Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il #PdServoDelPadrone se ne frega del lavoratore

  • 8

New Twitter Gallery

pdservopadroni.jpg

intervento di Diego Fusaro

"Nel mondo della disinformazione di massa e dell’opera di capillare manipolazione delle coscienze non stupisce che vi siano notizie che occupano il "davanti della scena" per mesi, pur essendo, non di rado, del tutto irrilevanti; e che, invece, le notizie di rilievo, quelle che aiutano a capire la falsificazione integrale della vita sociale in cui ci troviamo, vengano artatamente nascoste, di modo che non abbiano alcuna circolazione.
Ecco, allora, un esempio del secondo tipo di notizie, di quelle, per intenderci, di cui nessuno ha parlato. Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 151/2015, dallo scorso 23 dicembre è abolito l’obbligo a carico dei datori di lavoro della tenuta del registro infortuni, in una logica di semplificazione degli adempimenti complessivi.

VIDEO Fusaro: “Lo sciopero è un diritto che diventerà reato”

NUOVA OFFENSIVA AL MONDO DEL LAVORO
La misura è contenuta nel Decreto Legislativo del 14 settembre 2015, concernente Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro, attuativo del Jobs Act. «Razionalizzazione e semplificazione»: un binomio ad alto tasso ideologico, che ricorda le parole-chiave con cui la Thatcher promuoveva l’abbattimento del pubblico in favore della “razionalità” e dell’“efficienza” del privato.
Insomma, una nuova offensiva al mondo del lavoro, tanto per cambiare; un ulteriore attacco – se vogliamo dirla con Hegel – del Signore ai danni del Servo.
Il nostro è, a ben vedere, il tempo della «ribellione delle èlites» (Christopher Lasch): la lotta di classe non è sparita, come sempre si ripete; semplicemente si è riconfigurata come massacro di classe gestito dalle èlites contro le masse, dal Signore contro il Servo. Esauritosi il comunismo storico novecentesco, passate le sinistre dalla lotta contro il capitale alla lotta per il capitale, le èlites hanno pensato bene di riprendersi tutto, in primis i diritti che il Servo era riuscito a ottenere mediante scontri e rivendicazioni.

LE UNIONI CIVILI? ARMA DI DISTRAZIONE
La rimozione dell’articolo 18 è un esempio tra i tanti. L’abolizione dell’obbligo a carico dei datori di lavoro della tenuta del registro infortuni un altro. E questi attacchi diretti e sfacciati contro il lavoro vengono ipocritamente presentati come “riforme”, secondo l’usuale neolingua che chiama le cose invertendo i nomi.
Momento dissolutivo del serpentone metamorfico Pci-Pds-Ds, il Pd rivela ancora una volta di stare dalla parte del Signore e delle èlites contro le masse precarizzate e contro il Servo: avvalora ciò che una volta, con lungimiranza, asserì Giovanni Agnelli, quando disse che per fare riforme di destra occorreva ora rivolgersi alla sinistra.
Ognuno tragga, allora, le sue conseguenze, se non è distratto dalle manifestazioni arcobaleno per i diritti civili dell’individuo sovrano, che in astratto può tutto e in concreto, privato com’è dei più elementari diritti sociali, non può alcunché." Diego Fusaro


acquistavvw.jpg

20 Gen 2016, 13:50 | Scrivi | Commenti (8) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 8


Tags: datori di lavoro, Diego Fusaro, disoccupazione, lavoro, occupazione, Pd

Commenti

 

Buon giorno,
Per rimanere terra a terra, potrebbe il Prof. Fusaro spiegarci in che modo i dipendenti uscirebbero danneggiati dall'abolizione del registro infortuni?
Sergio Giordano

Sergio GIORDANO 21.01.16 17:26| 
 |
Rispondi al commento

"I media che,invece di alzare le coperta alla casta-ciarlatana non per niente!..la copre,non son altro per un certo verso..la stessa cosa ciarlatani!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.01.16 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Per cambiare le cose,bisogna tagliare alcune teste di questi delinquenti,assassini,ladri,mafiosi.

rocco 20.01.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Oramai dappertutto circola questo messaggio :" o NOI del M5S o la MAFIA."

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 20.01.16 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Fusaro, iscriviti al M5S! potresti essere eletto..

pasquino 20.01.16 18:32| 
 |
Rispondi al commento

non l hanno ancora capito ...quandi si sveglieranno sara troppo tardi ...1 grazie "all informazione !

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.01.16 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Il registro infortuni serve ad avere dati utili alla prevenzione degli incidenti.
Trascrivere gli incidenti di cui viene fatta denuncia all'inail è superfluo (o meglio un doppione) ma il registro dovrebbe servire anche per annotare incidenti non avvenuti, rischiati o avvenuti senza danno alle persone in modo da poter creare norme a difesa da tali rischi.
Parliamo di centinaia di migliaia di infortuni anche mortali che nei paesi civili vengono registrati anche senza danni!

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.01.16 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Il Pd si rivela ancora una volta di stare dalla parte del Signore e delle èlites contro le masse precarizzate e contro il Servo. Come il PD, tutte le elites e la stampa stanno dalla parte del servo dei servi. Caso Quarto: IL Tg7 di poco fa peggio del TG2. Altro che democratici dell'Informazione. Non una sola parola sulla morte della Costituzione, ecco perchè in molti ritengono che il referendum non faccia un baffo al servo. Che Anonymous, non ascoltato, ne sappia di più.

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.01.16 14:04| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori