Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il buon anno con gli aumenti dei pedaggi autostradali

  • 12

New Twitter Gallery

autostradeokok.jpg

"Scattano da oggi, 1 gennaio 2016, gli aumenti dei pedaggi autostradali. Secondo quanto si apprende l'aumento maggiore interessa Satap tronco A4 (Torino-Milano) +6,5%. Seguono Strada dei Parchi +3,45%, Tangenziale Est Spa +2,10%, Autostrade per l'Italia +1,09%, Pedemontana Lombarda +1% e Ativa +0,03%.

Gli aumenti sono confermati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che in una nota ricorda che dal primo gennaio 2016 entrano in vigore gli adeguamenti delle tariffe di pedaggio autostradale: sono stati firmati, infatti, i decreti interministeriali di concerto tra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e il Ministro dell'economia e delle finanze. Nel dettaglio, sono stati riconosciuti i seguenti adeguamenti:

Mit, +0,86% pedaggi,per molte società aumento rinviato - "Quest'anno per tutte le società autostradali per le quali è in fase di aggiornamento il relativo Piano Economico Finanziario, gli aumenti tariffari sono stati provvisoriamente sospesi, posticipandone l'eventuale adeguamento all'approvazione dei piani". Lo fa sapere il Ministero delle infrastrutture, precisando che l'aumento medio attualmente riconosciuto risulta pari allo 0,86%. L'aumento medio attualmente riconosciuto dello 0,86% - precisa il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - è calcolato sui veicoli-km che si prevede saranno percorsi sull'intera rete autostradale nel 2016.

Asti-Cuneo 0,00%

ATIVA 0,03%

Autostrade per l'Italia 1,09%

Autostrada del Brennero 0,00%

Autovie Venete 0,00%

Brescia-Padova 0,00%

Consorzio Autostrade Siciliane 0,00%

CAV 0,00%

Centro Padane 0,00%

Autocamionale della Cisa 0,00%

Autostrada dei Fiori 0,00%

Milano Serravalle Milano Tangenziali 0,00%

Tangenziale di Napoli 0,00%

RAV 0,00%

SALT 0,00%

SAT 0,00%

Autostrade Meridionali (SAM) 0,00%

SATAP Tronco A4 6,50%

SATAP Tronco A21 0,00%

SAV 0,00%

SITAF 0,00%

Torino-Savona 0,00%

Strada dei Parchi 3,45%

Bre.be.mi. 0,00%

TEEM 2,10%

Pedemontana Lombarda 1,00%".

Ansa

acquistavvw.jpg

1 Gen 2016, 12:37 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 12


Tags: 2016, aumenti, autostrada, pedaggi

Commenti

 

Siamo unici a farci fregare i soldi dal portafoglio da una manciata di mafiosi politici corrotti dal sistema . Pagare uil pedaggio 50 € di andata e 50 € di ritorno per solo Ancona Trieste e una vergogna mentre nei paesi limitrofi si paga un modesto ticket che con 10 o 15 euro viaggi per un intera settimana.
Itagliani coglioni!!!

raoul romano Commentatore certificato 02.01.16 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Nulla di nuovo, é da sempre che il primo gennaio aumentano i pedaggi.. Non vi trovo nulla di scandaloso..
Solo il fatto che era stato detto che una volta ripagate veniva tolto ma vabbè.. Comunque abito sul.confine francese ed anche li sono aumentate.. Quindi non siamo gli unici..

Francesco 02.01.16 12:35| 
 |
Rispondi al commento

non c'è niente da fare,siamo tonti, cloroformizzati, ecc. per renderci conto che non siamo cittadini (e forse mai lo diverremo) ma dei sudditi e anche molto masochisti e "loro" lo sanno, ma sanno quanto sono cattivi i conigli quando si incazzano!

ettore barchiesi 02.01.16 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Le Autostrade, augurano a tutti Buon Ano.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 02.01.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento

le autostrade sono state costruite con i soldi pubblici cioè con le tasse versate dai cittadini, perchè dovremmo pagare un pedaggio a delle società private per utilizzare ciò che ci appartiene per diritto?

Abbiamo coscienza di ciò che la "politica" sta facendo contro di noi?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 02.01.16 11:16| 
 |
Rispondi al commento

In questo modo abbassano le tasse,quello che ti danno con la mano destra,se lo riprendono con la sinistra.Chissà se sorgerà quel giorno in cui gli Italiani si presenteranno con bastoni e forconi a rompere le teste di questi ladri truffatori.

rocco 01.01.16 21:11| 
 |
Rispondi al commento

N'altra volta!!!
Non c'è niente da fare, e non la vogliono finire, il popolo ha la mangiatoia bassa, se gli bruciasse l'ano hai voglia come s'incazzerebbe!
Ma vedendo la gente in giro, mi pare che stiano tutti contenti (e fessi).

john f. 01.01.16 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Chi lo dice a Draghi che ci pensano le Autostrade a far si che il target d'inflazione del 2% sia raggiunto nel più breve tempo possibile e che può chiudere il programma di QE fina da ora.
In un contesto di deflazione con lo spauracchio di una rivalutazione di pensioni e TFR negativa fa piacere che ci sia ancora qualcuno, coerentemente con la propria posizione monopolistica, si impegni così tanto per mantenere alta l'inflazione!


Pantomima Rossa Commentatore certificato 01.01.16 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ormai si pretende un salatissimo pedaggio sulla Torino Venezia l'autostrada pianeggiante più redditizia del mondo, in cui diverse tratte sono a velocità ridotta su due corsie per eterni lavori, come la Torino Milano . Fanno veramente schifo, inoltre si tratta di un vero e proprio abuso di posizione dominante, visto che l'alternativa significa viaggiare lentamente su provinciali interrotte da semafori e Comuni...

Aldo Cavalli 01.01.16 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Vergogna!! Quando faranno un abbonamento annuale per chi la deve prendere tutti i giorni o quasi? Io ho la partita iva e faccio 50mila km all'anno.. L'autostrada mi costa più di 2500€ all'anno! E' un furto legalizzato!

Stefano Barchi 01.01.16 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Soluzione? stiamocene lontano da quelle zone,non diamogli un soldo,poi se ci volete andare,cazzi vostri.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 01.01.16 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori