia.
Annegheremo tutti più felici.
Che prospettiva entusiasmante !!!
Ciao Beppe.
uno di uno.

gabriele f., fabbrico Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.01.16 09:32| 
 |
Rispondi al commento

L'operazione riuscita; il paziente è morto.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 04.01.16 08:01| 
 |
Rispondi al commento

abbiate fede..non fate i gufi...abbiate fede..la fede muove le montagne...ma per caso il bomba crede di essere Ges¨´ Cristo????? Chiamate il manicomio..fatelo ricoverare!!!!!!

Incasnero 03.01.16 23:56| 
 |
Rispondi al commento

in italia ,siamo arrivati al limite tanto che per NON conviene aprire una p.iva , ANCHE se NON TI FANNO PAGARE LE TASSE !!!!! , perché queste dovrebbero essere quantificate in base ai guadagni ,
quando arriveranno a capire che DEVONO TOGLIERE I COSTI FISSI , SPESSO INUTLI , LE BUROCRAZIE , I BALZELLI ,E NON LE TASSE SUI GUADAGNI ...

è come la bolletta elettrica , meno costa il kwh e più aumento i costi fissi... quindi anche se non consumi paghi lo stesso..
SVEGLIA..

mario x. Commentatore certificato 03.01.16 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a) ambiente e crescita non sono incompatibili , sono incompatibili con i profitti dei fondi pensione e della finanza .

Sono appena passato a fianco ad un parco eolico proprieta di una societa canadese che poi immette il prodotto nella rete .
Se il governo locale avesse regalato 3 kw di pannelli solari ad ogni casa del luogo avrebbe realizzato indotto , elettrificato la zona .
Qui 1 kwp rende 1750 kwh anno.

Il sottosviluppo paga le pensioni ai canadesi .

E voi pensate che io creda al Bomba ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 03.01.16 21:06| 
 |
Rispondi al commento

a cosa piu ridicola che diffonde il minculpop renziano e i suoi vari tg è che l'italia cresce la fiducia piu degli altri paesi U.E bene domani andrò in banca a chiedere un prestito e come garanzia do la mia fiducia.. porto i dati del Misi credo di sufficiente e poi autocertifico di averne abbastanza ..la banca sarà d'accordo? siamo veramente ridicoli secondo eurostat siamo fanalino di cosa su tutto ma non nella fiducia. Questo potrebbe voler dire due cose che gli italiani sono degli emeriti idioti rispetto agli europei la cui economia cresce o che il governo ritiene per emeriti idioti gli italiani sopratutto quelli che hanno votato pd aggiungo io

Pier luigi 03.01.16 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Perche'non si puo'avere il progresso rispettando l'ambiente TUTTE le materie che adoperiamo arrivano da madre natura, le abbia o e le troviamo gia'fatte
Se io passeggio , mangio una caramella e butto la carta , inquino ,se la carta la metto in tasca e la riciclo aiuto l'ambiente se faccio una centrale nucleare inquino ,se creo energia tramite vento o acqua aiuto la natura,la natura non ha bisogno di aiuto ,basta solo lasciarla stare , rispettarla e lei ci concede la vita

Giovanni R., cerea vr Commentatore certificato 03.01.16 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I giovani italiani, quelli che possono, vanno a lavorare all'estero perche' si sono stufati della propaganda ingannevole del Bomba.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.01.16 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito se volete la crescita e andar immancabilmente contro il rispetto dell'ambienete, oppure, sbattervene della crescita, che come più volte detto è insostenibile per l'uomo, e puntare sull'ambiente. Insomma crescita e rispetto dell'ambiente sono incompatibili anche con le più immaginifiche accortezze per non inquinare. Prendete una strada definitiva. O ambiente o crescita cosa preferite?

Giorgio Fiandrino , Buriasco Commentatore certificato 03.01.16 17:58| 
 |
Rispondi al commento

diceva Cossiga "gli italiani sono gli altri" quando qualcosa non funziona ..Renzi dice gli italiani sono gufi e gli europei sono "gli altri " mai "noi.".quando qualcosa non si riesce a farla funzionare la colpa e sempre degli "altri"

Pier luigi 03.01.16 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Il clima di Fiducia in cosa? In qualche possibilita' di trasferirsi all'estero?
O in qualche possibilita' di essere assunti come precari parassiti a rubare i prodotti dei pochi cittadini produttivi rimasti? Queste sono le statistiche delle Mafie del Potere. E perche' allora non assumere TUTTI i disoccupati in qualche posto fisso di stipendio PARASSITARIO? Perche' solo qualche centinaio di migliaia e non TUTTI? Se fossi il govermatore di qualche regione CORRETTA e con disoccupati, assumerei TUTTI questi disoccupati a fare lavori socialmente utili e dopo pochi mesi li promuoverei TUTTI al grado di DIRIGENTI. E darei loro superstipendi, stipendi accessori, bonus per raggiunti obiettivi, trasferte, missioni, rimborsi, consulenze, premi, indennita'...Perche' solo la Sicilia deve avere oltre 7 miliardi di debiti con banche che non li riceveranno MAI indietro, se non con stratasse a carico di cittadini?. Se qualcuno RUBA e va bene cosi', BENISSIMO. Se queste sono le regole, applichiamole per TUTTI...Queste statistiche delle stupidaggini funzionano forse per quelli che guardano la TV, e per i parassiti banchettatori dello Stato alla ricerca solo di AUMENTI. Ma quelli che lavorano nel privato conoscono le lacrime e sangue che stanno producendo...E NESSUNO ha progetti per porvi rimedio.

tomi sonvene Commentatore certificato 03.01.16 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ovvio, i politici più costosi ce li abbiamo noi!
Abbiamo sul groppone l'accisa più sanguisuga della Storia : la Casta!

Beppe Daggiano 03.01.16 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Ecco informazione minculpop legge i dati di Eurostat .Il "dimostrano che l'Italia ha ingranato la ripresa". Lo precisa il Mise aggiungendo: "emergono infatti una serie di segnali positivi di ripresa dell'economia, con particolare riferimento alla fiducia di famiglie e imprese, ai consumi e all'occupazione. La produzione industriale continua a crescere, così come l'utilizzo della capacità produttiva". La precisazione giuigne dopo la diffusione di una serie di dati. "Il cruscotto congiunturale elaborato dal Mise - precisa il ministero - non rielabora ma presenta dati relativi alla congiuntura economica italiana provenienti da diverse fonti, in particolare Eurostat, e dimostra chiaramente che l'Italia ha ingranato la ripresa. Dall'ultimo cruscotto emergono infatti una serie di segnali positivi di ripresa dell'economia, con particolare riferimento alla fiducia di famiglie e imprese, ai consumi e all'occupazione. La produzione industriale continua a crescere, così come l'utilizzo della capacità produttiva. Nel confronto internazionale, l'Italia, rispetto ai principali paesi Ue, sconta una crisi più lunga e più dura che altrove. La ripresa, che nella maggior parte degli Stati membri Ue è partita e si è consolidata dal 2009, in Italia si è manifestata compiutamente solo tra il 2014 e il 2015. Tuttavia, i dati più recenti mostrano che il recupero è finalmente scattato, anche grazie alle misure assunte dal governo per favorire investimenti e occupazione. L'Italia, per esempio, è l'unico paese ad aver segnato un nuovo massimo nella fiducia dei consumatori, rispetto ai livelli pre crisi, e uno dei pochi a conservare variazioni positive della fiducia anche rispetto agli ultimi mesi. Restano naturalmente problemi di lunga durata - termina il ministero - che il governo, a partire dalle misure della legge di Stabilità, sta finalmente affrontando". - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Crisi-Mise-consumatori-industria-b8ec7ccf-22a6-4bed-a9be-05b06582d1a0.ht

Pier luigi 03.01.16 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come legge il minculpop Rai la notizia.
I dati di Eurostat "dimostrano che l'Italia ha ingranato la ripresa". Lo precisa il Mise aggiungendo: "emergono infatti una serie di segnali positivi di ripresa dell'economia, con particolare riferimento alla fiducia di famiglie e imprese, ai consumi e all'occupazione. La produzione industriale continua a crescere, così come l'utilizzo della capacità produttiva". La precisazione giuigne dopo la diffusione di una serie di dati. "Il cruscotto congiunturale elaborato dal Mise - precisa il ministero - non rielabora ma presenta dati relativi alla congiuntura economica italiana provenienti da diverse fonti, in particolare Eurostat, e dimostra chiaramente che l'Italia ha ingranato la ripresa. Dall'ultimo cruscotto emergono infatti una serie di segnali positivi di ripresa dell'economia, con particolare riferimento alla fiducia di famiglie e imprese, ai consumi e all'occupazione. La produzione industriale continua a crescere, così come l'utilizzo della capacità produttiva. Nel confronto internazionale, l'Italia, rispetto ai principali paesi Ue, sconta una crisi più lunga e più dura che altrove. La ripresa, che nella maggior parte degli Stati membri Ue è partita e si è consolidata dal 2009, in Italia si è manifestata compiutamente solo tra il 2014 e il 2015. Tuttavia, i dati più recenti mostrano che il recupero è finalmente scattato, anche grazie alle misure assunte dal governo per favorire investimenti e occupazione. L'Italia, per esempio, è l'unico paese ad aver segnato un nuovo massimo nella fiducia dei consumatori, rispetto ai livelli pre crisi, e uno dei pochi a conservare variazioni positive della fiducia anche rispetto agli ultimi mesi. Restano naturalmente problemi di lunga durata - termina il ministero - che il governo, a partire dalle misure della legge di Stabilità, sta finalmente affrontando". - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Crisi-Mise-consumatori-industria-b8ec7ccf-22a6-4bed-a9be-05b06582d1a0.

Pier luigi 03.01.16 15:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori